Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'truffa'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

    • Consigli per l'Acquisto dell'Auto
    • Riparazione, Manutenzione e Cura dell'Auto
    • Assicurazioni - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Scoops and Rumors
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobility
    • Mobility and Traffic in the City
    • Traffic on Highways
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Off Topic in Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • Vuoi farti pubblicità su Autopareri?
  • Il sito Autopareri

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Professione


Interessi


Twitter


Facebook


Website URL


YouTube


Website URL


Website URL

Found 14 results

  1. http://www.finanzaonline.com/notizie/der-spiegel-maxi-cartello-colossi-auto-tedeschi-oltre-20-anni-titoli-del-settore-attacco Der Spiegel: maxi cartello tra colossi auto tedeschi da oltre 20 anni. Titoli del settore sotto attacco 21/07/2017 16:33di Laura Naka Antonelli Lo scandalo dieselgate che ha travolto Volkswagen sarebbe solo la punta dell’iceberg di un mercato profondamente segnato da accordi segreti tra vari big. Azionario europeo sotto pressione, con i listini che accelerano al ribasso dopo la rivelazione di Der Spiegel, che in un articolo che sta facendo non poco scalpore, rivela che l’industria tedesca dell’auto ha operato come un cartello per più di 20 anni. Lo scandalo dieselgate che ha travolto Volkswagen sarebbe dunque solo la punta dell’iceberg di un mercato che, in tutti questi anni, avrebbe prosperato grazie agli accordi segreti tra vari big. Altro che libero mercato. La collusione sarebbe stata all’ordine del giorno. Der Spiegel fa i nomi di Volkswagen, Daimler, BMW, Audi e Porsche, e rivela indiscrezioni secondo cui i produttori tedeschi di auto si sarebbero accordati per fissare i prezzi dei sistemi per la gestione delle emissioni dei motori diesel, ma non solo. I principali artefici del cartello, Volkswagen, Daimler e BMW, avrebbero tenuto infatti incontri segreti e creato anche gruppi ad hoc a partire dagli anni Novanta, per discutere su diverse questioni, tra cui quelle inerenti ai costi di produzione, alle forniture, alla strategia e alle emissioni di gas inquinanti. Il settimanale descrive il caso come “uno dei principali cartelli nella storia economica della Germania“. Proprio in questi meeting, le aziende si sarebbero accordate per fissare standard di purificazione dei gas per i loro veicoli diesel, gettando così le basi di quello scandalo che sarebbe stato battezzato “dieselgate”. In particolare, a partire dal 2006, i colossi avrebbero discusso anche il costo dell’AdBlue, il sistema per il trattamento dei gas di scarico dei motori diesel. Con gli accordi venivano decisi anche i costi dei componenti per la costruzione dei veicoli. Coinvolti 200 dipendenti, riuniti in 60 commissioni. Immediata la reazione del mercato. La pubblicazione delle indiscrezioni viene seguita dal tonfo delle quotazioni dei 3 Big del settore automobilistico made in Germany. Il Dax precipita ai minimi della sessione scivolando fino a -2%, e la rivelazione bomba di Der Spiegel alimenta l’attacco contro i principali titoli del settore auto quotati in Borsa. Le azioni delle dirette interessate – Volkswagen, Daimler e BMW – crollano tra -3% e -4% -, con il sottoindice auto dello Stoxx 600 che capitola di oltre -3%. Tra l’altro il magazine tedesco rivela ancheche, in una lettera inviata alle autorità competenti, lo scorso 4 luglio, Volkswagen ha riconosciuto di essersi resa colpevole di comportamenti contrari alla concorrenza. Il portavoce del colosso tedesco dell’auto – a cui fanno capo anche i marchi Porsche e Audi – non ha al momento rilasciato dichiarazioni. Anche Daimler e BMW si sono chiuse nel silenzio A SEGUIRE SEMPRE IN GIORNATA: http://www.finanzaonline.com/notizie/volkswagen-daimler-e-bmw-sbandano-sul-dax-spunta-accusa-cartello-tra-costruttori-auto 21/07/2017 16:18di Titta Ferraro Fitte vendite in chiusura di ottava sui maggiori testimonial tedeschi del settore auto. Il titolo Volkswagen cede quasi il 3% dopo essere scivolato nell’intraday fino a -4,8%. Bmw cede il 2,76% e Daimler il 2,72%. A far scattare gli ordini di vendita sono le anticipazioni pubblicate da Der Spiegel su una possibile Cartello fra i maggiori costruttori auto tedeschi. Il caso, spiega Der Spiegel nella sua edizione online, sarebbe emerso in seguito a un’autodenuncia da parte di Volkswagen e Daimler circa decenni di accordi tra i produttori tedeschi sulla tecnologia dei veicoli, costi, fornitori e strategie, nonché controlli sulle emissioni diesel. Intese che andrebbero contro le norme antitrust. Le discussioni avrebbero coinvolto più di 200 dipendenti in 60 gruppi di lavoro in settori quali sviluppo dell’auto, motori benzina e diesel, freni e trasmissioni. Va bene le solite psicosi etc etc, ma qui mi sembra che i titoli abbiano perso veramente troppo per esser solo un fuoco di paglia (come anche il fatto che a sollevare la vicenda sia lo spesso ridicolo Der Spiegel). Non avendo info/esperienza in merito, lascio la parola ai tanti tecnici, insider, competenti amici del Forum...
  2. L'antitrust ha accertato l'esistenza di un cartello tra le società finanziarie dei principali gruppi automobilisti ed ha imposto sanzioni per un totale di 678 milioni di euro. Per il momento sembra salvarsi solo il gruppo Daimler. https://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2019-01-09/multa-antitrust-678-milioni-cartello-finanziarie-auto-090739.shtml?uuid=AEMS1tBH http://www.ansa.it/canale_motori/notizie/attualita/2019/01/09/antitrust-multa-da-678-mln-a-case-e-finanziarie-auto_3a8b4f67-29e3-436e-b7a0-21dcba887e5a.html
  3. Non ho trovato il vecchio topic, quindi ne apro un altro. Eventulamete unite col vecchio (col cerca non da nulla...) Sistema D****R: spezzata la catena che prometteva auto a_noleggio_a_prezzi_stracciati Da quattroruote.it Diciamo che puzzava da lontano un miglio... P.s. Com'è che mi ha messo gli asterischi?
  4. Nastro e bianchetto per taroccare le targhe. Migliaia di alterazioni anti-multa ogni anno - La Stampa
  5. Dato che mi è appena arrivato, riporto il modulo standard di truffa in fase di vendita della propria auto. Eh sì, perché i truffatori internazionali non si limitano a farsi trasferire contanti all'estero in cambio di auto inesistenti, ma si cimentano anche in questo tipo di truffe che, forse, sono anche peggio. Da quanto mi hanno detto funziona così: effettuano sul c/c bancario del venditore un tipo di bonifico che per qualche motivo è annullabile; il bonifico viene effettuato per una somma più elevata rispetto a quella pattuita ed il presunto acquirente, dicendo di essersi sbagliato, chiederà di farsi restituire la differenza (generalmente 1000 euro) in contanti al momento del ritiro. Oppure, come in questo caso, ci sarebbero dei soldi extra per la spedizione. Al momento del passaggio quindi, il venditore consegna la propria auto, mille euro e di lì a poche ore il bonifico non viene accreditato sul c/c. A questo punto chiedo io, può essere utile che io segnali il contatto a qualcuno? Il sito che fa da tramite in questo caso è eBay. Di certo evito di andare dalla Polizia Postale: l'unica volta che ho dovuto fare una denuncia da loro, al di là delle ore perse, sono stati capaci di chiedermi come si fa la chiocciola. Tutto ciò, ovviamente, per produrre carta e nulla più.
  6. Ragazzi vorrei avvertirvi su una truffa che sta avvenendo ultimamente... Stamattina una ragazza si presenta nel mio palazzo dicendo che li mandavano da Varese (???) e chiedeva di poter vedere l'ultima bolletta (e il relativo codice) dicendo che gli serviva per farci risparmiare soldi. Ovviamente alla domanda "ma è un cambio di gestione?" ha subito risposto "no no" tranquilizzandoci che non voleva nemmeno entrare in casa (eh si...perchè in giro cè gente che truffa...e perchè, tu non truffi???). ...peccato che poi cera da firmare un foglio che era, ovviamente, il cambio di gestione (e stranamente ai clienti sopra i 70 anni questa cosa non era possibile) . Insomma la "classica" truffa, di quelle che fanno vedere alle Iene o a Striscia La società in questione è la GDF Suez (e cliccando su Google questo nome si possono trovare decine di post di gente truffate, di inchieste e cosi via...) Una mia vicina stava quasi firmando, fortunatamente l'abbiamo salvata all'ultimo Avvisate i vostri cari (soprattutto i più indifesi) e fate girare la voce, perchè questi hanno rotto i coglioni
  7. Salve, proprio grazie ai vostri consigli, dopo aver condiviso con voi in un post un "dubbio epico" tra roadster, ho deciso per la BMW z4 3.0i Ora sono alla fase dell'acquisto: vivo nelle Marche e tra le tante occasioni di Autoscout24 mi è subito saltata all'occhio (per vicinanza, prezzo e chilometraggio) quest'auto che trovate QUI MA: 35'000km in 9 anni sono meno di 4000 l'anno. Poco persino per una seconda o terza auto, così sono andato di persona a sentire. ... Guarda caso l'auto è del padrone del concessionario, che ha la bellezza di 7 autovetture tra bmw e mercedes. Le condizioni della carrozzeria, capote, cerchi, interni e motore sono perfetti a tal punto da confondersi con un nuovo. Ho chiesto la fotocopia del libretto per verificare il telaio in officina ed hanno accettato senza problemi. (ovviamente è l'officina della mia città che si è poi rifiutata di darmi informazioni). Prima di andarmene dal concessionario ho chiesto da quanto tempo l'auto è in vendita; "un mese" mi ha risposto. Escludendo a priori ipotesi truffaldine quali auto rubata e chilometraggio manomesso, quello che mi chiedo è come mai un'auto in quelle condizioni ed a quel prezzo non abbia trovato un acquirente nell'arco di un mese? Non c'entra niente la benzina ad 1.8 che deprezza, e la gente che non compra a priori auto di quel tipo, perché il dubbio viene già se confrontata tra pari: tra le tante z4 3.0i che ho cercato, questa è in assoluto la più conveniente, talvolta anche per 3-4 mila euro di differenza a parità di km o anni. E nessun'altra è in queste condizioni estetiche. Cosa dovrei aspettarmi? Su cosa dubitare? Cosa chiedere? Insomma c'è qualcosa che non so?
  8. Ciao a tutti! Sto cercando di comprare un auto usata. Ho poco tempo perchè per lavoro dovrò stare 10 mesi fuori l'italia e volevo comprarmela prima di partire. Nella disperata ricerca su internet mi sono imbattuto in questo annuncio devo dire allettante, ma ho dei dubbi sulla veridicità. Ve lo quoto: 1°mail dopo che gli ho detto che non avrei pagato prima di avere in mano l'auto per ovvi motivi lui mi ha risposto.2°mail Che ne pensate?Grazie!
  9. autocar Maquette : I fari anteriori e le cuciture dei sedili sono gli unici dettagli che si salvano...
  10. La mia domanda è: se la mia vecchia auto invecchia ulteriormente aspettando quella nuova, vale la stima di prezzo fatta come da contratto? Nel mio caso il ritardo è dovuto esclusivamente alla concessionaria, per cui da 50 giorni ho pagato e aspetto la consegna dell'auto nuova. In questa lunga attesa la mia vecchia auto ha cominciato a fare dei rumorini che sono cresciuti col tempo, e purtroppo la sua valutazione vale solo per un mese. Io però, a questo punto, non voglio andare a spendere soldi perchè non è mia la colpa di questo ritardo, molto grave se si considera che l'auto l'ho vista e pagata il 27 luglio. Se mi dovessero fare storie? E se mi chiedono dei soldi altrimenti loro non la ritirano più?!? Mi sento preso in giro e questo pensiero di poter essere ricattato non mi fa dormire! ((HELP
  11. Ciao a tutti, voglio segnalarvi un tentativo di truffa che è capitato ai miei danni. Anche se molti di voi ne sono a conoscenza questo post serve più che altro ad informare tutti coloro che mettono in vendita un'auto e non conoscono i potenziali pericoli a cui vanno incontro. Tempo fa ho inserito un annuncio su un sito dedicato ai motori, vendevo una Smart. Mi è arrivata un'email da tale Cole Lee (Lewis_cowell@yahoo.com) che di seguito riporto:
  12. -------------------------------------------------------------------
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.