Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Search the Community

Showing results for tags 'impressioni di guida'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Autopareri Answers
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
    • Consigli per l'Acquisto dell'Automobile
    • Riparazione, Manutenzione e Cura dell'Automobile
    • Assicurazioni RCA - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Rumors and Spies Cars
    • Funzionamento della sezione Novità ed Anteprime
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobility
    • Mobility and Traffic in the City
    • Traffic on Highways
  • Off Topic on Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • Vuoi farti pubblicità su Autopareri?
  • Il sito Autopareri

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Professione


Interessi


Biografia


Quotes


Website URL


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

  1. Sono abbastanza nuovo di questo forum, o meglio ho scritto pochissimo ma ho letto veramente tanto, dopo 25.000 km in compagnia della mia leoncina posso iniziare a tirare un minimo di “somme” per condividere perlomeno l’impressione che lascia quest’auto.. Premetto, provengo da una C2 1400 hdi di 10 anni e 260.000 km, per cui vi lascio immaginare il differenziale di solidità, dimensioni e peso dell’auto. Assolutamente un altro pianeta. Come versione mi sono orientato nel top di gamma diesel semplicemente perché era l’unica non benzina a disporre delle 3 porte e del cambio automatico DSG, offriva contenuti molto simili a golf, che non mi piaceva esteticamente e Audi A3 che non era assolutamente alla mia portata. Alla fine con sconti e balzelli vari legati alla mia disabilità sono riuscito a portarla via con 21.000 € che per la “quantità” di auto che ho mi pare più che sufficiente. Sicuramente sarei riuscito a malapena a portarmi a casa una golf 1600 110 con gli stessi soldi, ma cazzo si vive una volta sola e togliermi il piacere di 380nm e 184 cazzutissimi cavalli mi sarebbe dispiaciuto non poco. Informandomi, poi, ho letto che questa versione insieme alla cupra e alla 1.8 tsi (ormai fuori listino) é l’unica a montare il multilink posteriore. Ma come va? Beh va tanto.., tantissimo. I primi metri ero quasi in crisi, avevo un timore nello schiacciare l'acceleratore che mi metteva fin ansia, la coppia poderosissima unita agli scatti veloci del DSG ti spiazzano rispetto alla pacatezza dell’erogazione del 8 valvole Citroen e alla cronica lentezza del sensodrive. Ma mi sbagliavo, Il cambio come tutti i DSG si rivela sempre molto pronto, e basta giocare tra D e S per divertirsi tantissimo. Dovevo riprogrammare il mio modo di guidare, accelerare significava accarezzare il comando, far “lavorare” il motore tra i 1750 e i 2300 significa prendere il meglio da questa unità propulsiva. Sotto é verosimilmente vuoto, e sopra sembra affievolirsi.. In questo range soprattutto si apprezza il fischio della turbina che dona a finestrini abbassati una piacevole sonorità.. rispetto alle auto di quasi tutti i miei amici, le varie clio, mini, punto abarth ecc, questa dà l’impressione di essere su un incrociatore. La spinta, il silenzio, la dolcezza quando si capisce come spinge e “dove” spinge la fanno diventare una bella bestia, specialmente quando devi muoverti ma non vuoi farti vedere, anzi. La discrezione é una bella arma, permettersi di non esibire un modello ritenuto “costoso” ma essere sicuro di bastonare molti di quei 1400 turbo con lo scarico aperto e la valvola pop off bella allegra dà una bellissima sensazione. L’assetto, grazie a una bella taratura rigida e ai cerchi da 18 non molla un centimetro e solo quando si esagera in inserimento l’anteriore tende a non centrare precisamente il punto di corda, in scorrimento rimane molto composta e in uscita se non si esagera con le palate di gas ti porta fuori che é un piacere. Forse la cosa che rimpiango delle auto italiane alfa-lancia, ma anche francesi in egual misura é una certa “cura” degli interni, dei particolari e delle plastiche. È una vw nel bene e nel male, e queste cose, questa straccioneria negli interni é tipica di un popolo molto concreto, che bada al sodo, e di cose “sode” quest’auto ne ha molte.
  2. Eccola nel nuovo e splendido rosso metallizzato, in test per circa 400 km. ecco cosa ne penso. https://abordoconmarcolino.wordpress.com/2017/04/14/come-prima-meglio-di-prima-leon-restyling-2017/
  3. Qualche scatto e anticipazioni sul test personale compiuto a bordo di una New Scenic 1.5 dci. Vettura molto confortevole, e piacevole da guidare, buoni i consumi, un po meno le prestazioni a caausa dei 15 q da spingere. seguirà recensione completa con dati e foto video.
  4. Salve ragazzi, vi seguo ormai da molto ma scrivo poco qui sul forum. Come avrete visto già dal topic della Giulia, anche io da poco ne ho preso una, così, consigliato da Sandro ho deciso di fare una recensione. Spero vi piaccia, è la prima volta che ne scrivo una. Buona lettura. Perché la Giulia? Siamo una famiglia appassionata di auto, in particolare di quelle italiane con un debole, da sempre, per Alfa Romeo. Papà, che ha proprio imparato a guidare su una vecchia Giulia Super, negli ultimi venti anni le ha cambiate un po’ tutte. E' proprio grazie a lui che anche io ho perso la testa per questo marchio. Dopo aver venduto la Brera 3.2 V6 nel lontano 2010, aspettavamo con ansia l'arrivo di un nuovo modello Alfa Romeo degno di nota. Abbiamo seguito con grande interesse lo sviluppo della Giulia fin quando non si è rivelata al pubblico. Subito abbiamo deciso che sarebbe stata lei la nostra nuova auto e dopo averla toccata e provata, giovedì finalmente è entrata a far parte della nostra famiglia. Estetica. Abbiamo deciso di indirizzarci sulla Super poiché rappresentava l'allestimento più accessoriato tra le Giulia "normali". Per il colore ci sono stati dei conflitti tra il blu, i vari grigi più scuri e questo Grigio Silverstone, ma dopo averli visti in concessionaria abbiamo constatato che fosse il colore perfetto. Lo abbiamo scelto perché dona alla Giulia una certa eleganza e soprattutto rende la sua linea molto filante. Inoltre riesce a mettere in risalto tutte le linee della carrozzeria, cosa a mio avviso fondamentale in un auto che fa anche dello stile il suo punto di forza. Inutile poi dire quanto sia bella la linea di un’Alfa con le proporzione da vera trazione posteriore. Abbiamo deciso di abbinare il grigio chiaro ai cerchi a raggi in quanto penso siano i più bei 18 per ora presenti nella gamma. I cerchi a turbina ed i cerchi a fori non mi hanno mai del tutto convinto. D’obbligo erano anche i proiettori bixenon con led diurni che danno un tocco decisamente più bello e raffinato alla macchina, oltre a renderla riconoscibile da lontano. In strada si fa molto notare, diverse persone si sono girate ad osservarla, un signore ha persino fatto “Ok” con il pollice. Tutto questo mi fa pensare che, di un’Alfa così, si sentiva proprio la mancanza. Interni. Abbiamo optato per i classici sedili in pelle e tessuto neri (di serie con la Super) in quanto l’abbinamento esterno grigio/interno nero non stanca mai. L’impianto di infoinment è il 6,5” abbinato allo schermo da 3,5” tra il tachimetro ed il contagiri. La risoluzione dei due schermi è molto buona così come anche la fluidità dei sistemi. Bellissima la strumentazione analogica, è sempre un piacere veder danzare la lancetta del contagiri. In generale mi piace moltissimo tutta la plancia così minimale, senza troppi pulsanti sparsi ovunque. Adoro il tunnel centrale così largo ed alto, segno che proprio li sotto c’è una delle componenti più importanti ed apprezzate della Giulia. Notevole anche la posizione di guida, davvero sportiva, bella bassa. I materiali sono molto ben realizzati, trasmettono una grande qualità costruttiva e danno un senso di solidità. Avevo una Giulietta Exclusive e le differenze a livello qualitativo si notano subito. Posizione di guida. Come dicevo la posizione di guida è molto bassa, molto sportiva, proprio come piace a me. Sembra quasi di entrare in un auto che non sia assolutamente una berlina. Subito ho trovato la mia posizione di guida e subito mi sono trovato a mio agio. Tutti i comandi sono dove ti aspetti di trovarli e davvero comodi sono i comandi dell’infotainment e del Dna sempre sotto la mano destra. Bellissimo il volante, spesso il giusto, leggermente tagliato in basso, con quel pulsante di accensione che messo come li fa una scena incredibile. Molto bella anche la leva del cambio automatico retroilluminata. Guidabilità. La Giulia mostra il meglio di se su strada. Tutta l’auto è stata sviluppata per dare il massimo piacere di guida, e si sente. Appena si percorrono le prime curve si capisce davvero di che pasta è fatta. L’auto è come se avesse una doppia anima: dolce e tranquilla ad andature normali, affilata e diretta ad alta velocità. Ad andature normali quindi, la macchina risulta facilissima da guidare, molto poco impegnativa e soprattutto molto sincera. Inoltre da un senso di sicurezza incredibile. Infatti anche ad esempio dover cambiare traiettoria in modo brusco o inaspettato non risulta mai essere un gran problema. In autostrada a velocità codice diventa molto rilassante, forse anche noiosa. Quando invece l’andatura aumenta e si ha voglia di Guidare, l’auto si trasforma diventando la perfetta compagna di giochi. Entrare in curva è un qualcosa di immediato, lo sterzo è direttamente collegato al pensiero, il motore è sempre vivace e pronto e la tenuta di strada è un qualcosa di pazzesco. Se si decide di guidare pulito, farla sbandare (permettetemi il termine, anche se l’elettronica è sempre presente) è praticamente impossibile. Il posteriore rimane sempre allineato all’anteriore e non accenna mai al sottosterzo. Si capisce immediatamente il perfetto bilanciamento della vettura. Se invece si decide di forzare un po’ in curva, ogni tanto qualche accenno di sottosterzo vien fuori prontamente bloccato dall’elettronica, che comunque in D diventa un filo più permissiva (anche io avrei voluto il pulsantino per poter disinibire tutti i controlli). Il suo percorso ideale è quindi una strada ricca di curve, dove la Giulia mette in mostra il meglio di se. Motore e cambio. Il 2.2 da 180cv forma un’accoppiata perfetta con il cambio Zf ad 8 rapporti. Sembrano essere in perfetta sintonia tra loro. Il motore è abbastanza silenzioso, e dentro si sente davvero poco. Anche questo, come il cambio, si comporta in modo diverso a seconda se si sta usando il selettore in N o in D e se quindi si decide di spingere o meno. In N il motore ed il cambio risultano molto dolci, molto educati. Questo perché il cambio, oltre ad effettuare cambiate pressoché impercettibili, tende a tenere marce alte. Allo stesso tempo però garantisce una ripresa ed un'accelerazione notevole. Infatti è sempre molto pronto, e non appena si affonda il piene sull'acceleratore scala anche tre marce di fila per garantire riprese fulminee. In D invece il motore tende a tenere i girare sempre in alto ed, oltre a salire di marcia velocemente, scala immediatamente non appena i giri scendono leggermente in modo da tener il motore sempre in coppia pronto per spingerla fuori dalle curve. Per quanto riguarda i consumi, anche qui la Giulia stupisce. Nei miei primissimi km, facendo un percorso misto (città, statali, extraurbane ed un pezzetto di autostrada) il consumo rilevato è stato di circa 17,4 km/l per un totale di 357km. Ovviamente sono dati che vanno presi con le pinze in quanto non mi sono assolutamente concentrato sui consumi, anzi, è stato il mio ultimo pensiero. Confort. Nonostante la Giulia abbia una guidabilità notevole, non risulta mai scomoda, anche con i cerchi da 18 gommati 225/45 all’anteriore e 255/40 al posteriore . Le sospensioni assorbono molto bene le sconnessioni ed i fossi ed anche l’insonorizzazione interna è ottima, il motore si sente poco e non ci sono particolari fruscii che creano rumorosità interne. Conclusioni. Sono soddisfattissimo di questa Giulia, dell’incredibile lavoro che è stato fatto a livello meccanico, estetico e qualitativo. Si guida in modo eccellente, è stupenda ed è anche fatta bene. Essendo piuttosto giovane non ho mai avuto il piacere di conoscere personalmente le famose “Alfa pre ‘86”, ma ho sempre sognato una Bmw con marchio Alfa (probabilmente per i puristi sto dicendo un’eresia, perdonatemi). Finalmente ora il mio sogno è diventato realtà e le aspettative sono state tutte totalmente soddisfatte. Di difetti, per ora ancora non ne ho trovato o probabilmente è l’amore per il marchio che mi rende cieco. J Grazie a tutti. Se avete altre domande su questioni che non ho trattato non esitate a chiedere.
  5. Buonasera a tutti, Ho acquistato da circa 2 mesi una favolosa mx-5 e ci ho fatto circa 2000 km, ci tengo a condividere le mie impressioni di guida. L'esemplare in esame è una RC 2.0 fire, versione con tettuccio rigido, motore più potente e allestimento "lusso". Cercherò di esaltarne i difetti, che di solito son quelli che interessano di più e che le case costruttrici di certo non ve le dicono! Esterni Estetica molto semplice ma di impatto, obbiettivamente bella, forme arrotondate e lisce senza fronzoli, forse forse qualche spoiler in più ogni tanto avrebbero fatto comodo. Il cofano lungo, abitacolo arretrato e sbalzi contenuti le donano sportività, anche da chiusa con il tettuccio rigido le linee sono equilibrate (di solito è il contrario), e con i cerchi da 17 non sembra la classica utilitaria tedesca bianca in pronta consegna. Lo spazio tra passaruota e ruota poteva essere minore! Interni La versione fire è impreziosita dagli interni in pelle e plastiche, nella mia versione, color tabacco/tan/bicsotto/marrone ecc. che in contrasto con il resto di color nero fa un contrasto che le dona originalità ed eleganza... qualità delle plastiche buona, scricchiolii troppi (quasi tutti dal tetto), il design è semplice ma non banale, la pelle dei sedili poteva essere migliore. Posto guida Da vera sportiva: sedile basso, gambe stese, volante verticale ad altezza del busto! Il sedile è comodo ma infossato, altezza fissa e l'inclinazione dello schienale invece è regolabile, poggiabraccia e tunnel centrale sono ingombranti, diventa scomodo mettere le mani in tasca per prendere qualcosa. pedaliera ben disposta e sufficientemente vicina per il punta tacco. Volante, nota dolente: non è regolabile in profondità! grande grandissima delusione... io riesco ad adattarmi senza grossi sacrifici... ma la mancanza la sento eccome, consigliabile provarla per bene prima di acquistarla. Tutti i comandi principali sono facilmente raggiungibili ed intuitivi, la radio ad eccezione del volume è un po' incasinata con le levette, problema che si risolve da solo con i comandi sul volante visibilità scarsa soprattutto dietro, le dimensioni compatte e il fatto che il posto guida si trova quasi "in mezzo" però aiutano, obbligatori i sensori di parcheggio (che ancora devo prendere). Plancia e comandi Strumentazione vecchio stampo, con contagiri e tachimetro belli grandi con caratteri bianchi su sfondo nero, livello benzina, temperatura dell'acqua e (finto) manometro dell'olio completano il quadro. poi un piccolo schermo in basso al centro dove mostra i km totali e 2 parziali... basta è troppo! Comandi al volante molto semplici, solo 2 levette e 2 bottoni per lo stereo... il climatizzatore con le 3 rotelle è davvero gradevole alla vista . Abitabilità Discreta, spilungoni e ciccioni non avranno vita facile! Io sono circa 1.82m per 95kg... ci entro quasi a misura... un pugno mi divide la capoccia dal tettuccio, i fianchi invece pochi mm devo dimagrire! La seduta molto bassa non fa altro che farti cadere ogni volta che si entra in macchina, il tunnel centrale è molto ingombrante. I portaoggetti sono abbastanza risicati, uso esclusivamente quello davanti al passeggero (e pensate che sulla nuova non c'è...) quello nel tunnel centrale è veramente comodissimo e poi quello a sx del volante in basso, ci infilo solo le chiavi.... quello che si trova in mezzo ai sedili sulla parete posteriore è molto scomodo da metterci solo roba che non si usa sempre. Bagagliaio Molto piccolo, di forma irregolare, soglia di carico altissima. La capacità è ovviamente molto limitata, io son riuscito ad infilare 5 casse da 6 bottiglie d'acqua da 2l ciascuna... ma dipende esclusivamente dalle esigenze personali. Nonostante tutto manca il ruotino, anzi non esiste... per me una grande mancanza! C'è il kit gonfia e ripara ma di fronte ad una gomma squarciata sul fianco l'unico rimedio è il carro attrezzi. Consiglio il classico abbonamento ACI o con l'assicurazione. Accessori La mia è l'allestimento "lusso", ha una buona dotazione: interni in pelle, impianto radio BOSE con caricatore 6 cd e presa per l'ipod (peccato non legga i CD MP3), ho la smart key quindi mi basta tenere la chiave in tasca per aprire le portiere e accendere la macchina, sedili riscaldabili... avrei voluto un computer di bordo e soprattutto il cruise control, mi sarebbe stato comodo. Comfort Molto buono per essere una sportiva. Assetto sufficientemente confortevole anche nel pavè schifoso delle mie zone (se devo essere sincero non ho trovato differenze con monovolume o berline che ho guidato per niente sportive), il rombo del motore fa da padrone nell'abitacolo ma non è fastidioso, il sedile è comodo e insieme alla posizione di guida permette di fare anche lunghe traversate autostradali. Motore Rigorosamente aspirato, cilindrata 2.0 cv 160, è il famoso MZR montato anche sui Ford su cui è conosciuto come Duratec. Ha un'ottima corposità in basso grazie alla buona cubatura e poi grida con entusiasmo fino al limitatore, esperienza davvero magnifica... si riesce a muoversi agilmente con le marce alte e a bassi numeri di giri, sotto i 1800-2000 in modo da abbattere i consumi Il motore è perfettamente adeguato all'auto e non ci vuole niente a superare i limiti... certo su questo genere una potenza maggiore non guasterebbe... turbo o volumetrico... magari 200 cv tondi tondi ovviamente con tutti gli aggravi economici... no va bene così! Discorso rumore, che è importante su questo genere di auto, da ferma a malapena si sente e la si potrebbe scambiare tranquillamente per una mazda 2... tirandola dentro l'abitacolo il rombo è davvero aggressivo ma rimane educata... non l'ho ancora sentita da fuori mentre qualcun'altro ci sgasa dentro visto che la guido solo io, su questo punto non mi esprimo... concludendo le somme un po' di bordello in più lo poteva fare! Accelerazione Senza i controlli inseriti da fermo non ci vuole niente a sgommare... scusate la sgommatina parte anche CON! Ripresa Ottima, ricordo che non ha il turbo quindi è consigliabile scalare sempre... niente calcio nel kukulo. Cambio Lo adoro, innesti precisi e diretti, corsa corta, è perfetto. A freddo prima e seconda sono un po' duretti. Anche la rapportatura è molto buona, in sesta a 3000 giri sono a circa 120-130 km/h di tachimetro... avrei preferito però la sesta più lunga Sterzo Abbastanza pesante ma non tanto da diventare faticoso in città, veramente molto preciso quasi telepatico. Freni Potenti... Usati in pista (...kartodromo), le prestazioni sono veramente ottime. Piccola nota, dopo averla guidata allegramente a velocità un po' più sostenute tra tornanti e curve strette con continue frenate, i freni hanno cominciato a fischiare ma le pastiglie non sono finite, inoltre non si è acceso nessuna spia ecc... credo che si chi siano vetrificate... Tenuta di strada/Stabilità Uno dei maggiori pregi... anche con i controlli disinseriti. Anzi per l'indole dell'auto è un tantinello troppo sottosterzante, per far partire il posteriore si deve davvero esagerare... Consumo Quando l'ho presa al viaggio di ritorno ho fatto con un pieno 500 km e ancora non si era accesa la riserva... tutta autostrada ed extraurbana fatta a 110 km/h sotto i 3000 giri in sesta. In conclusione Mi sarebbe piaciuto un auto più cavallata, ma non i costi aggiuntivi al seguito... è perfetta per godersi una sportiva senza svenarsi! Vi lascio con qualche foto, buon anno!
  6. Era ottobre quando la individuai e la presi. In molti mi avevate invitato a postare in questa sezione le mie impressioni... Ma, 500km in un mese, cosa vi raccontavo? Ora, che ne ho percorsi già 10.000, mi sento pronto a raccontarvi "la mia" idea su quest'auto. Tenetevi forte perché, qualunque cosa scriva, qualcuno avrà da lamentarsi. Partiamo con qualche premessa. Perchè l'ho presa? Perchè il mio sogno era di farmi un coupè e dovevo farmelo prima di piazzare qualche pargolo. La coupè come "dico io" doveva avere TP, cofano lungo, abitacolo arretrato, terzo volume alto, ma corta. Roba in stile Scirocco o Brera, purtroppo, non mi sono mai piaciute integralmente e soprattutto non avevano la TP. Sostanzialmente volevo una Gran Turismo lunga quanto una Golf... E, grazie al cielo, qualcuno ha pensato di farla. (altrimenti avrei dovuto ripiegare su Rx8 o 350z...) Perchè BRZ e non GT86? Perchè l'auto è una Subaru. Con i suoi pregi ed i suoi difetti. Di Toyota ha poco, per fortuna. Non ho ancora capito se il telaio è di derivazione Impreza (come dice l'autorevolissimo Wikipedia) o se sia di derivazione Toyota (come sostengono gli "esperti" altri proprietari che ho conosciuto)... Come l'ho presa? Usata, mi rifiuto di comprare auto nuove, soprattutto se da usare un po "allegramente", con maggior rischio di cioccarla. L'esemplare in questione aveva pochi km, era prezzata ad una cifra molto inferiore rispetto al mercato, ma soprattutto risultava completamente originale. Ovviamente, puzzava da matti, ma prima di prenderla me la sono guardata tutta: viti, spanature, radiatore, sotto paraurti, ecc., nessun segno di pista nessun segno di riparazioni. Il venditore era un ragazzo/signore benestante, onesto e molto premuroso, il top del venditore insomma. Auto sempre tagliandata in Subaru, infatti aveva 2 kg di olio oltre il massimo, fanc***, meno male che ce ne siamo accorti dopo "soli" 5.000 km dal tagliando errato. Bene, partiamo! TELAIO: Spettacolare. Avevo letto diverse recensioni alla "TG Motori" del tipo "ottimo telaio, non sbaglia un colpo, eccezionale lavoro degli ingegneri ... ", peccato che ste frasette vengono abbinate dalle Pesciooout 208, sino alle Lotus Elise, dalle ammiraglie Mercedes, sino alle Ferrari da competizione... Invece, ostrega, il telaio è davvero efficace. Mi permetto di fare rotonde ben sopra i **km/h e l'auto mantiene la traiettoria senza scomporsi e senza perdere aderenza. Anche controsterzando (in maniera attenta ma decisa), si spostano i pesi, ma l'auto rimane sui binari senza dire "bè". Drift e sovrasterzo di potenza? Oddio, non sono ancora pratico, ma basta cliccare un pulsantino e premere un po' l'accelleratore; il gioco è fatto. Chiaro che tra il "dire" ed il "fare" c'è di mezzo il "sai driftare?", altrimenti si fanno solo piccole scoreggine anziché derapate di potenza... Quest'auto agevola, ma non pensiate che abbia la driftata automatica! E non pensiate nemmeno di poter imparare per strade poco frequentate; infatti basta essere iscritti a qualche gruppo di FB di ToyoBaru per accorgersi che ogni giorni se ne impalano 1-2 contro al palo o muro di turno... Ci vuole la pista o, comunque, un piazzale mooolto largo senza pali/cordoli/auto/persone, casco ben allacciato, luci accese anche di giorno e prudenza sempre! Ah, no, spè, mi sto confondendo... MOTORE: soluzione 1) E' una bomba, una coppia mai vista, 200cv che grossomodo reali saranno almeno 230cv, scoppietta in rilascio e, ai semafori rossi, si infossa nell'asfalto per poi sbucare dall'altra parte dell'incrocio, schivando traffico e T-Red. soluzione 2) Ah, no, spè, dovevo parlare della BRZ? Ahhh, bè, no, quella non va un caxxo! E' smorta sotto, ai medi, agli alti, dentro al baule e persino nel cassettino portaoggetti. E' talmente lenta che non consumerete mai l'intero pieno di benzina, dovrete spurgarla per avvenuta scadenza degli ottani. soluzione personale) Bene, adesso che ho accontentato tutti, amanti e sfottitori, provvedo a dirvi come "la vedo io". Non è turbo e non avrà 200cv veri, ma il motore c'è e viaggia. Chiaro, sotto i 4500 giri è meno presente (assimilabile ad un'auto con 50 cv in meno), ma superata tale soglia l'erogazione arriva di corsa in maniera molto più decisa e corposa. Io, che arrivo da una seg. C, I-Vtec, da 140cv, sento il balzo di potenza (sebbene preferivo molto-molto-molto più l'erogazione della Honda...). Posso riassumere così: - La partenza da fermo è piuttosto triste. La vostra compagna si rifiuterà di fare l'amore con voi ed il vostro cane non vi guarderà più con gli stessi occhi. - A velocità sostenuta, diciamo over almeno i 100 orari, va molto molto molto molto meglio. Ricordate, più si sale più bisogna aggiungere un "molto" alla parola "meglio". - Ripresa? Vi sono due leve tra i sedili, quella con i numerini in gergo viene denominata C-A-M-B-I-O, se imparate ad usarla vi accorgerete che la Toyobaru riprende bene e non fa mancare proprio nulla. - Tra i cordoli di montagna è spettacolare. Per l'auto che è, come dicevo, tiene quando volete farla aderire, sovrasterza quando volete farglielo fare, spinge quando deve spingere, si spegne quando cliccate il pulsante, insomma, nel misto è a casa sua. - Usata alla "desesperado" fa' divertire. L'importante è non trovarsi MAI sotto i 4500... In pista non l'ho ancora portata dato che l'ho presa in pieno inverno, vi farò sapere nei prossimi mesi. ESTETICA E STILE: Bè, come detto, io la cercavo con queste proporzioni e queste dimensioni. Per me l'auto è visivamente e dimensionalmente equilibrata. Esteticamente è di una sportività molto gradevole, senza orpelli orribilanti alla OPC e senza scritte tamarre in salsa Abarth. Mi piace più della sorella Toyota per quei pochi dettagli meno "Mazzinga" di differenza. Insomma, bho, a me piace moltissimo (a differenza di certi faaanboiii che, prima acquistano un'auto quasi per caso, poi si paventano amanti decennali del marchio...). Anche internamente la console, i pulsanti, i raccordi della plancia con le portiere, i sedili, le cuciture, tutto mi piace una fucilata. L'unico difetto estetico è dato dalla seguente combo; radio stile anni '70 con illuminazione verde + console moderna con illuminazione full-red = attenzione può comportare effetti collaterali pesanti, leggere attentamente il foglio informativo, così che vi distraete e non vedete la caga*a JDM. Fortunatamente vi sono due metodi infallibili per affrontare la problematica: 1) o non ve ne fotte nulla della radio 2) la cambiate. SENSAZIONE DI SOLIDITA'/QUALITA': Internamente completamente assente. I tasti sembrano di Pongo. Il cielo, se bussate, ciocca spaventosamente e sembra li li per staccarsi. La Punto di mio fratello, con 100 e passa mila km, ha meno fruscii della mia che ne ha meno di un terzo. Tutto il "wow" della bellezza estetica viene annientato/stroncato/dilaniato appena si tocca qualcosa. Qualsiasi cosa. EFFETTIVA QUALITA'/SOLIDITA': Non mi è ancora rimasta alcuna leva in mano. Per ora. DOTAZIONI BASILARI: Potrei parlarvi della plafoniera stile Panda, del cassettino buio e plasticosissimo, dei sedili senza memoria, dei tappetini in gomma, di alcuni pulsanti inspiegabilmente senza retroilluminazione, ecc, ecc, ecc, ecc ed ancora ecc... Invece no. Quest'auto, sebbene mancante di dettagli che persino le Seg. B del 2005 possiedono, ha altre carenze serie. Parlo di carenze tecniche che, personalmente, su auto di questo tipo fanno infuriare un sacco. Inoltre la "tirchiagine" di certi dettagli ha un riflesso positivo immane: c'è spazio per fare tutto. Ad esempio, rimossa la radio, dietro la console c'è spazio per infilare una trentina di vasetti di vetro, contenenti cocaina in pillole o polvere, con annesso contrabbandiere, relativo Ak-47 e comunque rimane spazio per almeno 2 cani e 4 agenti del Nucleo dell'Arma dei Carabinieri. Se siete bravi ci sta pure la suocera, possibilmente sotto ai cani. TRAMISSIONE E CO.: Già, porcalamodella (perché, comunque, io sono un Signore), le carenze davvero "sentite" rientrano in questo paragrafo... - Il primo è il sistema "pedale-frizione" decisamente impreciso su diversi esemplari, scattoso, cigolante, che rende la pressione del pedale odiosa (e la pressione del pilota alta). - La seconda è il leggendario problema delle bronzine; di fatto gli anziani saggi del paese narrano di motori sbronzinati a 20.000 km, così ad-cazzium, senza motivo apparente... Cosa che mette timore, al possessore medio, ad ogni accensione. - La terza carenza, la più bastarda ed insensata, è relativa all'assenza della 2° marcia. Infatti, per i primi 15 minuti di guida, si deve passare dalla 1° alla 3° poiché la 2° non entra (attenzione non "entra male", proprio rimbalza come non vi fosse). Quando si deve scalare dalla 3°, cheffate mettete la 1°? No porcawakka mettete la folle. Pensate in città, magari di prima mattina mentre si va a lavoro; ah, quanta goduria, cotanta spensieratezza, voglia di urlare "buon giorno!" da tutti i pori... Sembrerebbe che installando sotto alla scatola del cambio un semplice spessore gommoso (non faccio nomi) da 70€ + montaggio (veloce, ma ci vuole il ponte) il tutto venga risolto e dimenticato per sempre. Se così fosse, dai, è impensabile che in fase di test non se ne siano mai accorti. E' ancor più impensabile che non abbiano fatto nulla una volta riscontrato il problema. Sono rimasto sentitamente deluso dai Jap a questo giro... CONDENSANDO (che hofattotardidevoandarealavorare): - bellissima (finchè non la toccate) - godibilissima (se siete degli alpini, in città è un delirio) - prestante (sapendola tenere al regime giusto) - TP (che dice tutto) Per il resto (es. validità di motore e trasmissione, qualità/solidità percepita, insonorizzazioni, accessori basilari, ecc.) rimpiango la mia Civic VIII. Ma sotto sotto, detto senza esagerare e tenendo i piedi per terra, son sempre più convinto che quella sta sopra anche a moltissime C odierne. Ma finché non la si ha non lo si può capire...
  7. Come sicuramente qualcuno avrà già letto nel topic specifico, sono da oramai 2 settimane felice possessore di una Fiat 124 spider rosso passione. La mia esperienza automobilistica è basata su una precedente VW eos 1.4 tsi, grande punto t-jet sport, e una scirocco R, nonché per un breve periodo una mazda mx5 NC 1.8. Ho acquistato l'auto presso una nota concessionaria di Caserta, con la previsione di circa 20mila km annui e unica auto. Presa in pronta consegna, sfruttando il super ammortamento. Tempi di immatricolazione lunghissimi (circa 1 mese) ma finalmente alla guida. Piazzata al ritiro al fianco di una giulia quadrifoglio di un cliente decisamente meno povero di me (vedi foto). MODELLO E ALLESTIMENTO: Fiat 124 spider Lusso, con interni in pelle nera, impianto bose, premium pack con navigatore 7', keyless entry, sensori di parcheggio posteriori e retrocamera, nonché full led. Unica pecca, sedili riscaldati (mortacci loro). Circa 34 di listino, è stato applicato l'11% di scontistica. ESTERNI Dal vivo è tutta un'altra storia. Tanto minuta in foto, quanto sinuosa e muscolosa al tempo stesso dal vivo. Semplicemente, l'adoro. Il cofano lungo, la linea della fiancata che piega in altro sulla portiera e poi nel passaruota posteriore mi ricordano tanto le meravigliose spider all'italiana degli anni 60 e 70 tradendo un certo gusto americano. La coda è muscolosa e i fari al led posteriori a sviluppo orizzontale, soprattutto da accesi, di sera, accentuano la sensazione di larghezza del corpo vettura. Nel frontale, la somiglianza con la vecchia 124 è IMHO innegabile. Tutti gli sguardi sono per lei, qualcuno non ci crede nemmeno che è una fiat. L'adoro, l'ho già detto? INTERNI Sorvolerò la parte in cui dovrei scrivere che gli interni sono PARI PARI quelli Mazda. Al contrario di quest'ultima però la pelle dei sedili e del cupolino sopra al quadro strumenti sembra di ottima qualità! L'ambiente nero e la plancia sottile regalano un ambiente minimal e sportivo che mi piace molto. La posizione di guida, il cambio e il volante grande il giusto regalano la sensazione di essere salite davvero su un auto sportiva. I sedili sono ben contenitivi, forse anche troppo: tutto il corpo sembra incastrarsi esattamente nello spazio tra sedili e cambio (sono 1,75 x 68kg) Avrei fatto lo sforzo di rivestire con VERA pelle la parte inferiore della plancia. E poi i cassettini, cosa ci voleva a rivestirli? Molto buono invece il feedback dei tasti e rotelle di infotainment e climatizzazione (che in un'ambiente così piccolo funziona incredibilmente bene). Mi sarebbe inoltre piaciuto avere qualche informazione in più sul display in prossimità del tachimetro invece di dover controllare il display principale anche per controllare l'ora.. Un'inaspettata comodità: due porte USB perfette per i lunghi viaggi in coppia. INFOTAINMENT Sempre veloce e fluido. Tante opzioni su cui smanettare. Il manettino, poi, è comodissimo. Del resto è un optionals piuttosto costoso nonché essenziale. Manca di apple car e android auto, confido in un aggiornamento futuro. Altra storia l'impianto bose che sinceramente mi ha deluso parecchio. Non ne ho mai provata una senza, per cui non so dare un termine di paragone, ma l'impianto di serie della mia vecchia Eos mi sembra decisamente meglio. Inoltre poche, pochissime regolazioni audio. ABITABILITA' E VISIBILITA' Ridotta ai minimi termini la prima, praticamente inesistente la seconda. Pochi cassettini all'interno, che per me sono più che sufficienti, un po' meno per la donna... Portabagagli ridotto al minimo: kit specifici di valigie saranno sicuramente un mio prossimo regalo, è importantissimo sfruttare fino all'ultimo centimetro. Trovo sufficiente le regolazioni di sedile e volante per che sono diversamente alto. Visibilità minima per il lunottino posteriore sulla capote. Attenzione anche alle svolte, perché la capote toglie visibilità anche negli angoli posteriori. Il montante spesso non aiuta nemmeno davanti, dove il cofano lungo e i parafanghi bombati rendono un atto di fede le manovre di parcheggio in spazi angusti. Non ancora disponibili i sensori anteriori: in fiat mi hanno detto che a breve dovrebbero esserlo... SU STRADA Ho scelto di inaugurare la mia nuova auto e i suoi primi 500km tra le verdi colline dell'irpinia e il lago laceno. 300 km di saliscendi, curve e tornanti per la gioia dello stomaco della mia consorte. Riuscire a comunicare appieno il senso di controllo credo sia impossibile. Merito probabilmente di uno sterzo pesante il giusto, ma soprattutto che permette di sentire con tutto il corpo vettura anche il più piccolo sassolino sulla strada. Il corpo vettura è leggero, e si sente tutto. I 140cv del multiair sono più che sufficiente per trasformare ogni tornante in un sorriso, con il sederino che prova in tutti i modi di sorpassare il muso. L'assenza del differenziale, ahimè, si sente subito: le reazioni possono essere molto brusche su fondi scivolosi. Sicuramente in un futuro non proprio prossimo, mi informerò per il suo montaggio. Il cambio è perfetto: come la vecchia NC, contrastato e preciso, non manca un colpo. L'assetto è secco, il rollio e poco, senza però essere una spaccadenti come invece è la scirocco R di mio fratello. Anche la frizione è piuttosto leggera da rendere l'auto comoda anche del traffico. E poi basta un movimento di spalla e ZAC... si ritrova a viaggiare sotto un bel sole o un cielo stellato: le turbolenze nell'abitacolo sono minime (rispetto alla eos...). Un comportamento così sincero e comunicativo non può non avere qualche difetto: la rumorosità ad alte velocità è abbastanza evidente, e spinge ad abbassare il ritmo in autostrada, attivare il cruise e godersi il viaggio in dolce compagnia. Credo comunque acquisterò l'hard top a breve (dovrebbe già essere disponibile). Per chiudere, a fine giornata, il trip computer segnalava un consumo di 7l\100km. Chiedo scusa per gli eventuali errori, ci tenevo a scrivere due righe su quest'auto che tanto amo e tanto particolare.
  8. Dopo un mesetto d'utilizzo e 2400km percorsi voglio condividere le mie impressioni. Giulia 2.2 mjet 150cv - super - bianco alfa Pack Clima Pack Driver Assistance Pack Lighting Cerchi in lega da 18" Cristalli posteriori oscurati Sedile posteriore abbattibile Retrovisore Interno elettrocromico Quadro Strumenti TFT 7" Specchi retrovisori esterni ripiegabili elettricamente INTERNI Quando ti siedi al posto di guida hai la sensazione che tutto sia al proprio posto. Il volante è bello da toccare quanto efficace. Nell'abitacolo hai una sensazione di qualità. L'illuminazione della plancia è molto bello e da una sensazione piacevole. Il sistema di infotainment non presenta partcolari problemi ma a mio avviso va spinta l'integrazione con i cellulari (Mirrorlink, Carplay e Android Auto) per consentirgli funzionalità più smart che al momento mancano. Qualità audio dell'impianto di base buona. PRONTI VIA Le sue qualità migliori le tira fuori quando l'accendi con il tastino "start" e vai. Non ci vuole un pilota per rendersi conto delle qualità dinamiche della vettura eccellenti sotto ogni punto di vista. Ho i cerchi da 18" ma sullo sconnesso l'auto va bene e le asperità sono ben ammortizzate (sono di Napoli e le strade non sono delle migliori). Il motore, nonostante i suoi 150cv che possono sembrare pochi, va davvero bene, tira e consuma poco (dopo circa 2400km di utilizzo misto, tra cui anche code in prima marcia belle lunghe sono sui 5.8lt/100Km). Il cambio manuale ha presentato qualche leggera impuntatura in alcune situazioni ma ora sono sparite. In questo primo mesetto con la Giulia ho fatto anche abbastanza traffico in coda e devo dire che in quei frangenti dove ho percorso molti km in prima marcia avrei preferito il cambio automatico. IN SINTESI L'auto va benone, è ben fatta e fa girare la testa di chi la incrocia. Si attendono aggiornamenti per un infotainment connesso.
  9. Il mio personale resoconto sulla doppia prova In pista , realizzata grazie a Peugeot Italia. graditi commenti https://abordoconmarcolino.wordpress.com/2016/11/10/esperienza-positiva-peugeot-driving-experience-2016/
  10. Come promesso, inauguro il thread, visto che probabilmente sono stato il primo a provarla... Procedo per singole impressioni. Mi aspettavo una posizione di guida più distesa di quella che effettivamente è a sedile tutto abbassato. Siamo leggermente più seduti anche di X1 E84 e abbastanza più seduti di E81. Comunque è già tutt'altra cosa rispetto a Bravetta dove sembra di guidare quasi in piedi. Nota a margine sul manopolone: in effetti, quello grande potrebbe essere un attimo più contrastato per dare una sensazione di maggior solidità, però il suo lavoro lo fa bene. Fateci caso, quando tornate a sentire invece come è bene contrastata la manovra del selettore DNA. Con questo non voglio dire che può rimane in mano ma quella famosa pastosità che 4R sente mancare ora ho chiaro che cosa significhi, e qui sì, devo dire che l'iDrive dei sistemi BMW è più contrastato nei movimenti. L'abbinata cambio e modalità di guida, e con questo intendo la gestione dei cambi marcia nelle diverse modalità del DNA, è pantografata BMW. Fa persino impressione la similitudine. Forse un po' scomodo il pulsante di sblocco verso la console centrale, che invece BMW ha posizionato a sinistra. Dove invece TUTTO cambia è l'inerzia del veicolo. Straordinaria, scordatevi di stare guidando un segmento D. Sembra infatti di portare un segmento C! Lo sterzo bello diretto. Provenendo da BMW capisco quando si dice "é forse troppo leggero". Dopo successiva riflessione posso dire che essendo bello diretto richiede a basse velocità meno sforzo per la svolta per due motivi: 1. come pesantezza è molto simile a quello di 147 che è più leggero di 156, diciamo che è proprio uguale in questo senso. Ma in meglio perchè essendo a trazione posteriore non ha il difetto del ridotto diametro di sterzata dovuto a i quadrilateri anteriori che in questo caso non devono trainare il veicolo ma sono liberi (i 147isti ricorderanno che la 147 aveva pochissimo sterzo con conseguenti smadonnamenti nelle manovre di parcheggio ). Diciamo che chi viene da una BMW potrebbe volere la pesantezza che c'è in dynamic anche nelle altre due modalità. Il setup vettura in assetto stabilizzato è sottosterzante, com'è giusto che sia per venire incontro ad un ampio bacino di utenti. Il giro di prova comunque è stato troppo corto per poter capire bene la vettura, così come il motore con soli 103 km percorsi è troppo legato e sembra non avere ancora tutti i 180cv. Frenata perfetta. Motore un po' troppo sferraglioso (leggi rumoroso) agli alti regimi, rispetto a BMW dove il sound è leggermente più curato. Ok, è un diesel.
  11. Un paio di settimane fa ho avuto l'occasione di provare brevemente questa bestia che, devo dire, mi ha interessato subito, non appena presentata. Il venditore, cordialissimo, dopo poche battute, mi ha chiesto se volevo provarla ed ovviamente ho risposto: "Ceeeerto!" Purtroppo non è venuto lui con me, bensì lo scoglionato collega, uno dei motivi per cui la prova è stata breve e ad andatura non esagerate. L'auto in prova era una top di gamma di un bel blu STI, cerchi da 18, pelle, frizzi e lazzi. Come quella in foto, cerchi compresi. Si parte; il tipo, comunque educato (ma si vedeva lontano un miglio che non voleva essere lì...) mi raccomanda prudenza e mi ricorda che l'auto è automatica. Accendo il motore, che borbotta tranquillo, premo il gas dolcemente e la Levorg, col cambio in automatico, si avvia, per l'appunto, dolcemente. Mi aspettavo l'effetto scooter, invece i giri restano "giusti", senza salite esagerate, anche una volta raggiunta la velocità codice, anche se premendo più vigorosamente un poco si avverte, ma niente di che e lontano da salite sgradevoli. Giro un poco in automatico, questo mi permette di apprezzare il comfort, notevole nonostante i cerchi da 18, con i sedili belli contenitivi ma non stupidamente strizzanti, come ho potuto purtroppo provare su altre vetture dalla sportività ( ) più urlata. La strada della prova ha un asfalto bello liscio e senza dissuasori, quindi il giudizio è limitato ma l'impressione è stata buona. Il sound del motore è molto discreto se si va tranquilli, salendo di giri lo si avverte bene, piacevolmente per i miei gusti, senza esagerare. Faccio una rotonda ed è già ora di rientrare, quindi metto il cambio in manuale e cerco di capire meglio la vettura anche se non ho potuto mettere in sport perchè il tipo scoglionato dice che non vuole che i clienti forzino l'andatura.... vabbè.... Lo sterzo non è mai pesante ma mi è parso preciso mentre con le levette la marce (virtuali), entrano veloci e senza scossoni, non me l'aspettavo. Il motore mi è piaciuto un sacco, sempre nei limiti della prova. Sale di giri che è un piacere (ho letto che mura verso i 5000 ma io non ci sono arrivato) e si sente che la coppia disponibile è tanta. Forse è un poco brusco... ma a me piacciono anche i turbo ON/OFF, quindi la cosa non mi disturba. Ho cercato di guidare più brillante negli ultimi tratti, anche se il tipo fremeva: volevo cercare di sentire un poco l'AWD simmetrico di Subaru ma davvero è stata una prova troppo breve. Comunque la Levorg va sui binari, e trasmette tanta ma tanta sicurezza... andrebbe davvero messa un poco alla frusta. Il volante mi dicono che è quello della WRX, bello, anche da impugnare, non troppo grande, pieno di tasti (forse troppi). Torniamo in conce e parcheggio, la telecamera aiuta parecchio anche se non mi sono trovato male con la taglia dell'auto, mi ci sono subito sentito a mio agio. Due parole sugli interni. Detto che il posto guida è confortevole, l'impressione generale è di sobrio e ben fatto. Tutto nero, come da tradizione jappa, ma c'è qualche placchetta e listello in alluminio (o simil) che danno un po' di stacco, qualche cucitura blu qua e la e comunque l'abitacolo è luminoso e mi è parso anche spazioso. Nessun volo pindarico scenografico a parte i display ma questo non mi dispiace. Qualche dubbio ce l'ho sull'ergonomia: i comandi mi sembrano un poco sparsi e il volante è davvero zeppo di tasti. Però è un abitacolo in cui si sta bene ed è sufficientemente accogliente. Sulla dotazione nulla da dire, c'è tutto ma se volete notizie sull'infotaiment, beh, non posso davvero aiutarvi che a me interessa assai poco. Comunque ci son due schermi e uno è bello grande e c'è pure il navi... Scendiamo... Lo scoglionato mi dice di tornare che mi trattano bene. Spero almeno con più allegria... In definitiva l'auto mi è piaciuta, nonostante la prova striminzita. Bel motore, imho, dovrebbe poter dare soddisfazioni, così come il cambio che è stata davvero una sorpresa. Non pensavo di poter tessere le lodi di un CVT ma mi ha davvero convinto. Tra qualche mese mi scade il leasing della Verso e al momento questa Subaro è in cima alla mia lista. Vedremo...
  12. Ho appena raggiunto quota 5000 con la mia jazz 1.2 trend e ho parecchie impressioni da condividere. Mi rifaccio allo schema dell'ottima recensione di Stev66 Posto guida Comodo, riesco a stendere le gambe senza alcun problema e le regolazioni sedile mi fanno sentire perfettamente a mio agio pur essendo sopra 185 cm d'altezza. Non è un'auto per giapponesi quindi . Il poggiapiede accanto alla frizione è in gomma dura e di buona qualità. Il volante è sicuramente bello da vedere, ma ho notato che tende a sporcarsi facilmente: rimane una patina bianca, come se avessi guidato con le mani sporche di gesso da lavagna. Si ripulisce molto facilmente, ma non capisco lo sporco da cosa possa derivare (ho fatto la prova con i guanti e con le mani pulitissime) In caso di andature più decise, il sedile trattiene discretamente. Nessun problema di comfort, anzi Il cambio è facilissimo da raggiungere e, solo toccandolo da un'impressione di solidità e di buona scelta di materiali. Plancia e comandi A dispetto dell'apparenza, "da astronava" sono tra i più semplici ed intuitivi con cui abbia mai avuto a che fare. Leggevo che nel modello pre-restyling non si riusciva a leggere il display radio nelle giornate di sole. Il problema è stato completamente risolto. Le manopole per il riscaldamento e i tasti per l'aria condizionata ed il ricircolo interno sono alla portata di mano e non c'è pericolo di confondersi. In basso, sotto la bocchetta d'aria anteriore sx c'è il tasto per regolare gli specchietti e per disattivare l'ESP (operazione che il concessionario mi ha raccomandato in caso di neve, altrimenti l'auto non partirebbe). Come già anticipato da diversi altri utenti è un po' stano che il comando per i finestrini non sia illuminato di notte (gli altri comandi sulla consolle centrale sono tutti illuminati con luce arancione) per cui fai un po' fatica e devi andare a tentoni. I vari portaoggetti hanno buona capienza e sono in plastica liscia, refrattaria allo sporco, il resto della plancia è zigrinato (e facilmente rigabile se non si sta attenti. Assolutamente comodissimi i vari portabevande sparsi per l'abitacolo, magari non bellissimi da vedere, ma hai un posto per ogni cosa. Io che ho sempre qualche oggettino da trasportarmi qui e là non ho mai problemi di cose che mi rotolano in giro come mi è capitato con altre auto. Climatizzazione Manuale, lo uso molto poco e quando l'ho usato ha dimostrato di saper tenere tranquillamente la macchina al fresco. Mi auguro che lo scarso utilizzo non sia fonte di problemi in futuro, nel caso tengo spesso l'aria accesa per evitare la comparsa di muffe. Per quanto riguarda il riscaldamento, la macchina è un autentico fornelletto, appena il motore entra in temperatura scalda moltissimo anche con la ventola al minimo. Ora che cominca a fare fresco mi basta mettere la seconda velocità per 5 minuti e sono già in clima felpa leggera:mrgreen: Visibilità Ottima la visibilità anteriore grazie anche al grande cristallo, meno quella posteriore che lascia al guidatore l'indovinare i "confini esterni del paraurti" e spesso le grande capienza dell'auto ti traggono in inganno per cui o lasci troppo spazio o sfiori con l'estremità del paraurti gli angoli (ed io ho sfiorato un po' troppo ). In marcia gli specchietti sono assolutamente funzionali e ringrazio ogni giorno di più le loro grandi dimensioni. Materiali e Finitura Per quanto riguarda gli assemblaggi non ho assolutamente niente da segnalare, pur essendo made in china la mia jazz è impeccabile sotto questo punto di vista. Le plastiche in certi punti sono un po' cheap ma non più della media del segmento. Forse la zigrinatura delle plastiche della plancia favorisce un po' le strisciate, ma nel complesso io mi ritengo assolutamente soddisfatto. Lo sono meno per quanto riguarda i sedili, divisi in due tessuti diversi, uno azzurro più liscio e quello esterno nero "a retina". SI sporcano mooooooolto facilmente. Ora io non ho ancora trovato il tempo di ripulirli, ma ho notato che è veramente facilissimo sporcarli. Non sarà niente di particolarmente grave, però.. E veniamo al più grosso difetto dell'auto, quello che veramente può rovinare un prodotto ben fatto: LA VERNICE:(r:(r:(r:(r:(r Non è possibile che con un'unghia (non un artiglio, un unghia di donna di quelle fatte a gel, quelle smussate) mi si strisci la maniglia della portiera. Non lo è nemmeno che una pallina da tennis di rimbalzo (blando, molto blando) ti strisci lo specchietto come una sassata. Ossservando meglio gli strisci si vede subito che lo strato di vernice è sottilissimo e si è un po' scrostato...tanto che le strisciate leggerissime non sono così ------ come te le farebbe uno con la chiave, sembrano quasi schizzi di vernice. Rispetto al resto la verniciatura è assolutamente inaccettabile. Accessori Radio CD ed MP3 ESP, ASR, 2 vetri elettrici (e meno male, io dietro vado mooolto meglio con le manovelle), clima manuale, sedile sdoppiato, 6 airbag , impianto frenante a quattro dischi. Si fa sentire la mancanza di cruise control e l'assenza di una presa USB per il mio lettore MP3 ma per il resto sono assolutamente soddisfatto. I fendinebbia sarebbero stati superflui vista l'ampiezza del fascio di luce dei fari. Dotazione di sicurezza Cito Stev66: Molto buona; 6 airbag (frontali, laterali, per la testa davanti e dietro), Abs, Esp, Asr, disattivazione airbag lato passeggero con chiave, attacchi isofix ai sedili posteriori, impianto frenante a 4 dischi, poggiatesta anteriori attivi. La dotazione è da segmento superiore. L’auto ha avuto 5 stelle al test Euroncap, pur con un punteggio non elevatissimo. Ed aggiungo che i freni sono efficientissimi sebbene però siano necessari in quanto rispetto ad altre auto più moderne il freno motore è molto meno influente. TI ritrovi a scalare in seconda e a filare ancora abbastanza spedito per dover ricorrere al pedale. Abitabilità Semplicemente il top. Trasporta 4 ragazze oltre al guidatore in assoluto comfort Bagagliaio Ottimo per dimensioni, diviso in due dalla coprtura e il vano ruota di scorta può essere ulteriormente sfruttato anche se io ho deciso di procurarmi una ruota di scorta. I sedili se abbattuti creano un vano di carico piatto e senza dislivello e se alzati permettono di portare sul pavimento borse borsette e borsone (comodissimo). Sotto uno dei sedili dietro c'è una tasca grande più o meno quanto il manuale utente Confort Il problema di rigidezza delle sospensioni del modello 2009 è stato notevolmente mitigato, siamo quasi a livello normale anche se un po' di rigidezza resdiua è rimasta. Idem dicasi per l'insonorizzazione che è stata modificata in modo tale da ridurre notevolmente il rimore (ancora percettibile) a velocità autostradali. Per tutti gli altri usi assolutamente silenziosissima, salvo qualche "clic" ogni tanto dei relais che si attivano. Motore Fantastico. All'inizio il fatto che il procedere in prima marcia alzando semplicemente la frizione fosse possibile solo a prezzo di notevoli tremolii e sforzi da parte dell'auto mi ha lasciato un po' l'amaro in bocca. Il motore Honda ivtec 1200cc è anche abbastanza poco reattivo ai bassi ma me lo aspettavo. Quello che invece NON mi aspettavo è il livello del "calcio" che il Vtec ti da ad alti giri. Altro che calcio..è una pedata! superati i 2500 giri si decolla . Per quanto riguarda i consumi le velocità medio alte, se tenute costanti, fanno di questo motore un gioiellino di risparmio. Avendo la fortuna di girare a velocità medie costanti ho un consumo reale di 4,8Lt/100 km misurato alla pompa. Io tuttora fatico a crederci. Il CDB è più ottimista del 7-10% rispetto ai consumi reali. E per quelli abituati a guidare in un certo modo sicuramente sembrerà difficile, ma seguire diciamo un 9 volte su 10 l'indicatore di marcia non è così astruso come può sembrare. Cambio Solido e molto fluido, tranne forse quando passi alla seconda marcia in fase di decelerazione. Mi trovo ad usarlo spesso date le caratteristiche del motore e spesso rimani in dubbio se tirare la marcia per volare o seguire il suggerimento dell'auto per risparmiare. Sono dilemmi che è bello avere come già molti hanno giustamente suggerito, una sesta marcia sarebbe stata perfetta, come il cacio sui maccheroni. Sterzo Non concordo con chi sostiene che sia esageratamente artificioso. E' molto leggero ma preciso il giusto per evitare qualsiasi tipo di amiguità al volante ed in manovra. Freni Potentissimi ma bisogna stare molto attenti perchè con una pressione un attimo più decisa inchiodi. Efficacissimi in caso di emergenza dove, in coabitazione con ABS ESP ed AVR consentono di riudrre al minimo i rischi. In sintesi La ricomprerei domani. Se avesse avuto tessuti interni meno sporcabili e, soprattutto una verniciatura decente, sarebbe stata l'auto perfetta. Se proprio vogliamo fare i pignoli insonorizzando di più l'abitacolo e aggiungendo una sesta marcia ne avremmo fatto anche una long-distance cruiser senza eguali per caratteristiche nel mercato. Paghi un po' di più rispetto alla concorrenza ma non rimpiangi i tuoi soldi. Salvo quando fai i conti con la vernice:(r:(r:(r
  13. Mercedes Classe A di recente sottoposta a un misurato lifting. Ci si può addirittura "inventare" una regolazione tutta personale (Individual), creando così un'auto su misura per ogni situazione. Insomma, il massimo della versatilità in fatto di guida. Il tutto grazie al sofisticato sistema Dynamic select, che non è affatto così scontato incontrare su modelli di questa categoria: un dispositivo che rende ancora più appagante la nostra A 180 d equipaggiata con il pregevole cambio automatico a doppia frizione 7G-Tronic.. Nessuna grande novità dentro il cofano, che nasconde il generoso 1.5 turbodiesel, (Renault) che fa piuttosto bene il suo dovere. Morbido e pastoso sin dai bassi regimi, mostra un ottimo affiatamento con il cambio automatico, il che rende la guida piuttosto fluida. Mettersi al volante della compatta tedesca è sempre un piacere. Ci si cala nell'abitacolo senza problemi, nonostante la posizione bassa e l'ampia profilatura ‒ così c'è un adeguato sostegno laterale ‒ del sedile. Insomma, ci si sente subito a proprio agio e si trova l'assetto preferito con poche e precise regolazioni, oltre a prendere immediata confidenza con i comandi. Per contro, la posizione (quasi) a filo terra sacrifica non poco il campo visivo. In retromarcia, poi, ci si mette anche l'inclinazione del lunotto a rendere più difficili le manovre, rendendo quasi indispensabili i sensori di parcheggio ed eventualmente anche la telecamera. Il rumore di rotolamento delle gomme si manifesta con una certa prepotenza sui tratti di asfalto drenante e, salendo con la velocità, si somma a quello di natura aerodinamica, per lo più concentrato all'altezza dei retrovisori esterni. Le critiche finiscono qui, perché tutto il resto centra abbondantemente le aspettative. In particolare, il comportamento stradale è da sportiva vera, di quelle che divertono senza impegnare; brillante quanto basta, in linea con quel che si può chiedere al compatto quattro cilindri a gasolio. L'A 180 d affronta le curve con agilità, saldamente appoggiata ai generosi pneumatici da 18 pollici, con il supporto di uno sterzo pronto e preciso, che diventa ancora più puntuale quando si sceglie la modalità Sport. Questo assetto, ovviamente, si riflette sul confort, in particolare per quel che riguarda gli occupanti del divano posteriorE. Scheda tecnica Motore: 1.461 cc, 4 cilindri in linea Potenza max: 109 CV a 4.000 giri Coppia max: 260 Nm da 1.750 giri Trasmissione Trazione anteriore, Cambio automatico a 7 marce Dimensioni e massa Lunghezza: 430 cm Larghezza: 178 cm Altezza: 143 cm Massa: 1.425 kg http://www.quattroruote.it/news/prove_su_strada/2016/07/30/mercedes_benz_la_nostra_prova_della_a_180_d_automatic.html Voi che voto dareste a questa macchina da 1 a 10 ??? Il mio voto 7. Io malgrado tutto non la vedo.., (anche se ci ho provato ..) , non mi trasmette le sensazioni o appeal da premium class.., ( indipendentemente dal motore) , sarò prevenuto ??
  14. Mie personalissime opinioni di un giretto di mezz'ora su Toyota prius ,schematizzando : Estetica : opinabile ,molto opinabile...l'esemplare era di un colore molto sobrio ,un grigio scuro con cerchi da 17" anch'essi scuri..futuristica nello stile e' molto riuscita nella parte anteriore dove riesce ad essere non banale ma molto personale e persino accattivante sotto certi aspetti . Nella vista laterale la linea a cuneo si manifesta evidente ma non potrebbe essere altrimenti vista la ricerca del CX Massimo possibile per cui l'ovvietà chiama un muso basso e una coda che sale con una linea di cintura non esagerata quindi anche qui dividera' sicuramente ma non vedo azzardi macroscopici...il bello viene ora ,la coda : strana a dir poco! lunotto diviso ( già visto in Honda per altro ) ,superficie vetrata quindi ampia ma fine a se stessa perché la visibilità non è granché a mio avviso e lo stile lascia un po perplessi e forse si poteva azzardare meno ma la scelta ormai è stata questa per cui se ne prende atto ..difficile da giudicare perché fuori dagli schemi ma se devo proprio dire la mia non mi dispiace la prius nel complesso anche se la coda che sembra un po fuorviante dal resto dell'auto continuavo a guardarla e riguardarla per autoconvincermi ma proprio no ,mi è' " ostica " Interni: piacevole sorpresa ,sono sincero...non che non sapessi cosa mi aspettava -essendo alla seconda Toyota in famiglia- ma l'hanno fatta davvero gradevole e anzi hanno voluto dare qualche tocco qua e là..so che tutti stiamo pensando alla famosa laccatura bianca che copre la parte inferiore della plancia e la parte inferiore del volante : si anche dal vivo e' orribile e gli stessi venditori non è che siamo contentissimi della scelta ma bianca e ' e bianca rimane ,non esistono alternative purtroppo...intendiamoci ,forse abituandoci un po' alla sua presenza si finisce col digerirla - mi ha fatto più effetto in foto che dal vero - ma si poteva evitare ecco ..il resto è invece come dicevo piuttosto ben presentato ,hanno voluto impreziosire con inserti di laccato nero sia la plancia centrale dove c'è il touch sia la parte davanti al passeggero anche se appare subito rigata e a mia precisa domanda mi viene confermato che purtroppo sarà anche carina ma molto delicata ,si riga facilmente e questo stona un po considerando che moltissime auto di queste fanno servizio pubblico e chi sale sale ! Il touch e ' intuitivo ,rapido nel tocco ,molto chiaro ed esaustivo ( lascerò per tutta la prova la visione del flusso di ricarica e la provenienza della potenza indirizzata alla ruote ) ...bei sedili in tessuto ,che appare subito robusto e durevole alla vista ,volante dalla bella presa ,posto guida che si ricama a pennello con comandi manuali e provo a vedere quanto spazio ho dietro di me e mi pare molto buono ,considerando che non è piccolissima lo spazio mi sembra valido ..il bagagliaio non è enorme ma sfruttabile senza dubbio .. Alla guida : accensione - con tanto di istruzioni su come fare sul display principale - e mi fanno notare la batteria scarica ,due tacche ,per cui siamo a livello minimo ..facendo varie prove di accensione e spegnimento ,noto che la capacità minima per partire in elettrico sono tre tacche indicate mentre sotto il motore a benzina rimane acceso ma è molto silenzioso e appena percettibile ...dopo aver giocato col cambio ,piacevolissimo quando lo utilizzi perché sembra di gomma e ritorna in una sorta di posizione di folle da solo tipo joystick - 4 le funzioni più tasto " P " a parte e freno a mano a pedale - si parte per un percorso urbano a scorrimento abbastanza veloce e ho tempo dopo il primo semaforo per fare la prova che aspettavo : vedere se l'effetto trascinamento del cvt precendente ( per mia esperienza diretta yaris hsd ) e' stato eliminato o quantomeno corretto : direi proprio di sì per quanto mi sembra ,sento meno evidente il fastidioso " rumore " che accompagnava l'accelerata nelle precedenti edizioni del powertrain perché sento la velocità più proporzionata alla pigiata e al motore per cui il sincronismo sembra essere migliorato ( noto perfino come una cambiata mollando l'acceleratore per cui sembra in effetti più " viva " di prima ) ...fatta questa prova ,me la godo e il confort e ' a dir poco eccezionale ,tutto silenzioso ,tutto facile ,si porta bene ed è piacevole davvero ,agile e comoda pure negli svincoli stretti e in mezzo al traffico,sterzo leggero leggero che si gira in un niente ...bel climatizzatore ,davvero potentissimo c'era un caldo boia e dentro ghiacciavamo ..alla fine del giro leggo una sorta di telemetria via iPad : ho usato per il 53% il motore elettrico e il restante benzina ..considerando la velocità media ,la carica bassa della batteria e la guida non attenta ( mai utilizzata la funzione di " veleggio " tipica della guida dei tassisti ) ho totalizzata una media di quasi 21 km / L..direi molto buono perché se fosse stata mia sono certo che in breve tempo avrei imparato dove lavorare di acceleratore e avrei spuntato medie molto superiori a sensazione ..il motore mi incuriosiva parecchio perché la potenza e ' stata si diminuita ma anche il peso per cui direi che è pronto e spinge tranquillo tranquillo ,presumo che non ci siano problemi di sorta in nessun percorso a patto di non voler un razzo sotto il sedere ! belle sensazioni insomma,mi è piaciuta nel suo contesto ..al ritorno allo stand ,parcheggio da solo utilizzando la telecamera posteriore,davvero chiara ,limpida nell'immagine e grazie a una miriade di sensori con un po di attenzione si mette ovunque ; nessun problema! Conclusioni generali: auto veramente riuscita nel suo contesto ,economica come promette e si capisce chiaramente ,molto confortevole e pratica ,una sorta di anti stress in città ma presumo anche fuori vista l'indole di silenziosità ,seduta dei sedili e tutta la telemetria a corredo che ti fa vedere di tutto e di più...il prezzo mi pare congruo ,come l'ho guidata circa 29.000€ con i cerchi da 17" che stanno bene altrimenti i 15 mi parrebbero piccoli piccoli data la fiancata..insomma convincente e originale per distinguersi un po oltre al risparmio ma rimane il dubbio per cui scegliendola si rinuncia un po' al piacere della meccanica e della guida classica che l'appassionato desidera perché qui parlerei di tecnologia più che di tecnica
  15. sono stato due giorni passeggero su una Tipo 4p. riporto perciò le mie impressioni ( non un test, non ho guidato. ) Impressioni positive Ottimo il motore, potente e pieno in accelerazione e ripresa, solo un pochino romboso. Grazie ai contralberi, neanche una vibrazione Molto buona l'abitabilità ed il bagagliaio, anche se stretto e lungo. finiture: il bagagliaio è ottimamente rivestito, i sedili sono in stoffa robusta ma accettabile. La plancia ha un aspetto un po' misero, ma più che per i materiali ( che rispecchiano le altre C, Golf compresa ) per la goffratura e per la quasi totale assenza di cromature. Tasti secondari accettabili. volante tutto sommato sufficiente. Ottima sicurezza in strada ( impressione da passeggero ) . Linea gradevole. Bagagliaio con apertura automatica ( a molla, non a motore, ma c'è ) . Buona la dotazione di accessori, comprensivi di telecamera posteriore ( quasi obbligatoria ) Impressioni negative. Fianchetti porta, soprattutto la parte superiore , che rispecchia la parte superiore della plancia ma sulla portiera è un po' fuoriluogo Rumorosità sempre un po' troppo presente nell'abitacolo , più simile a quella di 500L che di 500x.
  16. Le mezze stagioni esistono ancora? Ovvero, ribaltamento totale dei luoghi comuni. Ieri, mi è capitato di usare per una mezza giornata la TT che abbiamo in famiglia. Modello nuovo, 2.0tfsi 230cv con trazione Quattro e cambio doppia frizione S-tronic. Mi sono sorte un po' di considerazioni che ci terrei a condividere con voi. Innanzitutto, dopo qualche mese che guido la mia nuova Serie1 f20 restyling, posso dire che l'assetto Audi ha fatto passi da gigante e lo sterzo, che ho sempre considerato pessimo, restituisce un feeling migliore rispetto a quello BMW, nonostante la trazione integrale e lo schema di partenza a trazione anteriore...questo dovrebbe veramente generare più di una riflessione, posto comunque che parliamo di una coupé segmento C, contro una normale Hatchback dello stesso segmento. TT, con la sua trazione Quattro (immagino Haldex come al solito, non ho approfondito), restituisce un'ottima sensazione di stabilità, anche se non risulta così fluida e leggera come la versione precedente. Il motore ha tanta potenza, ma la curva di coppia (credo anche a causa del turbo) non è gestita proprio benissimo e così si fa un po' fatica a sfruttarla come si deve nel misto stretto. Il cambio, come ricordavo, risulta appagante e sportivo. Nel complesso è una buona coupé: stabile, con uno sterzo preciso e dal buon feedback, veloce in rettilineo, un po' meno fluida fra el curve. Emozioni, nulla di particolare...la TP, almeno secondo me, vince ancora: è come sentirsi a cavalcioni di un'ape rispetto ad un coleottero. -.-' Detto che, quindi, mi sento di spezzare una lancia a favore del comportamento dinamico della vettura, che mi aspettavo ben peggiore, mentre si salva tranquillamente e risulta apprezzabile...Quello che mi ha lasciato profondamente sconcertato è la qualità costruttiva e dei materiali impiegati. L'analisi e la riflessione, lo ammetto, mi è nata spontanea, visti i fiumi di parole che abbiamo speso per Giulia e il livello di qualità percepita e materiali impiegati. Beh, TT, per quello che costa, secondo me soffre di tante lacune, imprecisioni, materiali economici. Lo dico subito, a scanso di equivoci, la plancia e tutti i pannelli porta sono in plastica morbida di grande qualità...probabilmente in un quantitativo eccessivo, che ricopre una superficie un po' sconsiderata, ma comunque di grande qualità. E' nei famosi dettagli che la macchina ha notevoli cadute di stile...elenco: -Guide sedili a vista -Copertura base sedili in plastica dura e di cattiva qualità -regolazione a scatti dell'altezza dei sedili (ehhhh già) -profili a contrasto di qualità infima...pessima plastica (sono quei profili che incorniciano tunnel e sedili a guscio disponibili in 3 tinte) e tutti completamente disallineati, con evidenti giochi di luce di svariati centimetri (buchi veri e propri) tra pelle e guscio. -plafoniera economicissima -maniglie delle portiere e relativi maniglioni di plastica soft-touch a rischio graffi e spellamenti -protezioni laterali dei sedili posteriori in plastica dura. nell'insieme, discreta sensazione di povero (causa anche del design minimale, che se abbinato a interni bi-tono, restituisce l'idea di un fiume di plastica morbida). La nostra TT è infarcita di optional, ma la scelta del Total black per gli interni rende davvero poca giustizia ad un interno che mi è sempre piaciuto, concettualmente. Insomma...mi ritrovo a fare una piccola recensione completamente diversa da quella che avrei potuto immaginare....forse non è vero che le mezze stagioni non esistono più, che gli inglesi odiano il bidet e gli italiani sono mammoni. A questo punto non so più in cosa credere. Non mi soffermo sul virtual cockpit...dico solo che lo trovo scomodo e molto distraente (su una sportiva è una bestemmia) Me ne esco, invece, con un'ulteriore rivalutazione del lavoro compiuto da Alfa Romeo su Giulia...le cui sensazioni all'interno dell'abitacolo non soffrono per nulla di complessi d'inferiorità anche rispetto a Audi dal prezzo paragonabile. (opinione personale, come sempre) Se avete domande particolari, fate pure...cercherò di rispondere.
  17. Un bel confronto sul circuito di Hockenheim..., se qualcuno di voi conosce ben il tedesco. e vuole tradurre il resto... herzlich wilkommen E' tutto una questione di gusto entrambe hanno appeal , la spagnola scusate la satura e sovrana tedesca vs motivata e divertente francese.. La Cupra ha il cambio DSG e qualche cavallo in più, mentre la 308 GTi ha il cambio manuale e qualche chilo in meno... Comunque la 308 si muove come un cane Boxer di razza disinvolta, leggera e agile , sempre pronta.., in pista mostra le sue vere qualità , motore cambio e chassis lavorano insieme in perfetta sintonia.. Peugeot infila 0.6 secondi alla Seat Cupra che fa più fatica in certe situazioni (arranca), risulta meno agile, si sente chiaramente parecchio la differenza di peso.. http://www.auto-motor-und-sport.de/vergleichstest/peugeot-308-gti-und-seat-leon-cupra-290-im-test-10982243.html Massa a pieno carico; Peugeot 1280 kg Seat 1421 kg Technische Daten Peugeot 308 GTi THP 270 Seat Leon SC Cupra 290 Grundpreis 34.950 € 33.420 € AußenmaßeLänge x Breite x Höhe 4253 x 1804 x 1446 mm 4236 x 1810 x 1423 mm KofferraumvolumenVDA 470 bis 1309 L 380 bis 1150 L Hubraum / Motor 1598 cm³ / 4-Zylinder 1984 cm³ / 4-Zylinder Leistung 200 kW / 272 PS (330 Nm) 213 kW / 290 PS (350 Nm) Höchstgeschwindigkeit 250 km/h 250 km/h Beschleunigung 0-100 km/h 6,0 s 5,7 s Verbrauch 6,0 L/100 km 6,7 L/100 km
  18. Approfittando della possibilità dei test drive al salone del Valentino - complice anche la non-disponibilità momentanea dei prodotti FCA - ho colto l'occasione per provare la vettura in oggetto. Incuriosito anche dagli ottimi risultati su strada della prova di 4R sul 1.2 (quasi 18 km/l di media) e impietosito dai poveri ragazzi della Suzuki che nessuno considerava Quella della prova era la versione S, con il 1.0 boosterjet da 112cv e 170Nm di coppia tra i 2 e i 3000 giri. Il giro per forza di cose è stato breve (c.so Massimo, c.so Vittorio, ponte, c.so Moncalieri fino a ponte Isabella per rientro). Esterni: l'auto era del blu della versione di lancio. Con i cerchi da 16" è tutto sommato gradevole. Non bella, non brutta. Censurabile il filetto rosso sul paraurti ma tant'è, almeno non si nota troppo. Interni: come in altre Suzuki che ho avuto occasione di provare (Sedici MkI su tutti) sono improntati alla praticità. C'è spazio anche in abbondanza sia davanti che dietro. 4 adulti ci stanno senza troppe contorsioni. Posto guida ampiamente regolabile. Plancia anche qua più funzionale che ricercata. C'è tutto, ed è tutto a portata di mano ma scordatevi plastiche da palpare. Sono gradevoli alla vista ma dure. Pannelli porta con inserto in tessuto che mitigano un po' Baule con uno scalino all'ingresso ampio, ma molto ampio (355litri). Doppiofondo Accessori: uno dei suoi punti di forza. Il modello ha tutto. Dal clima automatico al navigatore fino al cruise adattativo e i fari allo xeno. Motore: Suzuki arriva tra le ultime sui piccoli turbo ma lo fa comunque bene. Il motorino spinge bene, è regolare. Sopporta bene le richieste di ripresa da 50km/h in V e non vibra. Per ovvi motivi non l'ho potuto tirare più di tanto. Su strada: vedasi sopra. La macchina almeno in città è comoda. Assorbe bene il pavè (però io ormai sono abituato alla 500C coi 16" e le /45 quindi sembra comodo tutto). Sterzo leggero in manovra. Freni sembrano buoni. Conclusione: proposta a 17.800€ con cambio manuale e a 19.000€ con automatico. Macchina dalla filosofia Tipo. Ovvero non low-cost in senso stretto ma di sostanza. Come elettrodomestico la vedo bene, in virtù della dotazione, dello spazio e del motore. Se avvicina anche solo i consumi del 1.2 ciaone diesel.
  19. come di consueto partono i test comparativi... ero li al Nurburgring per girare ma...ecco cosa incrocio, diverse giulia non sia diesel che la quadrifoglio, in gruppo con le sue concorrenti dirette audi, Bmw mercedes e non solo.... https://www.youtube.com/watch?v=Ic1kqGyA1-c dal vivo per strada gli manca, a mio parere qualcosina a livello di cerchi e aggressività... per il resto solo vista passare diverse volte.
  20. Eccomi qua, grazie ad un caro amico ho provato a fondo la nuova megane , con il noto 1.5 dci. principali pregi, il confort, la qualità degli interni, il sistema r-link 2 e i consumi molto bassi. difetti, visibilità posteriore migliorabile, posizione del comando alzavetri troppo arretrato e sterzo troppo demoltiplicato. il resto qua. https://abordoconmarcolino.wordpress.com/2016/04/28/francese-si-ma-quasi-tedesca-new-megane/
  21. eccomi qua dopo aver provato le generazioni precedenti ho potuto provare la nuova, avrei voluto testarla meglio e magari da solo ahahah Provata la 1.5 full optional, nel suo classico rosso molto bello. ecco le mie impressioni. https://abordoconmarcolino.wordpress.com/2016/04/20/promossa-la-miatina-ma/ nel complesso vettura molto divertente ma appunto devo capire come mai Mazda ha regalato un prodotto cosi buono alla FCA.. misteri. principali pregi, Cambio da 10, e semplicità di guida principali difetti? il 1.5 in rodaggio nuovissimo mi è parso più sonnacchioso di quanto i dati dichiarati possano far pensare... è da riprovare senza limiti in pista a 5500 -7000 giri. nel complesso vettura bellissima che emoziona sia alla guida che da ferma.
  22. Ho ritirato la clio a fine ottobre e fino ad oggi ho percorso più di 5000 km in varie condizioni e cerco di dare dei giudizi sull'auto dopo alcuni mesi e km Riassumendo: Renault Clio 0.9 tce costume national (duel) dopo spiegherò il perché Nero etoilé metalizzato Interni in tessuto Optional: cerchi in lega diamantati grey da 16'', ruota di scorta, R- Link evolution dab, relax pack (terzo poggiatesta posteriore, bracciolo anteriore, retrovisori ripiegabili elettricamente), premium pack ( clima automatico, easy access system II, alzacristalli elettrici posteriori, alzacristallo elettrico impulsionale lato conducente, accensione automatica dei fari e sensore pioggia) Esterni Esteticamente è tra le migliori del segmento b, solo il posteriore non mi convince molto. Ha una linea molto sportiva con le maniglie delle portiere posteriori nascoste. Interni Qui il giudizio cambia radicalmente, la considero tra le peggiori della categoria. Unica cosa buona è la posizione dell' R-Link. Poi manca una luce nel vano portaoggetti, che non è neanche refrigerato. Si vede qualche plastica dura ed una qualità molto bassa di tutte le rifiniture. Posto guida Buono, mi ci trovo bene. Sedili comodi, ampie regolazioni, altezza della seduta abbastanza bassa e la salita/discesa è scomoda, mi è capitato di toccare con la testa. Per me che sono giovane non è un grande problema ma per mio padre già è più difficoltoso l'accesso. Plancia e comandi E' presente l'R-Link che domina a centro plancia. Funzionamento abbastanza intuitivo, supporta il DAB, i comandi vocali, che funzionano bene. Presente lettore Schede SD e USB davanti al cambio, dove c'è anche un piccolo vano dove riporre lo smartphone. Non è un interno curatissimo, come già detto. Plastiche dure che si alternano a qualche parte gommata. Abitabilità 4 persone ci viaggiano comodamente anche per parecchia strada. Accessibilità posteriore buona, un mio amico che è 190 cm è entrato agevolmente e non aveva problema con la testa. Bagagliaio Abbastanza grande per un seg.B (300 litri) Forma molto regolare. C'è un discreto gradino all'ingresso e la soglia non è bassissima. Accessori E' full optional manca solo il tetto decorato ma non mi piaceva Comfort Decisamente buono in generale. Sospensioni abbastanza rigide ma garantiscono un buon comfort sulle sconnessioni stradali. Sedili che consentono viaggi lunghi con un buon comfort. A velocità autostradale il rumore maggiore è aerodinamico (retrovisori e rotolamento gomme). Motore e Prestazioni Si tratta del piccolo 3 cilindri turbo da 90 CV. Al minimo è sommesso il giusto e le vibrazioni sono abbastanza contenute. La voce da 3 cilindri è riconoscibile, ma all'interno si sente solo superati i 4.000 giri. La coppia di 135 Nm non è tanta ma consente una buona reattività a regimi medio-bassi. Il meglio viene fuori dai 2.500 giri ed i 4.500, ma tira fino al limitatore (6.500 giri) senza incertezze. A velocità costante il motore si sente pochissimo. In generale non lo si può definire un motore prestante, ma l'accoppiata con cambio e la stazza dell'auto non la fa sembrare priva di brio, anzi con il passare dei km ho visto un grande miglioramento e ci si può togliere qualche soddisfazione, tenendo presente che è sempre un 900 cm3 e che quindi non si può pretendere chissà che. In autostrada a 130 siamo a 3.000-3200 giri. Come consumi dopo tutti i miei km sono sempre intorno ad una media di 15 km/l, ma non guido al risparmio, e sono per il 70% fatti in una grande città trafficata. Quando l'ho usata su percorsi extraurbani ho avuto medie di oltre 20 km/l Cambio Un 5 marce. La 6a marcia ci starebbe bene, invece manca: i rapporti sono corti. Retro non sincronizzata Sterzo Leggero: in manovra è un bene ma a velocità autostradali, vero che diventa più pesante, lo preferirei ancora più consistente, lo trovo un po' troppo leggero per i miei gusti. Buono il diametro di svolta, le manovre di parcheggio e le inversioni sono sempre facili. Freni L'auto riesca a fermarsi in spazi brevi, anche se ha i tamburi al posteriore. L'intervento dell'ABS non è prontissimo, alcune volte mi è capitato di sentire le ruote slittare e l'ABS non è intervenuto. Anche nelle forti decelerazioni l'auto non si scompone, resta sempre stabile. Comportamento Stradale Non è un'auto da usare in pista, tuttavia nell'uso quotidiano si comporta molto bene anche per chi ha qualche velleità sportiva. Poco rollio e beccheggio, ma molto sottosterzo. Conclusione Onestamente non credo riprenderei questa macchina. Ci sono alcuni pregi come la linea esterna, motore con ottimi consumi e buone prestazioni. Ma passiamo ai difetti: dopo 7 mesi è andata 2 volte in officina e la devo riportare ancora perché ha le portiere disallineate e l'officina mi ha detto che tutte le porte ed il bagagliaio erano fuori tolleranza, paraurti posteriore che è disallineato ma non c'è nulla da fare, pasticche dei freni che dopo 4700 km erano al 50% e mi sono state cambiate in garanzia perché faceva una campagna di richiamo senza mandare nessuna lettera ai proprietari. Poi ogni volta che c'era la strada bagnata l'auto non frenava e l'abs non interveniva, una volta ero in montagna e l'auto non stava frenando, ho evitato per poco di tamponare uno mentre scendevo dalla montagna che si era fermato in una curva. Un'altra volta a 25 kmh la macchina in una rotonda è partita in sottosterzo e mi è stato impossibile recuperarla ( fortunatamente era di sera tardi e non c'erano altre auto), stranamente l'Esp non è intervenuto, anzi dopo che sono ripartito si è accesa la spia dell'Esp. In alcune curve sento che il posteriore si alleggerisce e la macchina scoda. Sto perdendo solo tempo a portarla in officina ma nessuno mi risolve il problema. Qui si parla di sicurezza, potrei anche passarci sopra il paraurti disallineato. Per come si è comportata renault con me ha chiuso, è stata la prima ed ultima Renault che avrò. Una casa automobilistica non può non avvisare i proprietari dei problemi ai freni. Ritornando al problema dell'allestimento la mia è una costume national ma sarebbe una duel perché è €6 ed ho dovuto aspettare anche 5 mesi per avere questa macchina. P.S. volevo allegare qualche foto ma sono più di 2mb Mi Piace Cita
  23. Auto avuta come sostitutiva durante il tagliando della Giulietta. Test della durata di una 30 di km, prevalentemente urbano con una piccola puntata in tangenziale. Esternamente non mi dilungo, perchè a me il pandorino non è mai dispiaciuto e l'ultimo restyling l'ha resa davvero gradevole. E' una delle poche utilitarie rimasta sotto i 4m e soprattutto senza la voglia di una estetica "incazzata". Che su una cittadina da 69cv fa più sorridere che altro. Passiamo alle valutazioni: posto guida: discreto. Impostazione molto turistica. Non c'è la regolazione in profondità del volante ma anche chi è alto trova una posizione soddisfacente. Sedile non contenitivo e con una leggera pressione sui lombi (no regolazione lombare). Volante grosso il giusto e dalla corona sottile. Comandi e strumenti: i comandi sono intuitivi e facilmente raggiungibili. Non sono avvezzo alla strumentazione centrale e non mi ci trovo, specie col fatto che il contagiri è praticamente davanti al passeggero Audio e navigatore: Lo Uconnect qua nella versione da 5" fa il suo degno lavoro. Complice il fatto che la macchina è piccola la funzione touch è più pratica che su modelli più grossi. Climatizzatore: impianto manuale di potenza adeguata. Stabile nei flussi e nella temperatura, quindi richiede pochi aggiustamenti. Poco gradevole esteticamente la levette del ricircolo. Visibilità: buona davanti, di lato e negli specchietti. Più critica dietro. Per fortuna i sensori sono di serie su questa versione. Finitura: Ha dei begli alti (il tessuto dei sedili, la fascia centrale del cruscotto) accompagnata da altrettanti bei bassi (prima su tutti la palpebra del cruscotto, brutta a vedersi con la giunzione e si riflesse davvero molto nel parabrezza). Accoppiamenti di buon livello. Accessori: col restyling ha acquistato una dotazione di accessori buona. Presenti Uconnect, sedili sdoppiati, sensori parcheggio, climatizzatore manuale, cerchi in lega da 15". C'è quello che serve. Dotazione di sicurezza: ....ma qua NO. airbag laterali optional e nessuna precauzione per le cinture posteriori sono una pecca enorme. Attacchi isofix poco raggiungibili. Non ci siamo, visto anche a chi vanno in mano queste vetturette. Abitabilità: 4 adulti viaggiano comodi anche per una gita fuori porta. In 5 si sta stretti, solo brevi tragitti. Bagagliaio: nella norma per le dimensioni. Ci sta il necessario per una vacanza in 2 o per un week-end in 4. (ma a me basta la 500....). Soglia di carico non bassa e con gradino Comfort: il punto di forza di quest'auto. Ben insonorizzata e con un invidiabile assorbimento di sospensioni. Si digerisce tranquilla le disastrate strade sabaude. Anche in velocità fruscii e rumore di rotolamento accettabili. Il motore si fa sentire solo agli alti regimi. Motore: è l'immortale FIRE. Silenzioso al minimo, vibrazioni assenti. Sale di giri con regolarità ma il meglio lo dà nella parte bassa del contagiri. Andare oltre i 3500 è quasi inutile. Accelerazione: euro 6, aspirato, rapporti lunghi, corsa dell'acceleratore lunga. Risultato? Meglio mettersi l'animo in pace e riflettere che ti lascia tutto il tempo di cui uno ha bisogno. Ripresa: riprende regolarmente dai regimi più bassi ma valgono le stesse condizioni dell'accelerazione. Cambio: il C514 è senza infamia e senza lode. Qualche impuntamento nelle cambiate più veloci. Frizione davvero leggera ma ben modulabile. Sterzo: molto leggero in città e in manovra. Non brilla per sensibilità e precisione ma vista l'auto è adeguato. Freni: adeguati a peso e potenza della vettura. Buona modulabilità. Su strada: Comportamento sicuro come tutte la FCA. Ma la vettura non invita a forzare la mano. Se lo si fa la vettura dondola e sottosterza senza mettere in difficoltà neanche i neofiti. Consumo: nel mo tragitto sono stato attorno ai 14km/l, non male. Conclusioni: la macchinetta non è malvagia, ha delle belle frecce nel suo arco. Rimane però il dispiacere che sia stata "limitata" perchè han preso come target le ragazze neopatentate e questo ha portato a risparmi poco piacevoli. Perchè avrebbe avuto essere la possibilità di essere qualcosa di più che una macchina da prezzo.
  24. Premetto che l auto è mia, acquistata da un amatore che l ha tenuta come un gioiello, l auto era come nuova con 5000 km.Vado al sodo.. auto stratosferica, la mia ha il telaio cup, estremamente rigida, ogni imperfezione stradale si sente tutta, ma ti ripaga nella guida dove lo sterzo è un bisturi, l auto è incollata, ha in grip. Che io non ho mai trovato in auto anche ben piu quotate..Freni mostruosi, unico appunto i sedili con seduta un po alta anche se son contenutivi pur non essendo i recaro.Provai anche la clio rs edc ma non riesco a considerarla una vera rs, è troppo imborghesira e comoda, oltre anon aver i brembo, in ogni caso auto consigliatissima!
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.