Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori

yuke

Members
  • Content Count

    34
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

17 Good

About yuke

  • Rank
    Guidatore esperto

Profile Information

  • Car's model
    Nessuna

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. ciao ragazzi, per voi è normale che tutti i politici in questi giorni con a capo Conte, viaggiano su Volkswagen mi sembra Passat?
  2. Renault-Nissan-Mitsubishi: investimento per la mobilità elettrica Renault-Nissan-Mitsubishi: investimento per la mobilità elettrica Il gruppo Renault-Nissan-Mitsubishi ha annunciato un nuovo round di finanziamento in The Mobility House, una start-up con cui è già stato avviato il progetto che lega la Nissan Leaf al Vehicle-to-Grid (V2G) Renault-Nissan-Mitsubishi ha annunciato un nuovo investimento su The Mobility House, pur non rivelando i dettagli finanziari. Si parla di una start-up particolarmente attiva nell'ambito dell'integrazione delle batterie dei veicoli elettrici all'interno del sistema di recupero di energia per l'infrastruttura elettrica attraverso soluzioni di smart charging e stoccaggio. Per soddisfare le crescenti esigenze di stoccaggio di energia, The Mobility House ha sviluppato una piattaforma che si basa sulle batterie dei veicoli elettrici. Il sistema sfrutta tecnologie di ricarica controllata e bidirezionale per alimentare l'infrastruttura e i suoi principi sono già stati utilizzati alla base del progetto che lega Nissan Leaf e Vehicle-to-Grid (V2G). L'obiettivo di The Mobility House è l'approntamento del più grande sistema di stoccaggio stazionario di energia esistente in Europa attraverso le batterie del parco di veicoli elettrici di Alliance Ventures, che include, tra gli altri, Renault Zoe. All'interno del piano della start-up la promozione dello sviluppo delle energie rinnovabili, la stabilizzazione della rete elettrica e, conseguentemente, l'accessibilità alla mobilità elettrica. La società tecnologica è stata fondata nel 2009 e opera a livello globale dai suoi siti di Monaco, Zurigo e Sunnyvale (California), servendo clienti in oltre 10 paesi. Questi includono i principali produttori automobilistici, armatori di flotte, società di installazione, fornitori di energia e conducenti di auto elettriche. Con la rapida elettrificazione della mobilità emerge in maniera sempre più importante il problema della produzione di energia elettrica e di alimentazione dell'infrastruttura. La transizione può essere utile solo se aiuta a contenere i costi e a ridurre l'inquinamento: traguardi che possono essere raggiunti solo con l'impiego di tecnologie di riutilizzo e di stoccaggio dell'energia. Fra i suoi piani, The Mobility House prevede il reimpiego delle batterie dei veicoli elettrici all'interno della rete esistente, offrendo loro una seconda vita. Renault-Nissan-Mitsubishi è uno dei gruppi automobilistici più attivi nell'ambito dell'elettrificazione: oltre ai veicoli già citati, infatti, anche Mitsubishi ha dato un contributo importante in tal senso con la Mitsubishi i-MiEV che viene ricordata come una delle prime citycar completamente elettriche.
  3. Da DAGOSPIA: I GIORNALI FRANCESI FANNO LA OLA PER LA FALLITA INTEGRAZIONE FCA-RENAULT: ''GLI EREDI AGNELLI CON GRANDE CINISMO FINANZIARIO AVEVANO APPENA DISTRIBUITO 2 MILIARDI DI DIVIDENDO STRAORDINARIO DOPO AVER VENDUTO TUTTI I GIOIELLI DEL GRUPPO, FIAT NON INVESTE PIÙ IN RICERCA E NON HA NUOVE AUTO, HA FATTO SOLO PROMESSE NON MANTENUTE. ELKANN AVEVA UN BISOGNO DISPERATO DI QUESTA FUSIONE, RENAULT FA BENE A DIFENDERE IL RAPPORTO CON NISSAN''. PROPRIO I GIAPPONESI HANNO DATO IL COLPO DI GRAZIA
  4. ma come è possibile che Manley e la famiglia elkann agnelli non abbia già incontrato(e si siano accordati) i vertici di Nissan prima di annunciare la proposta di fusione con renault?
  5. da quanto si legge Nissan rifiuta ogni tipo di fusione con Fca Une condition majeure tout de même, exigée par FCA: pas de fusion entre Renault et Nissan, a minima pendant toute la mise en place du projet. Donc pendant au moins les douze prochains mois. Renault avait en effet poussé ces dernières semaines pour une alliance renforcée avec Nissan, via la création d’une holding à 50-50 qui détiendrait les deux entreprises. Les Japonais ont refusé catégoriquement ce plan, estimant qu’il ne tenait pas compte de leur poids supérieur à celui de Renault.
  6. ragazzi ma voi avete idea dei sindacati francesi? una pessima scelta quella di Fca, dicevano che volevano puntare sul mercato premium e ti vai a fondere con renault che è il simbolo delle utilitarie a bassa qualità?
  7. non vedo cosa di veramente buono porterà Renault per FCA... Renault in Francia, malgrado le buone vendite e visto come FIAT in Italia (auto scadenti...).
  8. Questa fusione senza Nissan servirebbe a poco.E' Nissan che sta sviluppando l'elettrico bene non Renault. A me sembra davvero un abbandono da parte di exor a Fca Renault fattura meno della meta di FCA e capitalizza 10 miliardi di meno.. mah Ci sono dei vantaggi enormi per Renault
  9. Ciao, voi avete visto la puntata? Marchionne è stato sbugiardato sull'affermazione che un auto elettrica consumi più di una a metano - gpl. Poi hanno spiegato che Fca è un'azienda arretrata rispetto tutte le sue concorrenti groviglio hai visto la puntata di report? Report Diamoci una scossa Quanti stabilimenti dedicati all'elettrico Fca aprirà rispetto a Volkswagen che ha annunciato l'apertura di 16 stabilimenti dedicati solo all'elettrico entro il 2022?
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.