Vai al contenuto
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!
  • Autopareri era presente al Salone di Ginevra 2019 nelle giornate stampa del 5-6 marzo
  • Guarda le numerose immagini e video sulla nostra pagina Facebook!

Cerca nel Forum

Mostra i risultati del/dei TAG ''scoperte'' .



Opzioni Ricerca Avanzate

  • Ricerca via TAG

    I TAG sono delle "parole chiave" che permettono di distinguere l'argomento e ricercarne rapidamente altri di analoghi. Usa la funzione con criterio!
    PS. Usa la virgola per confermare un TAG e separarlo dagli altri.
  • Ricerca secondo Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Autopareri Answers On The Road
    • Consigli e Pareri sul mondo dell'Auto
    • SOS Autopareri - Urgenze Viaggiando
  • Il sito Autopareri
  • Speciale Salone dell'Auto
    • Autopareri al Salone di Ginevra 2019
  • Mondo Auto
    • Novità ed Anteprime dal mondo dell'Automobile
    • Prove Auto e Recensioni
    • Tecnica nell'Auto
    • Mercato, Finanza e Società nell'Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Auto Epoca
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobilità
    • Mobilità e Traffico nelle Città
    • Traffico Autostrade
  • Off Topic on Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • Vuoi farti pubblicità su Autopareri?

Blog

  • Autopareri News

Cerca nel...

Cerca risultati che...


Data di creazione

  • Inizio

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Inizio

    End


Filtra per numero di...

Iscritto il

  • Inizio

    End


Gruppo


Marca e Modello Auto


Città


Interessi


Professione


Biografia


Citazioni


Sito Internet


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

Trovato 10 risultati

  1. Pawel72

    7 invenzioni che dobbiamo in un certo senso ai nazisti

    Dalla Fanta al primo computer , dalla Volkswagen al carburante sintetico , alcune delle invenzioni nate nella Germania nazista e utilizzate ancora oggi. Il primo brevetto di un aereo a reazione risale al 1929, ma il suo progettista, l’inglese Frank Whittle, non trovò alcuna industria disposta a realizzarlo. Così il primo jet a entrare in servizio operativo fu, 15 anni dopo, il Messerschmitt Me.163B Komet. L’aereo era il risultato del lavoro di Alexander Lippisch, esperto di alianti tutt’ala, ed Helmuth Walter, realizzatore del primo motore a razzo a carburante liquido. E in effetti il piccolo intercettore non era altro che un aliante che usava la sua rivoluzionaria forma di propulsione per brevi momenti: poteva salire fino a 10 mila metri in 150 secondi e toccare i 900 km/h, ma la sua autonomia a piena potenza era di soli 10 minuti. Il primo incontro con i bombardieri alleati avvenne il 28 luglio del 1944, e il Komet si rivelò eccezionale: gli armieri dei B-17 non facevano in tempo a ruotare la torretta. Quando nel 1940 la Coca-Cola venne bandita dal Reich a causa dell’interruzione degli scambi commerciali con gli USA, il responsabile tedesco dell’azienda americana decise di trovare un’alternativa “germanica” alla bibita gassata più famosa del mondo. La soluzione? Una bevanda a base di siero di latte e marmellata di mele, ingredienti facilmente reperibili in Germania. Ci volle un’intensa sessione di brainstorming per trovare all’invenzione un nome adatto ma, a furia di usare la fantasia, l’idea arrivò e la bibita venne battezzata, appunto, “Fanta”. Nel 1937, l’ingegnere Konrad Zuse progettò e costruì (a casa dei genitori) il primo calcolatore elettronico, un antenato dei moderni computer. Alimentato da energia elettromeccanica e provvisto di un’unità di calcolo in virgola mobile con numeri codificati in binario (sekundal), la macchina programmabile di Zuse (Versuchmuller) era in grado di risolvere lunghe operazioni matematiche in brevissimo tempo, impiegando solo un secondo per ogni ciclo di calcolo. Lo Z1 eseguiva sottrazioni, addizioni, divisioni e moltiplicazioni secondo le istruzioni trasmesse attraverso un sistema di schede perforate. L’ingegnere Werner von Braun fu una delle teste più brillanti del Terzo Reich, e non solo. Le sue ricerche e le invenzioni in campo bellico, in particolare quella dei missili balistici V-2, furono successivamente molto utili alla Nasa che se ne servì per sviluppare i primi razzi per l’esplorazione dello spazio. Al termine del conflitto, von Braun iniziò a lavorare per l’agenzia spaziale statunitense e diresse la progettazione del Saturn V, il razzo multistadio a propellente liquido più grande mai realizzato. Il Saturn V fu utilizzato nei programmi spaziali Apollo e Skylab.| Durante la guerra, lo stoccaggio del carburante era un’esigenza fondamentale dell’esercito tedesco. Così, nel 1936 l’azienda Eisenwerke Müller & Co si mise all’opera per progettare e realizzare delle speciali taniche da 20 litri destinate a conservare la benzina necessaria all’aviazione e agli altri veicoli nazisti. Come richiesto da Hitler, nel luglio del 1937 si diede il via alla produzione in serie di questi resistenti canestri in acciaio (Wehrmachtskanisters) utilizzati ancora oggi. https://www.focus.it/cultura/storia/invenzioni-nazisti-gallery?gimg=63985#img63985
  2. Martin Venator

    La Cina e lo spazio

    Visto che ormai anche Pechino è una protagonista delle tecnologie spaziali, forse è il caso di riunire tutte le notizie che la riguardano in un thread. /// Cominciamo da questo concept appena presentato. China unveils space vehicle concept at GLEX 2017 - Defence Blog
  3. ilmerovingio

    Ironlev: levitazione magnetica made in Italy

    Sfrutta le rotaie già esistenti http://www.rainews.it/dl/rainews/TGR/media/ven-treno-Ironlev-levitazione-magnetica-spresiano-treviso-5370e6c7-b97c-44e4-84cb-df6edc55f05c.html
  4. indeciso88

    Sigaretta elettronica Iqos

    La Philip Morris ha inventato questa nuova tipologia di sigaretta elettronica, avete esperienze dirette? Praticamente è un fornetto che porta il tabacco (vero, non liquido) ad una temperatura poco al di sotto di quella di combustione, e promette di far risparmiare un sacco di sostanze nocive. Il prezzo è di circa 70 euro e le sigarette da usare costano esattamente come quelle normali. Prima di provarla volevo sapere se qualcuno qui già la usa e come ci si trova
  5. NikoBellic

    Svapare way of life

    Salve a tutti! E' da un po' di tempo che volevo aprire questo topic per scoprire se ci sono altri autopareristi svapatori e aiutare chi vuole diventarlo! Cominciamo col dire che la e-cig è un dispositivo che funziona attraverso l'evaporazione di un liquido apposito, una soluzione a base di acqua, glicole propilenico, glicerolo, aromi ed eventualmente nicotina. Il liquido è vaporizzato da un atomizzatore, un dispositivo alimentato da una batteria ricaricabile. Questo atomizzatore è composto in buona sostanza da una spirale di filo resistivo, che si scalda con il passaggio della corrente. Intorno o dentro questa spirale si trova del cotone (che deve essere organico e non trattato), che assorbe il liquido, il quale a contatto con la coil, si scalda e viene vaporizzato. L'insieme di cotone e filo viene chiamata build, ma spesso si usa coil per indicare tutto, non solo il filo. Gli atomizzatori si dividono in due grosse categorie: rigenerabili e non-rigenerabili. La differenza è che nel primo la build viene fatta a mano dall'utente, che quindi la "genera" ogni volta che vuole: esempio Negli atomizzatori non-rigenerabili (i più semplici e adatti per cominciare), si comprano le testine già fatte, che vanno sostituite ogni tot tempo (dipende dall'atomizzatore e dal liquido che si usa, però intorno alle 2-3 settimane di solito) e costano intorno ai 2-3-5 € l'una.. queste contengono tutto al loro interno, e vanno solo avvitate nella sede opportuna: Gli atomizzatori si dividono ancora in due categorie: tank e dripper. I dripper sono tutti rigenerabili, non hanno un serbatoio e li liquido va "sgocciolato" sopra (to drip, appunto) ogni volta che il cotone è asciutto.. I tank invece sono quelli più classici composti appunto da un serbatoio da 2-3-4 ml di liquido, che alimenta da solo la resistenza. Possono essere sia rigenerabili che non. Ci sono ancora due categorie di atomizzatori: quelli da tiro di guancia e quelli da tiro di polmone. Questa caratteristica è indipendente dalle altre, ma è il modo in cui l'atomizzatore va usato. Per intenderci, il tiro di guancia è quello classico delle sigarette, detto anche Mouth to Lung, perchè il vapore finisce in bocca e poi successivamente viene buttato giù nei polmoni. Con il tiro di polmoni invece si aspira direttamente con i polmoni, gonfiando il petto diciamo.. per chi ha provato, la modalità di tiro è simile a quella usata per narghile, bong o strumenti similari E' chiaro che il tiro di guancia è quello più adatto per iniziare in quanto molto simile a quello della sigaretta, essendo chiuso e leggermente contrastato L'altro invece è un tiro molto più arioso ( e di solito fa anche molto più vapore) Ho spiegato penso il 10% di quello che è lo svapo, c'è davvero un mondo dietro.. per me è diventata una passione Allora, ricapitolando, ad un neofita, che vuole smettere di fumare, consiglio una sigaretta elettronica con atomizzatore non rigenerabile, tank e per il tiro di guancia. Spesso i kit entry-level hanno anche la box incorporata, in sostanza, il pacco batterie + circuito. Alcuni dispositivi adatti possono essere: Justfog Q14: è stata la mia prima e-cig, pagata all'incirca 35 € in negozio (su intenrnet si trova intorno ai 20), batteria da 900 mAh e 2 ml di capienza.. entrambi più che sufficienti per una giornata (anche 2 o 3, dipende ovviamente da quanto si svapa).. Joyetech eGo AIO Box: l'atomizzatore è all'interno della box stessa, fatta di plastica.. questo le permette di essere molto resistente agli urti, piccola e leggera.. come durata di batteria siamo piu o meno sugli stessi livelli di quella precedente Entrambe dispongono di attacco micro-usb per la ricarica: si può usare quindi il caricabatterie del telefono (comodissima come cosa) Un consiglio: da evitare le e-cig in vendita nei tabacchini o nelle farmacie.. sono prodotti cari e poco performanti, con hardware vecchi e scomodi.. molta gente le prova, vede che fanno cagare, le butta via e da quel momento in poi pensa che tutte le sigarette elettroniche facciano cagare. E' sbagliatissimo! Andate sempre da un rivenditore indipendente, non dalle catene tipo smooke, o blu perche vi fregano! Negli ultimi anni c'è stata un'evoluzione pazzesca, e questi vi rifilano cose del 2012, ovvero risalenti alla prima ondata dello svapo.. Sono stato davvero sbrigativo, ma è davvero lunga.. meglio sciogliere i vari dubbi che vengono man mano.. E se c'è qualche vaper appassionato si faccia avanti!
  6. 1happydream

    Batterie alla CANAPA

    Articolo vecchio e di "parte"...se ne sa qualcosa in più oggi? https://www.sapereeundovere.com/le-super-batterie-a-base-di-canapa-meglio-del-litio-e-piu-economiche-del-grafene/ Le super-batterie a base di canapa: meglio del litio e più economiche del grafene
  7. ilmerovingio

    Energia dai magneti e dai fulmni

    http://www.focusjunior.it/scuola/si-puo-usare-l-energia-dei-fulmini
  8. LucioFire

    Piglio la scossa :D

    Ragazzi come da titolo... Ultimamente mi becco certe briscole quando esco dalla macchina che mi fanno saltare... Mi succede con tutte le auto. Anche con scarpe diverse (prima non mi succedeva). Ho provato varie tecniche quando scendo dall'auto ma non funziona Cioè li per li fa ridere, però quando è forte da fastidio. Pure se chiudo con la manica del giubbino sono riuscito a prenderla. Avendo poi la punto senza telecomando, quando inserisco la chiave per chiudere la portiera sfiaccolo pure! Ho visto la fiaccolatina (ero al buio) fra la chiave è la serratura. Ho scritto perché è un fenomeno che mi ha un po' incuriosito, così come il fatto che prima (stesse scarpe e giubbino) non succedeva
  9. stev66

    Meanwhile on Mars

    Sembra che il lander schiaparelli ce l'abbia fatta
×

INFORMAZIONE IMPORTANTE

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Termini e condizioni di utilizzo.