Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Mostra i risultati del/dei TAG ''mercedes tecnologia'' .



Opzioni Ricerca Avanzate

  • Ricerca via TAG

    I TAG sono delle "parole chiave" che permettono di distinguere l'argomento e ricercarne rapidamente altri di analoghi. Usa la funzione con criterio!
    PS. Usa la virgola per confermare un TAG e separarlo dagli altri.
  • Ricerca secondo Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Autopareri OnTheRoad
    • Emergenze in Strada - SOS Autopareri
  • Il sito Autopareri
  • Mondo Auto
    • Scoop e Anteprime Auto
    • Consigli e Pareri sul mondo dell'Auto
    • Prove Auto e Recensioni
    • Tecnologie ed Innovazioni nell'Auto
    • Mercato, Finanza e Società nell'Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Auto Epoca
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobilità
    • Mobilità e Traffico nelle Città
    • Traffico Autostrade
  • Off Topics on Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • WithCar.it

Blog

  • Autopareri News

Cerca nel...

Cerca risultati che...


Data di creazione

  • Inizio

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Inizio

    End


Filtra per numero di...

Iscritto il

  • Inizio

    End


Gruppo


Marca e Modello Auto


Città


Interessi


Professione


Biografia


Citazioni


Sito Internet


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

Trovato 10 risultati

  1. Nuove batterie più efficienti e prezzi ridotti Il secondo reparto batterie di Kamenz sta attualmente conducendo il suo primo test di produzione ed è quindi pienamente disponibile per la consegna dei clienti dell'EQC (attualmente in programma per giugno 2019). Il forte aumento previsto della domanda di modelli plug-in-hybrid sta abbassando la tassazione forfettaria di auto aziendali con lo 0,5% del prezzo di listino lordo (invece di 1%) per i modelli plug-in ibridi ed elettrici in Germania, Daimler sarà quindi in grado di far fronte con facilità alle richieste. Generazione P2 - Trazione posteriore e motore anteriore longitudinale. La nuova generazione P2 di sistema ibrido (motore+cambio, trazione posteriore, motore elettrico) andrà ad equipaggiare le Mercedes-Benz Classe C, E, S, e quindi GLC è prevista per Giugno 2019. Generazione P4 - Trazione anteriore e motore trasversale, trazione integrale elettrica senza albero di trasmissione Daimler porterà al debutto il sistema ibrido-plug-in P4 (trazione anteriore con motore termico, asse posteriore elettrico, nessun collegamento meccanico tra gli assi) in A 250e 4matic. Qui sono disponibili anche 50 km di autonomia elettrica secondo ciclo WLTP. Lo stesso propulsore termico (163 CV erogati dal 4 cilindri di 1,33 litri M282 nella parte anteriore e circa 90 CV elettrico al posteriore) è destinato ad apparire nella Mercedes-Benz Classe B 250e 4Matic. Generazione P4 anche sulla nuova GLE, da motore longitudinale a motore trasversale con il nuovo Doppia Frizione F-DCT a 9 rapporti. Il layout ibrido plug-in P4 potrebbe quindi apparire anche nel nuovo GLE dalla fine del 2018. È equipaggiato con una autonomia elettrica di 100 km secondo WLTP e ha le batterie nel tunnel di trasmissione e sotto il sedile posteriore. Per questo, un serbatoio del carburante da 35-40 litri si sposta nell'area in cui si trovava il 9G-Tronic. L'OM654 e l'M260 sarebbero quindi montati trasversalmente e il veicolo avrebbe quindi una trazione anteriore meccanica. Pertanto, il NAG3 9G-Tronic non può essere utilizzato qui. Qui sarebbe la nuova trasmissione F-DCT di Mercedes, che debutterà nel dicembre 2018 in A 200d e A 220d con 9 marce. Dovrebbe resistere a coppie tra 500 e 550 Nm. All'assale posteriore funziona quindi un motore elettrico. In AMG, l'etichetta EQ-Power + rappresenta l'elettrificazione: Da un lato avremo un ibrido plug-in P4, fortemente orientato alle prestazioni, 2020 in un modello MFA2 (Classe A, GLA o CLA?) come la nuova A50 AMG. Inoltre, arriverà la AMG GT 73 4Matic. Gli 816 CV dello studio non saranno raggiunti nella prima fase secondo il Boss di AMG, Moers. Probabilmente avremo il classico layout ibrido plug-in P2. Al V8 4.0 litri TwinTurbo con 640 CV si sommano circa 122 cavalli elettrici di fronte alla trasmissione automatica NAG3 Sport. Più tardi, forse nel 2022, l'ibrido plug-in P2 nella AMG 4 porte sarà sostituito da un ibrido plug-in P3. Qui, la trasmissione (9 marce automatica) è accoppiata direttamente al V8 BiTurbo (per quanto riguarda il classico) e quindi installato sull'asse posteriore un motore elettrico molto potente. Il vantaggio è che la potenza del motore elettrico non deve passare attraverso la trasmissione e quindi si può realizzare più potenza. Road Map dei nuovi modelli ibridi ed elettrici di Mercedes-Benz Mercedes-Benz S 560e da dicembre 2018 Mercedes-Benz E 300e berlina da dicembre 2018 Mercedes-Benz E 300 de (berlina / wagon) da dicembre 2018 Mercedes-Benz C 300e (berlina / wagon) dalla primavera 2019 Mercedes-Benz C 300 de (berlina / wagon) dalla primavera 2019 Mercedes-Benz GLC Plug-in-Ibrido con 13,5 kWh dal facelift alla primavera / estate 2019 Mercedes-Benz A 250e 4Matic (ibrido plug-in P4) da giugno 2019 Mercedes-Benz Classe A EQ+ / Classe C EQ+ / Smart ForFour EQ+ con batteria più grande da giugno 2019 Mercedes-Benz EQC (N293 su base EVA1, piattaforma elettrica specifica) puro SUV elettrico da giugno 2019 Mercedes-Benz Classe B 250e 4Matic (ibrido plug-in P4) 3 ° trimestre 2019 Mercedes-Benz GLE (ibrido plug-in P4 con 100 km di autonomia in E Mode) dal 2020 Mercedes-Benz EQA (EVA1.5 su base MFA2 - la stessa di classe A) dall'estate 2020 Mercedes-Benz EQS (prima vettura di Classe Ammiraglia su EVA2, piattaforma elettrica specifica) berlina tra Classe E e Classe S dall'estate del 2021 Mercedes-Benz EQB (variante elettrica di GLB, EVA1.5) dal 2021/2022 Mercedes-Benz EQ-GLE (grande E-SUV, EVA2) probabilmente 2022.
  2. Mercedes ha rilasciato una descrizione più approfondita del suo turbodiesel da 2,0 litri a quattro cilindri di nuova concezione che alimenta la nuova Mercedes-Benz Classe E 220d. Daimler sta spianando la strada per una nuova famiglia di motori turbodiesel con il nuovo OM 654 che fa il suo debutto ufficiale sulla Classe 220d M.Y. 2016 in vendita questa primavera. E' il primo motore diesel a 4 cilindri interamente in alluminio realizzato da Mercedes e riesce ad essere circa il 13% più economico rispetto alla precedente unità da 2.1 litri. La cilindrata è stata ridotta a due litri ed il peso è calato da 447 libbre (202,8 kg) a 371.2 libbre (168,4 kg) in un formato più compatto. Inoltre, il motore genera meno rumore e meno vibrazioni a causa della tecnologia appena implementata. Si sfrutta l'iniezione common rail di quarta generazione e ha ricevuto pistoni in acciaio con camere di combustione a gradini con rivestimento all'interno del cilindro in NANOSLIDE. Oltre ad essere più frugale e raffinato, l'unità da 2.0 litri è anche più potente passando da 170 cavalli di potenza del 2.1 litri (125 kW) a 192 CV (143 kW) a 3.800 giri. La coppia massima di 295 libbra-piede (400 Nm) è inviata attraverso il cambio automatico a nove velocità da 1.600 giri a 2.800 giri al minuto. In veste E 220d, la nuova Mercedes Classe E coprirà la volata a 62 miglia (100 chilometri) all'ora in 7,3 secondi, toccando una velocità massima di 149 mph (240 km orari). Per quanto riguarda il consumo di carburante, ha bisogno di 4,7 - 4,3 litri / 100 km in città, 4,1 - 3,6 litri in autostrada, e 4,3 - 3,9 litri nel ciclo combinato, con emissioni di CO2 che variano tra 112-102 g / km. L'OM 654 turbodiesel è parte di una nuova famiglia di motori modulari che andrà ad alimentare tutta la gamma di automobili della stella a tre punte. Le unità saranno offerte in diversi livelli di potenza, nei layout longitudinali e trasversali, così come in auto dotate di un layout a trazione anteriore, trazione posteriore e trazione integrale. Mercedes fa presente che i nuovi motori sono stati progettati per soddisfare le future normative sulle emissioni (RDE - Le emissioni reali di guida) e sono dotati di una valvola multi-way di ricircolo dei gas di scarico. I turbodiesel sono compatibili AdBlue e tutte le parti relative alla riduzione delle emissioni sono montati direttamente sul motore. Fonte: Mercedes-Benz Chapeau Mercedes-Benz.
  3. Come da titolo, l'alleanza mondiale tra Renault-Nissan e Mercedes-Benz tira fuori questo nuovo 4 cilindri 1.3 litri declinato in tre step di potenza: 115 - 140 e 160 CV Il 115 CV sarà solo manuale (6 marce) mentre gli altri due saranno disponibili anche con la trasmissione EDC a 7 rapporti. Via Carscoop
  4. Mercedes-Benz: debuttano i nuovi propulsori modulari. Dal piccolo 4 cilindri 2.0 litri, fino al possente V8 TwinTurbo da 4.0 litri Mercedes-Benz: debuttano i nuovi propulsori modulari. Dal piccolo 4 cilindri 2.0 litri, fino al possente V8 TwinTurbo da 4.0 litri. Dopo la presentazione del 4 cilindri diesel da 2.0 litri (OM 654) sulla Mercedes Classe E 220d, Mercedes-Benz svela la sua nuova famiglia di motori. Il loro debutto ufficiale avverrà con la presentazione del facelift della nuova Mercedes-Benz Classe S. Cilindrata unitaria da 0.5 litri, architettura in linea (4-6 cilindri) ed a V (8 cilindri). Il 4 cilindri a benzina ( M 254), il 6 cilindri diesel (OM 656) e benzina ( M 256) ed il V8 benzina (M 176). Un investimento di 3.3 miliardi di dollari. Thomas Weber, Responsabile R&D di AIZ (Powertrain Integration Center) in un comunicato. Oltre a trattamenti DLC sugli alberi a camme e sulle canne cilindro, Cilynder on Demand, Iniezione di carburante migliorata, Mercedes spinge moltissimo sugli aiuti alla meccanica dura e pura andando sull’elettronica: Impianto elettrico a 48V Compressori elettrici ISG FAP per motori benzina (orbene, sì. Anche sui benzina con le nuove normativa a causa dell’iniezione diretta). Motore 4 cilindri benzina M 256 Li abbiamo già visti in declinazione diesel, con l’utilizzo di un nuovo alternatore-motorino d’avviamento (RSG) che sostituisce il vecchio motorino d’avviamento e l’alternatore “convenzionale”. Il suo punto di forza è un aiuto di “coppia” al motore a combustione interna per alcuni frangenti di carico gravoso o è in grado di spegnere il motore evitandogli di far perdere molta inerzia, sfruttando così le funzioni di coasting. A questo si aggiunge anche una pompa dell’acqua elettrica – modulante – alimentata dall’impianto elettrico a 48V. La sovralimentazione è affidata ad un singolo turbocompressore TwinScroll che lavora in tandem con la tecnologia CAMTRONIC per la fasatura delle valvole in aspirazione e scarico. Sono progettati per poter erogare una potenza specifica di 136 CV /Litro, questo significa che una declinazione spinta di tal propulsore è in grado di erogare un massimo di 272 CV. L’RSG è anche responsabile delle funzioni ibride di risparmio di carburante: Facile partenza: partenza praticamente impercettibile ed aiuto nell’accelerazione del motore Boost al motore a velocità di rotazione fino a 2500 rpm Recupero energetico fino a 12,5 kW Spostamento del punto di carico: permette il funzionamento in una zona più favorevole della mappa del motore Funzione Coasting a motore spento IECO: start / stop prolungato con il motore che attua lo spegnimento intelligente anche a bassa velocità Per garantire emissioni eccellenti, tale propulsore fa uso di iniettori piezoelettrici provati e testati con una buona preparazione della miscela, una camera di combustione ulteriormente migliorata ed un filtro anti-particolato per motori a benzina. Motore 6 cilindri benzina (M 256) 0.5 litri per 6, fanno 3.0 litri di cilindrata. Vecchie glorie ritornano. Il plus è che ora utilizzeranno anche un elettro-compressore ed un nuovo Starter-Generatore (ISG) da 48V. Necessario per poter utilizzare l’elettro-compressore. Il compressore elettrico accelera da 0 a 70.000 rpm entro 300 millisecondi, assicurando una reazione estremamente spontanea dal motore. Il risultato è forte risposta del motore senza turbo lag. Il generatore di avviamento può ora assistere il motore a combustione interna, ad esempio quando si trova in situazioni di carico elevato, e in frenata può recuperare energia. Questa energia recuperata può essere utilizzata non solo per aiutare l’accelerazione, ma anche distribuire potenza alle funzioni ausiliarie quali il condizionatore d’aria, i sistemi di raffreddamento del motore, ed i sistemi di intrattenimento. l’ISG è in grado di fornire un boost di 20 CV e ben 220 Nm di coppia motrice. Mercedes dichiara che questo 6 cilindri possa raggiungere le medesime prestazioni di un V8 4.7 TwinTurbo (parliamo di 410 CV e 500 Nm). Accoppiato a questa unità benzina – per la prima volta in assoluto – è un sistema di trattamento dei fumi (FAP) presente dopo i catalizzatori Motore 6 cilindri Diesel (OM 656) Mercedes-Benz Sechszylinder-Dieselmotor, OM656 ; Mercedes-Benz six-cylinder diesel engine, OM656; Il nuovo top di gamma a ciclo diesel da 3.0 litri è un sei cilindri in linea. Introduce il sistema di sovralimentazione con un doppio turbocompressore (sovralimentazione doppio stadio), una camera di combustione “stepped-bowl” e per la prima volta su un motore a ciclo diesel, il sistema CAMTRONIC, che varia gli angoli di fasatura delle valvole di scarico. Questa nuova camera di combustione “stepped-bowl” ha effetti positivi sull’omogeneità di carica, sulla riduzione del nerofumo e sulla diffusività termica. Blocco motore in alluminio e pistoni forgiati in acciaio, concorrono ad elevare la qualità del propulsore. I processi di dilatazione termica che si hanno tra alluminio ed acciaio, sono di molto inferiori rispetto ad un interfaccia acciaio-acciaio. Questo riduce l’attrito di contatto dal 40 al 50%. Allo stesso tempo, il fatto che l’acciaio abbia una resistenza meccanica maggiore dell’alluminio permette dei pistoni molto compatti e leggeri. Infine, la conducibilità termica inferiore dell’acciaio porta a temperature elevate i componenti in poco tempo, migliorando così il rendimento termodinamico, aumentando il potere di combustione e riducendo la durata della stessa. Ottimizzazione e rivoluzione La combinazione di pistoni in acciaio e le nuove fasce elastiche con rivestimento NANOSLIDE delle pareti del cilindro, portano dei benefici in termini di consumo di carburante e di emissioni di CO 2, specialmente nelle gamme di motori a velocità medio-basse, che sono di rilevanza per l’uso del veicolo, giorno per giorno. Anche se vi è un aumento significativo della potenza rispetto al precedente OM 642 (più di 230 kW / 313 CV invece di 190 kW / 258 CV), il nuovo motore consuma il 7% di carburante in meno. Il nuovo motore diesel è stato progettato per soddisfare le future normative sulle emissioni (RDE – Ciclo per le emissioni reali di guida). Tutti i componenti di rilevanza per la riduzione delle emissioni sono installati direttamente sul motore. Supportato da misure di isolamento e migliori rivestimenti attorno al catalizzatore; questo consente di non aver alcuna necessità di gestione della temperatura del motore all’avviamento a freddo o a basso carico. Oltre ai vantaggi in termini di emissioni, questo si traduce in risparmio di carburante, soprattutto su brevi tragitti. Grazie alla configurazione del motore, il sistema di post-trattamento ha una bassa perdita di calore e lavora a condizioni operative estremamente favorevoli. Questo è rafforzata dalla tecnologia CAMTRONIC che varia la fasatura dell’albero a camme di scarico, che supporta il riscaldamento del sistema di scarico. Il nuovo motore è dotato di due sistemi di ricircolo dei gas di scarico (EGR), combinando i sistemi di alta e bassa pressione. Questo rende possibile una riduzione ulteriore delle emissioni inquinanti pre-trattamento, attraverso l’intera mappa del motore. Motori 8 cilindri benzina (M 176) Avete presente il nuovo V8 4.0 litri TwinTurbo che ha debuttato recentemente sulla E63 AMG? Orbene, una variante meno sofisticata, realizzata sulle linee produttive di Mercedes-Benz, farà il suo debutto, soppiantando di fatto il V8 4.7 Twinturbo da oltre 450 CV. Con una cilindrata di 3.982 litri, questo V8 eroga 476 CV ed una coppia massima di 700 Nm ad appena 2000 rpm. Il nuovo propulsore, però, si accontenta del 10% in meno di carburante. Questo è possibile grazie al sistema CAMTRONIC che tra l’altro consente la disattivazione dei cilindri (rispettivamente, 2-3-5-8) mediante la chiusura delle valvole di aspirazione e scarico, nonché l’interruzione dell’iniezione. Il sistema COD è attivo dai 950 rpm fino ai 3250 rpm, mentre per la loro disattivazione bastano pochi millisecondi. Il nuovo biturbo V8 impiega un pendolo centrifugo per ridurre sia le vibrazioni del quarto ordine – in modalità otto cilindri – sia le vibrazioni del secondo ordine in modalità a quattro cilindri. Il sistema di iniezione diretta, a getto guidato, con iniettori piezo-elettrici ed una pressione di iniezione tra i 100 e 200 bar, aiutano nell’assicurare una miscela omogenea aria / carburante. La tipologia di costruzione del monoblocco “Closed-Deck” realizzata in fusione di alluminio con colata in conchiglia, garantisce estrema robustezza mantenendo il peso più basso possibile, e consente elevate pressioni di iniezione fino a 140 bar. Ottimizzazione e rivoluzione L’ulteriore rivestimento NANOSLIDE delle canne dei cilindri riduce la perdita di attrito, contribuendo nel contempo a migliorarne l’efficienza. La testata utilizza una lega di alluminio-zirconio, che è un miglior conduttore di calore rispetto alla lega di alluminio standard. La levigatura a specchio, è un’altra misura per ridurre l’attrito e quindi i consumi: in questo processo complesso, le canne dei cilindri ricevono il loro trattamento superficiale meccanico quando sono già inserite all’interno del monoblocco. Una maschera simile ad una montatura d’occhiali è imbullonata al blocco motore al posto della testa del cilindro, che è montata successivamente. La levigatura del blocco motore produce così lo stesso stato di stress, come quando le teste cilindri sono montate. Per questo motivo, la tensione dei segmenti può essere ridotta, il che comporta un’ulteriore riduzione della perdita di attrito ed un minore consumo di olio. Il loro debutto avverrà con la nuova Classe S Facelift, che approderà in concessionaria alla metà del 2017. Sistema ISG Sistema RSG Articolo completo su BMWNews.it
  5. L'idea non è del tutto nuova, già Infiniti lo usa su alcuni modelli ma in modo differente: sulle auto del marchio giapponese il pedale offre maggior resistenza e limita la corsa a seconda del programma di guida impostato e della velocità. Mercedes tiene conto anche della mappa del percorso, variazioni altimetriche e, dove possibile, anche delle condizioni del traffico. La stima sulla riduzione dei consumi è prossima al 10% e non tardo a crederci, visto che il nostro "piedino" è il primo responsabile Una cosa del genere mi pare sia stata pensata anche per alcuni prototipi ibridi, in maniera da meglio sfruttare le fasi di recupero rigenerativo. Hub Comunicazione - MERCEDES/ Il pedale che fa risparmiare carburante (fino al 10%)
  6. Da Autoblog.it - Accordo Mercedes Google mappe navigatori
  7. Riassumo le principali caratteristiche: temperature comprese fra i -40 e i +40 °C una e da -10° a +60 °C l'altra possibilità di simulare tutte le condizione atmosferiche: pioggia, neve e venti fino a 200 km/h possibilità simulazione guida a pieno carico, traffico, velocità fino a 265 km/h, salita o discesa sistema antincendio ad alta pressione con acqua nebulizzata Fonte: Mercedes - Pronte due nuove gallerie del vento climatiche - Quattroruote Altre foto: News - Quattroruote
  8. Il nuovo modello della serie E sarà dotato del nuovo 250 CGI Blue EFFICIENCY .Si tratta di un 4 cilindri a benzina di 1800 cc generante 204cv (150kw) e 310 Nm di coppia a 2000 giri con un consumo dichiarato di 7,2 l/100km e 167 g/km di CO2, quindi un risparmio del 12% rispetto al vecchio 1.800cc a compressore meccanico e iniezione indiretta da soli 135 cv .Questo nuovo 1.800cc è realizzato quasi totalmente in alluminio. Per il carter abbiamo una fusione sotto pressione di alluminio, mentre per le testate viene usata una speciale lega di alluminio . Due alberi a camme, forgiati, muniti di variatori di fase continui gesticono le 16 valvole . Il vano dei variatori contiene anche il sensore di fase degli alberi e questo permette un controllo velocee preciso della loro posizione , il motore è inoltre dotato di punterie idrauliche come la concorrenza.I tecnici mercedes hanno dedicato particolare attenzione alla fase di entrata in temperatura del motore,difatti il nuovo propulsore dispone di un termostato controllato elettronicamente che interrompe la circolazione del liquido refrigerante quando il motore è freddo,la sua azione non è solo determinata dalla temperatura ma pure dallo stile di guida e altri parametri, permettendo un entrata in temperatura più veloce dell'olio motore e riducendo ,quindi ,gli attriti interni. Il gruppo di sovralimentazione. Il 1800 perde il vecchio compressore meccanico, eliminando così le perdite dovute al suo funzionamento, sostituito da un turbo compressore che grazie al suo minore peso fa perdere 4 chili a quello complessivo del motore, riducendo pure la sua rumorosità e vibrazioni. Alimentazione. L'iniezione è diretta con con iniettori che spruzzano la benzina con un angolo di 30 gradi e secondo la richiesta di potenza, il rail ,può giungere fino ad una pressione di 130 bar assicurata della pompa ad alta pressione comandata dall'albero a camme di aspirazione, essa è dotata inoltre è dotata al suo interno di una valvola di regolazione flusso carburante im modo da mettere in pressione sola la quantità di carburante richiesta. Nei collettori di aspirazione sono poste piccole flangie mobili in modo da creare a determinati regimi un elevata turbolenza del'aria in ingresso nei cilindrie migliorare la combustione . Gli inettori sono unità a solenoide caratterizzati da un notevole numero di fori. Liniezione diretta è omogenea a rapporto stechiomentrico e wall -guided ,cioè un piccolo incavo nel pistone raccoglie e guida la miscela verso la candela . Questo 4 cilindri dispone inoltre dei contoalberi di equilibratura lanchester, essi sono posizionati direttamente nel basamento al di sotto l'albero motore e azionati da questo girano ad una velocità doppia rispetto a quella dell'albero motore, inoltre uno dei due controrotanti, realizzati per forgiatura,aziona pure, rinvio per ingranaggio, la pompa olio comandata ( portata variabile o innesto on domand ?) La sigla blue efficiency indica affinamenti aereodinamici, nuovi accessori motore e di ausilio alla guida, sviluppati in funzione del risparmio del carburante. Efficient dynamics in veste mercedes. Abbiamo già visto che il propulsore dispone della pompa acqua e olio a funzionamento a richiesta o variabile , la pompa benzina ad alta pressione anche essa a portata variabile(-0,15 l/100km) , a tutto ciò si aggiunge l'apertura e chiusura presa di raffredamento radiatore a comando elettropneumatica (-0,2 l/100 km a 130 km/h se chiusa) .Alternatore intelligente con recupero energia in frenata (-0,1 l/100 km nel misto che salgono a 0,2 L/100 in città),pompa servo sterzo anche essa on-domand
×