Jump to content

L' informatore d'auto

Members
  • Posts

    828
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by L' informatore d'auto

  1. Insomma, non posso negare che ha ragione @nubironaSW e che soprattutto in questa vista ricorda molto la Stratos Zero. Ma devo dire anche che la prima reazione aperto il topic è stato un istintivo vaffanculo. Certo non mi aspettavo un modello di serie, ma almeno qualcosa che avesse le ruote ...
  2. Proposte di design per varianti di carrozzeria della 305. Fastback : Coupé 2 volumi : Coupé 3 volumi : Hatchback : (Foto da questo articolo de "L'argus".)
  3. Un militare americano di stanza in Inghilterra ha deciso di riportare con se una macchina, visto che gli pagavano il trasporto. Ed ecco che adesso in Virginia circola una Citroen ZX Furio del 1994 : Qui per saperne di più sulla storia e sui metodi di importazioni di auto in USA :
  4. Ho fatto una ricerca anche negli archivi de "L'Unità" e del Radiocorriere, e da quest'ultimo sono saltate fuori due cose. La prima è l'unica pubblicità cartacea per il Magnum che abbia mai visto, anche se si tratta in verità di un concorso del Cinzano di cui il fuoristrada era il primo premio. (Risulta apparsa sui numeri 21 e 23 del 1990, poi dal 27 al 29 dello stesso anno.) La seconda è un trafiletto dalla rubrica "Bazar". (Dal numero 39 del 1984.)
  5. Ho fatto una breve ricerca nell'archivio de "La Stampa", ed è saltata fuori la possibilità di una produzione rumena a marchio Dacia. Viene dall'edizione del 6 Maggio 1993.
  6. Guardate le foto qui sotto, cosa vedete ? Cosa dite, una Renault Espace 1 ? Risposta sbagliata, è una Grancar Futura. "Una cosa ?" Una replica in fibra di vetro della nota monovolume, prodotta tra il 1990 e il 1991 in Brasile senza nessuna autorizzazione da parte della casa madre. La macchina fu prodotta dal designer Tony Bianco e dal proprietario della concessionaria Ford Grancar Armando George Neto, che volevano realizzare la prima monovolume brasiliana della storia. Per questo importarono una Espace e realizzarono un modello da cui prendere le misure, e Bianco si occupò di tutte le modifiche del caso. Le più importanti furono ovviamente l'adozione di componenti locali, soprattutto il motore. Si trattava delle unità da 1.8 o 2.0 litri di origine VW provenienti dalla Ford Del Ray/Belina. Da questo modello furono presi pure il cruscotto e la console centrale, mentre gli specchietti e il serbatoio da 65 litri venivano dalla Escort. Le auto venivano assemblate a San Paolo, a un ritmo di 18-20 al mese. Come scritto sopra, l'avventura terminò dopo poco più di un anno e 159 esemplari prodotti. La macchina non riuscì a combattere contro i modelli d'importazione, ed è probabile che Renault non fosse felice di questa iniziativa e gli abbia intimato di smettere. Ci vorranno altri 8 anni per vedere un modello dello stesso segmento con il marchio della losanga in Brasile, con l'arrivo della Scenic.
  7. Kish Khodro Sinad Veek, versione iraniana della prima Renault Scenic prodotta per un breve periodo tra il 2004 e il 2005.
  8. O.T : interessante questo bozzetto, sembra una berlina con somiglianze Audi 80 B4. Visto il marchio Skoda, proposta per Octavia MKI ?
  9. Se ho capito quello che intende GTC, è il modello di stile definitivo con particolari in gesso recuperato dai sotterranei di Mirafiori anni fa, databile alla fine del 1983. C'è un articolo dedicato su Ruoteclassiche n°307 di Luglio 2014.
  10. Proprio adatta di questi tempi : "Fate Lamore, non fate la guerra."
  11. Terzo modello del costruttore cinese facente parte del colosso tecnologico Foxconn, verrà ufficialmente presentata il 18 durante gli Hon Hai Tech Day. Intanto però la Pininfarina, che sì è occupata dello stile, ha rilasciato un video.
  12. Il nome mi ha subito richiamato alla mente gli omonimi Bento Box della cucina giapponese, chissà se c'è un collegamento o è solo un caso.
  13. Oggi sono passato davanti alla Nuvola di Fuksas e ho visto in esposizione all'entrata delle auto di un certo valore. Nell'ordine erano una Giulia GTAM nuova, una Porsche 356, una Giulia GTA da corsa, una Lancia 037 da Rally, una Ferrari credo 750 e una Ferrari BB da corsa. Chiaramente era impossibile avvicinarsi, visto che c'era un congresso all'interno, quindi ho solo delle foto scattate dalla macchina da lontano e di qualità infima. Volevo chiedere se sapevate di qualche evento per cui quelle auto dovevano essere lì, visto che non ho trovato niente su internet.
  14. In molte foto stampa giapponesi del passato può capitare di vedere le auto con targhe estere, pure se queste non sono mai state vendute al di fuori dell'Asia. Di solito sono targhe Francesi o Americane, ma in casi limite addirittura italiane. Qualche esempio ? una Mitsubishi Debonair con targhe romane del 1985 : O un Isuzu Gemini con targhe milanesi del 1988 : Non credo che corrispondano ad auto vere, anche se conosco una pubblicità italiana della BMW M3 E36 in cui l'auto monta targhe di una Panda 4X4 ancora circolante.
  15. Se avete tempo da perdere... Tour guidato di 2 ore e 20 all'interno della collezione Nissan in Giappone, con sottotitoli in inglese.
  16. Da Ebay una rara brochure dello OMAI Shevero prodotto a Ortona tra il 1989 e il 1990. Qui se ne può trovare un altra, che il sito data al 1992 (Erroneamente, Quattroruote lo da disponibile solo per le date riportate sopra) : https://www.veikl.com/d/OMAI-Shevero-Brochure-1992-EN-IT-52264
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.