Vai al contenuto
Autopareri news
  • Benvenuti sul nuovo tema grafico! Scegli il tuo tema preferito in fondo alla pagina: chiaro (light) o scuro (dark).

Laevus

Utente Registrato
  • Numero contenuti pubblicati

    48
  • Iscritto il

  • Ultima visita

Reputazione Forum

37 Excellent

Su Laevus

  • Rank
    Guidatore esperto

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Toyota Prius 2016
  • Genere
    Maschio

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. ... I tassisti ne fanno anche più di 60000 di chilometri l'anno. Vero è che, nell'offerta attuale, le alternative ai diesel su auto medie e grandi sono limitate, solo produttori giapponesi e coreani. Ma tra poco arriveranno sul mercato un gran numero di proposte europee di "mild hybrid" parzialmente elettrificati che, pur inferiori ai full hybrid, cominceranno ad essere competitivi coi diesel su lunghe percorrenze se si mettono in campo, oltre al carburante, anche i costi di manutenzione.
  2. Laevus

    Consumi eccessivi captur 1500 dci

    Percorsi brevi + città [+ inverno] = dramma dei consumi ! [emoji852] Anni fa, su una Punto 1.3jtd, euro4 con cambio robotizzato, che percorreva più 20km/L in estraurbano, scopersi con raccapriccio che nei brevi tragitti urbani arrivava al massimo a 13÷14km/L. Che si riducevano a 12 in inverno. Il fatto è che i motori, soprattutto i diesel, non riescono ad andare in temperatura. Condizioni di funzionamento già a basso rendimento che per giunta, per ridurne la durata, sono fatte lavorare in eccesso di combustibile. I percorsi brevi urbani sono comunque spinosi pure sulle auto più ottimizzate, come le ibride. Con una Yaris HSD, in percorsi brevi (~10') romani in zone collinose, i consumi invernali potevano salire fino quasi a ~6l/100km (~17km/L). Ma, all'aumentare della durata, tendevano rapidamente sotto i 5l/100km. In estate i consumi urbani si riducevano di circa ~0.5l/100km. Sulle ultime generazioni di ibride va un poco meglio perché sono state ottimizzate, tra le altre, la fasi iniziali. La mia attuale Prius4, ad esempio, ha uno scambiatore di calore sulla marmitta che, all'avvio, viene abilitato per accelerare il riscaldamento del fluido di riscaldamento. Così, pur pesando 3 quintali più della Yaris, con la Prius i consumi non salgono oltre i 5l/100km neanche nelle peggiori condizioni.
  3. Ma. Il vibrante articolo di 4R parla di ordini 2018 della "casa di Wolfsburg" (solo VW o tutto il gruppo?), molti dei quali saranno già stati consegnati nel 2018 stesso. Perlomeno prematuro indicare una inversione di tendenza valida per tutto il mercato tedesco. Meglio attendere dati consolidati del 2018. Per quello che si può leggere, (2018 Q1 e Q2), i dati diesel non sono così brillanti. Pur scontando i problemi Euro 6D Temp, si tratta pur sempre di un 20% di calo in numero di vetture rispetto a un 2017 già molto depresso. Calo che non è detto possa essere in pieno recuperato nel 2o semestre. https://www.best-selling-cars.com/europe/2018-half-year-europe-diesel-car-sales-per-eu-and-efta-country/
  4. Laevus

    Iniezione diretta e indiretta combinata

    Esempio molto calzante rispetto a quanto detto: è una strategia opposta rispetto a quella del sistema D-4S che usa l'iniezione indiretta (a volte insieme a quella diretta) ai bassi carichi, quella diretta ai medio/alti. Le due gestioni hanno infatti obiettivi diversi: una indirizzata innanzitutto alle performance, l'altra al contenimento degli inquinanti e della CO2.
  5. Laevus

    Iniezione diretta e indiretta combinata

    Con l'Iniezione Diretta, così come con altri dispositivi quale lo EGR, si può fare di tutto e il contrario di tutto. Cioè gli scopi perseguiti possono essere molto diversi. Alla fine sono sistemi per aumentare il numero di leve su cui può agire il progettista per perseguire i suoi obiettivi. La Direct Injection dei benzina ad esempio, oltre a raffreddare la camera di combustione, introduce la possibilità di controllare con precisione il percorso del combustibile, il momento in cui introdurlo ed i modi per farlo. Leve che con la sola Port Injection non si hanno a disposizione. Circa la doppia iniezione Diretta/Indiretta io ho seguito il sistema D-4S di Toyota/Lexus che tra i primi obiettivi ha la riduzione degli inquinanti (non occorre il GPF) e la massimizzazione del rendimento termico. La sua particolarità è che ai bassi carichi si usa di preferenza la Port Injection, ai carichi medio/alti quella Diretta. In alcune condizioni si usano entrambe le alimentazioni. Vedi, ad esempio: https://tinyurl.com/ybux5lux
  6. Laevus

    Toyota Corolla 2019

    Grazie per il link Max. Effettivamente hanno prodotto un nuovo sistema ibrido di 4a generazione con caratteristiche intermedie tra quello del 1.8 e quello del 2.5. MG2, ad esempio, ha 72Hp sul 1.8, 118Hp sul 2.5 e 109 sul nuovo 2.0. Il dimensionamento del Transaxle del 2.0, in scala con la potenza del termico, sembra molto prossimo a quello del 2.5 Le batterie NiMh di 4a gen. usano le nuove celle introdotte nel 2016 con la Prius. Hanno la stessa densità di potenza in peso di quelle precedenti, ma hanno aumentata quella in volume. Questa maggiore compattezza era detta dipendere da modifiche alla struttura interna delle celle. All'atto pratico, accettano maggiori correnti di ricarica ma richiedono un maggiore controllo che causa qualche noia con le saturazioni e con la tendenza del termico a restare accesso per tempi più lunghi. Le percorrenze sono attualmente troppo ridotte per avere report significativi sulla affidabilità. Il 1.8 ha 168 celle e il 2.5 204. Il nuovo 2.0 ha 180 celle, solo il 7% in più del 1.8: a questo punto non dovrebbero esserci problemi nel continuare ad alloggiare la batteria HV sotto il sedile posteriore. Così la perdita di volume del bagagliaio della Corolla 2.0hsd è molto probabilmente causata dalla migrazione della batteria 12V che nel vano motore non entra per il motore di maggiore cilindrata e il Transaxle sostanzialmente più potente.
  7. Laevus

    Toyota Corolla 2019

    Interessante. E rimanda ad una importante questione generale sul nuovo trasaxle del 2.0 ibrido (150hp). Dovrebbe essere qualcosa di intermedio tra il P610 del 1.8 (98hp) e il nuovo del 2.5 (176hp) della Camry '18 .Allego sommari dei due Powertrain. Noto solo che, a parità di pianale con la Corolla 1.8 hsd: 1. Le dimensioni dei nuovi Termico+Transaxle potrebbero essere tali da non permettere l'alloggiamento della batteria 12V nello spazio anteriore. Se così andrebbe alloggiata altrove, con possibile interferenza con spazio sotto il sedile posteriore o il bagagliaio. 2. La capacità della batteria HV, ragionando in termini di NiMh, potrebbe essere intermedia tra i (circa) 1.3kWh del 1.8 e i 1.6kWh della Camry. Nel caso, potrebbero nascere problemi dell'alloggiamento sotto il sedile posteriore. L'unica cosa che spero è che non abbiano adottato una "soluzione" alla Prime, con la batteria HV sotto il bagagliaio. Non è tanto questione di spazio, ma di Handling. . .
  8. Laevus

    Internet a casa a prezzo decente e certo.

    Grazie. Ho la fattura web, non la avevo letta.
  9. Laevus

    Internet a casa a prezzo decente e certo.

    Quali? Scusa, ma non le ho individuate. Nel caso, mi interesserebbero. [emoji4]
  10. Laevus

    Internet a casa a prezzo decente e certo.

    Attenzione alla disdetta di TIM fibra. Se si dà prima di 24 mesi, bisogna restituire l'importo della promozione (sconto 20€) per i mesi usufruiti (il massimo è un anno). Così, ad esempio, andarsene dopo 6 mesi, costa 20x6=120€ di penale. Ma andarsene a 23 mesi (1 solo mese prima della scadenza del vicolo) costa 20x12=240€ ! TIM non è l'unica a fare questo scherzetto. Credo anche Vodafone sia allineata. Quindi, sottoscritto il contratto, o ve ne andate nei primissimi mesi o dovete aspettare 2 anni.
  11. Laevus

    Toyota Corolla 2019

    La versione ibrida in Giappone/Usa monta il 1.8. Come confronto i consumi WLTP della Prius4 con lo stesso powertrain (Urb / Extr / Comb) : Cerchi 15": 3.3 / 3.5 / 3.4 Cerchi 17": 3.5 / 3.7 / 3.6 Quindi il combinato di 30km/l della Corolla coi 16" è leggermente migliore dei 29.4km/L della Prius coi 15"
  12. Il particolato, durante la rigenerazione, viene bruciato (non triturato [emoji4] ). Le microparticelle emesse, scarto della combustione, sono solo una frazione molto piccola della massa trattata. Ma è inutile cercare il diavolo del DPF nelle microparticelle di scarto quando c'è il grosso Diavolo della rigenerazione forzata nei percorsi brevi e cittadini. Per non parlare del DIAVOLONE della durabilità ed efficacia del dispositivo già a partire da medie percorrenze.
  13. E intanto la vita continua ... I Diesel Euro 3/4 continuano a rimuovere lo EGR e, visto che ci sono, a dare una rimappatina ... https://www.autopareri.com/index.php?/topic/60248-perdita-potenza-fiat-grande-punto-1.9-130-cv-2006&do=findComment&comment=2126470 (rimosso). I Diesel Euro 5/6, oltre all'EGR, continuano a togliere il DPF. I Diesel Euro 6d toglieranno anche lo SCR? Ma la vita continua ... E quegli automobilisti continuano a recitare il ruolo di vittima e di carnefice. Vittime di auto che diventano inusabili e fonti di problemi e costi continui. Nonché di un sistema criminale di installatori e produttori di componenti illegali. Carnefici degli automobilisti che li seguono e delle città che attraversano. Ma la vita continua ... E i diesel Euro6 sono più puliti dei benzina (GDI) senza GPF. Adriana coi tacchi è più alta di Giovanna senza. Ma Adriana senza i tacchi?
  14. Laevus

    Tesla Model 3 2017

    La Nissan Leaf, il modello BEV finora più prodotto nel mondo, in 8 anni ha venduto poco più di 300,000 auto. Il picco annuale nel 2014, con circa 60,000 auto. https://en.m.wikipedia.org/wiki/Nissan_Leaf#Global_sales La Model3, con prestazioni e autonomia nettamente superiori, sta diffondendosi con un ritmo, al momento, ~5 volte superiore. La Bmw I3, la BEV più prodotta in Europa, ha venduto in 6 anni circa 100,000 auto. Picco circa 30,000 auto nel 2017. https://en.m.wikipedia.org/wiki/BMW_i3#Global_sales In questo caso, i volumi attuali della Model3 sono ~10 volte superiori.
×

INFORMAZIONE IMPORTANTE

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Termini e condizioni di utilizzo.