Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori
  • EMERGENZA COVID-19 - E' un momento particolarmente difficile
  • ma grazie alla collaborazione di tutti
  • ne usciremo sicuramente vincitori! Nel quotidiano occorre rispettare alcune regole ed accortezze
  • ma nel mondo virtuale non c'è pericolo
  • ed Autopareri vi è virtualmente vicino ed attivo
  • per tenervi compagnia!

SaiKiSono

Members
  • Content Count

    8,125
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

1,243 Excellent

About SaiKiSono

  • Rank
    HALL OF FAME
  • Birthday 07/06/1990

Profile Information

  • Car's model
    Fiat 500L Mirror 2018
  • City
    BiGì
  • Gender
    Maschio

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Tutto vero e condivisibile tranne questo punto
  2. Vecchia conoscenza, sempre interessante ma spesso ci capito nei periodi sbagliati. Mi spiego: mi sa che hanno aggiornato/quota dominio attorno a capodanno e nei giorni tra il primo Gennaio e l'Epifania il sito mi è sempre andato in down. Misteri del web
  3. Molto interessante e particolare
  4. Tenere botta. Comunque ieri sentendo un compagno di gradinata residente ad Alzano si stima che l'80% della popolazione sia infetto (con le varie sfumature del caso) Altro sintomo non citato sopra ma che in molti qui sembrano avere, aver avuto in questo periodo è l'assenza del senso del gusto e il non sentire gli odori.
  5. Piena solidarietà, sta settimana è stata una mazzata!Praticamente ogni giorno qualcuno dei conoscenti più stretti (amici, calcetto, lavoro...) ha perso qualcuno. Ogni giorno che sento qualcuno al telefono saltano fuori casi positivi tra i parenti. La situazione è indescrivibile se non siete dentro. Ma nessuno dal bresciano per capire la situazione attuale? Comunque, so che rischio argomenti vietati, la politica e soprattutto gli industriali della Val Seriana hanno giocato con sta situazione (parlo del 4/5 marzo) e ora sono cazzi amari.
  6. https://primabergamo.it/cronaca/forse-ora-qualcuno-si-e-accorto-di-cosa-sta-passando-bergamo-che-pero-e-incazzata-nera/ Riporto solo il link perché nel copiare l'articolo sono più le pubblicità che altro. Articolo interessante con il punto di vista di chi è dentro. Proprio oggi al rientro a casa notavo come da alcuni balconi stia sparendo l'andrà tutto bene. E la gente sta diventando intollerante ai vari flash mob che stanno puntando sempre più al ridicolo. Poi se ci sono programmi TV che invitano ad inviare i video più belli e originali (nonostante la conduzione fatta da chi vive e dice di avere Bg nel cuore) fa veramente incazzare. Una domanda tecnica, ma chi decide le zone rosse con i paesi in quarantena? Perché mi sembra assurdo che un paese in Calabria e nel bolognese vengono blindati mentre oggi a Nembro c'èer il mercato rionale (deserto of course)
  7. Questo è assodato!Il paesello da 8000 abitanti conta 18 morti nel mese marzo, di cui una decina dall'8. E siamo un paese della bergamasca relativamente tranquillo rispetto ad altri colpiti da questa epidemia.
  8. @A.Masera, onestamente ti ho percepito un po' paranoico (comprensibile) quindi spero nella seconda ipotesi. Tieni botta
  9. Io non vedo l'ora che arrivi domani, dopodomani...ma ad oggi scordatevi la ritrovata libertà il 03/04! Mi stupisce come Milano non sia nel casino ma nonostante questo un sacco di donazioni arrivano là. Per fortuna si continua a lavorare almeno per un tot ore ci si isola da questa tragedia...scusate ma ci si sente un po' abbandonati e arrabbiati
  10. In realtà hanno già fatto i primi trasferimenti "ad minchiam, a campione, casuali, studiati"(definiteli come volete) resta il fatto che i trasferimenti al sud di pazienti non guariti ci siano già stati
  11. Sai che non ho ben capito cosa intendi con questa prospettiva. Comunque se il picco è previsto per il 18/19 ancora una settimana di denti stretti e chiappe sigillate e passerà
  12. Nel marasma bergamasco (che comunque i media non descrivono totalmente) e bresciano qualche bella notizia c’è. A Chiari (BS) le aziende non riescono a fornire le valvole per i macchinari dell’ossigeno negli ospedali e allora ci pensa la stampa 3d a preparare i pezzi in 6 ore e da lunedi parte la sperimentazione. Le notizie brutte (necrologi de L’Eco e casi più o meno collegati a me) cercherò di risparmiarveli
  13. Mi lascia un po' perplesso la cosa...in parte mi fa un po' "sorridere" come tutti improvvisamente se la stiano facendo addosso senza aver visto nulla. Ragazzi, per carità, fate benissimo sia chiaro ma non capisco se certi estremismi comportamentali siano la soluzione migliore in zona. Da me l'estremismo opposto con questa dedizione del lavoro che spesso non ha senso sta convincendo solo adesso le aziende a chiudere ma senza convinzione , anzi, la mia (con tantissima gente proveniente della Val Seriana) sta tenendo aperto...non è facile ma si cerca di mantenere un minimo di quotidianità perché sembra davvero di essere in guerra tra conoscenti che se vanno, nuovi casi ma soprattutto l'incertezza su capire cosa fare. Questa è la cosa più anomala, il clima e l'aria pesante data dal non vedere la luce in fondo al tunnel. C'è da dire che ora si stanno muovendo i big: oggi a quanto pare la Foppapedretti ha chiuso, idem la Brembo (che fino a qualche giorno fa riteneva impensabile ciò ma secondo me aspettavano la decisione sul GP d'Australia) Inoltre, i numeri non dicono abbastanza, qui a Bergamo oltre a ricoveri e morti certificati c'è gente che semplicemente non ce la fa da una notte all'altra. Oltre ad altre complicanze minori sempre legate alla salute e che vanno in secondo piano. Oggi altro record di necrologi sull'Eco: dieci pagine di quotidiano...è dura ma ce la faremo!Ieri sono stati più i dimessi che i gli entrati al Papa Giovanni quindi ades ados scec
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.