Jump to content

Res Cogitans®

Members
  • Posts

    509
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Res Cogitans®

  1. Provate le PZ4 sul bagnato e devo dire che mi hanno sorpreso in positivo, rispetto alle "vecchie" S001. Si comportano davvero bene e smaltiscono davvero tanta acqua. Al momento promosse a pieni voti.
  2. Curiosità, che marca/modello? Perché le mie S001 dopo 35k km (differenziate da 19") erano tutte e 4 col battistrada di manco un mm sopra al limite di legge. E faccio solo statale e autostrada, città quasi zero. ☏ motorola edge ☏
  3. Con le Potenza S001 di primo equipaggiamento ho fatto circa 35k km (due stagioni) e ci sono arrivato a pelo col battistrada. Con le invernali (Sottozero 3) ho fatto due stagioni (25k km circa) ma non so se mi consentiranno di farci la terza per intero. Le PZ4 le ho montate una settimana fa e non ci sono tante statistiche in giro, essendo un modello molto recente. Spero mi consentano di farci due stagioni, come le S001. ☏ motorola edge ☏
  4. Sostituite le invernali e montate anch'io le Pirelli PZ4 Runflat lo scorso venerdì sera (225/40 R19 93Y XL AR all'anteriore e 255/35 R19 96Y XL AR al posteriore) e rodate con circa 1.000km nel weekend lungo. Le precedenti estive erano le Bridgestone Potenza S001 di primo equipaggiamento. Rispetto alle Bridgestone, l'auto sembra addirittura migliorata; è più confortevole e sembra avere un pelo meno sottosterzo, trazione un po' migliore e non mi sembra abbia perso alcunché in precisione; inoltre sembrano essere più "scorrevoli" a velocità autostradali (ma magari è solo una mia impressione dovuta alla maggiore silenziosità). Non ho però avuto modo di provarle sul bagnato, visto il meteo più che favorevole.
  5. A 130 fissi (manettino in N o D) in piano io ho mediamente questi consumi: - 190TD AT8 (la mia): 6l/100km +/- 10% - 200TB AT8 (quella del mio collega): 7l/100km +/- 10% Entrambe hanno cerchi da 19". In città bevono parecchio di più entrambe, ma lì il problema è il convertitore di coppia.
  6. Tempo fa, periodo estivo (quindi con clima acceso), per un improvviso problema da un cliente, ho dovuto fare per due giorni di seguito 600km (300+300) al dì, pertanto stesso percorso, stessi orari, stessa temperatura, stessi pneumatici, utilizzo massimo dell'ACC e, ovviamente, stesso piede. Partenza di mattina, ore 6.00, con serbatoio pieno e rientro la sera dalle 18.00 circa. La prima volta ho fatto il tragitto come al solito, in N (fondamentalmente autostrada con alcuni rallentamenti per lavori + ultimo tratto di circa 10km estremamente congestionato dal traffico), la seconda (il giorno dopo), mi sono "autocostretto" a fare l'intero tragitto in A. Bene, la differenza di consumo calcolata pieno/pieno è stata irrisoria, ovvero meno di 0,25l/100km (sono passato da 6.32l/100km a 6.09l/100km). Per la cronaca, ho mantenuto la stessa velocità identica in entrambi i viaggi, impostata via ACC. Da qui concludo che, almeno sulla 190 AT8 con pneumatici da 19" differenziati, per me usarla il A diventa tafazzismo, a meno di non abbassare contestualmente la velocità e, quindi, spostarsi verso una guida da hypermiler o quasi. Ho guidato molte volte anche una 200TB di un collega e la storia non mi è sembrata molto diversa. La 280TB invece è un'altra storia, perché anche in A è sufficientemente reattiva.
  7. Io ho la 190 ed in poco più di 2 anni e quasi 60k km ho una media complessiva pieno/pieno di 16.73 km/l con pneumatici da 19" differenziati (che contribuiscono non poco ai consumi) e percorrenza cittadina quasi nulla. In pratica faccio solo autostrada ed extraurbano. Per le 160/190 devi mettere in conto anche il consumo di AdBlue che con percorrenze brevi e/o cittadine si fa sentire. Io ne faccio fuori una tanica da 10l ogni 6/7k km, ma ho dei colleghi che ne consumano una ogni 2.5/3k km. Per la tua percorrenza, io andrei sulla 200TB a partire dalle MY19 se vuoi trovarne qualcuna con ACC ed un sistema multimediale (è diverso da quello delle MY18 e precedenti) con Android auto / Apple carplay o, meglio ancora su una MY20, che ha l'ultima versione di infotainment e può avere anche gli ADAS 2.0. ☏ motorola edge ☏
  8. Esperienza personale: io sono passato dagli oltre 70k km/anno ai 25k km/anno, remotizzando negli anni quanto più possibile tutte le attività, ma meno di 25k km/anno sarà quasi impossibile per il lavoro che faccio ed un ibrido diesel con una 50-ina di km di autonomia in full electric sarebbe l'ideale, perché le mie percorrenze standard vanno da almeno 130km ai 700km in unica giornata (tra andata e ritorno) con l'ultimo tratto (tipicamente 6/12km) quasi sempre nel traffico congestionato. P.S.: non sono un agente di commercio, ma ogni tanto devo comunque andarci fisicamente dai Clienti per verifiche e/o altre attività che richiedono la presenza in loco.
  9. Beh, io intanto vedrei la proposta, al che valuterei eventualmente se procedere.
  10. Sì, avevo visto, infatti spero che @fastfreddy condivida la sua esperienza (se la ha già montate). 😏
  11. Qualcuno ha avuto modo di provare i nuovi Pirelli PZero PZ4 Runflat? Le volevo montare su Giulia al cambio delle invernali ed i PZ4 sono anche omologati AR (19 differenziati).
  12. Secondo me, in alcuni casi (e questo è proprio uno di quelli), il "se lo dicono loro è così" è inconfutabile, almeno da parte mia. Io ho studiato ingegneria informatica e non meccanica o chimica, per cui se ingegneri e progettisti mi consigliano (o impongono) determinate prescrizioni per mantenere in salute il motore della mia auto, io non ho nulla in mano per poter anche solo pensare di confutare le suddette prescrizioni. Ciò premesso, ciascuno è e rimane sempre libero di agire come meglio crede.
  13. Boh, a me sembra che, al contrario, la manutenzione non sia affatto costosa rispetto ad auto dello stesso segmento, anzi... Sulla mia Giulia in due anni e qualche giorno, ho già fatto due tagliandi e mi avvio verso il terzo, ma se guardo le fatture (concessionaria ufficiale ed officina autorizzata), sono quasi identiche a quelle della Giulietta che avevo prima. La differenza sta nell'ordine dei 30€ in più a tagliando, che non mi pare sia esagerata visto il tipo di auto. Anche la cronologia degli interventi di manutenzione non è molto diversa da quella che avevo sulla Giulietta (ma Giulia ricordo che è almeno tre spanne sopra sotto tutti gli aspetti), quindi di cosa stiamo parlando? Cambiare olio e filtri ogni anno o il liquido freni ogni 2 anni? Io lo farei a prescindere dalle prescrizioni della casa su qualsiasi auto (lo faccio fare anche sulla Clio di mia moglie, oramai con 11 anni sul groppone, che non arriva a 4k km/anno...). Cambiare la cinghia dei servizi dopo 4 anni anziché 5? Non è la distribuzione, costerà (suppongo) qualche decina di €, se fatta durante un tagliando... Se questa è manutenzione costosa, provate a farla su una 320 o una classe C.
  14. Ho anche io le Sottozero 3 e sono alla seconda stagione e confermo che si comportano veramente bene sia su bagnato / fanghiglia, sia quel po' di ghiaccio che trovo di tanto in tanto dalle mie parti. Viste le dimensioni più che generose (19" con 225/40 ant. e 255/35 post), mi aspettavo sinceramente molta più differenza rispetto al comportamento dell'auto con le estive (in estate, ovviamente). Quindi, al momento, promosse a pieni voti!
  15. Anch'io concordo con chi ti suggerisce di temporeggiare ed allungare il contratto per altri 7 mesi, visto la rata che ti ha proposto Leasys. Nel frattempo vedi cosa accade ed hai più tempo per decidere cosa fare.
  16. Devi però tener conto che se l'auto l'acquisti, tutte le spese di manutenzione ordinaria / straordinaria, pneumatici, bollo (che prima o poi metteranno pure sulle elettriche) ed assicurazione dovrai aggiungerle ai 4k€/anno. Se fai un NLT, hai tutto incluso, molto spesso è inclusa anche l'assicurazione full kasko che poco non costa. Sicuramente spendi di più rispetto a pagare direttamente tu i vari servizi, ma elimini alla radice i problemi di obsolescenza e rivendibilità che, secondo me, sarà molto presente per le BEV nei prossimi anni.
  17. Ne ha una mia moglie (peraltro presa nuova di pacca) e posso confermare tutto, meno che i consumi. Il 1.5dci (in questo caso 86cv o giù di lì, mi pare) va praticamente ad aria e non scende sotto i 20km/l manco in città. Che poi abbia vernice che si graffia solo a guardarla, le lamiere accoppiate alla membro di segugio oltre che "molli", abbia sempre fatto n-mila rumorini (mai risolti), che gli interni, passati i primi 2/3, abbiano iniziato a sbriciolarsi (e non perché abbia sempre dormito in strada, visto che ne ha una gemella mio cognato che è pure messa peggio di quella di mia moglie anche se ha sempre dormito in garage), è purtroppo tutto ampiamente sottoscrivibile.
  18. Su quella che avevo io (2.0 150cv), oltre alla mappa dell'acceleratore, cambiava anche la risposta di freni, sterzo e la coppia massima passava da 350 a 380nm. Lo stesso accadeva sulle 1.4 150/170cv, e per le 2.0 175 (eccetto la coppia che restava sempre di 350nm causa cambio TCT) oltre che per la veloce/quadrifoglio col 1750. Sulle 1.6 105/120cv e sulla 1.4 105 (poi cassata), si limitava a cambiare solamente la mappatura dell'acceleratore.
  19. A 2000rpm sulla mia sei già ad oltre 150km/h in VIII e se c'è una cosa che manca quasi del tutto è proprio il turbo-lag (come su tutte le Giulia). I problemi in A sono la mappa dell'acceleratore e le cambiate a 1250rpm, che la rendono, per me, letargica. Per la cronaca, la 200cv la guido spesso o ci sto da passeggero, avendone una (MY18) il mio collega d'ufficio, ed ha un po' più di allungo ed è più lineare nel salire di giri (la mia è leggermente più progressiva e meno lineare). Concordo che la quadratura del cerchio è la 280 RWD, infatti sarà il mio prossimo acquisto (o 330 se la faranno 😆) quando scadrà il leasing dell'attuale (se me la potrò permettere).
  20. No, l'erogazione del 200 e del 190 non sono molto dissimili, anzi il 190 ha una accelerazione/ripresa un pelo migliore del 200. Secondo me dipende un po' anche dalle "abitudini" personali. Io prima avevo una Giulietta 2.0 150cv, che guidavo quasi esclusivamente in D (città inclusa, a meno di traffico molto intenso), quindi riesco a dosare il piede dx in modo da non avere "scossoni" negli start/stop e nei rallentamenti/accelerazioni. Ad esempio, quelle volte in cui la Giulia la guida mia moglie che è abituata ad una Clio, l'andatura diventa tutto fuorché lineare (quando non è da ritiro patente 😁).
  21. Io avevo i tuoi stessi dubbi esattamente due anni fa. Ho avuto per quasi 5 anni e mezzo una Giulietta 2.0 150cv (quindi manuale), ordinata nuova a metà 2014 (non esistevano pronta consegna con i bixeno) e non posso che parlarne bene. Ci ho fatto 227k km e quando l'ho lasciata in permuta al concessionario per l'attuale Giulia, era ancora praticamente come nuova, tanto che l'hanno rivenduta prima ancora che gliela consegnassi (ho addirittura fatto fare io il giro di prova al nuovo proprietario...) 😅 Ciò premesso, o ti tieni la Giuklietta, oppure non c'è altra erede se non una nuova fiammante Giulia, possibilmente benzina!
  22. Effettivamente guidare Giulia (190, la mia) in A è mortificante. In A l"ho provata un paio di volte appena acquistata (quasi due anni fa), punto. Da allora sto sempre in N in città/traffico ed in D in extraurbano/autostrada; credo che dei 50k km fatti in questi due anni, almeno il 50% li ho fatti in D. ☏ motorola edge ☏
  23. Non può aumentare l'altezza, se non di qualche millimetro o frazione di esso, perché la circonferenza di rotolamento deve restare costante (2 x pgreco x r), qualunque sia la combinazione cerchio / pneumatico montata (ovviamente ciò vale esclusivamente per le misure a libretto).
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.