Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

loric

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    10087
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Giorni Popolarità

    7

loric last won the day on Novembre 30 2016

loric had the most liked content!

Reputazione Forum

1450 Excellent

3 Seguaci

Su loric

  • Rank
    HALL OF FAME
  • Compleanno 29/04/1969

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Alfa Romeo Giulietta 170cv
  • Genere
  1. E' vero che qui si parla di inquinamento, ma non possiamo neanche far finta che esista solo quello, eh. Poi, se vogliamo dirla tutta, l'inquinamento sta diminuendo, il rischio sismico sempre quello è. La differenza è che ogni anno, con puntualità svizzera, te la menano (anche giustamente, per carità) coi blocchi del traffico per le polveri sottili, mentre il problema sismico viene tirato fuori più raramente e sempre dopo un disastro.
  2. E' vero che qui si parla di inquinamento, ma se devi mettere mano a degli immobili, il risparmio energetico è solo una delle variabili in gioco e neanche il più importante. Al primo posto, per dire, io metterei la sicurezza sismica, altro tema su cui, in Italia, siamo indietro come le palle dei cani. E lì non te la cavi con un cappotto ed infissi nuovi, devi demolire e ripartire da zero.
  3. Svecchiare il parco edifici è bello in teoria ma improponibile nella pratica. Ti voglio vedere a convincere 40 famiglie di un condominio costruito negli anni '60 a cercarsi un'altra casa mentre quel condominio viene abbattuto ed eventualmente ricostruito.
  4. Lungi da me il voler generalizzare, ma proprio perché non voglio generalizzare faccio fatica a credere che tutti quelli che circolano senza cintura (in Sardegna sono una caterva) siano agenti od ex agenti della polizia/finanza/CIA/NSA. Direi che, a naso, l'80% delle persone sotto i 50 anni abbia imparato a guidare con la cintura di sicurezza allacciata. E, per loro, a differenza del caso da te riportato, ritengo che il fattore abitudine non possa essere invocato.
  5. In tema di cinture di sicurezza, devo dire che la tesi "chi non allaccia le cinture è un coglione, ma in fin dei conti, male che vada, a rimetterci a lui" potrebbe essere semplicistica. Provo a spiegarmi meglio: è vero che non allacciare le cinture di sicurezza non impatta sulla sicurezza di terzi, ma mi sto facendo l'idea che uno così coglione da ritenere dirimente la "fatica" di allacciare la cintura, rispetto ai potenziali maggiori rischi per la propria incolumità nel tenerla slacciata, non è certamente un soggetto capace di fare scelte equilibrate. Guidare è fondamentalmente pericoloso. Non basta avere l'abilità "pratica" di compiere determinate manovre, occorre saper valutare il rischio delle proprie azioni e di quelle degli altri. Bisogna, in altre parole, ogni volta che ci si mette al volante, prendere decisioni improntate sul criterio della massima prudenza razionale, cosa che, peraltro, va spesso oltre il mero rispetto delle prescrizioni del CdS. Il soggetto a cui rompe il cazzo allacciarsi le cinture, secondo voi, possiede la capacità di decidere in maniera equilibrata, dando corretto peso ai rischi, in tutte quelle (numerose) situazioni "problematiche" che si presentano giornalmente a chi guida in mezzo al traffico, oppure tende a sottovalutare i rischi, magari sopravvalutando la propria abilità/fortuna? Io, francamente, ho pochi dubbi su quale sia la risposta corretta.
  6. Fottiti No, alla fine ha solo molestato sessualmente la mia bravetta Capisco che sembra essere un racconto della serie "ammiocuggino", ma è successo come descritto e, raccontando la cosa ad amici, pare che in quella zona episodi simili siano frequenti, tant'è che, ho scoperto, quella è amichevolmente nota come la "rotonda delle battone".
  7. Non so se sia inciviltà automobilistica, ma (grazie Google Maps, dopo questa riesumo il TomTom) a me è capitato di finire in una zona... ehm... frequentata da peripatetiche. Una di queste gentili signore mi si para davanti all'uscita dalla rotonda costringendomi a inchiodare, e comincia a fare il suo show davanti alla mia auto. Mi viene da ridere per l'assurdità della cosa. Ad un certo punto comincia a strusciarsi sul cofano. Smetto di ridere perché mi parte l'embolo. Do una sgasata per farle capire che sto perdendo la pazienza, questa si sposta di lato e cerca di aprire la porta del passeggero (locked). Non ci riesce e slinguazza il vetro. Do un colpo di clacson per farla allontanare e parto. Ah, erano le 2 del pomeriggio. Ah (bis), a 50 metri di distanza c'era una camionetta della polizia che presidiava il posto dove (appunto) dovevo recarmi.
  8. Tornato ieri notte dalla Sardegna. Prima che tiriate fuori la colt pensando "dobbiamo abbatterlo prima che si metta a postare le foto dalle vacanze", tranquillizzo tutti, non intendo brasarvi le gonadi con le mie vacanze. Parlo di auto. Per ragioni varie mi è capitato di dover viaggiare parecchio, specialmente la sera. Superata una certa ora, preferisco viaggiare dopo il tramonto o mi ritrovo il sole sparato sugli occhi per tutto il tragitto (strada Sassari - Stintino). Avremo fatto quella strada di sera almeno una quindicina di volte in 3 settimane. Facendo la media, ogni tre auto ce n'era una con uno o più fari fulminati. Ripeto: ogni tre auto. Il massimo è stata una con entrambi i fari fulminati e i fendinebbia accesi. Ora magari uno può pensare che io stia parlando di catorci del paleolitico, stile Panda anni '80 (peraltro ancora diffusissima in Sardegna). No, erano anche auto relativamente recenti di tutte le marche. Ah, nessuna di quelle auto aveva la targa non italiana (i turisti che ho incrociato, in gran parte spagnoli e francesi, avevano le luci in ordine). A me francamente vengono sospetti su come si facciano le revisioni da quelle parti. Ecco, cultura dell'auto significa anche prendersi cura del mezzo. Non solo per ragioni estetiche, ma soprattutto di sicurezza.
  9. Pare che Mercedes abbia ammesso l'esistenza del cartello. Vediamo come butta.
  10. Sul discorso relativo all'acquisto delle tecnologie per il controllo delle emissioni, se i più grandi utilizzatori di quei sistemi in Germania e, sommati, in Europa, decidono che per un determinato componente non si deve spendere più di X, il fornitore, volente o nolente, si adegua, cercando di rifarsi su chi non è parte del cartello. E questa è distorsione della concorrenza.
  11. Sì, però capisci anche tu che già le "piogge acide" sarebbero un motivo più che sufficiente per imporre quei limiti?
  12. Io francamente non ho le competenze per addentrarmi in questo tipo di argomenti, ma se veramente i NOx sono aria fresca (o comunque non producono effetti sulla salute umana nelle quantità emesse anche da veicoli "allegri" in fatto di emissioni), allora: 1) i limiti imposti dalle autorità ammeregane non hanno senso (salvo porre ostacoli "artificiali" indiretti all'attecchimento di una certa tipologia di motore, magari per ragioni protezionistiche) 2) bisogna prendere a randellate commissioni scientifiche, tecniche e politiche di mezzo mondo, visto che hanno sparato minchiate prive di valore scientifico
  13. Se veramente non fanno male alla salute, allora di cosa stiamo parlando? Abbiamo scherzato? Viva i NoX? In ogni caso preferirei che a dirmelo fosse la scienza medica, non (con tutto il rispetto) un ingegnere.
  14. Va' al punto di ripristino antecedente il casino e mettici, per il momento, una pietra sopra.
  15. No, dal sito della casa madre, cioè la Asus. Ha ragionissima @_reqUiem_, se vuoi tentare quella strada, meglio far riferimento ad Asus.
×