Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

L' informatore d'auto

Members
  • Posts

    676
  • Joined

  • Last visited

About L' informatore d'auto

  • Birthday 07/28/2005

Profile Information

  • Car's model
    Fiat Panda 1.2
  • City
    Roma
  • Interessi
    Fumetti , disegno.
  • Gender
    Maschio

Recent Profile Visitors

3,105 profile views

L' informatore d'auto's Achievements

Pilota Ufficiale

Pilota Ufficiale (5/8)

1.5k

Reputation

  1. Su base della MG6 PHEV è stata realizzata la serie limitata XPower.
  2. Eccomi puntuale con la solita carrellata. Le auto storiche si fanno sempre più rare, quindi alcune volte bisogna andare a cercarle nei luoghi giusti, tipo le officine. Una di queste ci offriva una Alfasud Ti del 1976. Un altra rimaneva in casa Alfa, ma preferiva le coupé. Anno 1985. Ma torniamo a gli avvistamenti casuali, con questa E36 del 1991. I più attenti l'avranno notata dietro l'Alfasud. Anno 1976. Dopo quella rossa della scorsa volta, eccone una nera del 1993. Ultima auto davanti a un officina, anno 1972. Non abbiamo l'anno di prima immatricolazione, ma possiamo dedurlo dalla splendida vetrofania originale. Ormai le poche che si vedono sono Cabriolet ritargate. Sono quindi felicissimo per questa berlina con targhe originali del 1984. Futura star del cinema, l'ho fotografato pure su un set cinematografico, questo Maggiolo del 1971. Per concludere mio zio ci offre questo T3 del 1988.
  3. Audi 80 1992. Audi 100 2.0 E Avant 1991. Fiat 131 Mirafiori 1300 CL 1982. Mercedes E 250 Diesel 1993. Renault 4 TL 1980. Renault Twingo 1994. Rover Mini 1.3 Cooper 1993. Toyota Land Cruiser Diesel 1987. VW Passat Variant 1992.
  4. Una vera esperta di re-badge è sicuramente GM. Ogni suo modello ha avuto almeno due marchi diversi, spesso per adattarsi ai diversi mercati. Una dimostrazione è la Opel Calais, rimarchiamento per il solo mercato malese della australiana Holden Commodore Royal. In Indonesia invece il marchio Opel finì sullo Chevrolet Blazer. Più o meno nello stesso periodo in Europa c'era il Monterey, rimarchiamento del Trooper Isuzu. Terminiamo da dove abbiamo iniziato. Come si sarà capito dalla Calais, Holden al dì fuori del proprio paese e della Nuova Zelanda è poco conosciuta. Ecco quindi che la Monaro diventava Chevrolet Lumina Coupé in Medio Oriente. Ma anche Vauxhall, Buick, Pontiac e Daewoo da altre parti.
  5. Alfa Romeo 155 1.7 T.Spark 1994 : Alfa Romeo Spider 1991 : BMW 318iS Coupé 1993 : Citroen 2CV6 Charleston 1986 : Fiat 127 900CL 5p 1981 : Fiat 242 1979 (Foto di mio zio) : Fiat 1100 1958 : Fiat Tempra Weekend 1992 : Ford Sierra 1.8 Ghia 4p 1990 : Mercedes 200 E 1990 : Mercedes 200 TE 1991 : Rover Mini British Open : Suzuki Samurai 1993 : Uaz 469 1987 (Foto di mio zio):
  6. Ehi, anch'io ho dato un contributo fondamentale. Pretendo metà del premio.... .... Sai, puoi anche tenertelo. Insomma, sei tu che hai risposto per primo. E poi non possiedo un auto degna di cotanto accessorio.
  7. Credo che la risposta sia già stata parzialmente data. Infatti 3volumi nell'indovinello ha specificato che la Montreal è del 1975. Probabilmente nel 1977 un modello di quell'anno valeva quanto una Renault 12 o una Golf nuova.
  8. Non capite niente, è chiaramente una citazione a un famoso modello del passato. Comunque anche qui a Roma le DR si vedono in un certo numero, e in provincia di Macerata hanno da poco aperto un concessionario.
  9. No Roy, mai viste. Evidentemente frequentiamo zone diverse. Oggi si inizia con una 33 1.3 S del 1989. Ritargata anche questa 2000 GT Veloce. In un parcheggio sonnecchiava questa 131 Mirafiori 1300 CL del 1981. Era in compagnia di questa Ritmo 65 L del 1980. Dalla nonna alla nipote, una Tipo 1.4 i.e del 1993. Nel 1976 qualcuno decise di recuperare la roba lasciata dagli americani. Classica Dedra 1.8 del 1990. Dello stesso anno questa tedesca a gasolio. Personalizzazione adatta al fuoristrada, sicuramente. Terminiamo con un bel T1 del 1972.
  10. Sempre ottimi avvistamenti. Mi accodo con il classico reportage. Visto il caldo degli ultimi tempi, non c'è niente di meglio di una Spider, soprattutto se è una Q.V . Anno 1987. Classica Y10 Mia, anno 1992. Per questo secondo esemplare non ho dati. Primo Freeclimber che ho trovato, monta targhe del 1995. Ci si diverte di più in compagnia. La prima è del 1977, la seconda del 1980. Fortuna che ho cominciato a fotografarle, sennò mi sarebbe sfuggita questa D del 1963. Splendida Multipla del 1963. Il proprietario era felicissimo per aver appena ottenuto la targa oro. Malridotta Escort, del 1984 Un raro Transit del 1975. Piccola giapponesina anni 70, più precisamente del 1976. Degli stessi proprietari questa CRX del 1990 e la Civic bianca, che vi ho già proposto. Visto dove abita, questo Land Rover 90 TurboDiesel del 1988 non avrà certo problemi con i blocchi del traffico. Si sta meglio in compagnia pt 2. Nell'ordine : 356 A 1600 del 1957, 356 B 1600 Super 90 Roadster del 1962, 356 B 1600 Super Roadster . Infaticabile R4 TL 1988. Nissan GTR- Pardon, Renault Super 5 GTR del 1989. Da appassionato di inglesi, questa Rover 216 GSi 16V del 1991 è l'avvistamento migliore. Come la scorsa settimana, ecco un altra Mini British Open. Questa volta è del 1993. Dello stesso anno questa Vitara. Se la Civic non vi è bastata, ho questa Celica con targhe del 1987. Terminiamo con un Volvone del 1980, in un ardito bicolore.
  11. Saranno pure oltre 9000 le Tipo in Campania, ma anche a Roma non manacano, come dimostrerà questo reportage. Si parte da una 33 Imola del 1993 : L'unica intrusione di mio zio è questa Giulia 1300 Super del 1972. Per gli amanti delle coupé abbiamo una GT del 1969. Se state pensando di acquistare una storica, questa A112 del 1972 potrebbe fare al caso vostro. Dal 2001 la capitale ospita una simpatica ranocchietta. Instancabile Daihatsu Rocky, immatricolato nel 1988. Tipico Fiestino 1.1, del 1990. La più vecchia delle due Tipo mostrate in precedenza, una 1.4 DGT del 1989. La più giovane è del 1994. Non c'è due senza tre, ed ecco una 1.4 i.e SX del 1993. Rettifico, senza quattro... Ho finito, per vostra fortuna, con le Tipo. Meglio passare a una tedesca, del 1990. Un Classe G Austriaco, probabilmente più adatto alle moderne rare. Altro fuoristrada, un Pajero del 1993. Una malridotta Nissan Primera. Difficile da vedere ormai questa Opel Astra a 4p. Una Mini 1.3 Cooper del 1991. Più giovane di 8 anni questa British Open, anno 1999. Classico Suzukino, del 1988. Aveva la calandra della GTI, ma dietro rimaneva una GL del 1989. Ultimo avvistamento. Per sistemare la mancanza di foto della Passat dietro l'XM, ecco una 2.0 GL del 1991.
  12. Ravvivo la discussione con un Kit inglese trovato su Internet. Si tratta della Ncf Motors Road Rat, ed è basata sulla Fiat Panda 4X4. Ne risultano costruite solo 5 tra il 1994 e il 1995, e quella in foto è un esemplare in mano a un appassionato, di proprietà della sua famiglia da sempre, con cui è arrivato pure in Italia. Questa la storia dei cinque esemplari: Il primo fu un prototipo, visto l'ultima volta nel 2011; il secondo non è tassato dal 1999; Anche il terzo era in mano ad un appassionato, ma fu venduto nel 2014; il quarto è il nostro e il quinto è spuntato su Ebay ad Aprile di quest'anno. Per chi volesse approfondire : http://roadratownersclub.co.uk/
  13. Eh, magari ! A costo di sembrare fastidiosamente modeste, ripeto trattarsi solo di fortuna. Ma vediamo quanto ho raccattato con la "macchina del tempo". Adatta al caldo degli ultimi giorni questa Y10 Igloo del 1993. La prima intrusione di mio zio avviene con questa Citroen XM 2.0i del 1992, in buona compagnia. La seconda e ultima con una 127 2p del 1973. Una Tipo 5p del 1988, con la particolarità di essere stata immatricolata lo stesso giorno di un esemplare che abita vicino casa mia. Una rara Espace del 1985, in allestimento 2000 TSE. Classico SJ413, del 1990. Un Land Cruiser, di cui non ho nessun dato. Si termina con un Maggiolone Cabriolet del 1975.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.