Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'renault'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

    • Consigli per l'Acquisto dell'Auto
    • Riparazione, Manutenzione e Cura dell'Auto
    • Assicurazioni - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Scoops and Rumors
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobility
    • Mobility and Traffic in the City
    • Traffic on Highways
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Off Topic in Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • Vuoi farti pubblicità su Autopareri?
  • Il sito Autopareri

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Occupazione


Interessi


Twitter


Facebook


Website URL


YouTube


Website URL


Website URL

  1. Renault-Nissan-Mitsubishi: investimento per la mobilità elettrica Renault-Nissan-Mitsubishi: investimento per la mobilità elettrica Il gruppo Renault-Nissan-Mitsubishi ha annunciato un nuovo round di finanziamento in The Mobility House, una start-up con cui è già stato avviato il progetto che lega la Nissan Leaf al Vehicle-to-Grid (V2G) Renault-Nissan-Mitsubishi ha annunciato un nuovo investimento su The Mobility House, pur non rivelando i dettagli finanziari. Si parla di una start-up particolarmente attiva nell'ambito dell'integrazione delle batterie dei veicoli elettrici all'interno del sistema di recupero di energia per l'infrastruttura elettrica attraverso soluzioni di smart charging e stoccaggio. Per soddisfare le crescenti esigenze di stoccaggio di energia, The Mobility House ha sviluppato una piattaforma che si basa sulle batterie dei veicoli elettrici. Il sistema sfrutta tecnologie di ricarica controllata e bidirezionale per alimentare l'infrastruttura e i suoi principi sono già stati utilizzati alla base del progetto che lega Nissan Leaf e Vehicle-to-Grid (V2G). L'obiettivo di The Mobility House è l'approntamento del più grande sistema di stoccaggio stazionario di energia esistente in Europa attraverso le batterie del parco di veicoli elettrici di Alliance Ventures, che include, tra gli altri, Renault Zoe. All'interno del piano della start-up la promozione dello sviluppo delle energie rinnovabili, la stabilizzazione della rete elettrica e, conseguentemente, l'accessibilità alla mobilità elettrica. La società tecnologica è stata fondata nel 2009 e opera a livello globale dai suoi siti di Monaco, Zurigo e Sunnyvale (California), servendo clienti in oltre 10 paesi. Questi includono i principali produttori automobilistici, armatori di flotte, società di installazione, fornitori di energia e conducenti di auto elettriche. Con la rapida elettrificazione della mobilità emerge in maniera sempre più importante il problema della produzione di energia elettrica e di alimentazione dell'infrastruttura. La transizione può essere utile solo se aiuta a contenere i costi e a ridurre l'inquinamento: traguardi che possono essere raggiunti solo con l'impiego di tecnologie di riutilizzo e di stoccaggio dell'energia. Fra i suoi piani, The Mobility House prevede il reimpiego delle batterie dei veicoli elettrici all'interno della rete esistente, offrendo loro una seconda vita. Renault-Nissan-Mitsubishi è uno dei gruppi automobilistici più attivi nell'ambito dell'elettrificazione: oltre ai veicoli già citati, infatti, anche Mitsubishi ha dato un contributo importante in tal senso con la Mitsubishi i-MiEV che viene ricordata come una delle prime citycar completamente elettriche.
  2. Parrebbero essere sfuggiti i patents della 4 Electric, presumibilmente in versione concept. cochespias Non ci metto la mano sul fuoco, comunque.
  3. Arriva oggi al’IAA di Monaco la conferma che La 5 Electric vedrà la luce, in versione definitiva, il prossimo anno! Mancava il thread in S&A, pertanto apro per eventuali sviluppi e foto spia.
  4. Nuovo SUV Renault, che si inserisce tra Captur e Austral. Lunghezza di circa 4.40 per un passo di 2.67m (base Austral). Lancio Giugno 2024, da 29k€. Motori : -1.2 110cv (più tardi anche GPL) -1.2 mild hybrid 48v 130cv (solo automatica) -Fully hybrid 145cv -plug-in hybrid 160cv (batteria da 10.5kW) - niente EV fonte : L’autojournal (F) del 23.03.23
  5. La tanto annunciata Renaulution inizia da Mégane E-TECH Electric, un nome storico per il brand francese rivisitato su un veicolo totalmente elettrico, nonché il primo della Régie sulla base CMF-EV. Lunga 4,21m (passo 2,7m) e alta 1,50m, sarà disponibile con motore elettrico singolo da 130 cv o 218 cv aventi rispettivamente batterie LG da 30 kWh e 60 kWh ed autonomie di 300 e 470 km in ciclo WLTP. L'interno rappresenta una vera novità per il brand francese, allontanandosi da quanto prodotto sin'ora, con il debutto della plancia OpenR, costituita da uno schermo strumentazione da 12.3'' unito all'infotainment verticale da 12'' con sistema basato su Android, luci ambiente chiamate Living Lights e possibilità di dotarla con inserti in Nuo, legno lavorato a laser. Sarà prodotta interamente in Francia, nello stabilimento di Douai, con ordini aperti a Febbraio 2022 e consegne dal mese successivo. Tre i livelli di allestimento, Equilibre, Techno e Iconic e sei tinte carrozzeria (due grigi, nero, rosso, blu, bianco) con possibilità di tetto a contrasto o dettagli specifici colorati. Spaccati tecnici: Press Pack Completo: ▶️ Specifiche Renault Mégane E-TECH Electric Press Release: Nuovo inizio, per Renault, con la scelta strategica di produrre Nuova Mégane E-TECH Electric in Francia, nello stabilimento di Douai, nel cuore di ElectriCity, il nuovo centro industriale elettrico di riferimento in Europa. Renault ElectriCity, che si prefigge l’obiettivo ambizioso di realizzare 400.000 veicoli all’anno, sarà presto il centro di produzione di veicoli elettrici più importante e competitivo d’Europa. Si trova nel dipartimento dell’Alta Francia, una posizione ideale, vicino a dove si concentra la domanda. Mégane, una scelta ovvia Per Renault, berlina compatta è sinonimo di Mégane, un modello proposto in gamma da ben ventisei anni attraverso quattro generazioni. Con il suo design e la sua versatilità, Nuova Mégane E-TECH Electric rende omaggio a questo patrimonio, mantiene ed ottimizza il DNA che ha fatto di ogni generazione di Mégane un punto di riferimento nel segmento: piacere di guida, comfort e tranquillità, abitabilità e volume del bagagliaio. Ma aggiunge anche nuovi vantaggi, come il design da “colpo di fulmine”, l’inedito rapporto dimensioni/abitabilità e tutti i benefici associati alla motorizzazione elettrica. Con Nuova Mégane E-TECH Electric, Renault rivendica la continuità della sua storia e i successi insiti nel nome Mégane, portandolo anche nel presente e nel futuro. Dare questo nome al nuovo veicolo è stata una scelta ovvia. Ed è con questo veicolo che il nome continuerà a vivere. Nuovo linguaggio “sensual-tech” Proprio come la Marca, anche il design Renault evolve e diventa più “tech”. Pur mantenendo la sensualità dei modelli che hanno decretato i recenti successi, comprende elementi molto tecnologici (fari posteriori LED micro-ottici, display OpenR) e componenti i cui codici traggono ispirazione dagli oggetti high-tech e dal mondo dell’hi-fi (griglie di ventilazione, incisioni laser delle finiture sulle protezioni della parte bassa delle porte). Proporzioni inedite e dinamiche Con il passo allungato (2,70 m per una lunghezza totale di 4,21 m) e gli sbalzi ridotti della nuova piattaforma modulare CMF-EV, Nuova Mégane E-TECH Electric presenta proporzioni inedite, che danno ai designer la possibilità di progettare una berlina dinamica con un ingombro ben architettato. La batteria estremamente piatta (soli 110 mm!) ha permesso di assottigliare le proporzioni esterne, ma anche di spingere oltre i limiti del rapporto dimensioni esterne/ abitabilità interna, abbassando il centro di gravità per una guida più piacevole e dinamica. Infine, Nuova Mégane E-TECH Electric associa la sua compattezza ed altezza contenuta (1,50 m) con la capacità di far percepire dall’esterno la sua grande abitabilità interna. Aerodinamica ed efficienza La presenza di caratteristiche che evocano il mondo dei crossover trasmette un’idea di robustezza: grandi ruote da 20”, protezioni nella parte bassa delle porte e passaruota, linea di cintura della scocca rialzata. Il tetto spiovente, la carreggiata ampliata e le maniglie delle porte a filo carrozzeria di serie, invece, evocano il mondo dei coupé. L’altezza contenuta, l’abitabilità e il volume del bagagliaio fanno, infine, riferimento al mondo delle tradizionali berline del segmento C. La ricerca dell’aerodinamica tramite l’efficienza del design è stato un elemento strutturante dello stile di Nuova Mégane E-TECH Electric. L’altezza contenuta, il tetto spiovente, i pneumatici dai fianchi stretti, i paraurti scolpiti con le prese d’aria all’anteriore e linee distintive al posteriore integrate alle parti laterali contribuiscono a trasmettere visivamente tutta l’aerodinamicità del veicolo ma anche, concretamente, ad ottimizzare la sua efficienza. Tinte eleganti e distintive Nuova Mégane E-TECH Electric sarà disponibile in sei tinte di carrozzeria eleganti e distintive: Grigio Aviation, Grigio Scisto, Blu Notturno, Rosso Passion, Nero Etoilé e Bianco Ghiaccio. Per una maggiore personalizzazione, è possibile optare per tinte bi-tono differenziando il colore del tetto, dei montanti e, in funzione degli allestimenti, delle scocche dei retrovisori esterni con le tinte Grigio Scisto, Nero Etolié e Bianco Ghiaccio, con 13 combinazioni possibili. Altro elemento distintivo: la tinta dorata Warm Titanium, per il rivestimento della lama aerodinamica integrata ai paraurti anteriori e posteriori nonché delle prese d’aria laterali del paraurti anteriore, nelle versioni premium. Un dettaglio che conferisce vigore e sportività a Nuova Mégane E-TECH Electric. La robustezza del veicolo è evidenziata anche dai pneumatici da 20” (18” per le versioni entry-level). Vengono proposte due versioni di cerchi da 20” e altre due da 18”. Su tutte compare al centro il nuovo logo Renault. Firma elettrica I fari Full LED anteriori e posteriori di Nuova Mégane E-TECH Electric sono finemente cesellati e molto moderni. Il veicolo inaugura nuove firme luminose, assolutamente “elettrizzanti”, che si estendono fino al logo centrale, per accentuare il design dinamico. All’anteriore, le luci diurne sembrano fuoriuscire dai fari e correre fino alle prese d’aria laterali del paraurti. Al posteriore, tanti filamenti micro-ottici tagliati al laser costituiscono due intrecci striati che creano un effetto 3D filigranato: le linee che si incrociano sembrano vibrare, come se fossero vive. Oltre agli indicatori di direzione dinamici molto eleganti, le luci di stop si presentano come due linee sovrapposte, come un segno di “pausa”. I fari, composti da sei riflettori, sono adattivi. Il passaggio dagli abbaglianti agli anabbaglianti è automatico. Inoltre, il fascio luminoso è più largo in città per una migliore visibilità intorno al veicolo e più profondo su strade e autostrade, per una migliore visibilità in lontananza, senza abbagliare i veicoli che si trovano davanti o provengono dal lato opposto. Le luci si adattano anche alle condizioni climatiche (pioggia, nebbia) tramite un pulsante sul cruscotto per fungere da fendinebbia. La gamma di queste funzioni ultramoderne e molto estetiche è completata dagli indicatori di direzione dinamici. Maniglie delle porte automatiche Tutte le versioni di Nuova Mégane E-TECH Electric sono dotate di maniglie a filo carrozzeria. Quando il conducente o il passeggero del sedile anteriore si avvicina per aprire la porta e quando il veicolo non è chiuso a chiave, le maniglie, dissimulate nella carrozzeria, escono automaticamente grazie a un sistema elettrico. Tornano nella posizione di chiusura due minuti dopo aver parcheggiato, quando l’auto comincia a muoversi oppure quando si bloccano le porte. Benvenuti a bordo La sequenza di benvenuto proposta da Nuova Mégane E-TECH Electric si conclude quando il conducente prende posto sul sedile. La dashboard OpenR, che comprende il driver display del cruscotto e il display multimediale in posizione centrale, si accende mostrando il logo e il nome della Marca. Si attiva l’ambient lighting che mette in risalto il posto guida, mentre gli altoparlanti emettono il nuovo suono che identifica l’identità Renault per dare il benvenuto a bordo. OpenR, il “maxi schermo” È il pezzo forte dell’abitacolo di Nuova Mégane E-TECH Electric, un vero e proprio gioiellino che incarna tutta la tecnologia integrata in questo modello di ultima generazione! Preannunciato dai concept TreZor (2016), SYMBIOZ (2017) e MORPHOZ (2019), la nuova dashboard OpenR, a forma di L rovesciata, mette insieme il driver display digitale del cruscotto e il display multimediale della console centrale. È la prima volta che questo equipaggiamento viene proposto come dotazione di serie. Unico sul mercato e frutto di tanti anni di sviluppi dei dipartimenti Design, Prodotto ed Ingegneria di Renault, incorpora nativamente anche le bocchette dell’aria centrali per restare fedele allo stile “a filo carrozzeria” del design del veicolo. Il display OpenR è rivestito da una superficie di vetro rinforzato che lo rende più resistente, piacevole al tatto e alla vista. La luminosità e il coefficiente di riflessione luminosa dei display sono stati ottimizzati per una migliore visibilità al sole, insieme ad uno specifico trattamento antiriflesso. In tal modo, è possibile eliminare la classica “visiera” del cruscotto guadagnando spazio e conferendo al tutto un effetto flottante molto moderno. La dashboard OpenR offre un’inedita superficie totale di visualizzazione: 321 cm² per il driver display da 12,3” (1920 x 720 pixel, formato orizzontale) e 453 cm² per il display multimediale da 12” (1250 x 1562 pixel, formato verticale). Insomma, un totale di 774 cm² per uno spazio digitale a bordo unico per la categoria, degno delle migliori berline premium! Nelle versioni entry-level, il display multimediale misura 9” (1250 x 834 pixel, formato orizzontale). La dashboard OpenR fa il pieno delle migliori tecnologie per un’esperienza fluida e ricca. Comprende la terza generazione della piattaforma Snapdragon Automotive Cockpit di Qualcomm, che supporta più display, una connettività all’avanguardia, tra cui l’USB di tipo C, e tutte le tecnologie necessarie per la sicurezza a bordo e i dispositivi di assistenza alla guida (Around View Monitor 3D, ad esempio). A livello di software, propone il nuovo sistema multimediale OpenR Link con Google integrato, per un’esperienza connessa intuitiva ed ottimizzata. Massima intuitività Il sistema multimediale OpenR Link è basato su Android OS, il sistema operativo di oltre il 75% degli smartphone del mondo*, nella versione dedicata al settore automobilistico (Android Automotive). Sviluppato da Google, è un software aperto ed open source, sempre aggiornato. Semplice ed intuitivo, OpenR Link presenta tutte le funzioni proposte da smartphone e tablet, integrando perfettamente Nuova Mégane E-TECH Electric nell’ecosistema digitale dell’utente. D’altronde, si usa come un tablet, utilizzando un solo dito (pressione breve, pressione lunga, scorrimento), più dita (pinch to zoom, etc.) o la voce, grazie al riconoscimento vocale. Riceve e visualizza le notifiche e consente di navigare facilmente tra le varie videate (Home/ Navigazione, Musica, Telefono, App, Veicolo), grazie alla barra dei menu situata nella parte superiore del display. Infine, proprio come il sistema operativo di smartphone e tablet, OpenR Link si aggiorna automaticamente, grazie alla tecnologia FOTA (Firmware Over-The-Air). Lo stesso suono premium per tutti gli occupanti Oltre ai due sistemi audio Arkamys sulle versioni entry-level e cuore di gamma, Nuova Mégane E-TECH Electric include un inedito sistema audio premium firmato Harman Kardon nell’allestimento alto di gamma (in opzione nella versione cuore di gamma). Lo studio di questo sistema è stato parte integrante dello sviluppo di Nuova Mégane E-TECH Electric, per offrire un’inedita esperienza musicale agli occupanti del veicolo. Con una potenza totale di 410 W, ha ben 9 canali: 2 tweeter ai lati del cruscotto, due woofer nei pannelli delle porte anteriori, due tweeter e due woofer nei pannelli delle porte posteriori e un subwoofer nel bagagliaio. Massima abitabilità Appena si sale è bordo l’effetto è sorprendente: quanto spazio! Nonostante l’ingombro minimo, Nuova Mégane E-TECH Electric vanta dimensioni interne simili a quelle della versione termica di Mégane (spazio longitudinale, distanza tra i passeggeri), se non addirittura superiori (raggio alle ginocchia al posteriore di 21 cm). Tuttavia, sono soprattutto l’abitabilità e la praticità ad essere state spinte al massimo, grazie alla piattaforma CMF-EV: passo allungato, vano motore ridotto che comprende alcuni elementi della climatizzazione, plancia più sottile, etc. I passeggeri dei sedili anteriori possono, così, disporre di più spazio in corrispondenza della console centrale e sotto la plancia. Inoltre, lo spazio a bordo e il comfort sono migliorati dalla mancanza del tunnel di trasmissione (pianale piatto), ma anche della leva del cambio e del quadro comandi di solito integrati nella console centrale. Materiali “come a casa” e riciclati A bordo di Nuova Mégane E-TECH Electric, l’ispirazione tratta dal mondo dell’arredamento è evidente e diversi materiali inediti o riciclati si abbinano per creare un’atmosfera accogliente per sentirsi “come a casa”. La volontà dei designer era anche quella di spingersi oltre i materiali tradizionali, come la plastica, e i soliti colori, come il nero. Pertanto, la plancia è rivestita di tessuto nelle versioni entry-level e cuore di gamma. Il tessuto è sostituito dal TEP (effetto pelle) nelle versioni alto di gamma. Il profilo superiore della plancia e la fascia superiore dei pannelli interni delle porte si arricchiscono di un rivestimento in Alcantara nelle versioni cuore di gamma e di legno decorativo Nuo nelle versioni alto di gamma. Il Nuo è un nuovo materiale innovativo in vero legno, composto da sottili strati di tiglio tagliati al laser e incollati su un tessuto con un adesivo a basso impatto ambientale. Il Nuo viene qui applicato in anteprima mondiale su un modello di serie. Abbinato al rivestimento in TEP della plancia, alle impunture dorate Warm Titanium dell’abitacolo e ai sedili in vera pelle (si veda sotto), contribuisce a rendere l’allestimento alto di gamma di Nuova Mégane E-TECH Electric raffinato ed elegante. In tutte le versioni, la plancia è arricchita anche da una modanatura decorativa orizzontale che dà un senso di maggiore spaziosità all’abitacolo e richiama le modanature dei pannelli interni delle porte. La plancia riflette la luce ed integra una striscia luminosa nelle versioni alto di gamma (in opzione nelle versioni cuore di gamma). Le sellerie delle versioni entry-level sono composte da tessuto derivato al 100% da materiali riciclati. Nel livello di equipaggiamento intermedio, anche le sellerie miste TEP/ tessuto utilizzano tessuto 100% riciclato. Infine, nell’alto di gamma, lo schienale e la seduta dei sedili anteriori e posteriori sono in pelle. Due sono i colori disponibili: nero titanio con profilo Warm Titanium o grigio chiaro con profilo moka. Infine, in tutti gli allestimenti, le tasche dei pannelli delle porte sono rivestite di moquette, per un maggior comfort acustico e visivo. LIVING LIGHTS, una vivace atmosfera luminosa L’illuminazione a bordo di Nuova Mégane E-TECH Electric è Full LED e basata sul ciclo circadiano, ossia il ritmo biologico del corpo umano nelle 24 ore, per ottimizzare il benessere degli occupanti. Pertanto, l’illuminazione dell’abitacolo, che comprende le strisce luminose della plancia, dei pannelli interni delle porte e del supporto per lo smartphone, è diversa di giorno e di notte e cambia automaticamente colore ogni 30 minuti. Quest’esperienza unica è stata battezzata LIVING LIGHTS. Con transizioni fluide tra i colori, effetti dinamici e naturali e cambi di colore automatici, l’ambient lighting sembra prendere vita. Di giorno, i colori freddi valorizzano il design interno e trasmettono una sensazione di alta tecnologia. Di notte, l’atmosfera accattivante dei colori caldi immerge il conducente e i passeggeri in un clima rilassante che rivela una nuova personalità di Nuova Mégane E-TECH Electric. L’ambient lighting è naturalmente personalizzabile tramite i settaggi MULTI-SENSE, il cui pulsante di accesso diretto è ora sul volante. In particolare, è possibile regolare l’intensità dell’illuminazione ed adattare il colore al proprio umore o preferenze. Nella dashboard OpenR, un cursore di regolazione manuale permette di scegliere su una tavolozza di 48 tinte il colore della plancia, delle fasce dei pannelli delle porte e della luce del cruscotto. I colori cambiano anche in funzione della modalità di guida selezionata. Sterzo e agilità ottimizzati Sulla piattaforma CMF-EV, è stato effettuato un lavoro specifico per consentire ai veicoli prodotti di associare la vivacità della motorizzazione elettrica ad un telaio dinamico, senza compromettere il comfort. Si ha per la prima volta un nuovo servosterzo elettrico, mentre il rapporto di riduzione è sceso a 12, il valore più basso del mercato, per proporre uno sterzo più agile e diretto. Ciò offre ai conducenti di Nuova Mégane E-TECH Electric una risposta veloce e chiara agli input del volante e facilita le manovre. Questo vantaggio è completato dalla presenza di un retrotreno multilink denominato Parallel Link. Insieme alla nuova colonna dello sterzo, garantisce una miglior tenuta di strada per una guida più sicura apportando, al tempo stesso, una maggiore precisione dello sterzo. Infine, la batteria è talmente sottile (110 mm) che permette di abbassare il centro di gravità del veicolo (-90 mm rispetto alla Mégane termica), favorendo l’agilità. La distribuzione del peso è equilibrata grazie all’integrazione della batteria sotto tutto il pianale. Protezione acustica brevettata L’innovativa “Cocoon Effect Technology”, sviluppata e brevettata dagli ingegneri Renault, crea un’inedita sensazione di comfort acustico durante la guida, anche su un veicolo elettrico che è di per sé silenzioso. Uno strato di morbida schiuma ammortizzante specifica è stato interposto tra il pianale del veicolo e tutta la superficie della batteria. Il beneficio si inizia ad avvertire dai 30 km/h, creando nell’abitacolo un effetto “cocoon” degno delle berline premium ed approfittando al massimo della silenziosità dell’abitacolo, della musica o delle conversazioni tra gli occupanti, anche in autostrada. Inoltre, la “Cocoon Effect Technology” ha il vantaggio di essere leggera, permettendo di risparmiare 3 kg rispetto alle soluzioni tradizionali di isolamento acustico. È completata dalla doppia tenuta stagna delle porte, un “privilegio” di solito riservato ai veicoli del segmento superiore. Sensazioni “su misura” I settaggi MULTI-SENSE di nuova generazione, inaugurati con Nuova Mégane E-TECH Electric, e il sistema multimediale OpenR Link, consentono di adattare le sensazioni di guida e la vita a bordo dell’abitacolo alla personalità e all’umore del conducente. Sono accessibili dal display OpenR e dal nuovo apposito pulsante sul volante. I settaggi proposti riguardano sia le sensazioni di guida (rigidità dello sterzo, calibrazione del motore e risposta dell’acceleratore) che l’atmosfera a bordo (ambient lighting, comfort del sedile del conducente, comfort termico, visualizzazione sul cruscotto, colore del cruscotto). Le tre modalità di guida pre-programmate (Eco, Comfort e Sport) mettono insieme il meglio di questi settaggi con i rispettivi obiettivi di efficienza, adattamento alle situazioni e incremento delle sensazioni dinamiche. C’è una quarta modalità (My Sense) che permette di scegliere completamente la personalizzazione dei settaggi. Il conducente può passare in qualsiasi momento da una modalità all’altra, anche tramite comando vocale. Motore di nuova generazione Il gruppo motopropulsore di cui è dotata Nuova Mégane E-TECH Electric è completamente nuovo. È stato sviluppato nell’ambito dell’Alleanza e ripreso dai vari partner. È prodotto in due siti: in Giappone per Nissan e in Francia, nello stabilimento di Cléon, per Renault. Si tratta di un motore sincrono a rotore avvolto, la tecnologia su cui Renault punta da un decennio e che sarà quella del futuro per il Gruppo Renault e l’Alleanza. Offre un rendimento migliore rispetto alla tecnologia del motore a magneti permanenti e l’assenza di terre rare riduce il suo impatto ambientale e i costi di produzione su larga scala. Grazie al design ottimizzato, è un motore compatto che pesa solo 145 kg (trasmissione inclusa), ossia il 10% in meno rispetto a quello ora utilizzato da ZOE, nonostante il significativo aumento di potenza e coppia. Sotto il cofano di Nuova Mégane E-TECH Electric, sarà proposto in due versioni: da 96 kW (130 cv) e 250 Nm da 160 kW (218 cv) e 300 Nm Offre tutto il piacere della guida elettrica, in particolare un’accelerazione istantanea, dinamica e lineare (fluida e senza scatti), e consente a Nuova Mégane E-TECH Electric di passare da 0 a 100 km/h in soli 7,4 secondi. Frenata rigenerativa “su misura” Ogni volta che si frena si permette alla batteria di recuperare energia, ma per consentire di ottimizzare l’autonomia indipendentemente dallo stile di guida, Nuova Mégane E-TECH Electric è dotata di un sistema di frenata rigenerativa ottimizzato. Sempre attiva quando la leva del cambio è posizionata su D, la frenata rigenerativa permette di recuperare l’energia cinetica della decelerazione (sollevando il piede dal pedale dell’acceleratore) per trasformarla in energia elettrica e stoccarla nella batteria. Ciò consente di migliorare l’efficienza e l’autonomia del veicolo preservando, al tempo stesso, i freni. Nuova Mégane E-TECH Electric ottimizza questa funzione proponendo quattro livelli di frenata rigenerativa, che si possono selezionare tramite gli appositi comandi situati dietro al volante: dal livello 0 (nessuna frenata rigenerativa) al livello 3 (massimo recupero energetico e freno motore ottimizzato, per una guida urbana molto intuitiva). Batterie sottilissime Come il gruppo motopropulsore, Nuova Mégane E-TECH Electric vanta anche una batteria completamente nuova da 395 kg, progettata per integrarsi perfettamente nella piattaforma CMF-EV. Si tratta della batteria più sottile del mercato in quanto è spessa solo 110 mm (lunga 1.960 mm e larga 1.450 mm), ovvero il 40% in meno rispetto alla batteria di ZOE. Contribuisce direttamente a ridurre l’altezza del veicolo a 1,50 m migliorandone così l’aerodinamica e l’efficienza. Per ottenere una tale compattezza, gli ingegneri si sono avvalsi di una nuova versione della chimica delle batterie agli ioni di litio con tecnologia NMC (dove NMC sta per “Nickel, Manganese, Cobalto”) di LG, che comprende più nickel e meno cobalto, per una maggiore densità energetica. Questa, con 600 Wh/l, è del 20% superiore a quella della batteria di ZOE. Gli ingegneri hanno anche sfruttato l’installazione nell’alloggio inferiore della batteria di un nuovo sistema di raffreddamento a liquido – una novità assoluta per il Gruppo Renault – che abbina efficienza e compattezza, grazie ai tubi in alluminio estruso. Alto solo 18 mm, questo sistema contribuisce alla migliore integrazione della batteria nella piattaforma, migliorando il design e l’abitabilità. Performance equilibrate Nuova Mégane E-TECH Electric propone due capacità di batteria: 40 kWh per un’autonomia di 300 km (norma WLTP) 60 kWh per un’autonomia fino a 470 km (norma WLTP, in funzione delle versioni). La batteria da 40 kWh è composta da 8 moduli da 24 celle ognuno, disposte su un solo strato. La batteria da 60 kWh è composta da 12 moduli da 24 celle ognuno, disposte su due strati. In entrambi i casi, le dimensioni della batteria restano invariate, soprattutto l’altezza record di soli 110 mm. Le batterie hanno una garanzia di 8 anni. Nel periodo di garanzia, vengono sostituite gratuitamente se si deteriorano ad un livello inferiore al 70% della loro capacità nominale. L’obiettivo di Nuova Mégane E-TECH Electric è offrire ai clienti performance equilibrate ed ottimizzate, ad un costo ragionevole. Le varie versioni della gamma coprono la maggior parte delle esigenze, sia quotidiane che straordinarie (weekend e vacanze). Versatilità di ricarica Oltre ai due livelli di potenza del motore e alla capacità della batteria, Nuova Mégane E-TECH Electric deve la sua versatilità di utilizzo alla molteplicità delle sue soluzioni di ricarica, potendo ricaricare nelle infrastrutture di ricarica AC, solitamente diffuse in città, fino a 22 kW, e, in quelle DC, più frequenti in autostrada, fino a 130 kW. Tutte le soluzioni sono ottimizzate per la massima efficienza. Nuova Mégane E-TECH Electric è, pertanto, compatibile con tutte le infrastrutture di ricarica che erogano corrente alternata (AC): dalla presa domestica (10A/2,3 kW monofase) alla colonnina pubblica (32A/22 kW trifase). Quest’ultima consente di recuperare fino a 160 km in un’ora. In funzione delle versioni, può essere compatibile anche con le infrastrutture di ricarica che erogano corrente continua (DC) fino a 130 kW (prese combo), come le stazioni di ricarica rapida che si trovano in autostrada. Può così recuperare fino a 300 km WLTP in 30 minuti. I ventisei dispositivi di assistenza alla guida di Nuova Mégane E-TECH Electric sono suddivisi in tre categorie: guida, parcheggio e sicurezza. Grazie a questi, Nuova Mégane E-TECH Electric si posiziona al top della categoria per il comfort del conducente e la sicurezza degli occupanti e degli altri utenti della strada. Active Driver Assist, la guida autonoma contestuale Con Nuova Mégane E-TECH Electric, l’Highway and Traffic Jam Companion, già noto nella gamma Renault, migliora ulteriormente. Diventa “contestuale” per ampliare il suo campo di applicazione al di là delle strade a scorrimento veloce e consentire al conducente di interpretare, nelle migliori condizioni, gli elementi che incontra per strada. Questa prestazione di guida autonoma di livello 2 ora si chiama Active Driver Assist. L’Active Driver Assist abbina il Cruise Control Adattivo contestuale con Stop & Go alla funzione di assistenza al mantenimento del centro corsia. Se le tecnologie del Cruise Control Adattivo sono invariate, il sistema è configurato per default in modalità Auto, per adattarsi automaticamente alla velocità rilevata dalla telecamera e dal sistema di navigazione. Inoltre, l’Active Driver Assist utilizza i dati di geolocalizzazione e le mappe specifiche che comprendono, in particolare, le rotatorie spesso presenti nelle strade interurbane, ma anche i limiti di velocità e le curve pericolose. Oltre a segnalare sul cruscotto questi eventi, Nuova Mégane E-TECH Electric è in grado di decelerare automaticamente, quando si avvicina ad una rotatoria per poi accelerare fino alla massima velocità consentita, dopo averla superata. Il veicolo si adatta automaticamente ai limiti di velocità vigenti, ad esempio, quando è necessario passare da 130 a 110 km/h. Il Lane Keep Assist (assistenza al mantenimento della corsia), invece, è ora in grado di funzionare anche in assenza di segnaletica orizzontale laterale (ad esempio, sul bordo di una strada provinciale). Se si rimane bloccati nel traffico e l’Active Driver Assist è attivato, il veicolo riparte automaticamente fino a 30 secondi dopo l’arresto, invece dei precedenti 3. Oltre i 30 secondi, è necessario l’intervento del conducente (ad esempio, premendo il pedale dell’acceleratore). L’Active Driver Assist fa parte del “Safety Coach” di Renault, l’insieme di tutte le misure che permettono di garantire una sicurezza ottimale agli utenti dei veicoli della Marca. Evitare gli urti e le uscite di strada Per ridurre i rischi di urto, Nuova Mégane E-TECH Electric è dotata di tre equipaggiamenti già noti: il Lane Departure Warning (LDW, allerta superamento della linea di corsia), il Blind Spot Warning (BSW, sensore di angolo morto) e il Lane Keep Assist (LKA, assistenza al mantenimento della corsia). Quest’ultima diventa più efficace che mai con la nuova versione Emergency Lane Keeping Assist (ELKA, assistenza di emergenza a mantenimento della corsia). Questo sistema associa i dati della telecamera frontale e dei radar laterali per rimettere il veicolo automaticamente in carreggiata quando, durante un tentativo di sorpasso, rileva un rischio di collisione frontale o laterale oppure il veicolo sta per uscire di strada. L’assistenza di emergenza di mantenimento della corsia funziona da 65 a 160 km/h (velocità massima del veicolo) per i sorpassi in cui sussiste un rischio di urto laterale o di uscita di strada e da 65 a 110 km/h per i sorpassi dove si rischia lo scontro frontale. Proteggere gli altri utenti della strada Si aggiungono due nuovi dispositivi di assistenza alla guida, inaugurati nella gamma Renault da Nuova Mégane E-TECH Electric, per la protezione degli altri utenti della strada, in particolare pedoni e ciclisti. Il sistema Rear Automatic Emergency Breaking (Rear AEB, frenata automatica di emergenza posteriore) è, come dice il nome stesso, la controparte della frenata automatica di emergenza, quando il conducente effettua la retromarcia. Se i sensori ad ultrasuoni posteriori rilevano un potenziale ostacolo (pedone, ciclista, palo), il sistema emette un segnale visivo ed acustico per avvertire il conducente. Se quest’ultimo non reagisce, il sistema ricorre alla frenata di emergenza per due secondi per evitare l’urto. Il sistema è attivo in caso di retromarcia tra i 3 e i 10 km/h. L’Occupant Safety Exit (OSE, allerta ostacolo in uscita dal veicolo) avvisa l’occupante del veicolo se, quando apre la porta per uscire, si sta avvicinando un altro veicolo, una moto o un ciclista, per evitare di investirlo o farsi investire. Questo sistema di alert visivo ed acustico permette di evitare gli “incidenti con le porte” che spesso interessano i ciclisti in città. Parcheggiare e circolare senza difficoltà Nella categoria Parcheggio, due nuovi dispositivi di assistenza alla guida pongono Nuova Mégane E-TECH Electric all’avanguardia della categoria. Il Multiview Camera 360° 3D è un sistema che utilizza quattro telecamere per effettuare una modellizzazione 3D del veicolo ed ottenere una visione a 360° delle sue immediate vicinanze. Il conducente può allora visualizzare l’esterno girando intorno al veicolo con il touchscreen ed ottenere una visione panoramica della parte anteriore e posteriore per effettuare tranquillamente le manovre di parcheggio. La funzione Full Auto Park (parcheggio interamente automatico) è, invece, un’evoluzione del sistema di parcheggio semi-automatico Easy Park Assist. Questa volta, l’automazione è quasi completa, in quanto non è più richiesto al conducente di azionare la marcia avanti e la retromarcia né di agire su acceleratore e freno nelle manovre di parcheggio assistito. Il ruolo del conducente si limita a sorvegliare l’ambiente e premere sul pedale dell’acceleratore per segnalare al sistema di continuare o concludere la manovra. Inoltre, il comfort e la tranquillità sono migliorati dallo Smart Rear View Mirror (visibilità posteriore tramite telecamera). Questo sistema funziona grazie ad una telecamera posizionata nella parte superiore del lunotto posteriore. Fornisce una visione in tempo reale della parte posteriore della strada dal retrovisore interno del veicolo, per una visione completa e senza ostacoli, complementare rispetto a quella dei retrovisori esterni. Sicurezza senza compromessi I tubi di alluminio estruso del sistema di raffreddamento liquido della batteria contribuiscono anche alla sicurezza della batteria stessa, grazie all’ottima resistenza strutturale. La rigidità della batteria è ottimizzata dalla struttura delle traverse e dei crash box, integrati nativamente nella piattaforma CMF-EV. Per offrire una sicurezza senza compromessi, Nuova Mégane E-TECH Electric è dotata anche del Fireman Access, un dispositivo innovativo nato dall’esclusiva partnership che lega da oltre un decennio il Gruppo Renault al Corpo dei Vigili del Fuoco. Si tratta di un accesso speciale che consente alle squadre di soccorso che devono affrontare una batteria in fiamme di spegnerla velocemente, riuscendo a circoscrivere l’incendio in soli 5 minuti contro il tempo di 1 - 3 ore necessario per i veicoli elettrici che ne sono sprovvisti. Oltre a questa innovazione, è previsto un interruttore situato sotto i sedili posteriori che consente alle squadre di soccorso di scollegare la batteria dal circuito ad alta tensione del veicolo. Sui finestrini di Nuova Mégane E-TECH Electric è apposto anche un QR Code per i soccorritori. In caso di incidente, basta scannerizzarlo per riconoscere che si tratta di un veicolo elettrico ed accedere celermente alle informazioni sulla sua architettura (in particolare, il posizionamento della batteria e degli airbag, i punti in cui è possibile intervenire tagliando rapidamente e senza rischi, etc.), un aiuto prezioso che consente di guadagnare fino a 15 minuti sul tempo necessario per estrarre un occupante dal veicolo! Il Fireman Access e il QR Code fanno parte del “Safety Coach” di Renault, l’insieme di tutte le misure che permettono di garantire una sicurezza ottimale agli utenti dei veicoli della Marca. In generale, la sicurezza dei clienti per strada – ma anche dei dipendenti sul posto di lavoro – è una delle tre colonne portanti (con la transizione ecologica e l’inclusione) della politica di responsabilità sociale e ambientale di impresa (RSI) adottata dal Gruppo Renault nell’ambito del piano strategico Renaulution. GAMMA E SCHEDA TECNICA LIVELLI DI EQUIPAGGIAMENTO Equilibre Techno Iconic VERSIONI A PRIVATI EV40 130cv Standard charge AC7 (non commercializzata in Italia) EV40 130cv Boost charge AC22 EV60 220cv Super charge AC7 + DC130 (non commercializzata in Italia) EV60 220cv Optimum charge AC22 + DC130 VersionI business EV60 130cv Super charge AC7 + DC130 (non commercializzata in Italia) EV60 130cv Optimum charge AC22 + DC130 DimensionI E PESO Lunghezza: 4,21 m Larghezza: 1,77 m (Business) / 1,78 m (Privati) Altezza: 1,50 m Passo: 2,70 m Sbalzo anteriore: 800 mm Sbalzo posteriore: 715 mm Peso: 1.624 kg VELOCITÀ Da 0 a 100 km/ in 7,4 secondi Velocità massima 160 km/h Renault Italia Topic Spy: ▶️ Renault Mégane E-TECH Electric 2022 - Prj. BCB (Spy)
  6. Autonomia WLTP dai 420 (batt. 60 kWh) ai 620 km (87 kWh). In C.A. può caricare fino ad una potenza di 22 kW, mentre in C.C. la potenza può arrivare, rispettivamente a 130 e 150 kW. 2 step di potenza: 170 CV/280 Nm e 220 CV/300 Nm. Lo 0-100 km/h viene completato in 9,3 e 8,4 s. V. max di 150 e 170 km/h. 4.47 m x 1.864 m di larghezza x 1.521 m di altezza, passo di 2.785 m. Il bagagliaio è di 545 l, che diventano 1.670 l a schienale abbattuto. La versione con batteria meno capiente, pesa 1.750 kg. 24% di materiale usato per costruire il veicolo, è stato reperito da processi di riciclo. Renault stima che il 90% dell'auto sia riciclabile a fine vita. Il sistema multimediale R Link, "gira" su Android Automotive e vi si possono installare numerose app del catalogo Google. Topic Spy -> Clicca qui!
  7. Topic Spy -> https://www.autopareri.com/forums/topic/45355-renault-kangoo-iii-prj-xfkxjk-2020-spy/
  8. Legend”, presentata in data odierna, è il veicolo urbano adatto a tutti gli utilizzi senza compromessi: migliore efficienza della categoria con soli 10 kWh/100km, riduzione del 75% delle emissioni di CO₂ rispetto alla media dei veicoli termici europei venduti nel 2023 nell’arco del suo ciclo di vita, zero emissioni di CO₂ allo scarico e minor consumo di materie prime grazie alle dimensioni compatte. Prodotta in Europa, sarà offerta ad un prezzo di ingresso inferiore ai 20.000 euro (incentivi esclusi), ossia a meno di 100 euro al mese per i clienti.
  9. Fonte : Auto Moto (F) n° 320, 05.01.2023 Info : - Arrivo poco dopo la Clio V.2 - Aumento della capacità della batteria della Full Hybrid Fonte : L'Automobile Magazine (F) n°919 del 30.11.2022 Info : - Restyling pesante - Dal T4/2023 - Da 23.8 k€ - Arrivo di una variante XL allungata (stesso passo) per prendere il posto della Scenic termica corta. (T1 / 2024)
  10. Ecco la nuova Espace, che monovolume per antonomasia diventa una SUV che condivide con Austral buona parte della carrozzeria. Disponibile in versione a 5 e posti, supera di un paio di cm i 4,7 metri grazie al passo portato a 2738 mm. Il powertrain è il full hybrid E-Tech con potenza combinata di 200 cv. Cartella stampa (ITA) Cartella stampa (ENG) Cartella stampa completa Renault Espace.pdf via Renault SPY TOPIC ➡️ CLICCA QUI!
  11. Gia' pronto il restyling Bello ed aggressivo il Frontale (identico alla nuova Rafale) Scompare il motore 1.3 da 160 Cv con cambio CVT e viene promosso il nuovo 1.2 3 cilindri con cambio aut doppia frizione (e potenza portata a 140 cv) https://www.largus.fr/actualite-automobile/renault-austral-2025-la-version-restylee-du-suv-au-losange-deja-dans-les-cartons-30030840-30243786-photos.html
  12. Nuovo Renault Master propone un ambiente interno di grande qualità, simile a quello delle autovetture della gamma Renault. La plancia a forma di S, orientata verso il conducente, contribuisce ad aumentare lo spazio nell’abitacolo. I Materiali premium e il display da 10’’, di serie su tutta la gamma, conferiscono un tocco di tecnicità che risulta molto piacevole alla vista. I toni scuri delle finiture esaltano ulteriormente l’effetto cocoon dell’abitacolo ultramoderno. Il volante, tratto dalla gamma delle autovetture, è ora regolabile in altezza e profondità, permettendo al conducente di trovare la miglior posizione di guida. Nelle versioni dotate di cambio automatico, la leva del cambio è ora al volante, per un maggior comfort e sicurezza di guida. Grazie a molteplici vani portaoggetti sulla plancia, porta-bevande laterali, cassetto portaoggetti, vano sottotetto e tasche a due livelli nelle porte il volume dei vani portaoggetti è stato aumentato del 25% rispetto alla generazione precedente. Con un totale di 135 litri di vani portaoggetti, la quarta generazione di Master si colloca ai vertici del mercato. Nuovo Renault Master si trasforma anche facilmente in un vero e proprio ufficio mobile. Una volta ripiegato, lo schienale del sedile centrale si trasforma in tavolino, mentre la seduta si solleva, dando accesso al vano previsto per riporre il PC. Le prese USB-C consentono di alimentare i dispositivi elettronici. Ogni singolo dettaglio è stato pensato per un uso quotidiano intensivo, come le soglie esterne delle sedute in TEP più resistenti, che rendono più facile salire e scendere e si mantengono inalternate nel tempo. Sono disponibili molteplici opzioni per i sedili: sedili sospesi, rotanti, singoli, e 3 versioni di panchette, in 2 tessuti più TEP. DESIGN ESTERNO: UNA PERSONNALITÀ FORTE E DISTINTIVA Il design di Nuovo Renault Master si rinnova con uno stile spettacolare, dotato di una personalità forte, attraente e moderna, per affiancare tutti gli operatori professionali nelle loro attività. È quindi nato per proseguire la success story di Master. Nuovo Renault Master ispira affidabilità, robustezza e sicurezza. Il maestoso frontale contribuisce ampiamente a trasmettere quest’impressione, con un’esclusivo stile che rimanda al mondo dei veicoli pesanti. Si fregia della nuova visual identity del Brand Renault, con il nuovo logo e la firma luminosa a forma di C (C-Shape), ma anche i fari Full LED di straordinarie dimensioni che si sviluppano intorno all’imponente griglia della calandra. Nell’allestimento alto di gamma, quest’ultima è sottolineata da una maschera a forma di U in tinta carrozzeria o nero granulato. Sono disponibili 7 tinte di carrozzeria e oltre 300 colori speciali. Le proporzioni sono state studiate con cura per offrire il miglior equilibrio per ogni tipo di carrozzeria. Il posteriore rastremato, per ottimizzare l’aerodinamica, è stato progettato in modo da mantenere ottime dimensioni per l’entrata posteriore e il volume utile. Il taglio del finestrino posteriore riprende i codici tipici di Master con il vetro asimmetrico, mentre i fari posteriori ripropongono la caratteristica firma luminos C-Shape dell’anteriore. È stato compiuto un lavoro meticoloso sulla qualità percepita e la robustezza. Ad esempio, i pannelli monoblocco delle fiancate danno un’impressione visiva di maggior solidità (soprattutto nelle versioni più lunghe) e sono strutturati per essere più rigidi ed evitare le deformazioni. Anche nel vano di carico la qualità percepita è stata migliorata, fino ai dettagli delle rifiniture e dei rinforzi. AEROVAN DESIGN:AL SERVIZIO DELLE PRESTAZIONI ENERGETICHE Lo straordinario lavoro compiuto sull’aerodinamica di Nuovo Renault Master ha consentito di conferirgli la miglior efficienza della categoria, indipendentemente dall’energia utilizzata. Il suo coefficiente di resistenza aerodinamica (SCx) è stato ridotto di oltre il 20%, collocandolo nettamente al di sotto della generazione precedente e di tutti i competitor. Per conseguire questi risultati, la forma è stata studiata in ogni minimo dettaglio: cofano corto, parabrezza inclinato in avanti, design dei retrovisori, guide per il flusso dell’aria nei paraurti, posteriore rastremato, tetto spiovente, ecc. Si è lavorato sull’aerodinamica anche per migliorare il comfort acustico dell’abitacolo. Dato che il veicolo era troppo voluminoso per poter entrare nella galleria del vento di Saint-Cyr, gli studi per lo sviluppo che necessitano il ricorso alla galleria aerodinamica sono stati compiuti su modellini in scala 83%. In seguito, le versioni in scala reale sono state portate, per la convalida, in una galleria del vento specializzata in studi aerodinamici per l’aviazione. Tutto questo impegno ha dato risultati concreti in termini di efficienza. Nuovo Renault Master ha, così, ottenuto una significativa riduzione di 39 g/km a livello di emissioni di CO2, proponendo pertanto un valore inferiore ai 200 g/km. La straordinaria aerodinamica di Nuovo Master consente di avere un forte impatto anche sui consumi delle versioni elettriche, con una riduzione del 20% rispetto all’attuale Master. PARTE 2: PIATTAFORMA MULTI-ENERGIA I clienti di Nuovo Renault Master scelgono sempre il veicolo più efficiente della categoria*, indipendentemente dalla motorizzazione per cui optano, con evidenti vantaggi in termini di costi di gestione e di maggior carico utile (fino a 2 tonnellate con una massa complessiva di 4 tonnellate). Tutte le versioni escono dalla stessa catena di montaggio, il ché consente una grande flessibilità di adattamento alle esigenze della clientela. Nuovo Renault Master è l’unico veicolo della sua categoria prodotto in Francia: tutte e tre le alimentazioni delle motorizzazioni e tutte le varianti della carrozzeria sono prodotte sulla stessa linea, a Batilly (nei pressi di Metz). Produzione di motori e trasmissioni, ma anche assemblaggio delle batterie avvengono in Francia, dove ha sede l’84% dei fornitori. *al momento del reveal di Nuovo Master, a Novembre 2023. MOTORE DIESEL BLUE DCI Per Nuovo Renuault Master sono previste quattro varianti di motorizzazione Diesel Blue dCi, con potenze da 105, 130, 150 e 170 cv. Questi motori offrono notevoli vantaggi a livello di consumi (- 1,5 l/100 km in media) e di emissioni di CO2 (- 39 g/km), restando così al di sotto dei 200 g/km. La trasmissione è affidata ad un cambio manuale classico o un nuovo cambio automatico EAG9 a convertitore di coppia a 9 rapporti, particolarmente efficiente. MOTORE ELETTRICO Le versioni 100% elettriche di Nuovo Renault Master offrono due motorizzazioni, da 96 o 105 kW, entrambe in grado di erogare una coppia di 300 Nm, con una batteria dalla capacità rispettivamente di 40 kWh (180 km di autonomia in ciclo WLTP) e 87 kWh (oltre 410 km di autonomia in ciclo WLTP). Nuovo Renault Master può, così, vantare valori record, con un carico utile di 1.625 kg con patente B, autonomia fino a oltre 410 km in ciclo WLTP e capacità di traino di 2,5 tonnellate. I consumi restano moderati, con un valore WLTP di 21 kWh/100 km per la versione dotata di batteria da 87 kWh, grazie all’innovativo sistema di termogestione. La ricarica rapida da 130 kW DC consente di recuperare 229 km di autonomia in soli 30 minuti. Al proprio domicilio, per ricaricare dal 10 al 100% bastano meno di quattro ore con wallbox da 22 kW AC. Nota: per il dettaglio di tutti i servizi connessi specifici delle versioni elettriche (programmazione della ricarica, precondizionamento della temperatura prima della partenza, ecc.), si veda il capitolo sulla connettività di seguito riportato. MOTORE A IDROGENO Nuovo Renault Master è stato progettato anche per essere offerto, in futuro, nella versione a idrogeno H2 con cella a combustibile. PARTE 3: TECNOLOGIA ESCLUSIVO IMPIANTO FRENANTE L’innovativo impianto frenante dinamico elettroassistito di Nuovo Renault Master offre la stessa efficienza e la stessa sensazione al pedale indipendentemente dal carico del veicolo. Consente anche al sistema di frenata automatica di emergenza di attivarsi più velocemente (tempo di risposta dimezzato) e di migliorare il recupero energetico nelle versioni elettriche, contribuendo all’aumento dell’autonomia. 20 SISTEMI DI ASSISTENZA ALLA GUIDA Nuovo Renault Master è dotato di 20 sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) per la massima sicurezza degli occupanti e degli altri utenti della strada. I sistemi di sicurezza attiva di cui è dotato garantiscono il massimo controllo della strada, , tra i principali: l’assistente di stabilizzazione laterale, la frenata automatica di emergenza (AEBS) e il Trailer Assist. Nuovo Renault Master può anche contare sull’Intelligent Speed Assist, che aiuta il conducente a guidare nel rispetto dei limiti di velocità. FUNZIONI V2X PER LE VERSIONI ELETTRICHE* Le versioni elettriche di Nuovo Renault Master saranno dotate delle funzioni V2X: Vehicle To Load (V2L) e Vehicle To Grid (V2G). Ciò include la possibilità di ricaricare i dispositivi esterni (V2L, dal veicolo ai dispositivi elettrici) con una presa nell’abitacolo, nel vano di carico o mediante un adattatore da collegare alla presa di ricarica per attaccare i dispositivi portatili (attrezzi, apparecchiature informatiche, ad esempio) o gli equipaggiamenti integrati nei veicoli predisposti dagli allestitori (furgone frigorifero, portellone motorizzato, autobus con riscaldamento / climatizzazione supplementare, ecc.) direttamente sulla batteria. Nuovo Renault Master potrà, così, essere collegato alla rete e fornirle anche energia dalle sue batterie (funzione V2G, dal veicolo alla rete elettrica), grazie al caricabatterie bidirezionale. *in funzione dei Paesi CONNETTIVITÀ ALL’AVANGUARDIA Nuovo Renault Master è un veicolo commerciale nato in un mondo digitale, dotato di serie di tutto ciò che serve per essere il più performante possibile. L’intuitivo sistema multimediale OpenR Link è di serie su tutta la gamma, con un display touchscreen da 10’’ e compatibilità via cavo o wireless con Android Auto ed Apple CarPlay, per proiettare lo schermo dello smartphone. Un sistema smart e scalabile, con la possibilità di aggiungere nuove funzionalità, grazie agli aggiornamenti da remoto (FOTA - Firmware Over the Air disponibili per oltre 20 centraline), proprio come uno smartphone, garantite gratuitamente per 5 anni. OPENR LINK CON GOOGLE INTEGRATO, SEMPRE PIU' CONNESSO E PIU' EFFICACE Disponibile per la prima volta a bordo di un veicolo commerciale leggero, il sistema multimediale ultramoderno OpenR Link con Google integrato**, sviluppato in collaborazione con Google e basato su Android Automotive OS 12, consente al conducente di Nuovo Master di disporre di Google Maps per la navigazione, del catalogo aGoogle Play per le app e dell’assistente vocale integrato Google. Per un’esperienza connessa ottimizzata, il sistema può essere personalizzato come uno smartphone, associando un account Google al profilo utente. L’interfaccia modulabile può ospitare due widget, oltre alla schermata principale (navigazione con Google Maps): musica, telefono, Google Assistant, veicolo, ora e data, pressione degli pneumatici, ecc. Grazie alla barra del menù a sinistra del display, il sistema permette di muoversi facilmente tra i vari mondi: home page/navigazione, musica, telefono, App, veicolo. Inoltre, è disponibile un caricabatterie wireless per smartphone per evitare la presenza di tanti cavi all’interno dell’abitacolo. ** disponibile in opzione GOOGLE ASSISTANT, PER LA GESTIONE DEL VEICOLO Semplice ed intuitivo, OpenR link si usa come un tablet, tramite touchscreen o comandi vocali, grazie al riconoscimento vocale fornito da Google Assistant, ad esempio per ascoltare la musica. Questo assistente virtuale in vivavoce può essere utilizzato anche per fare varie richieste, come l’accesso alle ultime notizie o al meteo oppure la gestione di alcune funzioni del veicolo, come la regolazione della climatizzazione o lo sbrinamento, senza distogliere lo sguardo dalla strada. Per i conducenti che hanno registrato un account Google su OpenR Link, Google Assistant può anche diventare proattivo, ad esempio, suggerendo una destinazione in funzione dei percorsi abituali. APP UTILI PER GLI OPERATORI PROFESSIONALI Disponibili su Google Play in un catalogo che si arricchisce costantemente, alcune App sono particolarmente preziose per l’uso professionale quotidiano, in particolare: Vivaldi Browser consente l’accesso a Internet e dà quindi la possibilità di vedere, su un comodo display da 10’’, le proprie mail e gli allegati, modificare i documenti, guardare i tutorial e persino i video su Youtube durante la pausa pranzo: un’alternativa efficace all’uso dello smartphone. La home page di Vivaldi è configurata con pratici link diretti a Gmail, Outlook, il pacchetto Office e la guida elettronica Renault. Proprio come da tablet o PC, è possibile personalizzare i preferiti per un accesso rapido. EasyPark è una soluzione di pagamento dei parcheggi pubblici che consente di pagare il giusto prezzo per la sosta. Il parcheggio ha inizio con un semplice click sul display di OpenR Link e si conclude automaticamente, quando il veicolo si mette in movimento, un sistema semplice ed efficace. Waze per la navigazione, prezioso per chi è abituato ad usare questa App collaborativa basata su una vasta comunità. OPENR LINK CON CONVERTOR COMPANION L’utilizzo del sistema multimediale OpenR Link con Google integrato apre anche la possibilità di integrare App dedicate ai veicoli allestiti. Queste App, sviluppate direttamente dagli allestitori, consentono ai conducenti di Nuovo Renault Master di controllare e monitorare gli allestimenti direttamente sul display da 10’’ del sistema multimediale. I vantaggi per il cliente sono molteplici: miglior interfaccia per il conducente (miglior visibilità, comandi di maggiori dimensioni, schermo a colori), più semplicità e sicurezza, maggiore integrazione, miglioramento della qualità, possibilità di aggiornamenti automatici da remoto. Inoltre, si evita la necessità di un display supplementare ad hoc da fissare sulla plancia, migliorando il valore residuo del veicolo. Tre App saranno disponibili fin dal lancio: allestimento camion dei vigili del fuoco, allestimento officina ed allestimento veicolo refrigerato. GOOGLE MAPS AL SERVIZIO DEGLI OPERATORI PROFESSIONALI La navigazione con Google Maps permette soprattutto di ottenere informazioni sul traffico in tempo reale, punti di interesse (fornitori o ristoranti preferiti con orari, telefono, ecc.), comandi vocali, mappe sempre aggiornate, ecc. Collegandosi ad un account Google dal profilo utente, è possibile accedere agli indirizzi preferiti. MY RENAULT E SERVIZI DA REMOTO Per un’interattività e proattività quotidiana sempre maggiori, Nuovo Renault Master propone anche la connessione al veicolo da remoto con la App My Renault, che offre al conducente varie funzioni: Ritrovare il veicolo più facilmente localizzandolo sulla mappa dopo un intervento o in un grande parcheggio, ad esempio, attivando i fari o un segnale acustico. Seguire il programma di manutenzione con gli alert associati. Ricevere un alert quando il veicolo viene aperto: funzione molto utile se si considera che i veicoli commerciali trasportano carichi di un certo valore. ALTRI SERVIZI CONNESSI CON MOBILIZE Mobilize propone altri servizi connessi per Nuovo Renault Master: Mobilize Connected Insurance*** per modulare e quindi ottimizzare i costi di assicurazione in base alle distanze percorse e al tipo di guida. Mobilize Fleet Connect***, che propone alle aziende una piattaforma Web e una App per gestire ed ottimizzare in tempo reale le flotte di veicoli: consumi, geolocalizzazione, geofencing, sfide dell’ecoguida, ecc. La gestione delle flotte risulta così semplificata, reattiva e più economica. Mobillize Fleet Data, che consente alle aziende di accedere ai dati non elaborati dei loro veicoli (chilometraggio, alert di manutenzione, geolocalizzazione, ecc.) per poterli integrare nei tool di gestione esistenti. Nuovo Renault Master vanta una connettività nativa che permette di condividere i dati. *** in funzione dei Paesi VERSIONNI ELETTRICHE: UNA CONNETTIVITA' AD HOC Per le versioni elettriche, Nuovo Renault Master propone numerose funioni ad hoc, sempre per un’esperienza connessa simile a quella degli smartphone. La transizione verso la mobilità elettrica è, pertanto, sempre più facilitata. Google Maps prende in considerazione le preferenze dell’utente e propone i migliori itinerari per ottimizzare gli spostamenti. L’Electric Route Planner permette anche di pianificare meglio i viaggi con i veicoli elettrici. Il conducente può definire i filtri per la ricarica in base alle carte di pagamento utilizzate o alla potenza di ricarica desiderata. Può anche stabilire il proprio domicilio e il luogo di lavoro come punti di ricarica o programmare congiuntamente climatizzazione e ricarica in base al programma della settimana, per ottimizzare i costi ed ottenere la temperatura desiderata nell’abitacolo. La App My Renault e i numerosi servizi da remoto previsti specificatamente per i veicoli elettrici consentono a Nuovo Renault Masterdi essere sempre connesso all’ecosistema digitale dell’utente: visualizzazione dell’autonomia restante, per controllare lo stato di carica in tempo reale visualizzazione dei punti di ricarica pubblici nelle vicinanze o in una località precisa programmazione da remoto della ricarica in base agli orari scelti dall’utente, ad esempio, per ricaricare solo nelle ore non di punta programmazione da remoto del precondizionamento dell’abitacolo, per beneficiare della temperatura ideale ad inizio giornata (senza nessun impatto sull’autonomia, quando il veicolo è collegato): comfort garantito per gli operatori professionali che sono abituati a partire la mattina molto presto visualizzazione dello stato della ricarica e storico delle date di ricarica integrazione di Mobilize Charge Pass, il servizio che consente di pagare la ricarica con una sola card, senza sottoscrivere più abbonamenti, presso la più ampia rete di punti di ricarica pubblici in Europa: oltre 500.000 punti di ricarica in 25 Paesi, di cui il 50 % con stazioni da 22 kW. Sottoscrivendo l’abbonamento al servizio è possibile usufruire di tariffe preferenziali presso i punti di ricarica della rete Ionity (oltre 2.600 punti di ricarica). Infine, sono disponibili diversi servizi complementari firmati Mobilize, per semplificare l’utilizzo delle versioni elettriche di Nuovo Renault Master: Mobilize Power Solutions facilita il passaggio alla moblità elettrica con soluzioni di ricarica su misura presso la sede dell’azienda, in viaggio e anche al domicilio dei dipendenti. Mobilize Power Solutions affianca gli operatori professionali, dalla consulenza all’installazione e gestione delle colonnine di ricarica, passando per l’ottimizzazione energetica e la manutenzione. Per il pagamento della ricarica, i dipendenti possono usare la carta di ricarica Mobilize Business Pass, mentre il gestore della flotta può seguire i consumi da remoto e gestire le fatture mensilmente. La App Smart Charge (disponibile nel corso del 2024) offrirà la possibilità di gestire la ricarica domestica in modo intelligente e flessibile. Scegliendo di ricariare nelle ore in cui il costo dell’energia è inferiore, si riducono i costi della bolletta elettrica. Inoltre, favorendo la ricarica nelle ore di maggior disponibilità di energia rinnovabile, la ricarica intelligente ha un impatto positivo sull’ambiente ottimizzando anche i costi di ricarica. PARTE 4: TUTTI I MUST DEI VEICOLI COMMERCIALI POTENZIATI Fin dal lancio, Nuovo Renault Master offre una gamma completa per coprire tutti i tipi di esigenze degli operatori professionali. Sono, infatti, previste 20 configurazioni diverse, da 11 a 22 m3, con una maggior larghezza di accesso (+ 40 mm) dalla porta laterale scorrevole e lunghezze di carico aumentate (+ 100 mm) ai vertici della categoria. Carico utile, dimensionie volumi, ottimizzati lo rendono il veicolo commerciale ideale in grado di ridefinire le prestazioni della categoria. Nuovo Renault Master prevede 20 veicoli allestiti direttamente dalla fabbrica, ad esempio: ribaltabili, cassoni fissi, furgone doppia cabina, gran volume, ecc. Ciò consente di avere una gamma di veicoli allestiti chiavi in mano che garntisce una riduzione dei tempi di consegna al cliente. Il passo ridotto e l’avantreno rivisitato offrono una maneggevolezza mai vista prima, con un diametro di sterzata di 1,5 m. La maneggevolezza in città raggiunge i massimi livelli con Nuovo Renault Master, tanto da dare ai clienti la possibilità di scegliere la versione L3 anche per l’utilizzo urbano. Come per tutti i veicoli elettrici della gamma Renault, Nuovo Master è dotato dei sistemi dello Human First Program del Costruttore, progettati per aiutare le squadre di emergenza ad intervenire sul veicolo in caso di incidente: il codice QR per i vigili del fuoco è integrato nella carrozzeria per guidarli in interventi veloci e tempestivi; l’accesso per i vigili del fuoco consente di inondare la batteria ad alta tensione delle versioni elettriche per evitare il rischio di innescare incendi; l'interruttore SD permette di scollegarla per poter intervenire sul veicolo in assoluta sicurezza ed è protetto contro gli urti da una specifica scocca. Commercializzato a partire dalla primavera 2024, Nuovo Renault Master è stato pensato per andare più lontano, con un maggior carico utile e riduzione dei costi di gestione: il perfetto Aerovan di nuova generazione con piattaforma multi-energia. Topic Spy -> https://www.autopareri.com/forums/topic/78258-renault-master-iv-2024-prj-xdd-spy/#comment-2486607
  13. De Meo ha annunciato durante un intervenuto all'evento "Future of the Car" del Financial Times l'arrivo per il 2027 di una citycar elettrica con il marchio della Losanga ispirata alle kei-car giapponesi "Mi piace molto l'idea di tradurre in un linguaggio europeo il concetto di kei car in Giappone. Penso che sia intelligente, perché non si tratta solo di un problema di prodotto. È una questione di prodotto e di regolamentazione per consentire una mobilità umana efficiente e a basso impatto"
  14. La Régie è a lavoro sulla quarta generazione del Master, la cui attuale iterazione risale al 2010. Come si può notare dagli spies, il passo è chiaramente fuori asse rispetto alla carrozzeria, che nei test iniziali rimane quella dell’attuale furgone. Motor.es
  15. Ecco i 7 modelli Alpine da qui al 2030 Nel 2022, le vendite di Alpine hanno raggiunto livelli record, con un aumento del 33% rispetto al 2021. Circa 7 anni dopo il lancio, l’A110 è l'auto sportiva più venduta in Francia, attestandosi nella Top 5 del segmento delle coupé sportive in Europa. Nel 2022, le 3 serie limitate (A110 GT J. Rédélé, A110 Tour de Corse 75 e A110 R F. Alonso) hanno fatto il tutto esaurito in meno di 30 minuti. Il portafoglio ordini ha raggiunto 7 mesi di vendite a livello mondiale e le vendite dovrebbero superare le 4.200 unità nel 2023. Il numero di punti vendita è raddoppiato in soli due anni, giungendo ad un totale di 140 a fine 2022. Le partnership con RedBird e AutoNation negli Stati Uniti dimostrano la grande attrattiva che esercita Alpine in un Paese dove ha grandi ambizioni. Inoltre, Alpine entra per la prima volta nella Top 150 delle Marche di maggior valore in Francia, con 550 milioni di euro[1]. Lancio di 7 nuovi modelli entro il 2030 per sostenere l'espansione della Marca Nata dal mondo delle gare automobilistiche, Alpine deve affrontare diverse sfide, tra cui anche quella di diventare 100% elettrica. A tal fine, può avvalersi di tutta l’esperienza dei suoi tecnici ed ingegneri che si attestano tra i migliori esperti mondiali di motorsport. Innanzitutto, Alpine farà leva sul suo Dream Garage, composto da modelli di serie 100% elettrici: l’A290 (auto del segmento B basata sulla piattaforma CMFB-EV delle Renault 5 e Renault 4), futura city car sportiva elettrica per uso urbano, la cui show-car è stata svelata lo scorso 9 maggio, è attesa dal 2024. il Crossover GT del segmento C, che sarà prodotto presso la Manufacture Alpine Dieppe Jean Rédélé in Francia, arriverà nel 2025. la nuova A110, fiore all’occhiello dell’eredità e del know-how della Marca, diventerà 100% elettrica entro fine 2026. Il prototipo A110 E-ternité è servito da test, per dimostrare la capacità e la validità dell’idea di Alpine di sviluppare la sua piattaforma. Questa permetterà alla Marca di proporre veicoli fedeli al suo DNA di sportività e agilità. L’APP (Alpine Performance Platform) sfrutterà anche le risorse interne dell’azienda per realizzare economie di scala. Basata sulla futura A110 elettrica, l’APP è modulabile, potendosi adattare in lunghezza e larghezza. Sarà utilizzata anche per i nuovi veicoli, come l’inedita decappottabile basata sull’A110 e la nuova A310, coupé sportiva a 4 posti. Infine, Alpine lancerà due nuovi veicoli nei segmenti D/E sulla scia del suo Dream Garage. Oltre alla piattaforma APP, Alpine sta sviluppando anche tecnologie di proprietà per i suoi esclusivi modelli sportivi, come il motore a idrogeno a combustione interna e l’ADM, Alpine Dynamic Module, intelligenza centrale dell’architettura elettronica che permette di migliorare l’agilità e le prestazioni dei veicoli. Accelerare la trasformazione grazie a partner leader nei rispettivi settori Alpine intende creare un ecosistema circondandosi di partner chiave per reinventare insieme la sportività automobilistica del futuro, primo tra tutti il Gruppo Renault. La sua piattaforma APP potrà contare sulle competenze SDV (Software-Defined Vehicle) di Ampere, il futuro pure player dei veicoli elettrici e del software del Gruppo Renault. I servizi finanziari di Mobilize Financial Services consentiranno ad Alpine di attirare e fidelizzare i clienti con offerte su misura. Infine, oltre alla propria rete, Alpine potrà contare anche sulla rete distributiva del Gruppo Renault per svilupparsi a livello internazionale. Ci saranno anche partner esterni pronti a sostenere Alpine: Google, per sviluppare i servizi di connettività, e Verkor per la fornitura delle batterie elettriche ad alte prestazioni prodotte a Dunkerque in Francia. Alpine intende sviluppare la sua immagine come Marca, con una crescente presenza nel motorsport, come nel Campionato Mondiale di Endurance, a cui la Marca parteciperà nel 2024 nella categoria top delle Hypercar come factory team, ma anche nella Formula 1, per poter contare su nuove fonti di reddito. L’obiettivo in Formula 1 è incrementare i ricavi da licenze e attività di merchandising. Per accelerare questa trasformazione, Alpine si assocerà a nuovi investitori come Otro Capital, RedBird Capital Partners e Maximum Effort Investments. DATI SALIENTI Alpine ha circa 2.000 dipendenti, 140 punti di vendita e 5 siti di progettazione e produzione La Manufacture Alpine Dieppe Jean Rédélé (Francia), sede storica (con 343 dipendenti), ha investito 36 milioni di euro nel 2017 per rilanciare l’A110. Les Ulis (Francia), centro ingegneristico di Alpine Cars, ospita oltre 350 addetti, esperti di auto sportive, distribuiti su 9.300 m². Guyancourt (Francia): un team design composto da 45 dipendenti è dedicato alla Marca Alpine. Viry-Châtillon (Francia): 25.300 m², oltre 500 addetti che pongono il loro esclusivo know-how sui motori al servizio delle gare automobilistiche (progettazione, assemblaggio, test, ecc.). Enstone (Regno Unito): lo stabilimento di Alpine F1 Team dedicato allo sviluppo delle monoposto con circa 900 dipendenti. La strategia di Alpine sarà presentata nel dettaglio oggi, lunedì 26 giugno 2023 nel corso dell’Alpine Future Tour, evento organizzato con la partecipazione di Luca de Meo, CEO del Gruppo Renault, e Laurent Rossi, CEO di Alpine, ad Enstone, nel Regno Unito. L’evento sarà trasmesso dalle ore 14.00 sul sito: www.renaultgroup.com [1] Studio Brand Finance France 150 2023
  16. Basata sulla nuova piattaforma super-flessibile del Gruppo Renault, Niagara Concept offre un ottimo comfort di guida. Ha una motorizzazione efficiente, grazie alla tecnologia E-Tech Hybrid 4x4 e ad un duplice adattamento tecnico: da una parte, il passaggio alla motorizzazione mild hybrid advanced (48 v) nella parte anteriore e, dall’altro, un motore elettrico supplementare a livello di retrotreno. Niagara Concept è quindi un modello a trazione integrale, ottimizzato per le prestazioni da fuoristrada. Questa motorizzazione permette di compiere la metà dei percorsi quotidiani in modalità 100% elettrica, con una significativa riduzione delle emissioni di CO2. Renault Niagara Concept preannuncia i futuri modelli di serie internazionali che saranno lanciati entro il 2027.
  17. Topic Spy -> https://www.autopareri.com/forums/topic/77483-latam-renault-kardian-b-hatchback-2023-spy/
  18. Per i mercati emergenti ecco anche una B-Hatchback, derivata da Sandero Stepway ma con il frontale visto sulla sedan rialzata. WS
  19. Twingo Gangsta Crew Ispirata alla cultura della West Coast e dell’hip hop, questa Twingo retrofit 100% electric è un omaggio a un’eccentrica tendenza automobilistica degli anni ‘90: quella dei lowrider californiani. Twingo Top Model Con questa Twingo retrofit 100% electric rivivi la moda degli anni ‘90 e scopri gli iconici dettagli che sfilavano sulle passerelle dell’epoca. Twingo Y2K Ispirata alla cultura delle boy band degli anni ‘90 e 2000, questa Twingo rappresenta la cultura del tuning. La vettura ha un look decisamente moderno con una motorizzazione retrofit 100% electric sviluppata in collaborazione con il nostro partner R-FIT.
  20. Ieri il Gruppo Renault ha annunciato la creazione di una nuova joint venture con la sua controparte Volvo Group(proprietaria di Renault Trucks, Volvo Trucks, Volvo Bus e Mack, e che vede come primo azionista il Gruppo Geely) Questa nuova entità attualmente denominata Flexis avrà sede a Parigi e sarà partecipata in parti uguali. Anche Nissan ha annunciato che trarrà vantaggio da FlexEVan. FlexEVan (di cui possiamo vedere oggi il primo teaser) si basa su una nuova piattaforma skateboard elettrica da 800V e una nuova architettura software SDV dotata di un sistema ultra potente sviluppato con Qualcomm.
×
×
  • Create New...

 

Please, disable AdBlock plugin to access to this website.