Jump to content

Search the Community

Showing results for tags 'bmw'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Autopareri Answers
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
    • Consigli per l'Acquisto dell'Automobile
    • Riparazione, Manutenzione e Cura dell'Automobile
    • Assicurazioni RCA - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Rumors and Spies Cars
    • Funzionamento della sezione Novità ed Anteprime
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobility
    • Mobility and Traffic in the City
    • Traffic on Highways
  • Off Topic on Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • Vuoi farti pubblicità su Autopareri?
  • Il sito Autopareri

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Professione


Interessi


Biografia


Quotes


Website URL


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

  1. Prime foto spia per la prossima M5! autoevolution
  2. Serie 4 GC segue di qualche giorno il debutto dell'elettrica i4. Esteticamente non v'è granché da segnalare poiché vediamo riadattati gli stilemi di 4 Coupé sul corpo vettura alternativo da 4,78m, uniti alle maniglie a filo carrozzeria già viste su i4 e probabilmente nuovamente segno distintivo delle future BMW. Da segnalare 470 l di bagagliaio, un cx di 0,26 e 4,78 metri di lunghezza. Parlando di motori, l'offerta prevede tre benzina 420i da 184 cv, 430i da 245 cv, M440i xDrive (mild hybrid) da 374 cv e un diesel 420d (mild hybrid) da 190 cv disponibile anche con trazione xDrive. Press Release: BMW Italia Topic Spy: ➡️ BMW Serie 4 Gran Coupé 2021 - Prj. G26 (Spy)
  3. Rolls-Royce to skip hybrids and go straight to EVs It seems the industry's future propulsion method is sealed: electric cars will begin to take priority over the internal combustion engine. While some automakers buy time and green credentials with hybrid systems, Rolls-Royce has zero plans for such a stop-gap. Autocar reports that Rolls-Royce is not looking into expanding its portfolio of vehicles with hybrid technology. Instead, the marque will pursue electric cars. “Electrification is the way forward—and there will be no in between steps for us like hybridization,” Rolls-Royce CEO Torsten Müller-Otvös told the British publication. “It is the propulsion system for the future, make no error. There is a time—nobody can predict when—when there will be no combustion engines. That will take a long, long time, but it will happen.” But, even speaking of electric powertrains, Müller-Otvös said only when the technology is suitably developed will Rolls-Royce swap out V-12 engines for batteries and electric motors. Recall, Rolls-Royce in 2011 tested the waters with an electric Phantom concept but found the lack of range and charging infrastructure to be too much of a shortcoming. Even with today's battery technology, it's not quite up to Rolls-Royce standards. “The Rolls-Royce brand is not, in a way, a game-changer when it comes to revolutionary technology. Our customers are doing so for reasons of utmost luxury, so there can be no imperfections." He did state access to the BMW Group's electric powertrains will be an asset when Rolls-Royce does finally introduce such technology. In the meantime, however, the focus will be on opulence and delivering a luxurious driving experience. http://www.motorauthority.com/news/1111376_rolls-royce-to-skip-hybrids-and-go-straight-to-evs
  4. The BMW Concept XM – power and luxury beyond all conventions. Munich. At Art Basel’s 2021 Miami Beach show, BMW M GmbH is presenting an expressive new vehicle concept on the global stage for the first time: the BMW Concept XM. Munich. At Art Basel’s 2021 Miami Beach show, BMW M GmbH is presenting an expressive new vehicle concept on the global stage for the first time. The BMW Concept XM looks ahead to the most powerful BMW M car ever to go into series production, which is set to begin at the end of next year. At the same time, the BMW Concept XM shines the spotlight on standout aspects of the M brand. Electrification underpins an extraordinary driving experience which allows the driver to both glide along in near silence and enjoy the time-honoured pleasure of high performance, M-style. The BMW Concept XM provides a first glimpse of the new front-end design for BMW’s forthcoming luxury-class models. It will also introduce its audience to a highly progressive and distinctive take on BMW X model design and an all-new form of luxury and sense of space for the interior. The series-production model – the BMW XM – will be built from the end of 2022 at BMW Group Plant Spartanburg in the USA, the most important sales market for the new high-performance car. BMW M will therefore be introducing its first standalone vehicle since the legendary BMW M1 in the year it celebrates its 50th anniversary. The BMW XM will be available in plug-in hybrid form only and exclusively as an M model. The bold exterior styling of the Concept XM reflects the car’s exceptional performance attributes: dynamism, agility and precision, plus an all-electric range of up to 80 km. The newly developed M Hybrid drive system in the BMW Concept XM brings together a V8 engine and a high-performance electric motor to develop maximum output of 550 kW/750 hp and peak torque of 1,000 Nm (737 lb-ft). The first electrified vehicle from BMW M GmbH in the high-performance segment is therefore pointing the way for the future of the brand. “The BMW Concept XM represents a complete re-imagining of the high-performance car segment,” says Franciscus van Meel, CEO of BMW M GmbH. “It underlines the ability of BMW M GmbH to break with established conventions and push boundaries in order to offer fans of the brand the ultimate driving experience. The series-production car – the first pure BMW M model since the legendary BMW M1 – also shows how we are approaching the step-by-step electrification of our brand.” BMW M goes its own way in the luxury segment. The BMW Concept XM sees BMW M GmbH forging a distinctive path in the luxury segment. The car’s exterior majors on presence and extrovert appeal. Inside the car, a special take on the driver-focused cockpit for which M models are renowned meets an all-new rear compartment design: with its high-comfort seats and illuminated, sculptural headliner, the M Lounge offers passengers a luxurious retreat. “The design of the BMW Concept XM is an extravagant statement by BMW M in the heart of the luxury segment,” says Domagoj Dukec, Head of BMW Design. “It has a unique identity and embodies an expressive lifestyle like no other model in the BMW line-up.” The front end: progressive design for maximum presence. The BMW Concept XM debuts the new, progressive front-end design for BMW’s luxury-class models, a version of which will be seen for the first time in 2022 as part of the BMW model offensive in the luxury segment. The headlights have been split into two separate modules, a new design feature which creates a visually arresting appearance. The daytime driving light signature in the sharply styled, slim upper module is particularly eye-catching. The horizontal kidney grille sits boldly between the headlights and tapers towards the outer edges, producing a near-octagonal outline that emphasises the front end’s dynamic character. The black kidney grille elements are enclosed within an intricate surround and appear almost to be floating freely within a High-gloss Black surface. M-style double bars within the grille add to the perception of width. Eye-catching contour lighting sets off the grille to fine effect, ensuring the striking composition of kidneys and daytime driving lights is immediately recognisable in the dark as well. The new XM logo in the kidney grille and the large air intakes hint at the power of the V8 engine, which teams up with the electric motor to form the M Hybrid system. M-specific details point to compromise-free performance. The glasshouse of the BMW Concept XM rises up vertically, accentuating the front end’s strong, imposing feel. The colour of the roof contrasts with the black finish of the A-pillars. The windscreen seems to have an even heavier rake as a result, injecting modern dynamism into the front end. Slim LED searchlights have been incorporated into the roof above the A-pillars. The boldly sculpted bonnet extends the contours of the kidney grille back in the form of two power domes. A pair of air intakes in the bonnet mimic the appearance of the LED searchlights in the roof and add extra dynamic flair. Framing the statuesque body at its lower edge are the clean-cut black surfaces of the front apron. Triangular body-coloured blades at the outer edges accentuate the vertical air intakes while emphasising the sporty and robust stance of the BMW Concept XM. The side view: an expression of unbridled dynamism. The powerful and heavily contoured proportions of the BMW Concept XM highlight the car’s resolutely standalone identity and draw the eye to the coupé-like character of the body. The visually striking front end, long bonnet and stretched, sloping roofline present a characterful two-box design with a distinctive outline. The window graphic narrows significantly as it approaches the rear, enriching the dynamism of the side view. The two-tone paint finish of the BMW Concept XM further accentuates its distinctive lines: the upper section is in matt gold-bronze, while the lower section sports the Space Grey metallic shade. Below the window graphic, a broad, High-gloss Black line – the “black belt” – separates the two exterior colours. The signature M exterior mirrors give the car a clean-cut and technical, sporty edge. The charging flap rearwards of the front-left wheel is a reminder of the M Hybrid drive system at work. Throughout the side view, deliberately short character lines, which start off boldly before fading softly, accentuate the car’s agile, modern feel. The expressive rear lights extend well into the car’s flanks and create an eye-catching transition into the rear. The black cladding typical of BMW X models above the wheels and on the side skirts is very clearly defined and gives the body an elevated appearance. The elongated body sits on 23-inch light-alloy wheels, which bring extra power and solidity to the side view. The rear : powerful stature and newly interpreted design. The design of the rear end likewise accentuates the car’s powerful stature, and the BMW Concept XM cuts a low and sporty figure from this angle. The rear window is inserted almost seamlessly into the rear end. The fresh interpretation of the design can also be seen in the arrangement of the BMW logo, which is laser-etched into the window below each of the two cant rails. This is a stylistic reference to the BMW M1, to date the only example of a standalone model developed exclusively by BMW M GmbH. Lower down at the rear end, prominently flared wheel arches draw attention to the car’s powerful stance on the road. Extremely slim and boldly L-shaped rear lights extending across almost the entire width of the rear add to the effect. The lights themselves have a dark appearance when not active, giving way to a precise and uniform shade of red when switched on. Dominating the rear apron are the characteristic twin tailpipes of BMW M models. The dual-branch, twin-tailpipe exhaust system employed here reduces backpressure for the V8 engine and also generates the emotionally rich M-typical soundtrack accompanying the engine’s imposing power delivery. The vertical arrangement and hexagonal interpretation of the tailpipes breathe new life into this classically iconic feature. The interior design – high performance and extrovert luxury. Inside the BMW Concept XM, the driver will find a distinctive M interpretation of driver-focused cockpit design. The lines and surface design of the instrument panel, centre console, door trim and seats give the ambience in the front compartment a progressive feel with their powerful geometry and high-quality materials. Brown, vintage-look leather, copper and carbon fibre create a bridge between luxury and motor sport. A bold trim element provides clear visual separation between the driver’s area and the other sections of the car. Inside the cockpit area, a decorative surface made from carbon fibre with interwoven copper thread creates a sporty and exclusive base for displays, air vents and control/operating elements. The new BMW Curved Display screen grouping positioned above it creates a neat balance between traditional driver focus and modern digitality. Red accents on the steering wheel and centre console are M-specific references to the car’s sporting prowess. A trio of vertical elements presented in the three colours of the BMW M brand logo form the heart of the centre console. Spacious and luxurious: the M Lounge. The unwavering driver focus of the front compartment contrasts with the extravagant and luxurious lounge-like ambience in the rear of the BMW Concept XM. Special materials, visually powerful surfaces and expressive details turn the rear seats into the unique M Lounge, black-tinted rear side windows underscoring the abiding sense of privacy here. While warm brown leather dominates the cockpit, the rear is decked out in the rich colour shade Petrol. The large rear seat bench with its deep seat recesses forms an inviting space to relax. Only the diamond-shaped area of the head restraints – which provides the supporting function familiar from BMW M Sport seats in other models – is leather-trimmed. The lower sections of the seats offer high comfort and an exclusive couch character with their luxurious velvet upholstery and diamond quilting. Deep-pile carpeting with a diamond pattern adds to the exclusive impression. Illuminated and sculptural: the headliner . The visual highlight of the cabin is its headliner with a three-dimensional prism structure. A combination of indirect and direct lighting produces a relief-like structure which showcases the headliner as an exclusive work of art. Together with the ambient lighting, it highlights the BMW Concept XM’s blend of luxury and comfort to extremely striking effect. The ambient lighting can be activated in the three BMW M colours. BMW Curved Display with M-specific user interface. Based on the latest generation of BMW iDrive, the M-specific version of the control/operation system translates the high-performance character of the BMW Concept XM into the digital world. Showcased in the familiar three M colours, the user interface lends itself perfectly to a sporty driving experience. It visualises the modes of the hybrid drive system as well as the pure-electric driving mode with captivating aesthetic appeal. The BMW Curved Display provides the perfect stage for showing off this bespoke design and previews the user interface that will bring extra intensity to the driving experience in all future BMW M models. Overview The BMW Concept XM embodies an expressive new vehicle concept: a zero-compromise BMW M with striking BMW X design language. The new, progressive front-end design of BMW’s forthcoming luxury-class models can be seen for the first time on the BMW Concept XM. The slim and iconic daytime driving lights and the eye-catching contour lighting of the kidney grille are the main focal points. The series-production model – the BMW XM – will be produced from the end of 2022 at BMW Group Plant Spartanburg in the USA, the most important sales market for the new high-performance model. BMW M GmbH will therefore be presenting the first standalone M model since the legendary BMW M1 in the year it celebrates its 50th anniversary. The BMW XM will be the first electrified high-performance model in the BMW M portfolio. It will be available as an M Hybrid only. The newly developed M Hybrid drive system combines a V8 engine with a high-performance electric motor. It generates maximum output of 550 kW/750 hp and peak torque of 1,000 Nm (737 lb-ft). The drivetrain enables an all-electric range of up to 80 km. The first electrified vehicle from BMW M GmbH for the high-performance segment therefore points the way for the future of the M brand. Vehicle design: Bold, robust and new – the expressive design of the BMW Concept XM represents an emotionally potent statement beyond all norms and conventions. Exterior design: The impactful exterior design forms a visually expressive silhouette that exudes presence. The strikingly sculpted surfaces and extravagant lines create a unique design language. Interior: With its exclusive materials and the luxurious M Lounge in the rear, the cabin reflects the groundbreaking character of the BMW Concept XM. The sculptural, illuminated headliner is a special highlight that gives the spacious rear compartment a sense of extravagance. https://www.press.bmwgroup.com/global/article/detail/T0357372EN/the-bmw-concept-xm-–-power-and-luxury-beyond-all-conventions ---- Fonte IG BMW M, concept BMW XM.
  5. Debutta al CES la versione top di gamma di iX, la nuova M60. Il set-up elettrico a sei fasi con doppio inverter è composto da due motori capaci di arrivare sino a 618 cv in modalità Sport, una potenza massima ben superiore a quella standard, di tutto rispetto, di 540 cv disponibili in modalità di guida normale. Anche la coppia è davvero impressionante: se di base registra 1.015 NM, grazie al Launch Control può arrivare sino ai 1.100Nm per un'accelerazione da 0 a 100 km/h in soli 3.6s. Le batterie a ioni di litio, dal pack di 106.3 kWh garantiscono fino a 450km di autonomia a ricarica completa. Modifiche anche all'assetto e alle sospensioni, attuate dal reparto M. Esteticamente troviamo poche differenze rispetto ad una iX con il pack estetico M e cioé i cerchi Aero bicolore da 21'', i loghi M60, pinze freni blu e il pack estetico BMW Individual Bronze (optional). Altre caratteristiche standard includono dispositivi di sicurezza attiva come il cruise control adattivo, l'assistenza automatica degli abbaglianti, una telecamera di parcheggio a 360 gradi e Parking Assistant Plus, che parcheggia automaticamente l'auto con interferenze minime da parte del conducente. Inoltre, troviamo anchce la ricarica del telefono wireless, un hotspot Wi-Fi 5G ed il sistema audio premium Bowers And Wilkins. In vendita da Giugno 2022. Sempre al CES, BMW ha presentato una iX con vernice cangiante! Press Release: BMW Italia Il thread verrà successivamente unito a quello di iX
  6. Se quello beccato mesi fa si rivelò essere semplicemente un veicolo laboratorio (lo trovate in Area 51), queste foto dovrebbero essere proprio le prime relative all’aggiornamento di metà carriera dell’attuale X5.
  7. Ecco i primi muletti con carrozzeria definitiva del BMW XM (ex X8). Motor.es
  8. Compact press release Press release completa ➡️ CLICCA QUI! Specifiche tecniche ➡️ CLICCA QUI! Topic Spy: ➡️ BMW Serie 2 Coupé 2022 - Prj. G42 (Spy) 220i - 220d M240i via BMW
  9. Motor.es Dimenticatevi l'attuale, questa non sarà altro che la versione EV della Serie 3.
  10. Prime foto ufficiali per la nuova elettrica derivata dalla Serie 4 Gran Coupé di prossimo debutto. Al lancio saranno disponibili due varianti, la i4 eDrive40 da 340 cv e 590 km di autonomia in elettrico (WLTP) e la prima elettrica di BMW firmata dal dipartimento sportivo M, cioé la i4 M50 capace di 544 cv e 510 km di autonomia a carica completa. Esteticamente riprende qualche dettagli del concept, soprattutto davanti e presenta le nuove maniglie a filo con la carrozzeria. All'interno troviamo il nuovo infotainment BMW iDrive, con display unico, curvo, ripreso da quello visto su iX. i4 M50 Press Release: BMW Italia Topic Spy: ➡️ BMW i4 2021 - Prj. G26 BEV (Spy) / ➡️ BMW i4 M 2021 - Prj. G26 BEV (Spy) Terribile, davvero di cattivo gusto secondo me, paraurti posteriore incluso.
  11. La Serie 5 G60, stando alle news che ho appena letto su un forum specializzato, incentrerà la gamma sul modello BEV i5, che dovrebbe seguire la stessa filosofia vista con iX3 e che a breve vedremo con i4 (quindi poche differenze estetiche tra ICE ed Elettrica). La gamma potrebbe comprendere modelli come le i530, i540 xDrive, i5 M50 xDrive. Magari @4200blu potrà confermare o smentire qualcosa.
  12. L’unico monovolume di Monaco giunge alla sua seconda generazione mantenendo la piattaforma precedente con opportune modifiche ed upgrades. Il divisivo linguaggio stilistico viene proposto anche qui, con due grandi reni che spiccano nel frontale, adornato dalle ormai immancabili prese d’aria con sviluppo verticale. Dietro, un look più pulito, grazie anche all’adozione di nuovi fari a LED; mentre in fiancata fanno capolino le nuove maniglie a filo con la carrozzeria. Rivoluzione dentro, con materiali più pregiati ed un design di plancia inedito e molto vicino a quello dell’elettrica iX, grazie anche alla presenza del nuovo infotainment con schermo unico, BMW Curved Display, che integra strumentazione (10.25’’) e media (10.7’’). L’infotainment BMW Operating System 8, inoltre, è dotato di assistente vocale e di connessione 5G. Addio alla manopola iDrive, adesso nel bracciolo centrale, sospeso, troviamo giusto il cambio e qualche comando a sfioramento. Il bagagliaio aumenta di 90 litri rispetto alla prima generazione e può raggiungere un massimo di 1455 l a sedili completamente ribaltati. Infine, la gamma motori spazia dai benzina 218i (136 cv e 230 Nm), 220i (155 cv e 240 Nm), 223i (204 cv e 320 Nm) al diesel 218d (150 cv e 340 Nm) sino alle plug-in dotate del 1.5 + motore elettrico e batterie da 14.9 kWh con potenze da 245 cv o 326 cv. Press Release: BMW Topic Spy: ➡️ BMW Serie 2 Active Tourer 2022 - Prj. U06 (Spy)
  13. Nuove sospensioni “Lift-Related” La BMW ha anche equipaggiato la nuova Serie 3 con quella che chiama ammortizzatori “Lift-Related“, una novità per un modello di produzione BMW. Secondo BMW, questa nuova sospensione innovativa può: Questi nuovi ammortizzatori sono in realtà una grande parte del motivo per cui la BMW ha portato la nuova Serie 3 al ‘Ring per i test. Spiega Peter Langen, Responsabile della guida dinamica. Più bassa e più sportiva con l’allestimento M Sport Mentre questi nuovi ammortizzatori sono di serie sulla BMW Serie 3, che ha già un’altezza di guida ridotta rispetto al suo predecessore, sarà disponibile una versione di M Sport che abbasserà l’auto di ulteriori 10 mm. I tester affermano che la sospensione M Sport sia più rigida del 20 % e molto più sportiva rispetto alla configurazione standard. In passato, la sospensione M Sport era, onestamente, non così apprezzabile, almeno in termini di prestazioni definitive. “Abbiamo anche reso le sospensioni M Sport molto più sportive, con cuscinetti e barre stabilizzatici più rigidi, molle più rigide e rinforzi aggiuntivi al telaio.” BMW ha anche ottimizzato il nuovo sistema sterzante, con una nuova cremagliera a rapporto variabile per essere più precisa, meno nervosa e più prevedibile. Ci sarà anche un differenziale posteriore a slittamento limitato a controllo elettronico disponibile sulla nuova Serie 3. Anche se è probabile che sia disponibile sulla BMW M340i, è comunque bello sapere che sarà un’opzione. Spiega Peter Langen, Responsabile della guida dinamica. Lo stile esterno: il doppio rene non è più doppio Inconfondibile il segno distintivo di BMW – il doppio rene – che viene anche qui modificato in un unico elemento con un punto di congiunzione al centro, così da fornire un nuovo sguardo alla rinnovata BMW Serie 3 2019. La vettura ha un’ottica anteriore completamente rinnovata, che si riallaccia idealmente a quella della BMW Serie 3 E46 LCI dei primi anni 2000. Le analogie finisco lì, perché la nuova BMW Serie 3 è equipaggiata di serie con proiettori Full LED, mentre sono disponibili – per la prima volta in assoluto – proiettori con tecnologia LASER. Essi sono distinguibili dal diverso profilo degli “Angel Eyes” anteriori di profilo esagonale e dall’accenno di blu presente al di sotto di questi ultimi. Inoltre assieme alla tecnologia LASER, si utilizzano fari Adaptive LED Light. Scendendo verso il basso abbiamo due grandi filoni: M Sport e Sport Line. La prima presenta un paraurti molto “generoso” nelle aperture, che è una diretta evoluzione del precedente, mentre la declinazione Sport Line è completamente rinnovata e distinguibile dai profili ” T ” che sono inseriti all’interno del paraurti anteriore e che contornano i fendinebbia. Lungo la linea laterale, il trattamento delle superfici enfatizza la dinamica della vettura, che appare “in movimento da ferma” pur senza apparire sovraccarica. Discorso a parte merita l’Hoffmeister’s Kink – il “gomito” tipico di BMW – che è stato completamente evoluto ed integrato nella finestratura laterale. In questo modo si è creato un effetto “sospeso” del vetro laterale posteriore, dando una sensazione di leggerezza ai volumi complessivi. Al posteriore più “presenza” Il volume del baule è più marcato, facendo apparire il terzo volume molto più importante di prima, con i tipici fanali “L-Shape” che sono creati cromaticamente. Difatti la parte bassa rimanda al design tipico di BMW, mentre la parte trasparente (che include indicatori di direzione e luci di retromarcia) è a sormonto della stessa, creando il gioco cromatico che enfatizza la geometria delle luci. I terminali sono sempre due e sono in diametro da 80 o 90 mm a seconda della motorizzazione scelta. Le tinte esterne al lancio saranno 2 pastello e 10 metallizzate, tra cui le nuove Portimao Blue metallic e Vermont Bronze metallic. Inoltre, sarà disponibile – come paletta BMW Individual – la tinta Dravite Grey metallic, una novità nella gamma cromatica. La gamma motori Si parte con il 4 cilindri della BMW 330i che è spinta dal B48 2.0 litri turbo da ben 190 kW / 258 CV costanti tra 5000 e 6500 rpm, mentre la coppia si ferma 400 Nm, ma costanti tra 1550 e 4400 rpm: un motore dall’erogazione “elettrica”. Lo 0-100 km/h viene coperto in 5.8 secondi e la velocità massima è di 250 km/h autolimitati. Il consumo medio di carburante – secondo ciclo WLTP – è pari a 6.1 – 5.8 litri / 100 km. (a seconda degli pneumatici utilizzati). Il meno potente – attualmente – dei 4 cilindri turbo benzina da 2.0 litri è rappresentato dalla 320i che eroga 135 kW / 184 CV tra 5000 e 6500 rpm, mentre la coppia massima di 300 Nm è costantemente presente da 1350 rpm e 400 rpm. Un propulsore con una gran bella schiena insomma. La velocità massima è di 238 km/h e lo sprint da fermo a 100 km/h è coperto in 7.2 secondi. Il consumo medio di carburante è pari a 6.0 – 5.7 litri / 100 km. Diesel? Tutti biturbo! La tecnologia TwinStage o biturbo sequenziale si è resa necessaria per migliorare il rendimento volumetrico del propulsore. Ora grazie al piccolo turbocompressore ed alla geometria variabile della turbina, in associazione al turbocompressore grande a geometria fissa, il sistema realizza risposte rapide, consentendo una maggiore coppia quando si lavora a regimi medio-bassi. Sotto carichi parziali, il turbocompressore a più stadi consente un consumo di carburante significativamente più basso e quindi anche emissioni minori. E gli iniettori a solenoide del sistema di iniezione diretta common rail ora forniscono il carburante al camere di combustione a una pressione fino a 2.500 bar (BMW 318d: fino a 2200 bar). L’altra 4 cilindri è la 320d, spinta dal 2.0 litri biturbodiesel che eroga 140 kW / 190 CV a 4000 rpm, mentre la coppia massima di 400 Nm è disponibile in maniera costante tra 1750 e 2500 rpm. L’accelerazione 0-100 km/h è coperta in 7.1 secondi, che scendono a 6.8 se la si accoppia alla trasmissione automatica ad 8 rapporti di ZF. La velocità massima per entrambe è di 240 km/h. Il consumo medio di carburante – secondo ciclo WLTP – è di 4.7 – 4.4 litri /100 km che scendono a 4.5 – 4.2 litri / 100 km se si abbina lo ZF8HP. La 320d è disponibile anche con la trazione integrale xDrive, che non modifica l’altezza totale della vettura. Il classico sprint si completa in 6.9 secondi (solo automatica la trasmissione), mentre il consumo di carburante si ferma 4.8 – 4.5 litri / 100 km. La velocità massima è leggermente inferiore: 233 km/h. Il meno potente 4 cilindri a gasolio che muove la 318d (sempre biturbo) eroga 110 kW / 150 CV a 4400 rpm ed una coppia massima di 320 Nm costanti tra 1500 e 3000 rpm. La velocità massima qui si ferma a 226 km/h (222 km/h con l’automatico ZF8HP), mentre lo 0-100 km/h viene coperto in 8.5 secondi (8.4 s). Il consumo medio è di 4.5 – 4.2 litri / 100 km (4.4 – 4.1 litri / 100 km). Passiamo ai 6 cilindri… Il potente 6 cilindri 3.0 litri turbodiesel B57 è accoppiato esclusivamente alla trasmissione automatica ad 8 rapporti di ZF ed eroga 195 kW / 265 CV a 4000 rpm con una mostruosa coppia di 580 Nm costanti tra 1600 e 3000 rpm. Lo sprint 0-100 km/h è coperto in 5.5 secondi, raggiunge una velocità massima di 250 km/h (autolimitata) ed il consumo si assesta a 5.2 – 4.8 litri / 100 km. Normative Euro6d-Temp? Soddisfatte con la tecnologia BMW BluePerformance Tutti i diesel sono equipaggiati con la tecnologia BMW BluePerformance per l’abbattimento degli inquinanti. Essi comprendono un sistema di ossido-riduzione catalitico, un filtro anti-particolato (DPF) ed un sistema selettivo (SCR) che utilizza l’agente ADBlue per abbattere gli NOx, in combinazione con un filtro catalitico che svolge la medesima funzione. Diamoci una scossa: BMW 330e disponibile dall’estate 2019 Disponibile dall’estate la nuova BMW 330e con la rinnovata tecnologia BMW eDrive, è in grado di percorrere 60 km in modalità esclusivamente elettrica e di emettere solo 39 g di CO2 al km, secondo normative omologative WLTP. La combinazione del motore termico 4 cilindri 2.0 litri e del motore elettrico integrato nel cambio automatico di ZF ad 8 rapporti, eroga in continuo ben 185 kW / 252 CV che possono salire temporaneamente a 215 kW / 292 CV con la funzione XtraBoost. Lo scatto da fermo a 100 km/h è coperto in appena 6 secondi. Il posizionamento delle batterie (ioni di Litio) al di sotto dei sedili posteriori e lo spostamento del serbatoio di carburante al di sotto del vano baule, hanno evitato di ridurre di molto lo spazio disponibile ai bagagli. La BMW M340i xDrive: bye bye ronzio elettrico Vi stavate chiedendo: “dov’è il 6 cilindri turbobenzina da 3.0 litri?” Eccolo qui: il nuovo B58 con tecnologia BMW M Performance è in grado di erogare 275 kW / 374 CV con una coppia massima di 500 Nm! Lo scatto da fermo a 100 km/h è coperto in appena 4.4 secondi. E la BMW M3 cosa farà? Per raggiungere queste performance straordinarie, tutto è affidato alla trasmissione automatica Sport realizzata da ZF. L’otto rapporti ha una taratura più sportiva, con l’utilizzo di funzioni Launch Control, sistema xDrive ottimizzato ed un tempo di cambiata sensibilmente ridotto. Il differenziale BMW M Sport ora disponibile per 330i e 330d Il differenziale sportivo BMW M ottimizza trazione, agilità, stabilità e dinamiche in curva. Il differenziale sportivo M per l’asse posteriore è disponibile come opzione per i modelli BMW 330i e BMW 330d in combinazione con sospensioni M Sport o Sospensione adattiva M. Il blocco a controllo elettronico, completamente variabile la funzione nel differenziale posteriore, aiuta a migliorare sensibilmente la trazione e la percorrenza in curva. E il blocco differenziale attivo ha un effetto positivo sulla stabilità direzionale e sui cambi di direzione. Un amico in curva Utilizzando il sistema DSC per limitare con precisione l’uguaglianza della velocità di rotazione tra ruota interna ed esterna quando si trovano in percorrenza di una curva, migliora il trasferimento di potenza sulla strada in tutte le situazioni di guida. L’effetto di bloccaggio prodotto dal motore elettrico consente di avere una coppia di 1.500 Nm reindirizzata dalla ruota che gira più velocemente a quella che gira più lentamente. Questo significa che, durante le curve veloci, ad esempio, qualsiasi tendenza al sottosterzo può essere neutralizzato in modo efficace. Qui, la potenza del motore – che non può essere trasferito sulla strada dalla ruota scarica all’interno della curva, dato che è suscettibile allo slittamento – è deliberatamente spostata sulla ruota all’esterno della curva piuttosto che applicare i freni per neutralizzare il suo effetto. Questo attira l’auto alla curva con slancio dinamico e tutta la potenza del motore è sfruttata per fornire una guida sportiva. Gli interni La BMW Serie 3 2019 si rinnova completamente negli interni, abbracciando la filosofia già avviata con le nuove BMW Serie 8 e BMW X5. Balza all’occhio il nuovo Virtual Cockpit che racchiude in uno schermo da 12.3″ tutto lo scibile per governare la vettura. A questo si accoppia il rinnovato sistema iDrive 7.0 che è possibile comandare mediante Touch Screen, Comandi Vocali (Voice Control), iDrive selector ed iDrive Touch. Oltre ovviamente alla connettività estesa mediante AppleCar Play ed Android Auto. Inoltre sarà disponibile – più avanti – il servizio ALEXA di Amazon. Già disponibile il sistema BMW Intelligent Personal Assistant “Hey, BMW“ che realizza una funzione “Concierge” per il guidatore e passeggeri in grado di aiutarlo nell’organizzazione dei viaggi, degli impegni personali o semplicemente ricercare il proprio brano musicale preferito. Inoltre, sostituisce in toto il libretto di uso e manutenzione, poiché sarà possibile interrogare la propria BMW sullo “stato di salute” di alcuni componenti o sugli intervalli di sostituzione dell’olio o dei normali livelli. Praticamente è una Learning-Machine. Volgendo lo sguardo al tunnel centrale, notiamo l’assenza della leva del freno a mano, sostituita da un “normale” pulsante e lo spostamento dell’avvio motore sul medesimo tunnel. Più spazio per portaoggetti e per governare le funzioni della trasmissioni e della dinamica dell’auto. Così come è stato ripensato il comando clima, che ora è completamente integrato al di sotto delle bocchette centrali con un piccolo display ed alcuni pulsanti con finitura metallica per comandare le funzioni più immediate. 4 Lines: Advantage – Sport Line – Luxury Line – M Sport Il modello Advantage include lo specchio retrovisore centrale auto-anabbagliante, climatizzatore automatico a tre zone e Park Distance Control con sensori anteriori e posteriori. Il modello Sport Line sottolinea il carattere agile del nuova BMW Serie 3 berlina con caratteristiche tra cui le finiture BMW Individual Shadow Line Lucida per la finestratura laterale, oltre alle barre del doppio rene, grembliature ed altri elementi decorativi in nero lucido. Negli interni saranno presenti finiture in nero lucido e sedili sportivi per il guidatore e il passeggero anteriore. La Luxury Line utilizza applicazioni cromate per il rene BMW, prese d’aria anteriori e grembiule posteriore per esaltare anche il lato elegante della vettura più prominente. Rivestimenti in pelle Vernasca, cruscotto e pannelli laterali sono rifiniti in Pelle Sensatec e finiture in legno pregiato con bordi in Cerium Grey rendono l’ambiente molto comfortevole. La variante del modello M Sport della nuova BMW Serie 3 Sedan è tutta focalizzata al dinamismo ed all’aspetto dell’auto. In linea con i suoi allestimenti specifici per la telaistica, questa variante presenta prese d’aria particolarmente grandi al paraurti anteriore, così come nuove minigonne e un estrattore maggiorato al paraurti posteriore. Questi elementi sono uniti dalla finitura esterna BMW Individual Shadow Line, barre dei reni in nero lucido, bocche d’aria in nero luci e l’estrattore posteriore Dark Shadow. Il design degli interni è focalizzato sull’esperienza di guida sportiva della vettura, grazie – tra altre cose – ai sedili sportivi con rivestimento specifico M, al volante BMW M in pelle, al rivestimento interno con inserti BMW Individual color antracite e listelli decorativi in alluminio tetragon. Cartella stampa completa Specifiche tecniche Highlights Topic Spy ->https://www.autopareri.com/forums/topic/61530-bmw-serie-3-vii-prj-g20-spy
  14. BMW Media BMWBlog Poi magari sarà da unire al topic di X3 Facelift.
  15. Primi test anche per la presunta M4 CSL autoweek.nl + motor.es
  16. Concept in arrivo prefigurante l'idea di nuova mobilità di BMW. Press Release: BMW L'approccio al Circular Design secondo il BMW Group Abbiamo considerato attentamente il concetto di circolarità fin dall'inizio durante il processo di progettazione della BMW i Vision Circular. Di conseguenza, questo Vision Vehicle è ricco di idee innovative per combinare la sostenibilità con una nuova estetica ispiratrice - questo approccio lo chiamiamo design circolare. Il design circolare abbraccia i quattro principi di RE:THINK, RE:DUCE, RE:USE e RE:CYCLE Adrian van Hooydonk, Head of BMW Group Design Ad esempio, il "classico" doppio rene BMW qui è stato RE:THINK e RE:USE. Invece di avere un rivestimento cromato con barre, il doppio rene è stato recentemente interpretato come una superficie digitale. Le superfici della griglia, si estendono su tutta la larghezza del frontale, fondendo i fari e la griglia in un'inconfondibile "doppia icona" che continuerà ad essere un chiaro identificatore BMW. Allo stesso tempo, le superfici renali vengono trasformate in un'interfaccia grafica. Inoltre, è stata creata una nervatura digitale, che dona profondità al frontale, che è stata già utilizzata in passato sul doppio rene "fisico". Questa linea grafica forma un tema ricorrente che si ritrova anche nelle finestre, nella parte posteriore, nel tetto, nelle ruote e nei rivestimenti per pavimenti. La BMW i Vision Circular non ha altri elementi aggiuntivi o distintivi del tipo attualmente utilizzato per indicare la qualità. Il logo del marchio sulla parte anteriore è inciso e il distintivo del veicolo è inciso a laser per evitare di utilizzare ulteriori componenti aggiuntivi. Le superfici sotto il parabrezza sono realizzate in alluminio secondario. Un ulteriore cluster di sensori tra i due elementi del rene, raggruppa caratteristiche tecnologiche, consentendo un semplice smontaggio all'interno di un singolo elemento rimovibile. L'area del paraurti più in basso è realizzata in plastica riciclata con una sofisticata superficie marmorizzata. La superficie laterale...un nuova fiancata per BMW La BMW i Vision Circular ha un chiaro design mono-volume composto da un piccolo numero di parti, con la gamma di diversi materiali utilizzati ridotti al minimo. Il veicolo si estende in un volume ininterrotto dall'assale anteriore a quello posteriore, offrendo una generosa vivibilità interna in un piccolo ingombro. Anche in posizione di arresto, il tetto rialzato ed il design "cab-forward", conferiscono alla silhouette compatta l'aspetto di un'impennata dinamica. Le ruote sono posizionate quasi ai limiti esterni del veicolo, combinandosi con i passaruota sporgenti per produrre un hunkered-down, tipicamente sportivo. Insieme alla sua architettura elettrificata, il Vision Vehicle offre un interno di lusso su una piccola impronta di auto. L'ampio vano passeggeri vetrato a filo conferisce ai fianchi un senso di modernità e leggerezza. Invece di utilizzare una striscia di finitura cromata come contorno per la grafica dei finestrini, c'è una superficie digitale sottile che si estende come un nastro intorno al gomito di Hofmeister. Questo non è solo un elemento stilistico, ma anche una superficie utilizzata per mostrare informazioni sullo stato del veicolo e guidare gli utenti verso l'apriporta utilizzando la luce mentre si avvicinano all'auto. Quando l'apriporta viene toccato, le due porte del veicolo si aprono in direzioni opposte, rendendo facile per il conducente e i passeggeri salire a bordo. Un posteriore "granitico" Il posteriore è compatto e muscolare e tutte le superfici dei display e le funzioni di illuminazione sono integrate in modo invisibile nel portellone di vetro scuro, replicando l'approccio adottato all'estremità anteriore. Quando l'auto è spenta, solo il logo BMW bidimensionale nella superficie di vetro scuro è visibile. L'accensione dell'auto attiva sia gli elementi di luce funzionali che la grafica della linea all'estremità anteriore. Sotto il portellone, una superficie chiaramente scolpita in acciaio secondario crea un movimento orizzontale sorprendente. Spostandosi più in basso, il paraurti nero perfettamente ottimizzato aerodinamicamente - anch'esso realizzato in plastica riciclata - completa il design della parte posteriore nel punto più basso rispetto alla strada. Pneumatici sostenibili Gli pneumatici in "Vivid Blue Rubber" sono realizzati in gomma naturale certificata, coltivata in modo sostenibile e hanno un aspetto leggermente trasparente. I cerchi sono progettati e realizzati con materiali minimi. I centri del cerchio con la massima permeabilità garantiscono il raffreddamento dei freni, mentre le superfici più chiuse al raggio esterno delle ruote garantiscono la massima efficienza aerodinamica possibile. Visibile solo guardando dall'alto, una pinna stretta è integrata centralmente nella sezione posteriore del tetto in vetro. Contiene la tecnologia di comunicazione e antenna e fornisce informazioni sullo stato del veicolo (aperto/chiuso, livello di carica della batteria, ecc.). Integra anche la luce del freno centrale alta montata. Gli interni "circolari" All'interno, la BMW i Vision Circular cerca di creare un ambiente lussuoso, utilizzando materiali e processi di produzione che sono indicativi di un approccio responsabile all'ambiente e alle sue risorse. Al fine di ridurre al minimo la quantità di rifiuti e scarti, tutti i componenti e i materiali saranno fabbricati esattamente utilizzando processi come la stampa 3D. Qualsiasi materiale eccedente sarà sistematicamente reinviato nel ciclo dei materiali. Lo schema cromatico di base per la cabina è composto da elementi in grigio tortora e la tonalità verde menta chiaro ("Monochrome Mint") utilizzato per il pavimento e pannelli di assetto laterali. Questo si coordina perfettamente con la finitura taupe/viola "Monochrome Taupe" per i sedili anteriori e posteriori per creare un'atmosfera moderna e familiare. Accenti in metallo oro-bronzo nello stesso paralume Anodized Mystic Bronze utilizzato per gli esterni aggiungono un contrasto caldo e sofisticato. Il tetto in vetro con una pronunciata collocazione all'indietro della testata del parabrezza dà a coloro che si trovano nella parte anteriore l'impressione di essere seduti all'aperto e massimizzare la sensazione di spaziosità sperimentato all'interno di un piccolo ingombro. I quattro sedili sono stati appositamente progettati per assomigliare più a mobili. I sedili poggiano su una sottile base mono-palo con regolazione anteriore/posteriore. Insieme all'omissione di una console centrale, questo design ha l'effetto di creare grandi quantità di spazio per le gambe per i passeggeri nella seconda fila. Riducendo il numero di componenti e raggruppando insieme le funzioni si crea un'esperienza "phygital", crasi di Fisica e Digitale. Il pannello strumenti classico viene trasformato in un'interfaccia utente phygital di nuova generazione. Qui, assume la forma di una scultura sospesa a forma di V che si proietta nella cabina. Al suo centro c'è un corpo in cristallo stampato in 3D con strutture nervose che lo attraversano, grande profondità visiva e un effetto di luce coinvolgente. Inoltre, l'HUD è l'intero parabrezza: tutte le informazioni pertinenti sono proiettate sulla superficie inferiore del parabrezza per tutta la sua larghezza. Le informazioni possono essere spostate direttamente nel campo visivo dell'utente o nascoste, come desiderato. L'uso intelligente delle tecnologie trasforma quindi il parabrezza esistente in una fonte di informazione, eliminando la necessità di qualsiasi altro display all'interno allo stesso tempo, ed è un altro esempio di applicazione della tecnologia timida al lavoro. V2G - Vehicle to Grid e mobilità urbana Oltre a tutte le innovazioni di materiali e design, la BMW i Vision Circular offre anche la possibilità di utilizzo in uno scenario di ricarica bidirezionale. In questo caso, il veicolo fungerebbe da dispositivo mobile di accumulo di energia e alimenterebbe l'energia verso l'ambiente circostante, ad es. edifici e infrastrutture. Può anche essere immesso nella rete elettrica per aiutare ad assorbire i picchi della domanda. Mobilità intelligente basata sui dati per la massima efficienza nel traffico urbano Un'altra misura chiave nella spinta verso una mobilità urbana sostenibile si estende oltre il veicolo reale: utilizzare in modo intelligente i dati sul traffico disponibili in tempo reale e a lungo termine per ottenere la massima efficienza nella mobilità. Ad oggi, il BMW Group ha prodotto ben oltre 14 milioni di veicoli connessi che sono ora sulle strade del mondo. Inoltre, il grado di connettività e la precisione della tecnologia dei sensori utilizzati sono in costante miglioramento. Le informazioni raccolte da ogni veicolo non è solo utilizzato per sostenere le proprie funzioni però. Con il consenso dell'utente, è condiviso con l'intera flotta collegata, consentendo a tutti i veicoli di beneficiare di questa intelligenza diffusa. Le raccomandazioni in materia di velocità potrebbero essere ottimizzate per utilizzare meglio la viabilità semaforica ("onda verde"), i flussi di traffico previsti con maggiore precisione e i periodi di congestione ridotti al minimo grazie alla comunicazione tra veicoli e ambiente. Le emissioni di CO2 causate dal traffico di stop-start o addirittura la ricerca di un parcheggio potrebbero essere ridotte in modo significativo in un gran numero di utenti. Cartella stampa completa Lo vedremo a Monaco
  17. Apro un nuovo topic perchè non mi pare ce ne sia già uno simile, e perchè mi pareva eccessivo aprirne uno in "Scoop e foto spia", nel caso sia da spostare o un doppione mi scuso ✌?️ In una conversazione con TopGear.com, il responsabile del marchio Mini Bernd Koerber ha annunciato che stanno pensando ad un modello più piccolo, anche se non quanto l'originale del '59, ma comunque più compatto della 3 porte odierna e altrettanto spazioso (ipotizzo più o meno dimensioni simili a 500, di cui sarebbe rivale), esclusivamente elettrico, sfruttando la flessibilità data da tale propulsione e da una nuova piattaforma. La produzione dovrebbe avvenire in Cina, dove BMW sta preparando una nuova fabbrica in JV con Great Wall, che dovrebbe essere pronta per il 2022. Sebbene il manager tedesco non la dia come ufficiale, Top Gear pare darla per certa. https://www.topgear.com/car-news/electric/mini-going-get-smaller P.S.: nell'ultima parte Koerber dice anche che secondo lui ci sono delle opportunità per Mini nel settore del lusso, e fa esplicitamente riferimento alla Inspired By Goodwood del 2012; che ne stiano preparando un'altra?
  18. BMW rinnova X3 con modifiche importanti sia all'anteriore, con nuovi paraurti e proiettori (a richiesta anche Matrix LED o Laser Light) che al posteriore dove troviamo degli inediti fari. Nuove anche le protezioni, prima specifiche dell'allestimento X-Line, adesso standard su tutta la gamma. All'interno troviamo una plancia totalmente diversa e molto vicina a quella vista sulle BMW più recenti di pari segmento, un nuovo schermo infotainment da 10.25'' o 12.3'' e la strumentazione digitale da 10.25''. BMW elettrifica tutta la gamma motori con il modulo mild hybrid da 48v, che al lancio conteranno dei benzina 20i da 184 cv, 30i da 245 cv, M40i da 360 cv e dei diesel 20d da 190 cv, 30d da 286 cv ed M40d da 340 cv.e Sebbene ancora non si parli della rinnovata iX3, per chi preferisce le PHEV sarà ancora disponibile la xDrive 30e da 292 cv. Sul versante M, troviamo la nuova X3 M Competition con il 3.0 TwinTurbo S58 da 510 cv e coppia aumentata di 50 Nm sino ai 650 Nm. Esteticamente si segnalano modifiche adeguate a quanto visto sulla X3 normale, con nuovi paraurti e nuovi fari anteriori e posteriori. Press Release X3: BMW Italia X3 M Competition Press Release X3 M: BMW Italia Topic Spy: ➡️ BMW X3 e X3 M Facelift 2021 - Prj. G01 LCI (Spy)
  19. Press Release X4: BMW Italia X4 M Competition Press Release X4M: BMW Italia Topic Spy: ➡️ BMW X4 e X4M Facelift 2021 - Prj. G02 LCI (Spy)
  20. j

    BMW iX5 Hydrogen 2022

    Con la iX5 Hydrogen torna in commercio una BMW ad idrogeno, questa volta però Fuel Cell. Presentazione all'IAA 2021 Il concept del 2019 che l'anticipava
  21. Bmw Serie 3 E90 (posteriore scartato): Bmw Serie 3 Facelift (Spy)
  22. Porca miseria......ma allora il muletto beccato era lei........... .............
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.