Jump to content

bik

Members
  • Posts

    5,565
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by bik

  1. La prima impressione è che si possa ribaltare in parcheggio 😁 molto stretta e alta, mi sembra sproporzionata.
  2. A mio parere il vantaggio maggiore è nel costo di progettazione e produzione, non devi prevedere guarnizioni per separarla dal motore.
  3. Io sono sempre rimasto su cilindrate medie, la utilizzo per turismo e gitarelle nel weekend (diciamo gitarelle, quella di ieri è stata una gitarella di 350 km senza 1 mt di autostrada...), ma sopratutto la utilizzo al 90% da solo, ed apprezzo maggiormente i kg in meno che la coppia od i cv in più di una moto, per questo con la mia V-strom 650 mi trovo benissimo. Se la utilizzassi per turismo in coppia avrei preso una moto di cilindrata e peso maggiore, con il passeggero le differenze di guida si sentono meno e la maggiore coppia aiuta in collina e montagna, evitando di ricorrere spesso al cambio.
  4. A Bologna se vuoi utilizzare lo scooter da Ottobre a fine Aprile deve essere almeno €2, dei gran "catorci" non ne vedo. Oltretutto, con gli scooter monocilindrici 2 tempi, che penso siano l'oggetto del contendere, non superi i 50.000 km di percorrenza se non gli fai una revisione come si deve*, per cui, chi li tiene oltre quel kmtraggio lo fa per passione, altrimenti è più economico cambiarlo. * escluse le Vespe PX e similari.
  5. Che è quello che faccio! E, girando in moto e frequentando posti dove ce ne sono un numero decisamente maggiore dei tuoi amici, ho la presunzione di avere un dato magari non perfetto ma decisamente più ampio. Si, vabbe, altri luoghi comuni!
  6. Invece nel gruppo di moto che frequento abbiamo tutti gli scarichi originali, strano? Non credo! Basarsi su un numero ristretto e prenderlo come valore assoluto è un grave errore. Che è la normalità dalle mie parti, infatti gli scarichi after-market che vedo in giro sono al 99% omologati. E per chi viaggia come me non pensa lontanamente di modificare lo scarico, quando entri in Svizzera le prime cose che guardano alla dogana sono lo scarico e l'inclinazione della targa.
  7. Si certo, adesso la maggior parte delle moto non rispetta l'omologazione, e tutti i diesel sono defappati, e le marmotte incartano la cioccolata... Ma per favore! Se vogliamo discutere seriamente lasciamo perdere i luoghi comuni e discutiamo sui fatti reali! Riguardo ai motori a 2 tempi è da un pezzo che vendono a percentuali ridicole, con cilindrate basse e rispettando le norme Euro.
  8. Per quale motivo? Immagino che non utilizzi la moto per viaggiare, altrimenti capiresti che è ben più difficile elettrificare una moto media da turismo piuttosto che un auto media. Nelle moto il peso è importantissimo, varia decisamente la dinamica del veicolo. Se elettrificare uno scooter per uso cittadino e brevi percorrenze è relativamente facile e, infatti, ci sono diverse proposte, elettrificare una moto di media cilindrata, p.es. un pari prestazioni della mia Suzuki V-strom 650, vorrebbe dire aggiungere almeno 100 kg. di peso per ottenere 300km di autonomia, mandando a "donnine" la dinamica di guida, oppure limitarne decisamente la capacità e l'autonomia. Poi, che le moto siano responsabili di maggior parte dell'inquinamento da quale fonte viene, dalle tue convinzioni personali? La mia V-strom è un €4 che fa almeno 26km/l nell'utilizzo normale e occupa 1/4 di superfice di un auto con 1 passeggero, additare le moto come "brutte e cattive" secondo me è da retrogrado.
  9. Strada stupenda, la feci 2 annni fa, c'era un tratto interrotto, è stato ripristinato? EDIT: forse il tratto era prima di Sapri, comunque molto bella.
  10. Premesso che l'idrogeno non è disponibile in natura, ma occorre ricavarlo, e l'unico metodo conosciuto per ricavarlo a emissioni zero è l'elettrolisi, ovvero un processo che consuma elettricità. Ci sarà sicuramente spazio per l'idrogeno, ma non nel modo in cui pensiamo gli attuali combustibili. L'idrogeno verrà, immagino, ricavato utilizzando il surplus energetico notturno delle centrali nucleari, che erogano energia a ciclo continuo. La quantità sarà decisamente inferiore a quella degli attuali combustibili, ed utilizzata ove non è possibile l'elettrificazione. Occorre però ripensare il modello energetico, passando da centrali turbogas da accendere a bisogno ad una produzione predefinita (nucleare importato dalla Francia) o non programmabile (eolico e solare) gestendo le eccedenze per la produzione di idrogeno. Questo passaggio, per il nostro paese, mi sembra decisamente più complicato che il passaggio alle auto elettriche.
  11. Hai valutato la honda VTR 1000? La ha un mio conoscente, bella moto e bella guida, l'unico problema è che consumicchia ed ha il serbatoio piccolo con poca riserva, è rimasto a piedi diverse volte per la benzina.
  12. Tra le 2 tempi ci sarebbe anche la Yamaha RD350, che è molto comune, affidabile e diffusa, ma più datata e impostata sull'utilizzo stradale.
  13. Di 250 2 tempi c'era anche la Kawasaki, ma è rarissima, come è difficile trovare la Yamaha TZR e la Honda NSR. Le uniche 250 2T bicilindriche diffuse sono l'Aprilia RS e la Suzuki RGV. La situazione ricambi per Aprilia, avendo il motore in comune con la RGV, penso che sia simile a questa. Altre alternative, la Gilera RV250 NGR monocilindrica, qualche CV in meno e ricambi rari, ma, in prospettiva, potrebbe avere molto interesse storico, oppure le 400/500 2 tempi, come Suzuki RGV 500 gamma, Yamaha RD 500 lc e Honda NSR 400, la prima abbastanza comune, le altre rare. Chi l'ha provata ha un ricordo di una moto "ignorante", con una bella guida ma motore dall'erogazione di carattere, non gestibile da tutti.
  14. Quei veicoli erano in dotazione all' Enel. Un mio amico ci lavora e non mi ha segnalato problemi ricorrenti.
  15. Bologna, passeggiata in tangenziale: https://www.bolognatoday.it/social/tangenziale-uomo-a-piedi-traffico.html
  16. Il vantaggio della guida con il solo acceleratore lo hai, sostanzialmnte, solo in città, sopratutto con il traffico. Praticamente, in abbinamento con la frenata assistita, guidi in città, a basse velocità, utilizzando solo l'acceleratore. Oltretutto, in tutte le auto automatiche, non solo elettriche, normalmente guidi utilizzando solo il piede destro, la particolarità di diverse elettriche (non tutte) è quella di utilizzare solo l'acceleratore.
  17. bik

    Kawasaki Z250SL

    Sulla moto in oggetto nessuna esperienza. Comunque è una naked monocilindrica, penso che come prima moto va benissimo, leggera, con buona coppia in basso e guida ben gestibile, in città sarà adatta, per i viaggi di qualche giorno meno, per le vibrazioni e l'esposizione all'aria, ma per i giri da solo sulle colline dovrebbe andare bene. https://www.dueruote.it/prove/prove-redazione/2017/kawasaki-z-250-sl.html
  18. I miei 2 cents. Ho un impianto stereo di fascia bassa nel tinello, ascolto quasi totalmente radio, se voglio variare ascolto su Deezer, Amazon music, Youtube e web radio dal tablet. Ogni tanto ascolto qualche CD. In auto ho il lettore CD, ma utilizzo lo slot SD per la musica "liquida". Comunque si tratta di ascolto normale, sicuramente l'ascolto in alta fedeltà è un altra cosa. Diciamo che, con l'èta, l'ascolto fatto come si deve è stato accantonato, per vari motivi. Ho iniziato con le musicassette, che sono una cosa indegna anche a confronto degli MP3, per passare al vinile, il vinile ha una naturalezza sconosciuta ai CD di fascia medio-bassa, di contro un minimo di rumore di fondo è sempre presente, che è un limite per la musica classica. Sono passato al CD, affiancando il giradischi, perche a fine anni '90 le nuove uscite su LP avevano una qualità di registrazione imbarazzante. Poi la praticità ha avuto il sopravvento, spostando l'impianto dalla camera al tinello per motivi matrimoniali 😷 ho dovuto eliminare il giradischi per il minor spazio. In auto avevo un impianto fatto come si deve sulla Astra, con autoradio Clarion top di gamma, caricatore CD, amplificatore di ottima qualità e altoparlanti ben posizionati e bilanciati, al netto dei rumori di fondo l'ascolto era molto piacevole, poi, per mancanza di componenti di qualità adeguata a prezzi umani e le difficoltà a modificare gli impianti delle auto sucessive, l'attuale Leon ha l'impianto di serie. Alla fine ha prevalso la comodità di ascolto a scapito della qualità, valutando anche che il tempo che trascorro ascoltando musica in auto e a casa è drasticamente diminuito. Comunque il giradischi è ancora in soffitta, pronto ad una "resurrezione" appena ci saranno le condizioni, Gli LP li li ho ancora tutti! P.S. riguardo il lettore CD in auto ci sono dei limiti pratici, il primo è la mancata lettura in caso di buche o sollecitazioni forti, risolto parzialmente con il buffer sui lettori, il secondo è il danneggiamento dei supporti per gli stessi motivi, che mi aveva portato a rimasterizzare i supporti originali, molto più pratico il caricatore CD che è quasi totalmente esente da quei difetti, ma, attualmente, mi sembra molto raro da trovare ed acquistare.
  19. R-I.P. Evangelos Odysseas Papathanassiou 😥
  20. Per esperienza personale; Attualmente ho un frigirifero Samsung largo 70 no frost, impeccabile e perfetto, unico difetto più rumoroso del precedente. Ha sostituito un Candy che si è guastato dopo 5 anni, con le stesse caratteristiche. Ho anche un frigo in cantina Smeg economico, da poco più di un anno, dove si notano molti dettagli economici. Aggiungo che ho un congelatore Liebher, che, a parte un problema alla scheda risolto in garanzia, si sta dimostrando eccezionale, potresti valutare anche questo marchio, anche se più costoso. Se cerchi info su problematiche e consigli: https://www.plcforum.it/f/forum/534-frigoriferi-congelatori/
  21. Gaia Accoto - Intervistatrice Basket LBA - Pallanuoto - ex pallavolista.
  22. Afragola, viaggiano in scooter con una Vespa in braccio: https://www.rainews.it/video/2022/05/afragola-viaggiano-in-scooter-con-una-vespa-in-braccio-cose-da-pazzi-9df04f26-a506-48b9-95b1-edf0e0b8d763.html
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.