Vai al contenuto

gianmy86

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    3888
  • Iscritto il

  • Ultima visita

  • Giorni Popolarità

    3

gianmy86 è il vincitore del giorno Maggio 20

I contenuti pubblicati da gianmy86, sono stati i più apprezzati della giornata! Complimenti e grazie per la partecipazione!

Reputazione Forum

2939 Excellent

Su gianmy86

  • Rank
    Leader del campionato
  • Compleanno 20/01/1986

Informazioni Profilo

  • Marca e Modello Auto
    Alfa Romeo MiTo 1.4 TB MultiAir 135 cv Distinctive 2010
    Cinquecento 900 1995
  • Città
    Nocera Inferiore
  • Interessi
    Auto, auto d'epoca, Duran Duran, Rolling Stones, Kraftwerk e Judas Priest!
  • Genere

Visite recenti

7121 visite nel profilo
  1. gianmy86

    L'autoparerista in cucina

    Aggiunta foto...
  2. gianmy86

    L'autoparerista in cucina

    Visto che negli ultimi mesi si è parlato di alta cucina mentre questo topic languiva, torno con una ricetta facile facile di oggi, "povera" ma gustosa, e a km 0 (almeno per me...) E' una ricetta fatta con gli avanzi del pranzo di ieri. Spaghetti con alici arrecanàte. Ingredienti per due persone: - 200 gr, di spaghetti di Gragnano - 250 gr circa (o anche più se si vuole un po' di secondo) di alici di Cetara, fresche e spinate - 3 o 4 spicchi di aglio - mezzo limone - un peperoncino, preferibilmente fresco - sale e olio EVO qb - un bel ciuffo abbondante di prezzemolo fresco - origano (a Napoli 'a recata, da cui il termine "arrecanate") La preparazione è semplicissima: in una padella abbastanza ampia disporre le alici sul fondo dopo aver leggermente oleato il fondo. Riempito il fondo con il primo strato di alici, aggiungere olio, origano, l'aglio precedentemente tagliato a cubettini di 1 o 2 mm (c'è chi usa il vecchio trita-aglio, ma io preferisco lavorar di coltello) il peperoncino sminuzzato e un po' di prezzemolo tagliato grossolanamente Poi continuare con le restanti alici e ripetere l'operazione pari pari, con la sola aggiunta finale di un pizzico di sale e del succo spremuto di mezzo limone (evitate di far cadere i semini, mi danno noia). Terminata questa operazione, lasciar marinare per circa un'ora e trenta minuti. Già dopo una ventina di minuti, noterete il colore delle alici virare verso il bianchiccio; è il limone che sta facendo il suo lavoro "cuocendo" il pesce. In seguito mettere a bollire l'acqua, quando va quasi ad ebollizione, accendete la fiamma sotto alla padella, la ricoprite con un coperchio e lasciate cuocere le alici per circa 6 minuti. Nel frattempo, avrete salato l'acqua e calato gli spaghetti. Passati i 5 o 6 minuti, metà delle alici le sposterete in un piatto, e la restante metà nella padella va sminuzzata grossolanamente con la palettina usata per il "travaso" di alici. Quando gli spaghetti son quasi cotti, ma non del tutto (8 o 9 minuti, generalmente) li versate ancora grondanti della loro acqua nella padella con le alici e il fondo di cottura formatosi, terminando lì la cottura (quasi una risottatura, in pratica...) e mescolando continuamente per un paio di minuti. Dopodicchè, impiattate, adagiando in fine sugli spaghetti le alici intere precedentemente messe da parte e un ciuffetto di prezzemolo. Solo nel caso di olio artigianale, al limite, un ulteriore filino d'olio a crudo. Ora vado a finire l'opera Buon appetito a tutti.
  3. gianmy86

    Alfa Romeo Giulia 2016

    Ma infatti buona regola sarebbe quella di fare subito cambio olio e pulizia, per chi acquista un'automatica usata. Anche se pochi ci sentono da quell'orecchio.
  4. gianmy86

    Confronto gtv6 - gtv 3.0 - gt 3.2 - brera 3.2 (rivista youngtimer )

    In generale, come ti sembra la rivista?
  5. Min. 0:45 Autopilot: "Buongiorno Autostrada, come va, tutto bene...ah sei tu New Jersey, ti ho riconosciuta subito!"
  6. gianmy86

    Cambiare il Materasso

    Su questo, banalmente, non saprei consigliarti... Occhio solo che se prendi un materasso con accoglienza iso-lattice naturale è meglio usare un sistema a doghe regolabile con cursori. Se hai la classica intelaiatura in ferro con staffe in legno potresti aver noie. Peggio, se hai ancora la rete in ferro, il lattice si romperebbe, quindi vai di rigido a molle (in tal caso non spendere più 100 €, di più non varrebbe...)
  7. gianmy86

    Cambiare il Materasso

    Specifico solo che chiaramente non è lattice (per lattice intendo quello naturale, quello dei ciucci dei bimbi, o dei guanti per le sale operatorie). Molti hanno creato la dicitura "gomma di lattice", per definire quella che non è nient'altro che gommapiuma. Come prezzo e nome azienda del resto suggerirebbero.
  8. gianmy86

    Alfa Romeo Giulia 2016

    Ma che mi stai svelando, l'acqua calda?
  9. gianmy86

    Mercedes-Benz Classe A 2018

    Confermo che è così: il papà di un caro amico ne ha presa una, con 3k km percorsi, SW, pagandola all'incirca 42-43k €. Sconto rispetto al listino di quasi il 40%. Presa in Mercedes, eh. Facile che ci saran le basone. Oggi tantissime A180 manuali girano con clima manuale e senza cruise control, per dire...
  10. gianmy86

    Alfa Romeo Giulia 2016

    C'è anche da dire che spesso la manutenzione al cambio automatico è una chimera. Se ogni 60k o 100k km va fatto un cambio d'olio e pulizia e nessuno lo fa, non ci si può lamentare se a 150k km poi si sfascia. Oggi i costi di manuntenzione nessuno vuole accettarli. Appunto...a me sembra logico che sia così. Esempio pratico, ho acquistato la Mito usata, 6 mesi fa, e mi è stata omaggiata, come richiesto, un'ulteriore garanzia esterna al rivenditore (con officina interna) della durata di due anni su tutte le componenti dell'auto (quanto mediamente conto di tenerla io) Questa garanzia pone come clausola un tagliando da effettuare presso di loro ogni 10k km. Ora il libretto Alfa Romeo dice ogni 20k, ma io il tagliando ogni 10k km lo farò ben volentieri (in ogni caso lo avrei fatto ogni 15k, come fatto per ogni auto benza o gpl guidata finora).
  11. gianmy86

    Alfa Romeo Giulia 2016

    Tu vuoi il Nag5 Mercedes, ma ancora non lo sai.
  12. gianmy86

    Cambiare il Materasso

    Domanda sacrosanta. Per rispondere in modo corretto è opportuno fare due distinguo, e cercherò di essere più chiaro con un esempio pratico. Tutto passa da una considerazione: in assenza di problematiche fisiche che portino indolenzimenti (di solito zona lombare o dorsale) o intorpidimento (di solito agli arti superiori e inferiori) il concetto di "bene" è dato da una sola costante: la propria abitudine. "Trovarsi peggio" con un materasso in lattice naturale è praticamente impossibile nella mia esperienza di 4 anni nel settore: è ovvio che se si scende da un materasso rigido di vorrà un periodo di adattamento, che può andare da un'ora fino ad una decina di notti. Ma posso assicurarti che non ho mai sentito nessuno che abbia fatto marcia indietro. (e l'azienda con cui opero, se entro 15 gg dalla consegna non si è soddisfatti, ritira e rimborsa, ma non ricordo un caso che sia uno in cui si sia verificata una cosa del genere...) L'abitudine, dicevo. Spesso un nemico da combattere, ti racconto un aneddoto capitatomi: persona che soffre di gravi infiammazioni al collo per via di un uno errato del cuscino (2, rigidi) su materasso molto rigido. Compra il mio prodotto, ma pretende di usarlo con i suoi due cuscini (e un rettangolo rigido su materasso accogliente, immagina cosa sia...): dopo una 20ina di giorni mi chiama, le spiego di provare con santa pazienza ad usare per qualche notte solo il cuscino nostro, ma lei blatera che non dormirebbe. Ribatto che o fa così o si tiene il dolore forte, dato che ha buttato i soldi se continua ad usare i suoi cuscini. Ripassa qualche giorno, la chiamo e mi dice che effettivamente il dolore era calmato, stava molto meglio e avevo ragione (!), però lei non dormiva e non si trovava bene, quindi avrebbe dormito con il suo rigido sotto, e il mio sopra di quello. Morale della favola: se hai un'acclarata cattiva abitudine, e non provi a combatterla, non c'è soluzione che tenga. Nel tuo caso, se tieni un minimo alla prevenzione, dovresti iniziare a cambiare modo di dormire, ma capisco che "trovandoti bene" possa sembrarti fuffa da venditore la mia. Non a caso, l'80% dei clienti dell'azienda ha tra i 45 e i 65 anni. Nell'immagine sotto, il concetto di galleggiamento, proprio dei materassi di ultima generazione; l'immagine è presa a caso da un memory foam (nel lattice naturale, come detto, stesso effetto, ma più immediato e naturale) Ovviamente, guardate il materasso!
  13. gianmy86

    F1 2018 - Barcellona

    Così difficile capire che l'auto oggi non andava un ca**o?
  14. gianmy86

    Alfa Romeo Stelvio 2017

    Credo che il problema maggiore sia tutto qui. @33 4x4 pininfarina
  15. gianmy86

    Avvistamenti vari di auto storiche o quasi-storiche

    Sembra l'auto di Cobra, ma non è lei!
×