Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

rickycbrjazz

Members
  • Content Count

    557
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

110 Excellent

1 Follower

About rickycbrjazz

  • Rank
    Pilota Ufficiale
  • Birthday 04/24/1976

Profile Information

  • City
    Mestre Venezia
  1. bradl ha una moto factory... peccato che sia bradl che non va. in molte prove era davanti e al sachesering era pure primo alla grande... fidati che tra honda factory e ducati non ci sono dubbi. e certo non li ha crutchlow! spero per ducati che la moto nuova faccia veramente il salto perchè la 14.2 non lo ha fatto, anche se i commenti spesso sono opposti
  2. guardate che cal il prossimo anno avrà una factory! non sarà repsol ma sempre factory è! non c'entra nulla la open di hayden, che in ogni caso sarà migliorata con la distribuzione pneumatica... comunque gran sviluppo di ducati, dovizioso e cal divisi da 68 millesimi... mah! suzuki, non ci siamo!
  3. c'è però un piccolo particolare su quella prova. le gomme non erano equivalenti e di conseguenza il grip delle stesse non era uguale. inoltre a velocità costante non cambia proprio nulla in termini di consumi se aggiungi peso alle ruote, anzi le ruote hanno maggiore inerzia e fanno mantenere più a lungo la stessa velocità. quindi il discorso consumi è molto relativo, sicuramente un po di più consumi per i motivi di inerzia nel cambio velocità e perchè quasi sempre le gomme più grandi hanno una mescola più performante. però le sensazioni sull'auto, soprattutto a livello di sterzo, sono notevolmente diverse. i 17 sono comunque i più equilibrati tra comfort e prestazione.
  4. allora, punto numero 1: ducati ad oggi è open leggere qui please --> MotoGP 2014, nuove regole: Ducati, la Open non s'ha da fare! - Motociclismo e qui Le regole MotoGP 2014 messe a nudo - Foto | Red Bull Motori se ottiene determinati risultati entra in categoria factory2 qui inseriscono anche le opzioni gomme che sono solo DUE! per gp sia per factory che per open (R. Quasi 210 pagine scritte in francese e inglese. Tutto quello che si può fare o non si può fare nel Motomondiale sta scritto qui, nel regolamento emesso dalla Federazione internazionale motociclismo (FIM). Una parte poco conosciuta ma che è a volte può essere decisiva. Ecco i punti principali. Le moto – Il Motomondiale si divide in tre categorie, MotoGP, Moto2 e Moto3. Tre classi in cui corrono mezzi con caratteristiche diverse, ecco quelle principali. [TABLE=class: t_border] [TR] [TD]Categoria [/TD] [TD]Caratteristiche principali [/TD] [/TR] [TR] [TD]Moto3 [/TD] [TD]Motore 250 cc, a 4 tempi monocilindrico . 6 motori per stagione distribuiti casualmente in tre momenti dell'anno. 148 kg peso minimo pilota+moto. 16 anni età minima per partecipare, 28 età massima [/TD] [/TR] [TR] [TD]Moto2 [/TD] [TD]Motore Honda uguale per tutti fornito direttamente da Dorna, 600 cc a 4 tempi, 215 kg peso minimo, centralina unica. Limite a 16 anni per correre. [/TD] [/TR] [TR] [TD]MotoGP [/TD] [TD]Motore fino a un massimo di 1000cc a 4 tempi, peso minimo 160 kg (con motiri tra 801 cc e 1000), 150 kg fino a 800 cc). 18 anni età minima per i piloti [/TD] [/TR] [/TABLE] La rivoluzione regolamentare è quella della MotoGP con le tre configurazioni: Factory, Open e Factory 2, introdotta negli ultimi giorni. [TABLE=class: t_border] [TR] [TD]Configurazione [/TD] [TD]Caratteristiche [/TD] [/TR] [TR] [TD]Open [/TD] [TD]Centralina Magneti Marelli + software Dorna, 24 litri di carburante, 12 motori a stagione, due opzioni di gomme [/TD] [/TR] [TR] [TD]Factory [/TD] [TD]Centralina Magneti Marelli + software libero. 20 litri di carburante, 5 motori a stagione senza possibilità di sviluppo, due opzioni di gomme [/TD] [/TR] [TR] [TD]Factory 2 [/TD] [TD]Stesse caratteristiche della configurazione Open ma se otterranno in condizioni di asciutto tre terzi posti o due secondi posti o una vittoria, dovranno automaticamente ridurre i litri di benzina, da 24 a 22,5, e limitarsi all'uso di 9 motori invece di 12. [/TD] [/TR] [/TABLE] gara mugello: Quello del Mugello è uno dei circuiti più critici per gli pneumatici. Sul circuito toscano si raggiungono infatti elevate velocità (ha uno dei rettilinei più lunghi del campionato) e ci sono anche brusche frenate, come quella della San Donato, la prima curva dopo il rettilineo di partenza. Questa staccata richiede pneumatici anteriori con elevatissima stabilità e sicurezza. Ci sono poi zone scorrevoli, come la Casanova Savelli, l’Arrabbiata 1 e 2 e le Biondetti, dove occorrono pneumatici con molto grip sui lati. Per questo motivo saranno disponibili gomme posteriori asimmetriche più dure sul lato destro (sono infatti nove le curve destrorse contro le sei a sinistra). Le Ducati e i piloti della classe Open avranno a disposizione una mescola posteriore morbida e media, mentre le Factory disporranno di mescole medie e dure. Per l’anteriore tutti avranno a disposizione mescole morbide, medie e dure. “Il Mugello è uno dei circuiti più veloci sul calendario ed è duro per le gomme a causa di queste velocità, così come la temperatura del tracciato che può raggiungere i 50° – ha detto Shinji Aoki, Manager, Bridgestone Motorsport Tyre Development Department – Ci aspettiamo temperature superiori ai 50°, ma dobbiamo sempre considerare che potrebbero verificarsi anche temperature più basse in particolare nelle sessioni mattutine. La superficie della pista è aderente e abrasiva e ci sono notevoli dislivelli, tutte caratteristiche che contribuiscono a rendere questo circuito piuttosto aggressivi sulle gomme. I numerosi e pesanti punti di frenata, specialmente quelli che sono in discesa, richiedono un forte pneumatico anteriore, mentre le numerose curve ad alta velocità richiedono una buona stabilità e grip sullo spigolo del pneumatico posteriore. Qui ci registrano anche le più alte velocità della stagione e questo mette un significativo sforzo sulla sezione centrale delle gomme posteriori.” gara indianapolis A distanza di quattro settimane dall’ultimo Gran Premio corso in Germania (Sachsenring), il circus del motomondiale torna i pista a Indianapolis, teatro della decima tappa del motomondiale 2014. Il circuito è stato rivisto rispetto allo scorso anno e ora misura 4,170 km. La sezione interna è stata riasfaltata e non ci sarà più la differenza di asfalto che era presente negli scorsi anni. Sono tre le parti della pista modificate nel loro layout, esattamente le curve 2-4 7-9 e 15-16. L’effetto complessivo è che alcune delle curve sono state allargate con l’obiettivo di migliorare la sicurezza del pilota. Il circuito è uno dei pochi del mondiale dove si gira in senso antiorario e la sua configurazione (10 curve a sinistra contro le sei a destra) fa si che sia necessario un pneumatico posteriore asimmetrico con la gomma più dura sulla spalla sinistra. La pista è molto stressante per i pneumatici, soprattutto le curve 12 e 14 che generano temperatura delle gomme posteriori molto elevate. Occorrono anche una buona trazione posteriore e stabilità in frenata. I piloti di Yamaha e Honda avranno a disposizione le mescole medie e hard per il posteriore, mentre quelli Ducati e Open avranno quelle medie e morbide. Per quanto riguarda l'anteriore i piloti potranno contare su mescole morbide, medie e dure. “Dopo una pausa di quattro settimane dalle competizioni, non c’è posto migliore per iniziare la seconda metà della stagione di Indianapolis; un luogo ricco di storia, in una città che ha il motorsport molto vicino al suo cuore – ha detto – Hiroshi Yamada, Responsabile Bridgestone Motorsport – C’è sempre una grande atmosfera in tutta Indianapolis quando arriva la MotoGP ed è sempre un piacere arrivare qui. Il circuito è stato riasfaltato e il layout è leggermente cambiato e questo si spera che renderà le cose più facili per i piloti, in quello che è un circuito stretto, ma tecnico. Indianapolis è anche la sede annuale del nostro Bridgestone Golf Performance Challenge e ancora una volta non vediamo l’ora di accogliere i piloti e media presenti a questo evento.” devo andare avanti??? in ogni gp, qualsiasi gp, le open hanno una gomma softer rispetto alle factory e ne possono usare solo 2 tipi come solo due tipi possono usarne le factory. quindi siccome softer significa più soffice e non la più soffice significa: Bridgestone porta Hard, Medium e Soft --> factory potrà usare solo Hard e Medium! Open potrà usare solo Medium e soft Bridgestone porta Medium, Soft e Supersoft --> factory potrà usare Medium e soft! Open potrà usare solo Soft e Supersoft e qui basta. il consiglio è seguite dall'inizio il prossimo gp che lo dicono chiaro riprendendo anche le immagini delle 4 gomme dividendole tra open e factory! più di così non arrivo
  5. fesserie corredate? ok prendi austin, lascia perdere le gomme anteriori. su quelle non ci sono particolari restrizioni. sono da considerare solo le gomme posteriori. hard, medium, soft ad austin le open potevano usare al massimo le medium. iannone non ha usato la hard ma la soft, è errata la tabella. quindi le factory al posteriore potevano usare ad austin: hard e medium e tutte hanno usato hard. le open al posteriore potevano usare le medium e le soft e quasi tutti hanno usato le medium ad esclusione di iannone che infatti nel finale è stato bruciato (rossi invece ha avuto problemi ma con la gomma anteriore). quindi factory e open non hanno usato la stessa gomma. e nel caso la stessa gomma sarebbe stata la medium. austin inoltre era particolare perchè bridgestone ha portato solo le gomme 2013 per problemi di produzione esempio mugello per ribadire che l'anteriore possono sceglierlo tutti, il posteriore no! e qui la fine la metto io Quello del Mugello è uno dei circuiti più critici per gli pneumatici. Sul circuito toscano si raggiungono infatti elevate velocità (ha uno dei rettilinei più lunghi del campionato) e ci sono anche brusche frenate, come quella della San Donato, la prima curva dopo il rettilineo di partenza. Questa staccata richiede pneumatici anteriori con elevatissima stabilità e sicurezza. Ci sono poi zone scorrevoli, come la Casanova Savelli, l’Arrabbiata 1 e 2 e le Biondetti, dove occorrono pneumatici con molto grip sui lati. Per questo motivo saranno disponibili gomme posteriori asimmetriche più dure sul lato destro (sono infatti nove le curve destrorse contro le sei a sinistra). Le Ducati e i piloti della classe Open avranno a disposizione una mescola posteriore morbida e media, mentre le Factory disporranno di mescole medie e dure. Per l’anteriore tutti avranno a disposizione mescole morbide, medie e dure.
  6. li ho capiti bene i tuoi messaggi infatti li ho anche quotati e ti ho spiegato che stavi sbagliando, anche quando parli di prove inconfutabili, che dimostrano solo appieno quello che ti stiamo dicendo da circa 3 pagine. ma mi sembra che la comprensione non sia il tuo forte
  7. ma scusami hai guardato almeno quello che hai postato? hai letto il regolamento? hai mai visto un gran premio dall'inizio e anche durante le prove? le foto che hai postato ti mostrano che in tutti i gran premi ci sono solo tre scelte su quattro. e ho già spiegato come possono essere utilizzate quelle tre scelte. se invece non vuoi ragionare o ci prendi vagamente in giro allora fermiamoci qui. ma il regolamento come il colore del cielo è unico ed è quello esempio: http://motograndprix.motorionline.com/2014/05/27/motogp-mugello-un-circuito-critico-per-gli-pneumatici-bridgestone/ http://motograndprix.motorionline.com/2014/05/14/motogp-la-bridgestone-portera-a-le-mans-pneumatici-asimmetrici/ e via cosi... leggi uno qualsiasi di questi articoli o scegline altri di un altro circuito sempre relativi alle gomme
  8. scusa è: cosa non si capisce di BRIDGESTONE PORTA SOLO TRE DELLE 4 OPZIONI?? anche quello che hai postato, come puoi vedere, ti mostra che le open hanno usato in gara le soft (ducati, ngm) mentre le factory (tech 3, gresini) le medie! questo perchè a brno sempre come vedi non c'era la hard e quindi le open potevano usare solo super soft e soft (e in prova hanno usato le supersoft e in gara le soft) mentre le factory solo le soft (in prova) e le medie (in gara)!!!!! ci siamo o no??? più chiaro di così a Le Mans è stata una casualità dovuta evidentemente a temperature o stato della pista e le factory evidentemente hanno ritenuto che fosse meglio la soft anche sulla distanza. ma nel 90% dei gran premi le factory usano la gomma più dura rispetto alle open, che le open non possono usare. - - - - - - - - - - AGGIUNTA al messaggio già esistente - - - - - - - - - - e anche qui vedi bene che le open hanno usato la medium e le factory le hard... su iannone è un'errore perchè in quel gran premio mi sembra avesse addirittura usato le soft. il regolamento è stra chiaro. tre gomme su 4 disponibili. di quelle tre le prime due vanno alle ope, le seconde due vanno alle factory. quindi è possibile, ma non probabile, che factory e open possano correre o con le medium (se bridgestone porta hart medium e soft) o con le soft (se bridgestone porta medium soft e supersoft)
  9. esempio sachsering Le nostre opzioni di pneumatici anteriori garantiscono un buon warm-up e grip per le sessioni fresche del mattino, e la massima stabilità quando il ritmo accelera. Si tratta di un circuito corto con una velocità media relativamente bassa, ma il grip e l'utilizzo delle gomme fa si che un setup e uno stile di guida che aiutino le gomme sono fondamentali per ottenere un buon risultato." Mescole di pneumatici Bridgestone disponibili: Anteriore: Soft, Medium & Hard Posteriore: Soft, Medium & Hard (asimmetrico) Gomme bagnate disponibili: Soft (Main), Hard (alternative) amen!
  10. ma scusami sicuro che leggi quello che scriviamo??? ho detto sul post sopra che la ducati va meglio con la più morbida ed è in difficoltà con la più dura. bridgestone non porta mai tutte le mescole! non con le gomme hard ma con le gomme più dure a disposizione per le factory che le open non possono usare!!!!
  11. si, resta il fatto che sempre in questo gp le factory erano "penalizzate" perchè per loro la media dietro è una scelta quasi mai affrontata infatti si vedeva quanto si muovevano e come erano in crisi. la ducati invece, a parte il discorso durata, va meglio con gomme più morbide. le dure infatti sono le gomme da sempre indicate causa di problemi perchè non riesce a farle lavorare bene e mette in evidenza anche i problemi a livello telaio.
  12. state dicendo la stessa cosa ma vi manca un fatto. le gomme sono 4 ma bridgestone ne porta 3. di queste 3 le prime due possono usarle le open, le ultime due le factory. quindi la gomma in mezzo è uguale per factory e open (e questo è successo a silverstone e in pochissimi altri gp). normalmente open usa la prima più morbida in qualifica mentre factory la seconda. in gara invece open usa la seconda mentre factory la terza e questo praticamente sempre. quindi le open sono in difficoltà in gara rispetto a factory. la ruota anteriore come già scritto dovrebbe avere solo due mescole, dura o media e questo a prescindere da open/factory...
  13. basta leggere il regolamento, non è difficile. appunto ducati al mugello avrà provato non so quante volte con i collaudatori e solo martedi e mercoledi scorso ha provato con gli ufficiali a misano dove si andrà tra due settimane. le open possono decidere di provare quando e dove vogliono, infatti spesso ducati ha provato in vari circuiti poco prima della gara. chiaro che il problema poi è il costo della trasferta e noleggio pista. e l'unico limite ai test deriva dai pneumatici che sono contingentati (120 in tutto) lo scorso anno ha fatto 4°, che schifo... per le gomme invece ti do ragione, nel senso che delle 4 disponibili di solito bridgestone ne porta 3 e quasi mai le factory utilizzano la più morbida per loro che corrisponde alla più dura per le open. per quanto riguarda l'anteriore non conosco invece le disponibilità perchè di solito le anteriori sono solo di due tipi e la foto riportata è relativa solo alle posteriori. l'anteriore di solito è solo media o dura.
  14. mi sembra che ci siano problemi di spiegazione lettura. le open hanno molti se non infiniti giorni di test che le factory non hanno. ducati ha provato solo martedi e mercoledi scorso a misano con dovizioso e iannone. è chiaro o no? è uno dei motivi per cui ducati si è iscritta alle open oltre ad avere più motori e quindi poter anche cambiare tipologia di motore. i motori factory sono invece punzonati a inizio stagione. per le gomme invece la ducati e le open sono svantaggiate perchè in motogp ci sono 4 gomme di cui di solito 3 portate da bridgestone per il singolo circuito: extra soft, soft, dura, extra dura. le open possono usare le prime due, le factory le ultime due. quindi sul giro secco le open sono avvantaggiate perchè hanno la gomma più morbida. in gara invece le open quasi sempre usano la gomma più dura a loro disposizione che corrisponde alla più morbida a disposizione delle factory che raramente le factory usano in gara. questo è stato l'unico o tra i pochi gran premi che factory e open hanno usato le stesse gomme. per rossi-lorenzo: silverstone è territorio di lorenzo, rossi non l'ha mai capito questo circuito perchè il primo anno l'ha saltato con la gamba rotta gli altri anni era in ducati con relative cadute. l'altranno è stato il primo in cui ha cominciato a interpretarlo decentemente e quest'anno ha migliorato. inoltre rossi ha fatto il miglior tempo in gara rispetto a lorenzo (di poco) solo che lorenzo ha potuto da subito andare davanti e fare le sue linee (leggere l'intervista) e ha mantenuto integre le gomme. rossi per superare nei primi giri le ha usurate maggiormente. resta il fatto che Pedrosa, l'unico che ha battuto marquez in questa stagione è arrivato dietro e non mi sembra poco. nessuno dei 4 era messo bene in ogni caso perchè si vedeva che in un giro quasi tutti sbagliavano qualche curva. mi meravigliavo di vedere come doviszioso entrasse in certe curve molto più veloce di pedrosa e rossi.
  15. ripeto ducati e soprattutto dovizioso ha fatto una super gara. ma con le open oltre ai motori (12) puoi provare molto di più con i piloti ufficiali oltre che con i tester. inoltre ricordiamoci che ducati è factory open e non open e basta
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.