Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'renault'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

    • Consigli per l'Acquisto dell'Auto
    • Riparazione, Manutenzione e Cura dell'Auto
    • Assicurazioni - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Scoops and Rumors
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobility
    • Mobility and Traffic in the City
    • Traffic on Highways
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Off Topic in Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • Vuoi farti pubblicità su Autopareri?
  • Il sito Autopareri

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Professione


Interessi


Twitter


Facebook


Website URL


YouTube


Website URL


Website URL

  1. Ecco il nuovo C-SUV di Renault che porta al debutto anche il nuovo allestimento sportivo Esprit Alpine, in sostituzione di R.S. Line. Basato sulla piattaforma CMF-CD opportunamente aggiornata, sarà disponibile con motorizzazioni full-hybrid e mild-hybrid. Il più interessante, E-TECH Hybrid, è caratterizzato dal 1.2 TCe combinato ad un elettrico con batterie da 1.7 kWh e 400V capace di 200 cv totali. Novità assoluta anche il Mild Hybrid Advanced basato sempre sul 1.2 TCe, con modulo da 48V, 130 cv e cambio manuale garantirebbe consumi di 5.3L/100km ed emissioni da 123g CO2/KM I vecchi Mild Hybrid “classici” da 12V sono entrambi basati sul 1.3 TCe e hanno potenze di 140 cv con il manuale o 160 cv con il cambio X-TRONIC. Tutte e tre le tipologie sono dotate di frenata rigenerativa e diverse modalità di guida. All’interno viene ripreso quanto visto sulla recente Mégane elettrica, con strumentazione digitale da 12.3”, HUD da 9.3” e schermo infotainment verticale da 12” con sistema Google built-in: decisamente un passo avanti immenso rispetto ai datati interni del predecessore Kadjar. Ben 32 gli ADAS disponibili (Active Driver Assist, sistema autonomo di guida di secondo livello che unisce Adaptive Cruise Control con ‘Stop & Go’, Lane Centering, GPS data e mapping; 360° 3D camera; Automated Park Assist; Blind Spot Warning e Lane Departure Prevention durante i sorpassi; Rear Automatic Emergency Braking; Rear Cross Traffic Alert; Matrix LED Vision smart lighting e Occupant Safe Exit). L’allestimento Esprit Alpine offre la tinta spefica Satin Shale matte, cerchi da 20” bruniti, interni in Alcantara con cuciture blu, volante in Nappa e pedaliera in alluminio. Infine, le top di gamma offrono multilink e le quattro ruote sterzanti 4CONTROL. Infografiche: Live Press Release: Renault Topic Spy ➡️: Renault Austral 2022 - Prj. HHN (Spy) Mi piace davvero tantissimo! Brava Renault, ottimo prodotto
  2. Renault Arkana (Europa) Press Release: Renault Italia [RUS] Renault Arkana (su base Dacia Duster) Base : Duster per la Russia / Clio 5 per la Cina e Corea dimensioni : 454 x 180 x 157 Vano bagagli da 508 litri (salgono a 1333 con i sedili abbassati) Gamma motori che parte con il nuovo 1.3 TCE da 150 CV abbinato al CVT ed alla trazione integrale X-Tronic (prima anteriore, all'occorrenza si aggiunge il posteriore). A questo si aggiunge il 1.6 aspirato da 115 CV e cambio manuale a 6 marce. Topic Spy ➡️ Renault SUV Coupé 2019 (Spy)
  3. Renault-Nissan-Mitsubishi: investimento per la mobilità elettrica Renault-Nissan-Mitsubishi: investimento per la mobilità elettrica Il gruppo Renault-Nissan-Mitsubishi ha annunciato un nuovo round di finanziamento in The Mobility House, una start-up con cui è già stato avviato il progetto che lega la Nissan Leaf al Vehicle-to-Grid (V2G) Renault-Nissan-Mitsubishi ha annunciato un nuovo investimento su The Mobility House, pur non rivelando i dettagli finanziari. Si parla di una start-up particolarmente attiva nell'ambito dell'integrazione delle batterie dei veicoli elettrici all'interno del sistema di recupero di energia per l'infrastruttura elettrica attraverso soluzioni di smart charging e stoccaggio. Per soddisfare le crescenti esigenze di stoccaggio di energia, The Mobility House ha sviluppato una piattaforma che si basa sulle batterie dei veicoli elettrici. Il sistema sfrutta tecnologie di ricarica controllata e bidirezionale per alimentare l'infrastruttura e i suoi principi sono già stati utilizzati alla base del progetto che lega Nissan Leaf e Vehicle-to-Grid (V2G). L'obiettivo di The Mobility House è l'approntamento del più grande sistema di stoccaggio stazionario di energia esistente in Europa attraverso le batterie del parco di veicoli elettrici di Alliance Ventures, che include, tra gli altri, Renault Zoe. All'interno del piano della start-up la promozione dello sviluppo delle energie rinnovabili, la stabilizzazione della rete elettrica e, conseguentemente, l'accessibilità alla mobilità elettrica. La società tecnologica è stata fondata nel 2009 e opera a livello globale dai suoi siti di Monaco, Zurigo e Sunnyvale (California), servendo clienti in oltre 10 paesi. Questi includono i principali produttori automobilistici, armatori di flotte, società di installazione, fornitori di energia e conducenti di auto elettriche. Con la rapida elettrificazione della mobilità emerge in maniera sempre più importante il problema della produzione di energia elettrica e di alimentazione dell'infrastruttura. La transizione può essere utile solo se aiuta a contenere i costi e a ridurre l'inquinamento: traguardi che possono essere raggiunti solo con l'impiego di tecnologie di riutilizzo e di stoccaggio dell'energia. Fra i suoi piani, The Mobility House prevede il reimpiego delle batterie dei veicoli elettrici all'interno della rete esistente, offrendo loro una seconda vita. Renault-Nissan-Mitsubishi è uno dei gruppi automobilistici più attivi nell'ambito dell'elettrificazione: oltre ai veicoli già citati, infatti, anche Mitsubishi ha dato un contributo importante in tal senso con la Mitsubishi i-MiEV che viene ricordata come una delle prime citycar completamente elettriche.
  4. Arriva oggi al’IAA di Monaco la conferma che La 5 Electric vedrà la luce, in versione definitiva, il prossimo anno! Mancava il thread in S&A, pertanto apro per eventuali sviluppi e foto spia.
  5. Parrebbero essere sfuggiti i patents della 4 Electric, presumibilmente in versione concept. cochespias Non ci metto la mano sul fuoco, comunque.
  6. #Pills : Renault Kadjar Coupé arriverà nel 2024 e sara il sostituto indiretto di Talisman, con una lunghezza di circa 4,75 m. Non si chiamerà così, è ancora prestissimo per conoscere il nome definitivo, ma già sappiamo che porterà al debutto un PHEV da 280 cv a trazione integrale e 4 ruote sterzanti, che successivamente verrà esteso anche al Kadjar normale. Base CMF-C e produzione in Spagna presso lo stabilimento di Palencia.
  7. La tanto annunciata Renaulution inizia da Mégane E-TECH Electric, un nome storico per il brand francese rivisitato su un veicolo totalmente elettrico, nonché il primo della Régie sulla base CMF-EV. Lunga 4,21m (passo 2,7m) e alta 1,50m, sarà disponibile con motore elettrico singolo da 130 cv o 218 cv aventi rispettivamente batterie LG da 30 kWh e 60 kWh ed autonomie di 300 e 470 km in ciclo WLTP. L'interno rappresenta una vera novità per il brand francese, allontanandosi da quanto prodotto sin'ora, con il debutto della plancia OpenR, costituita da uno schermo strumentazione da 12.3'' unito all'infotainment verticale da 12'' con sistema basato su Android, luci ambiente chiamate Living Lights e possibilità di dotarla con inserti in Nuo, legno lavorato a laser. Sarà prodotta interamente in Francia, nello stabilimento di Douai, con ordini aperti a Febbraio 2022 e consegne dal mese successivo. Tre i livelli di allestimento, Equilibre, Techno e Iconic e sei tinte carrozzeria (due grigi, nero, rosso, blu, bianco) con possibilità di tetto a contrasto o dettagli specifici colorati. Spaccati tecnici: Press Pack Completo: ▶️ Specifiche Renault Mégane E-TECH Electric Press Release: Nuovo inizio, per Renault, con la scelta strategica di produrre Nuova Mégane E-TECH Electric in Francia, nello stabilimento di Douai, nel cuore di ElectriCity, il nuovo centro industriale elettrico di riferimento in Europa. Renault ElectriCity, che si prefigge l’obiettivo ambizioso di realizzare 400.000 veicoli all’anno, sarà presto il centro di produzione di veicoli elettrici più importante e competitivo d’Europa. Si trova nel dipartimento dell’Alta Francia, una posizione ideale, vicino a dove si concentra la domanda. Mégane, una scelta ovvia Per Renault, berlina compatta è sinonimo di Mégane, un modello proposto in gamma da ben ventisei anni attraverso quattro generazioni. Con il suo design e la sua versatilità, Nuova Mégane E-TECH Electric rende omaggio a questo patrimonio, mantiene ed ottimizza il DNA che ha fatto di ogni generazione di Mégane un punto di riferimento nel segmento: piacere di guida, comfort e tranquillità, abitabilità e volume del bagagliaio. Ma aggiunge anche nuovi vantaggi, come il design da “colpo di fulmine”, l’inedito rapporto dimensioni/abitabilità e tutti i benefici associati alla motorizzazione elettrica. Con Nuova Mégane E-TECH Electric, Renault rivendica la continuità della sua storia e i successi insiti nel nome Mégane, portandolo anche nel presente e nel futuro. Dare questo nome al nuovo veicolo è stata una scelta ovvia. Ed è con questo veicolo che il nome continuerà a vivere. Nuovo linguaggio “sensual-tech” Proprio come la Marca, anche il design Renault evolve e diventa più “tech”. Pur mantenendo la sensualità dei modelli che hanno decretato i recenti successi, comprende elementi molto tecnologici (fari posteriori LED micro-ottici, display OpenR) e componenti i cui codici traggono ispirazione dagli oggetti high-tech e dal mondo dell’hi-fi (griglie di ventilazione, incisioni laser delle finiture sulle protezioni della parte bassa delle porte). Proporzioni inedite e dinamiche Con il passo allungato (2,70 m per una lunghezza totale di 4,21 m) e gli sbalzi ridotti della nuova piattaforma modulare CMF-EV, Nuova Mégane E-TECH Electric presenta proporzioni inedite, che danno ai designer la possibilità di progettare una berlina dinamica con un ingombro ben architettato. La batteria estremamente piatta (soli 110 mm!) ha permesso di assottigliare le proporzioni esterne, ma anche di spingere oltre i limiti del rapporto dimensioni esterne/ abitabilità interna, abbassando il centro di gravità per una guida più piacevole e dinamica. Infine, Nuova Mégane E-TECH Electric associa la sua compattezza ed altezza contenuta (1,50 m) con la capacità di far percepire dall’esterno la sua grande abitabilità interna. Aerodinamica ed efficienza La presenza di caratteristiche che evocano il mondo dei crossover trasmette un’idea di robustezza: grandi ruote da 20”, protezioni nella parte bassa delle porte e passaruota, linea di cintura della scocca rialzata. Il tetto spiovente, la carreggiata ampliata e le maniglie delle porte a filo carrozzeria di serie, invece, evocano il mondo dei coupé. L’altezza contenuta, l’abitabilità e il volume del bagagliaio fanno, infine, riferimento al mondo delle tradizionali berline del segmento C. La ricerca dell’aerodinamica tramite l’efficienza del design è stato un elemento strutturante dello stile di Nuova Mégane E-TECH Electric. L’altezza contenuta, il tetto spiovente, i pneumatici dai fianchi stretti, i paraurti scolpiti con le prese d’aria all’anteriore e linee distintive al posteriore integrate alle parti laterali contribuiscono a trasmettere visivamente tutta l’aerodinamicità del veicolo ma anche, concretamente, ad ottimizzare la sua efficienza. Tinte eleganti e distintive Nuova Mégane E-TECH Electric sarà disponibile in sei tinte di carrozzeria eleganti e distintive: Grigio Aviation, Grigio Scisto, Blu Notturno, Rosso Passion, Nero Etoilé e Bianco Ghiaccio. Per una maggiore personalizzazione, è possibile optare per tinte bi-tono differenziando il colore del tetto, dei montanti e, in funzione degli allestimenti, delle scocche dei retrovisori esterni con le tinte Grigio Scisto, Nero Etolié e Bianco Ghiaccio, con 13 combinazioni possibili. Altro elemento distintivo: la tinta dorata Warm Titanium, per il rivestimento della lama aerodinamica integrata ai paraurti anteriori e posteriori nonché delle prese d’aria laterali del paraurti anteriore, nelle versioni premium. Un dettaglio che conferisce vigore e sportività a Nuova Mégane E-TECH Electric. La robustezza del veicolo è evidenziata anche dai pneumatici da 20” (18” per le versioni entry-level). Vengono proposte due versioni di cerchi da 20” e altre due da 18”. Su tutte compare al centro il nuovo logo Renault. Firma elettrica I fari Full LED anteriori e posteriori di Nuova Mégane E-TECH Electric sono finemente cesellati e molto moderni. Il veicolo inaugura nuove firme luminose, assolutamente “elettrizzanti”, che si estendono fino al logo centrale, per accentuare il design dinamico. All’anteriore, le luci diurne sembrano fuoriuscire dai fari e correre fino alle prese d’aria laterali del paraurti. Al posteriore, tanti filamenti micro-ottici tagliati al laser costituiscono due intrecci striati che creano un effetto 3D filigranato: le linee che si incrociano sembrano vibrare, come se fossero vive. Oltre agli indicatori di direzione dinamici molto eleganti, le luci di stop si presentano come due linee sovrapposte, come un segno di “pausa”. I fari, composti da sei riflettori, sono adattivi. Il passaggio dagli abbaglianti agli anabbaglianti è automatico. Inoltre, il fascio luminoso è più largo in città per una migliore visibilità intorno al veicolo e più profondo su strade e autostrade, per una migliore visibilità in lontananza, senza abbagliare i veicoli che si trovano davanti o provengono dal lato opposto. Le luci si adattano anche alle condizioni climatiche (pioggia, nebbia) tramite un pulsante sul cruscotto per fungere da fendinebbia. La gamma di queste funzioni ultramoderne e molto estetiche è completata dagli indicatori di direzione dinamici. Maniglie delle porte automatiche Tutte le versioni di Nuova Mégane E-TECH Electric sono dotate di maniglie a filo carrozzeria. Quando il conducente o il passeggero del sedile anteriore si avvicina per aprire la porta e quando il veicolo non è chiuso a chiave, le maniglie, dissimulate nella carrozzeria, escono automaticamente grazie a un sistema elettrico. Tornano nella posizione di chiusura due minuti dopo aver parcheggiato, quando l’auto comincia a muoversi oppure quando si bloccano le porte. Benvenuti a bordo La sequenza di benvenuto proposta da Nuova Mégane E-TECH Electric si conclude quando il conducente prende posto sul sedile. La dashboard OpenR, che comprende il driver display del cruscotto e il display multimediale in posizione centrale, si accende mostrando il logo e il nome della Marca. Si attiva l’ambient lighting che mette in risalto il posto guida, mentre gli altoparlanti emettono il nuovo suono che identifica l’identità Renault per dare il benvenuto a bordo. OpenR, il “maxi schermo” È il pezzo forte dell’abitacolo di Nuova Mégane E-TECH Electric, un vero e proprio gioiellino che incarna tutta la tecnologia integrata in questo modello di ultima generazione! Preannunciato dai concept TreZor (2016), SYMBIOZ (2017) e MORPHOZ (2019), la nuova dashboard OpenR, a forma di L rovesciata, mette insieme il driver display digitale del cruscotto e il display multimediale della console centrale. È la prima volta che questo equipaggiamento viene proposto come dotazione di serie. Unico sul mercato e frutto di tanti anni di sviluppi dei dipartimenti Design, Prodotto ed Ingegneria di Renault, incorpora nativamente anche le bocchette dell’aria centrali per restare fedele allo stile “a filo carrozzeria” del design del veicolo. Il display OpenR è rivestito da una superficie di vetro rinforzato che lo rende più resistente, piacevole al tatto e alla vista. La luminosità e il coefficiente di riflessione luminosa dei display sono stati ottimizzati per una migliore visibilità al sole, insieme ad uno specifico trattamento antiriflesso. In tal modo, è possibile eliminare la classica “visiera” del cruscotto guadagnando spazio e conferendo al tutto un effetto flottante molto moderno. La dashboard OpenR offre un’inedita superficie totale di visualizzazione: 321 cm² per il driver display da 12,3” (1920 x 720 pixel, formato orizzontale) e 453 cm² per il display multimediale da 12” (1250 x 1562 pixel, formato verticale). Insomma, un totale di 774 cm² per uno spazio digitale a bordo unico per la categoria, degno delle migliori berline premium! Nelle versioni entry-level, il display multimediale misura 9” (1250 x 834 pixel, formato orizzontale). La dashboard OpenR fa il pieno delle migliori tecnologie per un’esperienza fluida e ricca. Comprende la terza generazione della piattaforma Snapdragon Automotive Cockpit di Qualcomm, che supporta più display, una connettività all’avanguardia, tra cui l’USB di tipo C, e tutte le tecnologie necessarie per la sicurezza a bordo e i dispositivi di assistenza alla guida (Around View Monitor 3D, ad esempio). A livello di software, propone il nuovo sistema multimediale OpenR Link con Google integrato, per un’esperienza connessa intuitiva ed ottimizzata. Massima intuitività Il sistema multimediale OpenR Link è basato su Android OS, il sistema operativo di oltre il 75% degli smartphone del mondo*, nella versione dedicata al settore automobilistico (Android Automotive). Sviluppato da Google, è un software aperto ed open source, sempre aggiornato. Semplice ed intuitivo, OpenR Link presenta tutte le funzioni proposte da smartphone e tablet, integrando perfettamente Nuova Mégane E-TECH Electric nell’ecosistema digitale dell’utente. D’altronde, si usa come un tablet, utilizzando un solo dito (pressione breve, pressione lunga, scorrimento), più dita (pinch to zoom, etc.) o la voce, grazie al riconoscimento vocale. Riceve e visualizza le notifiche e consente di navigare facilmente tra le varie videate (Home/ Navigazione, Musica, Telefono, App, Veicolo), grazie alla barra dei menu situata nella parte superiore del display. Infine, proprio come il sistema operativo di smartphone e tablet, OpenR Link si aggiorna automaticamente, grazie alla tecnologia FOTA (Firmware Over-The-Air). Lo stesso suono premium per tutti gli occupanti Oltre ai due sistemi audio Arkamys sulle versioni entry-level e cuore di gamma, Nuova Mégane E-TECH Electric include un inedito sistema audio premium firmato Harman Kardon nell’allestimento alto di gamma (in opzione nella versione cuore di gamma). Lo studio di questo sistema è stato parte integrante dello sviluppo di Nuova Mégane E-TECH Electric, per offrire un’inedita esperienza musicale agli occupanti del veicolo. Con una potenza totale di 410 W, ha ben 9 canali: 2 tweeter ai lati del cruscotto, due woofer nei pannelli delle porte anteriori, due tweeter e due woofer nei pannelli delle porte posteriori e un subwoofer nel bagagliaio. Massima abitabilità Appena si sale è bordo l’effetto è sorprendente: quanto spazio! Nonostante l’ingombro minimo, Nuova Mégane E-TECH Electric vanta dimensioni interne simili a quelle della versione termica di Mégane (spazio longitudinale, distanza tra i passeggeri), se non addirittura superiori (raggio alle ginocchia al posteriore di 21 cm). Tuttavia, sono soprattutto l’abitabilità e la praticità ad essere state spinte al massimo, grazie alla piattaforma CMF-EV: passo allungato, vano motore ridotto che comprende alcuni elementi della climatizzazione, plancia più sottile, etc. I passeggeri dei sedili anteriori possono, così, disporre di più spazio in corrispondenza della console centrale e sotto la plancia. Inoltre, lo spazio a bordo e il comfort sono migliorati dalla mancanza del tunnel di trasmissione (pianale piatto), ma anche della leva del cambio e del quadro comandi di solito integrati nella console centrale. Materiali “come a casa” e riciclati A bordo di Nuova Mégane E-TECH Electric, l’ispirazione tratta dal mondo dell’arredamento è evidente e diversi materiali inediti o riciclati si abbinano per creare un’atmosfera accogliente per sentirsi “come a casa”. La volontà dei designer era anche quella di spingersi oltre i materiali tradizionali, come la plastica, e i soliti colori, come il nero. Pertanto, la plancia è rivestita di tessuto nelle versioni entry-level e cuore di gamma. Il tessuto è sostituito dal TEP (effetto pelle) nelle versioni alto di gamma. Il profilo superiore della plancia e la fascia superiore dei pannelli interni delle porte si arricchiscono di un rivestimento in Alcantara nelle versioni cuore di gamma e di legno decorativo Nuo nelle versioni alto di gamma. Il Nuo è un nuovo materiale innovativo in vero legno, composto da sottili strati di tiglio tagliati al laser e incollati su un tessuto con un adesivo a basso impatto ambientale. Il Nuo viene qui applicato in anteprima mondiale su un modello di serie. Abbinato al rivestimento in TEP della plancia, alle impunture dorate Warm Titanium dell’abitacolo e ai sedili in vera pelle (si veda sotto), contribuisce a rendere l’allestimento alto di gamma di Nuova Mégane E-TECH Electric raffinato ed elegante. In tutte le versioni, la plancia è arricchita anche da una modanatura decorativa orizzontale che dà un senso di maggiore spaziosità all’abitacolo e richiama le modanature dei pannelli interni delle porte. La plancia riflette la luce ed integra una striscia luminosa nelle versioni alto di gamma (in opzione nelle versioni cuore di gamma). Le sellerie delle versioni entry-level sono composte da tessuto derivato al 100% da materiali riciclati. Nel livello di equipaggiamento intermedio, anche le sellerie miste TEP/ tessuto utilizzano tessuto 100% riciclato. Infine, nell’alto di gamma, lo schienale e la seduta dei sedili anteriori e posteriori sono in pelle. Due sono i colori disponibili: nero titanio con profilo Warm Titanium o grigio chiaro con profilo moka. Infine, in tutti gli allestimenti, le tasche dei pannelli delle porte sono rivestite di moquette, per un maggior comfort acustico e visivo. LIVING LIGHTS, una vivace atmosfera luminosa L’illuminazione a bordo di Nuova Mégane E-TECH Electric è Full LED e basata sul ciclo circadiano, ossia il ritmo biologico del corpo umano nelle 24 ore, per ottimizzare il benessere degli occupanti. Pertanto, l’illuminazione dell’abitacolo, che comprende le strisce luminose della plancia, dei pannelli interni delle porte e del supporto per lo smartphone, è diversa di giorno e di notte e cambia automaticamente colore ogni 30 minuti. Quest’esperienza unica è stata battezzata LIVING LIGHTS. Con transizioni fluide tra i colori, effetti dinamici e naturali e cambi di colore automatici, l’ambient lighting sembra prendere vita. Di giorno, i colori freddi valorizzano il design interno e trasmettono una sensazione di alta tecnologia. Di notte, l’atmosfera accattivante dei colori caldi immerge il conducente e i passeggeri in un clima rilassante che rivela una nuova personalità di Nuova Mégane E-TECH Electric. L’ambient lighting è naturalmente personalizzabile tramite i settaggi MULTI-SENSE, il cui pulsante di accesso diretto è ora sul volante. In particolare, è possibile regolare l’intensità dell’illuminazione ed adattare il colore al proprio umore o preferenze. Nella dashboard OpenR, un cursore di regolazione manuale permette di scegliere su una tavolozza di 48 tinte il colore della plancia, delle fasce dei pannelli delle porte e della luce del cruscotto. I colori cambiano anche in funzione della modalità di guida selezionata. Sterzo e agilità ottimizzati Sulla piattaforma CMF-EV, è stato effettuato un lavoro specifico per consentire ai veicoli prodotti di associare la vivacità della motorizzazione elettrica ad un telaio dinamico, senza compromettere il comfort. Si ha per la prima volta un nuovo servosterzo elettrico, mentre il rapporto di riduzione è sceso a 12, il valore più basso del mercato, per proporre uno sterzo più agile e diretto. Ciò offre ai conducenti di Nuova Mégane E-TECH Electric una risposta veloce e chiara agli input del volante e facilita le manovre. Questo vantaggio è completato dalla presenza di un retrotreno multilink denominato Parallel Link. Insieme alla nuova colonna dello sterzo, garantisce una miglior tenuta di strada per una guida più sicura apportando, al tempo stesso, una maggiore precisione dello sterzo. Infine, la batteria è talmente sottile (110 mm) che permette di abbassare il centro di gravità del veicolo (-90 mm rispetto alla Mégane termica), favorendo l’agilità. La distribuzione del peso è equilibrata grazie all’integrazione della batteria sotto tutto il pianale. Protezione acustica brevettata L’innovativa “Cocoon Effect Technology”, sviluppata e brevettata dagli ingegneri Renault, crea un’inedita sensazione di comfort acustico durante la guida, anche su un veicolo elettrico che è di per sé silenzioso. Uno strato di morbida schiuma ammortizzante specifica è stato interposto tra il pianale del veicolo e tutta la superficie della batteria. Il beneficio si inizia ad avvertire dai 30 km/h, creando nell’abitacolo un effetto “cocoon” degno delle berline premium ed approfittando al massimo della silenziosità dell’abitacolo, della musica o delle conversazioni tra gli occupanti, anche in autostrada. Inoltre, la “Cocoon Effect Technology” ha il vantaggio di essere leggera, permettendo di risparmiare 3 kg rispetto alle soluzioni tradizionali di isolamento acustico. È completata dalla doppia tenuta stagna delle porte, un “privilegio” di solito riservato ai veicoli del segmento superiore. Sensazioni “su misura” I settaggi MULTI-SENSE di nuova generazione, inaugurati con Nuova Mégane E-TECH Electric, e il sistema multimediale OpenR Link, consentono di adattare le sensazioni di guida e la vita a bordo dell’abitacolo alla personalità e all’umore del conducente. Sono accessibili dal display OpenR e dal nuovo apposito pulsante sul volante. I settaggi proposti riguardano sia le sensazioni di guida (rigidità dello sterzo, calibrazione del motore e risposta dell’acceleratore) che l’atmosfera a bordo (ambient lighting, comfort del sedile del conducente, comfort termico, visualizzazione sul cruscotto, colore del cruscotto). Le tre modalità di guida pre-programmate (Eco, Comfort e Sport) mettono insieme il meglio di questi settaggi con i rispettivi obiettivi di efficienza, adattamento alle situazioni e incremento delle sensazioni dinamiche. C’è una quarta modalità (My Sense) che permette di scegliere completamente la personalizzazione dei settaggi. Il conducente può passare in qualsiasi momento da una modalità all’altra, anche tramite comando vocale. Motore di nuova generazione Il gruppo motopropulsore di cui è dotata Nuova Mégane E-TECH Electric è completamente nuovo. È stato sviluppato nell’ambito dell’Alleanza e ripreso dai vari partner. È prodotto in due siti: in Giappone per Nissan e in Francia, nello stabilimento di Cléon, per Renault. Si tratta di un motore sincrono a rotore avvolto, la tecnologia su cui Renault punta da un decennio e che sarà quella del futuro per il Gruppo Renault e l’Alleanza. Offre un rendimento migliore rispetto alla tecnologia del motore a magneti permanenti e l’assenza di terre rare riduce il suo impatto ambientale e i costi di produzione su larga scala. Grazie al design ottimizzato, è un motore compatto che pesa solo 145 kg (trasmissione inclusa), ossia il 10% in meno rispetto a quello ora utilizzato da ZOE, nonostante il significativo aumento di potenza e coppia. Sotto il cofano di Nuova Mégane E-TECH Electric, sarà proposto in due versioni: da 96 kW (130 cv) e 250 Nm da 160 kW (218 cv) e 300 Nm Offre tutto il piacere della guida elettrica, in particolare un’accelerazione istantanea, dinamica e lineare (fluida e senza scatti), e consente a Nuova Mégane E-TECH Electric di passare da 0 a 100 km/h in soli 7,4 secondi. Frenata rigenerativa “su misura” Ogni volta che si frena si permette alla batteria di recuperare energia, ma per consentire di ottimizzare l’autonomia indipendentemente dallo stile di guida, Nuova Mégane E-TECH Electric è dotata di un sistema di frenata rigenerativa ottimizzato. Sempre attiva quando la leva del cambio è posizionata su D, la frenata rigenerativa permette di recuperare l’energia cinetica della decelerazione (sollevando il piede dal pedale dell’acceleratore) per trasformarla in energia elettrica e stoccarla nella batteria. Ciò consente di migliorare l’efficienza e l’autonomia del veicolo preservando, al tempo stesso, i freni. Nuova Mégane E-TECH Electric ottimizza questa funzione proponendo quattro livelli di frenata rigenerativa, che si possono selezionare tramite gli appositi comandi situati dietro al volante: dal livello 0 (nessuna frenata rigenerativa) al livello 3 (massimo recupero energetico e freno motore ottimizzato, per una guida urbana molto intuitiva). Batterie sottilissime Come il gruppo motopropulsore, Nuova Mégane E-TECH Electric vanta anche una batteria completamente nuova da 395 kg, progettata per integrarsi perfettamente nella piattaforma CMF-EV. Si tratta della batteria più sottile del mercato in quanto è spessa solo 110 mm (lunga 1.960 mm e larga 1.450 mm), ovvero il 40% in meno rispetto alla batteria di ZOE. Contribuisce direttamente a ridurre l’altezza del veicolo a 1,50 m migliorandone così l’aerodinamica e l’efficienza. Per ottenere una tale compattezza, gli ingegneri si sono avvalsi di una nuova versione della chimica delle batterie agli ioni di litio con tecnologia NMC (dove NMC sta per “Nickel, Manganese, Cobalto”) di LG, che comprende più nickel e meno cobalto, per una maggiore densità energetica. Questa, con 600 Wh/l, è del 20% superiore a quella della batteria di ZOE. Gli ingegneri hanno anche sfruttato l’installazione nell’alloggio inferiore della batteria di un nuovo sistema di raffreddamento a liquido – una novità assoluta per il Gruppo Renault – che abbina efficienza e compattezza, grazie ai tubi in alluminio estruso. Alto solo 18 mm, questo sistema contribuisce alla migliore integrazione della batteria nella piattaforma, migliorando il design e l’abitabilità. Performance equilibrate Nuova Mégane E-TECH Electric propone due capacità di batteria: 40 kWh per un’autonomia di 300 km (norma WLTP) 60 kWh per un’autonomia fino a 470 km (norma WLTP, in funzione delle versioni). La batteria da 40 kWh è composta da 8 moduli da 24 celle ognuno, disposte su un solo strato. La batteria da 60 kWh è composta da 12 moduli da 24 celle ognuno, disposte su due strati. In entrambi i casi, le dimensioni della batteria restano invariate, soprattutto l’altezza record di soli 110 mm. Le batterie hanno una garanzia di 8 anni. Nel periodo di garanzia, vengono sostituite gratuitamente se si deteriorano ad un livello inferiore al 70% della loro capacità nominale. L’obiettivo di Nuova Mégane E-TECH Electric è offrire ai clienti performance equilibrate ed ottimizzate, ad un costo ragionevole. Le varie versioni della gamma coprono la maggior parte delle esigenze, sia quotidiane che straordinarie (weekend e vacanze). Versatilità di ricarica Oltre ai due livelli di potenza del motore e alla capacità della batteria, Nuova Mégane E-TECH Electric deve la sua versatilità di utilizzo alla molteplicità delle sue soluzioni di ricarica, potendo ricaricare nelle infrastrutture di ricarica AC, solitamente diffuse in città, fino a 22 kW, e, in quelle DC, più frequenti in autostrada, fino a 130 kW. Tutte le soluzioni sono ottimizzate per la massima efficienza. Nuova Mégane E-TECH Electric è, pertanto, compatibile con tutte le infrastrutture di ricarica che erogano corrente alternata (AC): dalla presa domestica (10A/2,3 kW monofase) alla colonnina pubblica (32A/22 kW trifase). Quest’ultima consente di recuperare fino a 160 km in un’ora. In funzione delle versioni, può essere compatibile anche con le infrastrutture di ricarica che erogano corrente continua (DC) fino a 130 kW (prese combo), come le stazioni di ricarica rapida che si trovano in autostrada. Può così recuperare fino a 300 km WLTP in 30 minuti. I ventisei dispositivi di assistenza alla guida di Nuova Mégane E-TECH Electric sono suddivisi in tre categorie: guida, parcheggio e sicurezza. Grazie a questi, Nuova Mégane E-TECH Electric si posiziona al top della categoria per il comfort del conducente e la sicurezza degli occupanti e degli altri utenti della strada. Active Driver Assist, la guida autonoma contestuale Con Nuova Mégane E-TECH Electric, l’Highway and Traffic Jam Companion, già noto nella gamma Renault, migliora ulteriormente. Diventa “contestuale” per ampliare il suo campo di applicazione al di là delle strade a scorrimento veloce e consentire al conducente di interpretare, nelle migliori condizioni, gli elementi che incontra per strada. Questa prestazione di guida autonoma di livello 2 ora si chiama Active Driver Assist. L’Active Driver Assist abbina il Cruise Control Adattivo contestuale con Stop & Go alla funzione di assistenza al mantenimento del centro corsia. Se le tecnologie del Cruise Control Adattivo sono invariate, il sistema è configurato per default in modalità Auto, per adattarsi automaticamente alla velocità rilevata dalla telecamera e dal sistema di navigazione. Inoltre, l’Active Driver Assist utilizza i dati di geolocalizzazione e le mappe specifiche che comprendono, in particolare, le rotatorie spesso presenti nelle strade interurbane, ma anche i limiti di velocità e le curve pericolose. Oltre a segnalare sul cruscotto questi eventi, Nuova Mégane E-TECH Electric è in grado di decelerare automaticamente, quando si avvicina ad una rotatoria per poi accelerare fino alla massima velocità consentita, dopo averla superata. Il veicolo si adatta automaticamente ai limiti di velocità vigenti, ad esempio, quando è necessario passare da 130 a 110 km/h. Il Lane Keep Assist (assistenza al mantenimento della corsia), invece, è ora in grado di funzionare anche in assenza di segnaletica orizzontale laterale (ad esempio, sul bordo di una strada provinciale). Se si rimane bloccati nel traffico e l’Active Driver Assist è attivato, il veicolo riparte automaticamente fino a 30 secondi dopo l’arresto, invece dei precedenti 3. Oltre i 30 secondi, è necessario l’intervento del conducente (ad esempio, premendo il pedale dell’acceleratore). L’Active Driver Assist fa parte del “Safety Coach” di Renault, l’insieme di tutte le misure che permettono di garantire una sicurezza ottimale agli utenti dei veicoli della Marca. Evitare gli urti e le uscite di strada Per ridurre i rischi di urto, Nuova Mégane E-TECH Electric è dotata di tre equipaggiamenti già noti: il Lane Departure Warning (LDW, allerta superamento della linea di corsia), il Blind Spot Warning (BSW, sensore di angolo morto) e il Lane Keep Assist (LKA, assistenza al mantenimento della corsia). Quest’ultima diventa più efficace che mai con la nuova versione Emergency Lane Keeping Assist (ELKA, assistenza di emergenza a mantenimento della corsia). Questo sistema associa i dati della telecamera frontale e dei radar laterali per rimettere il veicolo automaticamente in carreggiata quando, durante un tentativo di sorpasso, rileva un rischio di collisione frontale o laterale oppure il veicolo sta per uscire di strada. L’assistenza di emergenza di mantenimento della corsia funziona da 65 a 160 km/h (velocità massima del veicolo) per i sorpassi in cui sussiste un rischio di urto laterale o di uscita di strada e da 65 a 110 km/h per i sorpassi dove si rischia lo scontro frontale. Proteggere gli altri utenti della strada Si aggiungono due nuovi dispositivi di assistenza alla guida, inaugurati nella gamma Renault da Nuova Mégane E-TECH Electric, per la protezione degli altri utenti della strada, in particolare pedoni e ciclisti. Il sistema Rear Automatic Emergency Breaking (Rear AEB, frenata automatica di emergenza posteriore) è, come dice il nome stesso, la controparte della frenata automatica di emergenza, quando il conducente effettua la retromarcia. Se i sensori ad ultrasuoni posteriori rilevano un potenziale ostacolo (pedone, ciclista, palo), il sistema emette un segnale visivo ed acustico per avvertire il conducente. Se quest’ultimo non reagisce, il sistema ricorre alla frenata di emergenza per due secondi per evitare l’urto. Il sistema è attivo in caso di retromarcia tra i 3 e i 10 km/h. L’Occupant Safety Exit (OSE, allerta ostacolo in uscita dal veicolo) avvisa l’occupante del veicolo se, quando apre la porta per uscire, si sta avvicinando un altro veicolo, una moto o un ciclista, per evitare di investirlo o farsi investire. Questo sistema di alert visivo ed acustico permette di evitare gli “incidenti con le porte” che spesso interessano i ciclisti in città. Parcheggiare e circolare senza difficoltà Nella categoria Parcheggio, due nuovi dispositivi di assistenza alla guida pongono Nuova Mégane E-TECH Electric all’avanguardia della categoria. Il Multiview Camera 360° 3D è un sistema che utilizza quattro telecamere per effettuare una modellizzazione 3D del veicolo ed ottenere una visione a 360° delle sue immediate vicinanze. Il conducente può allora visualizzare l’esterno girando intorno al veicolo con il touchscreen ed ottenere una visione panoramica della parte anteriore e posteriore per effettuare tranquillamente le manovre di parcheggio. La funzione Full Auto Park (parcheggio interamente automatico) è, invece, un’evoluzione del sistema di parcheggio semi-automatico Easy Park Assist. Questa volta, l’automazione è quasi completa, in quanto non è più richiesto al conducente di azionare la marcia avanti e la retromarcia né di agire su acceleratore e freno nelle manovre di parcheggio assistito. Il ruolo del conducente si limita a sorvegliare l’ambiente e premere sul pedale dell’acceleratore per segnalare al sistema di continuare o concludere la manovra. Inoltre, il comfort e la tranquillità sono migliorati dallo Smart Rear View Mirror (visibilità posteriore tramite telecamera). Questo sistema funziona grazie ad una telecamera posizionata nella parte superiore del lunotto posteriore. Fornisce una visione in tempo reale della parte posteriore della strada dal retrovisore interno del veicolo, per una visione completa e senza ostacoli, complementare rispetto a quella dei retrovisori esterni. Sicurezza senza compromessi I tubi di alluminio estruso del sistema di raffreddamento liquido della batteria contribuiscono anche alla sicurezza della batteria stessa, grazie all’ottima resistenza strutturale. La rigidità della batteria è ottimizzata dalla struttura delle traverse e dei crash box, integrati nativamente nella piattaforma CMF-EV. Per offrire una sicurezza senza compromessi, Nuova Mégane E-TECH Electric è dotata anche del Fireman Access, un dispositivo innovativo nato dall’esclusiva partnership che lega da oltre un decennio il Gruppo Renault al Corpo dei Vigili del Fuoco. Si tratta di un accesso speciale che consente alle squadre di soccorso che devono affrontare una batteria in fiamme di spegnerla velocemente, riuscendo a circoscrivere l’incendio in soli 5 minuti contro il tempo di 1 - 3 ore necessario per i veicoli elettrici che ne sono sprovvisti. Oltre a questa innovazione, è previsto un interruttore situato sotto i sedili posteriori che consente alle squadre di soccorso di scollegare la batteria dal circuito ad alta tensione del veicolo. Sui finestrini di Nuova Mégane E-TECH Electric è apposto anche un QR Code per i soccorritori. In caso di incidente, basta scannerizzarlo per riconoscere che si tratta di un veicolo elettrico ed accedere celermente alle informazioni sulla sua architettura (in particolare, il posizionamento della batteria e degli airbag, i punti in cui è possibile intervenire tagliando rapidamente e senza rischi, etc.), un aiuto prezioso che consente di guadagnare fino a 15 minuti sul tempo necessario per estrarre un occupante dal veicolo! Il Fireman Access e il QR Code fanno parte del “Safety Coach” di Renault, l’insieme di tutte le misure che permettono di garantire una sicurezza ottimale agli utenti dei veicoli della Marca. In generale, la sicurezza dei clienti per strada – ma anche dei dipendenti sul posto di lavoro – è una delle tre colonne portanti (con la transizione ecologica e l’inclusione) della politica di responsabilità sociale e ambientale di impresa (RSI) adottata dal Gruppo Renault nell’ambito del piano strategico Renaulution. GAMMA E SCHEDA TECNICA LIVELLI DI EQUIPAGGIAMENTO Equilibre Techno Iconic VERSIONI A PRIVATI EV40 130cv Standard charge AC7 (non commercializzata in Italia) EV40 130cv Boost charge AC22 EV60 220cv Super charge AC7 + DC130 (non commercializzata in Italia) EV60 220cv Optimum charge AC22 + DC130 VersionI business EV60 130cv Super charge AC7 + DC130 (non commercializzata in Italia) EV60 130cv Optimum charge AC22 + DC130 DimensionI E PESO Lunghezza: 4,21 m Larghezza: 1,77 m (Business) / 1,78 m (Privati) Altezza: 1,50 m Passo: 2,70 m Sbalzo anteriore: 800 mm Sbalzo posteriore: 715 mm Peso: 1.624 kg VELOCITÀ Da 0 a 100 km/ in 7,4 secondi Velocità massima 160 km/h Renault Italia Topic Spy: ▶️ Renault Mégane E-TECH Electric 2022 - Prj. BCB (Spy)
  8. Renault rivela il M.Y. 2020 per la sua compatta di segmento C, la Megane. Il cambiamento più evidente riguarda il frontale dell'auto, dove debutta la tecnologia LED per le luci anche dei modelli entry-level. La stessa tecnologia è adottata per i fendinebbia e per le luci posteriori. Sono anche visibili lievi modifiche alle griglie superiore e inferiore, insieme ad un paraurti anteriore modificato leggermente. A partire dagli allestimenti più ricchi, sarà disponibile - di serie- un kit di inserti in cromo. Altre importanti modifiche includono i nuovi cerchi in lega da 16 e 18 pollici e tre nuove tonalità di vernice: Highland Grey, Baltic Grey e Solar Copper. All'interno dell'abitacolo la Megane 2020 accoglie un quadro strumenti digitale da 10,2 pollici integrato da un touchscreen per l'info-telematica da 9,3 pollici in modalità verticale. Renault ha anche avuto il problema di aggiornare la console centrale apportando alcune piccole modifiche ai controlli del clima per una migliore ergonomia. Nuovo anche lo specchietto retrovisore "mirror-less", ma solo se si scelgono gli allestimenti più ricchi. Completano le modifiche l'aggiunta di un nuovo rivestimento, insieme a un sedile del conducente regolabile elettricamente sulle versioni più sofisticate. Sottopelle, invece, la Renault Megane 2020 si rinnova completamente. Abbiamo il debutto dell'unità ibrida (sotto la sigla E-Tech) plug-in, che è spinta da un 1.6 benzina abbinato a due motori elettrici, una trasmissione a 4 rapporti, ed un pacco batterie da 9,8 kWh. La Megane E-Tech può funzionare esclusivamentei n elettrico per 50 chilometri, ma con una velocità fino a 135 km / h. I modelli a propulsione convenzionale si basano sul noto motore a benzina 1.3 TCe disponibile in diversi stati di potenza: 115, 140 e 160 cavalli. Nuovo per il 2020, un motore ecologico da 100 CV viene aggiunto alla gamma ed è collegato a un cambio manuale a sei marce, proprio come la variante da 115 CV. Mentre è necessario scegliere la declinazione da 140 CV per godere dell'automatico doppia frizione a sette marce (optional), che è l'unico cambio disponibile per l'unità più robusta da 160 CV. Sul lato diesel, la Megane ha i nuovi motori Blue dCi da 1,5 litric on 95 CV o 115 CV e una scelta tra le trasmissioni manuali e automatiche a seconda dell'unità. Muovendosi più in alto nella gerarchia, la GT Line è ormai un ricordo del passato in quanto viene sostituita dalla RS Line. Come il suo predecessore, è essenzialmente un pacchetto di stile per coloro che non riescono a fare lo sforzo finanziario per prendere una RS o una RS Trophy. Inoltre, la Megane RS 2020 ottiene 300 cavalli di serie (+ 20 CV rispetto a prima). La coppia è stata aumentata di 30 Nm a 420 Nm, che sono scaricati al suolo grazie ad un cambio automatico a doppia frizione. Se venisse scelto il cambio manuale otterrai 400 Nm o 10 Nm in più rispetto a prima. Significa effettivamente che entrambe le versioni RS ora hanno identiche potenze. Un altro cambiamento importante è l'aggiunta di una valvola meccanica per il sistema di scarico per modificare manualmente la colonna sonora del motore. Il top della gamma Megane RS Trophy ottiene le stesse revisioni di stile dentro e fuori dei membri minori della gamma, insieme alla nuova tecnologia ed ai sedili Recaro opzionali esclusivi di questa versione. Renault renderà la gamma Megane disponibile in Europa a partire dall'estate. ________________________⬇️______________________ Topic Spy --> Clicca Qui! Megane E-Tech Renault Megane 2020 Renault Megane R.S. Line 2020 Renault Megane R.S. 2020
  9. Restomod elettrico creato in collaborazione con l'artista francese Pierre Gonalons. La carrozzeria è stata completamente ripulita e levigata, ed è stata dipinta con una vernice a 3 strati con pigmenti blu, oro e rosa . Il cambiamento più drastico è avvenuto all'interno, con il volante rifatto in Marmo riciclato e carbonio e ricostruito in una forma inusuale. Non mancano le tecnologie di ultima generazione, quale il riconoscimento delle impronte digitali per entrare e lo spazio per lo smartphone sulla plancia. La macchina verrà venduta all'asta insieme al suo NFT e il ricavato verrà devoluta all'associazione "Give Me 5", dedicata ai giovani.
  10. La Régie è a lavoro sulla quarta generazione del Master, la cui attuale iterazione risale al 2010. Come si può notare dagli spies, il passo è chiaramente fuori asse rispetto alla carrozzeria, che nei test iniziali rimane quella dell’attuale furgone. Motor.es
  11. autobild.de Appare il primo shop per la futura generazione del Kangoo, basato sul concept presentato allo scorso salone di Francoforte. Sarebbe davvero carino, secondo me, se fosse così.
  12. Via Motor.es - Via Instagram Griglia inferiore con nuovi elementi cromati, nuovo design per fendinebbia e fari anteriori con grafica DRL rinnovata a forma di C. Nuove tinte esterni e nuovi cerchi in lega da 15 fino a 17 pollici. All'interno, un nuovo schermo da 10 pollici funge da pannello strumenti che offre le informazioni del sistema di propulsione elettrica, mentre la piattaforma multimediale "EASY LINK" ha un monitor da 9,3 pollici con connettività "Apple CarPlay" ed "Android Auto" e mostra informazioni interessanti come la disponibilità di stazioni di ricarica in tempo reale. Il pulsante di avvio è ora distinguibile dal nuovo colore blu, mentre la "leva del cambio" è rappresentata da due pulsanti per le modalità B e D, rispettivamente Brake (One-Pedal-Feeling, frenata attiva nel momento in cui si alza il piede dall'acceleratore) e Drive. La nuova Renault ZOE ha un motore elettrico più potente denominato R135 che offre una potenza massima di 135 CV e prestazioni generose - dettagliato nella tabella seguente - e una autonomia massima di 390 chilometri, grazie a una nuova batteria con una capacità di 52 kWh , 20% in più di autonomia nella stessa dimensione della batteria denominata "ZE50" . SPECIFICHE DEL RENAULT ZOE 2019 Potenza massima 100 kW (135 HP) Coppia massima 245 Nm Velocità massima 140 km / h Accelerazione 0 - 100 km / h 10 s Accelerazione 80 - 120 km / h 7.1 s Valori provvisori misurati secondo il ciclo WLTP per la versione "Life" e in corso di approvazione Topic Spy --> https://www.autopareri.com/forums/topic/66010-renault-zoe-ii-spy
  13. Il brand di Renault dedicato alla mobilità alternativa presenta in vesti definitive la Limo, sin’ora conosciuta come The Queen. In realtà è il rebranding di una vettura elettrica cinese creata in JV con Renault (Jiangling). Sarà disponibile dal 2022 in abbonamento per flotte, taxi e trasporto con conducente. Press Release: Un business model a zero emissioni adatto per il mercato del ride-hailing In Europa, il mercato del ride-hailing (taxi e noleggio con conducente) è in piena crescita: dovrebbe raggiungere un valore di 50 miliardi di euro nel 2030, contro gli attuali 28 miliardi. Questo mercato dovrebbe anche andare incontro a un processo di elettrificazione rapido e massiccio. I veicoli elettrici saranno, infatti, presto indispensabili per avere accesso ai centri urbani soggetti a restrizioni della circolazione, soprattutto alle zone a basse emissioni (LEZ- Low Emission Zones) che si moltiplicano in tutta Europa. Ora, gli autisti guidano soprattutto in ambiente urbano e periurbano. Per esempio, dei 47.500 noleggi con conducente registrati in Francia, il 70% si trova nella regione dell’Ile-de-France (dati 2020, Stacian). Mobilize Limo dà pertanto una risposta adeguata agli autisti che, oggigiorno, richiedono veicoli a zero emissioni che siano, al tempo stesso, distintivi, spaziosi, confortevoli ed economici. Con un’autonomia di circa 450 km (in corso di omologazione WLTP) e la guida silenziosa, fluida e senza vibrazioni, Mobilize Limo è stata pensata per togliere qualsiasi remora sulla mobilità elettrica agli autisti dei veicoli per servizi di trasporto pubblico e ai gestori delle flotte. Mobilize Limo sarà commercializzata con un’offerta che comprende sia il veicolo che i servizi per tutti i tipi di autisti: taxi, noleggio con conducente ed altri servizi per il trasporto delle persone (di tipo medico, sociale, ecc.). Grazie all’offerta di Mobilize, tutti questi professionisti della strada potranno contare su un pacchetto di servizi completo e adatto alle loro esigenze, indipendentemente dal fatto che pratichino un’attività a tempo pieno, part-time oppure occasionalmente. Questi servizi saranno disponibili anche su altri veicoli elettrici del Gruppo Renault. Gestiti da RCI Bank and Services, i contratti di noleggio proposti da Mobilize saranno flessibili a livello di chilometraggio e durata. Verrà offerta anche una soluzione pay as you drive per gli autisti occasionali. Inoltre, per le compagnie di taxi e noleggio con conducente, Mobilize proporrà, grazie alla partnership con alcune start-up, una soluzione completa per la loro attività (consegna, soluzioni di pagamento, ricarica, connettività, ecc.) per ottimizzare il TCO (Total Cost of Operations) e l’eccellenza operativa, al servizio dei clienti. I pacchetti Mobilize includeranno anche servizi come garanzia del costruttore, manutenzione, assicurazione e soluzioni di ricarica. Questi pacchetti all inclusive e competitivi, che puntano ad offrire agli operatori professionali tutta la tranquillità di cui hanno bisogno, saranno presentati nel dettaglio nei prossimi mesi. Design elegante ed attraente Limo misura 4,67 m di lunghezza, 1,83 m di larghezza e 1,47 m di altezza. Una struttura simile a quella dei modelli del segmento D. È una berlina a 4 porte, elegante e distintiva, con il cofano corto e il tetto spiovente. Ha un design attuale, fluido e dinamico, che accompagna la transizione verso i veicoli elettrici. Proposta nelle tre tinte di carrozzeria più apprezzate dalla clientela (Metallic Black, Metallic Grey, Glossy White), Limo ha un bel portamento e trasmette un’immagine di qualità e raffinatezza. In particolare, è dotata di: maniglie delle porte integrate, a filo con la carrozzeria, che si aprono elettricamente quando si sbloccano le porte gruppi ottici LED affusolati con firma luminosa sofisticata ed indicatori di direzione dinamici logo Mobilize all’anteriore e al posteriore e sticker Mobilize Limo specifici di fianco ai retrovisori cerchi in lega verniciati fumé da 17”. A bordo di Limo si respira calma e serenità, con le sellerie in TEP (effetto pelle) dal look satinato, morbido al tatto e facile da pulire. Il rivestimento dei pannelli interni delle porte con una striscia luminosa e gli inserti tipo cromato sottolineano la qualità delle finiture, mentre sono disponibili sette colori per personalizzare l’ambient lighting dell’abitacolo. Il logo Mobilize è apposto, in particolare, sul volante e sui tappetini. La plancia è degna delle berline del segmento, con materiali di qualità ed inserti decorativi in stile carbonio. Il doppio display digitale è disposto nella parte alta su un’ampia fascia: display da 10,25” per il quadro strumenti digitale e touchscreen da 12,3” al centro della plancia per le funzioni multimediali. Grande comfort per l’autista e i passeggeri La progettazione di Mobilize Limo risponde, innanzitutto, a una logica di servizio e utilizzo. Si tratta di offrire quanto più comfort e praticità all’autista e ai suoi passeggeri. Il posto guida di Limo è stato progettato per offrire agli autisti professionali il massimo comfort ergonomico ed acustico in un ambiente stimolante. Il sedile del conducente presenta regolazioni elettriche a 8 vie (4 vie per il sedile del passeggero) e un volante regolabile in altezza e profondità per offrire una posizione di guida ideale adatta a tutte le morfologie. Nella parte anteriore, tra i sedili, si trova un vano refrigerato. Grazie al passo lungo di 2,75 m, Mobilize Limo vanta una straordinaria abitabilità per i passeggeri dei sedili posteriori con, in particolare, un raggio alle ginocchia di 288 mm, degno della categoria superiore. Anche l’accesso ai sedili posteriori è facilitato dall’ampia apertura delle porte. Sul divano posteriore si possono accomodare tranquillamente tre persone, soprattutto grazie al pianale piatto. In mezzo c’è un bracciolo amovibile con due porta-bevande. I passeggeri dei sedili posteriori possono usufruire anche di due prese USB che consentono loro di connettere smartphone e tablet. In corrispondenza dei sedili posteriori ci sono anche i comandi del volume audio, le bocchette per regolare il flusso d’aria e le luci di cortesia. Il bagagliaio posteriore di Mobilize Limo ha un volume di 411 litri, con una lunghezza di carico pratica e generosa per contenere anche grandi valigie. Sotto il pianale del bagagliaio è alloggiata una ruota di scorta di tipo ruotino. Guida morbida, ma stimolante Mobilize Limo è dotata di un potente motore 100% elettrico che eroga 110 kW (150 cv) e una coppia di 220 Nm disponibile immediatamente. Questa potenza offre pronte accelerazioni in ogni circostanza e una grande versatilità di utilizzo. Con Limo, la guida è morbida e liscia in ambiente urbano e periurbano. Vanta un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 9,6 secondi, mentre la velocità massima è limitata a 140 km/h. Il conducente può scegliere tra tre modalità di guida (Eco, Normal e Sport) e tre livelli di intensità della frenata rigenerativa sui comandi del veicolo. Limo è particolarmente maneggevole in città grazie a un raggio di sterzata di 11,2 m. È dotata di un alert sonoro per segnalare la sua presenza ai pedoni e agli altri veicoli in città. Questo dispositivo è sempre attivo fino a 30 km/h e si attiva quando si passa alla modalità Drive. Connettività semplice ed efficace Il sistema multimediale a bordo di Mobilize Limo include la funzione Smartphone Replication tramite il display centrale touchscreen da 12,3”. La maggior parte degli autisti utilizza, infatti, il proprio telefono per la navigazione o l’accesso alle piattaforme (Uber, per esempio). La App dedicata a Limo consente al conducente anche di avere accesso alle informazioni del veicolo, geolocalizzarlo e controllare alcune funzioni da remoto (apertura/chiusura delle porte, preclimatizzazione, avvio della ricarica, ecc.). Compatibilità con tutti i tipi di ricariche Mobilize Limo ha una batteria agli ioni di litio a raffreddamento liquido di una capacità di 60 kWh che le consente di percorrere circa 450 km (ciclo WLTP in corso di omologazione) tra due ricariche. Un’autonomia sufficiente per coprire una giornata di intenso lavoro, garantendo i chilometraggi quotidiani degli operatori professionali (in media 250 km/giorno), ma anche di più, per rassicurare anche chi copre lunghe distanze. Mobilize Limo è compatibile con i tipi più diffusi di ricariche AC e DC, ovvero può collegarsi a tutte le colonnine pubbliche ed infrastrutture di ricarica domestiche di tipo Wallbox. È possibile effettuare la ricarica anche su una semplice presa di corrente. Con la ricarica rapida, si possono recuperare 250 km di autonomia in soli 40 minuti. Tecnologie di punta per una sicurezza ottimale Limo è dotata di fari Full LED che garantiscono una visibilità ottimale di notte. Di serie presenta 8 airbag (2 frontali, 2 laterali anteriori, 2 laterali posteriori e 2 a tendina) e il meglio delle tecnologie di assistenza alla guida (ADAS): Cruise control adattivo (Adaptative Cruise Control) Sensore di angolo morto (Blind Spot Detection) Allerta per il superamento della linea di corsia e assistenza al mantenimento della corsia (Lane Change Assist, Lane Keeping Assist, Lane Deviation Warning) Frenata automatica di emergenza con riconoscimento dei pedoni (Front Collision Warning, Pedestrian Collision Warning, Advanced Emergency Braking) Riconoscimento della segnaletica stradale (Traffic sign recognition) Multiview camera 360° (Around View Monitor) Sensori di parcheggio anteriori e posteriori (Front and rear parking radar) Sistema di rilevamento dei veicoli in arrivo (Rear Cross Traffic Alert) Spia di apertura delle porte (Door Opening Alarm) A seconda dei mercati, Mobilize Limo potrà essere dotata di un Pack Winter che comprende i sedili e il volante riscaldabili. Cenni su Mobilize Mobilize, che gestisce i servizi di mobilità, energia e dati, fa parte del Gruppo Renault. Costruita su ecosistemi aperti, Mobilize fornisce soluzioni di mobilità flessibili e promuove una transizione energetica sostenibile, in coerenza con l’obiettivo del Gruppo Renault di raggiungere la neutralità carbonica e con la sua ambizione di sviluppare il valore dell’economia circolare. Renault Italia
  14. Premetto che io l'ho guidata per un breve test in città pianeggiante, e salvo ritardi dovrei entrarne in possesso entro metà Novembre, vorrei sapere se hai percorso discese lunghe e mediamente ripide, e come ti sei trovato. Leggendo vari forum ,pare che una volta che si raggiunge carica batteria 100% l'auto vada in elettrico e scompaia del tutto il freno motore e bisogna affidarsi solo ai freni,i quali se discesa di qualche chilometro tendono a surriscaldarsi e a rendere pedale del freno spugnoso e in casi limiti si è pure costretti a fermarsi per lasciarli raffreddare.Visto che lamentele sono tante e non solo su Forum italiani,vorrei sapere se tu o altri hanno questo problema, che mi pare più una questione di logica centralina ,che come tu hai accennato non mi pare gestica al meglio cambiate in generale e logica quando motore termico deve rimanere acceso e a volte vada un pò nel pallone
  15. Presentata ufficialmente la nuova famiglia di veicoli commerciali compatti di Renault Si suddivide in due modelli e cioé Kangoo Electric, Kangoo, Kangoo Van e, in foto a destra, i nuovi Express Van (venduto in Europa e derivato da Dokker) ed Express (variante passeggeri, derivato dal Dokker e non venduto in Europa) Press Release: Nuovo Kangoo Van, il piccolo furgone innovativo dallo stile atletico e dinamico, è pensato non solo per le aziende e i grandi clienti ma anche per gli artigiani e i commercianti esigenti, alla ricerca di un veicolo su misura, dotato delle ultime tecnologie. Con l’innovativo Easy Side Access e l’Easy Inside Rack, Nuovo Kangoo Van rivoluziona il modo di lavorare. - Easy Side Access: particolarmente pratico in centro città, questo sistema innovativo consente al cliente di accedere facilmente al pianale di carico, indipendentemente dai vincoli di parcheggio. Eliminando il montante centrale, Nuovo KANGOO VAN propone l’accesso laterale più ampio del mercato pari a 1.416 mm (due volte più grande rispetto alla versione precedente). - Easy Inside Rack: un’altra novità è il portapacchi interno a scomparsa che consente di trasportare oggetti lunghi ed ingombranti in altezza, al di sopra del lato passeggero, liberando spazio a livello del pianale. Nuovo KANGOO VAN si impone con un design esterno più muscoloso. Il frontale è stato completamente ridisegnato e verticalizzato con una linea cromata tra la calandra e il paraurti anteriore. Nuovo KANGOO VAN è inoltre dotato di fiancate scolpite, spalle marcate e nuove cromature esterne I nuovissimi interni lasciano spazio ad una plancia che si sviluppa orizzontalmente, che prevede tanti vani portaoggetti. I nuovi sedili interamente ridisegnati aumentano il comfort e la resistenza, per utilizzi più intensivi. Nuovo KANGOO VAN è dotato del sistema multimediale Renault EASY LINK e di nuovi dispositivi di assistenza alla guida, tra cui il retrovisore interno digitale Rear View Assist. Questo nuovo sistema omologato permette di avere un’ottima visibilità posteriore, particolarmente adatta per le versioni con porte posteriori non vetrate. Altre novità: il controllo di stabilità del rimorchio (Trailer Swing Assist) e la frenata di emergenza attiva AEBS (Advanced Emergency Braking System). Nuovo KANGOO VAN offre una varietà incomparabile di lunghezze e motorizzazioni. Sarà disponibile in due lunghezze, con cambio manuale o automatico EDC, in versione diesel, benzina, ma anche elettrica. Il volume utile aumenta da 3,3 a 3,9 m³ nella versione standard e da 4,2 a 4,9 m³ nella versione più lunga. Nuovo KANGOO, il multispazio elegante e spazioso, dotato di cinque veri posti, risponde perfettamente alle esigenze delle famiglie numerose, con un design rivisitato, più comfort ed equipaggiamenti e nuovi dispositivi di assistenza alla guida. Mantiene così tutte le sue ingegnose funzionalità in termini di modularità, molto apprezzate anche dai clienti professionali. Nuovo KANGOO VAN e Nuovo KANGOO saranno prodotti nello stabilimento Renault di Maubeuge in Francia e saranno commercializzati in Europa e nel mondo (*). Nuovo EXPRESS VAN, il piccolo furgone pratico ed efficace, è pensato soprattutto per i giovani imprenditori e le piccole flotte aziendali, alla ricerca della praticità, rispondendo alle loro principali esigenze. Nuovo EXPRESS VAN vanta il Family Feeling del Brand Renault, esprimendo robustezza e modernità. Il nuovo abitacolo, dotato di sedili rinforzati, introduce maggiore qualità e comfort a bordo. Un’attenzione particolare è stata dedicata ai vani portaoggetti e all’ergonomia. Propone infatti la miglior offerta della categoria in termini di vani portaoggetti (48 litri) e un volume di carico che passa da 3,3 a 3,7 m³. Nuovo EXPRESS VAN comprende il sistema multimediale Renault EASY LINK e propone vari dispositivi di assistenza alla guida come il Rear View Assist per il monitoraggio della visione posteriore, il Blind Spot Warning, i Parking Radar anteriori e posteriori, per non dimenticare lo specchietto Wide View nell’aletta parasole passeggero. Nuovo EXPRESS, il multispazio versatile ed economico, propone cinque veri posti e un grande volume di carico. È pensato per un utilizzo misto (professionale e familiare), ma anche per gli artigiani e i commercianti. Nuovo EXPRESS VAN e Nuovo EXPRESS saranno prodotti nello stabilimento Renault di Tangeri in Marocco. Nuovo EXPRESS VAN sarà commercializzato in Europa e nel mondo (*). Nuovo EXPRESS sarà commercializzato sui mercati internazionali (*), al di fuori dell’Europa. (*): I Paesi di commercializzazione nel mondo saranno precisati a inizio 2021. Nuovo Kangoo Van e Nuovo Express Van: la forza di Renault Pro+ per gli operatori professionali - Esperta di veicoli commerciali da oltre 120 anni, Renault mette al servizio degli operatori professionali tutto il suo know-how proponendo, con la Marca Renault Pro+, veicoli commerciali e servizi su misura nonché una rete dedicata di 650 aziende nel mondo. - Il Gruppo Renault, leader europeo del mercato dei furgoni e furgonette dal 1998, mantiene questa posizione per il 21° anno consecutivo. - Renault è anche pioniere e leader dei veicoli commerciali elettrici in Europa per il 9° anno consecutivo, con circa un veicolo elettrico su due. Dal 2011, Kangoo Z.E. è il veicolo commerciale elettrico più venduto in Europa. Ad oggi sono stati venduti oltre 50.000 Kangoo Z.E.. - Renault elettrificherà tutta la sua gamma di furgoni e furgonette entro il 2022. Renault Italia Kangoo Kangoo Van Press Release Kangoo Van: Renault Italia Express Van Press Release Express Van: Express (non in vendita in Italia) Topic Spy: ➡️ Renault Kangoo III e Express 2021 - Prj. XFK/XJK (Spy)
  16. Il nuovo concept di Renault anticipa un'innovativa piattaforma che permette di combinare un pacco batteria da 40 kW con 16 kW di celle a combustibile. Il risultato sono 800 km con una sola pausa di pochi minuti per fare il pieno di idrogeno e una migliore sostenibilità, grazie a delle batterie più piccole. La sostenibilità è accentuata dal mix di materiali riciclati e riciclabili (che costituiscono il 95% dei materiali totali), che Renault vorrebbe portare in produzione come standard entro il 2030. Lunga 449 cm e con un passo di 283 cm, la vettura anticipa la nuova Scénic E-Tech che uscirà nel 2024 basata sulla piattaforma CMF-EV della Mégane E-Tech. Press Release: A design that opens the way to new perspectives Scénic Vision concept-car is a true embodiment of Renault's "Nouvelle Vague" and the result of a thorough design exercise and bold aesthetic choices. Its design prefigures different time horizons for the Renault range of vehicles. The exterior reveals the shapes and style of a new family model that will be marketed in 2024. Its interior design is a forward-looking study of future Renault interiors. Its hydride electric and hydrogen powertrain, reflects Renault's desire to find solutions for all types of use and is part of a longer-term vision, beyond 2030. This design opens the way to new perspectives, that of a world where cars and people converge towards the same values. “Scénic Vision represents a new chapter in the history of Renault Group and for the brand. This concept prefigures the exterior design of the new Scénic 100% electric model for 2024 and the new Renault design language. The interior design, is a forward-looking study of future Renault interiors. Scénic Vision provides a suite of technologies and innovations at the service of a more sustainable mobility.” . said Gilles Vidal, VP Renault Brand, Design. Renault & Jean-Michel Jarre Jean-Michel Jarre is a French composer, performer and record producer. Coming from the world of electro-acoustic research, he has given electronic music a popular dimension. Jean-Michel Jarre is an artist and also an engineer, he has constantly linked technology and creation. This is very close to how Renault has always seen innovation. JMJ is also highy involved into protecting the environment as a UNESCO ambassador since 1993 (on environment and education topics). The collaboration with Jean-Michel Jarre started in the early days of making Scénic Vision, precisely on the acoustics and signal processing. The artist teamed up with the design team in order to shape the sound signature of the concept-car, following the idea of “caring for the resources” with a “less is more” approach with only 1 loudspeaker on each door and the soundbubble system on every headrest. Scénic Vision sets the beginning of a close collaboration with Jean-Michel Jarre. The artist will be an ambassador of the Renault brand, working with the teams on future solutions to be included into the product lineup. Caring for the resources Eco-design and short loops 70% of the materials used in the vehicle are recycled and over 95% of the vehicle is recyclable, including the battery. The floor of the vehicle was composed by agglomerating plastic scraps from other sources (milk bottles, plastic pipes, etc.). On the whole vehicle, 30% of the plastic is biosourced. The vehicle's fittings are made of recycled carbon from the aeronautical industry. Short loops are being deployed on strategic materials such as platinum, copper, aluminum and steel as well as the battery’s minerals Tires are sourced from a GNSPR member manufacturer, committed to environmental and human rights responsibility. The leather is abandoned and replaced by 100% recycled low carbon polyester. The fuel cell tank is made of carbon fiber from recycled paper waste Better air quality Inside: Placed in the driver's door, an air filter improves the air quality inside the vehicle by filtering the outside air. Outside: The black pigments in the paint are derived from the processing of particles captured in the atmosphere;. a paint without synthetic pigment, which contributes to the improvement of air quality. Caring for the climate The best from electricity and hydrogen H2-Tech technology: a hybrid vehicle, both electric and hydrogen, equipped with a 16kW fuel cell. The H2-Tech technology is based on the "range extender" technology, which makes it possible to carry a battery that is twice as light, for the same range, thus contributing to decarbonization beyond the electrification of the vehicle. Although this solution is a vision for a passenger car, Renault Group through Hyvia (joint venture with Plug Power) already offers H2 solutions on LCVs. In 2030 and beyond, once the network of hydrogen stations is large enough, you will be able to drive up to 800 km – or, for instance, 750 km from Paris to Marseille – without stopping to charge the battery. You will only have to stop for 5 minutes or less to fill the hydrogen tank. Following on from the partnerships already entered into, this vehicle has a carbon footprint that is 75% smaller than that of an electric vehicle such as the Megane E-Tech electric. Its battery is up to 60% less carbon intensive than an equivalent battery, thanks to the use of short loops and low-carbon sourcing of minerals, and the use of low-carbon energy to assemble and produce the battery. Caring for the people Safety Total transparency and visibility A camera system integrated into the front of the vehicle enlarges the driver's field of vision by 24% by retransmitting the immediate environment on a screen positioned on the dashboard. The windshield is thus enlarged to 180° for a total and reassuring visibility, the hood appears transparent. New generation of safety and connected health: Safety Coach A risk assessment interface helps to anticipate last-minute stressful situations. It compensates for the driver's possible lack of attention and gives personalized advice to continuously improve driving habits. This interface also provides personalized health advice to the driver via the analysis of data collected by cameras and connected sensors placed inside the cabin (heart rate, fatigue, etc.). Inclusiveness A vehicle that adapts to its user A facial recognition system allows the door to be opened and the vehicle settings to be adjusted according to the driver's profile. This system also offers the possibility of adapting the driving conditions to a possible handicap. Ultra-personalized and inclusive sound space Each seat is equipped with microphones and loudspeakers to provide its own audio ambience (radio, hi-fi, voice-assisted driving) while maintaining optimal communication on board. The retransmission of the voice of the passengers and the driver, and if necessary the amplification of their voice, facilitates communication between the occupants of the vehicle, in particular if a hearing impaired user is on board. Increased accessibility The absence of a pillar between the doors and a flat floor facilitate access for people with reduced mobility. TECHNICAL SPECS Length: 4,490 mm Width: 1,900 mm Height: 1,590 mm Wheelbase: 2,835 mm Rims: 21 inches Tires: 235/45 R21 Weight: 1,700 kg Energy: hybrid electric-hydrogen Engine: 160 kW electrically excited synchronous motor Fuel cell: 16 kW Battery: 40 kWh Renault
  17. Appaiono nella stampa parecchie ricostruzioni della futura Kadjar del 2021 : - l’autojournal , 1046, 21.11.19 : - Auto Plus (F), 15.11.19 :
  18. Press release: RENAULT Il facelift porta al debutto sulla Espace led matrix e guida autonoma di livello 2.
  19. In attesa si capire se si tratti realmente dell’Austral a 7 posti, metto qui. Non sono iper convinto, ma la zona posteriore sembra più lunga.
  20. Stando a Reuters, Luca De Meo non intende eliminare la Renault Mégane, anzi, desidera renderla punto focale e pilastro della futura gamma di segmento C del brand. È altamente probabile anche una versione crossover in stile XCeed, una strada che starebbe prendendo anche PSA con una variante della prossima 308; questo perché l’aggiungere silhouettes (di tendenza, ndr) aumenterebbe i profitti, come affermato da De Meo. Una linea che non mi stupisce, quella di De Meo, dato il successo della precedente Léon e l’ottimo risultato generale ottenuto con l’attuale modello.
  21. Renault Scénic M.Y. 2021 si presenta con qualche modifica all’anteriore (nuova calandra cromata, fari più efficienti, griglia inferiore con un nuovo motivo e alloggi fendi modificati), nuovi colori e nuovi cerchi da 20’’. All’interno nuove scelte per i sedili. Autoweek
  22. via Renault ———————————————————————————————————— SPY TOPIC ➡️ CLICCA QUI! ————————————————————————————————————
  23. Secondo lieve aggiornamento per il D-SUV della Régie, che porta al debutto nuove grafiche anteriori e posteriori, sì da allinearsi al resto della rinnovata gamma compatta/media. Novità anche l'adozione dell'Hill Descent per i modelli 4WD e nuove tinte per esterni ed interni. Press Release: Renault Clicca Qui ➡️ Topic Spy Rimane discreto ma a mio avviso rientra perfettamente nella categoria "Meh Cars".
  24. Direttamente dalla pagine Instragram di Renault e di TheArsenale, alcune immagini ed un video teaser per quella che sarà la Renault R4 Concept che verrà presentata il 26 Novembre. Il nome ufficiale non si sa ancora quindi ho messo R4 Concept nel titoto. 255639641_418389286508865_5570548520493234848_n.mp4 ---- Renault and TheArsenale unveil AIR4: where we are going, we don’t need roads AIR4, A FLYING SHOWCAR INSPIRED BY THE ICONIC RENAULT 4 FOR ITS 60TH ANNIVERSARY To conclude the celebrations for the 60th anniversary of Renault 4, the car maker has decided to team up with motion design hub TheArsenale to create a futuristic showcar, reinterpretation of this iconic model. 2021 marks the 60th anniversary of Renault 4L, a car that has sold more than 8 million units in over 100 countries over a period of more than 30 years. Much more than a car, 4L is a true icon. To celebrate its 60th anniversary, Renault has been holding a year of celebrations consisting of a number of initiatives. To wrap it up, the brand decided to join forces with the ground-defying design hub TheArsenale to create a showcar that gives a futuristic and offbeat reinterpretation of 4L. The original Renault 4 was a simple, efficient and versatile vehicle built between 1961 and 1992. A “blue jeans” car, as the former head of Renault Group, Pierre Dreyfus, used to describe it. A true icon conveying families, businesses and the likes of the gendarmerie and La Poste, as well as helping several generations of young motorists get behind the wheel. Its values and qualities convinced TheArsenale to collaborate with Renault to reimagine a 4L designed to drive along the unmarked highways above our heads. AIR4, THE RENAULT 4 “VOLANTE” Renault has partnered with TheArsenale on this truly unique project, and the result is unprecedented. AIR4 is a symbol of independence and freedom, born out of the realisation that traffic is compounding, lives are grinding to a halt, and the world above us is unhampered. Thus, AIR4 claims the air as the new road of the future. Design wise, AIR4 has resulted in a reinterpretation of the retro icon by TheArsenale, far from the modern car design language. The vehicle, entirely made of carbon-fiber, maintains the same lines and contained mass of the original 4L, yet presenting new dynamic capabilities. The rigidity has been completely revised to include new concepts such as thrust or lift, which required hours of calculations and tests. Drawing on generative design techniques using artificial intelligence, TheArsenale’s engineers were able to test terabytes of data to improve and fine-tune the designers' ideas, even before starting the first real-world trials. After a year-long of celebration we wanted to create something unconventional to close up the 60th anniversary of 4L. highlights Arnaud Belloni, Renault Brand Global Marketing Director. This collaboration with TheArsenale was a natural fit. The flying showcar AIR4 is something unseen yet and a wink to how this icon could look like in another 60 years. To drive around, AIR4 has no wheels. Instead, it features four two-blade propellers, one at each corner of the vehicle. The chassis sits in the middle of the rota frame, and the driver can access and take a seat in the utilitarian cabin of the vehicle by lifting the reimagined Renault 4 shell, which is hinged at the front. From a technical standpoint, AIR4 is powered by 22,000 mAh lithium polymère batteries that generate a total power of 90,000mAh. The vehicle counts on an orizontal top speed of 26m/s, with a 45° inclination during flights, and up to a maximum inclination of 70°. It can fly as high as 700m with a take off speed of 14m/s, restained at 4 m/s for safety reasons, and landing velocity of 3 m/s. Last but not least, AIR4 offers a maximum vectorial thrust of 380 kilograms, that is to say 95kg per propeller. AIR4 has been imagined, designed, engineered and assembled entirely in France, in the heart of Europe’s first technology park in Sophia Antipolis, on the Côte d’Azur. THEARSENALE “ROAD TO AIR” TheArsenale stands by the assumption that the icons of car culture are eternal. This vehicle is the first product from TheArsenale’s ROAD TO AIR division, which envisions the future transport network to be in the sky. AIR4 is the brainchild of Patrice Meignan, CEO and Founder of TheArsenale, who sought to create a new kind of vehicle that provokes emotion, establishes brand identity and offers pleasure. I have dedicated my life to the passion for mobility and I continually explore all aspects of the moving world. says Patrice Meignan. After 25 years of forward-looking research, we believe that the icons of car culture are eternal, whether on earth or in the air. For 60 years, Renault 4 has been driven by ordinary people who make it extraordinary. It is a car that symbolises adventure: simple, practical, useful and as modern as it is retro. Most drivers will tell you, it allows you to travel differently and to live an adventure. This ‘traveling different’ has inspired my team and I. With AIR4 by TheArsenale, the Renault 4 is ready for one of its greatest adventure yet. WORLD PREMIERE After its digital presentation today, 26th of November, AIR4 will go on public display from next Monday until the end of the year in the vibrant center of Paris at the Atelier Renault on the Champs Elysées, alongside other historic versions of the Renault 4. Beginning 2022, AIR4 will hit the American ground in Miami and then New York, before a pit stop in Macau.
  25. Prototipo di piccolo furgone elettrico Renault, 3,86 metri di lunghezza e interni ridotto all’osso, cerchi della Twingo e uno stile che sembra a metà tra un Fiorino e una Multipla.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.