Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Abarth03

Members
  • Content Count

    11,920
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1,420 Excellent

About Abarth03

  • Rank
    HALL OF FAME

Profile Information

  • Car's model
    Peugeot 206
  • City
    Torino
  • Gender
    Maschio

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Quante storie... Si vede che molti sono troppo giovani per aver visto questa: Non lasciatevi ingannare dalla guida a dx e la targa britannica: la Panda Sergio Tacchini era in vendita anche da noi, ed era abbastanza fighettosa per essere una Panda. Più fighettosa, solo la coeva Y10 Missoni. Mossa che mi sorprende, quella del marketing FCA. Non mi aspettavo una versione della Panda abbinata ad un marchio di moda. L'iniziativa potrà anche essere opinabile, ma secondo me non passerà inosservata.
  2. Secondo me il nostro giudizio è influenzato dal fatto che noi siamo abituati a vedere la "nostra" 128. Devo ammettere che quando ho visto per la prima volta la Zastava 101 (un raro esemplare immatricolato in Italia) avevo sì e no dieci anni, e la domanda che mi sono fatto è stata: "e che roba è 'sta mezza 128?" In definitiva a me non sembra che la Zastava fosse molto peggio della Simca 1100, esteticamente. E a chi non c'era vorrei ricordare che la suddetta Simca 1100 aveva avuto un discreto successo anche in Italia, al pari di buona parte delle Simca.
  3. C'è da considerare a mio avviso anche questo: che il family feeling è qualcosa di cui è stata effettuata la ricerca soprattutto per quanto riguarda gli esterni e specialmente per il frontale, in modo tale da rendere una vettura inequivocabilmente collegabile ad un determinato marchio, a colpo d'occhio. Poi vabbè, storicamente i tedeschi applica(va)no questo concetto a tutta la vettura e a tutta la gamma ma questo è un altro discorso... Per quanto riguarda gli interni della Delta e della Beta '79, anche se coevi ritengo siano stati due esercizi stilistici completamente indipendenti l'uno dall'altro. Paradossalmente (ma forse neanche più di tanto...) sulla Beta si è voluto osare molto, affidando la progettazione dello stile ad un architetto che ha concepito veramente qualcosa di particolare ed unico, per molti aspetti controverso. Sicuramente irripetibile.
  4. Diciamo che con il modello '86 l'originalità è stata sacrificata sull'altare delle sinergie costruttive. La plancia diventava in pratica quella della Prisma, con la sola differenza nella grafica della strumentazione e forse in qualche dettaglio del mobiletto centrale. Pertanto ha eventualmente ereditato quelli che potrebbero essere stati i difetti della plancia della Prisma. Due auto che, al di là di queste considerazioni, a me sono sempre piaciute tantissimo.
  5. Roberto, pero' lo stesso Illustrato Fiat del mese di Marzo del '79, in un articolo su quella che allora era ancora conosciuta come Y5 scrive testualmente che i motori in programma erano due: un 1300 da 75CV e un 1500 con 10CV in più. A pag. 4 della rivista. Tuttora consultabile on line a questo indirizzo web: http://www.byterfly.eu/islandora/object/fiat:illustrato?decade=197
  6. Sì in effetti è stato un refuso da parte mia. Diciamo che ho pensato più che altro alla differenza tra due e quattro porte, a prescindere dal portellone Beh considera che negli anni ottanta il contagiri era visto ancora come un contenuto di valore eh. Molte Mercedes addirittura, lo facevano pagare da parte.
  7. Nel senso che sarebbe stato più logico mettere un aeromobile meno capiente? Mi ricordo che a metà anni novanta, proprio per questo motivo, sulla rotta Torino - Roma Alitalia aveva sostituito gli Airbus (non mi ricordo il modello...) con dei più umili MD-80. Pare che da un certo periodo in poi, il volo partisse sempre semivuoto e la cosa non risultava conviente, per la compagnia.
  8. Senza capirne molto di queste cose, mi viene da pensare che quel volo dev'essere stato un bagno di sangue per la compagnia...pero' dev'essere stata anche un'esperienza unica per il passeggero!
  9. Sì, beh...sulle cinque porte, sono d'accordo se escludiamo la LN/LNA che di porte ne aveva tre e per i puristi forse era un po' un ibrido, essendo la sorella della Peugeot 104 (pero' i motori erano Citroen, vale la pena ricordarlo). Sulla questione del contagiri...no, a onor di cronaca. Le versioni base spesso non lo avevano, come ricordo per esperienza diretta e come anche queste foto testimoniano:
  10. Il che mi sembra coerente con il passato storico della casa... D'altra parte chi nei decenni passati comprava Kadett, o Ascona, o Vectra, sapeva benissimo di comprare una macchina che sicuramente non faceva girare la testa ma che senz'altro era "di sostanza". Oggetti particolari come Calibra 4x4 Turbo e Omega Lotus non rientrano nel contesto.
  11. Non ricordavo che la Axel avesse il contagiri. Non era un equipaggiamento molto diffuso, nel suo segmento, all'epoca.
  12. Siamo in quattro. Ho sempre avuto un debole per la 928, che per me rimane una granturismo dal notevole fascino. Peraltro la Porsche stessa l'aveva pensata come vettura utilizzabile tutti i giorni, e infatti i kilometraggi degli esemplari che si trovano in vendita lo dimostrano.
  13. Più precisamente una HF Integrale 16v, il modello '89...si riconosce per la gobba sul cofano (oltre ai passaruota allargati già presenti sulla precedente HF Integrale 8v). Non posso sopportare la vista di un attrezzo del genere, ridotto in questo stato...
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.