Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

33 4x4 pininfarina

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    153
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

233 Excellent

Su 33 4x4 pininfarina

  • Rank
    Collaudatore

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    audi q5 2009
  • Genere
  1. Secondo me non è necessariamente vero quello che dici. Le situazioni di Alfa e della triade sono molto diverse, da una parte un marchio quasi morto che deve ripartire, dall'altra marchi consolidati. Da una parte un fatturato molto ridotto, dall'altra grandi numeri. Mi pare ragionevole che marketing e strategia siano diversi.
  2. Premetto che sono di parte (il nick dice qualcosa). Alfa Romeo era un cadavere, ha detto qualcuno. Ora è un marchio di cui si parla molto, con due vetture riconosciute mi pare da tutti di alto livello (altrimenti non ci sarebbero tutti questi confronti con la triade). Le tecnologie per l'elettrico e l'ibrido in parte le hanno in casa, in parte si possono acquistare (vedi ZF con l'AT8 con motore elettrico integrato, tanto per dirne una). La sportività può fare rima con ibrido-elettrico e anche con guida assistita-automatica. Faccio un esempio personale, che forse vale solo per me ma forse no. Se vale per me, alfista e appassionato della guida ( e reduce da 23 anni di crucche), potrebbe valere quantomeno per altri con una di queste caratteristiche. In autostrada attacco il cruise adattivo e il lane departure warning, mi stresso meno, viaggio regolare e probabilmente rischio meno. Sono solo in montagna, settaggio sportivo e divertimento a mille. Nella guida di tutti i giorni, sentire tra le mani una auto agile e dinamica mi emoziona (a volte mi capita di arrivare un po' allegro a una curva o a una rotonda, e mi chiedo se sia stata una distrazione o un desiderio...). Non credo che il mio modo di vivere la guida e cambierebbe se avessi una ibrida o elettrica, a meno che (penso a Lexus, ma anche a Toyota, e probabilmente a molte altre) abbia un cambio a variazione continua che mi pare mortificante. Potrebbe anzi esasperarsi agli estremi: massimo relax nei trasferimenti autostradali, ricerca del piacere in altre situazioni. Io credo che la rinascita dell'Alfa possa proseguire nel momento del passaggio di una parte del mercato verso l'ibrido elettrico (quale parte? quale percentuale, realisticamente ?). Credo anche che Marchionne "qualcosa" abbia dimostrato, basti vedere il valore delle azioni FCA, all'incirca triplicato, o quintuplicato, se più correttamente consideriamo che nel frattempo c'è stato lo spin-off di Ferrari, che ora vale quasi quanto FCA. O forse noi di Autopareri siamo gli unici geni e tutti gli analisti finanziari e gli investitori sono orbi e non hanno capito nulla?
  3. Land Rover Range Rover Velar 2017

    Ieri sera alla presentazione in concessionaria della Jaguar E pace ho potuto toccare con mano la Velar. La linea "schiacchiata" dal vero mi pare meno convincente che in foto. Le strabilianti maniglie esterne a filo sono state una grande delusione, in quanto, tolta la piastrina esterna verniciata come la carrozzeria, il materiale a contatto con la mano è una plastica talmente povera che trasmette questa sensazione al al semplice tocco. Gli interni effettivamente emanano lusso da tutti i pori, il volante, mozzo airbag a parte, mi è piaciuto ed è molto bello da toccare. I mega schermi fanno la loro porca figura, superfici lucide ovunque ( per me non li voglio perchè mi perderei a guardarli con i rischi che possiamo immaginare). Certo che non si può parlare di SUV, perchè l'aspetto legato all'uso è privo di praticità. Poggiare o toccare quegli schermi, che occupano superfici notevoli, con qualcosa che non siano le mani potrebbe danneggiarli (sono l'unico che in macchina a volte carica colli ingombranti, o che sposta la borsa da lavoro carica di pc e altro dai sedili dietro a quello del passeggero lasciando che strisci sulle superfici sottostanti? I materiali sembravano di grande qualità. Il prezzo reale non era esposto, il bagagliaio non sono riuscito ad aprirlo. La sensazione che mi è rimasta è stata come quando entro in un grande albergo ben al di sopra delle mie possibilità. Lusso, lusso, lusso, un altro mondo. Al punto che quando sono risalito sulla mia Stelvio (col pack lusso, nel suo piccolo) mi è parsa un po' povera. Tornando a casa ho affrontato una rotonda un po' allegro. Avevo appena montato le invernali, e la Stelvio ha scivolato un po' (con le estive bisogna proprio correre per farla uscire dai binari)....una sensazione stupenda, una naturalezza assoluta. Mi sono accorto che stavo sorridendo.
  4. Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio 2016

    Ho visto un video su Stelvio Quadrifoglio al salone di Dubai. Bello il nuovo paraurti anteriore, molto bello negli interni il tunnel rosso come la carrozzeria. Entrambi danno un senso di leggerezza, tolgono almeno una parte della "goffaggine" tipica dei SUV (detto da uno che guida SUV da nove anni)
  5. La Giulia da 350 cv di cui si parla ha un 2000TB più spinto o il 280cv + motore elettrico ZF inserito nel cambio? Leggo "Il titolo FCA ha iniziato ieri la sua nuova vita a New York con una quotazione iniziale di 9,25 $, pari a una capitalizzazione di 11,5 $, per poi ripiegare. Le polemiche, gli scontri sulle filosofie managerial-sindacal-aziendali, i giudizi pro-contro Marchionne, le chiacchiere degli anni passati: tutte cancellate. Nessun colpo di scena: dollaro in luogo di euro, piazza principale NY anziché Milano, prezzo costante, stesse prospettive, è cambiato solo il nome. Gli entusiasti si attendevano fuochi d’artificio, non ci sono stati, è molto probabile che nei prossimi giorni il titolo ricuperi almeno il prezzo di recesso (circa 10$) e punti agli 11,5$ (i 9 del maggio scorso). Auguri di buona fortuna a FCA." Quanto vale il titolo FCA in borsa oggi? A Milano oggi €14,56, settimana scorsa 15,77. Non mi pare così male, se consideri che nel mezzo c'è stato lo scorporo di Ferrari, che vale una cifra vicina a quella di FCA.
  6. Gli interni più belli della storia dell'auto

    Una domanda. In questo interessante topic sono passate immagini di splendidi volanti con corona in legno e razze in alluminio, leggere, in alcuni casi forati. Oramai l'airbag situato sopra il mozzo ha dimensioni ridotte. Mi chiedo se, al di là dello spazio per i comandi al volante, sia ora possibile, dal punto di vista normativo e produttivo, riproporre volanti simili a quelli del passato. Sarebbe un tocco di eleganza sportiva notevole (chi sta pensando a Giulia? )
  7. Se vado al link che hai indicato, arrivo al listino con una grafica diversa da quella del messaggio di Sfides; nella pagina a cui arrivo la plancia in pelle è prevista di serie per Q e non prevista per le altre. Sfides, quel listino dove lo hai trovato?
  8. Io so che esiste un auto dove puoi caricare il cane da 40 kg , che ha una bocca del bagagliaio molto ampia, grandi tasche alle portiere per metterci ciò che vuoi ( rivestite e illuminate), sterzo diretto, motore pronto e brillante , cambio da sogno, guidabilita sportiva. si chiama Stelvio
  9. Alfa Romeo Giulia 2016

    Permettimi di dissentire. Una delle ragioni per cui ammiro chi ha progettato e realizzato Giulia (e Stelvio) è che la piacevolezza di guida, esaltata nelle belle strade che come dici tu sono rare, è evidente anche nella guida di tutti i giorni. Senti il volante in modo particolare, senti la macchina, anche quando vai al lavoro nel traffico. Poi, per quanto riguarda l'infotainment, una cosa che apprezzo particolarmente è lo schermo da 7" tra i due cannocchiali: secondo me uno dei primi passi che Alfa dovrebbe fare è implementare le funzioni che si possono visualizzare su questo e comandare dal volante, senza dovere guardare lo schermo principale (che anche senza essere touch porta a distrarsi) e senza dovere usare il rotary. Mi piacerebbe che si potessero scorrere le liste, ad esempio, utilizzando il cursore con cui si imposta la velocità nel cruise. Vorrei perciò maggiori informazioni nel cruscotto, maggiore interazione tra i comandi al volante e l'intelligenza dell'auto. Sarebbe un infotainment anche più sicuro.
  10. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Non solo puoi passare da D a M in corsa. In corsa in D puoi semplicemente iniziare a usare le palette al volante per cambiare. Il cambio tornerà alla modalità automatica dopo poco. L'automatico di Stelvio però ha una sorta di intelligenza per cui se sei in condizioni per cui è bene rimanga più a lungo in manuale ( discesa ripida, curva prolungata) rimane in questa posizione sino a che lo valuta opportuno.
  11. Alfa Romeo Stelvio 2017

    Io ho riscontrato l'inconveniente che dici sulla 911; sullo Stelvio lo ho sentito all'inizio e poi più. E sì che sono uno che in quanto a "fisime" potrebbe dare lezioni. Forse dipende anche dalla posizione dello schienale: più è verticale e più è facile avere la sensazione che lamenti.
  12. Io avevo l'S-Tronic, doppia frizione, sulla Q5 che ha il motore longitudinale. La partenza da fermo era "ritardata". Quando ho provato Stelvio ho notato subito la maggiore prontezza nei primi metri, proprio perché non slittava. Qualcuno qui nel forum mi ha spiegato che c'è un dispositivo che mantiene in pressione il convertitore anche da fermo, e per questo slitta pochissimo. (trovato: è stato hot500abarth: "Nel cambio automatico è presente un accumulatore idraulico che si carica in movimento cosi che quando la macchina si ferma e spegne il motore per via dello start and stop al momento di ripartire mette già in pressione il convertitore di coppia (che per essere in pressione avrebbe bisogno di girare) cosi da avere una ripartenza più pronta ed evitare quel piccolo tempo morto necessario perché l'olio nel cambio automatico vada in pressione..spero di essermi fatto capire : )" La stessa cosa mi è stata confermata successivamente da altri.
×