Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Gianlu96

Members
  • Posts

    1,034
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Gianlu96

  1. Ero titubante dal primo prototipi, ma alla fine il suo compito è quello di VENDERE e credo che vedremo qualcosa di davvero interessante, soprattutto come linea e contenuti. Il successo dipenderà dalla capacità di miscelare bene prezzo, contenuti ed estetica. Tra l'altro, già Compass, non è che poi sia così malaccio; tutt'altro e con le opportune modifiche sarà molto più sulle punte su strada e con uno sterzo diretto, un buon set-up di assetto farà sentire l'utente medio su un'auto sportiva (controsenso e baggianata ma è la realtà di chi compra, inutile nascondersi) Poco male se ci sarà il 1.6 Multijet 130CV, questa è un auto che, sostanzialmente, avrà la stessa clientela di Compass, ovvero persone che non si sono avvicinate a Jeep conoscendone la storia o le imprese del Wrangler col V8 aspirato ma perché desiderano la classica auto da tutti i giorni che sia un COMPROMESSO tra estetica/rata mensile/contenuti. Tra l'altro avere più motorizzazioni Diesel in gamma è insostenibile, non solo per le emissioni ma anche perché, tra mild-hybrid e possibile full-hybrid non resterebbe molto spazio.
  2. Hai centrato il vero punto. Cosa può spingere un vero appassionato a recarsi in un salone se vi è l'ennesimo Suvvettino da 1800kg full electric al modico prezzo di 60k €?
  3. Gianlu96

    Opel Astra 2022

    A me continua a non piacere, troppo "pesante" come linea.
  4. I principali costruttori europei ignorano ormai l'esigenza di auto "reliable", concrete, pratiche, ad un prezzo ragionevole tra i contenuti offerti e la qualità di prodotto. Tra l'altro Toyota, non mi pare mica che le regalino, ma a differenza dei rivali europei ha ancora un approccio orientato al "cliente", piuttosto che ad un ROE del 14%, invece che del 4%. A titolo di esempio, nell'arco di 11 anni, abbiamo comprato dallo stesso concessionario 3 auto. una nuova e due usate, non perché "fan-boy" del marchio, ma perché si viene trattati in modo adeguato anche in caso di problematiche. Se questo viene traslato ad un livello più elevato si può ben comprendere la portata di quest'affermazione.
  5. Da appassionato di auto è triste vedere Costruttori che hanno azzardato non poco nell'andare controcorrente con scelte stilistiche/di contenuti tecnici ridotti a "rebadgare" altre auto. Il caso di Mazda 2 è raccapricciante, personalmente non so quanti privati in Italia (e in EU), siano invogliati a comprare queste auto. Lo stesso grado di "impoverimento" si verifica nella condivisione spinta di componentistica: penso soltanto al pensare al pannello porta di gran parte delle auto Stellantis con quella maniglia "cheap" messa in mezzo dalla Corsa, passando per la C4, arrivando alla near-premium 308. Il l tutto per auto comunque sempre più care delle precedenti generazioni e qualitativamente parlando, fatte anche con soluzioni tecniche più economiche. Il tutto per "finanziare" la famosa transizione ecologica. Non so, ma questo è un clamoroso autogol: se l'auto deve essere senza contenuti, ad un prezzo elevato e con un motore elettrico con 300km di autonomia, vado su un cassone cinese, se proprio mi serve un'auto. Tanto vale spostarsi col trasporto pubblico, si avrebbero meno rogne e problemi. Clamoroso autogol per l'EU e la sua industria. Le conseguenze ve le risparmio.
  6. Ti ringrazio per la risposta, sempre esaustiva ma l'auto nel giro di 4 giorni è stata venduta. Cosa curiosa è che l'ho vista oggi in città col nuovo proprietario, veramente ben tenuta! Fortuna che da me l'inverno non è particolarmente rigido e l'auto viene spesso ricoverata nel box.
  7. Ho letto la prova, io diversi anni fa (un 6-7, ero neopatentato da poco), guidai una Peugeot 207 1.4 VTi 88Cv di un cugino di papà. Esemplare del 2007 con all'epoca nemmeno 41.000km (vivendo a Milano città, stava più tempo ferma in garage). Quando ero piccolo la 207 mi piaceva tanto, soprattutto nel più ricco allestimento Feline. L'auto non era male. La guidai su un percorso urbano/extaurbano nei dintorni di Milano. Mi piacque molto il comfort acustico e sospensivo, il motore era un elastico 4 cilindri, non particolarmente pimpante ma con la giusta elasticità anche in basso. Intorno ai 50k km, la diede via in quanto ebbe un problema piuttosto serio al motore (non ricordo la causa). Non condivido il discorso sullo sterzo, in quanto io ricordo che era molto artificiale e ritornava "di scatto" da rotonde, curve. Anche la stabilità pur essendo buona, non era di certo "sportiva", quanto molto incentrata sul comfort.
  8. Niente affatto, proprio in questi giorni è spuntata da un privato una splendida Auris del 2013, 86.000km e tutti i tagliandi fatti in Toyota, tale che la casa madre garantisce 10 anni la parte ibrida. In famiglia come auto cittadina abbiamo una Corsa alla quale ci vogliono circa 1.500€ tra carrozzeria, qualche intervento sulla meccanica (consumo anomalo refrigerante), qualche noia a livello di elettronica, e più il classico tagliando e revisione. È una macchina che all’anno farà circa 7/8.000km, quasi tutta città. Per i viaggi fuori porta abbiamo una Meriva col 1.6 CDTI. Percorso tipico è casa - ufficio di circa 3km x 2 o 4 volte al giorno, più varie soste per le esigenze di tutti i giorni quali spesa, farmacia, varie ed eventuali. Traffico più o meno intenso, la velocità media è tra i 15 ed i 19km/h, giusto per farvi capire. Giusto per darvi un’idea, in queste condizioni con la Corsa faccio circa 10km/L con un litro di verde, 13 - 14km/L con la Meriva Diesel. Non so se fare il passo più lungo della gamba e rischiarmela.
  9. 13 anni fa, poco più di un bambino mi chiedevo che senso avesse DACIA come produttore. Negli ultimi anni, mi chiedo che senso abbia il piazzamento di gran parte dei produttori di auto. Spero che Jogger abbia un notevole successo, non perché sia "irresistibile" dal vedere ma perché é funzionale, concreta e soprattutto perché offre tantissimo per quel poco che chiede a livello di prezzo.
  10. Mi chiedo allora a cosa serve quest'auto, se in autostrada si comporta in questo modo! E parliamo sempre di un'auto di oltre 60.000€.. In sintesi, possiamo parlare di un modello non particolarmente azzeccato, a differenza del precedente?
  11. Con queste slide è impensabile avere una discussione seria e fondata, in quanto gli indici non sono assolutamente sufficienti nemmeno per dar via ad un'analisi sommaria. In più una serie di variabili non indifferenti: politiche di bilancio, anni di transizione (c'è chi ha investito prima nell'elettrico e chi dopo, chi lo sta facendo solo ora ecc.) ecc. L'unica cosa "interessante" è la capitalizzazione di Tesla, decisamente superiore addirittura a colossi come Toyota. Segnale di una bolla che prima o poi scoppierà.
  12. Il problema è che le vendite sono tutte quasi sul mercato domestico e gran parte delle immatricolazioni a società di noleggio breve/termine. In ogni caso, auto abbastanza riuscita e che ha dato non poco ossigeno a Fiat stessa, soprattutto nel 2012 - 2017.
  13. Esattamente, dire che Astra e 308 sono più belle la dice lunga sulla mancanza di buon gusto.
  14. Speriamo diano un guizzo ed una rinfrescata agli interni. Esteticamente è la più bella del segmento.
  15. 3.2 al posteriore mi pare esagerato. Consiglio: mai andare oltre i 2.5 bar, con le strade che abbiamo basta una sconnessione o una buca profonda per spaccare gomma e cerchi. Tra l'altro a pieno carico e col ponte torcente non oso immaginare il comfort!
  16. Gianlu96

    Opel Astra 2022

    Per me l'auto è brutta e scialba da qualsiasi prospettiva la si guardi.
  17. Condivido a pieno. Sebbene nel corso del tempo siano usciti dei motori particolarmente interessanti (1.0 Ecoboost di Ford, 1.0 TSI di Vag e lo stesso 1.0 di Fiat), tali da sorprendere anche uno scettico come me, resto dell'idea che un un 4 cilindri è il minimo sindacabile su un mezzo a quattro ruote. Tra l'altro gli alberi di controequilbratura per smorzare le vibrazioni indotte dai 3 cilindri, hanno un peso da non sottovalutare, oltre al fatto di assorbire energia (e quindi carburante) dal moto dello stesso. Inoltre i 3 cilindri vengono di solito associati a cilindrate minori, in cui il "downsizing" è associato non solo al numero di cilindri, ma anche alla cilindrata. L'idea (o la promessa di molte case automobilistiche) è stato quello di diminuire i consumi di carburante. Promesse molto spesso mantenute, altre volte no ed a scapito di elementi quali: - Piacevolezza di guida compromessa - Maggiori vibrazioni Alcuni casi limite NEGATIVI: - BMW 116d col 3 cilindri a gasolio va peggio e consuma di più rispetto al più potente 118d. - Motori Twinair Fiat: l'idea teorica di associare due cilindri ed una cilindrata unitaria "ideale" per il rendimento, di fatto si è rivelato un insuccesso nell'applicazione pratica in quanto, di fatto le auto equipaggiate con tale motore avevano un rendimento di poco superiore agli omologhi aspirati a 4 cilindri. Inoltre era un motore con molte più componenti e organi soggetti a possibile rotture per via dell'uso gravoso (cittadino). Le prestazioni erano sicuramente maggiori, ma non apprezzate dal pubblico in quanto l'applicazione principale di questo motore erano le city-car. In questo segmento, il pubblico apprezza più che altro l'affidabilità ed economia d'esercizio, piuttosto le prestazioni in senso assoluto (che erano comunque dignitose ed interessanti vista la cilindrata).
  18. Ho letto qua e là su FB che la vernice del duo Corsa/208 è delicatissima e basta qualche viaggetto in autostrada per far sì che la vernice si sgretoli (in particolare zona muso/paraurti).
  19. Hai fatto bene ad aprire questo topic in quanto sono molto interessanti le tue impressioni di guida. Peccato per assetto e sterzo, punto di forza della precedente (compatibilmente col segmento di riferimento). Se si vuol guidare per bene sulle curve, ci è rimasta solo la Fiesta ormai. Vista staticamente in concessionario, i pannelli porta e più in generale tutte le plastiche sanno molto di cheap. Roba che in 5/7 anni di utilizzo cittadino li immagino più che graffiati e macchiati.
  20. Le Opel ormai sono delle Peugeot più razionali e con qualche lucina in meno. Cosa che sinceramente non mi dispiace. A giudicare anche dalle riprese interne (mi riferisco a sedili, disegno dei finestrini, comandi tergicristalli, maniglie interne) sembra più una 308 attuale in salsa più razionale e moderna. In ogni caso mi pare che sia la nuova 308 che l’Astra abbino uno sbalzo esagerato all’anteriore.
  21. Bello sentire che c’è gente che compra ancora auto con una propria personalità e decisamente fuori dal coro. Io, ho guidato una Outback 2.5 (quella precedente al tuo modello, per intenderci) e non mi è piaciuta per via del Cvt e della notevole inerzia. Mi era sembrato quasi al limite del sottodimensionato. Mi sorprendono i consumi. Penso avrai viaggiato tanto in extraurbano e con un piede tranquillo, in quanto a detta del rivenditore i consumi in un uso combinato andavano nell’ordine dei 9-12l/100km.
  22. Giusto ieri un mio amico venditore in Renault ieri si è lamentato per il calo di vendite di Clio. La gente entra in salone chiedendo il Diesel, valutano L’ibrido ma scoraggiati tornano sul Turbobenzina. Su Captur la mancanza del Diesel fa perdere direttamente la vendita. Molti, virano direttamente su 2008, 500X e T-Roc.
  23. Io ho guidato il 1.6 Mjet in E6-B ed era un po’ strozzato nelle prime tre marce sotto i 2000giri. Probabilmente con l’E6D, AdBlue ed una manciata di cavalli siano tornati all’ottimo livello del 1.6 Mjet in versione Euro 5, probabilmente uno dei motori che ho più apprezzato in questi ultimi anni.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.