Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Search the Community

Showing results for tags 'bmw concept'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Autopareri Answers
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
    • Consigli per l'Acquisto dell'Automobile
    • Riparazione, Manutenzione e Cura dell'Automobile
    • Assicurazioni RCA - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Rumors and Spies Cars
    • Funzionamento della sezione Novità ed Anteprime
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobility
    • Mobility and Traffic in the City
    • Traffic on Highways
  • Off Topic on Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • Vuoi farti pubblicità su Autopareri?
  • Il sito Autopareri

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Professione


Interessi


Biografia


Quotes


Website URL


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

  1. Concept in arrivo prefigurante l'idea di nuova mobilità di BMW. Press Release: BMW L'approccio al Circular Design secondo il BMW Group Abbiamo considerato attentamente il concetto di circolarità fin dall'inizio durante il processo di progettazione della BMW i Vision Circular. Di conseguenza, questo Vision Vehicle è ricco di idee innovative per combinare la sostenibilità con una nuova estetica ispiratrice - questo approccio lo chiamiamo design circolare. Il design circolare abbraccia i quattro principi di RE:THINK, RE:DUCE, RE:USE e RE:CYCLE Adrian van Hooydonk, Head of BMW Group Design Ad esempio, il "classico" doppio rene BMW qui è stato RE:THINK e RE:USE. Invece di avere un rivestimento cromato con barre, il doppio rene è stato recentemente interpretato come una superficie digitale. Le superfici della griglia, si estendono su tutta la larghezza del frontale, fondendo i fari e la griglia in un'inconfondibile "doppia icona" che continuerà ad essere un chiaro identificatore BMW. Allo stesso tempo, le superfici renali vengono trasformate in un'interfaccia grafica. Inoltre, è stata creata una nervatura digitale, che dona profondità al frontale, che è stata già utilizzata in passato sul doppio rene "fisico". Questa linea grafica forma un tema ricorrente che si ritrova anche nelle finestre, nella parte posteriore, nel tetto, nelle ruote e nei rivestimenti per pavimenti. La BMW i Vision Circular non ha altri elementi aggiuntivi o distintivi del tipo attualmente utilizzato per indicare la qualità. Il logo del marchio sulla parte anteriore è inciso e il distintivo del veicolo è inciso a laser per evitare di utilizzare ulteriori componenti aggiuntivi. Le superfici sotto il parabrezza sono realizzate in alluminio secondario. Un ulteriore cluster di sensori tra i due elementi del rene, raggruppa caratteristiche tecnologiche, consentendo un semplice smontaggio all'interno di un singolo elemento rimovibile. L'area del paraurti più in basso è realizzata in plastica riciclata con una sofisticata superficie marmorizzata. La superficie laterale...un nuova fiancata per BMW La BMW i Vision Circular ha un chiaro design mono-volume composto da un piccolo numero di parti, con la gamma di diversi materiali utilizzati ridotti al minimo. Il veicolo si estende in un volume ininterrotto dall'assale anteriore a quello posteriore, offrendo una generosa vivibilità interna in un piccolo ingombro. Anche in posizione di arresto, il tetto rialzato ed il design "cab-forward", conferiscono alla silhouette compatta l'aspetto di un'impennata dinamica. Le ruote sono posizionate quasi ai limiti esterni del veicolo, combinandosi con i passaruota sporgenti per produrre un hunkered-down, tipicamente sportivo. Insieme alla sua architettura elettrificata, il Vision Vehicle offre un interno di lusso su una piccola impronta di auto. L'ampio vano passeggeri vetrato a filo conferisce ai fianchi un senso di modernità e leggerezza. Invece di utilizzare una striscia di finitura cromata come contorno per la grafica dei finestrini, c'è una superficie digitale sottile che si estende come un nastro intorno al gomito di Hofmeister. Questo non è solo un elemento stilistico, ma anche una superficie utilizzata per mostrare informazioni sullo stato del veicolo e guidare gli utenti verso l'apriporta utilizzando la luce mentre si avvicinano all'auto. Quando l'apriporta viene toccato, le due porte del veicolo si aprono in direzioni opposte, rendendo facile per il conducente e i passeggeri salire a bordo. Un posteriore "granitico" Il posteriore è compatto e muscolare e tutte le superfici dei display e le funzioni di illuminazione sono integrate in modo invisibile nel portellone di vetro scuro, replicando l'approccio adottato all'estremità anteriore. Quando l'auto è spenta, solo il logo BMW bidimensionale nella superficie di vetro scuro è visibile. L'accensione dell'auto attiva sia gli elementi di luce funzionali che la grafica della linea all'estremità anteriore. Sotto il portellone, una superficie chiaramente scolpita in acciaio secondario crea un movimento orizzontale sorprendente. Spostandosi più in basso, il paraurti nero perfettamente ottimizzato aerodinamicamente - anch'esso realizzato in plastica riciclata - completa il design della parte posteriore nel punto più basso rispetto alla strada. Pneumatici sostenibili Gli pneumatici in "Vivid Blue Rubber" sono realizzati in gomma naturale certificata, coltivata in modo sostenibile e hanno un aspetto leggermente trasparente. I cerchi sono progettati e realizzati con materiali minimi. I centri del cerchio con la massima permeabilità garantiscono il raffreddamento dei freni, mentre le superfici più chiuse al raggio esterno delle ruote garantiscono la massima efficienza aerodinamica possibile. Visibile solo guardando dall'alto, una pinna stretta è integrata centralmente nella sezione posteriore del tetto in vetro. Contiene la tecnologia di comunicazione e antenna e fornisce informazioni sullo stato del veicolo (aperto/chiuso, livello di carica della batteria, ecc.). Integra anche la luce del freno centrale alta montata. Gli interni "circolari" All'interno, la BMW i Vision Circular cerca di creare un ambiente lussuoso, utilizzando materiali e processi di produzione che sono indicativi di un approccio responsabile all'ambiente e alle sue risorse. Al fine di ridurre al minimo la quantità di rifiuti e scarti, tutti i componenti e i materiali saranno fabbricati esattamente utilizzando processi come la stampa 3D. Qualsiasi materiale eccedente sarà sistematicamente reinviato nel ciclo dei materiali. Lo schema cromatico di base per la cabina è composto da elementi in grigio tortora e la tonalità verde menta chiaro ("Monochrome Mint") utilizzato per il pavimento e pannelli di assetto laterali. Questo si coordina perfettamente con la finitura taupe/viola "Monochrome Taupe" per i sedili anteriori e posteriori per creare un'atmosfera moderna e familiare. Accenti in metallo oro-bronzo nello stesso paralume Anodized Mystic Bronze utilizzato per gli esterni aggiungono un contrasto caldo e sofisticato. Il tetto in vetro con una pronunciata collocazione all'indietro della testata del parabrezza dà a coloro che si trovano nella parte anteriore l'impressione di essere seduti all'aperto e massimizzare la sensazione di spaziosità sperimentato all'interno di un piccolo ingombro. I quattro sedili sono stati appositamente progettati per assomigliare più a mobili. I sedili poggiano su una sottile base mono-palo con regolazione anteriore/posteriore. Insieme all'omissione di una console centrale, questo design ha l'effetto di creare grandi quantità di spazio per le gambe per i passeggeri nella seconda fila. Riducendo il numero di componenti e raggruppando insieme le funzioni si crea un'esperienza "phygital", crasi di Fisica e Digitale. Il pannello strumenti classico viene trasformato in un'interfaccia utente phygital di nuova generazione. Qui, assume la forma di una scultura sospesa a forma di V che si proietta nella cabina. Al suo centro c'è un corpo in cristallo stampato in 3D con strutture nervose che lo attraversano, grande profondità visiva e un effetto di luce coinvolgente. Inoltre, l'HUD è l'intero parabrezza: tutte le informazioni pertinenti sono proiettate sulla superficie inferiore del parabrezza per tutta la sua larghezza. Le informazioni possono essere spostate direttamente nel campo visivo dell'utente o nascoste, come desiderato. L'uso intelligente delle tecnologie trasforma quindi il parabrezza esistente in una fonte di informazione, eliminando la necessità di qualsiasi altro display all'interno allo stesso tempo, ed è un altro esempio di applicazione della tecnologia timida al lavoro. V2G - Vehicle to Grid e mobilità urbana Oltre a tutte le innovazioni di materiali e design, la BMW i Vision Circular offre anche la possibilità di utilizzo in uno scenario di ricarica bidirezionale. In questo caso, il veicolo fungerebbe da dispositivo mobile di accumulo di energia e alimenterebbe l'energia verso l'ambiente circostante, ad es. edifici e infrastrutture. Può anche essere immesso nella rete elettrica per aiutare ad assorbire i picchi della domanda. Mobilità intelligente basata sui dati per la massima efficienza nel traffico urbano Un'altra misura chiave nella spinta verso una mobilità urbana sostenibile si estende oltre il veicolo reale: utilizzare in modo intelligente i dati sul traffico disponibili in tempo reale e a lungo termine per ottenere la massima efficienza nella mobilità. Ad oggi, il BMW Group ha prodotto ben oltre 14 milioni di veicoli connessi che sono ora sulle strade del mondo. Inoltre, il grado di connettività e la precisione della tecnologia dei sensori utilizzati sono in costante miglioramento. Le informazioni raccolte da ogni veicolo non è solo utilizzato per sostenere le proprie funzioni però. Con il consenso dell'utente, è condiviso con l'intera flotta collegata, consentendo a tutti i veicoli di beneficiare di questa intelligenza diffusa. Le raccomandazioni in materia di velocità potrebbero essere ottimizzate per utilizzare meglio la viabilità semaforica ("onda verde"), i flussi di traffico previsti con maggiore precisione e i periodi di congestione ridotti al minimo grazie alla comunicazione tra veicoli e ambiente. Le emissioni di CO2 causate dal traffico di stop-start o addirittura la ricerca di un parcheggio potrebbero essere ridotte in modo significativo in un gran numero di utenti. Cartella stampa completa Lo vedremo a Monaco
  2. Scusate, ma quando ai tempi bmw lanciò questo aborto: Ci fu una grande levata di scudi, ciononostante i modelli successivi (5er soprattutto, ma anche 3er, z4 e85) secondo me riuscirono bene e sono invecchiati benissimo. Ma la E65 no: bruttissima era quando è uscita, bruttissima dopo il restyiling (forse anche peggio in quanto tentativo goffo di "normalizzazione" come fu per multipla) e a mio parere invecchiata malissimo (ne ho vista una dal vivo qualche giorno fa e mi ha fatto ribrezzo) Queste digressione per dire: si sa che direzione prenderà il design BMW? potrebbe essere la possibilità che questo obbrobrio di serie 4 sia un caso isolato come fu ai tempi la e65?
  3. BMW Concept 4. Al 90% la nuova BMW Serie 4 Coupe'. Il doppio rene passa dall'esser a sviluppo orizzontale a verticale, come la BMW Garmisch Bertone Concept. I fari anteriori con tecnologia LED non hanno copertura in vetro, ma sono incastonati nel corpo vettura, così come le luci posteriori (realizzate con tecnologia in Fibra Ottica). Cerchi in lega da 21" e specchi laterali "fluttuanti" con logo BMW proiettato tramite ologramma all'interno. BMW Concept 4. Al 90% la nuova BMW Serie 4 Coupe'. Il doppio rene passa dall'esser a sviluppo orizzontale a verticale, come la BMW Garmisch Bertone Concept. I fari anteriori con tecnologia LED non hanno copertura in vetro, ma sono incastonati nel corpo vettura, così come le luci posteriori (realizzate con tecnologia in Fibra Ottica). Cerchi in lega da 21" e specchi laterali "fluttuanti" con logo BMW proiettato tramite ologramma all'interno. Press BMW Via BMW Prime foto LIVE della BMW Concept 4 Via CarMagazine
  4. Concept che anticipa lo stile della GC elettrica della gamma BMW Serie 4. La parte elettrica è un motore in grado di esprimere 530 CV capace di far scattare la i4 da 0 a 100 km/h in meno di 4 secondi e raggiungere una velocità massima di 200 km/h. La capacità del pack batterie (by CATL) è di 80 kWh ed ha una massa di 550 kg. Secondo ciclo WLTP, la BMW Concept i4 è in grado di percorrere circa 600 km con una singola carica.
  5. Ritorna il caro vecchio Hydrogen Power su BMW, ma questa volta muove direttamente un motore elettrico, anziché un comparto termico. Via BMWNews
  6. Primi teaser per la Vison M Next, presentazione della concept durante Luglio, forse la successore per la i8 piu sportivo
  7. Motor.es Ecco il trichec...ehm la BMW iNEXT in veste concept. Anticipa la nuova tecnologia eDrive e la guida autonoma di Livello 4.
  8. Adrian van Hooydonk, Vicepresidente senior del BMW Group Design. Senza giri di parole Van Hooydonk mette un bel punto fermo sulla direzione che sta per prendere BMW con questa nuova BMW Concept M8 Gran Coupe’. Un linguaggio unico che anticipa tutti i futuri stilemi del marchio e che si pone come punto di riferimento per il lusso e la sportività. Il frontale è mutuato da quella della BMW Concept Serie 8, ma con alcune mirate modifiche. I contorni della griglia del radiatore si allargano man mano che scendono verso il basso, sottolineando il centro di gravità della vettura vicino al suolo. Come sui primi modelli BMW coupé, gli elementi del doppio rene sono collegati da una cornice circolare ininterrotta, creando un grande elemento singolo. Mentre i fari sono posizionati leggermente più in alto rispetto ai reni e danno loro l’impressione di esser più vicini al suolo, il che enfatizza ulteriormente la vicinanza dell’auto all’asfalto. Sguardo preso dalla BMW M8 GTE Uno sguardo diverso anche per i fari anteriori, che utilizza la tecnologia di illuminazione Laser già utilizzata dalla BMW M8 GTE, con il tipico design esagonale a “quattro occhi“. Un chiaro elemento distintivo tra la versione racing e quella “stradale”, che si contrappongono ai lussuosi interni della Concept. Nel frattempo, prese d’aria muscolose in plastica rinforzata con fibra di carbonio (CFRP) guidano l’aria dove è richiesta. La linea laterale La fiancata laterale della BMW Concept M8 Gran Coupe’ mette in risalto un enorme lunghezza del passo e del cofano motore. La linea del tetto scorrevole e la coda corta creano una silhouette coupé molto sportiva ed elegante. Dopo il montante C, il tetto degrada verso il baule con due pinne, che enfatizzano la muscolosità della vettura. Più in basso, i passa ruota svasati offrono un’espressione visiva della potenza che attraversa l’asse posteriore. Il posteriore La parte posteriore della BMW Concept M8 Gran Coupé trasuda lo slancio dinamico e l’impatto visivo per cui M è rinomata, e l’ampia carreggiata e gli archi passa ruota svasati accentuano le prestazioni della vettura. Le linee orizzontali spezzano stilisticamente la parte posteriore, consentendo all’area sotto lo spoiler posteriore di catturare più luce e aggiungere ulteriore agilità visiva. Non mancano gli scarichi a quadrupla uscita, tipici delle vetture BMW M. Un anticipo dei modelli di serie Il nuovo modello vede il BMW Group guardare avanti verso la BMW Serie 8 Gran Coupé e la BMW M8 Gran Coupé, che saranno presentate nel corso del 2019 e completeranno la famiglia BMW Serie 8. Cartella stampa completa
  9. Munich. Just a year on from the presentation of its future-focused NEXT 100 vision vehicles, the BMW Group is introducing the electric mobility of the much more immediate future at the IAA Cars 2017 show in Frankfurt. The BMW i Vision Dynamics is a four-door Gran Coupe with a range of 600 km (373 miles), a top speed of over 200 km/h (120 mph) and acceleration of 0-100 km/h (62 mph) in four seconds, and offers a look ahead to the e-mobility experience of the future with a new level of sporting elegance. “At the BMW Group, the future of electric mobility has already arrived,” says Harald Krüger, Chairman of the Board of Management at BMW AG. “We have more electrified vehicles on the road than any established competitor and are committed to expanding our activities in the field of electric mobility as part of our NUMBER ONE > NEXT strategy. By 2025 we will be offering 25 models with an electrified drive system – of which 12 will be pure-electric. With the BMW i Vision Dynamics we are showcasing how we envisage future electric mobility between the i3 and i8: a dynamic and progressive, four-door Gran Coupe. We are therefore electrifying the heart of the BMW brand and, at the same time, elevating BMW i into a totally new dimension.” BMW i sets the pace of innovation. BMW i is a byword for visionary vehicles and a new understanding of premium mobility focused squarely on sustainability. “BMW i is the innovation driver for the BMW Group,” explains Klaus Fröhlich, Member of the Board of Management at BMW AG, Development. “Here, visionary solutions and future-ready concepts become reality for the first time. But BMW i also acts as a spearhead of innovation for our other brands. The BMW i Vision Dynamics allows us to show right now what another electric BMW might look like. And BMW has demonstrated its talent for turning visions into real life throughout its history.” The inspirational design of BMW i models is particularly effective in both flagging up the brand’s pioneering role visually and making it something people can experience. “With the i3 and i8 we have designed a revolutionary city car and a revolutionary sports car,” says Adrian van Hooydonk, Senior Vice President BMW Group Design. “And now the BMW i Vision Dynamics is combining electric mobility with the core values of BMW: dynamism and elegance. We are therefore demonstrating how the product range and the design language of BMW i can be evolved further into other concepts.” “I do more with less” – the design identity of BMW i. The outline of the BMW i Vision Dynamics represents a further evolution of the classical BMW proportions; a long wheelbase, flowing roofline and short overhangs create a basic profile brimming with elegance and dynamism. This silhouette is fleshed out by large, fluently contoured surfaces, the exterior appearing as if cut from a single mould. Aerodynamic requirements define the car’s progressive appearance down to its details. Barely visible joins and the flush integration of glass into the main body lend the study a modern and technical overall impression. The tension between large surfaces and finely worked details points to the innovative technology at the heart of the car in an understated yet intuitively appreciable way, rather than advertising it in grandiose fashion. And that is very much in keeping with the identity of BMW i: “I do more with less”. Iconic window graphic symbolises the interior experience of the future. Within the smoothly flowing, neatly aligned progression of the surfaces along the car’s flanks, the new characterisation of the window profile is a standout feature of the BMW i Vision Dynamics. This iconic styling cue, which made its debut on the first wave of BMW i models, is depicted here in a fresh, likewise function-led interpretation and also sharpens the identity of the car’s flanks. Their virtually symmetrical form allows all passengers an equally good view out, highlighting the attention paid to the passengers and the shared driving experience in the interior. This is something that will gain further in importance in the future, in particular as far as (semi-) autonomous and connected driving is concerned. The distinctive driving experience is further enhanced by the full-length glass surface running from the windscreen to the rear window. This heightens the sensation of room and enables a feeling of spaciousness and freedom inside the car that belies its dynamic exterior silhouette. Viewed from the outside, the unbroken roof graphic reinforces the enclosed, modern feel of the exterior thanks to seamless transitions through the front and rear end. Familiar icons at the front gain new significance. The prominent, enclosed “kidneys” in the minimalist front end bring together the past and the future of BMW in more than just styling terms. Where the BMW kidneys have previously acted as a symbol for the company’s expertise in drive system development, the BMW i Vision Dynamics deploys them as declarations of technological know-how. Indeed, underlying sensors turn the kidneys into an “intelligence surface”. The headlights similarly combine tradition and the future. The classical BMW four-eyed front end is reprised here in a very modern and pared-back interpretation, two intricate, freestanding LED light elements on each side of the car’s nose integrating all the necessary lighting functions, yet also providing an extremely striking look characteristic of BMW. Poise and dynamic allure at the rear as well. Smooth curves guide the car’s horizontal profile when viewed from the rear and add poise and power. The tapering of the passenger cell creates broad shoulders and a muscular presence. The most eye-catching feature of the rear end are the L-shaped lights. Their slim cut underscores the dynamic efficiency of the vision vehicle on a detailed level, while at the same time accentuating its wide stance on the road. The BMW i Vision Dynamics exudes modernity, progressiveness and an appealing technical aesthetic from every angle. As a trailblazer for the BMW brand, it showcases very clearly the BMW Group’s future vision of emotionally engaging electrified mobility. Indeed, BMW will continue to focus its attentions on sporty and elegant vehicles in the years ahead. Spy: http://www.autopareri.com/forums/topic/62052-bmw-i5-spy
  10. BMW festeggia così i suoi 100 anni. IMHO molto esplicativo di dove sta andando la sportività del marchio.
  11. Press Release: BMW Preview per la futura Sr. 1 Sedan, auto che avrà come principale mercato quello cinese. Modello entrato in produzione: [CHN] BMW Serie 1 Sedan 2016
  12. WCF Concept BMW per il CES: una BMW i8 a guida autonoma infarcita di vari ausili al conducente, come ad esempio il sistema AirTouch, che consente di impartire i comandi con i movimenti.
  13. WCF Secondo concept BMW per il CES: una i8 i cui specchietti sono stati sostituiti da telecamere.
  14. carscoops Press Release: BMW Una R in più nel nome, qualche modifica e nuova livrea per il maialone
  15. carscoops Press Release: BMW Concept per Pebble Beach!
  16. Messaggio Aggiornato al 23/05/2015 carscoops Press Release: BMW BMW will reveal a 3.0 CSL Hommage concept car at the Concorso d‘Eleganza On May 22nd
  17. carscoops Press Release: BMW Laser Lights per la M4 che BMW esporrà al CES 2015.
  18. M-Power Concept per Gran Turismo 6, immagino semplicemente virtuale, con base M235i Racing che ricorda i fasti della 3.0 CSL.
  19. carscoops Press Release : BMW Ecco il concept premium di cui tanto si è parlato.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.