Jump to content

led zeppelin

Members
  • Posts

    9,085
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by led zeppelin

  1. Però sul GPL Kia, dando un'occhiata ai vari forum dedicati, non è che ne esca benissimo. Per 500 euro di differenza, tutta la vita 1.5 mild Hybrid.
  2. Kia Ceed (senza X) è venduta in Italia ormai solo come modello di nicchia, in allestimenti di punta (di listino parte da 32500 euro). E credo, credo, solo su ordinazione. Di fatto, spingono molto su Xceed. Molta più scelta di motorizzazioni e allestimenti. Ma @nucarote, io eviterei il GPL. Cercando un po' di info online, qualche problema sembra darlo. Aggiungendo 500 euro, ti porti a casa la 1.5 mild Hybrid 160 CV, tanta roba in più, se ti piace il modello. Hyundai i30 1.0 mild Hybrid (120 CV e 3 cilindri) parte dallo stesso prezzo di listino della Xceed. Pianale e meccanica sono gli stessi, ma il solo motore (1 cilindro e 40 CV in più), mi farebbe propendere per la Kia, a meno che i30 non piaccia particolarmente. In ogni caso, come hatchback "pura" in quella fascia di prezzo, senza vincoli familiari o di spazio, la mia scelta cadrebbe su Mazda 3.
  3. Manutenzione certificata da tagliandi. Affidabilità conclamata oppure, in subordine, grande facilità di riparazione e reperibilità pezzi di ricambio.
  4. Focus è stata a lungo tra le mie favorite, e adesso in teoria monta anche sul 1.0 la catena di distribuzione (ma chiederei certezze in merito. Se ancora con la cinghia a bagno d'olio, per me è no). Però ha preso dei prezzi che a fronte delle dotazioni di serie mi lasciano un po' perplesso. Sotto questo profilo, molto meglio Mz3. Xceed a GPL sarebbe bene capire come si comporti come affidabilità, a benzina non ho sentito di problemi particolari. Quanto a Golf, è proprio l'eccesso di elettronica a farmi preferire le cugine spagnola e ceca. Meno infarcite di gadget e più di sostanza. Però è vero, bisogna fare i conti con il problema n.1 del momento, ovvero quello che c'è in piazzale o che una volta ordinato arrivi poi in tempi ragionevoli.
  5. Premesso che nel giro di pochi mesi i prezzi sono comunque cambiati sensibilmente e quindi le impressioni che mi ero fatto 10-9-5 mesi fa quando ho dovuto procedere all'acquisto oggi potrebbero essere del tutto obsolete, 1. Mazda 3 2.0. ottimo rapporto qualità prezzo-dotazioni, meno il rapporto dimensioni esterne - spazio interno. Ma se non hai programma di mettere su famiglia, potrebbe non essere un problema (valutare però garage e/o parcheggio disponibile). 2. Skoda Scala o Seat Leon, motore 1.0, a mio avviso preferibili alternative a Golf 8. 3. Kia Xceed 1.0 a GPL. Non necessariamente da utilizzare a GPL (e anzi forse meglio se non lo si utilizza). Diesel.... Boh. Oggi come oggi lo considererei solo per percorrenze annue ben più elevate. A favore di Mazda e Kia, montano catena di distribuzione e non la cinghia a bagno d'olio (da quel che mi è noto, presente invece sulle due VAG).
  6. La mia 2015 con 172mila km è stata rivenduta a 7000 euro. In una settimana. A meno non oso immaginare cosa si possa trovare, Ecoboost. Però non scarterei del tutto la 1.2 aspirata 82 cv specialmente per un uso prettamente urbano: non molto prestante, ma assetto, sterzo e cambio comunque sono gli stessi, ovvero molto buoni. E si ripara facilmente a poco prezzo, con abbondanza di pezzi di ricambio.
  7. Nell'ambito delle segmento C wagon, è una delle migliori per l'abitabilità posteriore. Per contro, non ha nemmeno come optional le bocchette di aerazione posteriori, e forse potrebbe essere un problema d'estate. In questo senso, due alternative potrebbero essere la Seat Leon o la Skoda Octavia.
  8. Infatti. cosa che applico da anni con la mia auto. Quello che non mi spiego sull'utilizzo "medio", sono tutti quelli che corrono a velocità massima (se non oltre velocità da codice) in salita autostradale. Hai voglia poi a lamentarti che la macchina "consuma". Quando invece in quel contesto, anche solo tenersi 10/15 km/h sotto al limite consente un discreto risparmio. E alla fine, il concetto di "arrivare prima" è più psicologico che altro. Nella realtà sono pochi minuti di differenza.
  9. Io ho visto domenica scorsa la Jazz Crosstar bicolore azzurrina nera parcheggiata (e...per una congiunzione astrale misteriosa, in quella è sopraggiunta un'altra Jazz nuova, liscia questa volta e bianca). In foto non l'avrei mai detto, ma dal vivo...la si rivaluta parecchio, la Crosstar. È quella liscia che secondo me resta un po' anonima.
  10. Mazda 3 è bellissima e per single/coppia è anche ideale, ma per un uso familiare la vedo critica. Baule e abitabilità posteriore sono da segmento B, le dimensioni esterne sono quasi da segmento D.
  11. Che dovrebbe poi essere IL modo in cui si guida un'auto. Gente nervosa al volante, sorpassi spericolati, manovre improbabili .... Tutto questo per cosa? Per arrivare 5 minuti prima? Sono quelli che cambiano la vita? Comunque complimenti ancora. È bellissima.
  12. È un momentaccio per cambiare auto (ci sono passato anch'io quest'estate). Sul nuovo, più che altro devi azzeccare quello che è stato eventualmente ordinato dal concessionario (tuttavia, nel segmento B mi avevano proposto tutti allestimenti intermedi, comunque con dotazioni non molto complete). L'usato, è diventato l'alternativa per chi cerca l'auto subito. E basta: risparmi veri di fatto oggi non ci sono.
  13. Da ex fordista che ha guidato spesso Honda, mi sento di dire questo: a livello di sterzo, soprattutto, Ford forse è ai vertici tra le generaliste, e che Focus sia un gran bel guidare come assetto anche nelle versioni normali, non è una novità. Però Honda (specialmente dalla penultima Civic), è lì vicino (ad onor del vero, Honda batteva Ford sui cambi manuali. Ma ahimè il confronto non si pone più). Detto questo, considererei anche che Focus è all'ultimo giro di boa e non propone nulla di veramente paragonabile alla Civic, che invece è appena arrivata sul mercato e mi auguro ci rimanga per almeno un lustro. Insomma, tra 3 anni, purtroppo, temo che questa Civic avrà ancora meno concorrenti anche indirette. P.s. aldilà delle sensazioni di guida che hanno un buon margine di soggettività, a livello di contenuti tecnici Focus regge ben poco il confronto con Civic.
  14. Però di C diesel sui 180 CV ne sono rimaste ben poche... Generaliste quasi nessuna (Golf...). Sul bagagliaio perde qualcosa rispetto alla generazione precedente, ma rimane comunque come capacità nella fascia più generosa del segmento.
  15. Vista ieri la prima su strada, credo Sonic grey. A me piace molto, è uno stile a cavallo tra sportivo ed elegante per nulla banale. Comunque è veramente ai confini del segmento C propriamente detto, può quasi essere considerata una seg. D corta.
  16. Esatto. A queste cifre, Civic tutta la vita. E aggiungo... Mi sembra il remake dello stesso film visto con Focus negli ultimi 18 mesi. Vedremo se il finale differirà (miei two cents, la berlina potrebbe sopravvivere come modello globale, la Touring Sports ho qualche dubbio in più, dopo il lancio della Corolla Cross, considerato che è un modello 100% Europa).
  17. 550 km con 33,75 litri di benzina (= 3/4 del serbatoio) fa...16,3 km con un litro. In pratica, il consumo della tua 2008 130 CV (seg. B ) risulta appena inferiore a quello della Xceed (seg. C) 160 CV dell'autore del post. Direi che complessivamente il confronto depone a favore della Xceed.
  18. Secondo me è improprio paragonare i consumi di una MHEV a quelli di una PHEV, semmai ha più senso fare un confronto tra i primi e i motori 100% ICE, rispetto ai quali l'apporto può magari essere comunque limitato, ma intervengono (almeno ad oggi) altre agevolazioni di varia natura. Premesso questo, un 1.5 turbo benzina da 160 CV sul segmento C che riesce a stare sui 16/16,5 km/l reali, è un ottimo risultato. Per avere consumi più bassi, si va di ibrido full o di ICE/MHEV meno potente (con 120 CV su sta macchina arrivo ai 20 con un litro. Ma appunto, sono il 25% di cavalli di meno). In ogni caso, il cambio manuale di sta macchina è una goduria da utilizzare. Mi chiedo se quello montato sulle cugine Hyundai sia lo stesso.
  19. Il destino sia di Fiesta che di Focus era già segnato. Ordini chiusi a tempo indeterminato, e non perché la gente non le volesse, ma perché mancavano i chip (e ok, quei pochi che ci sono, meglio destinarli a modelli più redditizi come Puma o Kuga). Poi, anche quelle che vendevano con il contagocce, hanno alzato i prezzi di listino di un segmento a fronte di dotazioni di serie lungi dall'essere complete. A quel punto, chi le voleva più . Quello che non capisco, perché fare un restyling al risparmio per, nel giro di sei mesi, eliminare la versione a 3 porte, e, nel giro di un anno, annunciare l'addio definitivo. Comunque, grazie Fiesta per i tanti ricordi. È stata la prima automobile di mio papà (la mkI), ed è stata la mia prima auto personale (la mkVI).
  20. Attenzione che il 1.5 (3 cilindri) della Yaris in realtà ha debuttato nel 2020 e non ha nulla con quello del 2013 (4 cilindri). Condivido comunque il discorso affidabilità e consumi.
  21. Comunque, sul confronto Italia vs. Resto del mondo su alcuni aspetti come clima e cibo, mi permetto di dire umilmente la mia, da italiano che per ragioni familiari fa la spola con la Germania. Senza nulla togliere al cibo italiano, in una metropoli come Vienna c'è abbondanza di ristoranti italiani e anche di qualità a prezzi accettabili, senza dimenticare tutto il resto della cucina etnica. Il miglior ristorante vietnamita in Europa (cucina che mi piace moltissimo) finora l'ho provato ad Amburgo. Senza dimenticare l'eccellente cucina austro-bavarese. Sul clima, dipende molto da dove si viene. Perché se il confronto lo si fa con la Sardegna o il Cilento, ok, ma rispetto alla pianura padana e alle sue estati, per me un clima più mite come quello austro-tedesco è preferibile, e consente di sopravvivere senza aria condizionata. Sul discorso scuola e welfare per giovani famiglie, credo che purtroppo sia il punto più dolente ad oggi in Italia, salvo qualche eccellenza.
  22. Non se ne vedono abbastanza perché con i suoi 1,48 metri di altezza è troppo bassa per essere considerata un SUV (benché, per qualche ragione inspiegabile, per l'Aci sia un fuoristrada 😂). Parlando seriamente, altrove vende bene (è la più venduta della famiglia Ceed), da noi è un po' una nicchia inserita tra chi vuole il SUV/crossover vero e proprio (Sportage, Niro), e la Stonic che appartiene alla tipologia di auto fatta e finita che oggi in Italia va per la maggiore. Complessivamente 21200 euro (con vernice metallizzata Blue flame e gomma di scorta) meno la valutazione della Fiesta.
  23. Forse dovreste chiedervi prima di tutto perché vorreste tornare, e cosa potreste fare qui, e viceversa perché potreste volere rimanere a Vienna (concordo sul fatto che mi è sembrata molto vivibile per essere una metropoli, ed è oltrettutto parecchio vicina all'Italia). Sul tornare in Italia, mancanza di futuro ecc ecc.... Se si guarda aldilà delle fredde statistiche, secondo me il quadro è molto a macchia di leopardo. Conta molto il singolo contesto socio-economico-geografico, e con differenze tra gli uni e gli altri anche parecchio sorprendenti (nel bene o nel male).
  24. Come da tempo promesso, giunto a 10mila km butto giù qualche impressione sull'auto in questione 😉. Premessa: non aspettatevi nulla su tablet, infotainment, sono aspetti che non mi interessano e di cui non saprei dire nulla per giudicare. Basti sapere che funzionano 😂. Si tratta di uno degli ultimissimi esemplari pre restyling, e uno degli ultimi in assoluto, qui in Italia e almeno per ora, con questo motore e allestimento: infatti da noi adesso il 1.0 viene commercializzato solo in versione bifuel, e l'allestimento di accesso è il superiore "Business". Non così dappertutto (ad es. in Germania esistono ancora entrambi). Piccola annotazione, ha già il logo aggiornato e fortunatamente la fantasia degli interni non è più quella originale (non molto di mio gusto, quella a triangoli). Detto questo la Urban è (o meglio, da noi era) una versione da "utilitariona", per certi versi (clima manuale), invero già discretamente completa per altri (frenata d'emergenza, controllo sbandamento, attenzione guidatore, full led attivabili automaticamente, telecamera posteriore e sensori parcheggio posteriori), rinunciando ad alcune prerogative come freno a mano elettrico o accensione keyless, a fronte di una una base meccanica di tutto rispetto per il segmento C, con sospensioni posteriori indipendenti e motore con distribuzione a catena. Non ultimo, unico allestimento a montare di serie pneumatici a 16 pollici. Ad oggi credo che in Italia sia commercializzata solo con 18 pollici. Gli interni sono sobri e non particolarmente scenografici, ma non senza una certa cura ed eleganza. Parte superiore della plancia e delle portiere anteriori rivestita di materiale morbido, assemblaggi precisi e per ora nessun scricchiolio. Nota di merito: tutti i comandi clima e audio sono fisici, con un piacevole peso. Cruscotto fortunatamente analogico. Credo non tantissime concorrenti possano dire ancora lo stesso. Nota di demerito: finestrini posteriori che non scendono completamente, e il cursore di regolazione specchietti retrovisori che non conosce posizione neutra, con il conseguente rischio di spostare involontariamente i suddetti specchietti. Sono due particolari che a mio avviso stonano con il segmento, considerato anche che sono comuni agli allestimenti superiori (il primo sicuramente, il secondo almeno sull'allestimento business). Lo spazio a bordo è adeguato alle dimensioni esterne: come abitabilità posteriore c'è chi fa di meglio (Focus), e di peggio (308, Mz3), mentre il baule è in assoluto piuttosto ampio (426 litri dichiarati a sedili non abbattuti). Passando alla parte meccanica, il 1.0 turbo benzina 3 cilindri è 100% ICE, senza ombra di elettrificazione. E, pur con i suoi umili 120 CV, scorazza senza tanti pensieri la Xceed. Apparentemente pigro ai bassi giri, in realtà ama essere portato su di giri, quasi fosse un 1.8 aspirato, sfoderando una voce più cupa che tricilindrica, trasmettendo ben poche vibrazioni. Merito anche del cambio manuale a 6 marce dagli innesti secchi e precisi, molto piacevole da utilizzare, con il quale sembra essere in perfetto abbinamento, come tutto sommato i consumi medi pieno-pieno, tra i 19 e i 20,5 km con un litro in qualche modo dimostrano. Molto validi anche sterzo e assetto. Il primo, è più leggero di quello della Fiesta a cui ero abituato, ma è preciso e sincero. Il secondo, è un bel bilanciamento tra comfort e handling, con un eccellente assorbimento del manto stradale, meno delle giunzioni stradali quando prese in curva di velocità. Confesso di starmi divertendo parecchio a guidarla tra le curve della strada costiera del lago di Santa Croce (chi bazzica il bellunese, sicuramente la conosce). Sia per i consumi che per il comfort, il merito va diviso a mio parere anche con i pneumatici: qui i 16 pollici fanno il loro egregio lavoro. Infine, alla voce comfort, sono rimasto colpito dal climatizzatore manuale mono zona. Quando l'ho acquistata, temevo si rivelasse decisamente sottopotenziato, considerata anche la mancanza delle bocchette posteriori. Invece ha rivelato una potenza decisamente maggiore del bizona automatico della Yaris di casa, a tutto vantaggio anche del pupo. In questo caso, sospetto che giochino a favore anche le minori superfici vetrate. In conclusione, per essere quello che è, ovvero un elettrodomestico da famiglia di sostanza e pochi fronzoli, lo fa bene, in sicurezza e con consumi più che accettabili anche senza ricorrere all'elettrificazione. Ha il plus non indifferente della garanzia di 7 anni o 150mila km, ed è bella da guidare anche senza chissà che potenza. Su quest'ultimo fronte, c'è chi fa sicuramente un po' meglio (Focus, Mz3), ma la Xceed non è molto lontana.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.