Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'toyota tecnologia'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

    • Consigli per l'Acquisto dell'Auto
    • Riparazione, Manutenzione e Cura dell'Auto
    • Assicurazioni - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Scoops and Rumors
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobility
    • Mobility and Traffic in the City
    • Traffic on Highways
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Off Topic in Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • Vuoi farti pubblicità su Autopareri?
  • Il sito Autopareri

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Professione


Interessi


Twitter


Facebook


Website URL


YouTube


Website URL


Website URL

Found 12 results

  1. Tale sistema è stato introdotto di recente sull'ultima Lexus RX e su alcuni modelli della gamma Toyota Crown 2023. L'idea di Toyota è stata quella di mettere in commercio un sistema ibrido adatto anche a chi cerca elevate prestazioni, con un feeling ai comandi più diretto e tradizionale, il tutto coadiuvato da una trazione integrale elettrificata, con elevata flessibilità nella distribuzione della coppia tra gli assali. A costo di sacrificare anche un po' l'efficienza. Andando al sodo, questo sistema utilizza: un 4 cilindri turbocompresso trasversale da circa 370 CV, privo dei tradizionali servizi esterni (o quasi) un cambio automatico trasversale "tradizionale" a 6 marce, ma senza convertitore e con rapportatura lunga un motore elettrico posto tra cambio e motore termico 2 frizioni, una tra endotermico ed elettrico, una tra elettrico e cambio automatico un motore elettrico sull'assale posteriore una batteria nickel-idrogeno "bipolare", della stessa tipologia vista su Toyota Aqua; su Lexus probabilmente è agli ioni di litio Questa configurazione fa sì che il sistema: possa muoversi in elettrico/endotermico spento a 2 o a 4 ruote motrici decelerare recuperando energia anche mediante il motore elettrico anteriore ed endotermico spento l'elettrico anteriore può contare eventualmente su più rapporti l'endotermico possa avviarsi con il motore elettrico ed eventualmente generare energia elettrica al sistema, anche in maniera seriale (sconnesso dal cambio) l'endotermico possa generare trazione endotermica, sfruttando il cambio a 6 rapporti per mantenere regimi molto ridotti anche ad alte velocità e, soprattutto, consenta una guida più "diretta" e tradizionale rispetto al classico sistema ibrido Toyota con PSD l'elettrico anteriore può prelevare energia dall'asse anteriore e, affiancato della batteria, "trasferirla" all'assale posteriore, generando una distribuzione di coppia 20-80; tale prevalenza al posteriore, permette una miglior percorrenza/uscita dalle curve più strette Ora un po' d'immagini, che come sempre aiutano molto: Video con spiegazione del funzionamento:
  2. Dopo gli annunci di vari competitor, anche Toyota parla di questa tecnologia, imprimendo un'accelerata allo sviluppo dei nuovi accumulatori "made in Japan". L'affare sta diventando molto importante per il Giappone, che cerca di garantirsi una certa autonomia (da Cina e Corea del Sud) per ciò che concerne le tecnologie riguardanti l'elettrificazione dei veicoli. Non a caso, il Governo locale ha stanziato un quantitativo ingente di fondi per la decarbonizzazione, oltre ad aver garantito supporto per l'approvvigionamento delle materie prime, che arrivano dall'estero. A livello industriale, molte aziende locali si stanno focalizzando sul settore chimico e quello della componentistica, in maniera tale da garantire una filiera efficiente, chiusa all'interno del paese. Tra i nomi svettano: Panasonic (con cui Toyota già collabora) che si occuperà della produzione di accumulatori Mitsui Mining & Smelting, attualmente dedita all'estrazione mineraria, si occuperà della produzione di elettroliti solidi Idemitsu Kosan, noto produttore giapponese di prodotti petroliferi, che si occuperà anche dei apparecchiature per la produzione di elettroliti Sumitomo Chemical, che si occupa della produzione di derivati chimici, garantirà la produzione dei solfuri necessari alla solidificazione degli elettroliti Della tecnologia che utilizzerà Toyota si sa ancora poco, ma alla base ci sono oltre 1.000 brevetti, che porteranno a sviluppare accumulatori molto densi in termini energetici, quindi più compatti ed in grado di garantire 500 km di autonomia su veicoli di medie dimensioni, oltre a consentire ricariche a potenze molto elevate (10 min per fare 500 km). Fonte: https://asia.nikkei.com/Business/Technology/Toyota-s-game-changing-solid-state-battery-en-route-for-2021-debut
  3. In produzione le nuove batterie bipolari Nichel-Idrogeno, per ora debuttate sulla Toyota Aqua (da noi non importata). Grande miglioramento rispetto alle precedenti al Ni-Manganese. Consumi WLTC migliorati del 20% per la sola batteria, grosso risultato per una tecnologia che sembrava arrivata al limite. Da capire quando saranno estese agli altri ibridi. Bel colpo, sembra. La nuova Aqua e altre foto della batteria: https://www.enginetechnologyinternational.com/news/hybrid-powertrain-technologies/toyota-launches-aqua-hybrid-with-bipolar-nickel-hydrogen-battery.html
  4. La Toyota ha lanciato in Giappone un Taxi ibrido alimentato a GPL, che percorre quasi 20 Km/l, per capirci oltre 30 Km con un euro: https://newsroom.toyota.co.jp/en/detail/mail/19173376 La notizia è di un paio di mesi fa, ma l'ho scoperta solo oggi tramite un articolo su La Stampa: http://www.lastampa.it/2017/12/26/motori/ambiente/auto-ibrida-e-a-gpl-la-trasformazione-doppio-risparmio-si-pu-fare-BQLlC6SbKbx45IBXvRWIXN/pagina.html Mi sembra molto interessante, perché dimostra che anche un'azienda giapponese tecnologicamente evoluta come Toyota, non trascuri l'alimentazione a gas, per ridurre le emissioni ed i consumi. La Mirai è probabilmente l'automobile di serie più evoluta, con celle a combustibile alimentate ad idrogeno che producono l'energia per i motori elettrici. Tuttavia è ancora troppo futuristica per essere l'auto di tutti i giorni, come invece può essere un taxi ibrido a GPL. La tecnologia ibrida da il meglio nei percorsi urbani, mentre l'alimentazione a gas è il complemento ideale per i percorsi extraurbani. Entrambe suppliscono a vicenda alla ridotta autonomia che hanno rispetto ai più inquinanti carburanti liquidi. L'ibrido a gas non è una novità, esistono dei pionieri che hanno montato un impianto a metano sulla loro Prius, ottenendo percorrenze da record, con basso impatto ambientale. Anche FCA ha studiato l'ibrida a gas metano ma Toyota ha portato la soluzione alla produzione in serie, per veicoli che macinano molti km e devono essere ecologici ed affidabili. Esistono molti modi per realizzare un ibrido gas-elettrico, dalla conversione a gas delle mild hybrid come alcune Suzuki, passando per il Taxi Toyota, fino ad arrivare all'elettrica alimentata con supercondensatori ricaricati da una turbina a gas, un prototipo visto più di vent'anni fa al salone dell'auto di Torino. La tecnologia per sostituire i combustibili liquidi esiste, basta solo avere il coraggio di produrla in serie, come ha fatto Toyota, senza farsi prendere dalla smania dell'elettrico a tutti i costi. E voi la comprereste un'ibrida a gas?
  5. Mossa a sorpresa di Toyota: il colosso nipponico infatti ha fatto sapere oggi tramite comunicato stampa che concederà l’utilizzo gratuito di ben 24mila brevetti su diverse tecnologie per le auto ibride, frutto di 20 anni di ricerca nel settore. Toyota infatti è stata la prima, nel 1997, a credere in questa soluzione con la Prius, tra lo scetticismo generale e questo le ha consentito di accumulare un vantaggio tecnologico non da poco, che da oggi sarà disponibile per tutti. La concessione durerà fino alla fine del 2030, mentre la contrattazione avverrà contattando direttamente Toyota. https://www.tomshw.it/automotive/toyota-regala-24mila-brevetti-per-le-auto-ibride-e-linizio-della-rivoluzione/ Senza dubbio una buona notizia.
  6. Toyota rolls out new turbo engine on updated JDM Auris Dal 2016 un motore simile lo ha presentato anche Volkswagen.
  7. WCF Press Release: Toyota Il nome non è altro che l'acronimo di Toyota New Global Architecture, la piattaforma, quindi, sarà utilizzata per moltissimi modelli da proporre in tutto il mondo. TNGA permetterà a Toyota di ridurre i tempi e i costi per la produzione dei futuri veicoli del 20% circa. In concomitanza verranno presentati nuovi propulsori capaci di migliorare del 25% (15% se parliamo di hybrid) l'efficienza rispetto a quelli attualmente in commercio. Il centro di gravità è stato riposizionato ed abbassato sì da rendere la guida più appagante e di qualità. Anche sul punto di vista della sicurezza TNGA offre ottimi risultati, risultanto più rigida tra il 30 e il 65% rispetto alle attuali piattaforme: questo range è dovuto al fatto che la nuova piattaforma servirà veicoli di differenti segmenti e con trazioni diverse. La prima vettura ad esser presentata nel corso dell'anno sarà una media a trazione anteriore (a giudicare dalla foto le dimensioni sono supergiù quelle di un'Auris). Sicuramente new Prius nascerà su questa piattaforma.
  8. da autospies. verrà lanciato entro il 2010 su un motore 2 litri, solite percentuali di risparmio energetico e riduzioni consumi (5-10%) a seconda dello stile di guida.Si aggiunge in coda al valvetronic, VVEL nissan, al valve -lift vw-audi.
  9. Rispetto al 1.4 VVT-i è più corto di 54 mm, più stretto di 127 mm , più leggero di 13 kg, dotato di START & STOP , doppio variatore di fase continuo. Alleggerimento pistoni ( da 280g a 180 g cadauno), distribuzione a basso attrito, raffreddamento parte inferiore cielo pistoni conn ugelli singoli. Engine code 1NR-FE Engine type 4 cylinders in-line Valvetrain DOHC 16-valve Dual VVT-i Capacity (cc) 1,329 Bore x stroke (mm) 72.5 x 80.5 Compression ratio 11.5:1 Max. power (bhp/DIN hp @ rpm) 100/101 @ 6,000 Max. torque (Nm @ rpm) 132 @ 3,800 confronto col vecchio 1.4 VVT-i TOYOTA 1.33 Dual VVT-i TOYOTA 1.4 VVT-i Max. power (bhp/DIN hp) 100/101 96/97 Max. torque (Nm) 132 130 Fuel consumption – combined cycle (mpg) 48.7 40.9 CO2 emissions (g/km) 135 163
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.