Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori

falconero79

Members
  • Content Count

    1,427
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

falconero79 last won the day on September 19 2019

falconero79 had the most liked content!

Community Reputation

1,695 Excellent

1 Follower

About falconero79

  • Rank
    Guidatore esperto

Profile Information

  • Car's model
    Alfa Romeo GT, 75, Giulietta 2010

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Non conosco le caratteristiche del 3.5 Jaguar e quello che dico ora sono solo supposizioni personali. Probabilmente il 2.6 6 cilindri non era altro che il 4 cilindri 1750 a cui hanno aggiunto 2 cilindri. Non dimentichiamo che l'Alfa negli anni 50 era appena uscita dalla guerra e la loro auto di punta era la 1900 e la 6c 2500. Questa macchina però aveva ancora lo schema e l'architettura delle auto di Jano. Di conseguenza, forse, non c'erano abbastanza soldi per fare un 6 in linea ex novo. Ripeto, sono solo mie supposizioni. Successivamente a questo motore è nato il V6 che conosciamo
  2. è quello della 2600. Quello della foto ha l'iniezione meccanica. Il 6 in linea è stato abbandonato per problemi torsionali all'albero ad alte rotazioni
  3. Qualcosa si trova qui, qualche mese fa era stata menzionata. Comunque era un 3,5 Busso, auto personale di Kafbell al tempo delle Business Unit. quanto alla 147 Q4 era un progetto di studio della trazione integrale che sarebbe dovuta uscire dopo la 156. Poi non se ne fece niente. ehehe vista la seconda 164 Procar? Non sapevo ne avessero fatte 2. Quanto ai sotterranei, si, sarebbe molto bello visitarlo, ma credo sia molto molto difficile. Avevo provato tempo fa con un amico che ci lavora, ma mi è sempre andata buca
  4. ho visitato i depositi sabato. Che dire. Affascinante con un pizzico di nostalgia e di rimpianti. Ci sono dei doppioni, certo, ma anche studi, prototipi che per un motivo o per un altro non videro la produzione. Peccato. Ho rivisto con piacere la 166 GTA, non pensavo l'avessero tenuta, così come la 147 Q4.
  5. va vista dal vivo. Da un senso di imponenza incredibile. Peccato che, quando sono arrivato a lei, sono riuscito a fare solo qualche foto e di corsa. C'era un gruppo di ragazzetti che la guardavano la aprivano, la toccavano di continuo. Così ho pensato di fare un giro più tardi e quando sono ripassato erano addirittura a fare il turno per salirci su. Al terzo giro, chiusa e stop... non si poteva più vedere da vicino, per colpa di quelli la.
  6. Beh, per una volta mi sento di schierarmi a favore. Una prova serve per far pubblicità. Se sono tutte vendute, perchè dare una macchina alla stampa? Solo per un servizio fotografico e poco più? Ci sono in tutti i circuiti le variabili. Anche in altri circuiti dovrebbero essere testate nello stesso momento.
  7. vero. Però secondo me il 90 % di queste GTA GTA/m se ne starà ferma nei garage dei collezionisti. Senza mai fare un km di pista
  8. posso immaginare e mi sa che il grande starebbe tutto il momento a guardare il telefono.
  9. certo, ma una volta veniva evidenziato anche il come ti portava da A a B. Ora no e il viaggio è solo una inutile perdita di tempo lo specchio della gioventù attuale è anche sulla patente. Ai miei tempi non vedevi l'ora di avere 18 anni per farla. Ora, forse, la fanno finita l'università
  10. il fatto è che ormai non puoi più correre. Le auto sono state relegate a scatole usate per portarti da A a B. Non c'è il vecchio piacere nel guidare nel 90% delle auto. poi aggiungiamo il traffico e quant'altro ecco fatto
  11. Infatti, poi magari con l'aerodinamica delle F1 quella curva li non la senti, ma da dentro, e ci ho girato, si vede eccome la piega
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.