Jump to content
News Ticker
Benvenuti su Autopareri, il forum dell'Automobile!

Mazinga76

Members
  • Content Count

    9,672
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Mazinga76 last won the day on April 26

Mazinga76 had the most liked content!

Community Reputation

2,809 Excellent

6 Followers

About Mazinga76

  • Rank
    HALL OF FAME
  • Birthday 02/14/1976

Profile Information

  • Car's model
    Uno 1988
  • City
    Casoria (NA)
  • Interessi
    Automobilismo, automodellismo, calcio, lettura
  • Gender
    Maschio

Recent Profile Visitors

7,241 profile views
  1. Il numero ufficiale di Marbella vendute in Italia non lo conosco, però possiamo dire che non devono essere state poche. La Marbella in Italia fu tutt'altro che una meteora, se ne vedevano un bel po' in giro. Io qualcuna la incrocio ancor oggi. Certamente tra le SEAT che in qualche modo si ricollegavano a FIAT la Marbella fu la più diffusa.
  2. Credo che fosse così, perlomeno fino all'allestimento CL della Ritmo. Del resto la politica di SEAT era quella: offrire qualcosa in più in termini di finiture e accessori, anche a un prezzo più concorrenziale, per sopperire allo scarso appeal del marchio. Anche la Fura ad esempio offriva qualcosa in più in termini di accessori rispetto alla corrispondente 127.
  3. Ma a parte questa, che era solo una versione specifica e anche un po' di nicchia, Ritmo II serie portava in dote importanti modifiche strutturali: un pianale riprogettato che migliorò la rigidità, lo spostamento del serbatoio in posizione centrale che aumentò il livello di sicurezza in caso di urti; lo spostamento della ruota di scorta al di sotto del vano bagagli, liberando spazio nel vano motore per una migliore accessibilità alle parti meccaniche; duomi sospensione più robusti e con diversi attacchi ecc. ecc.. Meccanicamente furono riviste le sospensioni, più efficaci e che garantivano una
  4. Come è stato già sottolineato in altri post la Ronda era sostanzialmente una Ritmo I serie. Se la si confronta con la nostra Ritmo I serie ci sta che vada considerata un'evoluzione riveduta e corretta, secondo me anche riuscita esteticamente e superiore nella percezione che dava degli interni. Non mi scandalizza che sia stata complessivamente migliore. Ma siccome la Ronda uscì nell''82, quindi in contemporanea alla nostra Ritmo II serie, onestamente non l'avrei mai preferita a quest'ultima. Ritmo II serie portava in dote numerose migliorie, non tanto nella qualità della componentistica degli i
  5. Sì, tutto sommato non stona. Tutto il resto invece, meglio lasciar perdere.
  6. Credo sia stato fatto già presente, ma la Thema in questione o è una 2.0 i.e. 16v o una 6V 2.8 i.e. (molto meno probabile). L'abbinata tra 2.0 i.e. e 6V non è possibile. Al di là dell'incongruenza dell'abbinamento cromatico, credo che le forme squadrate degli anni '70 mal si adattassero esteticamente a questo tipo di operazioni. Tutt'al più il colore a contrasto dovrebbe essere limitato al solo padiglione, come sulle versioni Elegant delle prime A112. Io non ne ricordo in verità così pochi di Renault Express con mascherina nera...
  7. Soprattutto la Uno Tubbbbbbbbbbbo era tutto un programma.....
  8. Se ben mi ricordo, c'era una sezione apposita qui sul forum per i raduni e gli eventi riguardanti le storiche, solo che credo sia caduto nel dimenticatoio e ciascuno ha continuato a postare qui. Però ricordo che qualcosa di specifico c'era, anche io postai un reportage di un raduno in quella sezione diversi anni fa.
  9. Mah, non so... non mi trova poi così concorde questa tua affermazione, eppure viviamo nella stessa città. E' pacifico che le auto circolanti fino alla direttiva Euro 1 inclusa siano diventate ormai una nettissima minoranza, ma non è che io non veda in giro, eh... Di sicuro la percentuale sul circolante sarà comunque tra le più elevate d'Italia, se non la più elevata. Drasticamente ridotte le Uno prima serie rispetto ad appena un lustro fa, questo sicuramente. Ma dire che sono estinte, dai... Sottoscrivo in pieno. Le zone dell'entroterra campano, sia montane c
  10. Vabbè chi la producesse e dove credo sia poco influente; era in ogni caso ufficialmente presente nei listini FIAT e rappresentava, tra la fine dei '70 e i primi '80, la concorrente italiana nel segmento B alle varie Citroen Visa, Peugeot 104, Renault 5.
  11. Dal 1980 anche la 127 aveva 5 porte. Prima era comunque disponibile a 4 porte.
  12. La striscia rossa indica che il veicolo è adibito al trasporto merci in conto proprio, magari le merci necessarie alla propria attività commerciale oppure ad una attività propria di artigianato; quando invece il colore della striscia è bianco, l'indicazione del trasporto merci è per conto di attività terze. Una NA-M0 ci fu anche nella cerchia del mio parentado, precisamente NA-M02296; era una Ritmo 70 CL automatica di proprietà di un mio zio oggi defunto. Fu immatricolata il 12 aprile 1985 e rubata, ahimè, nell'ottobre di dieci anni dopo con soli 73 mila km all'attivo. La
  13. Questa è una rarità assoluta, non tanto perchè le diesel si contano ormai sulle dita di una mano, ma perchè nel Napoletano la lettera M su targhe nere è durata quasi niente: esattamente dal 5 aprile (M00000) al 9 maggio (M10000) 1985, data in cui iniziò l'assegnazione delle targhe bianche. Sarei curioso di sapere di quelle diecimila immatricolazioni quante ne siano sopravvissute, ma non è difficile immaginare che siano quasi del tutto estinte. Più della macchina in se sarebbero da salvare le targhe.
  14. Anche io le 500 Lombardi me le ricordo sempre col tetto rigido con quella specie di piccolo spoiler integrato sopra il lunotto. Non saprei se erano disponibili anche col tetto normale delle 500.
  15. Per fortuna poi le cose per Lamborghini si sono messe bene e possiamo dire oggi di avere un marchio vivo e vegeto. Quanto alle croci, virtualmente possiamo apporne un'altra: Lancia. Ormai è questione davvero di poco.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.