Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

SaiKiSono

Members
  • Content Count

    8,012
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1,063 Excellent

About SaiKiSono

  • Rank
    HALL OF FAME
  • Birthday 07/06/1990

Profile Information

  • Car's model
    Fiat 500L Mirror 2018
  • City
    BiGì
  • Gender
    Maschio

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Mi ero dimenticato del 2018 grazie a Dio. Sono curioso di vedere quali altri casini farà la famiglia RB con la scelta e gestione dei piloti.
  2. Dispiace umanamente per Kubica ma le prestazioni di quest'anno sono state inadeguate. E dispiace per Williams dove il secondo posto è praticamente a pagamento, palesemente a pagamento.
  3. Ma non la conoscevo questa Barchetta Web che tra l’altro assomiglia tantissimo ad un’altra LE che vendevano in concessionaria
  4. Il compito e l'eredità non erano facili da eseguire ma ritengo che in LR abbiano fatto centro, nonostante sia troppo SUV in alcune configurazione ma questi sono i tempi attuali. Preferisco di gran lunga la corta con allestimento grezzo. Unica nota da capire la resa dei fari dal vivo, soprattutto gli anteriori che sembrano darle un'espressione ebete.
  5. Questo è il punto a mio parere. Ora tutti ma davvero tutti sembrano svolgere il compitino e ciaone, come sempre il circus cambia città si sbaracca...inoltre vincono sempre i soliti. Ognuno ha la sua ricetta magica, la mia opinione è che si debba tornare oppure trovare il compresso dove televisivamente si faccia capire che in quelle auto ci sono persone e lo sforzo che fanno. La mia personale ricetta sarebbe semplificare l'aerodinamica per agevolare i sorpassi e non "doparli" e soprattutto il cambio manuale, per la fatica fisica in primis e perchè ritengo che se questi 20 ragazzi sono i migliori al mondo nel guidare, il cambio è lo strumento principe della guida, il capolavoro artistico del pilota infine soste consentite solo per le gomme come avviene oggi, freni all'antica come ultimo punto. Utopia lo so ma piuttosto che una specie di monomarca o dominio imbarazzante. E tra i problemi attuali non ritengo ci sia un problema di ciclo ma di gestione del ciclo MB. Provo a spiegarmi. In F1, ci sono sempre dei mini cicli. A fine anni '80 dominava la Honda che si portò a casa 5 titoli di fila dal 1987 al 1991, poi venne il decennio Renault che con Williams e Benetton si portò a casa la maggior parte dei titoli. Ritirati i francesi come motoristi in assenza di dominatori puri ci fu il duello McLaren-Ferrari con quest'ultima che grazie ad una filosofia e metodo di lavoro fece il vuoto, al pari dei grigi di oggi. L'unica differenza. per me di rilievo a dirla tutta, era che la Ferrari non aveva bisogno di magagne, deroghe e vaccate per dominare...non dico vincere ma dominare. Il biennio Renault 2006-2006 non lo considero nemmeno un ciclo, le regole iniziano a segare la Rossa ma l'egregio lavoro di quel periodo fa vivere di rendita fino all'arrivo del dominio RB. Un ciclo vincente sì, superiore agli altri ma non dominanti anche per merito di un super Alonso. Arriviamo ai giorni nostri sappiamo già: test gomme, piagnucolate di Luigino, revoche e divieti agli avversari, un progetto con i controcoglioni e un Campione e sappiamo tutti a cosa stiamo assistendo. Siccome (e qua chiudo) FIA, LM e tutto il resto della ciurma non sono Onlus per il futuro hanno buone carte economiche per muovere/smuovere lo show in direzione diversa di quella anglo americana. Ci sono tanti piloti giovani inglesi (per mantenere lo zoccolo britannico), Verstappen muove gente e quindi soldi (tanti olandesi pure a Monza) e Zolder sold out, Leclerc sta diventando una mania in Italia (nell'arco di due settimane non avete idea di quante amiche/amichette/conoscenti dai 16 ai 30 anni mi abbiano chiesto di lui) e la potenziale carta M Schumacher che viene quasi sostenuto come i grandi sia da tedeschi e italiani negli autodromi. Insomma, secondo me, hanno una buona base potenziale per aumentare gli introiti in varie parti del mondo caratterizzati da cultura automobilistica e sulla quale costruire uno show/sport/evento/epopea degne dei fasti del passato. Senza dimenticare Hamilton, gli arabi e asiatici e compagnia cantante...
  6. Fantastico, un sorpasso e una gara a sei anni di distanza uno dell'altro. Se consideriamo l'era Schumi dal periodo rosso, perché fu davvero un passaggio epocale tra un tipo di formula 1 e un'altra, la situazione peggiora: una gara e un sorpasso in 10 anni. Se questo è spettacolo allora abbiamo criteri differenti. Vi aggiungo il sorpasso di Montoya su Schumi ad Interlagos 2001 che fu roba da manici. Poi capisco pure io che questa fase della F1 sia "dopata" da DRS, kers e cazzatine varie ma ritengo che l'attuale sia la via più corretta (in realtà ci sono da sistemare un sacco di cose) per andare a cercare lo show rispetto ad un passato abbastanza recente.
  7. Lewis troppo spesso dimentica il biennio 2007-2008. L'unico nella storia ad essere stato rimesso in pista dal trattore.
  8. Ehhhm, per me la F1 di inizio 2000 era e rimane una mezza noia (quasi) al pari di questa era ibrida. Sarà che non tifavo Schumi, sarà che ero un bambino ma proprio zero.Soste con rifornimento, sorpassi solo ai box grazie alla strategia. Per me no. Ammetto che crescendo e rivedendo alcune gare dell'epoca sto apprezzando il fatto che facessero gare sempre al limite con ritmo da qualifica, che poi è l'essenza della F1, ma sulla spettacolarità dei tempi, dove per spettacolarità intendo di vista duelli e sorpassi, continuo a nutrire dubbi, a meno che ci si basi sui propri colori di tifo. Il tutto secondo me e senza polemica
  9. Ragazzi, che weekend! Tutto meraviglioso: clima, situazione, risultato...veramente una meraviglia! Più che i poporopooo che fanno molto Italia vincente eliminerei i soliti fischi ad Hamilton sul podio, davvero inutili. Altra nota negativa il pannello-souvenir nel pandino non ci stava e l'ho dovuto piegare a metà Carletto perfetto, l'anno scorso scrissi che raramente ricordavo un debuttante cos' forte e gli unici degni di quel debutto furono quelli della classe 2001 ma il monegasco non sembra avere limiti. Seb, mi auguro solo che riesca a ritornare in sè per il 2020. Note a margine peccato per il russo di roma che stava facendo una grande gara con la ToroRosso. Seb è stato incitato e chiamato a venire al muretto dopo il podio ma nulla, l'ho incrociato fuori dalla zona paddock mentre andava via in macchina era bello incazzato e si sto rombo in queste formula1 non c'è...mille volte meglio la F2 e persino la Porsche Supercup trasmette di più. BONUS TRACK: la mia personalissima tribuna Aggiungo altra nota negativa, hanno eliminato la Marcia del toreador per un dj che per 10 minuti ha messo musica di merda.
  10. Direttamente dal fronte, a seguire le qualifiche dal prato non ci si capisce una mazza! Ma fin dalla prima variante vedere un ingorgo stile barriera è stato un po’ patetico...almeno sono uscite decenti foto e video
  11. Tempismo perfetto per ricordare Rindt Tornando al meteo pioverà...e sembra di bestia!personalmente vedrò se andare a fare il pulcino bagnato o meno.
  12. L' errore temo possa diventare decisivo. Peccato, perché al netto di errori e strategie folli del team (non dimentichiamolo) la stagione era in crescita con i punti in Austria, Germania (tolti per squalifica) e pure questi iniziavano ad essere un bottino interessante soprattutto a livello prospettico.
  13. D'accordo al 1000% ma appunto perché si sa già come è andata questa stagione leggere e avere un po' più di entusiasmo per ciò che è successo domenica non farebbe male, scrivo in generale.
  14. Esatto. Definirle vittorie a culo mi sembra esagerato. Non è stata una vittoria schiacciante, dominante e tutto quello che volete ma è stata una signora e bella vittoria...sofferta quello sì ma bella. Si è giocato di squadra per contrastare un avversario più forte del previsto, anzi, troppo forte pure in piste """sfavorevoli""" ma le corse sono queste. La belinata del giro in più giro in meno è appunto una belinata, Hamilton non è il primo e non sarà l'ultimo che arriva secondo per un giro di "troppo-poco".
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.