Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Search the Community

Showing results for tags 'vintage car'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Autopareri Answers
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
    • Consigli per l'Acquisto dell'Automobile
    • Riparazione e Manutenzione dell'Automobile
    • Assicurazioni RCA - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Rumors and Spies Cars
    • Funzionamento della sezione Novità ed Anteprime
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
  • Mobility
  • Off Topic on Autopareri
  • Il sito Autopareri
  • Venditori Convenzionati

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Interessi


Professione


Biografia


Quotes


Website URL


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

Found 38 results

  1. L’auto italiana a staccare la valutazione più alta questa volta non è stata una Ferrari, ma un’Alfa Romeo. Da RM Sotheby’s, l’Alfa Romeo 8C del 1939 della collezione di Sam e Emily Mann ha raggiunto i 19,8 milioni di $, mentre da Gooding & c. una Ferrari 250 GT California del 1959 ha raggiunto i 18,1 milioni $ e una Ferrari 250 GT Competizione del 1960 i 13,5 milioni di $. Tra le Rosse più recenti da segnalare una 288 Gto del 1985 arrivata a 5,445 milioni $ e una LaFerrari a 5,2 milioni $ http://topspeed.gazzetta.it/2016/08/22/quando-unalfa-romeo-batte-le-ferrari/?refresh_ce-cp
  2. Sono appena stato contattato con una mail, con l'invito a visitare il sito e richiedere il certificato di autenticità 8per la barchetta) finalmente anche in fiat hanno capito che dietro il vendere c'è un mondo d'appasionati. visitate il sito, troverete costine molto interessanti riguardo al restauro, consigli dei tecnici ecc. https://www.fcaheritage.com
  3. E'assai che, pur sempre frequente avventore del forum, m'è difficile proferir favella per queste bande. Ma dopo Bianchina Panoramica, tenevo a presentare a voi Autopareristi il nuovo arrivo nella rimessa del pollaio, ecco Bianchina Aerodinamica:
  4. Buona sera amici, sono un nuovo iscritto, Posseggo una jaguar xj6 4.2 ed ho notato che nel libretto di circolazione c'è scritto "BL CARS LIMITED XJ6" COSA VUOL DIRE? CHE HO UNA VERSIONE A NUMERO LIMITATO ?
  5. Stavo cercando un'auto che mi permettesse una certa comodità e usabilità, anche se per un uso abbastanza saltuario essendo la quarta auto in casa. Ma soprattutto cercavo una macchina che mi appagasse. Dunque mi sono trovato a bordo di un mattone scandinavo verde bottiglia. Eccola, presa ad inizio Settembre con 216.000 km. 940 Polar 06/94 motorizzata B200F Alla faccia di chi sostiene che con l'auto "d'epoca" si risparmi, per il momento il costo in pezzi per il ripristino in piena efficienza di un'auto che già di per sé male non stava ha superato il migliaio d'euro, con la manodopera non conteggiata perché quasi completamente personale.
  6. Una Peugeot L45 Grand Prix del 1914 è stata venduta per 7,26 milioni di dollari ad una recente asta di Bonhams a Los Angeles. Per gran parte del secolo scorso si è pensato che questa iconica Peugeot, venduta per l’equivalente di oltre 6,2 milioni di euro, avesse condotto Dario Resta alla vittoria nella 500 Miglia di Indianapolis del 1916. Invece recentemente è stato confermato che si tratta della vettura che, nella stessa competizione venne guidata da Ralph Mulford, che si classificò terzo. Nei primi anni del ‘900, le Case automobilistiche francesi dominavano la scena del motorsport e nel 1913 Jules Goux vinse la 500 Miglia di Indianapolis, che a quell’anno era alla sua terza edizione, con una Peugeot molto simile a questa. La Peugeot L45 Grand Prix in questione ha gareggiato nel 1916 con un motore 3.0 litri, ma più avanti venne dotata di motore con doppio albero a camme in testa e quattro valvole per cilibndro da 4.5 litri che sviluppa 112 CV a 2.800 giri al minuto. La vettura monta anche i freni a tamburo meccanici ai quattro angoli, le sospensioni a balestra semiellittiche e gli assali anteriori e posteriori. The ex-Indianapolis, Ralph Mulford, Arthur H. Klein, Lindley Bothwell 1914 PEUGEOT L45 GRAND PRIX TWO SEATER Chassis no. 1 Engine no. 1 4,491cc 112hp Inline 4-Cylinder engine with Gear-Driven Dual Overhead Camshafts and 4 Valves Per Cylinder Single Miller Barrel Throttle Updraft Carburetor (original Peugeot unit included) 112bhp at 2,800rpm 4-Wheel mechanical drum brakes Semi-Elliptical Leaf Spring Suspension, Live Axles THE BOTHWELL PEUGEOT In a dual overhead camshaft engine, the cams operate on inclined valve stems directly or through interposed cam followers. The intake and exhaust valves are disposed through an intermediate angle that minimizes intake and exhaust flow restrictions. Combustion chamber shape can be tailored to fuel quality, spark plug position and combustion propagation. It is the accepted standard for extracting performance and economy in internal combustion engines. Today virtually every racing engine uses dual overhead camshafts. At the other end of the internal combustion engine spectrum, high efficiency road engines, even hybrids, use them to maximize recovery of the innate energy of hydrocarbon fuels. RACING IN FRANCE The center of the automobile industry in the early 20th century was France. It had more serious automobile manufacturers than the rest of the world combined. Its technology was the most advanced, its engineers the most educated, its factories the best equipped, its road network the finest in the world, and the first automobile races, held on city-to-city routes over open roads, were held in France. https://www.bonhams.com/auctions/24733/lot/408/
  7. Ciao, vi presento la mia vecchietta. Qualche appassionato BMW l'avrà' già facilmente vista 1991, prima vernice (a parte la portiera guidatore, a quanto mi hanno detto in Porsche), 167.000km, direi abbastanza in forma. Qualche foto degli esterni (dopo cerco anche quelle degli interni)
  8. Ragazzi mi date più info su questo modello?
  9. http://magazinelib.com/all/auto-italia-november-2017/ ma quanto è bella 'sta rivista?
  10. Ho preso spunto da questo articlo interessante.., le compatte indeminticabili , mitiche .del passato., insomma le vostre preferite .. Spesso nella botte piccola c'e' il vino buono e quello delle compatte sportive ha un sapore eccezionale perche lo possiamo gustare 365 giorni l'anno, .avendo sempre a disposizione i cavalli e l'assetto giusto per allungare la strada di ritorno verso casa e transformarla in una piccola avventura.. LANCIA DELTA INTEGRALE (1979-1983) Ha guadagnato il soprannome di “Regina” grazie agli incessanti successi nei rally ed ha così consacrato il proprio mito, valorizzando anche la versione stradale che differiva soltanto per l’interno meno spartano e la possibilità di utilizzarla regolarmente su strada. Il corpo vettura più bombato dell’ultima serie ed il suo 2.0cc turbo da 200cv sono la firma di una sportiva che viene idolatrata da qualsiasi appassionato di automobilismo, a prescindere dal marchio preferito. È difficile trovare qualche pecca a livello progettistico, la tenuta di strada è infinita, ma non bisogna farsi ingannare pensando di essere i padroni della situazione, perché proprio in quel preciso istante potrebbe dare un colpo di coda e mordere dolorosamente. Una sportiva di razza che va coccolata a dovere, al fine di non incorrere in costose ed interminabili riparazioni. PEUGEOT 205 GTI (1984-1994) I lettori con qualche anno in più di patente la ricordano perfettamente, non ho dubbi. Quanti di noi hanno vissuto le prime esperienze adrenaliniche al volante di una 205 GTI! Prodotta dall’84 al ’94 e disponibile sia con un 1.6cc che con un 1.9cc, rispettivamente da 105 e 131cv, si è fatta prepotentemente strada nei nostri garage a suon di brividi e di staccate all’ultimo metro. Con quel ritardo di erogazione, che una volta entrata in coppia si faceva sentire con un violento calcio nella schiena scombinandone l’assetto ed il bilanciamento in curva era una trappola ed anche per questo in grado di offrire emozioni da pelo sullo stomaco. Molti preferiscono la 1.6, considerata più comunicativa rispetto alle 1.9, ma resta il fatto che è stata la migliore scuola guida che avessimo mai potuto desiderare. HONDA CIVIC TYPE-R (2001-2005) Arriva nel 2001 e segna un netto passo avanti per Honda, che con la Type-R vuole colpire il cuore degli appassionati. Pesa poco più di una tonnellata, grazie alle 3 porte ha un passo più contenuto e dispone del nuovissimo motore i-VTEC, qui un 2.000 da 200 cavalli in grado di urlare (letteralmente) sino a 7400 giri. Tutto è improntato ad una guida sportiva, come la leva del cambio posta praticamente dritta e vicina al guidatore, mentre la sensazione di doppia natura che si ha sfruttando al meglio le capacità del propulsore è ciò che la rende una compatta sportiva che sa trovarsi a proprio agio in ogni situazione. Guidatela con il piede leggero e vi sorprenderà per quanto sappia essere amichevole, andateci pesante e per farvi scendere sarà necessario finire la benzina. http://www.autoclassmagazine.com/web/the-6-best-classic-hot-hatches-we-worship-most/?lang=it
  11. Salve a tutti, quando entro in auto anni 90 sento sempre quell'odore di vecchio rilasciato dalle plastiche, questo odore come si crea? Si crea nel corso degli anni per effetto del sole o per cosa?
  12. Car Magazine July 1997 Sono paragonabili queste macchine , qualcuno mi dira'.., puo' un Peugeot vincere un confronto contro le tedesche 'premium' ...? Sembrerebbe di si .. traduzione google con qualche correzione..La scelta di un vincitore sembra sui primi pensieri, la dose è impossibile. Anche se dovesse licenziare la Mercedes dalla corsa, perché costa circa 10.000 sterline in più rispetto alla Peugeot senza apparire migliore di 10.000 sterline (se davvero migliore), ciò non impedirà agli altri di pensare al meglio - ovviamente Il meglio - semplicemente perché è una Mercedes. E mentre la gente pensa che le auto venderanno, avranno il loro valore e non finiranno per costare niente altrettanto da correre come il costo di finanziamento del capitale potrebbe aver suggerito all'inizio della proprietà. Su questa base il prezzo del CLK conta poco. Ciò che importa è che, in termini di concezione e dimensione, la BMW 328i e la Peugeot 406 Coupe sono rivali diretti al costoso CLK e entrambi sono altamente in grado, altamente auspicabile dei tre, lasciando da parte il prezzo di acquisto, nessun celebre vincitore si distingue. Prendiamo questa attività di qualità e integrità, cose che dovrebbero essere i punti di forza dei tedeschi. Il CLK si sente più fragile della BMW in determinate aree, e non mostra alcun segno di essere meglio costruito. Ma allora sarebbe difficile migliorare la qualità di costruzione di entrambi, guardate da vicino la Peugeot, però, e troverete che è allo stesso livello qualitativo. Vedi, i francesi e gli italiani, entrambi coinvolti nella Coupé 406, possono farlo anche loto un prodotto di qualita'. Sembra? A vincere e' una Peugeot , certamente.. Tempi ? Vittoria alla BMW. Handling? Difficile; La Peugeot soddisfa per la maggior parte del tempo. Livelli di equipaggiamento? La Peugeot, facilmente. Sia che tu preferisca l'idea di un marchio BMW o Mercedes a quello di una semplice Peugeot, non puoi negare che la Coupé 406 abbia l'aspetto e la presenza per trascendere la snobberia del distintivo. Riaccende i vecchi valori di Peugeot, di belle auto Pininfarina progettate e solidamente costruite prima che le cose andassero meno bene. La berlina 406 ha già indicato in quella direzione; Questo nuovo coupé amplifica il punto. Quindi guardiamo le cose come sono veramente, non come la consapevolezza dello status vorrebbe essere. La Peugeot 406 Coupe V6 SE è la vettura migliore, e per molti aspetti è anche la migliore nella su completaezza. Vince - deve vincere - con la BMW vicina sulla coda, nascondendo i suoi anni inaspettatamente bene.. E la Mercedes? Anche, è una cosa bella. Ma, nonostante il deprezzamento, è difficile capire come il suo produttore possa giustificare un prezzo di acquisto così elevato. Il gap di qualità è stato dosato. Speriamo che il divario di snobismo sia allo stesso modo.. http://www.406coupeclub.org/media/documents/CarMagazine-July1997.pdf http://www.406coupe.it/PRODUZIONE.htm Una firma di prestigioIl genio creativo della 406 Coupé, quello che ha l’ultima parola sullo stile, si chiama niente meno che Lorenzo Ramaciotti, “papà” tra le altre, in seguito, di: Ferrari 456, Enzo, 360 Modena e 550 Maranello e Maserati Quattroporte (quella del 2003). La 406 Coupé esce dai cancelli di Grugliasco fino al 2004, in 107.631 esemplari, l’85% dei quali viene venduto in Europa, con la Francia in testa alle classifiche di vendita, seguita da Germania, UK, Spagna, Belgio e Italia. La gamma comprende 4 motori a benzina (due 2.0, un 2.2 e un 3.0 V6) e un diesel 2.2, con potenze comprese fra 135 e 210 CV. Oltre 100.000 auto in circa sei anni di commercializzazione, per una coupé media sono un ottimo risultato, se si pensa che la rivale si chiama BMW Serie 3 Coupé (Audi A5 Coupé e Mercedes Classe C Coupé sarebbero arrivate qualche anno dopo).fonte omniauto.it
  13. http://www.savelancia.it/?p=6941 Si potrebbe più banalmente dire "il papà della Delta" per fare più audience, ma Sergio Camuffo non si può confinare solo ad un modello, anche se il più vincente, perché ha rappresentato quella dialettica progettuale LANCIA che poi, sotto mentite spoglie, è stata traghettata nella scocca degli altri marchi del Gruppo. La 147 è esattamente la Delta del secondo millennio. Insomma, la Lancia stava ri-diventando la "avanguardia della tecnica" tanto cara a Piech (Audi ...) del quale, con Ghidella, avevamo un eccellente gemello. Buona lettura
  14. È una foto di un mulo di una Balilla. La foto è del 1932 nei pressi della Sacra di San Michele (To), con la targa TO189, probabilmente una targa prova perché di per sé sarebbe del marzo 1927...
  15. La premessa che faccio è che sono nato nel 1980 e nella mia mente si è creata una spartizione tra auto / auto moderne. Considero iniziata l'epoca delle auto moderne con l'introduzione dell'airbag quindi siamo intorno al 1994. con l'introduzione delle auto moderne si è purtroppo (per me) creato un fenomeno triste che è quello della sparizione degli accessori Aftermarket. o meglio esistono ancora ma poca roba. Un tempo chi voleva poteva sbizzarrirsi tra migliaia di accessori (spoiler, volanti etc...) e crearsi la sua auto su misura. Spesso e volentieri si faceva il verso alle versioni più potenti (quanto avranno visto a112 junior trasformarsi in Abarth) oppure vi erano le correnti di tuning (più alla tedesca). Oggi grossomodo vedo questo fenomeno sparire anche per via dell'appiattimento tra versioni base e top o per vincoli di normative/sicurezza ecc. chissà cosa sia meglio ad ogni modo qui elenco gli accessori aftermarket ad oggi spariti per cui nutrivo tante bave: Spoiler anteriori: Mascherine a 4 fari: i famosi spoiler alla base del lunotto in gomma piuma i gruppi ottici posteriori bruniti La fascia catarifrangente al posto della targa La targa posteriore spostata in basso ne avrei ancora ma ne conservo per dopo..
  16. Proprio oggi ho appreso dell'esistenza di questa auto un po' particolare, trattasi della Fiat 127 Coupè carrozzata dalla Coriasco. So pochissimo su quest'auto, è un prototipo, prodotta in una tiratura limitata di esemplari? Da quel poco che ne so questo esemplare è in condizioni di degrado e abbandono e il proprietario lo cede solo ad una cifra spropositata... Chi ne sa qualcosa di più?
  17. Ragazzi stamattina mi ha chiamato l'assicurazione(vittoria assicurazioni)dicendomi che non posso più usufruire delle agevolazioni riservate alle auto iscritte alla lista chiusa (cosa che invece fino allo scorso anno facevano). Ora sono incasinato perchè l'assicurazione mi scade domani e loro mi hanno avvertito solo oggi. Loro hanno detto che secondo la legge non è storica ecc ecc(non era sotrica manco prima eh...e la legge è già in vigore da più di un anno). COmunque fatto sta che mi troverei a pagare per la punto cabrio praticamnete il doppio. Mi hanno detto di vedere se qualche altra compagnia ha mantenuto la convenzione. Come faccio a sapere se ci sono e quali sono e se sono nella mia zona? Generali fa una cosa del genere?
  18. Buongiorno a voi tutti, in un vecchio garage sotterraneo di un mio parente sono presenti queste quattro vetture: Alfa Romeo GT 1300 Junior Scalino Rossa Alfa Romeo GT 1300 Junior Bianca Alfa Romeo Alfetta GT Blu Alfa Romeo Alfasud Senape (no foto, in condizioni decenti) Sarei intenzionato all'acquisto delle vetture (tutte e quattro o solo le migliori). Prima ancora di parlare con questo mio parente, e sapendo che stanno ferme li da quasi 30 anni in un sotterraneo umido ma molto aerato, così a vista quanto sarebbe il valore massimo che gli si può proporre? Inoltre non è strano che quella Junior Scalino Rossa abbia la targa bianca e non nera come l'Alfetta GT? (significa che è stata reimmatricolata) Inoltre, ancora più strano (??) perché ha quel Quadrifoglio sul cofano posteriore? Era un allestimento dell'epoca? (su autoscuot24 non ne ho visti presenti ) Grazie a voi tutti
  19. In pratica ti vendono un cinquino storico restaurato a puntino e con motore elettrico da 20Cv per la modica cifra 29K Euri.... avrà successo tra hipster, radical chic e amanti dello steam punk. Peccato che manchi un avvisatore acustico che riproduca le sonorità del bicilindrico. http://www.lastampa.it/2017/04/03/motori/ambiente/la-vecchia-fiat-si-trasforma-in-elettrica-con-un-trapianto-di-cuore-EFdj9a333ax5n7uUOBGiHJ/pagina.html
  20. Siete fan delle automobili di collezione? Allora visitate il più grande museo dell'automobile al mondo a Mulhouse in Alsazia. La collezione di Fritz e Hans Schlumpf è davvero pazzesca: 437 vetture che possono essere considerate delle opere d'arte. Anche l’edificio è notevole: la Cité de l'Automobile è accessibile da una passerella che sbocca su una porta rettangolare fatta di legno, vetro e acciaio, e ornata di vetture sospese. Si entra così in un edificio sulle cui pareti sono proiettate immagini ed estratti di film. La visita si articola in modo tematico. Le sale dello spazio Capolavoro sono dedicate alle più lussuose automobili degli anni 1930, fra cui le magnifiche Bugatti Royales del 1936 costruite da Ettore e Jean Bugatti. Un'altra mostra è dedicata ai motori di prestigio, Benz e Bugatti. Ci sono poi lo spazio Corsa e lo spazio Avventura, che ripercorre la storia dell'automobile dal 1878 ad oggi. La collezione è divisa in tre parti: le «Antenate» (Panhard, Peugeot, De Dion e Benz), «I Classici», con le super automobili come la Rolls Royce Silver Ghost del 1924 appartenuta a Charlie Chaplin, e infine «I Moderni», dal 1945 in poi, con le automobili popolari. http://www.citedelautomobile.com/fr/home
  21. Sono davvero poche auto del passato che mi fanno un certo effetto.., in poche parole ...chiamamole emozioni... Ultimamente la mia mente va spesso su questa auto , tuttora (oggi) è di una bellezza rara....senza tempo ..., http://leroux.andre.free.fr/h89a.htm Cronologia produttiva Anni Note Esemplari[3] 1970 inizio produzione a settembre 868 1971 5.032 1972 da luglio anche modello "iniezione" 3.992 1973 da luglio anche modello "automatico" 2.619 1974 21 vetture montate dalla Ligier 294 1975 115 vetture montate dalla Ligier 115 Totale Compresi gli esemplari fuoriserie 12.920 Modello Sigla progetto Motore Cilindrata cm3 Alimentazione Potenza CV/rpm Coppia Nm/rpm Cambio/ N°rapporti Massa a vuoto (kg) Velocità max Acceler. 0–100 km/h Anni di produzione Prezzo al debutto (FF) Esemplari prodotti SM 2.7 type SB C114-1 2670 Tre carburatori doppio corpo Weber 42DCNF 170/5500 231/4000 M/5 1.450 220 9”5 1970-72 42.000 7.133 SM 2.7 Automatique type SB C114-1 Tre carburatori doppio corpo Weber 42DCNF 170/5500 231/4000 A/3 1.480 205 11”0 1972 USA solo 675 SM 2.7 Injection type SC C114-3 Iniezione elettronica Bosch D-Jetronic 178/5500 232/4000 M/5 1.490 228 8”9 1972-75 58.200 3.500 SM 3.0 type SD C114-11 2965 Tre carburatori doppio corpo Weber 42DCNF 180/5750 245/4000 M/5 1.450 225 9”1 1973 USA solo 600 SM 3.0 Automatique type SD C114-11 Tre carburatori doppio corpo Weber 42DCNF 180/5750 245/4000 A/3 1.480 205 10”7 1973-75 62.000 1.012
  22. Saluti a tutti amici di Autopareri!! Dopo parecchio indugiare, ho deciso di iniziare a condividere con voi appassionati ed esperti la parte più "emozionale" della mia attività. Da qualche anno infatti, la passione per l'auto e l'auto d'epoca in particolare mi hanno portato a raccogliere qualche pezzo della storia automobilistica Italiana. Con il tempo la passione si è trasformata in esperienza ed infine in quello che è ora anche un lavoro. Volevo creare una discussione in cui poter pubblicare le novità e ricevere da voi pareri, consigli, scambiarci esperienze ed idee. Ormai siamo in tanti a bazzicare anche la sezione "epoca" del Forum!! Inizio riportando il link alla pagina Facebook RPM srl, dalla quale proviene anche quella immagine che alcuni ricorderanno con l'ultima arrivata Giulia tra la mamma 75 Turbo e la nonna Alfetta 1.8 https://www.facebook.com/RPMautoPC/ Per iniziare, ecco a voi una bella coppia di Alfa 916!! 2.0V6 Turbo il gtv e 1.8ts lo Spider. Che ne dite?? Commenti? Esperienze? La grigia è una vera bomba, tenuta come una bambina da un appassionato del Trentino! Interni in pelle Momo blu, un ruggito quando si accende.. Presto diventerà ricercata anche lei
  23. Mi permetto di segnalare la seguente raccolta di imagini di un alfista appassionato: http://s1157.photobucket.com/user/giuliasuper69/library/?sort=3&page=1 ci sono delle chicche davvero fenomenali, dalle vecchie brochures, alle prove su strada, le foto dei saloni d'epoca, dei box alle corse, passando dai modelli più diffusi agli esperimenti meno noti. Per lo più sono immagini relative alle vecchie vetture del Biscione, ma con qualche piacevole divagazione su altri marchi a noi cari: invito davvero a scorrere il pingue archivio, credo ne valga davvero la pena!
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.