Jump to content

Sandro

Members
  • Posts

    4,925
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by Sandro

  1. La mia Stelvio invece è tornata sabato dal carrozziere. Vorrei dire che è tutto bene quel che finisce bene, ma... ho scoperto che dopo l'urto la plancia scricchiola
  2. Se ben ricordo, avevano tribolato già parecchio per creare la Lancia Thema SW e la Dedra SW, perché non erano state progettate per la SW fin dall'inizio. E questo con i pianali all'epoca moderni delle due auto. Figurarsi farlo su 90 e/o 75, col pianale dell'Alfetta del 1972. 166 SW invece avrebbe usufruito di un pianale già progettato per la SW (Lancia Kappa) e magari poteva uscire qualcosa di interessante. Ho provato anche ad immaginarmi una 146 SW... ma poco dopo la mia mente è andata in blocco: troppo orrenda, con quella linea di cintura così cuneiforme.
  3. Io voglio una Giulia SW Cross. Integrale. Solo che non c'è e allora ho ripiegato sulla Stelvio Tornando IT: secondo me, di tutte quelle SW più o meno prototipali, l'unica che aveva senso era 155. La 90 coi fari della Uno anche no, grazie. Più che 164, magari avrei visto più una 166 SW
  4. Vi prego, ditemi che NON è imparentata con Mike Brewer OK, mi rieclisso...
  5. Sentito adesso l'assicurazione. Dato che siamo "un testimone per parte" (mia moglie, sua madre) siamo al 50%. La cosa più triste? La dashcam (che comunque non ho) non è legalmente accettata in Italia. E hai TANTA voglia prima che esca il perito dell'assicurazione causa periodo natalizio. Sempre meglio...
  6. PS: buon Natale 🤬 Un genio sull'A8 ha deciso che DOVEVA entrare nella corsia centrale, appena entrato in autostrada, ignorando la mia presenza. Impossibile evitarlo. É giunta l'ora delle dashcam.
  7. D'altronde, a parte qualche troll (di norma di breve vita qua dentro), il forum è ben vivibile e dotato di un ottimo staff. Grazie a chi si sbatte per tenere tutto in piedi e in ordine e...
  8. Ricordo la "brinalonga" come la chiamavano i miei nonni, soprattutto i primi di gennaio, quando la brina sulle losanghe della rete in fil di ferro raggiungevano lo spessore di 4 centimetri... e faceva un freddo assurdo. Erano anche i tempi in cui la casa era ancora in campagna, mentre adesso è attorniata da un altro paese e questo cambia il microclima locale.
  9. É almeno dai tempi di Filippo II di Spagna che l'Inghilterra fa di tutto per evitare che si crei una potenza in grado di riunificare tutta l'Europa continentale, perché sanno dai tempi dei Romani che dopo il continente toccherebbe alle loro isolette... le due guerre mondiali sono servite a questo (evitare che la Germania si "pappasse tutto") e di fatto questo gli è costato l'impero, perché dal 1948 in poi han perso tutto, restandogli direttamente solo qualche isoletta, mentre il resto diventava indipendente di fatto (Commonwealth) o di diritto. Nel 1945 la GB era di fatto in bancarotta, non erano più in grado di controllare il loro impero (la Royal Navy venne demolita ad una velocità impressionante), la "crisi di Suez" del 1956 segnò il definitivo tramonto delle potenze coloniali europee (Francia e GB) di fronte alla disapprovazione di USA e URSS, senza il cui appoggio non potevano più nulla. La guerra delle Falkland del 1982 avrebbe potuto segnare una svolta, ma da allora la Royal Navy si è assottigliata ancora di più. Oggi assistiamo anche al lento ed inesorabile declino degli USA (anche per motivi interni), che ne avevano preso il testimone, e all'ascesa (questionabile) di Cina ed India, più che altro per motivi demografici (la seconda) ed economico-culturali (la prima), con la Russia che fa di tutto per somigliare all'URSS, ma credo che sia ancora ben lontana dai livelli pre-1991. Una volta si diceva che "la guerra è la continuazione della politica con altri mezzi", oggi prima di usare le armi convenzionali si passa ad altre (economiche e non solo). Quello che mi preoccupa di più son tutti questi galli che si gonfiano e minacciano... spero sempre che il potere non dia troppo alla testa a questi personaggi e non decidano che sia giunto il tempo di "spezzare le reni" a qualche vicino a loro antipatico. Scusate il lungo rantolo, forse anche sconnesso... ma gli antidolorifici fanno il loro effetto
  10. Beh, anche nello sbarco dei Mille a Marsala ci fu lo zampino inglese: una nave britannica in porto non si scansò e così la flotta borbonica poté sparare solo con notevole ritardo contro i garibaldini. All'epoca, agli inglesi faceva comodo un'Italia (più o meno) unita: abbastanza potente da romper le palle a francesi e austro-ungarici, ma non certo tale da infastidire loro. La riprova arriverà 80 anni dopo.
  11. Tanti anni fa, in Italia, qualcuno s'era messo a contare le baionette: ne erano uscite ben 8 milioni. Peccato che poi si scoprì che c'erano solo quelle. Tornando a noi, finché i pavoni si limitano a far la ruota, va tutto (abbastanza) bene... meno quando chiudono la ruota e si mettono in posizione d'attacco.
  12. In un mondo ideale, basterebbero IVA sull'acquisto (puoi permetterti la Ferrari e vuoi pagarla? Paga anche l'imposta sul valore aggiunto) e le accise sui carburanti (uso=>consumo=>paghi in proporzione all'uso e al consumo), con le seconde d'incentivo per creare auto sempre più efficienti. Che siano a benzina, gasolio, metano, GPL, elettriche. Forse però siamo ormai arrivati al punto che, per ogni microscopico guadagno per efficientamento, occorrono fantastiliardi in investimenti per poterci arrivare, e questi da qualche parte vanno presi/ripianati.
  13. Come sempre mi sono espresso troppo brevemente... non intendevo "evviva, una nuova tassa", ma "proviamo a rendere più leggeri ed efficienti questi carri armati". E che non può essere una cosa relegata ad un solo paese europeo o anche solo alla UE, ma dev'essere più globale: un oceano alla fine è formato da tante gocce d'acqua e un unico paese è una sola goccia.
  14. Non preoccuparti: ci arriveranno quando avranno deciso che sarà orda di (tar)tassare anche gli "elettrici". Tornando alla tassa in oggetto: ha senso? Secondo me: si. Ma non dall'oggi al domani e per pure ragioni protezionistiche (forse). Dovrebbe essere una cosa a cui punta tutta la UE (e direi non solo) per rendere realmente più sostenibile il trasporto privato.
  15. Vantaggio dato di fatto dall'aver cambiato campo a metà guerra, altrimenti il prezzo da pagare dopo sarebbe stato ben più alto rispetto a quello comunque pagato: aver Val d'Aosta, Trieste e Gorizia ancora italiane era tutt'altro che scontato nel 1945. D'altro canto, alcuni dei velenosi lasciti bellici non vennero mai realmente risolti, uno su tutti il mancato processo ai criminali di guerra italiani ed i neo nazi-fascismi che anche qui han ripreso piede. Il nostro problema è che oggi, nel Mediterraneo, siamo schiacciati tra i francesi ed i turchi. PS e forse parzialmente OT: ad un mio collega no-scienza, no-vax, complottista eccetera, tempo fa avevo detto che è probabile che siano Cina e Russia a "pompare" tramite bot su Facebook teorie antivaccini e complottiste per dividere ed indebolire l'Occidente prima dell'"attacco finale". Son riuscito ad intravedere i corto circuiti della sua mente prima che andasse in blue screen e si riavviasse con l'ultimo check point di sistema, ignorando così le mie ultime insinuazioni
  16. Vero, estremizzo per far passare il concetto. Suppongo solo in un non troppo prossimo futuro, quando tutte le autovetture in circolazione saranno a guida autonoma, allora si potrà pensare di rimuovere / ridurre la dimensione degli "assorbitori d'urto", ma fino ad allora (e complice anche l'aereodinamica necessaria per far muovere i mezzi a velocità autostradali) linee più o meno affusolate serviranno, a meno che non si tratti di mezzi dall'uso puramente cittadino dove le basse velocità (anche programmate, meno velocità più autonomia) non possano portare a linee più squadrate per ridurre gl'ingombri esterni e massimizzare gli spazi interni.
  17. Nel futuro, i volumi anteriore e posteriore serviranno solo per assorbire gli urti. Vuoi mica fare vetture con stelle Euroncap al livello di questo?
  18. Nah. Per loro, Sun-Tzu e Confucio. Inoltre, sembra siano entrati in una fase di "de-maoizzazione", come in URSS ci fu una "destalinizzazione" ai tempi di Nikita Kruscev. https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/asia/2021/11/16/xi-critica-mao-fece-errori-con-la-rivoluzione-culturale_bdfc4696-f40a-415b-bab0-87d5b201bbf2.html
  19. Più che marciante, credo sia marcita... Per la capote, dovrebbe esser disponibile da qualche parte sotto forma di kit di montaggio.
  20. Servizi segreti di USA e UK (si sa, affidabilissimi...) sostengono che Putin stia schierando le truppe per una possibile invasione dell'Ucraina. https://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2021/11/20/ucraina-monito-usa-ad-alleati-possibile-un-blitz-di-putin_42549b6b-662c-4d5d-866d-8a4d0bf477bb.html
  21. Cos'è, il designer aveva perso il curvilineo e ha pensato "massì, facciamone a meno"? OK che sono prototipi, probabilmente fini solo a mostrar "cosa c'è sotto", ma ricordano i disegni delle auto che facevo io alle elementari, con riga e compasso solo per fari anteriori e passaruota...
  22. Il vero problema è: quanto stampi? Perché una getto d'inchiostro supereconomica va sempre bene, solo se stampi tutti i giorni. Se fai una stampa una volta ogni morte di papa, ti troverai sempre con le cartucce secche o con gli ugelli bloccati, e ti troverai a dover buttar tutto per ricominciare daccapo. Senza contare che, con le multifunzioni a quella fascia di prezzo, il prezzo delle cartucce originali è superiore al valore della stampante stessa. La mia esperienza si limita alle Epson e lì con le rigenerate/compatibili qualche problema l'ho avuto.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.