Jump to content
News Ticker
Benvenuti su Autopareri, il forum dell'Automobile!

slego

Members
  • Content Count

    3,414
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    20

slego last won the day on August 4

slego had the most liked content!

Community Reputation

5,859 Excellent

About slego

  • Rank
    Collaudatore

Profile Information

  • Car's model
    Jeep Renegade
    BMW Z3
  • Gender
    Maschio

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. non solo solo il pensionato, c'è un mondo di gente che fa rate per la Panda. e c'è tanta gente per cui una Tipo è già una signora auto. e soprattutto mica tutti si vive per avere i seidili in pelle, il clima trizona, il massaggio lombare e la qualità Das Auto ci son "poveretti" che si accontentano di avere un bel mezzo di trasporto che funzioni e sia affidabile. e che se ne fottono ad esempio del marchietto cromato sulla calandra.
  2. gente che vuole un'auto che va bene, comoda, spaziosa, equipaggiata il giusto e che costi una cifra ragionevole. (che poi essere pensionati e anziani non è mica una colpa sai? mica tutti hanno la possibilità di comprarsi la maghina nuova fullòpscional coi benefit della ditta).
  3. certamente. ma quelle puntano (anche) a target che non sono quelli della Tipo. sono scelte.
  4. non mi stancherò mai di dire "quanto mi manchi Sergio".
  5. su Renagade il T3 beve più del T4. e ovviamente va meno. non capisco come possa esserci gente che se lo compra. ok, costa un po' meno e risparmi due spicci di RCA e bollo. ma si torna sempre al discorso che se guardi i cento euro di risparmio non compri una Renegade. proprio no.
  6. aggiungo: Tipo ha tre varianti di carrozzeria, ergo sarebbero tre lamierati da modificare il costo non è solo la modifica, ma il fatto di avere poi a magazzino (ricambi) 6 portelloni al posto di 3. cosa che comporta costi che vanno tenuti in conto su Tipo sedan, vista la conformazione del baule, inserire il nuovo logo sarebbe abbastanza problematico a meno di non fare un intervento piuttosto pesante di rifacimento di tutta la parte superiore, dato che questo logo richiede una superficie libera e pressoché piana abbastanza larga (non è adatto ad essere incassato/incastrato come n
  7. il California vero parte da quasi 60mila euro, questo starà forse sui 45mila. per me sono cifre folli. con gli stessi soldi ti compri un camper vero, spazioso e accessoriato. dove ci stai in pedi, carichi quel che vuoi, dormi comodo, fai la doccia, cachi e cucini. al limite, spendendo la metà ti compri un commerciale "nudo" e te lo fai allestire, se vuoi un mezzo agile ed essenziale. ma cifre del genere per un furgoncino con un materassino dell'ikea e due mobiletti sono un roba assurda.
  8. sicuramente interessante e originale. fermo restando che il problema si può facilmente aggirare con questo semplice attrezzo
  9. più che carryover in questi casi parlerei d condivisione: di fatto buona parte delle auto del gruppo aveva lo stesso blocco clima, con minime differenze estetiche (giusto per la 4c si può forse parlare di vero e proprio trapianto, considerando anche la distanza temporale con la Seicento e il fatto che sono marchi diversi). ricordo anche Opel che a cavallo tra '90 e '00 montava lo stesso blocco clima, stesse leve sul piantone e stesso blocco del comando luci più o meno su tutta la gamma.
  10. speriamo invece che torni, il prossimo anno. che almeno vediamo chi ne ha davvero e chi no. perché diciamocelo: a meno che di colpo siano diventati tutti mezzi fenomeni, mi sa che senza qualcuno che alzi l'asticella e obblighi tutti a stare davvero in tiro finisce che son tutti più o meno a pari livello e basta un niente per passare da primo o merdesimo e viceversa. senza che si capisca davvero se chi vince ha fatto una gran gara o semplicemente ha fatto meno peggio degli altri.
  11. vero parzialmente: la Up! ha un portellone vero, nascosto sotto il vetro (a differenza del trittico franco-nipponico, che ha solo il vetro con cerniera nascoste sotto lo spoiler in plastica). comunque faccio fatica a capire le critiche al Pandino, che resta un'auto gradevole, ben disegnata e ben costruita, nonostante l'età. che è credo quella con la migliore abitabilità e sfruttabili nella sua categoria e forse è ancora la migliore su strada. che è quella che si può portare a casa al prezzo più vantaggioso. che ha una gamma completa come allestimenti e motorizzazioni
  12. Mir sta facendo esattamente qui che fece Alzamora: pochi errori e una sfilza di podi (e tanto culo!)
  13. mah. Dovizioso è talmente a terra che temo non vincerebbe nemmeno con la pioggia. peraltro a Le Mans è andato bene, ma non benissimo. non è che con la pioggia automaticamente lui vada più degli altri, anzi.
  14. con tre gare e una classifica così può succedere ancor di tutto (vedi cosa è capitato nel giro di due GP in Moto2): per me da Mir a Rins sono ancora tutti in ballo (e peccato per Miller, che per la terza volta ha fatto zero senza colpe. sennò ci sarebbe pure lui tra i primi). certo che vedere il leader della classifica senza vittorie e con una media di 12,4 punti a GP... non voglio fare il confronto col Marquez dell'anno scorso (22 punti/GP) ma pure il Marquez dell'anno peggiore ha vino con oltre 16 punti di media. nella storia della MotoGP il campione più scarso(come punti) è
  15. oggi Dovi ha rischiato di farsi passare persino da Rabat. cazzo, tredicesimo in un gara senza Marquez e Rossi, con due Honda e 2 Ducati fuori... praticamente un paracarro. imbarazzante. Mir sta facendo un mondiale due spanne sopra a Dovizioso, non scherziamo. e ricorda che l'unica vittoria di Dovizioso è venuta grazie alla ridicola "garetta" con ripartenza, sennò col cavolo che vinceva. e con lo stesso giochetto hanno scippato a Mir una vittoria quasi certa (e 13 punti in classifica, pure).
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.