Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori
  • EMERGENZA COVID-19
  • Rimanete al sicuro! Rispettate le distanze e le misure igieniche
  • Autopareri è sempre attivo e vi è virtualmente vicino per tenervi compagnia durante la fase di lockdown!

Search the Community

Showing results for tags 'marchionne'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Autopareri Answers
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
    • Consigli per l'Acquisto dell'Automobile
    • Riparazione e Manutenzione dell'Automobile
    • Assicurazioni RCA - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Rumors and Spies Cars
    • Funzionamento della sezione Novità ed Anteprime
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
  • Mobility
  • Off Topic on Autopareri
  • Venditori Convenzionati
  • Il sito Autopareri
  • Autopareri Answers Copia

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Interessi


Professione


Biografia


Quotes


Website URL


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

Found 11 results

  1. Riproduzione vietata, leggete il link: http://www.dday.it/redazione/24605/marchionne-smentito-da-una-ricerca-europea-le-auto-elettriche-inquinano-molto-meno-del-diesel
  2. Fca, tra gli Agnelli e Marchionne aria di crisi. http://www.lettera43.it/economia/aziende/fca-tra-gli-agnelli-e-marchionne-aria-di-crisi_43675236535.htm
  3. ....comunque sull'ultimo 4r c'e un articolo abbastanza detagliato sulle trattative di vag per l'acquisto di Alfa, volute in prima persona da De Silva che "rivuole la sua Alfa". Viene anche descitto il piano industriale che sarebbe già definito. ...e si dice che dopo una fase di stallo le trattative sono riprese. Sperem......
  4. Marchionne, Joint Venture giapponese per Alfa Romeo - Industria e Mercato - Motori - ANSIA.it L'intervista riportata da Autosital E PENSARE che qualcuno la voleva vedere in mano a VAG!!! QUALCUNO la sapeva già lunga... Scontato che non si produce in giappone , d'altronde il problema del cambio valuta è reale .
  5. Via TheWallStreetJournal I rumors che ho colto su Autoblog.com danno la SRT-10 Viper con il V10 Monstre da 8.4 litri e da oltre 700Cv grazie all'adozione del Multiair, ed un V8 di ingresso (vai a capire se il V8 Hemi da 6.4 litri o un V8 Maserati-Ferrari) per la SRT-8. Facendo un sunto: La Sebring/200C sarà negli Showroom fra 60 giorni ed avrà anche un cambio doppia frizione. Il nuovo Voyager ha nuove sospensioni, nuovi ammo ed una nuova scatola dello sterzo Chrysler 300C avrà un nuovo comparto sospensivo e il nuovo cambio ZF ad 8 rapporti. RAM Sarà presentato un baby-Ram. Un pick-up più commerciale dei soliti Truck Heavy Duty che girano ora. JEEP Il Wrangler verrà usato per il nuovo Halo, e ci sarà una sua versione sul mercato americano. Patriot e Compass saranno unificate in un solo modello: non si sa ancora quando però. Jeep sta vagliando di produrre un pick-up ibrido, ma ora è solo un'ipotesi. FIAT debutto della 5oo
  6. Breaking news ANSA: ALFA è stata venduta. ASTI - Confermata la vendita da parte di Marchionne dello storico marchio milanese. L'acquirente è un ignoto ma molto facoltoso imprenditore del ramo edile astigiano che ha caldo ha dichiarato: "sono sempre stato interessato all'Alfa Romeo, sin da bambino. Le trattative sono iniziate dopo l'acquisto del mio primo modellino di AlfaSud TI con autoradio Becker Mexico e antenna CB. Oggi ho coronato il mio sogno comprandola tutta. E pensare che il concessionario credeva che volessi una Giulietta quando gli ho detto < compro l'Alfa >"
  7. http://www.borsaitaliana.it/borsa/area-news/news/mf-dow-jones/italia-dettaglio.html?newsId=696945〈=itVi riporto l'articolo di Automotive News. In pratica Marchionne si sarebbe stufato delle perdite del brand Alfa (200-400M€ l'anno) e avrebbe ordinato una revisione strategica del brand. In particolare si starebbero considerando 2 opzioni: 1) congelare lo sviluppo prodotto una volta lanciata la nuova 147 (??) 2) sostituire sia la 159 che la 166 con una Segmento E su pianale Chrysler Alfa faces product freeze under a review of the struggling brand Luca Ciferri Automotive News Europe December 1, 2009 15:25 CET TURIN -- Fiat S.p.A. could freeze new investment in Alfa Romeo under a strategic review of the money-losing brand ordered by CEO Sergio Marchionne. A product freeze is one of two alternatives that Fiat is considering to end years of losses and declining sales at its sporty premium brand. The other option is to refresh Alfa's lineup using Chrysler platforms to replace the aging Alfa 159 sedan and wagon and the discontinued 166 flagship sedan. Alfa's new-car sales have declined steeply in the past decade as its range became older and new products were delayed. Now it seems that Marchionne is losing patience with the struggling brand. Marchionne has ordered a review of Alfa to find out whether to allow the marque a final rebirth through Fiat's alliance with Chrysler or to leave the brand as it is with no new substantial investments after the introduction of the Giulietta lower-medium car in 2010. "We need to work a lot harder on Alfa to make an intelligent decision that effectively preserves the highest possible value to Fiat," Marchionne told Automotive News Europe in an interview at Fiat's headquarters here. Too many reinventions Marchionne said Alfa had undergone too many reinventions. "We need to stop doing it. You cannot be a newborn Christian every four years. It's the same religion, eventually you need to own a religion and carry it to conclusion," he said. The two options for Alfa are: • Replacing the 159 with a D-segment sedan and the 166 with an E-segment sedan built in North America on Chrysler platforms, but unique to Alfa and sold by Alfa worldwide. • Freezing investment in the brand after the 147 hatchback is replaced by the Giulietta. This means that the 166 will not be replaced, leaving the brand with the Giulietta and the MiTo, Alfa's first small car, as its only fresh models. The rest of the Alfa range -- the 159, the Brera coupe, the Spider and the GT coupe will continue to be sold. Last year, Alfa sold 103,000 new cars compared with 203,000 in 2000. The brand has lost between 200 million and 400 million euros a year in the past 10 years, sources said. Fiat does not release separate financial results for any of its brands. Marchionne said Fiat's alliance with Chrysler could allow a high level of commonality between Alfa and the Chrysler platforms for the replacement of the 159 and 166, which was discontinued in 2007. "Certainly the availability of D and E segment (platforms) in the United States which are capable of being Alfa Romeoized is there. We need to look at the economics of that opportunity," Marchionne said. No Alfa-Dodge merger Marchionne is expected to announce the future of Alfa early next year, when the Italian automaker presents its 2010 to 2014 business plan. "By then we will know a lot more about what those architectures in the U.S. are capable of doing for Alfa," Marchionne said. He said Alfa will not integrate with Chrysler's Dodge brand, which has been speculated in some press reports. "The heritage of the Alfa and Dodge brands is completely different, the DNA is completely different. We would lose a lot of the appeal of Alfa Romeo if we try to Americanize it through a merger with Dodge," Marchionne said. Marchionne said he is pleased with the Mito, which was introduced in July 2008, and the Giulietta, which is due in March 2010. These two new products "are going to do a lot in advancing the DNA and the quality of the (Alfa) brand," he said.
  8. MILANO, 6 dicembre (Reuters) - L'amministratore delegato di Fiat (FIA.MI: Quotazione) prevede che la case automobilistiche saranno obbligate a fondersi per sopravvivere all'assalto della crisi globale, lasciando così il settore con soltanto sei grandi gruppi. Lo si apprende oggi da un articolo. "L'unica via di sopravvivenza per le aziende è di produrre più di 5,5 milioni di auto l'anno", ha dichiarato Sergio Marchionne a Automotive News, una pubblicazione di settore. "Per quanto riguarda i produttori su larga scala, finiremo con una casa automobilistica americana, una tedesca, una franco-giapponese, forse con una estensione negli Usa, una in Giappone, una in Cina e un altro potenziale concorrente europeo", ha detto. Marchionne ha detto di aspettarsi che il consolidamento emergerà nei prossimi due anni. Al momento, solo cinque case automobilistiche -- Toyota (7203.T: Quotazione), General Motors (GM.N: Quotazione), Volkswagen (VOWG.DE: Quotazione), Ford (F.N: Quotazione) e Renault-Nissan (RENA.PA: Quotazione)(7201.T: Quotazione) -- hanno quel genere di livello produttivo, secondo quanto riferisce la pubblicazione. "Questo settore industriale sarà completamente diverso", ha detto Marchionne. "Non potrà continuare a essere come in passato. L'indipendenza non è più sostenibile in questo settore". Le dichiarazioni di Marchionne sono contenute in un estratto di un servizio che verrà pubblicato nell'edizione della settimana prossima. L'estratto fa parte di una e-mail ottenuta da Reuters, con titoli e sintesi dei principali servizi del numero in uscita.
  9. Ciao a tutti, è un po' di giorni che ho letto questo articolo (che incollo) dal link: MERCATO LIBERO: FIAT SEMPRE POSITIVI? E' molto critico e sicuramente non diplomatico, le affermazioni sono piuttosto forti, specie sulla persona e l'operato di Napoleone. Cosa ne pensate? FIAT SEMPRE POSITIVI? In autunno del 2007 Marchionne ripeteva ogni settimana che il piano industriale al 2010 era confermato e che il titolo era sottovalutato. A quel tempo Fiat era intorno ai 19 euro. Negli ultimi mesi Marchionne ha ripetuto che le previsioni per la fine dell’anno sono confermate e il titolo, dopo aver toccato il minimo a 12 euro a marzo, è ritornato a toccare i 16 euro Ieri Marchionne ha ripetuto che le previsione di vendita del gruppo per il secondo trimestre verranno centrate e il titolo ha chiuso sotto i 13 euro e sempre più vicino ai minimi di tre mesi fa. Sembra che Marchionne, con il passare dei mesi non abbia perso il vizio di essere ottimista sul suo gruppo e sul possibile andamento del titolo. Tuttavia, ogni volta è obbligato ad accorciare i tempi di previsione. Eppure per tratori e camion gli ordinativi dovrebbe averli già in tasca per tutto il 2008 e i venditori dovrebbero avere già il polso sul 2009... In settimana poi, Marchionne ha sollevato dei dubbi durante il convegno sulle relazioni Italia Stati Uniti sulla possibilità di far ricorso alla Cassa integrazione. Questo Marchionne non smentisce i suoi predecessori….se c’è da fare un euro di utile…è per la Fiat…se si devono affrontare mesi difficili c’è la Cassa integrazione che paghiamo noi italiani. Marchionne se te ne vai in Svizzera a salvare l’UBS è meglio…. E’ vero che il compito di Un Ceo è di non sparare a zero sul suo titolo, ma neppure di essere così ottimista in un momento di evidente crisi dei mercati mondiali, crisi che colpirà trattori, camion e auto. Una crisi non solo Italiana (Auto vendute da inizio anno in calo di oltre il 15%) ma mondiale, fra poche settimane gli ordinativi per trattori e camion che arrivano dalla Cina, dalla Russia e dal Brasile rallenteranno e con essi la redditività. Il motivo? semplice, il caro petrolio metterà fine alla politica dei sussidi energetici di quei paesi, facendo rallentare di molto la crescita e gli investimenti (e quindi le importazioni). Di conseguenza aziende come CNH e Iveco non potranno far altro che ridimensionare il rapporto P/E ancora troppo alto. Senza contare gli alti costi delle materie prime di cui lo stesso Marchionne si è detto preoccupato… Fiat è destinata a rompere i minimi di Marzo e la nostra previsione di tre mesi fa si potrà facilmente avverare (Fiat potrebbe arrivare a 10 euro). Caro Marchionne sei stato un bravo manager e ancora lo sei. Ma come comunicatore sei una frana. La fiducia degli investitori l’hai abbondantemente persa in quanto negli ultimi mesi le tue parole ottimistiche hanno fatto perdere miliardi di euro ai piccoli azionisti. Nessuno ti crederà più, e la tua reputazione è in caduta libera. Ti ricordo che siedi nel consiglio di UBS. Anche li hai esternato positività sul titolo. Titolo che una volta terminato l’aumento di capitale può perdere ancora molto in borsa. Noi di Mercato Libero compreremo Fiat quando Marchionne comincerà a dire di essere preoccupato sull’andamento futuro del titolo….i suoi affezionati investitori venderanno e i nostri clienti compreranno……C’EST LA VIE caro parco buoi. Pubblicato da consulenza finanziaria di Mercato Libero a lunedì, giugno 09, 2008
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.