Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

slego

Members
  • Posts

    3,883
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    21

Everything posted by slego

  1. 6 moto in pista di cui 4 ufficiali, unica casa a mettere giù un tale schieramento. ma forse riesce nell'impresa di perdere il mondale contro una squadra che corre di fatto con un solo pilota
  2. esatto. la garanzia estesa di KIA, oltre i due anni di legge, è un servizio aggiuntivo non obbligatorio che in quanto tale può essere vincolato a determinate condizioni. non ho mai letto il contratto KIA, ma è assai probabile che sia prevista l'obbligatorietà dell'assistenza presso la rete ufficiale.
  3. Marini avrà una moto 2022 ma è 100% pilota privato (pagante). Bastianini avrà una moto meno aggiornata ma è sotto contratto Ducati, quindi è un pilota privato per modo di dire. in prospettiva direi che è messo meglio lui.
  4. ispirazione aeronautica, direi. sulle carlinghe degli aerei le bandiere sono messe "dritte" sul lato sx e sono invece invertite sul lato dx, perché sono rappresentate come fossero bandiere vere al vento. esempio (air foce one):
  5. con quella cifra un grande brand ci paga - forse - l'affitto dello spazio, nudo e crudo. siamo in realtà su cifre di un altro ordine di grandezza. (mi capita ogni tanto di lavorare nel settore fieristico. e ti posso dire che una fiera importante/internazionale ma di nicchia, per un'azienda che è un microbo rispetto ai colossi del'automotive, viene a costare facilmente cifre a 5 zeri. e parliamo di aziendine da 50 dipendenti, mica di FCA o Toyota).
  6. in effetti. pare disegnata bene, ma alla fine è una roba che sa un po' di Maserati, un po' di Aston, un po' di Alfa, un po' di Porsche, un po' di questo e un po' di quello. tutt'altro che brutta, ma manca totalmente di una sua identità.
  7. se vedi la discussione sulla 500e ho scritto la stessa cosa: le piccole elettriche costano uno sproposito e sono economicamente insostenibili, oggi. che siano Dacia o Salcazzi.
  8. ma infatti. per venderne tante come vende Panda significherebbe - a botte di 8mila euro l'una - un esborso per lo Stato di cento milioni all'anno, calcolato a spanne. e voglio vedere da dove li si tira fuori questi soldi. già ora il suo prezzo effettivo sta sui 17.500 (dato che la quota di 2mila +IVA che ci mette il concessionario sull'incentivo è ovviamente già caricata sul listino). ma appunto fintanto che mamma-Stato caccia i soldi col piffero che i produttori si sforzano più di tanto di abbassare i prezzi.
  9. certo, ma paragonare il suo costo "reale" con quello di una Panda (o altra macchinetta non sovvenzionata) è come confrontare il costo di un ristorante dove pago io con quello in cui mi offrono la cena (girando il conto agli altri commensali peraltro)
  10. credo si riferisca al fatto che la Svezia ha deciso di dismettere le centrali nucleari ma al tempo stesso la società elettrica nazionale (pubblica) intende costruire nuove centrali in Estonia. in pratica delocalizzano la produzione, così da trasferire i rischi altrove.
  11. si vede bene il braccio superiore con lo snodo del montante (in pratica lo stesso quadrilatero alto di Giulia e Stelvio)
  12. strano però. o non è lui, o il Cybertruck non sarà come lo hanno presentato, dato che questo vetro è curvo mentre in tutte le immagini e i video si è visto sempre un vetro piatto. in più questo ha una strana asimmetria, alla base, che non quaglia con il prototipo.
  13. Cinquecento, nella sua semplicità, aveva un design bilanciato, pulito e funzionale. niente fronzoli ma tutto al suo posto. a me piaceva pure, nella sua poraccitudine. non un capolavoro, ma una cosa disegnata bene. Seicento invece era - per me - il classico "nozze coi fichi secchi": operazione dichiaratamente povera in cui si è cercato di dare una veste nuova a un progetto vecchio spendendoci giusto due soldi: linee curve e bombature laddove c'erano nativamente linee dritte e superfici piane, solo per dire "ve', guarda com'è moderna". l'effetto era di una Cinquecento passata sotto le mani di un tuner (stesso effetto mi faceva la Fiesta III rispetto alla Festa II: una bella "gonfiata" ai lamierati ed ecco il modello nuovo. meh...)
  14. l'età credo conti ben poco, è stato un incidente simile a quello di Simoncelli, che non era un ragazzino e correva con i "grandi". e incidenti mortali capitano in tutte le categorie, a piloti di tutte le età. semplicemente e brutalmente la moto è in sé un mezzo intrinsecamente pericoloso: lo è in strada e lo è in circuito, dove pure ci sono molte meno criticità e variabili rispetto alla strada. e per la sicurezza si può fare tanto ma fino a un certo punto, perché se cadi le tue protezioni in fin dei conti sono e saranno sempre un casco e una tuta. fine. sei vulnerabile e non ci si può fare pressoché nulla. chi corre in moto lo sa.
  15. infatti come si è visto alla fine era esausto. comunque il problema non è (solo) la forza: quella la recupera, magari non al 100% ma la recupera. quello che invece temo non recupererà, non del tutto, è quel "di più" che lo rendeva un marizano, ovvero quello cosa che gli permetteva di avere il controllo della moto praticamente in qualunque condizione e gli permetteva di fare quelle robe che gli abbiamo visto fare. si tratta di sensibilità, abilità e reattività, più che di forza, che con un braccio menomato non so quanto possano "tornare". poi secondo me anche con questo handicap, se si rimette in forma, tornerà ad essere uno forte e rognoso da battere. ma non sarà più imbattibile.
  16. eh s', brutto brutto. il braccio mi sa che se lo è mezzo fottuto. tornerà in forma e tornerà forse a vincere, ma non avrà più il piglio che aveva. peccato, un'altro come lui non lo si vedrà per tanto tempo.
  17. ma infatti la mia osservazione era proprio quella. per me Duster ha senso proprio in versione spartana 4x4 da usare come mezzo pratico in determinati contesti, ma poi vedo che perlopiù circola in pianura/città, di solito 2WD in versione (relativamente) ben accessoriata. in montagna, zone che frequento io dove l'auto 4x4 è un mezzo da lavoro (o svago, ma comunque necessità) di Duster non ce ne sono. così come sono pochi i suvvetti in generale.
  18. anche se in realtà ne vedo tanti in città e pochi ad esempio in montagna (soprattutto dove l'auto 4x4 è "da lavoro" i Duster sono mosche bianche).
  19. nel senso che scrivere che l'assenza di un impianto frenante riduce le masse non sospese è una castroneria, dato che al posto dei freni ci sono i motori che di certo pesano di più dei freni. quindi c'è un risparmio di peso complessivo, ma un aumento delle masse non sospese.
  20. dal 2022 saranno obbligatori su tutte le auto di nuova omologazione: AEB - frenata automatica di emergenza LKA - assistente al mantenimento della corsia monitoraggio della stanchezza del conducente ISA - Intelligent Speed Assistance poi dal 2024 l'obbligo sarà esteso a tutte le auto di nuova immatricolazione per rispondere nel dettaglio alla tua domanda: no, Dacia non dovrà dotare lì'auttale Duster di AEB, perlomeno non prima del 2024.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.