Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

alfaomega

Members
  • Content Count

    4,261
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

110 Excellent

2 Followers

About alfaomega

  • Rank
    Team Manager
  • Birthday 10/13/1980

Profile Information

  • Interessi
    Alpinismo, fotografia, automobilismo, nuove tecnologie, cucinare, enologia e slow-food.
  • Professione
    Fancazzista diplomato

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Sono reduce da 10gg negli States e ho avuto come macchina proprio una Charger nera del 2013. Che dire, era la versione "base" (quindi 3.7L V6 da 292cv). Ignorante è ignorante, poco ma sicuro. il problema è che è un catafalco immane, sembra di guidare una Clio 1.2, nonostante la cavalleria esagerata perserà qualcosa come 2,5 tonnellate e anche se acciacchi pedal-to-the-metal e togli i sistemi elettronici non ti incolla certo al sedile, e riesci a pattinare solo se parti sterzando. sicuramente la versione 5.0L è un altra cosa, ma è un auto decisamente inutile e consuma in maniera invereconda pur rimanendo ligio ai severi speed limit mmeregani (max 65 mph su highway, du palle infinite). Dinamica di guida... non pervenuta, sospensioni decisamente "americane" quindi soft. La 320d touring (penultima serie, da 177cv) che guido attualmente ha la metà dei cavalli ma ti incolla alla grande al sedile a tutti i regimi e come feeling di guida non c'è paragone... certo, sembra un modellino in scala rispetto alla charger, questo va detto. ciao!
  2. sì sì, infatti che sia HD è assodato... mi chiedevo solo se ci fossero valide alternative ai due già citati
  3. Hola a todos... Mi vorrei comprare un lettore musicale - che legga i video non me ne importa - che abbia un elevata capacità [diciamo da almeno 60GB ma più grande è meglio è] per portarmi in viaggio la musica e per poterlo collegare all'autoradio tramite l'ingresso ausiliario... per ora ci attacco il Walkman da 4GB, lo stesso che uso quando faccio sport, ma vorrei qualcosa di più capiente. Esistono solo l'Ipod "classic" e il Creative Zen Vision M/W?!?!? Nessun'altra alternativa? Tra l'altro penso di poterlo far comprare negli USA risparmiando un bel pò col cambio...
  4. interessante: una lancia ypsilon col posteriore di una bravo prima serie :S ciao a tutti...
  5. io la 675 l'ho portata al Mugello, e la R6 [2007] a Misano nuova. Oggettivamente la 675 secondo me è ottima come moto da usare sia in strada che in pista, ma soffre circuiti molto veloci come per l'appunto il Mugello. Ha una frenata superlativa [alla Bucine ci entri in monoruota fisso], ma l'allungo è deprimente. R6, di contro, è molto agile e ha un motore che a 10.000rpm mette il turbo in maniera entusiasmante in un allungo infinito. E inoltre su strada la vedo poco sfruttabile appieno, mentre in versione solopista... è l'arma totale.. Di sospensioni su entrambe c'è da metter mano, ma la Triumph è un pò più sincera nelle reazioni.
  6. Come faceva quella canzone, ripresa dagli Articolo31? "Oh mamma mi ci vuol la fidanzata, perché mi faccia mettere la testa a posto..." ecco, più o meno la situazione è così.... il morbo del tuning, come tanti sanno qui dentro, è roba pericolosa. Sarà questa la volta buona che mi fermerò e metterò la testa a posto? Intanto ho finalmente sistemato la fazerina come la volevo io, e sento che non le manca nulla da un punto di vista tecnico, e dal punto di vista estetico ho tenuto fede alla mia idea di "nero & oro" La motivazione di tutte queste modifiche è stata quella di creare un mezzo il più possibile polivalente visto l'uso a 360° che ne faccio [uso quotidiano a Roma, viaggi lunghi, smanettate domenicali, pista], e il motto ispiratore si può riassumere in "efficace come una sportiva, comoda come una Fazer" 8) 8) 8) PS: quando ho fatto le foto mi sono dimenticato di mettere il coprisella monoposto... e non mi andava di rifarle da capo, quindi quello lo lascio alla vostra immaginazione :twisted: Base di partenza: Yamaha FZ6 Fazer 2005 ...MODIFICHE EFFETTUATE... Sospensioni Avantreno YZF-R6 '04 con molle e pompanti WP Ammortizzatore posteriore Ohlins 46HRCL Impianto frenante Pinze freno anteriori YZF-R1 '03 a 4 pistoncini Tubazioni in treccia aereonautica Goodridge Pompa freno radiale Discacciati Serbatoio liquido freni in ergal Rizoma Gruppo termico Filtro sportivo BMC Centralina aggiuntiva PowerCommander III USB con mappatura dedicata Eliminazione del catalizzatore Terminali Leovince SBK EvoII in carbonio Estetica Manubrio piega bassa in ergal nero WRP Cupolino "replica" Puig all-black Puntale VTR "tipo JMV" Coprisella monoposto "tipo Barracuda" Ghiere precarico Valtermoto ergal dorate Valvole pneumatici ergal dorate Portatarga a inclinazione variabile Viti ergal nere Valtermoto per il cupolino Adesivi Fazer personalizzati
  7. sarebbe ora... il vfr ha un pò di annetti e soprattutto soffre del fatto di essere 800cc. Tra l'altro forse passando a 1000cc si eviterebbe l'attacco del VTEC a 130km/h in VI [magari spostandolo a 140-150] che è proprio fastidioso nel suo continuo entrare ed uscire dal funzionamento durante i viaggi autostradali a velocità codice.... A mio giudizio, comunque, la moto che è attualmente la migliore nel segmento "sport-touring carenate" è la Triumph Sprint ST, bel motore, buona ciclistica e bella linea...
  8. ;) Tra l'altro abbiamo beccato anche un'ottima giornata: giusto due goccette di pioggia verso la fine del giro, ma talmente poche che non c'è stato bisogno neanche di fermarsi per mettere l'antipioggia... A parte che allo zavorrino [che ha fatto correttamente il suo dovere ] avevo dato la mia giacca da moto in Gore-Tex e i guanti sempre in Gore-Tex [gli stessi che ti suggerii a suo tempo], quindi lui era a postissimo... Allora proseguo con il secondo report... stavolta da solo Approfittando di una [rara :cry: :cry: :cry:] finestra di bel tempo, il 16/8 ho ripetuto il giro dolomitico che avevo fatto il 30 luglio ma in senso inverso... ho fatto qualche fotina, perlopiù in corrispondenza dei passi. Purtroppo ero da solo e quindi non avevo appresso un cameraman, come è stato per la GrossGlockner HochAlpenStrasse... Ho provato a stringere amicizia con altri due motociclisti presenti in campeggio [lui con Speed Triple 1050, lei con Buell XB9 Lighting....] ma come hanno sentito che si trattava di fare 300km e 12 passi dolomitici in un giorno hanno iniziato a nicchiare e ad accampare scuse... vabbè che sono arrivati con il carrello [e io invece in moto da Roma], però per me questo è un parco giochi e 50km sono solo l'antipasto... non certo un giro di una giornata E perciò meglio solo che male accompagnato... :D La base di partenza è sempre il CaravanParkSexten cioè il campeggio in Alta Pusteria, a Sesto-Sexten dove ero in vacanza. http://www.caravanparksexten.it Qui sotto la mappa del giro, con i passi numerati in ordine di transito. Ne esce fuori, a mio giudizio, un'ottima base per una versione dolomitica del MassacroPass tanto caro ai miei amici FazerToscani... E considerato che sono riuscito a farlo agevolmente 2 volte in pieno agosto, in 2 giorni diversi s'intende, farlo a giugno senza traffico potrebbe essere un'ottima idea. magari accorpandolo al FazerSorriso, uno dei tanti eventi che organizza FazerItalia, ma con la particolarità, oltre a un bel giro in moto, di donare un sorriso a ragazzi e persone meno fortunate di noi. Iniziamo a pensarci seriamente, ragazzi. 1) Passo Monte Croce di Comelico 2) Passo S.Antonio [Passo del Zovo] 3) Passo Tre Croci 4) PAsso Giau 5) Passo Falzarego 6) Passo Valparola 7) Passo Campolongo 8.) Passo Pordoi 9) Passo Sella 10) Passo Gardena 11) Passo delle Erbe 12) Passo Furcia Così composto il giro è di 301km precisi precisi, e secondo me è migliore in questo senso che in senso contrario [ma per non sbagliare l'ho percorso in entrambi i sensi ]. Per precisione di chi non conoscesse le strade e migliore comprensione: dal passo Valparola si scende per La Villa, quindi si va a Corvara e si compie il "SellaRonda" ovvero il giro dei 4 passi intorno al gruppo del Sella. Tornati a Corvara, si va a nord fino a S.Martino, si fa andata e ritorno il Passo delle Erbe riscendendo a S.Martino e poi si prosegue il giro passando per Passo Furcia. NOTA: HO INSERITO QUALCHE FOTO ANCHE DI QUANDO FECI IL GIRO NEL 2005. SONO POCHE, E RICONOSCIBILI DAL FATTO CHE LA FAZERINA ERA ANCORA TUTTA ORIGINALE IN OGNI CASO LE FOTO SONO TUTTE IN ORDINE DI "PERCORRENZA" PASSO MONTECROCE DI COMELICO PASSO S.ANTONIO MI SONO DIMENTICATO DI FARE LA FOTO PASSO TRE CROCI PASSO GIAU PASSO FALZAREGO. NELLE DUE FOTO SUCCESSIVE HO EVIDENZIATO LA LINEA DELLA VIA CHE HO ARRAMPICATO LA SETTIMANA SCORSA, SULLA PROSPICENTE PARETE DEL PICCOLO LAGAZUOI. VIA "MAGICHE PLACCHE", DIFFICOLTA' MAX 5°sup, CONCATENATA CON LA CRESTA SUPERIORE. DISLIVELLO CIRCA 400m, SVILUPPO POCO MENO DI 500m. IN FONDO AL POST DUE FOTINE... I TORNANTI DEL PASSO VISTI DALLA PARETE MENTRE ARRAMPICAVO PASSO VALPAROLA PASSO CAMPOLONGO L'INIZIO PROMETTENTE DI PASSO PORDOI... ALTRO CHE "PERICOLO"! NB: 33 SOLO IN SALITA... A SCENDERE PER L'ALTRO VERSANTE CE NE SONO ALTRI 27 PASSO SELLA PASSO GARDENA PASSO DELLE ERBE PASSO FURCIA ECCO LE FOTO DELLA SCALATA... LA PARETE DEL PROSPICENTE SASS DE STRIA [sOPRA AL FALZAREGO E AL VALPAROLA] VISTA DA UNA DELLE GALLERIE INTERNE AL LAGAZUOI, SCAVATE DAGLI ALPINI DURANTE LA PRIMA GUERRA MONDIALE. LE DOLOMITI SONO UN IMMENSO MUSEO ALL'APERTO DELLA GRANDE GUERRA.... STELLE ALPINE... SE NE TROVANO TANTE, SE SI ESCE DAI "SOLITI" SENTIERI. SI STUDIA L'ATTACCO DELLA VIA.... ...E POI SI PARTE!!! UH... CHE INVITANTE STRAPIOMBO... PECCATO CHE SERVA SOLO A FARE UNA FOTO DA ALPINISTA-TAMARRO DATO CHE LI' SOPRA C'E' UN TERRAZZINO MENTRE FACCIO SICURA AL COMPAGNO CHE SALE. CAZZEGGIO ALLA FINE DELLA VIA... DOPO 500m DI ARRAMPICATA DIVERTENTE E IMPEGNATIVA, E DOPO BUONE 3 ORE E MEZZA...
  9. purtroppo del giro di cui parlavo non ho foto, perchè l'ho fatto da solo e intutato, quindi il più leggero possibile... e foto "statiche" ne ho già fatte due anni fa... perciò beccatevi la mappa di AutoRoute e sappiate che la scala ridotta fa ovviamente sì che non si capisca quanto sono tortuose e divertenti quelle strade... La base di partenza è il CaravanParkSexten cioè il campeggio in Alta Pusteria dove sono in vacanza... http://www.caravanparksexten.it per chi volesse venire a farmi compagnia. Questa qui sotto è una foto esplicativa del mio dilemma quotidiano, meteo permettendo... "chi devo tradire oggi, la moto o lo zaino e le scarpette da arrampicata?" :D Invece, un bel report corredato di foto lo posso fare per il giro che ho fatto ieri... circa 350km, in giro per l'Austria, facendo la GrossGlokner HochAlpenStrasse, cioè la "Strada Alpina del GrossGlockner", una strada a pagamento che arriva sotto le pendici della montagna più alta dell'Austria; è alta 3978mt, ma la strada arriva, nei suoi punti più alti, a poco più di 2500mt. La strada è molto bella, anche tortuosa il giusto, e costa 18€ per le moto, in più si possono fare vari biglietti cumulativi con altre strade a pagamento che ci sono nei dintorni... io ho fatto il biglietto per il FelberTauern Tunnel poichè ci dovevo passare... credo di non essermi capito bene con la bigliettaia perchè io volevo anche il biglietto per la Kalser-GlocknerStrasse che permette di vedere la montagna anche dal lato sud e mi sono reso conto solo dopo che non me lo aveva dato... poco male, quando sono arrivato lì sono entrato gratis perchè il casellante stava chiudendo e ci ha fatto passare gratis. In ogni caso sarebbero stati 3€ quindi una spesa contenuta. Il giro era stato programmato per il 12 agosto ma l'altroieri con mio papà abbiamo fatto una trekking molto faticoso e impegnativo.. ieri era bel tempo, sarebbe dovuto essere un giorno di defaticamento e quando mi ha proposto di fare da zavorrino ho colto l'occasione... Montato al volo il baulone, riposta nella borsa la tuta da pistaiolo abbiamo preso le giacche e da bravi mototuristi ci siamo fatti una bella gita assieme :D Eppoi così ho avuto un fotoreporter con me Trovate informazioni in italiano presso questo sito http://it.grossglockner.at Il giro che ho fatto io corrisponde grosso modo al "TOUR-1", questa la mappa: il punto 2 corrisponde alla deviazione per il Kaiser-Franz-Josef-Hohe, il 3 per la Edelweiss-Spitze e il 6 per la Kalser-GlocknerStrasse. Per pagare il pedaggio si trova un casello d'entrata poco dopo Heiligenblut. La zona è piena di cascate. questa è poco prima di Heilingenblut. ECCO IL GROSSGLOCKNER DAVANTI A NOI! LUNGO LA DEVIAZIONE PER IL KAISER-FRANZ-JOSEFS-HOHE [2369MT] "TRA MOTOCICLISTI, SALUTARSI.... E' SALUTARE!" CASCATE DOVUTE ALLO SCIOGLIMENTO DEI GHIACCIAI ALFAOMEGA'S FATHER... SI VEDE IL PASTERZENGLETSCHER [GHIACCIAIO DEL PASTERZE] LA CIMA DEL GROSSGLOCKNER 3978m E IL PASTERZENGLETSCHER JOHANNISBERG 3469m E ANCORA IL PASTERZENGLETSCHER GRACCHI CHE VOLTEGGIANO... MARMOTTE E GRACCHI CHE SI LITIGANO IL PANE LANCIATO DAI TURISTI KE BRAFO MOTOTURISTEN... PRESSO IL KAISER-FRANZ-ETC... E ALLE SPALLE IL GROSSGLOCKNER. IO E MIO PAPA' SI INCONTRANO TANTI ALTRI MOTOCICLISTI... ZAVORRINO'S VIEW SI TROVANO STRANI CARTELLI.... KEHRE VUOL DIRE TORNANTE... E AD OGNUNO HANNO DATO UN NOME [E SEGNATO LA QUOTA ALTIMETRICA]. E SU STA STRADA CE NE SONO TAAAAAANTI ANCHE SE ALCUNI HANNO UN FONDO... COME DIRE... TRASTEVERINO IL PUNTO PIU' ALTO DELLA STRADA, A PARTE LE DEVIAZIONI. HOCHTOR, 2504m. DA QUI SI LASCIA LA CARINZIA E SI ENTRA NEL SALISBURGHESE. ALTRI STRANI CARTELLI.... LUNGO LA BREVE DEVIAZIONE PER L'EDELWEISS-SPITZE... IN QUESTO MOMENTO HO RIMPIANTO DI NON ESSERE STATO LI' DA SOLO, CON LA TUTA... FONDO PERFETTO, GRANDI VIE DI FUGA, OTTIMO PER METTERE IL GINOCCHIO A TERRA... :D [GUARD-RAIL MODELLO "MIRACLE BLADE" ORIGINALE 1933 SEMIDIVELTO, CON VISTA SULLO STRAPIOMBO, E FONDO STRADALE MISTO ASFALTO-SAMPIETRINO...] LA GROSSGLOCKNERSTRASSE VISTA DALL'EDELWEISS-SPITZE [2571m] LA STRADA CHE SALE ALL'EDELWEISS-SPITZE, TUTTA IN SAMPIETRINO... COME POTETE VEDERE, E' COSI' RIPIDA CHE SI VEDONO 4 [QUATTRO!] LIVELLI STRADALI... L'INGRESSO NORD DEL FELBERTAUERNTUNNEL PRESSO IL LOCKNERHAUS, IN FONDO ALLA KALSERTAL. IL GROSSGLOCKNER VISTO DAL VERSANTE OPPOSTO [sUD] RISPETTO ALLA MATTINA. IN FONDO ALLA KALSER-GLOCKNERSTRASSE, PUNTO 6 SULLA MAPPA. SEMBRA IL CLASSICO PAESAGGIO DA CARTA DELLA CIOCCOLATA... LA MONTAGNA APPUNTITA, CON LA NEVE, I PRATI VERDI E IL RUSCELLO CHE SCENDE... LUNGO QUESTI GIRI SI INCONTRANO MOTOCICLISTI DI TUTTI I TIPI... QUESTO AVEVA L'ETA' DI MIO PAPA' E SE NE ANDAVA TUTTO BEATO CON LA SUA CUSTOM... ALTRE CASCATE, SCENDENDO LUNGO LA KALSERTAL... MIO PAPA' SEMBRA USCITO DA QUEL PROGRAMMA DI MOTOTURISMO CHE FANNO SU RAIUNO :D
  10. ragazzi, mercoledì sono andato a farmi una lunga camminata, ma giovedì me sò sparato na combo che manco a TekkenII o a GT3, quando sono tornato alla base di partenza la fazerina m'ha tirato fuori il livello segreto per abilitarla a diventare come una M1... Partenza da Sesto [Alta pusteria] quindi Passo Montecroce di Comelico A/R tanto per scaldare le gomme poi val pusteria fino a Valdaora, quindi Passo Furcia, Val Badia, Passo delle Erbe A/R quindi di nuovo Val Badia, Corvara, Passo Gardena, Passo Sella, Passo Pordoi, Passo Campolongo [il "SellaRonda" per intenderci], quindi dietro front e di nuovo Passo Campolongo per Arabba, poi verso Livinallongo, Passo Falzarego, arrivato in cima ho fatto dietrofront e ho rifatto in giù il Falzarego perchè così sono sceso fino a Caprile, quindi Selva di Cadore, per potermi fare anche Passo Giau, poi Cortina, Passo Tre Croci, Misurina, Auronzo, Passo S.Antonio [o Passo del Zovo che dir si voglia], Padola, di nuovo Passo Montecroce e quindi arrivo a Sesto... anzi no, perchè "non mi abbastava" e quindi ho preso una stradina forestale poco prima di Passo montecroce per arrivare a una malga a 2000mt [con annessi ampi tratti sterrati.... tanto la fazer è una moto a 360° no? ] per Radler d'ordinanza con panorama sulle Dolomiti di Sesto e comprare i formaggi per i miei genitori.... sapete com'è il giorno prima c'ero arrivato a piedi da un altro rifugio, e avevo dimenticato di comprarli... peccato che martedì c'ero arrivato in calzoncini e maglietta e ieri ero intutato come ero a Misano [sia mai che vado in Dolomiti senza poter mettere il ginocchio giù, piuttosto vado senza moto ] http://www.enrosadira.it/rifugi/rinfreddo.htm beh, insomma, arrivato di nuovo a sesto.... la motina chiedeva.... "ANCORAAAAAAAAA!" e io con lei.... peccato che oggi piovesse... :wink: :wink: :wink: e venerdì me ne sono andato ad arrampicare....... I LOVE THIS PLACE!!!!!!!
  11. non so se è stato già postato... Certo che ne hanno fatti di passi avanti le auto stradali... 8) 30 anni dopo:
  12. Ogni tanto ripasso da questi lidi... e visto che ora è già periodo di vacanze, buone vacanze a tutti! la passione della moto e lo studio mi hanno un pò portato via.... ecco quello che combinavo un paio di weekend fa Ecco qualche foto scattatami a Misano durante lo YamahaFest... Come alcuni di voi sapranno, ho iniziato ad andare in moto 2 anni fa, la mia fazerina "ibridata R6" è la prima moto... con la quale ho fatto e faccio di tutto, dall'uso quotidiano alle smanettate, ai viaggi e anche un pò di pista: un kartodromo "allungato", di circa 1600mt vicino Latina dove corrono anche il mondiale SM e un paio di puntatine all'ISAM di Anagni. Nessuna pista veloce, almeno fino a quest'anno... l'idea era di iniziare proprio nel 2007 a girare su circuiti più veloci, andando per gradi, prima Magione e poi Vallelunga e/o Mugello. Se non che, a metà giugno mi capita l'occasione di fare un turno gratis al Mugello per il demo-ride della Triumph Daytona 675: e chi se lo fa scappare!!! Mai portata una moto a semimanubri, mai guidato su una pista veloce però la voglia è tanta... vado, e grazie ai bravi apripista di TopRide mi diverto molto, e sento subito il feeling giusto... saponetta giù [non potevo mica uscire dal "Tempio" senza avercele messe a terra! Tanto più che tra un pò mi fanno cittadino onorario della zona per le tante volte che sono venuto a metter giù il ginocchio sui favolosi passi del circondario... ], e non mi trovo male con i mezzi manubri, anzi... e allora dentro di me penso... "ah, sarebbe bello avere una seconda moto solo da pista.... chissà quando me la potrò fare...". Di lì a 10gg il sogno si realizza... un mio amico si vende la sua R6 solopista kittata(*) a un prezzo ragionevole, vado a vederla senza poterla guidare perché non ci si può girare in strada e allora per sancire il passaggio di consegne ci facciamo un pomeriggio in società a Magione il 25giugno... io arrivo lì direttamente con la fazerina da Roma, ovviamente non rinuncio in mattinata a farmi A/R la famosa SS79bis "millecurve" nonchè la SS71 a salire [e per tornare, non sazio, anche il monte Peglia... ]... complice il caldo torrido [fanno più di 35° all'ombra ] non riusciamo a farci più di un turno e mezzo - due scarsi a testa... ed è la prima volta che metto le mie mani sulla mia "nuova" R6 e le ruote su una pista vera, senza specchi [facile andare anche al Muggio, quando davanti hai il tester che pennella le traiettorie e tu hai gli specchi per vedere i razzi che ti arrivano alle spalle.....] e in pratica dentro sento un bel panicozzo, sudo a bestia, salivazione azzerata, lingua felpata, un vero fermone DOC impacciatissimo.... non è che ci capisco molto, però capisco che un amore sta nascendo, è un pò come il primo appuntamento con una ragazza che ti piace tanto... sei lì che ti senti un idiota, lei bellissima e affascinante e tu che ti chiedi "ma chissà se le piacerò....", "chissà se sarò un pilota alla sua altezza..." e quindi decido che sì, è il momento di diventare bigamo almeno come motociclista.... il mio primo amore continuerà a regalarmi km e km di sogni per strada, e una nuova fiamma me li regalerà in pista.... Dal 25 giugno al 6-7-8 luglio dello YF il passo è breve, in mezzo devo anche studiare per un esame e quindi è con questo spirito che mi presento a Misano.... wow, circuito veloce e tecnico, bel cavolo di esordio che mi son scelto, e una moto di fatto mai portata se non a velocità da "attenti c'è un paracarro mobile in pista, signori...." ma che dico... praticamente mi mancano proprio i riferimenti con questa intera categoria di moto... abituato al manubrio largo e rialzato, devo resettare tutti i miei precedenti riferimenti. Però quando mi ricapita un'occasione di girare 3gg gratis a Misano? Quale migliore occasione per prendere confidenza con la nuova moto e con ciò che veramente significa andare in pista senza una "chioccia" davanti a tirare? E così inizio a fare la sua conoscenza, ci si dà del lei, al venerdì mattina ovviamente mi infilano anche i TMax e persino i ragazzini con le minimoto mi passano facendomi il segno con il piede fuori "ah fermone!!!".... ma io me ne sto bello tranquillo, faccio le mie traiettorie belle pulite senza zigzagare e lascio a tutti il modo di passarmi senza problemi.... una mia amica poi mi prenderà in giro [e fa bene ] perchè in rettilineo invece di mettermi in carena rallenticchiavo per girarmi e vedere se arrivava qualcuno e agevolare il sorpasso [e soprattutto non mettermi di mezzo alla staccata in fondo....] ma la mia priorità non era il tempo... era fare conoscenza, macinare esperienza e giri per "sentire" sempre più la moto, per diventarle amico e confidente, per imparare a "percepire" che dietro sta arrivando qualcuno.... studiare come reagiscono queste gomme e queste pasticche che mi sono ritrovato sulla moto all'acquisto e che non ho potuto scegliere io.... signori, io sono qui per imparare, prima volta sui semimanubri e prima volta in pista, quella vera, e lo sto facendo da solo, e la cosa mi piace... sento crescere dentro di me la vicinanza e la simbiosi con il mio destriero di metallo e con quel nastro d'asfalto che scorre sotto di noi, sempre più veloce, con un misto di gioia, stupore, paura e passione... e ogni giro questa sensazione aumenta, più fiducia... e così questo nuovo amore inizia a sbocciare davvero, sento come una moto SS - la MIA moto SS - reagisce ai movimenti del mio corpo, ho imparato una nuova lingua per la mia nuova amante... essere bigami, nel mio caso, richiede anche di essere poliglotti... e tutto un crescendo, ben conscio che il cammino è lungo e che questo è solo un inizio... però quando dal sabato pomeriggio ho iniziato a fare i miei primi sorpassi in pista e a infilare anche qualche 1000 oltre ai 600, beh, la contentezza e questo amore crescevano sempre più... ovviamente io ero e resto un paracarro immane, ed evidentemente quelli che superavo erano assai peggio di me, però anche aver sviluppato la "tranquillità" di gestire un sorpasso è una cosa che mi rende fiero. La strada è ancora lunga, e queste foto mostrano che però è una strada che promette tanto divertimento e tanti giri felici in pista. Purtroppo le ho potute vedere solo alla fine dello YF, io ero convinto di piegare chissà quanto e soprattutto di uscire dalla moto molto di più, ma è sempre il discorso di prima... spostare in avanti i propri riferimenti.... (*): ecco il corredo con cui si è presentata la nuova sposina... forcella con molle e pompanti WP, mono WP 4618 race a doppia regolazione sulla compressione, ammo di sterzo Matris, pedane Valtermoto tipo1, filtro BMC, kit getti DynoJet, scarico completo in titanio Leovince, gas rapido, contamarce e qualche altro bijoux che sicuramente dimentico.... una splendida fanciulla del 2000 ancora bella e potente [lo dice il banco prova che era gratis allo YF... ]
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.