vince-991

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    1654
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

1388 Excellent

Su vince-991

  • Rank
    World Championship Winner

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Bravo 2serie
  • Genere
  1. classe A ha un bagagliao di 341 litri mentre la sr1 ha 360 litri. Considerato che Giulia ha un bagagliaio di 480 litri restano 120 litri tagliabili (dato che il target di riferimento e' BMW e ha una disposizione meccanica simile) per la nuova Giulietta, non i tagli verticali che ho visto in alcune proposte
  2. in tutto questo vortice di dimensioni e operazioni di taglia e cuci vorrei ricordare, sommessamente, che la Giulietta dovra' avere comunque un bagagliaio almeno comparabile a quello della concorrenza
  3. Beh la collaborazione con Mazda era prorpio finalizzata al nuovo spider Alfa ma Marchionne ha cambiato le carte in tavola (e credo che i giapponesi non l'abbiano presa bene) perche' le Alfa dovevano essere solo made in Italy.
  4. come contributo alla discussione riporto cio' che dice il ministero dell'ambiente sugli ossidi di azoto: GLI OSSIDI DI OZOTO Per ossidi di azoto si intende generalmente l'insieme di ossido e biossido di azoto anche se in realtà costituiscono una miscela più complessa come viene riepilogato in tabella 1. Tabella 1 - Costituenti gli ossidi di azoto Composto Formula Ossido di diazoto N2O Ossido di azoto N2O Triossido di diazoto (Anidride nitrosa) N2O3 Biossido di azoto NO2 Tetrossido di diazoto N2O4 Pentossido di diazoto (Anidride nitrica) N2O5 Il monossido di azoto si forma in qualsiasi combustione ad elevata temperatura, insieme ad una piccola percentuale di biossido (circa il 5% del totale). Le più grandi quantità di ossidi di azoto vengono emesse da processi di combustione civili ed industriali e dai trasporti autoveicolari (l'ossido rappresenta il 95% del totale) anche se ne esiste una quantità di origine naturale (fulmini, incendi, eruzioni vulcaniche ed azione di alcuni batteri presenti nel suolo come i Nitrosomonas ed i Nitrobacter). A temperatura ambiente il monossido di azoto è un gas incolore ed inodore mentre il biossido di azoto è rossastro e di odore forte e pungente. Il biossido di azoto è un inquinante secondario poiché non viene emesso direttamente dallo scarico o dai fumi industriali ma deriva generalmente dalla trasformazione in atmosfera consistente nell'ossidazione dell'ossido. Gli ossidi di azoto permangono in atmosfera per pochi giorni (4-5) e vengono rimossi in seguito a reazioni chimiche che portano alla formazione di acidi e di sostanze organiche. Gli ossidi di azoto si formano durante le reazioni di combustione ad elevate temperature (1200°) il monossido di azoto si produce in quantità maggiori del biossido in dipendenza della temperatura di combustione e della quantità di ossigeno libero.Le reazioni che avvengono sono: Il biossido di azoto, oltre che dalla seconda reazione, si forma anche dalle reazioni fotochimiche secondarie che avvengono in atmosfera.Il biossido di azoto entra quindi in un giro di reazioni favorite dalle radiazioni ultraviolette nelle quali interviene anche l'ozono troposferico: Le reazioni che avvengono sono: N2 + O2 = 2NO 2NO + O2 = 2NO2 Il biossido di azoto, oltre che dalla seconda reazione, si forma anche dalle reazioni fotochimiche secondarie che avvengono in atmosfera. Il biossido di azoto entra quindi in un giro di reazioni favorite dalle radiazioni ultraviolette nelle quali interviene anche l'ozono troposferico: NO2 + luce solare = NO + O* O* + O2= O3 O3 + NO = NO2 + O2 (1) Tale ciclo viene alterato in presenza di idrocarburi incombusti presenti in atmosfera in quanto reagiscono con il radicale OH formando altri due radicali RO2* e HO2* i quali reagiscono con l'ossido di azoto convertendolo in NO2: RO* + NO = NO2 + RO* HO2* + NO = NO2 + OH* In tal modo l'ozono non può più reagire con l'NO (reazione 1) e quindi si accumula negli strati bassi dell'atmosfera. I radicali RO2 e HO2, inoltre, ad elevate concentrazioni di NOx reagiscono per formare i perossiacetilnitrati (tra i quali il più importante è l'acido perossiacetilnitroso o PAN) gli alchilnitrati e gli idroperossidi. I livelli naturali di biossido di azoto oscillano tra 1 e 9 µg/m³ inoltre le medie annuali nelle città europee non vanno oltre i 40 µg/m³. Nei paesi industrializzati i livelli sono compresi fra 20 e 90 µg/m³. Il biossido di azoto è quattro volte più tossico del monossido; a concentrazioni di circa 13 ppm (circa 4,4 mg/m³) esso procura irritazione alle mucose degli occhi e del naso mentre l'NO può portare alla paralisi del sistema nervoso centrale delle cavie sottoposte per 12 minuti a circa 2500 ppm (circa 3075 mg/m³). Il livello più basso al quale è stato osservato un effetto sulla funzione polmonare nell'uomo dovuto all'esposizione al biossido di azoto, dopo una esposizione di 30 minuti, è pari a 560 µg/m³; per questo l'Organizzazione Mondiale per la Sanità raccomanda per l'NO2 un limite guida di 1 ora pari a 200 µg/m³, ed un limite per la media annua pari a 40 µg/m³. Oltre agli effetti dannosi sulla salute dell'uomo, gli ossidi di azoto producono danni alle piante, riducendo la loro crescita, e ai beni materiali: corrosione dei metalli e scolorimento dei tessuti. Sulle piante, l'esposizione al biossido di azoto induce la comparsa di macchie sulle foglie mentre il monossido rallenta il processo di fotosintesi. Entrambi inoltre contribuiscono alla acidificazione delle precipitazioni con conseguente deterioramento degli edifici e delle opere d'arte.
  5. Ferrari F16x Crossover 2021 (Rumors)

    Si tratta appunto di ipotesi, in particolare per il suv, senza fondamento ma credo che se in Ferrari dovessero decidere di aumentare la produzione, non avrebbero che da lavorare per renderlo possibile. Con investimenti adeguati si puo' fare tutto, poi pero' bisogna vedere se ne e' valsa la pena. Le sinergie con Maserati mi pare che dovrebbero riguardare soprattutto Alfa Romeo
  6. Anche quello di Stelvio. Comunque lo stile Ferrari non mi dispiace affatto
  7. È incredibile come ci si possa incartare partendo da un post che ipotizzava possibili problemi dì affidabilità come qualcosa da evitare. Nessuno ha, mi pare, affermato che ci sono problemi di affidabilità.
  8. Io direi do non togliere le jap. Per quanto abbiano fama di essere affidabili conosco diverse presone che hanno avuto seri problemi con Honda e Toyota. Giusto per dire che la perfezione non esiste
  9. Jeep Wrangler IV (Spy)

    Aggiiornamenti dal forum wrangler http://www.jlwranglerforums.com/forum/threads/2018-wrangler-info-from-dealers-meeting-at-fca-diesel-colors-debut-power-top-etc.1229/ FCA invited a group of select Jeep dealers to a private meeting this week to learn about the 2018 Wrangler (JL). An anonymous source has provided JLWF with info that FCA confirmed at the meeting.For ALL that we know about the Jl/JT so far, please see the full main JL/JT info thread.Timing 2017 LA Auto Show Reveal (Nov 28 or 29, according to Jeep CEO Mike Manley) Production models arrive at dealerships approximately mid-late December 2017 Trims No more 2-door JL Sahara trim Engines / Transmissions Updated 3.6L Pentastar V6 Manual Transmission (standard), 3.6L Automatic (optional) 2.0L DOHC Turbo Automatic Transmission (standard), No manual option Diesel late 2019MY availability (and pending EPA certification) - See Latest Spy Photos Tops/Roof Power sliding hard top (PSHT) - late 2018MY availability Colors List of general colors to be available, yet to be fully confirmed White Black Granite Crystal Billet Silver Blue Orange Red Baja Yellow Miscellaneous JLU has a longer wheelbase ESS confirmed (previously verified) Push button start confirmed (see spy photos) 33" tire for Rubicon (see info thread) Redesigned transfer case handle (see spy photos) Manual lumbar support adjustment Lug tool is now in metric Most current (JK/JKU) aftermarket parts will fit the new model http://www.jlwranglerforums.com/forum/threads/2019-jeep-wrangler-diesel-reappears.1231/ forse il diesel V6 arriva nel 2019
  10. Non avevo colto questa possibilità. Secondo me è una ipotesi piuttosto remota.
  11. Non lo conosco personalmente per cui tutto puo' essere. Penso che non vorra' buttare tutto il lavoro fatto fino ad ora per qualche interesse personale. Quale? In ogni caso la sua buona uscita sara' bella sostanziosa e comunque restera' ancora in Ferrari che e' vero non fa parte di FCA ma e' nell'orbita de "la famiglia" che controlla FCA. Ci sono segnali di contrasti con Exor?
  12. Credo che la Giulia motorizzata con 350 cv abbia come target proprio l'aggiustamento del mix. Io spero sempre in una versione GTA, meglio se coupe'.
  13. Secondo me la state facendo troppo tragica. Marchionne ha salvato prima Fiat e poi Chrysler portando alla nascita di FCA. Io ho fiducia nel suo lavoro e in quello dei suoi collaboratori.