Jump to content

Nick for Speed

Members
  • Posts

    7,871
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

Nick for Speed last won the day on July 6 2019

Nick for Speed had the most liked content!

About Nick for Speed

  • Birthday 06/20/1989

Profile Information

  • Car's model
    1986 Delta LX 1300
    1996 Punto 55 S
    2007 Ypsilon 1.4 16v Oro Bianco
    2009 Delta 1.6 multijet Oro
  • City
    Rossano Veneto (VI)
  • Professione
    studente di architettura
  • Interessi
    Architettura, auto, design, musica, gialli...
  • Gender
    Maschio

Recent Profile Visitors

5,497 profile views

Nick for Speed's Achievements

HALL OF FAME

HALL OF FAME (8/8)

1.1k

Reputation

  1. Maledizione, quante cose dovevo fare oggi pomeriggio, ed invece, per colpa o merito del nostro @PaoloGTC, ho fatto un meraviglioso tuffo indietro nel passato, rimarcando la forte nostalgia che ho tuttora, dopo 13 anni, della nostra Brava ELX 😍. il dossier di 4R del 1995 non usò mezze misure: "Fiat Tipo, ovvero della negatività dello spazio", sottolineando che le novelle Brava/o erano effettivamente un po' più piccole dentro, ma lo spazio era, a loro detta, meglio distribuito. Insomma, dicevano che la Tipo era come le case anni '60 col corridoio La Tipo base (non linciatemi), l'ho sempre percepita come una grande, immensa scatola vuota, che salendo di allestimento si riempiva bene diventando accogliente. Avevo ben 3 zii con una Tipo ciascuno (li ho ancora gli zii eh, le Tipo no), ma purtroppo erano tutte in allestimento base (credo due 1400 e una 1100), quindi frecce arancio e coppe "a righette", ma soprattutto con strumentazione analogica; pertanto, non ho mai potuto apprezzare appieno le meraviglie del cruscotto digitale di cui mio papà mi raccontava (credo dalle riviste del tempo)... Andrò controcorrente, ma il cruscotto della Tempra non mi è mai piaciuto troppo, mi pareva più armonioso quello della Tipo; inoltre, ho sempre trovato semplicemente orrendo quel volante...
  2. Tra Punto S ed SX cambiavano anche il tessuto interni, poggiatesta imbottiti VS schiuma, specchietto destro mancante su S (almeno finché è stato consenti). C'è in realtà stato un periodo di "sede vacante" (verificato su ePer da un amico), tra fine 1996 e nei primi mesi del 1997, poco prima del MY97, in cui la Punto SX ha effettivamente montato le frecce arancio, anticipando il trend del MY, in cui le bianche sarebbero state riservate a ELX, Sporting e GT. Dal mio canto, Punto con paraurti neri DEVE montare necessariamente le frecce arancioni, per me sono un must In aggiunta, brochure alla mano, le differenze tra S e SX non erano così minime: oltre a tessuti e poggiatesta pieni e regolabili in altezza, sulla SX venivano offerti di serie vetri elettrici anteriori, chiusura centralizzata, strumentazione completa con contagiri, termometro acqua e spia usura freni, sedile posteriore sdoppiato, orologio digitale (credo in posizione "giugiarosa" vicino alla plafoniera), luce bagagliaio, retrovisore destro, idroguida per le versioni diesel. Potete quindi capire come sia stata in salita la mia vita dai 7 anni in su, dal momento che mia mamma optò per una 55S 3p, che sarebbe stata troppo povera persino per san Francesco da Assisi Vettura che uso tuttora, coi suoi 26 anni sulle spalle, che si rivela ancora piacevole, ma che mi dà sempre la stessa impressione che mi dava la Tipo base, ossia una grande scatola vuota, che però migliora nettamente salendo di livello. Se al tempo avessimo preso una 75 SX o ELX, aggiungendo fendinebbia, climatizzatore, ABS ed airbag guida, sarebbe stata la vettura perfetta! Credo le frecce arancio su 500 (e 126) siano arrivate anche prima del 1975, per le versioni riservate all'estero. Una curiosità: dal momento che queste vetture avevano la luce di posizione integrata nella freccia, al momento di installare le frecce arancio, la posizione dove andava a finire? venivano cambiati anche i fanali, sostituendoli con una tipologia con posizione integrata?
  3. Fiat Brava: "Who are you???" Dodge Hornet: "I'm you, but stronger!" (PS: sì, quella è la mia fu Brava, che volli consegnare alla gloria eterna caricandone le foto su WikiCommons )
  4. Mi stavo chiedendo... Se hanno dato 0 (z e r o) stelle EuroNCAP alla Renault ZOE l'anno scorso (nel 2013 ne aveva prese 5!), questi accrocchi cosa dovrebbero prendere allora?
  5. La discussione è effettivamente molto interessante, specie se consideriamo che il motore elettrico è più o meno vecchio quanto quello termico, quindi, per certi versi, non è diciamo una novità, a livello tecnico. Nel 1899, in aprile, pochi mesi prima che venisse fondata la FIAT, la prima vettura al mondo a superare i 100 km/h fu la Jamais Contente del belga Camille Jenatzy, mossa da un motore... elettrico! Ciò detto, la mia opinione, come credo sia già stato scritto, è che l'auto elettrica sia diventata status symbol in concomitanza con l'affermazione della Tesla. Fino a quel momento, le poche elettriche erano dei modelli percepiti un po' come, passatemi il termine, "sfigatini", in quanto derivati da utilitarie popolari e/o con estetiche non particolarmente accattivanti: Panda, Cinquecento e Seicento Elettra, Saxo Elettrica, avevano poca autonomia e costavano il doppio delle sorelle termiche (ricordo 40 milioni di lire per la Seicento, che tecnicamente comunque era molto interessante perché, rispetto alla Cinquecento, manteneva i 4 posti grazie alla collocazione posteriore del motore, sotto al baule, e delle batterie lungo il tunnel e nel vano anteriore), mantenendo la stessa qualità popolare negli interni. Tesla ha dimostrato che una vettura elettrica può essere bella da vedere e con un'autonomia di tutto rispetto, e questo, unito all'indubbio carisma del suo fondatore ed ai vantaggi dedicati a chi l'acquista, ha contribuito a trasformare il veicolo a propulsione elettrica in uno status symbol (una sorta di iPhone delle auto). La risposta degli altri costruttori premium (BMW, Mercedes, etc) ritengo abbia consolidato questo fatto, creando, a mio avviso, le condizioni favorevoli per il debutto delle elettriche più "popolari" ma comunque di un certo livello percepito, come 500e e Mini Full Electric.
  6. Personalmente, continuo a preferire il concept del 2003, mi pareva più ragionato, pensato, e introduceva comunque degli elementi di novità come disegno complessivo. Questa sembra più un restomood!
  7. Mi inserisco perché mi è venuta una curiosità prettamente "tecnica". Finora, le Lancia hanno sempre avuto un codice progetto a 3 cifre, iniziante per 8: ad esempio, Thesis è 841, Ypsilon 843, Delta 844, Ypsilon 5p 846, la prima Delta 831, 828 la Beta, 818 la Fulvia, e via discorrendo. Qui invece leggo che il codice del nuovo modello è L74: l'entrata in Stellantis ha decretato una nuova, universale, nomenclatura?
  8. Desidero fare luce sulla questione colori, da attuale possessore di Punto 55S del novembre 1996. Questa è la cartella colori dalla nostra brochure, edizione 6/1996: Come potete vedere, il rosso Anemone c'era ancora, mentre il rosso Etna, un bright più mattone, era già sparito. Confermo la disponibilità, come opt, dei poggiatesta posteriori (se volete posso scansionare la lista degli opt )
  9. Eppure, eppure... per quanto mi sembri una novità, al contempo mi ha riacceso un vaghissimo ricordo di un dossier su Auto Oggi in cui parlavano, oltre che del modello, anche del naming, ed ho un flash della versione SW (forse esattamente questa ritratta!). In un libro ho una foto con tutte le versioni di lancio della Mégane messe di profilo, e sono tutte di questo grigio medio, quindi potrebbe anche essere che l'esemplare qui sopra dovessere comparire in questa "foto di famiglia", ed è stato escluso in ultima. edit: ho trovato la foto della gamma che dicevo. Eppure, son convinto ci fosse una versione della foto che includeva anche la SW...
  10. ... per poi alla fine sembrare, con quel fascione rosso posteriore, una sorta di 164 sw
  11. alla fine lo aveva anche lei, all'inizio almeno: Comunque dai teaser non sembra male questa Citroen: la terza luce ricorda un po' la DS, mentre lo scalino della linea di cintura sa di XM PS: ma questo topic ha 10 (dieci) anni??? 😮
  12. Anni? DECENNI, vorrai dire Io dovrei mandar loro tutto ciò che ho disegnaro dal 2007 in poi!
  13. Palladio (Andrea) è sinonimo di riscoperta del classico, di armonia tra le parti, di proporzioni, di bellezza assoluta. Palladio (o Palladium, elemento della tavola periodica) è un metallo raro, usato per l'oro bianco, nelle leghe nobili, nei catalizzatori, etc. In ambo i casi, qualsiasi fosse l'intento allusivo della Casa nella scelta del nome "Palladium", non meritavano di essere associati a questa volgarità semovente, cui è prodezza la pacchianità, cui è ragion la sproporzione.
  14. Perdonatemi, ma sono cresciuto disegnando ovunque il logo a rombi, quindi, per quanto apprezzassi il bel logo vintage tondo, questo ritorno alle barrette un po' mi gasa Anyway, credo i loghi possano convivere: gamma rational con le barrette, gamma emotional col tondo rosso Per Lancia, in quest'epoca di "minimalizzazione" dei loghi (lessi che questa tendenza è legata anche ad un fatto di migliore riproducibilità sui display), ci sarebbe già pronto quello disegnato da Massimo Vignelli nel 1980:
  15. Ho analizzato i miei ricordi fotografici, completandoli con la Street view: posso dire con buona approssimazione che quella Princess sia giunta in officina nel 2010, per rimanervi, nella stessa posizione, fino al 2017, lentamente divorata dalle temperie... Qui potete vedere il luogo: https://www.google.it/maps/@45.600989,12.8710747,3a,41.3y,321.88h,86.96t/data=!3m7!1e1!3m5!1s7zg82xlwsNCuVXMK1njGqw!2e0!5s20150601T000000!7i13312!8i6656?hl=it&authuser=0
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.