Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

johnpollame

Members
  • Content Count

    998
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

2,035 Excellent

3 Followers

About johnpollame

  • Rank
    Giovane Promessa
  • Birthday 07/26/1976

Profile Information

  • Car's model
    Alfa Romeo Duetto

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Vero che a SIngapore si corre con più ala, ma si resta meno al massimo con l'acceleratore, in teoria Monza è più probante per i consumi... Ma comunque vittoria non si canterà: a singapore il distacco dai primi dovrebbe essere più o meno quello visto in Ungheria...
  2. Per quanto costato carissimo in termini di punti persi, viste le condizioni quell'errore è il più scusabile tra tutti quelli commessi da Vettel negli ultimi quadrimestri, a mio parere.
  3. Dentoni. Fari molto giaguareschi. Linea di cintura altissima. Finte prese d'aria invereconde. Non che sia brutta, ma...
  4. Azzardo: - Gomme bianche più lente ad andare in temperatura - Miglior gestione di Lewis del "delta" sul giro
  5. Ora, viste le premesse di giocarsi il titolo almeno alla pari con la Mercedes, sì: è del tutto fallimentare. Ma alla fin fine in valore assoluto la stagione non è stata poi così terribile, almeno rispetto ad esempio a 2009, 2011, 2014, 2016 : Melbourne: disastro, la macchina non risponde alle regolazioni, non si capisce perché, forse solo una sfortunata serie di circostanze.? Vedremo poi di no... Bahrein: eccellente la prestazione, male l’affidabilità, male Vettel, ma l’allarme sulla competitività macchina sembra rientrato. Con gli interessi. Cina: qualche decimo di passo dietro alle Mercedes, ci poteva stare. Baku: prestazioni comunque vicine, Vettel fatica tutto il weekend ma rimane a tiro, Leclerc, molto più a suo agio fin dal venerdì: fatta la tara a quanto poi visto in seguito nulla mi toglie dalla testa che senza lo schianto da pollo in qualifica poteva anche giocarsi la vittoria. Spagna: triste realtà palesata nel modo più crudo: macchina totalmente sbagliata per le gomme 2019, distacco abissale. Monaco: gara atipica, buon risultato di Seb, Leclerc menomato dal disastroso muretto Ferrari in qualifica, prima riesce nell’impossibile di fare due sorpassi veri a Monaco, poi si schianta. Canada: Molto bene in qualifica e gomme tenere, male con specifica più dura, ma si è “tecnicamente” vinto. Ottimo Seb, Leclerc un po’in ombra. Francia: gara discreta, Leclerc cambia metodo di lavoro e da una certa svolta alla stagione, alla fine quasi riesce a superare Bottas. Austria: Ferrari veloce, male l’affidabilità che blocca Seb in qualifica, si manca di un soffio la vittoria “di strategia” contro una RBR in palla, Vettel partendo dietro supera comunque Hamilton. UK: Discreta qualifica, in gara si fatica. Fenomenale sorpasso di Leclerc all’esterno della Copse, Seb ancora sottotono, frustrato si schianta su Verstappen come un principiante. Germania: gara ovviamente ingiudicabile da un punto di vista tecnico, dove comunque Seb da ultimo arriva secondo e Leclerc rischiava di vincere, prima di schiantarsi. Ungheria: disastro annunciato. Belgio: Macchina superiore per prestazioni: devastante in qualifica Leclerc, assai meno Seb, che non è a suo agio con l amacchina, cosa che si ripete in gara. Già dal venerdì si palesano seri problemi di degrado delle gomme, assurdamente peggio le “gialle” con macchina scarica che le “rosse” a serbatoio pieno ma Leclerc gestisce bene fino alla fine.
  6. Cose a vanvera: - Dal venerdì era comunque chiaro che sarebbe stato difficile vincere. - Leclerc è fortissimo. - Quello che è successo sabato ovviamente ha relativizzato ogni gioia. - Verstappen deve ancora fare l'ultimo passetto per diventare Campione. - Recriminare sull' "avessimo avuto qualche giro in più/meno..." è sostanzialmente solo colore. - Giovinazzi... - Seb è in un momento particolare della sua carriera, lo si vede anche fuori dall'abitacolo. - Con due piloti veloci si possono fare mutue strategie che con il pur adorabile Kimi non si riuscivano a fare. - La pista non era sfavorevole per Mercedes, in caso favorevole a Ferrari. - Leclerc è fortissimo. Altissima ora l'aspettativa per Monza. Purtroppo...
  7. Da quel che mi si racconta già negli anni Ottanta il beatificando Ghidella non vedeva prospettive per Lancia nell' allora medio-lungo termine per la già troppo scarsa riconoscibilità del Marchio nella maggior parte dei Mercati di massa (all'epoca rimaneva forte solo in Italia, nei paesi francofoni anche se con bassi numeri, e nei sempre meno appassionati di motori, grazie alle vittorie nei Rally). Se c'era una speranza di sopravvivenza nelle decadi di Lancia come marchio di media produzione, si è poi sostanzialmente persa con l'acquisizione di Alfa Romeo.
  8. Non sai di cosa stai parlando. Senza polemica. (E chiudo il fuori tema.)
  9. No. Può non piacere il muso sottile della prima serie, ma, a differenza della k, la 166 è -tuttora- una gran macchina.
  10. Sempre bella la Barchetta, esempio di come si possa fare una linea bella e semplice che non passa mai di moda pur con una propria personalità che la rende inconfondibile. Era il mio sogno da neopatentato. Rimasto tale. La volevo arancione... Ho seriamente valutato di prendermene una qualche anno fa, ma alla fine mi innamorai di un ragnetto un po' più anziano... Ricci di mare
  11. E' l'architrave del moderno concetto di prodotto "premium"*, nonchè pietra di volta della struttura economica delle Case costruttrici di maggior successo. (*) o di PremiumnessTM
  12. Vieppiù monta il nervoso nel vedere una splendida linea di base involgarita da pacchianate invereconde. Utili forse come meccanismo di compensazione psicologica. Ad ogni modo in proporzione quasi più sobria questa versione che quelle di normale produzione.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.