Jump to content

shadow_line

Members
  • Posts

    6,491
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

Everything posted by shadow_line

  1. aggiornamento situazione yacht 🚤 2 yacht sequestrati dalla GdF italiana, uno a Sanremo e uno a Imperia che sono i due porti liguri in grado di ospitare questo tipo di barche oltre a Genova 👇 oltre a questi c'é la strana situazione dello yacht A che é fermo in bacino di carenaggio a Trieste per lavori, e sembra anche grossi lavori di ristrutturazione tanto che attualmente lo si vede con solo due "alberi" o antenne come le si vuole chiamare mentre in origine se aveva tre barca tendenzialmente criticata per il voler essere una specie di riedizione XXI secolo di un galeone del seicento, di sicuro ha abbastanza "piallato" già quando é uscita l'immagine del designer Philippe Starck che ne aveva realizzato lo styling esterno e interno 😄 (interno ok comunque) ad ogni modo era a Trieste che é ormai una in mediterraneo uno dei centri di manutenzione ed allestimento piú importanti per le grosse barche e a questo punto lí resterà...
  2. ancora un altro yacht 3) Amore Vero (86 m) ė fermo al porto francese di La Ciotat, sembra anch'esso sequestrato, nell'immagine si vedono sullo sfondo altri yacht anch'essi coperti per essere riverniciati metto anche un'immagine dei cantieri di La Ciotat dove spesso si fermano yacht come questi per manutenzione e la mappa della posizione della stessa La Ciotat, sulla costa francese tra Marsiglia città di mare e porto commerciale e Tolone con la sua base della marina militare francese appunto 👇 sequestrare degli yacht del genere puó essere piú un problema che altro, devono essere custoditi, si mettono in mezzo questioni legali... insomma problemi per cui facile che ci sarà anche chi preferisce lasciarli salpare verso le acque internazionali
  3. vediamo ora 2) Dilbar: un megayacht di 156 metri, il piú grande al mondo per stazza lorda, diciamo come "volume" ebbene Dilbar é ad Amburgo, Germania dove sembra che sia stato sequestrato, di fatto comunque non avrebbe potuto andare lontano neanche volendo, visto che é in cantiere per lavori 🙄 in particolare nell'immagine 👇 si vede che é coperto completamente da teli in plastica, segno che doveva essere completamente riverniciato prima della stagione estiva:
  4. vediamo la situazione di alcune di queste superbarche in particolare 🤔: 1) Eclipse: era a St. Martin caraibi da dove é partito, qui 👇 si vede Eclipse come posizione AIS (automatic identification system) e sulla mappa (freccia) del tutto normale che sia in quella zona in questo periodo dell'anno, in genere fino a fine marzo molti yacht sono ai caraibi perché ovviamente fa piú caldo in inverno rispetto all'europa a fine marzo chi non fa base là (chi non é "resident" 😄) attraversa l'Atlantico e si sposta in europa per il periodo estivo 🏖️ la cosa particolare che si vede dai dati AIS é che almeno al momento della rilevazione stava andando a quasi 19 nodi di velocità, che é tanto, perché consuma tanto... non é certo una velocità di crociera economica che sarebbe sui 12 nodi circa, é piú la velocità di chi sta scappando 🤔 o ha un impegno urgente... 😄
  5. con l'arrivo delle sanzioni conseguenti alla guerra, tra le altre cose c'é chi sta provando a cercare sulle mappe i grossi yacht che potrebbero finire sotto sequestro 😬 qui 👇 metto un'immagine che definisce la situazione per gli yacht a motore piú grandi e conosciuti (trovata su La Stampa):
  6. i marinai inglesi dicono che l'oceano Atlantico del nord a febbraio non puó essere attraversato con niente di piú piccolo di una portacontainer... vediamo se é vero 🤔 😄 👇 sembrerebbe proprio di sí! 😅 e se per caso passa da lí una tempesta é anche peggio! ci trovo delle similitudini con i giorni di fine febbraio appena passati 😬 vediamo se poi arriva la primavera! 😄 👇
  7. già, anch'io avevo notato la stessa cosa, anche perché quello che si vede nel video a Genova é un molo di transito, lí ormeggiano grandi yacht per pochi giorni, fanno scalo rifornimenti/cambio equipaggio e piccoli lavori di manutenzione mentre sono in viaggio da una zona all'altra ma tutti pensavano che le poche presenze di quest'inverno fossero dovute alle limitazioni dovute al covid, evidentemente "qualcuno" dei proprietari di quegli yacht aveva anche altre informazioni... ad ogni modo vedremo, potrebbe anche essere che quest'estate il mediterraneo come navigazione da diporto ritorni ad essere come era 30 anni fa, prevalentemente a vela e di medie dimensioni, tutto sommato non mi dispiacerebbe...é il mio ambiente... 😉 🙂 dalla webcam in questo momento puntata sullo stesso molo di Genova si vedono ancora relativamente poche barche ormeggiate, in particolare la zona esterna, verso mare, dove in genere ci sono le barche piú grosse é libera 👇
  8. anche se parliamo di grosse barche, per me la vela ha comunque un fascino che lo yacht solo a motore non puó avere, la vela ha inoltre una chiara sensazione di affinità con l'ambiente marino, riesce a integrarsi nella Natura nel suo insieme come nessun altro mezzo di movimento riesce a fare 👇
  9. altri effetti dell'attuale situazione di guerra 😬 l'ufficiale di macchina, ucraino, di uno yacht di proprietà di un ricco russo sembra che abbia aperto delle prese a mare presenti nello scafo, facendolo semiaffondare all'interno di Port Adriano, Palma di Maiorca la barca, "Lady Anastasia" e la zona del porto 👇
  10. a quanto sembra quest'estate si porrà il problema di molti yacht di oligarchi russi presenti in mediterraneo, che non potranno fare lavori di manutenzione per via delle sanzioni in effetti parlando in generale queste megabarche anche se molto belle da vedere danno spesso l'idea di appartenere a gente che non conosce misura, arroganti nelle loro esibizioni di denaro e per nulla conoscitori del mare ma vabbé, i "barconi" a motore sono certamente belli da vedere ma se fosse per me la nautica da diporto dovrebbe essere soltanto a vela, chi non va per lavoro sul mare non dovrebbe poter usare motori che non siano esclusivamente "ausiliari" come appunto sulle barche a vela quest'estate quindi sembra che una serie di yacht resteranno, come si dice in inglese, "high and dry" vale a dire "in secca"
  11. ma io in effetti non "impongo" niente, anzi francamente mi interessa molto poco del destino della specie umana nel suo insieme, anzi non me ne interessa praticamente niente 😄 quello che volevo dire é che, a parte il fatto che io decida di vivere a milano o sugli appennini, a mio parere e parlando in generale, non é realistico pensare ad una specie umana che continua ad aumentare in termini numerici (miliardi su miliardi di persone) e contemporaneamente riesca a ridurre l'inquinamento che provoca fino a zero... 😐 insomma... vogliono aumento della popolazione verso "infinito" e insieme la riduzione dell'inquinamento verso "zero" ma adoperando anche un minimo di logica, vi sembra possibile una cosa del genere?????! a me NO stanno solo facendo propaganda... infatti, dovrei recuperare in qualche usb un articolo che diceva che gli animali d'allevamento per alimentazione umana sono intorno al 90% della "massa" di tutti i mammiferi esistenti sulla terra la specie umana verrà trascinata dalla e nella sua follia, e come dicevo, io non muoveró neanche un dito, sia pure nel mio piccolo, piccolissimo, perché la specie si salvi... frega niente proprio... 🙂
  12. mah, io sono sicuramente ecologico ed ecologista, pur avendo visto anche solo non molti anni fa un mondo che é stato definito "età delle macchine" o "era delle macchine" "il secolo della macchina" (il 900) oggi sento un grandissimo desiderio di "natura selvaggia" 😄 e anzi quando vedo una zona paesaggisticamente molto bella ma troppo piena di case e di gente lo trovo terribile, sono assolutamente convinto che si deve ridurre l'impatto della specie umana sul resto della natura, io desidero la wilderness, assolutamente! semmai per quello che possono essere le mie conoscenze non sono molto convinto che si possa trovare un sistema semplice (ma neache complicato...) per riuscirci davvero, sento tante ipotesi e tra gli anglosassoni anche "certezze assolute" ma nessuna mi convince veramente io vedo possibile soltanto la riduzione del numero degli "umani" presenti, ma invece questa é la possibilità che non viene mai citata ufficialmente, tutti vorrebbero moltiplicarsi a decine di miliardi ma inquinare zero io non ci credo... 😐
  13. di chiunque sia quel "pezzo di metallo" che arriverà sulla luna, se ne poteva fare a meno...
  14. oggi vento forte nelle zone della cartina in rosso scuro: Golfo del Leone, Costa Azzurra, Bocche di Bonifacio tra Sardegna e Corsica attenzione a chi va in mare e per chi esce dalle Bocche di Bonifacio per entrare in Tirreno, o il vento vi "spara" direttamente al porto fluviale di Fiumicino, vicino Roma ⛵ 🌀 😄
  15. ricordo un collezionista anni fa ne ha portata brevemente una su strada (dintorni torino) tutta color bianco senza grafiche, un "demone stradale"! 😄
  16. quanto alla nave per trasporto auto in zona Azzorre che é andata a fuoco con sopra 4000 auto del gruppo VW, si incomincia a dire che l'incendio é diventato piú intenso e problematico per via delle molte auto dotate di batterie al litio questo pone dei problemi per il trasporto di questo genere di auto compreso il tipo e il costo delle assicurazioni per le navi interessate 🤔 qui inoltre lo dico soltanto come scherzo intendiamoci... ma potrebbe essere un sabotaggio? considerando quello che sta avvenendo in qst giorni in termini di "guerra" potrebbe essere una specie di hmmmm... "dichiarazione di guerra" alla germania? scherzo eh...(peró...) 😄 la Felicity Ace incendiata 👇
  17. qualche aggiornamento su fiamme 🔥 & altre situazioni critiche in ambito navale in qst giorni: per quanto riguarda il traghetto tra grecia e italia, aveva a bordo circa 290 persone, quindi con due imbarcazioni di salvataggio ognuna delle quali puó portare, sedute, 150 persone si é potuto gestire il trasbordo di passeggeri ed equipaggio elementi positivi: il mare era calmo e nelle vicinanze c'era il pattugliatore della Guardia di Finanza Monte Sperone quindi il trasbordo stesso si é risolto in fretta, inoltre a quanto tutti dicono l'equipaggio e il comandante dell'Euroferry Olympia sono stati molto professionali nel gestire la situazione 👍 elementi negativi: sui traghetti che trasportano auto e camion questi incidenti avvengono spesso perché il pavimento (ponte) dei garage ha residui di olio, carburante e altre sostanze infiammabili, inoltre nelle traversate notturne i camionisti dormono sui camion, quindi capita poi che quando si accorgono delle fiamme o del fumo ormai ne sono circondati e non riescono ad uscirne esempio di lancia di salvataggio utilizzata attualmente sulle navi e il pattugliatore Monte Sperone della GdF 👇
  18. qui invece sempre in qst giorni una nave per il trasporto di automobili da esportazione, andata a fuoco in zona Azzorre 💥 la marina portoghese ha messo in salvo l'equipaggio mentre la compagnia armatrice provvede poi a far intervenire quei tipici rimorchiatori oceanici-antincendio-tuttofare che si sono già visti altre volte 👇 ma la piú esagerata del giorno é quella del traghetto che ad Amburgo si é "ingavonato" di prua dentro un'onda nel mezzo della tempesta Ylenia che al momento imperversa in nord europa 😱 👇
  19. navi che vanno a fuoco everywere! 😱 qui un traghetto che era in navigazione tra la Grecia e l'Italia ieri, l'incendio é iniziato in uno dei garage delle auto tutti in salvo (forse), la nave era ancora in zona S.A.R (search ad rescue) greca ma c'era in zona anche un'unità della GdF italiana 👇
  20. quello che si vede é che la Ferrari ha molta piú fantasia progettuale rispetto agli anni precedenti e sembra essere anche piú estrema delle altre presentate in qst giorni poi certo é da vedere perché una volta era abbastanza facile avendo un po' di conoscenze giudicare il lavoro fatto sulla fluidodinamica anche da poche fotografie oggi ovviamente tutto viene deciso da piccoli particolari definiti dai CFD, quindi riescono a capire davvero le differenze solo quelli che ci lavorano in questo momento e su quegli stessi particolari, in formula 1 é diventato un lavoro molto settoriale
  21. beh, rispetto a quelle degli anni scorsi questa sembra progettata da un gruppo di progettisti differente, o che comunque ha pensato in maniera differente da prima... sembra davvero notevole, speriamo che funzioni 🙂
  22. e anzi, per restare in tema di qualcosa di divertente 😃 mettiamo un "sea shanty" che lo é senza dubbio nelle zone inglese e in parte francese del nord (bretagna) c'é un'antica tradizione di canti popolari dei marinai, spesso servivano a scandire i tempi e i modi del lavoro a bordo delle navi a vela di un tempo altre volte erano tipiche "ballads" nella tradizione della musica che viene spesso chiamata "celtica" che si ritrova ancora oggi in tutte le zone geografiche che si affacciano su quello che infatti viene chiamato Celtic Sea, quindi tra Inghilterra del sud, galles, bretagna francese e irlanda (ci metterei anche i paesi baschi nella spagna del nord) la zona del Golfo di Biscaglia insomma dove passano quasi tutte le regate che vanno in Atlantico e oltre, e il Mare Celtico dove si corre da decenni ormai la mitica Fastnet Race, sogno di ogni velista che si rispetti ⛵ ⛵ 🌀 zona di mare, di gente di mare da sempre, di barche e di navi di ogni tipo 🙂 il "sea chanty" di oggi (in seguito ne metteremo altri) si intitola The Wellerman in effetti sarebbero i Wellermen (plurale) che erano i marinai della compagnia Weller che aveva una base per la caccia alle balene in Nuova Zelanda intorno alla metà dell'800, la canzone originale infatti viene datata tra il 1860 e il 1870... 👉 in questa interpretazione trovata su y-tube di una simpaticissima ragazza che si "firma" Gingertail, abbiamo di tutto: lei che fa le doppie voci, che suona tutti gli strumenti, che fa recitare anche il gatto e crea anche tutta l'ambientazione in tema... e il tutto praticamente sul divano del salotto, quello che si chiama: un lavoro ben fatto! (e le visualizzazioni lo dimostrano) la musica originale in se ha comunque in quanto ballad, un "tiro" ritmico da paura, buona visione! 😃 🤩
  23. ieri mentre scrivevo di là nella sezione automotive, ho avuto l'impressione che forse dovrei fare una precisazione in termini generali, altrimenti non si capiscono alcune cose... 🤔 in genere io sono sempre stato un tipo abbastanza avventuroso, mai voluto avere lavori = "posto fisso + otto ore davanti alla scrivania ogni giorno" anzi spesso ho preso decisioni parecchio rischiose e anche azzardate ma é quello che volevo, sarà per questo che non mi trovo molto a scrivere del mondo automotive attuale, cosí tendenzialmente noioso, privo di "ephos" e di fantasia 😐 considerando invece che ho avuto a che fare con le barche a vela la prima volta quando ancora andavo alle scuole elementari, e anzi prima ancora ricordo che sono salito il giorno del varo, in porto, su una nave da carico (bulk carrier ship) quando avevo solo 3 anni! 😄 (tipo quella nella foto sotto) 👇 beh, nella vela trovo ancora oggi un ambiente dove la fantasia regna, l'epica nel senso divertente del termine ha ancora un senso, la passione (vera) é ancora ben presente, sí, qui mi sento ancora a mio agio 🤗
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.