Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

loric

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    10080
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    7

loric last won the day on November 30 2016

loric had the most liked content!

Reputazione Forum

1432 Excellent

3 Seguaci

Su loric

  • Rank
    HALL OF FAME
  • Compleanno 29/04/1969

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Alfa Romeo Giulietta 170cv
  • Genere
  1. Tornato ieri notte dalla Sardegna. Prima che tiriate fuori la colt pensando "dobbiamo abbatterlo prima che si metta a postare le foto dalle vacanze", tranquillizzo tutti, non intendo brasarvi le gonadi con le mie vacanze. Parlo di auto. Per ragioni varie mi è capitato di dover viaggiare parecchio, specialmente la sera. Superata una certa ora, preferisco viaggiare dopo il tramonto o mi ritrovo il sole sparato sugli occhi per tutto il tragitto (strada Sassari - Stintino). Avremo fatto quella strada di sera almeno una quindicina di volte in 3 settimane. Facendo la media, ogni tre auto ce n'era una con uno o più fari fulminati. Ripeto: ogni tre auto. Il massimo è stata una con entrambi i fari fulminati e i fendinebbia accesi. Ora magari uno può pensare che io stia parlando di catorci del paleolitico, stile Panda anni '80 (peraltro ancora diffusissima in Sardegna). No, erano anche auto relativamente recenti di tutte le marche. Ah, nessuna di quelle auto aveva la targa non italiana (i turisti che ho incrociato, in gran parte spagnoli e francesi, avevano le luci in ordine). A me francamente vengono sospetti su come si facciano le revisioni da quelle parti. Ecco, cultura dell'auto significa anche prendersi cura del mezzo. Non solo per ragioni estetiche, ma soprattutto di sicurezza.
  2. Pare che Mercedes abbia ammesso l'esistenza del cartello. Vediamo come butta.
  3. Sul discorso relativo all'acquisto delle tecnologie per il controllo delle emissioni, se i più grandi utilizzatori di quei sistemi in Germania e, sommati, in Europa, decidono che per un determinato componente non si deve spendere più di X, il fornitore, volente o nolente, si adegua, cercando di rifarsi su chi non è parte del cartello. E questa è distorsione della concorrenza.
  4. Sì, però capisci anche tu che già le "piogge acide" sarebbero un motivo più che sufficiente per imporre quei limiti?
  5. Io francamente non ho le competenze per addentrarmi in questo tipo di argomenti, ma se veramente i NOx sono aria fresca (o comunque non producono effetti sulla salute umana nelle quantità emesse anche da veicoli "allegri" in fatto di emissioni), allora: 1) i limiti imposti dalle autorità ammeregane non hanno senso (salvo porre ostacoli "artificiali" indiretti all'attecchimento di una certa tipologia di motore, magari per ragioni protezionistiche) 2) bisogna prendere a randellate commissioni scientifiche, tecniche e politiche di mezzo mondo, visto che hanno sparato minchiate prive di valore scientifico
  6. Se veramente non fanno male alla salute, allora di cosa stiamo parlando? Abbiamo scherzato? Viva i NoX? In ogni caso preferirei che a dirmelo fosse la scienza medica, non (con tutto il rispetto) un ingegnere.
  7. Va' al punto di ripristino antecedente il casino e mettici, per il momento, una pietra sopra.
  8. No, dal sito della casa madre, cioè la Asus. Ha ragionissima @_reqUiem_, se vuoi tentare quella strada, meglio far riferimento ad Asus.
  9. Dal sito della Asus, preferibilmente, senza lasciar fare a Windows (che non sempre ci azzecca). Se Windows dovesse ostinarsi a voler installare il driver rotto, sarebbe comunque un problema, visto che alla Microsoft sono abbastanza nazisti con gli aggiornamenti e la possibilità di inserirne uno in blacklist (temporaneamente) è concessa solo a prezzo di notevoli acrobazie.
  10. Windows update, se non è stata disabilitata la funzione, crea un punto di ripristino prima di installare gli aggiornamenti. Il consiglio che ti posso dare è di tornare a quello, per poi aggiornare (eventualmente) manualmente i driver della scheda grafica dal sito della casa madre.
  11. Hai provato con un rollback ad un momento antecedente l'aggiornamento dei driver?
  12. OK, ammettiamo che sia così. Denuncio un venduto più alto del reale, così faccio bella figura e a Natale mi regali il cesto con il panettone artigianale e la bottiglia di Moet Chandon. Non ha comunque senso, perché il soggetto che deve valutare se merito il panettone artigianale e la bottiglia di Moet Chandon è lo stesso che, necessariamente, conosce i volumi reali di vendita, visto che le auto le produce. No, non sono ancora convinto.
  13. Autopareri - Finanza e Economia

    Allora, facciamo un parallelo fra la vicenda delle venete e il salvataggio di Banco Popular in Spagna. Punti in comune: * Entrambi hanno acquisito la banca in sofferenza al prezzo simbolico di un euro (in realtà ISP ha speso 0,50 euro per ciascuna delle due banche). * fine. stop. nihil. Differenze: * Santander si è impegnata a ricapitalizzare per 7 miliardi di euro, mentre ISP, per non dover ricapitalizzare, riceve 3500 milioni dalla liquidazione (anticipati dallo Stato che si accolla il rischio di non recuperarli tutti), 1300 milioni a fondo perduto per la gestione degli esuberi di personale (si parla di 3900 esuberi totali, di cui solo 1000 delle banche venete, gli altri 2900 erano esuberi strutturali preesistenti in ISP, praticamente paghiamo la riorganizzazione aziendale ad ISP), la possibilità di retrocedere alla liquidazione, entro 3 anni, asset problematici in cambio di una compensazione economica, l'esenzione dalla normativa antitrust per le concentrazioni bancarie, l'esenzione dai vincoli urbanistici per gli immobili acquisiti, l'esenzione dalle procedure di consultazione sindacale relative alle cessioni di rami d'azienda... e senz'altro ho dimenticato qualche cosa. E gli dobbiamo pure dire grazie.
×