Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori
  • EMERGENZA COVID-19
  • Rimanete al sicuro! Rispettate le distanze e le misure igieniche
  • Autopareri è sempre attivo e vi è virtualmente vicino per tenervi compagnia durante la fase di lockdown!

lucagiak

Members
  • Content Count

    150
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by lucagiak

  1. Bah, per me il business è sempre stato fin dall'inizio le ricariche. Tesla avrà fatto da pioniere, ma prima o poi arriveranno tutti gli altri produttori, gli incentivi finiranno e bisognerà produrre auto per tutti, non solo per quelli che possono sborsare 30-40000€, con probabile diminuzione dei margini sulle auto. E temo che se capiterà di dover caricare le batterie sulle colonnine, andrà in fumo tutto il risparmio dovuto alle ricariche "casalinghe"
  2. Allora serve per spegnere e riaccendere tutto se si blocca qualcosa
  3. Nello specifico non ne ero a conoscenza, ma il discorso generale per me non cambia. Grazie comunque per la puntualizzazione, forse allora in questo caso una parvenza di senso potrebbe esserci Resta comunque il fatto che mi piacerebbe avere da parte di chi segue con più interesse l'argomento dei feedback sull'andamento dei prezzi (di listino) pre e post incentivo in modo da verificare o (magari) confutare il mio timore su aumenti ingiustificati da mettere nel "conto incentivo"
  4. Bah, gli incentivi secondo me andrebbero eliminati a prescindere. Di solito servono solo a fare in modo che i più ricchi possano pagare meno un bene che comunque potevano permettersi ugualmente, facendo gravare il conto sulle spalle dei più poveri (visto che l'incentivo viene pagato da tutti). Inoltre penso che come per magia il prezzo di questi mezzi aumenterà facendo in modo che con l'incentivo si venga a pagare poco meno del prezzo reale (se va bene) ma con costi enormi per lo stato in un momento in cui gli sprechi dovrebbero essere tagliati e non aumentati
  5. Spiace dirlo ma ha scoperto l'acqua calda. In ogni caso bene, anche questo è un segno che anche i periodi più bui possono essere superati, basta volerlo. E sicuramente riusciremo a vincere anche su questo virus
  6. Anch'io penso che o originali o compatibili questi sistemi non abbiano problemi per trovare i ricambi. Quello che temo di più invece è un precoce invecchiamento "estetico o di moda" di queste cose che oggi sembrano super-tecnologici e fra pochi anni sembreranno vecchiume
  7. Da veneto non posso che concordare con Wilhem275. Purtroppo qui il lavoro è visto spesso come l'unico scopo della vita tanto è vero che è facile trovare gente sopra i 75 anni (e oltre) che lavorano ancora perché "cosa faccio a casa", come se l'unica alternativa al lavoro fosse stare a casa a fare nulla o andare in osteria a spendersi la pensione in rossi o bianchetti. E la maggior parte è gente che sta economicamente bene, mica che continuano a lavorare per necessità. Diciamo che se da certe parti d'Italia il lavoro viene visto come "se proprio bisogna", qui siamo all'estremo opposto. Io ho potuto tenere aperto, l'ho fatto ad orario ridotto perché non è che ci fosse molto da fare e ne ho approfittato per passare un po' di tempo con la famiglia e per fare delle manutenzioni alla casa, ma sentivo e sento tanti, troppi, sottovalutare il problema e considerare solamente quello economico. Io penso che a questo punto qualche conoscenza sul virus ci sia e la ripartenza potrebbe avvenire anche in altri ambiti, francamente non capisco perché hanno chiuso i cantieri edilizi e i barbieri/parrucchieri, di tante altre attività mi sembrano molto semplici da normarne il numero di persone per poter mantenere le distanze, ma il tutto deve essere fatto tenendo presente che la salute della popolazione deve essere posta in primo piano. E ho scritto della popolazione apposta perché è nell'insieme che lo Stato deve difenderla, poi se una persona vuole farsi del male affari suoi
  8. Così sarebbe stata scritta giusta Detto questo, la tua affermazione può anche avere un fondo di verità, ma una famiglia si organizza pensando comunque che i bambini al mattino sono a scuola, durante le vacanze possono andare dai nonni/zii/amici/corsi estivi, quello che è e se c'è qualche malattia i genitori possono prendersi permessi o ferie. Oggi si sa già che l'anno scolastico è finito e avevo sentito voci, non so con quale fondatezza, ma tant'è, che le scuole non inizieranno prima del 2021. Che si fa? La soluzione è che un genitore stia a casa dal lavoro, perché se deve portare a casa un altro stipendio per pagare la baby sitter, tanto vale. Ed oggi mantenere una famiglia con un solo stipendio mica è tanto facile
  9. Dalle specifiche quella è mini-atx, mentre nelle caratteristiche dello Shuttle è atx, che poi è il formato standard, quindi non dovresti avere problemi nel recuperare la scheda madre anche usata Edit: ho visto anche le foto, così a occhio non sembra in formato atx
  10. E proprio vero che i gusti sono gusti! Qui c'è un'impresa funebre che usa Maserati e questa sembra appartenere alla sua flotta di carri funebri. Bah...
  11. Ok, ok, abbiamo capito! Io, diplomaticamente e da paraculo, mi pongo a metà strada: non sono così pessimista, perché in fondo siamo universalmente tutti sulla stessa barca, ma neanche così ottimista per come verrà gestita l'emergenza e il post-emergenza in Italia, ho paura che ci sarà il solito magna-magna. Inoltre penso che se non si coglie questa occasione per sistemare diverse cose che non vanno, soprattutto un serio snellimento della burocrazia e una decisa politica economica e fiscale per fare rientrare molte aziende sul territorio non cambieremo mai più Resto con la speranza che, nonostante l'enorme tragedia e il numero di morti, un giorno potremo ringraziare questo virus per aver reso l'umanità più consapevole dei propri limiti e che riesca a trattare meglio questo pianeta. E' un pensiero da miss mondo, ma ci spero veramente
  12. Forse era già stato pubblicato, ma tanto per non dimenticare
  13. Non voglio fare polemica, ma io invece potrei dirti l'esatto opposto tra i miei clienti e anche un mio fornitore e il commento comune è "magari l'avessi fatto prima" Comunque oggi è il giorno della svolta, io sono in magazzino e teoricamente potrei restare aperto in base alle lettere a e d del decreto, ma non rientro in nessuno dei codici della lista, quindi sono ancora nel limbo. Ovviamente anche tra chi dovrebbe darmi risposte la confusione regna sovrana perché se il decreto precedente era abbastanza chiaro, questo si presta a qualsiasi tipo di interpretazione. Ora io non ho mai governato uno stato, ma possibile che non si possano fare dei decreti chiari, o bianco o nero e non inserire praticamente tutti nelle varie tonalità del grigio?
  14. Ma come si fa a non commentare, sono bellissimi!!! Sarà che io ho un certo feeling con i gatti, se penso alla notte che il nostro ci ha lasciato mi viene ancora il groppo in gola. Intanto vedo che la fuga di notizie continua a fare danni. Non che i decreti siano poi così chiari, ma almeno questa volta hanno pensato bene di lasciare un paio di giorni per comprenderli visto che hanno il vizio di farli di sabato sera. Io ad esempio commercio materiale per saldatura che serve a manutentori, meccanici, idraulici e altro, quindi in teoria potrei rimanere aperto, ma non rientro in nessuno dei codici indicati. Poi, siccome rivendo anche gpl, mi arriva una informativa da parte di Federchimica Assoliquidi che mi dice che posso tenere aperto come indicato nel DPCM 11.03.2020 le cui previsioni [a quanto pare] sono fatte salvo da quanto previsto nell’art.1, lettera A del DPCM 22.03.2020. Chiamo il commercialista e mi rassicura dicendomi che fino a mercoledì comunque non ci sono problemi perché il decreto lascia un ampio margine di interpretazioni, poi sperano che nei decreti attuativi sia specificato meglio come comportarsi, perché al momento è tutto molto nebuloso. Che confusione...
  15. Tra l'altro relativamente giovani, di certo non vecchi decrepiti. Questo dovrebbe far riflettere chi pensa che il virus uccida solo persone già moribonde Per quanto riguarda i cani penso che sia da considerare però che normalmente la gente è a lavoro, quindi non li accompagna fuori durante questi orari, ora se è a casa può portarli quando vuole. Poi, che ci sia chi se ne approfitta quello è un dato di fatto, se c'è una cosa che ci accomuna da nord a sud è che pensiamo sempre di essere più furbi degli altri...e poi si sentono notizie come quella riportata da Damynavy che dovrebbero turbare la coscienza di alcune persone, ma evidentemente la mancanza di materia grigia dentro la loro scatola cranica impedisce di cogliere il messaggio
  16. Non li possiedo e ti parlo per sentito dire, ma dovrebbero far prima a cucinare o almeno a far bollire l'acqua per la pasta e sono più facili da pulire. Dei miei amici hanno un piano cottura ibrido, con quattro fuochi tradizionali e due ad induzione e mi dicono che non trovano particolari differenze. Personalmente quelle 2-3 volte che ho dovuto usarli non mi sono trovato bene, ma potrebbe essere questione di abitudine. Io non li metterei a casa mia, non perché non li ritengo validi, ma perché non sopporterei il fatto di dover staccare altri elettrodomestici quando devo cucinare, che già ogni tanto faccio saltare la corrente pur avendo 4,5kW
  17. Sì, capisco il tuo ragionamento, quello che intendevo io era bloccare, almeno per il momento, la F1 Edit: ecco, hanno sospeso il GP
  18. Ahhhrg...cos'hai scritto!!!!!!!!!!!! Comunque boh, penso sarebbe stato molto meglio fermare tutto, come hanno fermato altri eventi. Sarebbe il momento giusto per decidere se sono più importanti i soldi o la salute, ma, almeno per il momento, mi sembra di intuire quale sia la risposta...felice di essere smentito, anche se mi rendo conto che organizzare e "disorganizzare" anche un singolo gran premio abbia un costo enorme
  19. Quando leggo queste notizie mi chiedo se da un certo punto di vista hanno fatto bene all'inizio a sottovalutare, almeno da punto di vista mediatico, la cosa, visto che quando raccontano la verità si scatena un inutile e deleterio panico. Poi mi rendo sempre più conto che l'ignoranza (in senso letterale) della gente è enorme, ci crediamo tutti tuttologi da bar o da tastiera e non sappiamo nemmeno applicare le più elementari norme igieniche...
  20. Io abito in provincia di Padova. Il vero disagio personalmente ce l'ho a causa dell'asilo chiuso, ma fortunatamente mia moglie è ancora in maternità e riusciamo a gestire i pargoli. Penso a chi deve continuare a pagare la retta dell'asilo e trovare una baby-sitter, ovviamente ampiamente supportato dallo stato, perché, purtroppo, è necessario guardare anche il lato economico della faccenda. Io lavoro in proprio e per adesso mi sembra tutto abbastanza nella norma, ma penso che il conto verrà presentato più avanti. Detto questo sono comunque dell'opinione che si stia facendo ancora troppo poco e "chiudere" qualche regione o provincia non serve a niente. Penso sia necessario bloccare tutto il Paese e possibilmente anche oltre confine se vogliamo dare una parvenza di Europa e non correre dietro ai contagi una volta che si sono verificati, quando ormai è troppo tardi. Ma la prevenzione ormai non sappiamo nemmeno cos'è. Mi ricordo però i professori delle lezioni di microbiologia e di igiene e sanità pubblica che dicevano che torneremo a morire di malattie infettive. All'epoca mi sembrava una boutade, oggi ragiono con un'ottica diversa.
  21. Beh, il monovolume almeno aveva (ha per quei pochi rimasti) un suo perché, i SUV proprio non li comprendo, questa mania dei SUV coupé meno che meno. Non metto in dubbio che in alcune occasioni possano essere comodi, ma non capisco tutta questa foga per acquistarli, soprattutto da parte di chi non ne avrebbe necessità, e a che prezzo!!!
  22. Sicuramente le fanno perché vendono, ma la gggente ha perso proprio il senso del bello. Mi auguro solo che anche questa moda finisca, anche se mi sembra stia durando un po' troppo.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.