Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

soltoni

Members
  • Content Count

    16
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

soltoni last won the day on August 13

soltoni had the most liked content!

Community Reputation

57 Excellent

About soltoni

  • Rank
    Foglio Rosa
  • Birthday 06/22/1961

Profile Information

  • Car's model
    Citroen Axel 11 R del 1986
  • City
    Rovigo
  • Interessi
    auto epoca - fotografia
  • Professione
    pensionato
  • Quotes
    Citroen Axel - l'ultima Citroen
  • Gender
    Maschio
  1. A proposito di contagiri volevo ricordarvi che la Axel base, così come la Oltcit base e la special non avevano il contagiri. Ecco la foto. Poi volevo precisare che la LN è stato il primo modello sotto la Peugeot su pianale 104, derivante dal progetto VD. I motori solo all'inizio erano Citroën prima 602 e poi 652, ma poi all'inizio degli anni 80, quando uscì la LNA furono utilizzati i motori Peugeot raffreddati ad acqua, diventando sempre più simile ad una Peugeot 104, anche nel cruscotto, per niente Citroën. Stesso discorso per Visa. Per questo la Axel è considerata l'ultimo progetto Citroën 100%. Invio una foto per confronto scattata al raduno centenario dove sono affiancate la mia Axel è la Oltcit di un francese. Ah, il contagiri sulla versione base non era previsto neanche come optional. La foto poi la mando, non riesco ad inserirla.
  2. Il pardevi era l'accordo siglato tra la Citroën, in grave crisi di liquidità agli inizi degli anni 70, e la Fiat. Il progetto Y fu il primo progetto studiato su pianale 127 per sostituire la AMI 8. A causa della crisi petrolifera nel 73 l'accordo fu sciolto e il progetto Y fu bocciato. Nel 1974 subentrò la Peugeot, ma il progetto Y fu nuovamente bocciato e sostituito dal progetto VD simile ma su pianale 104 che portò allo sviluppo della LN, VISA e AX. Attraverso varie vicissitudini il progetto Y fu così venduto alla Romania nel 1978 e che portò allo sviluppo della Oltcit e poi Axel, ma erano trascorsi quasi 10 anni e quindi risultò obsoleto. Sì è lui che ho conosciuto al centenario. È un ragazzo giovane appassionato tanto di Axel che quando mi ha visto con l'auto mi ha fatto tante domande e foto ricordo. Manca il video molto bello della Oltcit special del ragazzo rumeno.
  3. In Italia, a differenza della Francia, la 1299 a 5 marce con cerchi in lega non era in listino, come anche le versioni commerciali dette entreprise che ebbero un buon successo avendo le tasse agevolate. In Olanda invece era in listino. In Romania oltre la 1129, senza copriruote, e la 1299, con i cerchi in lega, era a listino anche la 652 Oltcit special, con il motore 2CV. Su YouTube c'è un bel video con l'intervista di un ragazzo rumeno che ne ha salvato una rossa, è molto rara (basta scrivere Oltcit special).
  4. Nel corso degli anni sono riuscito a recuperare dei pezzi di ricambio. In particolare da 4 Axel presso 4 demolitori, a Bologna, a Cremona, a Pordenone e a Pavia. Poi in internet qualcosa si trova in Romania, ma fanno difficoltà a spedire in Italia, e qualcosa in Francia, ma anche lì sono state tutte soggette alla rottamazione come mi hanno riferito gli appassionati curiosi incontrati al raduno del centenario a luglio scorso presso Parigi. Qualcosa di meccanica si trova essendo la stessa della GS, ma le plastiche e gli interni è molto difficile. Al raduno centenario ho incontrato due olandesi con l'Axel che mi hanno detto che in Olanda ne sono rimaste 7. Ho incontrato anche un francese con una Oltcit importata dalla Romania e un ragazzo francese di nome Axel appassionato di Axel che ha recuperato una Axel entreprise base per restaurarla.
  5. Volevo precisare che non mi sento un collezionista. Quando acquistai la Axel ero solo un ragazzo appassionato della Citroën e del motore boxer, mi ero trasferito per lavoro a Rovigo ed è stata la mia prima auto, anche di famiglia per tanti anni. La Oltcit l'ho salvata dalla rottamazione perché quando l'ho vista mi sembrava di fare un tuffo nel passato dato che è uguale alla Axel tranne che per qualche dettaglio esterno ed in qualche componente interno di marca rumena più economico. Giocoforza la mia Axel ha pur sempre 33 anni e 270000 km. Sono consapevole che non hanno alcun valore commerciale ma per me solo un valore affettivo e storico.
  6. Pensa che nel 1986 quando acquistai la Axel, in listino c'era anche la Visa e uscì la Ax. Praticamente era spacciata perché obsoleta. Per precisione la Axel deriva dal progetto Y frutto dell'accordo fra la Citroën già in crisi e la Fiat all'inizio degli anni 70 (pardevi) su pianale 127. L'accordo poi falli e fu venduto alla Romania solo nel 1982 che portò alla produzione della Oltcit e della Axel, ben 12 anni dopo, quindi erano già vecchie. Quando la Peugeot acquisì la Citroën boccio il progetto Y e lo trasformò in VD, che portò alla LN e Visa, su pianale 104, e motori Peugeot raffreddati ad acqua, tranne il 650 2CV. e poi alla AX. Ecco perché la Visa uscì prima della Axel e dicono che la Axel somigli alla Visa, ma è il contrario.
  7. Da quello che mi disse il concessionario le importava perché richieste in montagna, come auto robusta, raffreddata ad aria, senza problemi di radiatore e liquido, accensione immediata a freddo, non era 4x4, però è molto alta da terra, costruita per le strade rumene molto dissestate. Ricordatevi la pubblicità l'auto dalla pelle dura e la prova di 4R a cofano digillato. Conservo a ncora la pubblicità. Poi le cose andarono diversamente.
  8. Era un concessionario italiano precisamente innocenti che aveva importato la Oltcit per l'altopiano di Asiago. Quando ci fu la nuova normativa antinquinamento essendo euro 0 rimase invenduta e mai immatricolata sepolta nel loro magazzino. La mia essendo una Oltcit ha ancora 4 marce, le oltena hanno 5 marce. penso derivanti dalla Renault 12. Non preoccuparti, esprimi pure liberamente il tuo pensiero, non mi offendo, ci sono abituato. Io mi sono trovato bene con l'Axel, non ho mai avuto grandi pretese, mi bastava l'affidabilità Citroën, poi è una questione di gusti personali, a me piace, soprattutto il rumore del motore boxer ad aria.
  9. Sì ero al raduno a Siena. Sì le Axel erano montate nella fabbrica voluta da Ceausescu a Craiova in Romania a seguito dell'accordo con la Citroën. I pezzi erano forniti dalla Citroën. L'accordo prevedeva di vendere il 40% di auto nel mercato ovest con il nome Axel e il resto nel mercato est con il nome Oltcit. Le Axel erano più rifinite sotto la supervisione Citroën. Quando Ceausescu fu fucilato l'accordo venne meno, cessarono le vendite delle Axel e continuarono le vendite all'est con il marchio Oltena dal 91 al 94 sempre con pezzi Citroën e qualche pezzo Renault tipo il cambio a 5 marce. Successivamente la Oltena nel 94 fu acquisita dalla Daewoo e continuarono le vendite con il marchio Rodae fino al 99 sempre con pezzi Citroen e non coreani. Io poi sono riuscito a salvare anche una Oltcit nuova di fabbrica mai immatricolata e rimasta ferma in una concessionaria dal 91 ad oggi. Un ritrovamento incredibile. Così ho la Axel e la gemella dell'est Oltcit. Ha ancora la plastica sui sedili post. Per questo ruoteclassiche a gennaio 19 mi ha fatto un servizio intitolato Axel contro Oltcit. Penso siano uniche rimaste in ITALIA, anche se non hanno valore commerciale ma solo storico, affettivo per me uniproprietario. Ecco la foto.
  10. Posso dire che era ben accessoriata. All'epoca in Italia in listino c'era la Axel base e la Axel 11 R lusso, solo con motori 4 cilindri boxer raffreddati ad aria di 1129 cc. La mia Axel 11 R costava circa 8 milioni, pensa che la Fiat Uno 60 costava 11 milioni e 700.000. Aveva di serie il contagiri, l'orologio digitale, rivestimenti interni in moquette, cappelliera, appoggiatesta, luce carta, regolazione interna retrovisori dx e sx., vetri laterali posteriori apribili con vite continua, cassetto portaoggetti e portabicchieri., cassetti posteriori portaoggetti, accendino con portacenere, ampio vano bagagli rivestito, impianto radio con casse Le plastiche non erano di grande qualità. Aveva 4 freni a disco, gli ant. autoventilati centrali, senza servofreno e servosterzo, 4 marce ed un ottimo sistema di sospensioni indipendenti, molto confortevole a guidare, di buone prestazioni, 150 km orari, discreti consumi e un buon impianto di ventilazione interna. Infine i fari gialli tipici Citroen.
  11. Ma è meglio sostituire i contatti del condensatore, costano poco ed è più sicuro.
  12. Dunque ho percorso 270000 km, posso affermare che la Axel è un'auto affidabile. Il motore boxer a 4 cilindri raffreddato ad aria ha solo il problema che si seccano le guarnizioni motore, perde un po' di olio e occorre cambiarle ogni 70000 km. 8Finora ho solo dovuto sostituire i bilancieri a 250000 km. L'albero motore e tutto il blocco è quello originale. L'importante è mettere a punto la carburazione del doppio corpo, esostituire le puntine platinate ogni 15000 km. (non ha l'accensione elettronica) e registrare le valvole ogni 20000 km. Per il resto ho fatto la normale manutenzione (filtri, olio ogni 10000 km, pastiglie freni dei 4 dischi, candele). La frizione l'ho cambiata a 200000 km. Ho poi sostituito 2 volte la pompa a.c. benzina e 2 volte il silenziatore finale. Ecco il fantastico cruscotto unico ne suo genere con i due satelliti e volante monorazza di tipo aeronautico. Ciao
  13. Infatti, fu grazie a quella prova che nel 1986 acquistai la Axel. Conservo ancora il 4R.
  14. Si, il 21 marzo scorso sono stato invitato alla trasmissione in diretta con la mia Axel nello studio Fassina a Milano . Ero emozionatissimo ma contento di parlare della storia della mia auto rara e per lo più sconosciuta a tutti.
  15. Salute a tutti. Esternamente la Axel era solo a 3 porte con i fari post. verticali. Aveva i motori della GS/GSA 4 cilindri boxer raffreddati ad aria ed accensione con puntine platinate. Per questo è considerata l'ultima vera Citroen, prima che la Citroen fosse acquisita dalla Peugeot. In Italia era venduta solo nella cilindrata 1129 cc. nelle versioni Axel base e Axel 11 R più accessoriata come la mia. Ne furono vendute solo 6811 esemplari. L'ho acquistata nuova nel 1986 con un congruo sconto al prezzo di 7 milioni circa, comprensivo dell'optional della vernice grigio perla. Attualmente ha 270.000 Km. Allego le foto pubblicate sulle riviste Ruoteclassiche di giugno e Youngtimer di luglio-agosto coran, in occasione del 3 raduno Youngtimer Legend cars cui ho partecipato a Verona il 11 maggio scorso, organizzato dalla rivista Ruoteclassiche e riservato a tutte le auto immatricolate dal 01.01.1980. Inoltre a luglio scorso sono stato anche al bellissimo raduno del centenario Citroen in Francia a La Fertè Vidame.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.