Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Nico87

Members
  • Content Count

    2,119
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by Nico87

  1. Un meccanico dubito comprerà mai su internet ricambi per riparazioni varie. Sui ricambi da tenere per le auto piu diffuse però, pastiglie, dischi, tamburi, spazzole tergi, candele, filtri, batterie, bobine, cavi candele, bracci oscillanti, testine, ecc... avessi un autofficina un pensierino ce lo farei, anche perchè a parte kit frizioni, volano, distribuzioni e altre poche cose che richiedono quintali di manodopera per rifare il lavoro in caso di noie, per il resto il rischio vale ampiamente la candela (anche perchè in questi lavori non sono i 50/100€ che risparmi sul kit frizione o distribuzione a rendere il lavoro meno costoso). E i tagliandi/lavoretti sono il pane delle officine. Penso che per il futuro, la strada tracciata sia quella degli pneumatici. Del resto il mondo diventa sempre piu dinamico ed efficiente, e i passaggi di mano nella filiera distributiva se ne faranno sempre meno. Chi vivrà vedrà. Penso che chi vivrà sarà chi saprà adeguarsi, e nel caso dello scenario di cui sopra, le officine che caricheranno sulla manodopera il mancato ricarico dei ricambi, senza però fare gli schizzinosi se i ricambi li procura il cliente (con i dovuti disclamer). Gommisti docet.
  2. Molto carina. Mi sa che sto giro i francesi monopolizzano il segmento B.
  3. Cose che hanno anche i ricambisti che vendono su internet (che abbiano anche vendita al banco). Ma la roba costa la metà...
  4. Il problema è che quello stesso ricarico lo applica il ricambista che servizi non ne da.
  5. No era peggio, nella mito il 1.4 78cv era il 16v 95cv castrato, il 70cv era l'8v. Nella giulietta benzina, la 105cv era identica alla 120cv fino all'ultima rondella (se la guidavi senza sapere che versione è, la differenza non si nota, stante anche la coppia identica e taglio elettronico ad alti giri). Solo da vendere a 1500€ in meno.
  6. Io in 3 ore me la sono sempre cavata con le distribuzioni. L'unica che ricordo con terrore è stata una 159 2.4JTD in cui alfa prescriveva di estrarre il motore per circa 8/9 ore di lavoro. Ovviamente il cliente non ne voleva sapere, e la feci alla maniera classica, ma le imprecazioni che tirai manco si contavano. Spazi dove manco passava la luce... Mi hanno detto che i vecchi V6 audi erano un macello simile, ma non ci ho mai lavorato. Diciamo che mi riferisco piu ai 3/4 d'ora per cambio filtro olio ed aggiungere mezz'ora per il cambio olio. Un ora e un quarto di per un semplice cambio olio.
  7. Funziona cosi per tutti i marchi, e anche per la parte vendita. E li è pure peggio, con auto inviate random in allestimenti/colori/motorizzazioni invendibili, ecc... In officina, bene o male le attrezzature si usano, e anche se alcune attrezzature si utilizzano pochissimo, come ufficiale devi essere comunque in grado di fare qualsiasi lavoro ti venga chiesto. Non è come un generico che può dirti vai in concessionaria perchè non ho l'attrezzo per fare lavoro X (ad esempio calibrazione degli ADAS e via dicendo). Stesso discorso per i corsi di aggiornamento, licenze software, ecc... Da questo, l'obbligo di avere un certo tipo di servizi (es. auto sostitutive) e struttura (metri quadri per lavoratore, sale di attesa, personale di accettazione, ecc...), viene il prezzo della manodopera piu alto rispetto a un generico che può "scegliere" che lavori fare e che lavori no. E' comunque tutto incluso nella tariffa di manodopera per un lavoro. P.S. C'è anche da dire che le officine autorizzate applicano i tempi da tempario ufficiale, che per il 90% sono molto abbondanti specie per le auto nuove. Su auto vecchie invece già è piu probabile trovare qualche inciampo tipo bulloni grippati che ti fa andare in pareggio. Da noi si dice che il meccanico lavora 8 ore e ne fattura 12.
  8. Il mio discorso era sul quanto ci ricaricano i ricambisti al banco, visto che quelli che vendono online a metà prezzo sicuramente non ci rimettono. E nella maggioranza dei casi sono ricambisti normalissimi, ma che quando vendono online si devono adeguare ai prezzi vigenti. Non ne faccio un discorso di manodopera o ricerca ricambi di un lavoro dal meccanico. Li poi si paga il tempo richiesto dal meccanico per il lavoro (voce omnicomprensiva di salario del meccanico e costi di struttura) e ogni meccanico metterà il tempo che ci ha messo. Ne faccio solo un discorso di ricarico sui materiali al banco. P.S. Che comunque nelle auto vecchie trovare i ricambi era abbastanza un delirio (soprattutto le fiat e le asiatiche) nonostante il telaio, non era raro che anche su EPER o TecDoc non ci fosse il codice giusto. Ma nelle macchine nuove è tutto molto piu standardizzato e semplificato, e francamente non ci si mette piu di 30 secondi per uno che lo fa di mestiere, specie su parti di rotazione, tipo spazzole, freni, filtri, ecc... Il servizio è la manodopera. Il tempo che il meccanico ha dedicato alla tua auto. Incluso del "noleggio" dell'officina e attrezzature, ricerca e ordine ricambio, ecc.... Dall'ufficiale paghi molto, e dal generico paghi meno per tutta una serie di motivi. Francamente non vedo altre voci di costo da aggiungere (ne le ho mai viste aggiungere). Al limite lo smalitmento ricambi.
  9. Non sono piu del giro da un po, ma l'aria che tira non era buona già anni fa da fare gli schizzinosi sui ricambi del cliente o simili. Dalle mie parti, sono chiusi alcuni gommisti, che facevano i duri e puri "che loro non montavano le gomme prese su internet" (non solo per quello, ma è stata una bella briscola). Poi sono arrivate le quattro stagioni (prese su internet) ed è arrivata la seconda tranche di briscola. Per come la vedo io, le cose stanno cambiando, e se colossi come Amazon ed Ebay forniscono già il servizio (per ora un po incompleto ed errato per la verità) di ricerca ricambi compatibili per la propria auto, vuol dire che la fetta di mercato che acquista ricambi (e fa montare) è consistente. E' sufficiente guardare anche il numero di feedback accumulati dai vari venditori online su ebay, per capire le dimensioni del fenomeno, che senza irruzioni, ma lento e inarrestabile sta prendendo piede. E se la cosa prenderà piede in maniera allarmante, vedrete che non ci metteranno molto a comprarsi tutta TecDoc o simili e mettere su una macchina veramente imponente da far paura ai ricambisti con i capitali, la logistica e il potere contrattuale che hanno. E' iniziato con i pneumatici (che sicuramente non si cambiano in casa) ed ora si espande a macchia d'olio. Anche perchè in tutta franchezza, su tanta, troppa roba ci sono margini enormi. Margini che non sono generati da una professionalità, ma solo dal monopolio/semimonopolio di zone, vicinanza agli autoriparatori e simili. Tralasciando le bestie feroci (amazon, autodoc e gruppi simili, ecc...) su ebay è pieno di normali ricambisti che vende a metà prezzo quello che al banco vendono al doppio. Non è possibile che un paio di aerotwin per Golf su ebay dal primo venditore a caso (venditori che hanno anche vendita al banco in sede fisica) costano 21€ spedite in 24h, e al banco del ricambista fisico di zona ne costano 38/40. Non parliamo del prezzo al distributore, ma poi li è andarsela a cercare. E non penso che il ricambista online ci stia rimettendo considerato che deve pagare anche ebay e paypal oltre al trasporto. Magari qualcuno fa qualche magheggio strano con l'iva, ma i prezzi sono piuttosto allineati, quindi... La gente non è stupida (specie quando deve aprire il portafogli), e anzi ricordo quando lavoravo (praticavo..) in officina che proprio su queste cose semplici (e facili da controllare con una ricerchina da 10 secondi), la gente ti dava allegramente del ladro (anche sconsigliandoti in giro) quando gli giravi il costo pari pari in fattura. Leggevo sopra dei bosch car service. La sostituzione pastiglie anteriori per Giulietta 281mm viene 149€. Le pastiglie Bosch 09864940986494 vengono su amazon 26€ e da ricambista ebay 33€. Poniamo un ora di lavoro a 60€/h che non è poco. Totale 93€. Chi si sta mangiando gli altri 56€ pari a 1/3? https://www.amazon.it/BOSCH-986-494-661-pastiglie/dopo/B00WN3CH3A Dischi e pastiglie? 450€. Manodopera praticamente identica (svitare due viti del portapinza per ruota e vite di centraggio del disco...) Pastiglie come sopra, dischi bosch 60/70€ l'uno (amazon/ricambista ebay) a stare larghi 180€ di materiale, mettiamo 1.5 ore e quindi 90€ di manodopera (furto). Dove sono vanno i 180€ rimanenti? Materiale occorrente pappagallo, chiave da 17, brugola da 7. Se proprio trovi il meccanico preciso anche due ditate di grasso al rame. Mica un tornio CNC. La gente se ne accorge di queste cose eh...
  10. In auto, penso che il fatto di usare la tipo C sia solo per una questione estetica/spazi. La femmina tipo A normale (quella delle chiavette USB) va bene, tanto poi bisogna collegarci un cavo, e li si usa quello adatto. Supporta anche essa l'USB 3.1, quick charge, ecc... e con i moderni cavi maschio usb è anche essa reversibile. Comunque, diciamo che volenti o nolenti, la tipo C è lo standard del futuro. Quindi su un auto che potenzialmente può durare anche 15-20 anni, avere uno standard in previsione di, ci può stare. Ora poi si trovano bene adattatori in tutte le salse, cavi OTG, caricatori dedicati (con la tipo C e protocollo di carica dedicato da caricatore e telefono, si può incrementare il voltaggio di carica per diminuire i tempi). Io ho uno Xiaomi del 2015 che già all'epoca aveva la tipo C. Non vi dico la fatica nei primi tempi a trovare cavi e varie, con i commessi che guardavano incuriositi alla strana presa. Se si ha la micro usb nel cellulare e la tipo C nell'auto, basta questo: https://www.amazon.it/AmazonBasics-USB-C-Micro-colore-bianco/dopo/B01GGKYAIU/ref=sr_1_7?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&keywords=type%2BC%2Bmicro%2Busb&qid=1558396802&s=electronics&sr=1-7&th=1 https://www.amazon.it/AUKEY-Adattatore-Connettore-Trasmissione-Chromebook/dopo/B01ASKYCRI/ref=sr_1_20?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&keywords=usb+otg&qid=1558397203&s=electronics&sr=1-20 Dai cinesi li trovi a molto meno, ma non sei sicuro funzionino. Esistono anche chiavette doppio connettore tipo: https://www.amazon.it/Verbatim-Chiavetta-doppio-connettore-Tipo/dopo/B074B5NHFM/ref=sr_1_5?__mk_it_IT=ÅMÅŽÕÑ&keywords=usb+A+c+16gb&qid=1558397406&s=electronics&sr=1-5
  11. Per curiosità, di che cifre si parla per l'assicurazione di 125cc a Milano? Dalle mie parti (Marche Nord) si parla di circa 160/200€ annui per soggetto senza incidenti. RCA Base.
  12. E' chiaramente sui tamponi. Sembra una stelvio da quanto è rialzata. Va a capire chi l'ha scaricata li, se gente di FCA o esterna... Quello che è sicuro è che alla fine non c'è stato un "controllo finale" di FCA sull'operato. E la dice lunga anche sulla preparazione degli addetti alla promozione dello stand. Perfettamente in linea comunque con la qualità di tutto il marketing fatto per giulia dall'inizio della commercializzazione.
  13. Sarà che oramai ci ho fatto l'occhio, ma sembra che questa nuova A4 abbia un design piu datato di quella che va a sostituire. Specie nei fari anteriori decisamente piu anonimi e meno caratterizzanti. Il problema piu grosso dell'A4 comunque secondo me sta nel listino e nella non dotazione di serie, che per farla arrivare alla decenza richiede un esborso non trascurabile, anche rispetto alle stesse BMW e Mercedes. Noi lo vediamo bene con le business base in ufficio, che sono auto imbarazzanti considerato il listino. P.S. C'è gia sul configuratore tedesco, si vede che han fretta di venderla.
  14. Mi pare il minimo. Con la reputazione che si stanno facendo, giusto al prezzo del ferro fino a che non si sarà rifatto una verginità.
  15. Lo è praticamente nella totalità dei casi. Nessuno produce nulla in casa. Però il marchio della casa costa, e se ti montano gli originali, per tali vanno pagati. Diciamo che comunque l'originale garantisce che il ricambio sia di qualità conforme, mentre il meccanico generico può montare quello che vuole/tiene in casa il ricambista di zona. Qualcuno monta comunque ricambi di buona qualità, ma a quel punto il differenziale ufficiale/generico si assottiglia e il cliente spesso ci pensa su, specie con le campagne di interventi a prezzo fisso scontato delle case per le auto non piu in garanzia, altri invece montano ricambi di una porcheria indicibile per mantenere il proprio margine ed essere comunque competitivi. Il modo migliore per risparmiare (specie sui ricambi di alta rotazione tipo dischi, pastiglie, filtri, spazzole, candele, kit frizioni, ecc...) è acquistare su internet dove si trovano prezzi inarrivabili per i ricambisti classici anche al prezzo per l'autoriparatore (perlomeno di quelli dalle mie parti), e far montare al proprio meccanico di fiducia. Per dire, i kit frizione della valeo, su internet si trovano alla metà del prezzo per autoriparatore praticato dal ricambista (perlomeno della mia zona). Oppure le pastiglie freno, che secondo me vivono su un pianeta a parte, visto che anche i ricambi venduti da ricambista fisico prezzano da paura. Ho cambiato (da me) le pastiglie anteriori della giulietta dischi 284mm, e non mi capacito di come da un ricambio buono (ferodo premier) che viene su amazon 32€ (e non è il prezzo piu economico, però direttamente da amazon si è sicuri che non arrivi merce contraffatta) e tre quarti d'ora lavorando in garage una ruota per volta senza ponte, si arrivi ai 149€ di lavoro in fiat a prezzo scontato per le auto con piu di 36 mesi (a prezzo pieno ci vorrà il finanziamento). E anche prendendo pastiglie buone ATE, Textar, Ferodo, Brembo, Bosch, ecc... dal ricambista, non si va a risparmiare molto.
  16. Non è che sono incapaci o in mala fede. E' che in concessionaria (seria) si seguono le procedure e i manuali d'officina del costruttore. E se a manuale è prescritta la sostituzione di una vite o bullone, lo fanno utilizzando il bullone specifico come un qualsiasi ricambio originale (poi magari è un banale 8.8 da ferramenta eh...). E utilizzano i ricambi originali che costano una tombola. Invece norauto o un meccanico generico utilizzano ricambi di concorrenza (sperando di qualità, perchè non sono proprio tutti uguali, specie termostati e pompe acqua), non sostituiscono il bullone come prescritto a meno che non siano applicazioni particolari tipo viti testata, e nella migliore delle ipotesi ci mettono un po di loctite e via. Nel 99,9% dei casi non succede comunque niente e si spende molto meno. Però sono due tipi di intervento diverso. P.S. Non voglio assolutamente difendere la categoria ufficiali, però è comodo fare come norauto che i "lavoretti comodi" li fai, ma quando occorrono lavori pesanti con competenze e attrezzature spesso originali che costano una tombola, allora vai dall'ufficiale. Che però il costo di corsi di aggiornamenti, seminari, diagnosi elettroniche, attrezzature, per fare obbligatoriamente tutto, per forza di cose lo deve ribaltare sulla manodopera di tutti i clienti.
  17. SH, anche se francamente non vale 1000€ piu del liberty. Personalmente prenderei un 150cc. Hanno quel paio di kw in piu che in extraurbano non fanno mai male, e sono solo pochi soldi in piu. Se il budget lo consente, mi orienterei comunque verso un beverly 300 o simili. In extraurbano fa la differenza.
  18. Meglio se è piu libero di muoversi. Fosse piu rigido poi porta dentro tutte le vibrazioni in accensione/spegnimento. E con start/stop sarebbero botte a ogni semaforo.
  19. Hanno voluto unire un po il "conservatore" con la palpebra e unirlo con il digitale, senza fare il salto completo come con la nuova classe A. Il risultato è un po da vedere dal vivo. Buona l'idea di mantenere un comando tattile (anche se touch) per i comandi principali del clima, senza dover andare a cercare le impostazioni nell'infotainment. Comando fisico che già oggi sarebbe inutile, poichè tutte le regolazioni sono già fattibili anche da schermo nell'apposito menu, ma fisico è sempre utile. Sono curioso di vedere come gestiranno i comandi nel caso del il clima manuale. Non mi piace il comando del freno a mano elettrico affiancato all hold assist. Meglio sopra e sotto come nel bozzetto. Per il resto è una Golf, con qualche spunto preso qua e la. Speriamo nel 6 marce per il 1.6TDI, che con 5 è abbastanza imbarazzante.
  20. Sondaggio: in quanto quantifichereste la probabilità che questa macchina praticamente non torni a volare e/o torni a volare, ma abbia vita commerciale breve? In un mix tra problemi tecnici/aerodinamici intrinseci, elettronica, inevitabili maggiori costi di gestione dovuti agli addestramenti e al fatto che non sia proprio cosi intercambiabile col NG (e magari la possibilità che venga richiesto un type rating separato), e soprattutto effetto psicologico sulle persone e danno di immagine a boeing e diffidenza verso le compagnie che lo utilizzeranno?
  21. Non mi piace. La trovo banalizzata all'anteriore (soprattutto quella feritoia tra paraurti e cofano in stile A1) e nella fiancata. Interni non mi piacciono i portabicchieri sempre senza copertura.
  22. Francamente sono contrario anche ai 150cc in autostrada. Partirei da 200/250. Per viaggiare in sicurezza (e con margine per un sorpasso) ai 90km/h effettivi che fanno i camion (e quindi evitare che i camion debbano sorpassarli creando situazioni di pericolo). O anche i 100km/h dei pullman. Velocità a cui i 125cc con parabrezza fanno fatica ad andare, e nel caso di 125cc raffreddati ad aria di produzione asiatica (SYM, KYMCO, Benelli, ecc...) manco col binocolo. Piuttosto, concederei la possibilità di guidare uno scooterone 200/250cc automatico con la sola patente B a 18/21 anni (che tanto l'esame per patente A automatica fa ridere).
  23. Non ci sono neanche nella nuova 3, A4, Classe C, a meno che non si prendano con il trizona. Idem Evoque e XC40. Su Compass si possono avere solo col cambio automatico. Ste bocchette posteriori oramai sono merce rara e costosa.
  24. Dipende dal volume dell'abitacolo. In una C magari se ne può fare a meno. In una D specie SW no.
  25. E vorrei anche vedere non andasse di meno in ripresa. Con 450giri di differenza è come se avesse una marcia in piu. Cosa che poi si ritrova tutta nei consumi. C'è da lavorarci su ancora.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.