Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'cng'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

    • Consigli per l'Acquisto dell'Auto
    • Riparazione, Manutenzione e Cura dell'Auto
    • Assicurazioni - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Scoops and Rumors
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobility
    • Mobility and Traffic in the City
    • Traffic on Highways
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Off Topic in Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • Vuoi farti pubblicità su Autopareri?
  • Il sito Autopareri

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Professione


Interessi


Twitter


Facebook


Website URL


YouTube


Website URL


Website URL

Found 16 results

  1. A quanto pare, ad oggi per VAG, i numeri non giustificano ulteriori sviluppi di tali tipologie di motorizzazione. Rimarranno in vendita e verranno commercializzati fino a fine ciclo di vita, i veicoli fino ad ora sviluppati, ma le generazioni future potrebbero non avere più una loro versione a metano. Riporto solo una parte chiave dell'articolo di motor1, per non violare diritti d'autore: Articolo completo/fonte: https://it.motor1.com/news/402676/gruppo-volkswagen-metano-addio/?fbclid=IwAR2I_kf3aGeg-UVSv8f5nmBGecyfuHawfMRuwPwTQWSfEHjlkTrJoKswLoI
  2. Ciao a tutti. Sto valutando da un po' l'acquisto di una auto gpl, o benzina su cui montare l'impianto. Inizialmente mi ero orientato sul nuovo (clio 1.0 100cv gpl), ma poi ho considerato che ho la macchina in un garage a pagamento dove me la tratterebbero veramente male, e che spesso vado in posti per cui non starei tranquillo a lasciare la macchina nuova per strada. Oltre al costo in più del nuovo, mi troverei a dover spendere diversi soldi per assicurazione furto incendio, tagliandi della casa madre, che si sommerebbero a quelli del garage (2000 euro annui) e della rca. Sono passato quindi a valutare un buon usato sui 7-8k da gasare (o già gasato). Volevo creare una lista di segmento B potenzialmente gasabili senza problemi, a iniezione indiretta (quindi con impianto economico).. Magari questa lista potrà essere in futuro utile anche ad altre persone, visto il boom del gpl. Da quello che ho capito, oltre al motore che deve essere ad iniezione indiretta, bisogna fare attenzione anche alle punterie idrauliche e alle valvole autoregistranti (altrimenti sono altri 250 euro ogni 30k km). Inoltre meglio trasformare una macchina con qualche decina di migliaia di km alle spalle a benzina. Provo ad abbozzare una lista riguardo i motori di cui sono parzialmente a conoscenza. Correggetemi se sbaglio, in particolare su vw e ford su cui non so praticamente niente e sarei interessato Fiat/Alfa Romeo: I vari fire aspirati 1.2 e 1.4 dovrebbero essere tra i migliori motori da gasare. Anche i turbo 120 cavalli montati su mito/giulietta. Sui multiair invece ho letto opinioni discordanti, tra chi li definisce delicati e chi dice invece che consumano poco. Non credo ci siano problemi di punterie o valvole Renault/Dacia: Il 0.9 turbo 90 cv ed il nuovo 1.0 turbo 100cv dovrebbero reggere bene l'impianto. Sul vecchio 75cv ho letto opinioni contrastanti: lo trovo spesso gasato online, ma non ho capito se ha le valvole da registrare. Di sicuro non dovrebbe essere il migliore riguardo i consumi Peugeot: I vecchi vti erano gasabili e gasati anche dalla casa, ma da quanto so hanno creato non pochi problemi agli utilizzatori. Ho letto di parecchie testate fuse (tra cui quella del 208 di mio cugino). I nuovi puretech sono a iniezione diretta e quindi non facilmente gasabili Citroen: Il puretech 82 cavalli della C3 l'ho visto gasato anche dalla casa, ma il concessionario peugeot/citroen mi ha sconsigliato lui stesso di gasarlo dicendo che hanno tolto la cosa da mezzo proprio perchè ha dato problemi. Opel: Le vecchie opel corsa con 1.2 70cv e 1.4 90 cv sono gasabili, e vorrei avere opinioni in merito. Le nuove montano i motori peugeot a iniezione diretta Kia: il 1.2 e il 1.4 dovrebbero essere gasabili senza problemi Hyundai: Li conosco poco, ma la hyundai propone i10, i20 gpl quindi non ci dovrebbero essere problemi Volkswagen/Skoda: Qui zero conoscenze. In particolare vorrei sapere se il 1.0 MPI è gasabile senza problemi. Dovrebbe essere un motore abbastanza recente e parco, ed online ho trovato qualcuno che lo ha gasato senza problemi. Vorrei però sapere però se ci possono essere problemi di delicatezza Ford: gli ecoboost sono a iniezione diretta. Sui vecchi motori, anche qui 0 conoscenze Attualmente quindi stavo valutando: Mito: la 78cv o la 120cv. Corsa E: A me piace assai la versione 3 porte esteticamente. Volevo avere una opinione sulla 1.4 90cv... Polo 5: Sono molto interessato al vecchio modello con il 1.0MPI. Ma ho paura di gasare quel motore. Che ne dite? Clio 4: Il 0.9 turbo sarebbe l'ideale. Ma trovo spesso il vecchio 1.2 75cv (anche già gasato) e km0 del nuovo 1.0 sce 75 cv. Il 1.2 75cv fa così schifo? Richiede registrazione delle valvole? Tipo: spendendo un po' di più e trovandomi una macchina più grande per il futuro Grazie in anticipo per la pazienza di aver letto questo sproloquio.
  3. Ciao a tutti, visto l'imminente arrivo del secondo figlio stavo valutando l'acquisto di un'auto più spaziosa. Stavo valutando la nuova Octavia Wagon in versione metano G-TEC. In Piemonte non pagherei il bollo e visto che viaggio molto anche in Emilia Romagna mi troverei sempre in zone ben coperte. Ho scoperto solo ora che la normativa per le auto a metano prevede revisione ogni 4 anni delle bombole con costi dai 250 ai 500 euro. La revisione prevede prove di tenuta a pressione che vengono fatte smontando le bombole. Prassi vuole che per non fare fermi macchina troppo lunghi quando si smontano le bombole ne vengano montate di altre equivalenti già revisionate. In sostanza io che vado con le mie bombole di quattro anni alla revisione potrei ritrovarmi montate sull'auto bombole di 15 anni revisionate e molto vicine alla data limite ciclo vita di 20 anni. Stiamo parlando delle classiche bombole in acciaio. Il casino è emerso con le nuove bombole in composito CNG4 usate dai costruttori tedeschi (Mercedes, gruppo VAG...) e preseniti su nuova Octavia G-TEC, molto più leggere delle vecchie in acciaio e meno soggette ad usura per invecchiamento. In pratica è successo che con le revisioni delle prime mercedes con bombole in compositi in fase di smontaggio e rimontaggio (credo che qui non sia operante la sostituzione d'ufficio dato che non vi sono ancora in giro molte bombole di questo tipo) si siano danneggiate le valvole di sicurezza e si sia verificato qualche episodio di esplosioni - o meglio rotture, non stiamo parlando di esplosioni con fiamme e simili - (sia in fase di revisione che di rifornimento). Pare che la normativa europea non sia stata recepita in pieno in Italia e si continui con prassi vecchie pensate per tecnologie più vecchie. A seguito lamentele di Mercedes la motorizzazione è intervenuta con una circolare che sembra di fatto annullare la prima revisione dopo 4 anni per le bombole in compositi. Sicurauto ha dedicato una pagina a questo: Bombole metano in composito: annullata la prima revisione Voi ne sapete qualcosa? Siamo sicuri che in fase di revisione l'esenzione sia tenuta in conto? Tra l'altro la spesa da sostenere non è nemmeno esigua.
  4. Alla data del 15 novembre sono state comunicate dal Ministero dei Trasporti e dalla Direzione Generale della Motorizzazione, le nuove norme omologative ed installative per impianti after-market a GPL e Metano su auto ibride, incluse le PLUG-IN , precedentemente un buco legislativo. Il testo completo in PDF può essere scaricato qui: http://www.motorizzazioneroma.it/veicoli...3nov13.pdf Sul sito di Metanauto.com articolo di commento: http://www.metanoauto.com/modules.php?na...=6307#2592 1) Il testo normativo parla di estensione di omologazione di un impianto già esistente (ovverosia già in produzione), ad una "famiglia" di ibridi, attraverso la prova di "Tipo I" di un veicolo ibrido "rappresentativo" della famiglia. Questa parte sarebbe di competenza del costruttore dell'impianto e la prova andrebbe fatta presso un C.P.A. , centro prova autoveicoli. 2) La seconda parte riguarda gli installatori, e dice che il "collaudo" va fatto secondo le norme e procedure esistenti, quindi questa parte per fortuna non cambia e non è mai stato un problema. Non mi è chiaro se la richiesta di sottoporre a test omologativo un'auto a titolo della "famiglia" sia o meno un problema per i costruttori, credo di no, nè se per "famiglia" si debba intendere un modello specifico oppure un drivetrain specifico. Resta il fatto che sono state già collaudate dagli enti provinciali molte ibride e GPL e qualche ibrida a metano, sebbene quelle a metano fossero Euro4 e potrebbe essere diverso. Non è dato sapere come la norma influisca quindi sui collaudi già fatti.
  5. Fuori Produzione; per il Nuovo Modello cliccate sul seguente link: Lancia Ypsilon Facelift 2016 Fonte: Fiat Group Automobiles Press Apprezzabile ed anche ovvia (visto la base meccanica in comune con Panda) la scelta di dotare anche la Ypsilon della motorizzazione a metano ma sono proprio curioso di vedere che assetto le hanno dato sicuramente sarà rialzata (come avviene per Panda) il problema è che la Ypslion ha già (nella versione normale) il "culetto" per aria, adesso credo proprio che nella vista posteriore peggiorerà ancora di più. In ogni caso buona proposta ... il prezzo un po' meno. P.S. Leggendo la dotazione di serie ho notato che parlano di volante regolabile in altezza e profondità, è una "novità" in quanto al lancio la Ypsilon era dotata solo della regolazione in altezza del volante.
  6. Ciao a tutti, sono nuovo del forum e mi complimento per la ricchezza di argomenti presenti Sono possessore di una Ford Fiesta Ambiente del 2005, 140000 Km, che nel 2013 vorrei cambiare per un'auto nuova; ora sono un pò di mesi che sto seguendo con curiosità i progressi della tecnologia del metano e visto l'aumento di Benzina e Diesel, gli econincentivi presenti in Lombardia e la presenza di diversi distributori di Metano nella mia zona, ho deciso di optare per questa soluzione. In merito non vorrei spendere una follia: nel 2013 molto probabilmente saranno presentate al pubblico le segmento C tedesche, (Audi, VW, Skoda, Seat); sembrano ottimi motori (1.4 TFSI) però i prezzi probabilmente saranno piuttosto alti di un segmento minore mi incuriosisce la nuova Lancia Ypsilon Ecochic; è vero che non te la regalano, però secondo me sarebbe una delle poche auto a metano interessanti del proprio settore, senza contare che nella versione Gold, e un poco di accessori, ha ottimi interni e comunque una buona personalità (poi vabbè i gusti son gusti...) L'unica cosa che mi rende perplesso è il motore: è vero che ha una discreta potenza, è leggero e rivoluzionario, ma visto che percorro 20-25000 Km/anno potrà avere problemi? Visto che si dice che la durata dei motori a metano è seconda solo a quelli Diesel, si potrà dire lo stesso anche di questo bicilindrico? Io sono una persona ordinata con l'auto, manutenzione regolare e pulizia, tanto che la mia attuale Fiesta, con 140000 Km e otto anni di vita, non ha mai visto il meccanico... Voi che ne pensate a riguardo? come durata un motore turbo così piccolo, seppur ottimizzato per il metano (come almeno dicono loro) può essere affidabile? Grazie mille e Buona Giornata a tutti!
  7. Messaggio Aggiornato al 09/03/2011 km77 ------------- Hanno comprato da Ford gli stampi dei paraurti in dismissione della Fiesta?
  8. Una buona notizia per i pochi metanisti di questo sito. Proposta interessante, ancor di più se fosse accompagnata da incentivi. Il Ministro per la Semplificazione Normativa, Roberto Calderoli, ha illustrato, nella seduta odierna del Consiglio dei Ministri, una proposta di emendamento, in sede di conversione dell'ultimo decreto legge in materia ambientale, che semplifica l'installazione di distributori domestici di gas metano per il rifornimento auto. Come è noto, infatti, il metano inquina poco, è meno pericoloso e soprattutto costa molto meno degli altri carburanti (circa un quarto della benzina, circa la metà del GPL): ad essere costosa, viceversa, è la costruzione su strada degli impianti di distributori di metano. E proprio il costo dell'impianto e la sua scarsa redditività ha provocato la quasi assenza di distributori di metano nelle nostre strade e conseguentmente il mancato decollo del mercato delle auto a gas metano, nonostante ci sia una presenza importante delle imprese italiane in questo settore. Questo a differenza di quanto accade in altri Paesi dell'Europa e del Nord America, e anche nelle Province Autonome di Trento e Bolzano, dove a riguardo esiste una legislazione più favorevole. Con questa innovazione, invece, ciascuno potrà avere nel proprio garage questo distributorino che gli permetterà di fare il pieno a metano alla propria macchina direttamente a casa propria, senza doversi recare a cercare un apposito distributore a metano. "Fino ad oggi l'assurdità delle nostre leggi ha considerato questo distributorino domestico alla stregua di di un distributore commerciale di carburanti e come tale soggetto a certificazioni che costano migliaia di euro. Grazie a questa misura di semplificazione - spiega in proposito il ministro Calderoli - inquieneremo di meno e spenderemo di meno, perchè grazie a questo 'distributorino' potremo fare il pieno di metano nel proprio box di casa, con meno costi per i cittadini, non solo di denaro ma anche di tempo, perché non dovranno andarsi a cercare ogni volta il distributore, e con più benefici per l'ambiente, per l'aria che respiriamo e per finire anche per le imprese automobilistiche nostrane che producono auto a metano o impianti a metano per le auto. Così facendo ridurremo la burocrazia e i costi, potenziando lo sviluppo e la tutela dell'ambiente, il tutto a costo zero per il bilancio dello Stato: ecco - ha concluso Calderoli - l'archetipo di una vera misura di semplificazione!". il VELINO - L'Euroscudo da 750 miliardi fa decollare le borse - Agenzia Stampa Quotidiana Nazionale via metanoauto.com
  9. da FiatProfessionalPress.comScheda Tecnica (PDF): http://www.fiatprofessionalpress.com/download/2009/FIAT_PROF/SCHEDE_TECNICHE/090323_FP_ST_DucatoCNG.pdf
  10. Carissimi, voglio introdurre una nuova interessante discussione circa i costi dei consumi di carburante. Ultimamente e calato notevolmente (mai troppo per me) il costo di benzina e gasolio (in proporzione un pò meno il gpl a quanto vedo per il mio distributore vicino casa); inoltre molte case automobilistiche hanno introdotto sempre più modelli a metano e gpl. Ma la cosa interessante che potrebbe risolvere il problema del rifornimento e rivoluzionare la nostra visione nei confronti dell'auto a metano è questa: è possibile rifornirsi dall'impianto domestico, direttamente nel box della propria auto, senza farsi più il problema della lontananza del distributore. In America è già stato messo in commercio un compressore del costo di circa 2.000$ (dico duemila dollari USA), perchè questo attrezzo serve a comprimere appunto il gas metano da inserire nel serbatoio dell'auto. Un fatto accertato importante è che non c'è nessun inconveniente sulla sicurezza, tant è vero che l'attrezzo dispone di tutte le certificazioni necessarie a tal fine (e negli USA si è attenti a questo):). Tutte le caratteristiche poi sono tali da rendere veramente conveniente installare l'attrezzo, eccetto a mio parere una: il costo in Italia dello stesso attrezzo è di circa 5.000 Euro (dico cinquemila Euro). Nessuna acrobazia logica riuscirebbe a farmi credere che sia giustificata una differenza di prezzo di oltre 3.000 Euro rispetto a chi acquista lo stesso prodotto negli USA. Ad avvalorare questo mio pensiero è il fatto che, almeno in Italia, per giustificare il prezzo così alto non si guardano i costi di produzione del compressore ma il vantaggio che ne dovrebbe trarre chi lo acquistasse: ancora una volta c'è chi guadagna tanto e chi spende tanto...:(
  11. Tempo fa si parlada di questo motore bi-fel. Ormai è in vendita da tempo ma non si s ancora niente... per me la Bravo 1.4T 120cv bi-fuel non sarebbe niente male... arriverà???
  12. In 2009, Opel will introduce one new 1.6-liter turbo CNG engine (Compressed Natural Gas) with around 110 kW/150 hp and 210 Nm of torque. Developed by GM Powertrain in Turin, the new unit joins Opel’s current aspirated CNG engine, which has the same displacement and an output of 69 kW/94 hp. Key features of the new CNG engine include a turbocharger integrated into the exhaust manifold, an intake manifold with gasoline and CNG fuel pipes, an oil cooler and piston cooling. By virtue of their propulsion units, natural gas-powered Opel vehicles produce 80 percent less nitrogen oxide than a diesel, and almost 20 percent less CO2 than a gasoline model (nearly 10 percent less CO2 than diesel). Furthermore, the exhaust gases contain almost no soot particles. 150 Cv x una metano: Interessante.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.