Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuti su Autopareri! La community italiana che dal 2003 riunisce gli appassionati di automobili e di motori

MarcoGT

Members
  • Content Count

    1,811
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

MarcoGT last won the day on February 28 2019

MarcoGT had the most liked content!

Community Reputation

2,150 Excellent

About MarcoGT

  • Rank
    Guidatore esperto

Profile Information

  • Car's model
    Renault Twingo 1.2 Privilege
  • City
    Monza e Brianza
  • Interessi
    Automotive - Design - Lettura - Scrittura - Musica - Cucina
  • Professione
    Studente universitario
  • Biografia
    Dopo aver frequentato Autopareri come “ospite”, ho deciso di iscrivermi per poter dare il mio contributo ed esprimere il mio pensiero in un contesto di Appassionati: ultima, ma assolutamente non meno importante, la possibilità di imparare sempre cose nuove.
  • Gender
    Maschio

Recent Profile Visitors

14,171 profile views
  1. Lo avevano anche le Golf (C e CL del periodo, come anche Passat) 2 e anche 3: il contagiri era di serie sulle GL e le versioni sportive. A proposito di Fiat Uno (ma anche diversi modello di Tipo, Regata, Croma) un dettaglio che non mi è mai andato giù è la copertura centrale del volante anonima, senza un logo o una scritta (salvo versioni di punta) e che fa tanto cheap, un dettaglio in cui si sono davvero lasciati menare via...
  2. Sarebbe una gran bella notizia, sperando che come al solito non facciano “scappare la voglia” a chi potrebbe decidere di investire nel nostro paese, a maggior ragione vista l’ennesima crisi in corso.
  3. Molto interessante la Touring ma, per i miei gusti, anche la Sedan 4 porte [emoji7] Peccato non siamo mai entrare in produzione.
  4. Molto bella, pulita e moderna nell’impostazione stilistica. Peccato che rimarrà confinata al mercato interno o, al massimo, a mercati limitrofi. La Harrier è nata come “gemella” della Lexus RX per il mercato nipponico: dalla penultima serie, invece, è diventata quasi un modello separato, dal punto di vista estetico.
  5. La Logus è la versione tre volumi due porte, mentre la 5 porte è la Pointer: al contrario delle Ford da cui derivano, da quel che so, non sono state prodotte versioni quattro porte tre volumi e 3 porte due volumi per non creare eccessiva concorrenza con le omonime Ford Verona ed Escort.In precedenza il modello Vw era chiamato Apollo, sempre di derivazione Ford Verona prima serie: quest’ultima era una basata sulla Orion di prima generazione, rispetto alla quale era modificata nella parte laterale e posteriore, è dotata solo di due porte.
  6. Concordo in pieno con te e a sostegno di ciò credo che uno degli esempi più emblematici di tutto ciò sia rappresentato dal progetto Lancia J, dove Fumia applica in maniera ancor più stringente e dogmaticamente rigido il concetto di simmetria in una vettura: Ecco le simmetrie presenti: Come dicevo il concetto di simmetria ha indubbi vantaggi ma secondo me in casi come questo è portato a livelli quasi esasperati: lamiere e paraurti a parte, sono simmetrici anche i gruppi ottici, la mascherina e l’incavo targa posteriore. Ho apprezzato il libro di Fumia, così come molte delle sue creazioni e dei suoi concetti più cari, ma alcune realizzazioni mi lasciano, per così dire, molto più che perplesso, oltre a non convincermi per nulla dal punto di vista estetico.
  7. In casa BMW ci sono due stilemi essenziali (nel tempo reinterpretati, in meglio come in peggio secondo me) del brand, quali il doppio rene e il gomito di Hofmeister: In casa Peugeot un particolare che ha contraddistinto la versione 3 porte della 205, ossia i due inseriti plastici sul montante C, e che integravano (in quello a destra) il tappo del carburante: Elemento ripreso e reinterpretato anche sulla 208 3 porte, come ad esempio la GTI:
  8. Mi pare però che alla fine il concetto della simmetria si sia in gran parte perso (forse solo fanaleria e portiere) con la macchina definitiva, per ragioni “di packaging” per Chery, come spiegava lo stesso Fumia nel suo libro.
  9. L’idea di Fumia per una vettura con moduli simmetrici (porte, paraurti etc) ha indubbi vantaggi ma questa Chery (che, diversamente da quanti proposto da Fumia, fa a meno della simmetria come da lui pensata in origine) esteticamente è proprio uscita male...
  10. Elemento di stile, quello delle tre fasce luminose, caratteristico anche della Nissan Be-1, una delle “Pike cars” più note:
  11. A livello estetico la versione “originale” Chery è nel complesso riuscita mentre l’omologa dR sconta, nei dettagli che poi la differenziano rispetto al modello da cui deriva, sempre una certa impressione di posticcio, tra loghi e soprattutto calandra, piuttosto grossolana. Gli sforzi per offrire qualcosa in più e migliorare i prodotti c’è senz’altro, ma a quei prezzi e con quei contenuti di sicurezza non le prenderei mai in considerazione.
  12. Corretto, infatti ho specificato solo il filetto rosso come caratterizzazione, strettamente di serie, delle GTI rispetto agli altri modelli.
  13. La Renault 16 se non ricordo male è la prima vettura ad aver introdotto il divanetto posteriore scorrevole per aumentare la capienza del bagagliaio, in caso di necessità: il “primato” viene, invece, quasi sempre attribuito alla Citroën ZX o alla Renault Twingo I.
  14. Particolare della “P” stilizzata della Grande Punto del 2005: Dettaglio del montante C dell’attuale Suzuki Ignis, che si caratterizza per le “branchie” riprese dalla Fronte Coupè/Cervo: Cellula Tridion tipica dei modelli Smart, elemento strutturale che da sempre ne caratterizza il design: Altra caratteristica Smart sono l’orologio e il contagiri in stile “occhio di rana”, anche se non presenti di serie su tutte le versioni: Una sintesi di tutti gli elementi caratterizzanti la stirpe della Golf GTI, qui nella sua prima serie: Mascherina con filetto rosso: Selleria con stoffa fantasia tartan e cambio con pomello di forma pallina da golf, che però non è stata una costante:
  15. Dettaglio del logo in zona maniglia-porta posteriore del prototipo Alfa Romeo Tonale, col Biscione “elettrificato”, molto riuscito secondo me: Tappo del serbatoio del rifornimento “occultato” nel gruppo ottico posteriore, Cadillac Eldorado ‘53: Terminale di scarico del prototipo Quartz con i quattro anelli Audi: Maniglia porta integrata con i listelli cromati delle prese d’aria sul montante posteriore della Miura, un bel l’esempio di integrazione nel design:
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.