Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

TonyH

Members
  • Content Count

    53,354
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    173

TonyH last won the day on January 6

TonyH had the most liked content!

Community Reputation

16,034 Excellent

About TonyH

  • Rank
    HALL OF FAME
  • Birthday 07/16/1982

Profile Information

  • Car's model
    Alfa Romeo Giulietta Quadrifoglio Verde

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Si, ibrida. Per minimizzare i consumi nel tour dei discount alla ricerca delle zucchine e della pepsi in offerta.
  2. A volte ho l’impressione che molti più che verde ambiente siano verde dollaro. Che l’elettrica piace solo con incentivi all’acquisto e corrente gratis o quasi. Togli quello, è la voglia ambientale ciao ciao.
  3. 1- costi, che da noi sono esplosi 2- redditi, che da noi sono implosi 3- il cacamento di cazzo sociale ad libitum. Io iniziato a lavorare mi presi quel bidone (come affidabilità) della Cooper S. Buona parte dei commenti erano quelli riportati (tolti la parte dello spider). Idem quando ci comprammo la 500C. Idem con la Giulietta QV. Riporto sempre cosa mi disse un signore mentre la stavo ritirando "tempo 2 anni la darai via per una 500L". 4- la guerra alle auto storiche, indicate come l'origine di tutti i mali e quindi bloccate (a Torino le euro-'0 sono il 4,7% del circolante ma vengono colpite come se fossero il 47%) Come può essere coltivata e praticata la passione con questi presupposti?
  4. Ma i giovani l'ardore ce l'hanno eccome! Hanno anche la curiosità. Non hanno l'esperienza e il know-how, e per quello cercano fiducia e riscontro negli "adulti". E qua iniziano i grossi problemi. Mettiamo che un 20-enne si trovi in mano questo: Lo legga, si gasi. Vada in trip per uno spiderino, cerca su autoscout, trova che non costino così tanto e vada a informarsi sui forum, sui giornali e dagli amici più anziani. "eh, ma chissà quanto consuma" "ma quanto paghi di assicurazione" "pffff.....neanche 200cv, non va un cazzo, ti sorpassano le apecar della raccolta rifiuti" "cabrio? poi ti viene la cervicale" "cabrio non la apri mai" "minchia ma quando la rivendi ci smeni un sacco." "mi vergognerei a farmi vedere in giro con quel marchio" "ma non ci pensi quando tra 15 anni avrai dei figli?" "il sistema multimediale fa schifo" "le finiture sono oscene" "ma non è meglio una bella tedesca, loro sì che sanno fare le auto. Mio zio ha avuto una mercedes 30 anni fa, mai un problema". "oh, ma quanta CO2 emette??????? (new entry)" Risultato, firma il contratto per l'ennesima berlinetta/crossover diesel, bianca o grigia. Tutto questo per riflettere sul fatto che dare la croce addosso ai giovani è ingeneroso. Loro inizialmente seguono i fratelli maggiori. E siamo forse noi per primi ad aver smarrito la via ....volendo auto sempre più potenti, più accessoriate, più autonome, più rifinite....più tutto di tutto.
  5. A livello prototipale stanno sviluppando celle solari che eseguono l'elettrolisi sfruttando la radiazione solare (no, non sono pannelli fotovoltaici) Dal minuto 32. Consiglio però di guardarlo tutto, per vedere cosa siamo capaci di fare in Italia, nonostante la ristrettezza di fondi.
  6. Dai, noi (dico "noi" perchè sono targato 1982) a 20 anni ce l'avevamo con la Globalizzazione, idolo Naomi Klein (No Logo)...contro la guerra in Kosovo e "il mio nome è mai più", e cercavamo qualche ragazza nuda su c6 La passione non è che non c'è (vedasi i ragazzini francobollati allo Stelvio Q), il problema sono gli adulti che la uccidono. Da un lato con auto sempre più mortificanti (hai famiglia, cosa te ne fai di una C da 240cv?), accoppiato a costi sempre più alti e unito a limiti alla circolazione sempre più stringenti. A inizio anni 2000, se avevi tanta passione e pochi soldi prendevi una 5 GT Turbo e via. Oggi, se prendi un Clio 16v te lo inchiodano in garage a prescindere se abiti in una grande città.
  7. Tutto quello che ha un marchio tedesco ha il mercato tedesco dietro. Vince in partenza a prescindere.
  8. Per l'unica che verrà venduta in Italia, non credo che siano un problema i 100€ di superbollo. Invece manuale si, non sarebbe male per un puro giocattolo. E appunto, due strapuntini, anche già vestiti da seggiolini.
  9. I primi e principali clienti a cui è rivolto sono le flotte e gli appalti pubblici. Con la bassa CO2 dichiarata rientri in più capitolati.
  10. Lo stupore é vedere amici adulti impazziti come ragazzini per quei giocattoli. Io avrei una paura folle, ruote piccolissime e asse di sterzo verticale, sei a rischio di caduta perenne. In città si é sempre preferiti scooter a ruote alte anziché le 8"/10" delle vespe... Adesso giriamo con ruote mignon. Sono un grosso fan della bici, la trovo più strutturata per girare in sicurezza.
  11. Stev, perché OBBLIGATORIAMENTE demolire auto datate, specie se funzionanti e mantenute bene? È anche questo un sintomo della fallacia logica che ruota attorno al tema. Perchè l’inquinamento complessivo è direttamente proporzionale alla percorrenza. Devi mettere le persone nelle condizioni di avere meno necessità dell’auto, cosa che non accade. Anzi, a forza di tagli al TPL e a un lavoro che essendo sempre più scarso va cercato dove c’è, stiamo aumentando la dipendenza dall’auto.
  12. Visto che qua a Torino sono tutti in trip assoluto coi monopattini elettrici (di cui i più potenti arrivano a 35km/h), non mi stupisco più di niente.
  13. Comprendo poco l'ossessione dei possessori Tesla di voler "dimostrare" che è lapiùmigliore4eva della altre supercar. Di video ce ne sono pure troppi. Ti piace la tua Tesla, sei contento dell'acquisto? Bene, son contento. Perchè andare a tampinare tutti gli altri. Io non tifo Juventus, ma mi guardo bene da andare sotto la curva Scirea a dire che sono tutti sorpassati (anche perchè non ne uscirei vivo). Fossi uno di quei possessori Ferrari ripresi, risponderei come insegna il vate Panelli in "Grande Magazzini"
  14. Avremo delle brutte sorprese. Scopriremo che avremo speso un sacco di soldi per risolvere poco il problema (congestione) e ne avremo creati di altri (disoccupazione). La Corsa all’elettrico dei tedeschi è per far finta di girare attorno al problema. L’eccesso di capacità produttiva, nodo irrisolto da decenni, soprattutto occupazionale. Si pensa che incentivando a mostro si possa mantenere i volumi produttivi di 20 anni fa (che erano già troppi). Peccato che le case stiano già licenziando perché per i veicoli elettrici serve meno manodopera. Ciliegina sulla torta, il fast charge in centro a Torino ad oggi costa 20€ per 2 ore di carica.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.