Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori

Dallebu

Members
  • Content Count

    813
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    6

Dallebu last won the day on March 16 2019

Dallebu had the most liked content!

Community Reputation

1,689 Excellent

About Dallebu

  • Rank
    Neopatentato
  • Birthday 02/09/1991

Profile Information

  • Car's model
    Peugeot 206
  • City
    Cachoeiro
  • Interessi
    Design
  • Professione
    Progettista

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Beh, quando si hanno notizie col conta gocce su una versione GTA di quella che probabilmente è la migliore Alfa Romeo mai fatta, le battute sono un pò come degli ansiolitici
  2. Il culo basso e sederi inguardabili sembrano essere una tendenza per Hyundai...
  3. @KimKardashian A dire il vero no. Ti faccio vedere da dove deriva (lontanamente) la parte frontale della Argo. Origine - Fiat Uno Italiana 1983 (struttura frontale diversa dalla Uno Brasiliana) Evoluzione 1 - Fiat Palio 1997 - La forma dei duomi riconoscibile, ma i materiali, processi e saldature diverse, oltre a nuovi longheroni d'assorbimento urto e parete parafiamma leggermente modificata. Evoluzione 2 - Fiat Uno 2010 - Cambiano gli ammortizzatori, i materiali e la parete parafiamma è tutta nuova. Evoluzione 3 - Fiat Argo - Aggiunti rinforzi strutturali e un'incremento (saldato) della lunghezza dei longheroni d'assorbimento urto.
  4. Scusate se riesumo questa discussione, ma ho un dubbio/curiosità. Nella scuola di meccanica in cui studio c'e una Fiat Bravo che è stata regalata dalla Fiat nel 2011. Il fatto è che questa Bravo ha i sedili anteriori elettrici, e non mi pare che non siano mai esistite Bravo del genere in vendita, o sbaglio?
  5. Motor.1 Brasile ha pubblicato queste foto con delle informazioni interessanti: Antonio Filosa, presidente FCA America Latina, ha dichiarato che questa nuova Jeep inizialemnte era destinato all'America Latina, ma grazie alla bontà del progetto, è stato deciso che verrà commercializzato in molti altri mercati. Non sarà una semplice Compass a 7 posti, ma un modello tutto nuovo sviluppato da zero su un pianale inedito, che mescola elementi dello SUSW di Compass, Renegade e Toro con "una soluzione venuta dall'Europa". Una fonte ha rivelato a Motor.1 Brasile che le sospensioni anteriori e posteriori, così come tutto il sistema di sterzo sono inediti. Quindi è possibilissimo che questa nuova Jeep porti con se un pianale con le stesse modifiche della Tonale.
  6. Stando alle indiscrezioni è più robusta di quella vecchia. Usa più traverse di rinforzo nel pianale, acciai più moderni, e le sospensioni posteriori rimangono a balestra. Nelle versioni da lavoro a cabina singola mantengono lo stesso 1.4 Fire Evo di quella attuale, mentre il 1.3 Firefly sarà solo per gli allestimenti più cari.
  7. Fiat Toro rispetta gli standard Europei di sicurezza e qualità, se non lo importano è solo per scelta loro... Qui le pickup non sono necessariamente da fighetti, sono immatricolate come normali automobili da passeggio, e vengono comprate normalmente da gente di gni tipo, dal tizio che ogni tanto ha bisogno di caricare qualcosa a quello a cui semplicemente piacciono i pickup. La Fiat Toro è un'enorme successo perchè ha coniugato il comfort di una macchina, l'altezza da terra di un SUV, capacità di carico fino a 1.000 kg, motori benzina o diesel con trazione 4x4, 5 posti comodi, ottima qualità costruttiva, design che piace e dimensioni che la rendono usabile in città. La Fiat Strada oggi è considerata la migliore pickup da lavoro in assoluto grazie alla sua robustezza meccanica e semplicità, e il 95% delle Strada vendute sono destinate alle ditte. Con la nuova Strada Fiat vuole proporre una machina appetibile anche ai privati, e nella ricetta ha utilizzato un pò degli ingredienti vincenti della Toro.
  8. Il design è carico ma alla fine è fatto per piacere a chi compra questo tipo di mezzo... No, in Brasile le frecce laterali non sono abbligatorie. Ci sono auto che le montano e altre no, o le montano sugli specchietti negli allestimenti più ricchi. Gli ADAS praticamente non li ha nessuno e in pratica interessano a pochi. Nel segmento B l'unica che ha qualcosina è la Hyundai HB20, che ha la frenata automatica d'emergenza fino a 50 o 60 km/h nella versione Diamond. La nuova Peugeot 208 sta per arrivare, prodotta in Argentina, e Peugeot ha detto che avrà degli ADAS inediti nel segmento, quindi qualcosa in più rispetto alla Hyundai. Poi basta, Compass ha quanche radar optional sulla Limited, 3008 e Rav4 li hanno di serie sulla versione più cara ecc, e poi nei segmenti suoeriori è più facile trovare gli ADAS. Per legge, tute le auto nuove lanciate o restyling lanciate a partire da Gennaio 2020 devono avere ESP, Isofix, cinture di sicurezza a 3 punti di ancoraggio e poggiatesta per tutti gli occupanti, e dal 2022 qualsiasi auto venduta. Questo perche fino a ieri alcune macchine avevano la cintura addominale e senza poggiatesta per chi sedeva in mezzo, quindi gli ADAS sono una cosa a cui penseranno fra 10 anni credo.
  9. Anche la nuova Strada ha i fari Full Led mentre Giulia e Stelvio no Notare anche la bandierina Italiana, come sulla cornice del cambio di Giulia e Stelvio 2020 haha
  10. Dovrebbe essere larga circa 1,65m, abbastanza poco, anche se in realtà è l'altezza che è notevole.
  11. @diffida no, ci sono ancora, ma ora sono nere. PS. Ho detto che hanno cambiato lato alla vaschetta, però in relatà la foto in alto è di una macchina con la guida a destra.
  12. Ci sono differenze anche nel cofano motore. Diversa cover, una delle vaschette del liquido refrigerante è stata spostata dal'altra parte, ecc
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.