Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori
  • EMERGENZA COVID-19 - E' un momento particolarmente difficile
  • ma grazie alla collaborazione di tutti
  • ne usciremo sicuramente vincitori! Nel quotidiano occorre rispettare alcune regole ed accortezze
  • ma nel mondo virtuale non c'è pericolo
  • ed Autopareri vi è virtualmente vicino ed attivo
  • per tenervi compagnia!

Quo.Lore

Members
  • Content Count

    4,253
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Quo.Lore last won the day on May 25 2019

Quo.Lore had the most liked content!

Community Reputation

1,232 Excellent

7 Followers

About Quo.Lore

  • Rank
    Team Manager

Profile Information

  • Car's model
    Lada Niva Supercharged DKG RS

Recent Profile Visitors

4,566 profile views
  1. Non credo affatto, anzi. Chiaro che la Ferrari non ha più la potenza di una volta, ma rimane ancora la squadra la più potente in termini di immagine, . Senza la Ferrari, la giostrella della F1 perderebbe enormemente del suo fa$$$cino. Come spiegare altrimenti che la Ferrari sia l'unica ad avere un diritto di veto?
  2. Concordo. Purtroppo, credo che la Ferrari abbia barato. Se la cosa fosse in zona grigia, il communicato della FIA sarebbe stato molto più chiaro, dicendo "Non abbiamo trovato niente che aggirasse il regolamento". Quella cosa del patteggiamento segreto è purtroppo un'ammissione plateale che la Ferrari barava, ma che si è voluto salvare la faccia alla Ferrari e alla FIA, che probabilmente ha scoperto il trucchetto solo grazie a qualche dritta di qualche ex-Ferrari. Cioè, senza quella soffiata, non ci sarebbero mai arrivati da soli. Fossi negli altri team, sarei ugualmente indignato. Anche se fosse la Williams a barare. Ragazzi, siamo onesti: cosa diremmo qui dentro se il patteggiamento fosse tra la Mercedes e la FIA? Non nascondiamoci dietro ad un dito, saremmo tutti i a dire "schifo, mafia Mercedes, complotto dei britannici, formula schifo". Non è differente per la Ferrari.
  3. Sono deluso. Non dell'auto, a parte che sia in serie limitata e che non potrò sicuramente mai permettermela. No, sono deluso dal fatto che siano state fatte solo una quindicina di pagine. Per una GTA? Cos'è successo a AutoPareri? Dove sono i prosciutti, l'heritage, i ponti De Dion, i "ma vuoi mettere una 370Z?"
  4. 'sta cosa del patteggiamento con la FIA non l'ho capita neppure io. Il mio sentimento purtroppo è che se Ferrari ha accettato di patteggiare, e che sapeva che fosse la miglior soluzione anche per lei. Capire, hanno preferito stare buoni e evitare lo scandalo.
  5. Onestamente, quei cavalli in più bastano e avanzano. La Giulia Quadrifoglio è già, con 510 cv, una belva abbastanza delicata da ammaestrare.
  6. Come detto da alcuni, secondo me, Binotto non sta bluffando quando dice che non sono competitivi. Un conto è dire "vedremo, non sappiamo dove sono gli altri, ma siamo contenti del lavoro effettuato fin'ora", un'altro è dire "facciamo cagare". Io vedo Ferrari decisamente in affanno. Secondo me, in Ferrari si sono talmente concentrati nel risolvere i problemi dello scorso anno (velocità in curva, affidabilità), che si sono scordati di fare un'auto veloce.
  7. Arrivo dopo la guerra, ma mi è stato confermato che Alfa Romeo avrà una novità "per celebrare la sportività" da svelare il 3 marzo. Se sommiamo al teaser che parla di un ritorno "leggendario", basta fare 2+2...
  8. Esatto. La formula uno è fatta di cicli regolamentari, con annessi cambiamenti tecnici. Interpretare al meglio quest'ultimi è FONDAMENTALE FIN DAL PRIMO ANNO. In pratica, chi sbaglia il concetto di auto il primo anno si ritroverà ad arrancare fino al prossimo cambio regolamentare, perché chi parte davanti, finisce davanti, perché poi fa evolvere la suo concetto vincente anno dopo anno, mantenendo il suo vantaggio in competitività. Me l'ha spiegato Jan Monchaux, di Alfa Romeo Racing, che appunto avevano sbagliato auto all'ultimo cambio regolamentare, complice anche i budget risicati e la gestione Monisha Kaltenborn. Ora, nel 2020, siamo all'ultimo anno di questo ciclo regolamentare, che è stato stradominato da Mercedes. Le carte saranno rimischiate per il 2021. TUTTI i team stanno in realtà già investendo tantissimo per quell'anno e quel ciclo lì. Perché c'è un'aggravante per il prossimo ciclo: la limitazione dei budget. Dunque bisogna spendere cifre folli ORA per il concetto di auto che inizierà dal 2021, così di avere quel vantaggio iniziale, da mantenere poi fino al prossimo cambiamento regolamentare. Dunque sì, la tesi che abbiamo risparmiato sulla SF1000 per spendere molto di più sull'auto del prossimo auto è molto verosimile.
  9. Ferrari dice che il DAS arrivera (se arriverà) a metà stagione. Penso che Mercedes contemporanemente svelerà la versione D della sua monoposto, per celebrare il titolo appena conquistato.
  10. Binotto : "Non siamo veloci come i rivali al momento, ma è una stagione molto lunga e non ci siamo ancora concentrati sulla prestazione”. https://www.gazzetta.it/Formula-1/21-02-2020/binotto-ferrari-non-ancora-veloce-das-fiducia-fia-non-avremmo-prima-meta-stagione-3601123356123.shtml Ok, riassumendo: l'anno scorso, Ferrari davanti dopo i test di pre-stagione. Ed è finita in parata Mercedes. 2020, Mercedes domina i test di pre-stagione e Ferrari che ammette di non essere veloce. Vi lascio tirare le conclusioni su cosa ci aspetta per la stagione. No. Ci ho ripensato: moriremo tutti.
  11. In Mercedes hanno semplicemente riciclato un soluzione che avevano in casa
  12. Brucia che questa furbata non l'abbia trovata la Ferrari (a prescindere dal fatto che l'avrebbero resa illegale). Ora, mi aspetto che tutti gli ingenieri di Maranello non dormino più fino a Melbourne afinché di copiare questo sistema. Non me ne frega che debbano riprogettare tutto. Sennò quest'anno si trasformerà in un incubo peggio del 2019.
  13. ... fino ai test di pre-stagione, come ogni anno. Idea per fare vincere qualcosa a Ferrari: un campionato dei test di pre-stagione.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.