Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Edolo

Members
  • Posts

    7,847
  • Joined

  • Last visited

2 Followers

About Edolo

  • Birthday 12/14/1987

Profile Information

  • Car's model
    Alfa Romeo Mito TCT
  • City
    Milano
  • Professione
    Manager in area supply chain

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

Edolo's Achievements

HALL OF FAME

HALL OF FAME (8/8)

282

Reputation

  1. Alla fine mi hanno dato una 5ooL rialzetta con il 1.4 aspirato... Ok, non avere velleità sportive, ma cavolo che fatica fare un sorpasso su una strada provinciale. 😅 Fun fact: quando ho ritirato la macchina, mi hanno offerto una T-Roc Cabrio praticamente allo stesso prezzo... e niente, non c'è l'ho fatta, proprio da un punto di vista etico. 😂
  2. Ciao a tutti, sto prenotando last minute un giretto in Salento per i prossimi giorni. Dovrei noleggiare un'auto all'aeroporto di Brindisi e c'è una discreta differenza di prezzo tra una Smart ForFour ed una utilitaria del segmento B tipo Ford Fiesta. Secondo voi è adeguata una Smart per gironzolare per le strade della zona in due persone o devo fare upgrade? Grazie! == Aggiornamento == Dubbio risolto, ho trovato una 5oo per pochi euro in più della ForFour. Approfitto del fatto di aver ormai aperto il topic, qualora qualcuno avesse da darmi qualche dritta su posti da visitare (es. spiagge, attrazioni varie) e/o ristoranti, considerato che pernotterò a Lecce città e starò 4 notti.
  3. Attenzione, non ho detto che dipende dalla performance e dalle capacità tecniche, ma dalle competenze complessive, dove generalmente le soft skill pesano di più. Per crescere di RAL tipicamente bisogna cambiare spesso lavoro, bilanciando cambi interni e cambi esterni per non apparire né come un impiegato col culo pesante, né come uno schizzato che salta da un'azienda all'altra senza concludere nulla. Per cambiare lavoro spesso ci vuole un certo tipo di bravura che di solito non ha nulla a che fare con le competenze tecniche. In parte dipende dai risultati conseguiti, ma ancora di più dalla percezione che dai di poter portare risultati se messo nel posto giusto. La mia esperienza probabilmente è l'altro lato della medaglia della tua. Ho visto la differenza con un mio collega di università (ing. energetica) entrati nelle stessa azienda, lui da progettista prima di me, perché molto più bravo all'università, io in supply chain. A distanza di 5-6 anni lui era cresciuto come progettista, ma più o meno sempre nello stesso team e nello stesso plant; io grazie al ruolo trasversale ed a qualche competenza relazionale, mi sono fatto conoscere a vari livelli ed in varie funzioni, ho cambiato 3 volte ruolo, di cui l'ultimo in business strategy e con un trasferimento a Milano, grazie quale mi hanno infilato il valore del canone di affitto in RAL (il vero breakthrough della RAL). Quando ho visto che lo step di crescita successivo era lontano e non particolarmente stimolante, ho cambiato azienda (quindi dopo poco più di 6 anni) tornando in supply chain prendendomi un increase importante, più per via del profilo professionale abbastanza particolare e raro, che non perché io sia un bravo ingegnere. Anzi, non mi ritengo affatto tale, ma fortunatamente (per ora) guadagno probabilmente molto di più che se avessi fatto il medico. Il mio collega di cui sopra all'università era uno di quelli bravissimi a fare i progetti e che immancabilmente ogni volta snobbava la relazione tecnica dicendo "un progetto non è fatto bene o male per la relazione tecnica, ma per come faccio i calcoli". Ecco, se vogliamo il problema è che ci decide della tua RAL non guarda i calcoli ma sente te che li racconti. Se posso, il problema non è tanto confrontare gli stipendi dei medici a quelli degli ingegneri (che comunque sono una categoria abbastanza privilegiata, al netto del mazzo fatto all'università), quanto il fatto che ci siano categorie di professionisti laureati con stipendi che in alcune città come Roma/Milano sono al di sotto della soglia di povertà. Si faceva prima l'esempio dei laureati in biologia, ma potrei farne altri in materie economiche, senza scomodare le varie "scienze delle merendine". E la situazione degenera generazione dopo generazione: ho una sorella 40enne che fa sviluppo di prodotti finanziari in una banca di investimento e guadagna la metà dei suoi colleghi 50enni e oltre il triplo dei suoi colleghi 30enni.
  4. Secondo me il confronto medico del SSN vs. ingegnere è un po' sterile, ma non tanto per una questione di responsabilità o difficoltà del percorso di studi / professione, quanto per un tema di misurazione delle performance. Indipendentemente da quale sia lo stipendio effettivo e/o giusto di un medico, a me balza all'occhio il fatto che si parli di scatti di stipendio legati all'anzianità, realtà lontanissima da quella di un ingegnere o qualsivoglia altra professione in un'azienda privata. Per un ingegnere non esiste una relazione forte tra anzianità e retribuzione: la RAL dipende esclusivamente dalla reperibilità del profilo sul mercato e dalle capacità del singolo, oltretutto più relazionali che tecniche. Alla fine dei conti, lo stipendio dipende da quanto sei in grado di abbinare salti interni ed esterni all'azienda, il che ovviamente dipende da quanto uno è in gamba. Per un medico del SSN ed in generale per i dipendenti pubblici questo non avviene: le dinamiche sono diverse, così come per i professori o altre categorie della PA. Un professore bravo non guadagna più di uno scarso, così come un medico scrupoloso non guadagna più di uno approssimativo. E' un po' la solita questione che nella PA non esistono (o sono molto poco diffuse) metodologie per misurare le performance dei dipendenti e quando non misuri non migliori.
  5. Ciao, io ho comprato due anni fa un Medley 125, di cui sono veramente soddisfattissimo. Onestamente io non ho preso in considerazione il Kymco People (non ricordo perché) ma l'Honda SH. Ho preso il Medley principalmente per due ragioni: perché ha più spazio nel vano sotto-sella (io ci tengo un casco jet ed uno integrale) e non necessita quindi del bauletto, cosa che io odio sia esteticamente sia per il rumore sul fondi dissestati; perché è molto meno diffuso dell'Honda e quindi un po' meno a rischio furto. Non che fosse determinante, ma preferivo anche acquistare un prodotto italiano, benché mi sembra sia costruito da qualche parte nel Sud-Est Asiatico. Non so dire come sia in termini di performance, non avendo esperienza con altri scooter 125 cc ma per me è valido. In termini di consumi, i primi tempi avevo misurato circa 30 km/l; non ho più ripetuto la misura nei mesi successivi.
  6. Considerato che per BMW la 75 CV Essential e la 136 CV Classic avranno circa lo stesso costo, i 6000 euro di differenza prezzo sono tutto gross margin in più. Ricalca l'operazione fatta con la Mini Ray nel 2010 circa, solo che lì in Italia avevano fatto anche casino proponendo la variante GPL.
  7. Infatti secondo me vi state "scannando" su un ben più ampio e antico tema di etica della globalizzazione. Quella di sicuro non l'ha inventata Musk e nessuno glie ne attribuisce il merito o la colpa.
  8. Articolo interessante in quanto documentario sul percorso di Elon Musk. Non concordo pienamente nell'etichettare come bolla finanziaria tutto ciò in cui Musk mette il naso, per due motivi: E' vero che la maggior parte delle aziende che gli fanno capo finora non hanno prodotto un dollaro di contribuzione, ma è anche vero che quelle che lo hanno fatto sono diventate leader nel vero senso della parola, ovvero nel senso di trascinatrici di trend tecnologici e business model. Quando Tesla ha eliminato il rosso dall'ultima riga del P&L, tutta l'industria automotive ha sciolto le riserve sull'elettrificazione della mobilità, concentrando investimenti su un mercato che Tesla ha creato. Nel suo ruolo di "troll" Musk riesce a fare qualcosa che diversamente sarebbe impensabile, ossia attrarre una montagna di capitali verso progetti con ROI a lungo termine. Tipicamente quasi nessun investitore privato ti dà soldi con promesse di rientro superiori ai 3 anni e questo è estremamente limitante per la crescita tecnologica. Tant'è che negli ultimi 20 anni, l'unica economia in grado di correre in maniera continuativa è stata quella cinese, annegata dai finanziamenti del regime con interessi ben diversi. Elon Musk sì, ha "crackato" il sistema finanziario occidentale portando quantomeno in fase di prototipazione tutta una serie di progetti che si sarebbero diversamente fermati al blocco appunti di un ingegnere incompreso. E' il solo? No, fortunatamente: questo sta innescando una sorta di sfida a chi ce l'ha più lungo con i vari Bezos, Page, Brin, Branson e molto più timidamente Zuckerberg, che ovviamente si porta in cascata una buona fetta del mondo imprenditoriale non-star. E' la svolta per un mondo migliore? Neanche, ma è un elettro-shock a cuore degli investimenti nell'innovazione tecnologica, rimasti troppo a lungo insicuri dai tempi della bolla di internet.
  9. Condivido la mia recente esperienza, avendo comprato la prima casa a Milano a metà dello scorso anno. Fino ad allora sono stato in affitto in un bilocale, lasciando sul piatto quasi 50mila euro in 4 anni (1000 euro/mese), negli stessi anni in cui il prezzo di vendita di un immobile confrontabile è passato da circa 5000 euro/mq a circa 6500, scoraggiandomi dall'acquisto. Poi mi si è presentata l'opportunità di comprare una casa più grande delle mie esigenze, più o meno al prezzo dei bilocali di mio interesse, arredata e senza costi di intermediazione. L'ho presa, svenandomi, ma sicuro di aver fatto un'ottima operazione. Poi è arrivato il covid, che ha svuotato la città e frenato improvvisamente la crescita dei prezzi: oggi probabilmente la stessa casa costerebbe un po' meno della cifra che a me sembrava un affare. Mi è convenuto economicamente? Forse no. Tralasciando la spesa per l'anticipo, di soli costi vivi non recuperabili (notaio, lavoretti, manutenzioni, qualche mobile ed elettrodomestico) il giorno prima di entrare in casa avevo già speso circa l'equivalente di due anni di affitto e la casa valeva probabilmente un paio di decine di migliaia di euro in meno. Mi sono pentito? La risposta è sempre "no". Ho preso una casa che mi piace, che mi posso permettere, nella città in cui voglio vivere, che sto rifinendo a mio gusto. Secondo me sono questi gli elementi da considerare: (1) è dove voglio vivere? (2) mi piace? (3) me la posso permettere? Tutti i ragionamenti su break even, rivalutazione, svalutazione, investimento, cazzi e mazzi, competono ad un altro tipo di operazioni. La casa è una scelta di vita e le scelte di vita non si fanno in base al valore di mercato.
  10. Edolo

    Orologi

    Sì, è un Huawei GT-2 ricarrozzato Porsche.
  11. Edolo

    Orologi

    Dalla tua descrizione mi viene in mente questo, ovviamente di secondo polso. Approfitto per fare coming out: da qualche settimana sono passato al lato oscuro. Avevo detto che non avrei mai utilizzato uno smartwatch ma poi mi è "accidentalmente entrato in casa" questo oggettino con cassa e cinturino in titanio. Come temevo, da quando lo possiedo ho indossato una sola volta un altro orologio... 🤦‍♂️
  12. Anch'io ho fatto con Prima il rinnovo dell'assicurazione del Medley 125, anch'io ho il problema di essere in una classe BM molto alta (13). Dalla mia esperienza finora, bene. L'unico problema che ho avuto è stato capire quali preventivi includessero il risarcimento diretto e quali no, perché da Facile.it era possibile scegliere la modalità mentre per i preventivi fatti direttamente sul sito Prima.it forniva di default il risarcimento indiretto. Per chiarire la cosa, ho parlato un paio di volte al telefono con gli operatori senza troppa attesa, nonostante fossimo in periodo di lockdown. Da quanto mi diceva una mia amica che lavora nel marketing di ConTe, che è un competitor nella stessa fascia di prezzo, loro non riescono a capire come fanno ad avere tariffe così basse in maniera così generalizzata sul territorio nazionale. Per l'auto, soprattutto in Lombardia, Prima è conveniente ma non da strapparsi i capelli rispetto ad altre compagnie non tradizionali; sulle due ruote invece non c'è partita. .
  13. E' un buon punto, grazie. Esiste uno standard di barre oppure ogni modello ha le sue?
  14. Pensavo che sarebbe rimasto un primato della Lancia Flavia e invece... Seriamente autopareristi, io a Monaco ci ho vissuto dieci anni fa e non c'erano 'ste droge pesanti che girano ora in BMW.
  15. Idem. Nelle foto a 3/4 migliora non poco, meglio ancora in altri colori. A questo punto sposto le mie critiche iniziali a chi ha deliberato la cartella stampa.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.