Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di : Motor.it

Maxwell61

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    3290
  • Iscritto il

  • Ultima visita

  • Giorni Popolarità

    1

Maxwell61 è il vincitore del giorno Luglio 2 2016

I contenuti pubblicati da Maxwell61, sono stati i più apprezzati della giornata! Complimenti e grazie per la partecipazione!

Reputazione Forum

426 Excellent

Su Maxwell61

  • Rank
    World Championship Winner
  • Compleanno 01/01/1910

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Prinz
  • Città
    Ultima Thule
  • Genere
    Maschio
  1. Infatti la Toyota ha in produzione dl 2001 la versione LPG per taxi, la Crown Comfort, il che significa che ha esperienza di milioni di km a GPL. https://en.wikipedia.org/wiki/Toyota_Comfort E pochi sanno che quando toyota Italia, molti anni fa, fu obbligata a offrire la Yaris GPL sul mercato italiano, retrofittata in loco con impianti il piu cheap possibile e non certo i moderni elettronici con centraline interfacciate tramite OBD come il mio Romano, gli spedivano dal giappone delle testate da cambiare prima della consegna sostituendo quelle di alluminio morbidissimo di serie con altre con sedi valvole rinforzate, facendosi rispedire indietro le originali. Ovvero, conoscevano OVVIAMENTE benissimo tutti i pochi problemi del gas. I motori a scoppio digeriscono di tutto, il gas non è mai stato un problema tecnico di qualche rilevanza, bastano pochi accorgimenti. Non è un problema tecnico, manco sull'ibrido, come mia diretta esperienza. Dopo il tagliando dei 20,000 km (gratuito), il mio impianto non è stato piu toccato nè pulito e ora ho 80,000 km e non ha mai perso un colpo nè avuto una minima esitazione anche sottozero.... il problema tecnico non esiste del tutto.. Il problema è tutto di politica aziendale e strategica e legato al fatto che ci sono solo selezionati market con infrastrutture adeguate. Il che significa poco interesse per un marchio globale che ha ricavi sensibili da altri mercati e su altre fasce di prezzo di vetture. Certo i complottismi non hanno senso. Se ne fottono perchè ci ricaverebbero poco.
  2. E' da 10 anni che la Toyota ha fatto l'ibrido a gas. http://www.omniauto.it/magazine/6763/toyota-camry-cng-hybrid E peraltro l'accoppiata di un motore con scarico "freddo" come il pseudo-Atkinson (che infatti non può essere turbizzato) e un motore che è soggetto spesso a raffreddamenti quando si spegne, rende ideale l'accoppiata con il gpl e cng che hanno temp di scarico un po piu alte. E il 1,8 ha pure recupero gioco valvole automatico. Infatti gli aftermarket hybrid-gpl hanno dilagato e non è noto un solo caso di problemi. E di conseguenza il gpl è finito su tutte, compreso Yaris, CHR, Prius-V, Lexus NX e RX.... Quello che è significativo è che Toyota ci abbia messo tanto tempo e faccia sto robo solo per i taxi in Giappone, perchè c'è quasi un obbligo....
  3. Ario, hai dedotto creativamente delle assurdità e non sai di cosa stai parlando, informati meglio. Mi hai convinto. Smetto di perdere tempo dietro questa tecnologia inutile e senza futuro, d'ora in poi posterò solo sulle novità diesel e biglietti della metropolitana milanese.
  4. Hyundai IONIQ 2016

    Comparsa, ma non ancora configurabile, la IONIQ PLUG-IN sul sito Hyundai. 30,500 Eur in promozione, 4500 Eur in meno dello sgorbio Prius Prime Plug-IN. http://www.hyundai.it/modelli/ioniq/IONIQplugin.aspx Test in strada a confronto Prius Plug-IN vs Ioniq Plug-In di Quattrorotelle: http://tv.quattroruote.it/le-prove-di-quattroruote/prove-su-strada/video/hyundai-ioniq-plug-in-vs-toyota-prius-plug-in-la-sfida-totale
  5. Ho scritto da qualche parte che i Fast Charger sono un affare (anche se lo sono rispetto a benzina e diesel) ? Forse hai frainteso la frase, ammetto scritta di fretta non benissimo: ovvero che le cariche frequenti è ben più vantaggioso farle a casa o alle colonnine lente da 0,025 eur/min. Anzi, approfitto per dire che le FAST, non avendo (apposta) le prese per AC carica lenta da 0,025 eur/min, sono improponibili da usare se si ha una Hybrid Plug-in come Prius Prime o IONIQ Plug-IN o altre che non abbiano la doppia presa con carica veloce DC. Perchè per caricare 9 kWh, , 2,2 hr limitati dalla velocità del charger dell'auto, costerebbe oltre 50 Eur. Come dire 100 Eur/100km.. Questo è stato fatto per evitare che qualcuno con sola carica lenta occupi le FAST. Così come in nessuna colonnina di qualsiasi tipo si paga più a kWh, ma a tempo, non di ricarica, ma il tempo che tieni collegata la pistola alla colonnina, per evitare che qualcuno lasci l'auto a occupare la postazione anche quando ha finito di caricare.
  6. Toyota Prius Prime 2016

    Comunque, per evitare errori nel postare come ho fatto io nel post sopra, direi di spostare il thread nelle auto in vendita. Da quando è in vendita è in promozione a 35,000 Eur, modello unico super-accessoriato, ma in Italia manca lo schermone da 11". Equipaggiando al pari una Hybrid normale, ma senza tetto fotovoltaico che è disponibile solo per la Prime, e di serie, risulta un supplemento di circa 6000 Eur per avere la Plug-in. Più o meno lo stesso extra per Hyundai Ioniq Plug-IN rispetto alla Hybrid normale. Il supplemento non è artificiosamente alto; a trasformare after-market una Hybrid normale in una plug-in con 9 kWh di batteria si spende anche di più. Autonomia circa 50 km di media, dai 40 ai 60 km a seconda delle velocità/condizioni. Prestazioni diminuite, rapporti accorciati causa peso (maggior frullinamento), lunghezza e pesi aumentati, solo 4 posti. Ergo si capisce come il formato Plug-IN Hybrid, teoricamente una buona cosa e che servirebbe molto anche a me, non è per niente conveniente rispetto ad una EV, il cui tipico supplemento di prezzo rispetto ad una ICE normale è nell'ordine dei 10,000 eur, attualmente. Diverso per le supercar Plug-in dove il supplemento, che rimane piu o meno uguale, incide molto poco sul totale. Miglior soluzione la Volt, con grossa batteria da 18,4 kWh, che simula una EV a raggio corto. https://www.toyota.it/promozioni/privati/prius-plugin.json
  7. SpaceX ce l'ha fatta!

    Niente di più insopportabile di sentire un francese parlare inglese
  8. Kia Niro 2016

    A mettere le palette per impostare il grado di rigenerazione ci metterebbero un attimo anche sulle ibride se volessero, è un numerino nel software, ma sembra che si pongano il problema, e neanche tutti, solo nelle EV dove la rigenerazione gioca un ruolo importante e non c'è eventualmente un termico a cui ricorrere per fare da freno motore. Che dirti, sono d'accordo con te, le vorrei anch'io.... Sul tuo esempio ti sei spiegato benissimo, ma continua ad essere sia uno stile di guida, sia qualcosa determinato dalle condizioni del traffico e dagli altri guidatori. Io usavo il folle per andare in glide anche col trattore diesel della mia vecchia Corolla e lo uso anche sull'ibrida, ovviamente senza essere d'intralcio e solo usandolo per decelerare perchè lo stanno facendo tutti e non perchè stia facendo l'hypermiler. Evidentemente non ti trovi mai in situazioni così tranquille da ritenere che puoi lasciar decelerare lentamente l'auto in N oppure tendi a non sopportare il tempo maggiore che ci mette a decelerare un'auto in folle rispetto a tenere la velocità costante e poi decelerare con rapidità. E' ovvio che la prima ipotesi genera una guida più da posapiano che a molti potrebbe non piacere.
  9. Ed ecco comparse ieri le nuove 29 stazioni ENEL Fast 50 kW DC con prese CCS2 e Chademo e 43 kW AC, le prime di 180 entro estate, tutte poste vicino a svincoli autostradali per permettere doppio uso. Nelle 180 dovrebbero esserci anche quelle poste direttamente in autostrada. Già ora il Milano-Roma è perfettamente percorribile, colonnine ogni 60 km, come si fa col metano, utilizzando i distributori vicino agli svincoli. Un passo avanti. Annuncio ufficiale e apertura domani. Prezzi, 0,366 Eur/min ovvero 22 Eur/hr ben più cari delle colonnine normali 0,025 Eur/min, che sono max 22 kW AC. Da cui capite che il servizio FAST serve a chi è in un lungo raggio di spostamento occasionale, non per cariche rutinarie, che sono ben più vantaggiose con ricarica lenta a casa, o alle colonnine lente. Ricordo che la vel. max di ricarica è estremamente variabile e dipende dalle scelte del costruttore auto. Di conseguenza, con le colonnine che ora vanno tutte a tempo, il costo di una carica può essere molto diverso. https://www.eneldrive.it/ http://www.teleborsa.it/News/2017/09/29/progetto-eva-con-le-prime-30-colonnine-enel-parte-la-ricarica-veloce-extraurbana-243.html#.Wc9KZVu0NSY Per chi ha invece una Tesla, a questi si aggiungono (non so esattamente a quali prese si possono attaccare le Tesla con adattatore) i circa 25 punti Supercharger (significa oltre 180 colonnine) e i "Destination charger" convenzionati Tesla. https://www.tesla.com/it_IT/findus#/bounds/65,55,34,-11,d?search=supercharger&name=italy
  10. Opel Ampera-e 2016

    No, la ricarica la fai ogni notte che va da sola e dovendo caricare poco setti un basso assorbimento che ti consente di non cambiare contatore e avere ogni mattina il pieno a tappo. E il mio veicolo ICE a GPL non è tanto superiore, ci faccio tipicamente in autostrada 480 km, e se lo stesso serbatoio fosse montato su un benzina normale e non il mio risparmioso ibrido, farebbe di range quanto la e-Ampera. Se ci fosse la stessa possibilità di ricarica elettrica quanto ce n'è di GPL (che non è per niente ubiquo), saremmo allo stesso livello.
  11. Toyota Prius Prime 2016

    Una cosa sulla quale non avrei scommesso un soldo bucato.... il tetto fotovoltaico della Prius Plug-IN 2016, che carica la batteria HV anche da fermo. In effetti in numeri sono interessanti, considerando che il tetto FV è di serie in Italia. In pratica su 1534 km percorsi ha raccolto circa 23 kWh di carica che, al consumo medio mostrato nello schermo dall'auto in EV, un valore piuttosto alto peraltro (significa percorso veloce) 13.9 kWh/100 km, la carica del tetto ha regalato 165 km di percorrenza, in agosto col solleone. Cioè l' 11% della percorrenza totale. Il signore ha valutato mediamente 90 min di esposizione per 1,2 km di autonomia, senza dare nessun altro dettaglio. http://www.hybrid-synergy.eu/showthread.php?tid=65115&pid=715166#pid715166
  12. Le batterie non hanno nessun tipo di manutenzione, ci mancherebbe, manco ti puoi avvicinare. Non risultano batterie andate a fuoco in ricarica. PS: chiedo se un moderatore può spostare gli off-topic sulla mobilità sul thread corretto, grazie.
  13. Opel Ampera-e 2016

    Ecco un test reale fatto da car and driver, con cruise control a 121 km/h e climatizzatore a 22° C , range a batteria morta = 306 km So in our most recent rendezvous with the Bolt, we performed a real-world range test that mimics a long highway road trip. With the cruise control set to 75 mph and the climate system set to 72 degrees, (22°C) we drove the battery to exhaustion in 190 miles. http://www.caranddriver.com/reviews/2017-chevrolet-bolt-ev-test-review Un utente di GM volt ha estrapolato, con le curve tipiche, i seguenti possibili risultati: 88.6 kmh - 398 km 96.6 kmh - 383 km 104.6 kmh - 365 km 113 kmh - 330 km 121 kmh - 306 km 129 kmh - 285 km Ricordo che EPA = 383 km , WLTP = 380 km , NEDC = 520 km , Hypermiling a 42 km/h = 755 km Ottimo....
  14. Kia Niro 2016

    Si, è sicuro che si accende perchè Torque o Hybrid Assistant segnalano un consumo anche consistente. E i giri sono alti, facile vedere 3000 e più. Ma ripeto, sarà una cosa che ho visto una volta e mi è passata la voglia di usarla, se ho saturato preferisco consumare i freni (ragionevolmente senza farli incendiare..) piuttosto che sentire il motore che urla. Sono sicuro che ci sono migliori info su Hybrid forum, io me ne sono disinteressato.
  15. Kia Niro 2016

    Beh la necessità di freno motore dipende da almeno un paio di cose 1) se sei nel traffico stretto isterico delle grandi città a ora di punta, dove non puoi lasciare piu di 50 cm tra la tua auto e la prossima se no ti portano via, quello che dici è vero 2) se è lo stile di guida che richiede grosse frenate dopo grosse accelerate perchè a te così piace (non dico di te, immagina quanti ce n'è) invece no, è una tua scelta di guida. Nevrotica e antieconomica, tipica di molte donne per es. Personalmente mi trovo a frenare spesso per il poco freno motore solo nei passaggi a ora di punta del traffico bolognese. Già se scende la sera, plano in N sui viali. In tutti i miei altri spostamenti in provincia e autostrada è tutto un annullare la rigenerazione con la N, quindi non posso essere d'accordo con te. Magari per chi vive situazioni di traffico stressante è utile. Mi risulta che la rigenerazione variabile, fino a zero, ci sia in alcune elettriche ma non nelle ibride. Ecco per esempio le 2 palette al volante di IONIQ EV, a 4 posizioni, auto furbissima.... Non la uso mai ed ha un comportamento molto particolare, essendo fatta solo per essere usata nelle discese con la batteria saturata e non per aumentare solo la rigenerazione. E se la batteria è satura, si accende il motore per dare freno motore. Consuma benzina alla grande se ICE è acceso. Non ricordo se in rilascio con batteria non satura si accende lo stesso ICE ma mi pare di sì, ricordo una volta che l'ho inserita in piano in rilascio. E come acceleri, il motore si spegne Insomma non si può usare granchè come freno motore-rigenerazione aumentata senza sprecar benzina. A meno che sei costretto dalla batteria satura. E per la saturazione la batteria di Niro-Ioniq fa faville, ha una capacità effettiva doppia della più moderna TOyota (non importa se Li-Ion o Ni-Mh, gli hanno dato stessa capacità effettiva, con la prima che ha la metà della capacità nominale).
×