Jump to content

airgear

Members
  • Posts

    24
  • Joined

  • Last visited

About airgear

  • Birthday 08/20/1980

airgear's Achievements

Guidatore esperto

Guidatore esperto (2/8)

110

Reputation

  1. Grazie per le risposte. Premettendo che anche io, in caso di frenata d'emergenza, se la tempistica me lo permette, schiaccio la frizione perchè ritengo sia indifferente averla inserita o meno, data la superiore potenza dell'impianto frenante, mi scontro con chi sostiene che comunque, il freno motore, opererebbe un'azione frenante "coordinata" con quella del freno. Mi sta anche bene vederla in questo modo, considerando che rilasciando l'acceleratore, il motore va a diminuire i giri e quindi, a rallentare. Ma in frenata brusca, quanto il freno motore potrebbe influire nell'arrestare più rapidamente la corsa della vettura? Mi servirebbe un buon motivo per smontare i sostenitori della tesi citata...cioè freno+freno motore...
  2. Salve. Non sono riuscito a trovare la discussione sul forum, quindi, se ci fosse e qualcuno me la linkasse, gliene sarei grato. Altrimenti, la curiosità che vorrei levarmi è questa. In caso di frenata d'emergenza, pigiare la frizione contemporaneamente al freno, oltre che a non far spegnere il motore, allunga lo spazio di frenata dato che disabiliterebbe il freno motore? Se si, è una limitazione molto influente? Thank
  3. Io debbo invece lamentare delle carenze sotto l'aspetto dell'istruzione. Alla fine, la mia scuola guida si è ridotta..."Questo è lo sterzo, questo il cambio, lì i pedali...". Insomma, non proprio il massimo. Se ho imparato che ad una "causa" corrisponde un "effetto", e di conseguenza ad applicare certi comportamenti "giusti" alla guida, lo debbo alla mia passione per le automobili che mi ha avvicinato a questo mondo, ed al fatto che mi piace sfruttare le potenzialità di sicurezza ed efficienza presenti sull'auto che conduco (naturalmente sulle auto che mi posso permettere e con dotazioni alla mia portata! ).
  4. Comunque, c'è da dire che i "vizi" alla guida, a volta sono indotti anche dall'esperienza e dalla vettura che si conduce...Prendiamo un giovane neopatentato con un vecchio 126 che vibra come uno sbattitore per la panna già dai 50 Km/h in su...Credo sia più indotto a tenere le mani sul volante, rispetto ad un guidatore ventennale che sta su una bmw serie 5, incollata all'asfalto dall'elettronica...Insomma, è un po' il concetto del "tutto è relativo".
  5. Io cerco di costringere entrambe le mani a tenere ben saldo il volante, da non molto, in realtà riesco a farlo in maniera continuativa. Ma quando sto impallato nel traffico, ammetto, mi capita di ritrovarla sul cambio! Proprio per quel che dici tu J-Gian, mi impongo di guidare "a due mani", non è mai prevedibile quando possono servire... Magari, il tempo di riportare la mano "mancante" sul volano, sarebbe il tempo per effettuare la correzione in emergenza.
  6. Credo che tenere la destra sul cambio, sia un "vizio" tendenzialmente universale, per giunta, quasi sponsorizzato da alcune autovetture che montano pure il bracciolo! Il fatto è che in autostrada, con lo scorrimento lineare, il bracciolo effettivamente aiuta e rilassa. In città, proprio per il dovere cambiare spesso, la mano sta sempre sul pomello. Sembra quasi che la posizione di guida corretta, sia la "fusione" tra mano destra e cambio! Immagino chi ha il cambio automatico, e magari pure il bracciolo...Vita da sceicco!
  7. Concordo con V6, la scuola guida pecca nel non correggere eventuali difetti acquisiti da chi (come i più) impara a guidare prima...Vedi, appunto, le retro tutti contorti guardando il lunotto. Io è dall'inizio che mi sono imposto di farle con gli specchietti e (forse perchè ho fatto così da principio) non ho mai avuto necessità di girarmi. Quando l'ho fatto, l'ho pure trovato scomodo! (situazione personale, ovviamente!).
  8. Se ha imparato con quella, dati gli ingombri, Edolo può guidare di tutto.
  9. Per Lewis Hamilton. Per quel che ricordo, le manovre per "disincastrarla" furono pari a quelle fatte da me per "incastrarla". La cosa allucinante, per me all'epoca, fu il fatto che mio padre ci mise la metà del tempo. Ma si portò poi a pari perchè il resto lo impiegò per farmi la ramanzina d'obbligo!
  10. "Sii attento alla tua guida, ma principalmente a quella degli altri intorno a te"...Mi disse così mio padre il giorno in cui ebbi il foglio rosa. Credo valga sempre come monito. Del resto, una propria condotta di guida limpida e nel rispetto delle regole, aiuta chi ci sta intorno a circolare più serenamente, ma mette pure noi in condizione di prevedere, correggere ed evitare le conseguenze delle stupidaggini altrui. Almeno nella maggior parte dei casi, poi, quando capita...o è sfiga, o è inevitabile.
  11. Panda 750 young, rossa, fiammante, con una magnifica striscia blu sulle fiancate! Climatizzata a temperatura ambiente, data dalle lamiere. Forno estivo e frigorifero invernale. Priva di qualsivoglia sistema radiofonico, ci buttai dentro un mangianastri a due casse che si incastrava perfettamente nella grande "sacca" della plancia. Come SonQua, anche io ho incastrato la macchina nel garage, ma nel tentativo (ovviamente palesemente impossibile proprio per come era fatto il box) di rigirarla e farla uscire col davanti. Son finito bloccato con muso e coda tra le pareti laterali! Necessitato l'intervento esperto di mio padre...Che bei tempi!
  12. Figurati J-Gian. Io sulla c220 li posso regolare elettricamente, ma se ne ho bisogno in caso di parcheggio, debbo pigiare il tastino, sennò, nisba! Ma già mi va bene così. Ricordo tutte le volte che col pandino beccavo il marciapiede (manco c'era lo specchietto a destra). Di certo averlo che in automatico si attivi e si ponga nella posizione di perfetta visuale del marciapiede, è una ulteriore comodissima evoluzione, soprattutto per quelli (come me) che apprezzano gli "sfizi" tecnologici sulle auto.
  13. Salve a tutti. La procedura alternativa al GdPace è il ricorso al Prefetto del luogo dove è stata elevata la multa. Lo si può scrivere e spedire pure da soli. Di solito, queste multe vengono emesse per errore di trascrizione da parte dell'agente accertatore (capita di sbagliare); quando corrispondono targhe e modelli, potrebbe anche essere un caso di clonazione della targa. I furbetti stanno ovunque! Ah...Se volete inviare fotocopie di libretti, etc. a vigili od a chiunque desideriate, tenete conto che il termine per presentare un'eventuale ricorso al GdPace od istanza al Prefetto, continua a decorrere. La spedizione che effettuereste, non è atto interruttivo e se non annullano la multa in "autotutela" (diciamo così), vi ritrovate con un carico pendente. Altra notazione, il fatto che non sia indicata l'autorità a cui ricorrere ed il termine entro cui farlo, è di certo un motivo per l'impugnazione (violazione del diritto alla difesa), ma non sempre va a buon fine. Da dare un'occhiata ai tempi della notifica ed altri errori "sostanziali" che possono essere presenti nel verbale.
  14. Ciao. Dettaglio insignificante, ma di solito è con questi che si vincono i ricorsi, controlla pure se dove hai parcheggiato ti trovavi prima o dopo la segnaletica verticale. Vedere il cartello, non significa essere in zona di divieto, dato che questa parte dal cartello in poi. Se la segnaletica fosse per un qualunque motivo coperta, rovinata al punto da non distinguersi, se le righe blu fossero consumate, allora avresti modo per ricorrere. Ma, in ogni caso, fai le foto di quello che addurresti a motivo scriminante. Poi, guarda, se son 40 € forse non vale neanche la pena fare ricorso, dato che mi pare che da gennaio 2010 è stato introdotto il contributo unificato da pagare per farlo. E se non erro è intorno alla cifra della multa. Poi, vedi tu la convenienza. Saluti.
  15. Ciao a tutti. Beh, come regola dovrebbero esserci due pattuglie, una all'autovelox ed una per la contestazione immediata un 100 mt dopo. Come regola! Confermo, la tolleranza è del 5%. Se ti han beccato, si, ti arriverà la multa a casa con la specificazione che "non è stata possibile la contestazione immediata perchè...(di solito scrivono che per motivi di sicurezza del traffico non è stato possibile fermare il veicolo)". Preciso che i 150 giorni partono non dalla data dell'infrazione, ma da quella dell'identificazione del trasgressore (ma la cosa non è pacifica!). A quel punto (ma sempre e solo se ti dovessero notificare la multa), decidi se pagare o se vale la pena fare ricorso, entro 60gg dalla notifica, al prefetto od al giudice di pace (da preferire tra i due).
×
×
  • Create New...

 

Please, disable AdBlock plugin to access to this website.