Jump to content

davos

Members
  • Posts

    2,058
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Everything posted by davos

  1. Il ban al 2035 significa che dal 2035 uno deve prendere un auto elettrica e deve poterci essere una rete di collonnine capillare. Devi essere riuscito a fare punti di ricarica nei parcheggi pubblici e privati, luoghi di lavoro etc. Il ban al 2035 significa che le case non investiranno in nessuna tecnologia che non sia elettrica. Ben venga car sharing trasporto pubblico e anche taxi elettrici a prezzi normali. Un taxi deve essere alla portata di tutti. Per il resto per me oggi per come è organizzato il mondo l'auto è indispensabile. Certi usi possono essere evitati, ma per una vita piena per poter viaggiare, andare a lavoro fare la spesa, vacanze passioni portare i figli a scuola etc serve l'auto privata.. facendo il ban al 2025 si rischia al contrario che la gente continui ad usare auto ICE vecchie. Andavano esplorare tutte le soluzioni. Se una segmento b con 500 km di autonomia reale dovesse scendere di prezzo ok. Ma se nel 2035 dovesse costare ancora 50000 euro di sarebbe un problema enorme. E magari una erev sarebbe costata 20000. E a livello di CO2 sarebbe infinitesimale la differenza. Il problema è che si è andati dietro a principi e non a cercare il risultato. Altrimenti non si parlerebbe solo di ban delle ICE ma di smartworking, riorganizzare i quartieri con servizi decentrati, trasporto pubblico, liberalizzazioni dei taxi etc etc.
  2. Certo intendevo 150 km di autonomia elettrica più piccolo motore a benzina che ti aggiungo 500 km di autonomia per toglierti qualsiasi ansia. In Cina ci sono la li xiang One e un'altra che sono bestioni di 5 metri e costano la metà della model x. Batteria da 37 kWh più 1.2 da 130 CV.
  3. Riguardo al problema quello che pare esagerato è che l'Europa bestia implementando normative molto più restrittive di usa e Cina. Siamo in una fase di transizione, ci sono infrastrutture da fare, rete di ricarica, devi agire ancora sull'energia rinnovabile e li devi investire in maniera mostruosa e ci vorranno decenni ( lasciate perdere le previsioni ottimistiche, voglio proprio vedere cosa succederà) Comunque dicevo che se so ha in questo contesto correre come pazzi, spendendo un patrimonio per avere auto elettriche che comunque usano energia prodotta dagli ICE. La transazione poteva essere molto più progressiva. Normativa 2025 e al 2030 sulle emissioni danno già degli obbiettivi molto sfidanti. Poi quello che trovo assurdo e il ban ai motori a combustione. Il 90% delle persone una l'auto ogni giorno per meno di 100 km. Vuole autonomie maggiori perché raramente fa un viaggio più lungo. Allora un elettrica erev con autonomia di 100-150 km e un motore 1000-1200 a ciclo Miller sarebbe una soluzione perfetta, meno cara e più funzionale. E probabilmente ottenevi il 90% dei risultati in termini di CO2 di un auto bev. Perché privarsi di questa soluzione.
  4. Non ho capito questa cosa della cinghia a bagno d'olio che rimane in alcune versioni e in altre no. Per il resto con la catena si elimina il principale problema del puretech perché per il resto non è male. Magari questo 1.2 rimane per le auto generaliste e più piccole e il 1.5 per quelle più grandi e premium. Credo poi sia molto interessante un phev fatto con questa architettura che dovrebbe essere molto meno pesante e costosa.
  5. Boh. Togliamo il ragionamento sul bagaglio esteticamente è 100 volte meglio dell'arkana che è veramente goffa e cheap
  6. Esteticamente è uscita bene. Peccato l'elettrica non abbia almeno 60 kWh di batteria
  7. Boh ma perché devono farle tutte strane e discutibili? Già ev6 e ioniq5 son davvero pesanti. Cioè neppure brutte ma si fa una fatica a digerirle e oltretutto magari uno vuole una bella auto ben fatta e proporzionata senza roba strana tipo le luminarie di natale tipo Tucson. Questa è ancora più pesante. Stai lo a guardarla e a chiederti perché il culo scende così. Ma fatene una normale diamine.
  8. La c5x è appena all'inizio e viene dalla Cina dove ci son stati un po' di problemini col covid. Guarderei più l' Arkana che pare stia andando molto bene.
  9. Mi pare ci siano parecchie novità
  10. Che peccato che non ci sia una discussione sui prossimi modelli Peugeot Opel Citroen e Ds. Soprattutto ora che fanno parte del gruppo Stellantis e che alcuni di questi modelli saranno fatti in Italia
  11. In Usa hanno trovato due giacimenti enormi. Addirittura nel più grande pare aiuterà l'ambiente perché è un lago che sta diventando sempre più salato. Stellantis e GM ha no già bun accordo. Per capirci il giacimento credo in California a regime potra produrre 2-3 volte il litio che si produce oggi.
  12. La Skoda Octavia ha il 1.000 da 110 cv. Il motore è molto criticato per la cinghia ma come prestazioni è buono. Le varie prove dicono che va bene come prestazioni. Poi dipende dagli usi non tutti fanno centinaia di km a pieno carico in salita.
  13. Ma in pratica l'altezza in più è dovuta al fatto che è più alta da terra?
  14. Ci sarebbe la discussione scelte strategiche sicuramente più adatta. Oltretutto sono discorsi fatti e rifatti che ripartono sempre da dati sbagliati. Tipo riguardo a PSA. Oltre la forza nel mercato europeo bisogna considerare che aveva progetti più avanzati nei segmenti b-c, era più avanti nell'elettrico, aveva una fondamentale jv con Total nelle batterie dove poi si è aggregata Mercedes e aveva 8-10 miliardi di cassa.
  15. Cioè tu stai dando a me del membro del fan club? Quali dati di bilancio dicono il contrario? 400 milioni persi nel 2019, 1,2 miliardi nel 2018. https://www.ilsole24ore.com/radiocor/nRC_01.06.2020_15.58_368D49375 Che la parte europea e soprattutto italiana fosse un problema lo sanno pure i muri. E lo capirebbe un bambino che panda fabbricata in Italia venduta a prezzo stracciato non può guadagnare. Son cretini tutti che non si sognano di vendere un auto a 10000 euro e sono usciti dal segmento a? Fun fact poi cosa. Mokka ha venduto sopra i 9mila a gennaio, febbraio e 11000 a marzo. Quindi 10000 al mese, più di tcross nei primi tre mesi. Prima della crisi dei chip. Fallimento di che? Che la stanno vendendo a partire da 23000 euro. Tavares ha appena detto che non è ancora contento della qualità di Opel. Chiaro che ci devono ancora lavorare. Ma si è preso un gruppo con quote importanti in UK e Germania e est Europa, che gli ha dato le dimensioni decisive per competere nel mercato europeo e per essere appetibile ad una fusione con FCA. Altro che fallimento. Marchionne è anni che voleva Opel, ha dichiarato addirittura che senza Opel la fusione con GM aveva poco senso. Prima di usare certi toni con persone che seguono da 20 anni fiat in borsa pensaci due volte se non vuoi fare altre figuracce.
  16. Ci son troppi dati sbagliati per poter fare un analisi. FCA in Europa è sempre stata in perdita. E la equilibrava un po' fare auto in Polonia e vendere le jeep fatte in Italia in Usa. Ma la parte italiana era certamente in perdita e cosa più importante sarebbe stato difficile anche con investimenti ingenti riprendere quote. Mokka non è un fallimento, prima di avere problemi coi chip stava vende do 10000 pezzi al mese, faceva quasi i numeri di tcross anche in Germania. Chiaro che deve essere rilasciata ma sia Mokka che Astra mi paiono bei prodotti. Ripeto quello che scrivo sempre e dovrebbe essere un punto di partenza di ogni ragionamento. Oggi Stellantis insieme a Toyota e l'azienda gestita meglio al mondo e quella coi margini migliori, nel generalista.
  17. Quando si fa un analisi di come vanno i marchi bisogna partire dal presupposto che i numeri contano poco. Quello che conta sono i margini. Da FCA praticamente dobbiamo togliere la panda venduta a prezzi stracciati e probabilmente in perdita. Oggi fiat ha un solo gioiellino che è la 500 elettrica che lotta ad armi pari con la concorrenza, anzi è la migliore. Il resto son auto ormai vecchiotte che hanno senso solo per mantenere un po' di quote soprattutto in Italia. Opel ha una gamma molto più performante. Basta solo guardare quanto costa la Mokka. Senza la fusione FCA sarebbe stata costretta a investire molto per tirare fuori modelli per non trovarsi a scendere a livello di quote troppo, perché dopo da recuperare son dolori, vedi Nissan Ford etc. Ora che le quote di mercato le garantisco le ex PSA non ha senso correre, devono solo programmare seriamente e investire con intelligenza. Io spero che con fiat faccia o non solo gamma 500 ma anche qualcosa rational almeno di segmento c ma si vedrà.
  18. Chiaramente ci vuole un po' di tempo. Ex FCA sta sfornando modelli in nord e sud america. Stava preparando qualcosa in Europa ma ora è meno urgente perché le quote in Europa le ha con ex PSA. Oltretutto i progetti su pianali dedicati era molto costosi. Quindi è inutile correre presentando modelli, può studiarli con calma e inserirli col tempo usando pianali git collaudati e sfruttando economie di scala. Stanno andando bene ovunque, devono solo riorganizzarsi in Cina e espandersi in India. Ma non hanno premura non sono alla canna del gas come Renault o con mercati da ristrutturare pesantemente come Ford in Europa, GM in Cina e sud america e in parte vag in Cina e USA
  19. Boh io considero la vecchia un auto al limite dell' inguardabile. Davvero brutta e sciata. Quella nuova vista dal vivo rende veramente molto.
  20. Il problema per l'erev e quello del phev. Come garantire che uno non usi l'auto sempre a carburante senza ricaricare
  21. Cioè l 'erev è meno complesso? Perché?
  22. Si ho riguardato bene anche io. Nella brochure risulta sia su Sandero che su Duster di serie. Nel configuratore non c'è il minimo accenno. Davvero un configuratore fatto malissimo. Chiedere in concessionaria. Non vorrei davvero che fosse a causa della crisi chip. In ogni caso mancano molte funzionalità della guida autonoma di secondo livello che ormai hanno quasi tutti
  23. Boh non ci sto capendo nulla. Nel configuratore brutte queste cose non ci sono.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.