Vai al contenuto

Cerca nel Forum

Mostra i risultati del/dei TAG ''riduzione inquinamento'' .



Opzioni Ricerca Avanzate

  • Ricerca via TAG

    I TAG sono delle "parole chiave" che permettono di distinguere l'argomento e ricercarne rapidamente altri di analoghi. Usa la funzione con criterio!
    PS. Usa la virgola per confermare un TAG e separarlo dagli altri.
  • Ricerca secondo Autore

Tipo di contenuto


Forum

  • Autopareri OnTheRoad
    • Emergenze in Strada - SOS Autopareri
  • Il sito Autopareri
  • Venditori Convenzionati
    • WithCar.it
  • Mondo Auto
    • Scoop e Anteprime Auto
    • Consigli e Pareri sul mondo dell'Auto
    • Prove Auto e Recensioni
    • Tecnologie ed Innovazioni nell'Auto
    • Mercato, Finanza e Società nell'Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Auto Epoca
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobilità
    • Mobilità e Traffico nelle Città
    • Traffico Autostrade
  • TecnoPareri
    • TecnoPareri il Forum della Tecnologia
    • Smartphone - Cellulari - Telefonia - Dispositivi mobili
    • Informatica
    • Audio-Video-Foto e Multimedia
    • Elettrodomestici
    • La Casa Intelligente
  • Off Topics on Autopareri
    • Off Topics

Blog

  • Autopareri News

Cerca nel...

Cerca risultati che...


Data di creazione

  • Inizio

    End


Ultimo Aggiornamento

  • Inizio

    End


Filtra per numero di...

Iscritto il

  • Inizio

    End


Gruppo


Marca e Modello Auto


Città


Interessi


Professione


Biografia


Citazioni


Sito Internet


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

Trovato 30 risultati

  1. J-Gian

    Eco-Car di Emme Technology

    Vi presento un altro nuovo "economizzatore di carburante" e "riduttore di emissioni", oltre che "accrescitore di potenza". Questa volta però non ci sono campi magnetici, ma contatto diretto tra il carburante e dei materiali nobili, palladio in primis. Fonte - Sito produttore: http://eco-caritalia.business.site/ Ecco come ne parla un noto portale sull'autoriparazione: Articolo completo: http://www.notiziariomotoristico.com/news/9938/emmetechnology-eco-car-il-dispositivo-salva-ambiente Ci sono anche dei test di laboratorio, dei quali allegherò i PDF: 1) Attività di carattere sperimentale finalizzata alla programmazione ed esecuzione di test di caratterizzazione delle emissioni allo scarico di un motore diesel: cnr_relazione_pdf_firmata_e_relazionata(1).pdf 2) Relazione tecnica 1: relazione_tecnica_1(1).pdf 3) Relazione tecnica 2: relazione_tecnica_2(1).pdf Leggetevi bene le relazioni, e... Siate costruttivi
  2. leon82

    Metano: conviene davvero?

    Apro questo topic per parlare del metano. Spesso nei topic si invoca l'uscita di nuovi modelli FCA a metano, di aver lasciato il mercato ai tedeschi, di maggior convenienza economica rispetto a tutti gli altri carburanti. Siamo sicuri sia così o è soltanto effetto pompa/moda? Alla fine rispetto ad una equivalente GPL un'auto a metano: - costa di più - pesa di più - ha prestazioni minori - ha una minore autonomia - ha bisogno, per avere un impianto integrato, di importanti modifiche strutturali. - ha la revisione bombole ogni 4 anni Secondo me il metano avrebbe soltanto il vantaggio di essere un carburante con il prezzo più stabile Ho provato ad utilizzare questo sito http://costirealiauto.com/ facendo il confronto tra Punto GPL listino: 16140 euro, consumo medio 8 litri/100 km, costo gpl 0.67 euro/litro Punto NP listino: 17140 euro, consumo medio 4 kg/100 km, costo metano 0,99 euro/kg http://costirealiauto.com/confronta?am=30000&ft1=l&cn1=punto+gpl&cp1=16000&fc1=8&fp1=0.624&ft2=c&cn2=punto+np&cp2=17000&fc2=4&fp2=0.998 in pratica si inizia a risparmiare dopo 100mila km, un orizzonte troppo lontano a mio parere. Che ne pensate?
  3. buonasera , ho aquistato una opel crossland con motore 1600 disel appena uscito dal concessionario mi diceva autonomia adblue km 2400 ho fatto il pieno del additivo e mi dice sempre autonomia km 2400 qualcuno mi sa dire come resettare la autonomia della adblue visto che la officina della concessionaria non lo sa grazie e buona serata comunque volevo dire che come autovettura e ottima in tutti i confort ottima guida sono soddisfatto della vettura
  4. L'Unione Europea approva un aiuto economico di 4.7 miliardi di Euro per creare una rete di produzione e di distribuzione di bio carburanti, tra cui il biometano. Gli incentivi saranno erogati dal 2018 al 2022. La Commissione Europea ha concluso che la misura degli aiuti fornirà all'Italia la spinta per raggiungere l'obiettivo 2020 di utilizzare energie rinnovabili nei trasporti, a combattere il cambiamento climatico e sostituire i combustibili fossili nel settore dei trasporti, limitando al contempo le distorsioni della concorrenza, in linea con gli orientamenti 2014 della Commissione in materia di aiuti di Stato per la protezione dell'ambiente e l'energia. Nell'ambito della strategia UE 2020, la direttiva sulle energie rinnovabili impone a tutti gli Stati membri di garantire che almeno il 10% dell'energia consumata nei trasporti provenga da fonti rinnovabili entro il 2020. I biocarburanti sostenibili sono, insieme ai veicoli elettrici, una delle principali alternativi ai carburanti fossili utilizzati nei trasporti, in quanto sono facilmente utilizzabili sulle infrastrutture di trasporto esistenti. Articolo completo http://www.greencarcongress.com/2018/03/20180303-ec.html
  5. Visto che con gli strascichi del dieselgate sembra che il segreto di Pulcinella sia venuto allo scoperto e cioé che gli attuali test in laboratorio di omologazione delle emissioni lasciano margine per ampie discrepanze con la situazione su strada, è aumentato l'interesse per nuovi test che misurino in maniera più realistica le emissioni dei motori. In sede EU su questo tema si è già discusso e anche deliberato, e si va verso una nuova tipologia di test denominata RDE - Real Driving Emissions. Niente di nuovo per addetti e interessati, ma facciamo un po' di riepilogo per gli appassionati. Cito da varie fonti: - Consiglio EU - caremissionstestingfacts.eu , sponsorizzato da ACEA - theicct.org , ICCT è un ente no profit che spinge per la riduzione delle emissioni nei trasporti La notizia data dal Consiglio fornisce date precise per il rollout del nuovo test: http://www.consilium.europa.eu/it/press/press-releases/2016/02/12-vehicle-emissions-in-real-driving-conditions-2nd-package/ La legislazione andrà completata con un terzo e quarto pacchetto, che definiscano in dettaglio limiti e procedure. Il terzo è in agenda per ottobre 2016. Il test includerà una gamma di condizioni di guida: alte e basse altitudini temperature di stagioni diverse maggiore carico a bordo guida in salita e discesa guida urbana, extraurbana ed autostradale L'apparecchiatura per il test è denominata PEMS - Portable Emissions Monitoring System e dovrà essere dotata di diversi sensori per registrare anche la condizione ambientale al momento del test, data la natura eterogenea di un test su strada. (lupus in fabula, un'A4 Euro 5 ) Proprio questa varietà di condizioni, che influenza non solo il motore ma anche la taratura del PEMS, è il motivo del margine elevato. L'ICCT è però critico sulla larghezza di questi margini, che con la scusa di far rientrare tutti vanno ad essere più laschi rispetto a quanto i produttori più virtuosi stiano ottenendo già oggi. http://www.theicct.org/sites/default/files/publications/ICCTbrief_EU-RDE_201512.pdf A mio avviso è un compromesso purtroppo necessario, per evitare shock eccessivi sul sistema. La cosa importante, come rileva anche ICCT, è che si stabilisca un punto di partenza e poi si proceda con restrizioni progressive di anno in anno. Da quello che ho capito la novità sta "solo" nella procedura di test, che comunque affiancherà e non sostituirà quella in laboratorio (NEDC e suo successore WLTP ), e almeno per il momento i limiti resteranno quelli Euro 6 definiti nel 2007. Anche comprensibile che non si stringa subito, perché sarà già uno sforzo riuscire a rientrare nella realtà col RDE... Euro 7 è previsto molto più in là, 2025 per nuove omologazioni e 2026 per nuove immatricolazioni. Altri topic attinenti: - Insostenibilità ambientale dei motori diesel nelle automobili, per discutere di tutte le discrepanze emerse tra emissioni in laboratorio e su strada, pur restando nei limiti legali di omologazione; - il Dieselgate VAG, che invece che sfruttare i buchi della procedura l'ha direttamente saltata a piè pari...
  6. La Renault compie un nuovo passo verso la mobilità del futuro: domani inaugurerà il primo concept store europeo dedicato esclusivamente a veicoli elettrici. La struttura, denominata Renault Electric Vehicle Experience Center, si trova a Täby, nel cuore di uno dei più importanti centri commerciali svedesi, alla periferia di Stoccolma. “Siamo felici della scelta di creare questo spazio per incontrare il grande pubblico, fare opera di pedagogia e discutere insieme della mobilità elettrica”, spiega Gilles Normand, senior vice president electric vehicles Groupe Renault. “Guidare un veicolo elettrico implica molto più di un semplice cambio di modello: è un nuovo modo di considerare la mobilità”. Avvicinare il pubblico all’elettrico. All’interno dello store i visitatori potranno approfondire la propria conoscenza sullo sfaccettato tema della mobilità a zero emissioni. Il personale qualificato, presente sette giorni su sette, sarà pronto a fornire informazioni dettagliate sulle infrastrutture e le modalità di ricarica, le normative locali in merito alle elettriche, gli incentivi, le condizioni di acquisto e i servizi correlati. Ancora: con l’aiuto di un innovativo configuratore digitale sarà possibile personalizzare l’auto desiderata, per renderla vicina alle proprie esigenze in ogni dettaglio. In aggiunta, non mancherà il tradizionale spazio espositivo, per “toccare con mano” i modelli, e la possibilità di effettuare dei test su strada. Stazioni di ricarica in crescita. L’utilizzo delle vetture elettriche è strettamente correlato alla presenza di colonnine di ricarica sul territorio. A tal proposito il marchio francese sostiene il progetto E-Via Flex-E, lanciato dall'Enel in via sperimentale lo scorso dicembre, mirato alla realizzazione di specifiche postazioni sparse per tutta l’Europa. L’iniziativa si affianca alla rete EVA+, sostenuta dalla Renault e altri costruttori, che prevede nel giro di due anni l’installazione di 180 punti di ricarica veloce (Fast Recharge Plus) lungo i percorsi extraurbani italiani. Le prime 40 colonnine sono già state installate e permettono di percorrere, per esempio, la tratta Roma-Milano. Ottima mossa secondo me dovrebbero farlo in tutte le capitali europee e il più presto possibile .., mi fa piacere che sia comunque un marchio europeo...!
  7. La notizia è di un paio di mesi fa, ma l'ho scoperta solo oggi tramite un articolo su La Stampa http://www.lastampa.it/2017/12/26/motori/ambiente/auto-ibrida-e-a-gpl-la-trasformazione-doppio-risparmio-si-pu-fare-BQLlC6SbKbx45IBXvRWIXN/pagina.html La Toyota ha lanciato in Giappone un Taxi ibrido alimentato a GPL, che percorre quasi 20 Km/l, per capirci oltre 30 Km con un euro. https://newsroom.toyota.co.jp/en/detail/mail/19173376 La notizia mi sembra molto interessante, perché dimostra che anche un'azienda giapponese tecnologicamente evoluta come Toyota, non trascuri l'alimentazione a gas, per ridurre le emissioni ed i consumi. La Mirai è probabilmente l'automobile di serie più evoluta, con celle a combustibile alimentate ad idrogeno che producono l'energia per i motori elettrici. Tuttavia è ancora troppo futuristica per essere l'auto di tutti i giorni, come invece può essere un taxi ibrido a GPL. La tecnologia ibrida da il meglio nei percorsi urbani, mentre l'alimentazione a gas è il complemento ideale per i percorsi extraurbani. Entrambe suppliscono a vicenda alla ridotta utonomia che hanno rispetto ai più inquinanti carburanti liquidi. L'ibrido a gas non è una novità, esistono dei pionieri che hanno montato un impianto a metano sulla loro Prius, ottenendo percorrenze da record, con basso impatto ambientale. Anche FCA ha studiato l'ibrida a gas metano ma Toyota ha portato la soluzione alla produzione in serie, per veicoli che macinano molti km e devono essere ecologici ed affidabili. Esistono molti modi per realizzare un ibrido gas-elettrico, dalla conversione a gas delle mild hybrid come alcune Suzuki, passando per il Taxi Toyota, fino ad arrivare all'elettrica alimentata con supercondensatori ricaricati da una turbina a gas, un prototipo visto più di vent'anni fa al salone dell'auto di Torino ... La tecnologia per sostituire i combustibili liquidi esiste, basta solo avere il coraggio di produrla in serie, come ha fatto Toyota, senza farsi prendere dalla smania dell'elettrico a tutti i costi. E voi la comprereste un'ibrida a gas?
  8. Che ne pensate ? Se la svolta elettrica ci sarà (e sembra solo una questione di tempo...), le 2 problematiche saranno la CAPACITA' delle Stazioni di Ricarica (MEGA Watt...!!!) e il costo delle Batterie (così da coprire tutte le fasce del mercato, non solo quella dei Clienti TOP.....) Orbene questi Finlandesi si propongono come la "soluzione". http://www.broadbit.com/ PS Nel mentre i Canadesi di Waterloo sostengono di avere TRIPLICATO le prestazioni delle Batterie Li/Na Mah.....il tempo sarà GIUDICE ! http://www.inmoto.it/news/green/2018/01/09-1293990/moto_elettriche_e_autonomia_svolta_epocale_allorizzonte/?utm_medium=social&utm_source=facebook&utm_campaign=INMOTO [SMARTLY] [01-10] gennaio 2018&utm_content= - INMOTO [SMARTLY] [01-10] gennaio 2018 - Moto [Desk]&utm_id=5a54f1ce921e7e7f4f7f3226&cookieAccept
  9. Ciao ragazzi, sono nuovo nel forum Ho deciso di porvi questo quesito per me di fondamentale importanza data la stesura di una tesi sulle auto elettriche e data la ricerca sul web condotta in lungo e in largo, non mi ha portato a risultati, vi chiedo Che tipo di motore utilizza l'auto elettrica? Asincrono trifase, sincrono trifase senza spazzole? Vengono usati insieme? Perché è presente l'inverter? Spiegatemi in maniera chiara come è composto
  10. ho letto questo: Articolo completo: http://www.automoto.it/news/bosch-lavora-ad-una-benzina-a-zero-emissioni.html che ne dite?
  11. Raccolgo sempre più spesso lamentele di clienti scontenti delle prestazioni dei diesel aggiornati in conseguenza al caso "dieselgate". Il caso più evidente riguarda alcuni dei 1.6 TDI, dove in molti lamentano un sensibile calo della reattività ai bassi giri (vuoto in basso) e talvolta problemi al gruppo EGR, che VAG fornisce assieme allo scambiatore di calore della stessa. Quasi nessuna lamentela, almeno per ora, riguardo le prestazioni dei 2.0 TDI. Mi rivolgo quindi ai proprietari delle auto coinvolte e che hanno eseguito l'aggiornamento: avete notato differenze rispetto a prima? V'invito a rispondere al sondaggio e ad integrare il tutto con un messaggio, indicando: - quale motore avete; - anno immatricolazione; - potenza in kW; - se possibile anche il codice motore (es. del 1.6 TDI esistono: CAY, CAYB, CAYC; CLH, CLHA, CLHB; CRK, CRKA, CRKB; CXX, CXXA, CXXB; CWVA; DBK, DBKA... Giusto per rendere l'idea del casino ) Attendo partecipazione, voti pubblici e possibilità di risposta multipla (per ovvie ragioni)
  12. Dunque sembra che il 2017 sia pieno di novità per le ricariche ENEL. Novità di metà novembre:Ricarica e-GO con app android:SOLO le colonnine PREDISPOSTE, e per ora non ho capito come si distinguono se non dalla App dedicate che si scarica su Google play, hanno ora una tariffazione a tempo invece che a kWh. Nessuna tessera RFID o canone, si fa tutto con lo smartphone.https://goo.gl/XUVxPn Le colonnine consentono cariche da 3,7 a 22 kW e ovviamente più l'auto ha un caricatore veloce in AC, meno costa il kWkLe auto, come quasi tutte le ibride plug-in, che hanno caricatore da 16A monofase, cioè 3,7 kW , pagheranno il kWh lo stesso esorbitante 0,40 Eur/kWh della tessera ENEL FREE attuale. Le elettriche con caricatore Tipo 2 da 22 kW, come le ultime Renault, pagheranno 0,07 Eur/kWh , ottimissimo.A seconda dell'auto infatti, il caricatore a bordo dell'auto potrebbe accettare un massimo di 3,7 kW, 7,4 kW, 11 kW oppure 22 kW. Per vedere di che potenza è il caricatore della propria Ibrida Plug-in o EV di interesse, consultare:http://www.e-station.it/guida-veicoli-elettrici/auto-elettriche/ ---------------------------------------------------------------------------------------- Capitolo colonnine autostrade.Non si sa che fine abbia fatto l'annuncio primaverile di ENEL di 10,000 colonnine autostradali per la fine dell'anno:Articolo di luglio 2016_http://www.dday.it/redazione/20312/enel-...dipendenti Comunque pare che l'accordo di recente stipulato tra ENEL e AISCAT parli anche delle colonnine di ricarica veloce da 50 e 43 kW, le "FAST RECHARGE PLUS" a 3 posti, di cui se ne è vista solo una a Pomezia finora:http://www.aiscat.it/news_view.htm?ck=1&...od_nws=775
  13. Mercedes-Benz ha sviluppato un’app per smartphone che, in base all’analisi dei percorsi effettuati, è in grado di stabilire l’idoneità all’uso di un veicolo elettrico. http://www.repubblica.it/motori/sezioni/ambiente/2017/09/11/news/eq_ready_e_sai_se_l_auto_elettrica_e_la_scelta_giusta-175180512/?ref=RHPPBT-VM-I0-C4-P10-S1.4-T1 Immagino che verrà fuori che solo chi fa tanta autostrada non trova giovamento da una elettrica, come dimostrano i dati rilevati da QR su due plug-in ed una ibrida, che si aggirano sui 40 mila euro ...
  14. Ospite

    questionario auto elettriche

    Ciao a tutti, sono Marco uno studente dell'Università Cattolica di Milano. Vorrei chiedervi di compilare questo breve questionario di cui poi analizzero' i dati utili per la mia tesi magistrale! Grazie mille! https://goo.gl/forms/IIBGciy86bO4RF3i1
  15. Prezzi scesi sotto i 140$/kWh. Questo vuol dire che le batterie da 9 kWh che ora equipaggiano le ibride Plug-in (modelli 2017) come Hyundai, Toyota, VW, Audi, BMW, etc... costano di celle 1260$. Non è certo tutto il prezzo della batteria, ma il crollo sta andando con una certa rapidità. Let’s put an end to the myth that batteries make electric cars expensive. Last year, when GM disclosed that they are paying $145 per kWh for LG Chem battery cells many people were surprised. In fact, LG Chem got uncomfortable with the disclosure and promptly announced that this kWh price was exclusive and part of a broader package, since LG Chem supplies almost every electronics inside the the Chevrolet Bolt EV… However, now according to some sources, LG Chem is available to offer Volkswagen a better deal, by supplying just the battery cells for roughly $140 per kWh. While – for the moment – LG Chem doesn’t confirm the information, it seems that the South Korean company is in better position than its Chinese contender CATL (Contemporary Amperex Technology Ltd) to secure the battery deal. It’s important to acknowledge that Volkswagen already has government approval in China for a new joint venture with Anhui Jianghuai Automobile Group (JAC Motor) to build electric cars and needs a battery cell supplier. To further debunk the battery high price myth that makes electric cars inevitably expensive, Sam Jaffe, Managing Director of Cairn Energy Research Advisors confirmed on the Benchmark World Tour 2017 in New York that battery cells price is already under $140 per kWh. To destroy the battery high price myth – that makes electric cars inevitably expensive – was the main reason why I decided to create this blog, especially since even some websites dedicated to electric cars still reinforce it. In 2017, there is no reason for the Hyundai IONIQ Electric – with its 28 kWh battery – to roughly cost 10.000 € more than the much complex hybrid version for example, as the former Toyota chief designer Satoshi Ogiso admitted. To finalize, I have to say that I’m very optimistic for the coming months regarding electric cars. I expect an increase of production and prices coming down – slowly but steady. Especially because the South Korean battery cell makers’ problems with the Chinese Government seem to be sorted and the European battery cell plants from LG Chem and Samsung SDI are close to start production. I have reasons to believe that while the 2018 Nissan Leaf is expected to debut with AESC battery cells, later next year with four LG Chem battery cell plants operating at full speed around the world, LG Chem will finally have the production capacity needed to supply battery cells for the Nissan Leaf. So don’t be surprised to see the 2019 Nissan Leaf with two LG Chem battery options (probably around 48 and 60 kWh). http://pushevs.com/2017/06/18/battery-cells-now-selling-140kwh/
  16. Che tra le tante proposte di nuove architetture per le batterie, quella dello stato solido abbia un futuro prossimo? Da investigare. E la data mitica per l' EV, il 2020, torna a comparire. http://www.quattroruote.it/news/industria/2017/04/10/hyundai_fonti_coreane_avviato_lo_sviluppo_di_batterie_allo_stato_solido_.html Ma anche la Toyota sembra non farsi attendere: https://chargedevs.com/newswire/japanese-researchers-use-superionic-conductors-as-electrolytes-for-solid-state-batteries/ Una serie di articoli cutting-edge tutti sulle batterie allo stato solido (con un occhio all'autotrazione): https://chargedevs.com/tag/solid-state-batteries/
  17. buonasera a tutti. io di solito, quando possibile, mi rifornisco sempre con il green diesel+ della nota azienda italiana. viene decantato come più ecologico rispetto al diesel normale. io ho parlato con alcuni benzinai e mi hanno detto che questo carburante è molto più "pulito" del diesel normale, infatti notano che i vari filtri dei loro impianti rimangono più puliti nel tempo. Io vorrei capire una cosa, questo combustibile è davvero più ecologico rispetto al normale diesel? l'ambiente ne trae davvero beneficio? E inoltre, visto che il diesel, a prescindere da tutto, sembra un ottima soluzione, pur non considerando l'impatto ambientale, non si potrebbe tentare di lavorare per creare un carburante veramente ecologico e sostenibile? chiedo questo perchè non conosco bene l'argomento e so che tra voi c'è gente parecchio ferrata.
  18. Le celle unitarie delle batterie per auto elettriche dei due grandi gruppi Samsung a Tesla/Panasonic, sono, al momento attuale, delle pile cilindriche da 18 x 65 mm. chiamate appunto 18650 Le nuove celle entrate appena in produzione sono le nuove pile da 21 x 70 mm, dette 21700, con una chimica aggiornata che gli conferisce il 35% in più di capacità, a costo solo leggermente superiore, ovvero a costo per kWh molto inferiore. I dati delle nuove 21700 di Samsung sono: characteristics: Nominal capacity: 4.750 mAh Nominal voltage: 3,6 V Max. weight: 75 g Current: 9 A Life cycle: 80 % at 500 charge/discharge cycles Dimension: 21×70 mm Gravimetric and volumetric energy density: 228 Wh/kg and 705 Wh/L Articolo completo qui: http://pushevs.com/2017/03/15/technology-regulation-motivation/ Cosa vuol dire questo in una realtà ravvicinata? Tesla - Questo è il nuovo formato delle batterie che avrà Model 3 in anteprima, costruite nella Gigafactory, sebbene probabilmente Tesla riuscirà ad ottenere, come in passato, una sua versione leggermente più performante. Il risparmio notevole che permettono queste batterie dovrebbero essere uno dei fattori più importanti per il competitivo prezzo annunciato, che tuttavia va considerato come un minimo da pubbicità per barbon edition. - L'attuale batteria Tesla per Model S e X, sarà in seguito ovviamente sostituita da batteria fatta con queste celle, il tempo di avere sufficiente produzione. Ovvero teoricamente, con un piccolo incremento delle dimensioni la top Model S 100 kWh può passare a 130 kWh, come dice l'articolo, con un relativo incremento della sua autonomia EPA (conservativa e realistica) da 520 km (315 miglia), a EPA 700 km, NEDC +900km. VW e-Golf - Attuale e-Golf 2017 recentemente aumentata parecchio di capacità, con batteria da 35,8 kWh con EPA 201 km (125 miglia) - Kreisel Electric e-Golf con batteria sostituiva fatta con celle 18650 disponibili dal 2015, da 55,7 kWh , sarebbero, scalati EPA 312 km , dichiarati da Kreisel 350 - 450 km . Ingombro identico. - Samsung SDI 21700 teorica sostituendo le 18650 con le nuove, sarebbe, come ipotizzato dall'articolo, 72,4 kWh , ovvero scalando, EPA 406 km , NEDC 532 km (+33% è l'usuale % empirico per passare da EPA a NEDC) Ma ricordando che e-Golf, con i suoi 119 MPge di consumo non è certo la piu economa del mercato, si può calcolare che se quei 72,4 kWh fossero montati sulla top dei consumi Ioniq EV, con 136 MPGe di consumo, i NEDC 532 km diventerebbero NEC 608 km. Ovvero i 600 km sono già qui e le prestazioni del range del prototipo Golf ID Concept 2020 da 600 km sono possibili già oggi acquistando una batteria da una 70ina kWh fatta con celle 21700 già in produzione. Faccio notare anche che la e-Golf attuale non ha un'architettura studiata dall'inizio per essere una EV, eppure non c'è problema a ficcargli una batteria enorme da 72 kWh con le nuove 21700. Questo vale ovviamente anche per tutte le altre EV in giro, molte delle quali sono invece studiate appositamente per essere EV dall'inizio. In due parole, l'era formato 21700, appena entrata in produzione, aprirà il primo vero accesso commerciale. E le 21700 in questione già si sà che possono sopportare correnti molto maggiori ma limitiamoci a ciò che è già in vendita. http://pushevs.com/2016/10/20/kreisel-e-golf-just-got-better/ http://www.kreiselelectric.com/en/blog/kreisel-e-golf-offers-double-range/ https://www.fueleconomy.gov/feg/PowerSearch.do?action=noform&year1=2017&year2=2018&minmsrpsel=0&maxmsrpsel=0&city=0&hwy=0&comb=0&cbvtelectric=Electric&YearSel=2017-2018&make=&mclass=&vfuel=&vtype=Electric&trany=&drive=&cyl=&MpgSel=000&sortBy=Comb&Units=&url=SearchServlet&opt=new&minmsrp=0&maxmsrp=0&minmpg=&maxmpg=&rowLimit=25&pageno=1&tabView=0
  19. elucevanlestelle

    GPL sui motori turbo a benzina

    Cari amici, possiedo una Toyota Yaris trasformata a GPL.Presto dovrò cambiarla .Noto il proliferare di motori turbo a benzina e mi chiedevo se è possibile alimentarli col GPL.Ci sono dei problemi? E' già stato fatto da qualcuno? Grazie
  20. Maxwell61

    I consumi delle auto elettriche

    Giusto per familiarizzare con un settore in cui la maggior parte delle case, e non solo loro, stanno investendo, spesso ancora ignorate dal grande pubblico, ecco qualcosa non particolarmente noto: i consumi elettrici delle varie auto elettriche disponibili sul mercato (USA, per le EU tocca trovare...). La sorpresa è che, non solo anche auto di pari o simili peso e categoria non consumano uguale, ma che le differenze sono largamente più alte che in auto con motori termici, in qualche caso, spaventosamente. Il che è una buona notizia, perchè prova che siamo ancora lontani dall'aver raggiunto dei minimi difficili da spostare come per i motori endotermici. Ovviamente, le capacità delle batterie vanno viste in funzione del consumo dell'auto e non in assoluto, per avere idea dell'autonomia reale dell'auto esaminata. Chiaro che le autonomia aumentano, e anche pesantemente, a parità di capacità, se l'auto ha un motore/layout molto efficiente. E non si parla di pochi chilometri. Selezionando solo le auto dal 2014 al 2017 (se no è impressionante vedere gli sviluppi dagli anni più indietro nel tempo... ) : https://www.fueleconomy.gov/feg/PowerSearch.do?action=noform&year1=2014&year2=2017&minmsrpsel=0&maxmsrpsel=0&city=0&hwy=0&comb=0&cbvtelectric=Electric&YearSel=2014-2017&make=&mclass=&vfuel=&vtype=Electric&trany=&drive=&cyl=&MpgSel=000&sortBy=Comb&Units=&url=SearchServlet&opt=new&minmsrp=0&maxmsrp=0&minmpg=&maxmpg=&rowLimit=100&pageno=1&tabView=0 L'unità usata in USA è lo MPGE , miles per gallon equivalent, la cui definizione è qui: https://en.wikipedia.org/wiki/Miles_per_gallon_gasoline_equivalent Notare alcuni paragoni: La migliore in assoluto, Hyundai Ioniq EV ha un consumo medio di 136 MPGe La diffusa LEAF ha un consumo medio che va, a seconda delle versioni, da 114 MPGe a 112 MPGe cioè, se avesse l'efficienza di Ioniq, l'autonomia salirebbe del 17%. Idem, non al top la nuovissima Checy Bolt/e-Ampera con 119 MPG. La migliore Tesla, ha un consumo medio di 104 MPGe, cioè se avesse l'efficienza di Ioniq, l'autonomia salirebbe di 1/4! La peggiore Tesla, la Model X P100D, ha un consumo medio di 86 MPGe , c'è molto da fare... Per le Tesla, la causa della poca efficienza è la tecnologia del motore, AC a induzione, (che sarà abbandonata presto da Tesla in favore dei DC brushless) Chiudono la classifica le terribili Mercedes classe B250e 2017 con 86 MPGe e la cinese BYD e6 2014 con 63 MPG. Fa piacere quindi notare che c'è ancora molto da fare su questo versante e l'assioma grande batteria-grande autonomia non è proprio tutto. Da non dimenticare il pesante effetto del freddo sulle batterie auto, il cui effetto può far cambiare in modo imprevedibile anche le classifiche assolute di autonomia teorica che favorirebbero in teoria le auto con batteria di grande capacità.
  21. Webmasto

    GPL per motori diesel?

    Buonasera a tutti, io sto cercando un Freelander con qualche annetto con la possibilità di montare un impianto GPL alla luce di futuri sempre più restrittivi blocchi del traffico, e per questo motivo non consideravo proprio i diesel, quando ho scoperto che c'è chi installa il GPL anche su di essi: http://www.ecodualfuel.com/impianti-metano-gas-gpl-per-motori-diesel/ Cosa ne pensate? Qualcuno ne ha notizia o esperienza diretta?
  22. Ciao a tutti, essendo alla ricerca del primo usato (e prima auto tout court) di conseguenza mi sono dovuto documentare sulla questione delle classi di emissione e ragionare sulla relazione tra queste e i blocchi del traffico, in una prospettiva da qui a dieci anni, quanto è ragionevole tenere un auto (la moto invece è per sempre ). Al di là dei diversi budget personali e gusti in fatto di produttori e di modelli, voi vi ponete il problema della classe di emissioni su un veicolo usato? E se sì, a partire da quale direttiva Euro prendereste in considerazione un veicolo? E con il dieselgate alle spalle, un diesel lo prendereste, oggi? Grazie a tutti
  23. vince-991

    Auto a idrogeno

    Ho pensato di aprire un nuovo topic per raccogliere le informazioni sulle auto a idrogeno e anche per segnalare l'articolo seguente (si parla dell'uso quotidiano della Mirai) che mi sembra molto interessante (qui un breve estratto ma suggerisco di leggerlo tutto) We can drive 300 miles on a full tank of hydrogen, but it varies like every other car depending on your driving habits. The Mirai is pretty genius: It takes your last eight fill-ups—your last eight full tanks—figures out your driving habits, and predicts how many miles your next tank will go. I usually drive about 50 miles a day, and I’m filling up about once a week, when there’s about 70 miles left. We have a card from Toyota that pays for our fuel for three years (or $15,000 of fuel, whichever comes first). We use it at the pump like a regular credit card, except the bill goes to Toyota instead of to us. 2017 EPA-estimated 67 city/67 highway/67 combined MPGe for Mirai and 312-mile driving range. Actual mileage will vary. Range measurement pursuant to SAE J2601 standards (ambient temperature: 20°C; hydrogen tank pressure when fueled: 70 MPa). Fueling time varies with hydrogen fueling pressure and ambient temperature. Complimentary fuel for three years, or $15,000 maximum, whichever comes first. The three-year period starts on the earlier of (a) the date of activation and registration of the “temporary” card, or (b) 90 days from the Mirai sale or lease commencement date. Fuel card is nontransferable. The Mirai must be fueled at continental U.S. hydrogen stations conforming to specific standards and/or laws. Refer to the Mirai Hydrogen Stations Locator App in Entune™, or call Toyota customer service at 800-331-4331 for information on hydrogen fueling stations available to Mirai. http://blog.caranddriver.com/what-life-with-a-hydrogen-powered-car-is-really-like/?src=nlp&mag=cdb&list=toyota&date=02012017
  24. Buongiorno a tutti. Mi sono appena imbattuto in un articolo che parla della possibilità di trasformare le vecchie auto alimentate a benzina/diesel in auto elettrica. Non so se qualcuno ha già aperto un topic a riguardo e non so se posso inserire il link dell'articolo, ma si parlava di costi che vanno dai 5000€ ai 15000€. Secondo voi potrebbe valerne la pena? Quali sarebbero i pro e i contro? Ecco qui, su autorizzazione di Gian, il link: http://canali.kataweb.it/kataweb-consumi/2017/02/09/trasformare-la-vecchia-auto-inquinante-in-una-elettrica-si-puo-fare-ecco-come/?ref=HRSN-1 Quanto costa? Essendo un mercato giovane e in espansione, i costi per la riconversione sono ancora alti: si va dai 5.000 fino ad un massimo di 15.000 euro. La cifra comprende la mano d’opera (un massimo di 3.000 euro), lo smaltimento del motore a benzina o a gasolio, del radiatore e dei tubi di scarico e di raffreddamento (circa mille euro), l’installazione del motore elettrico (fino a 4.000 euro) e l’acquisto dell’intero kit retrofit che varia a seconda del modello dell’aiuto. Le batterie costano in media 4.000 euro ma si possono raggiungere anche i 6.000 euro. In alternativa si possono affittare a 90 euro al mese.
  25. giuse21

    togliere egr

    Salve, sono in procinto di acquistare una fiat panda 1.3 mjt diesel, mi è stata consigliato da un meccanico di togliere l'egr, volevo sapere se l'intervento è utile per evitare malfunzionamenti e se è legale, inoltre se potrebbe creare dei problemi nel momento della revisione auto Grazie
×