Jump to content
News Ticker
Benvenuto su Autopareri!

Search the Community

Showing results for tags 'yaris'.

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Autopareri Answers
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
    • Consigli per l'Acquisto dell'Automobile
    • Riparazione e Manutenzione dell'Automobile
    • Assicurazioni RCA - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Rumors and Spies Cars
    • Funzionamento della sezione Novità ed Anteprime
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
    • Due Ruote
    • Veicoli Commerciali-Industriali e Ricreazionali
    • Altri Mezzi di Trasporto
    • Sport Motoristici
    • Motori ed Attività Ludiche
  • Mobility
    • Mobility and Traffic in the City
    • Traffic on Highways
  • Off Topic on Autopareri
    • Off Topic
    • TecnoPareri
  • Venditori Convenzionati
    • Vuoi farti pubblicità su Autopareri?
  • Il sito Autopareri

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Professione


Interessi


Biografia


Quotes


Website URL


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

Found 16 results

  1. via Toyota ——————————————————————————————————— TOPIC SPY ➡️ CLICCA QUI! ——————————————————————————————————— belli anche i sedili, molto contenitivi.... @superkappa125, prendila, oggetto fatto veramente bene, questo mi aspetto da una azienda come Toyota, non le Supra appaltate a terzi.
  2. via Toyota Press Release: via The Wheel Network Yaris Cross Adventure Yaris Cross Premiere Press Release Adventure e Premiere: Questa Rav4 in miniatura non è per niente male
  3. Breve aggiornamento: abbiamo da tre settimane la nuova Yaris, e ne siamo entrambi estremamente soddisfatti. Lei per la facilità di guida, io per tutto il resto. Devo dire che il passo in avanti rispetto all'ibrido di precedente generazione è enorme. A livello di consumi i risultati sono simili, sia nei valori assoluti sia nei contesti in cui il sistema rende di più o di meno. Ma quello che cambia di brutto è la resa ai comandi dell'acceleratore. E' a tutti gli effetti un'auto potente. L'effetto scooterone lo possiamo archiviare per sempre. Adesso la gestione dell'e-ctv copia quella di un cambio automatico tradizionale: nelle lunghe accelerazioni extraurbane il sistema dà grande coppia coi regimi che si mantengono medio-bassi. Nelle affondate repentine c'è un effetto "kick down" ben avvertibile, accompagnato da accelerazioni molto brillanti, per poi salire nuovamente di rapporto non appena la richiesta di potenza si stabilizza. La maggiore capienza delle batterie consente di viaggiare per lunghi tratti solo in elettrico (su percorsi da 100 km sono riuscito a ottenere un mix di 75% elettrico e 25% termico), e vedo che per converso si fa più fatica a tenere la carica sulle famose 8 tacche su 10 che sarebbero la condizione ottimale. E' come se il sistema fosse meno bisognoso della piena carica per funzionare bene. Per il resto, sono state migliorate le qualità di assetto e sterzo. Già la precedente Yaris non era malvagia, sia pure privilegiando il comfort. Adesso lo sterzo è stato reso un po' più affilato e diretto, e le sospensioni sono un ottimo compromesso fra rigidità e assorbimento delle sconnessioni. Penso che la concorrenza, soprattutto quella che offre datate utilitarie di successo (ci siamo capiti), debba darsi una sveglia di quelle potenti, e veloci, perché una volta che il potenziale cliente è salito su una di queste auto di ultima generazione (e per di più full-hybrid), indietro non ci torna più, nemmeno se gliele regalano.
  4. via Toyota Via GreenCarCongress ——————————————————————————————————— SPY TOPIC ⤵️ https://www.autopareri.com/forums/topic/65325-toyota-yaris-iv-spy ———————————————————————————————————
  5. attenzione colpo di scena! debutterà il 17 novembre in occasione del rally d'Australia. GR-4 = 4 ruote motrici? https://www.carscoops.com/2019/11/toyota-teases-gr-yaris-hot-hatch-will-debut-on-november-17/
  6. https://www.toyota.com/upcoming-vehicles/yaris/ Ragazzi navigando su internet mi sono imbattuto in questa roba. E' chiaramente una Mazda 2, ma non capisco cosa centri con la yaris. E' una versione destinata ad altri mercati immagino, potreste chiarire il dubbio?
  7. L’auto provata è una Toyota Yaris 1.5 Hybrid con 4000 km circa. pneumatici 195/60 cerchi da 16”KM percorsi circa 500, quasi esclusivamente in autostrada. Obiettivo della mia prova è stato, al di là delle solite voci di analisi, il verificare come un’auto ibrida si comporti sul terreno in teoria più ostico a lei, cioè l’autostrada pura. Oltre a ciò , interessante è stato vedere il comportamento di un powertrain ibrido vero nei confronti di prestazioni e consumi. Come introduzione dirò che ho sempre rispettato la velocità codice, all'andata cercando di tenere i 110 km/h dove vigeva questo obbligo e 125 dove vigeva l’obbligo dei 130, al ritorno viaggiando un po’ più piano ( e con Eco Mode innestato ) Esterni Linea ormai un pochino invecchiata. L’auto nonostante i continui restyling comincia ad avere parecchi anni sul groppone e si vedono tutti. . Un po’ forzato il muso con le profilature che ricordano la tigre dai denti a sciabola, meglio ( ma di poco ) il posteriore. Interni Più sobri che lussuosi, sia come plastiche che come tessuti . Complici le dimensioni non eccelse, la panchetta posteriore è un po’ stretta. Posto guida Comodo , anche se il sedile ( ben regolabile ) è forse un po’ piccolo. Volante leggermente basso anche nella posizione più alta, ma non ai livelli quasi insopportabili di Peugeot 208. Cruscotto con tutti gli strumenti principali ( a parte l’inutile contagiri sostituito da un econometro che indica il tipo di richiesta energetica fatta al powertrain momento per momento ) completato da un bel computer di brodo a colori con ottima grafica con tutte le principali informazioni, compresa la sfiziosa visualizzazione dei flussi energetici. Plancia e comandi Design forse un po’ invecchiato.ma sempre molto giapponese. Materiali di buona qualità ( con tanto di fascia di plastica morbida centrale che prosegue anche sulle portiere ) , ma l’impressione generale è un po’ dimessa , sia per gli accostamenti cromatici, sia per la mancanza quasi assoluta di cromature .Anche il tunnel centrale e la zona leva cambio potrebbero essere migliorati. I comandi principali sono tutti ben raggiungibili ed illuminati per lo meno quelli di utilizzo nella guida ( come da tradizione giapponese quelli di configurazione/impostazione da fermo non lo sono ) . risulta solo scomodo come posizione ed identificazione il comando apertura sportello carburante. Schermo centrale grande e con comandi touch, ma ormai nella norma della categoria. Belli i tappetini dedicati, ed anche le cromature identificative del modello. Abitabilità Yaris appartiene alla generazione precedente delle segmento B , ed è in pratica comoda solo per quattro. Bagagliaio Non amplissimo, ma nella media del segmento, ben rivestito e dotato di doppio fondo. La presenza delle batterie non sembra penalizzare gli spazi a disposizione. Curiosità: L’auto a me data aveva ruotino e crick, in quanto spagnola di origine. Accessori Dotazione ricca, con qualche pecca. Ci sono per esempio i principali aiuti alla guida, clima bizona e telecamera posteriore, ma mancano i sensori di parcheggio . Il resto ( cruise control, etc ) è nella norma ormai altissima anche per una segmento B . Spicca il cambio automatico, anche se è dotazione indispensabile visto il powertrain. I fari mi sono sembrati a led dalla tipologia di luce fatta , ma onestamente non ho controllato nelle parabole. Comfort Molto buono, ma a due facce: in coda ed a bassa velocità si apprezza tantissimo il cambio automatico ed il procedere solo elettricamente o con il motore termico al minimo (inaudibile in pratica ), e gli altri rumori aerodinamici sono limitati. Per contro, a velocità autostradali elevate ( ma sempre entro il codice ), subentrano abbastanza chiaramente fruscii aerodinamici e rumori di rotolamento. Inoltre, durante accelerazioni e riprese decise , la logica che comanda il powertrain fa schizzare il motore termico a regimi altissimi ( sia pur per pochi secondi ) fastidiosi e quasi spaventosi per chi non è abituato alla tipologia di auto. Powertrain In questo caso parlare di motore è limitante e fuorviante. Esiste un’unità termica a benzina da 1.5 di cilindrata a ciclo Miller ed un motore elettrico accoppiati ad un cambio automatico di tipo CVT . La logica di come devono operare è comandata in maniera indipendente dal sistema in funzione della velocità , del carico, e dalla richiesta del pilota ( volgarmente di quanto si schiaccia l’acceleratore ) . Questa architettura fa sì, in pratica, che il powertrain si comporti sempre in maniera diversa a seconda della situazione disgiungendo la reazione ( accelerazione / ripresa ) dalla pressione del pedale. Il risultato è che diventa in pratica impossibile capire come l’auto reagirà alla richiesta di carico. Tal comportamento può essere un po’ disturbante all’inizio, ma col tempo si entra in sintonia con l’auto . Accelerazione Discreta, ma non chiedetegli miracoli. Se si preme a fondo, nonostante l’ululato del motore termico, si avverte una certa pigrizia .Meglio adottare una guida rilassata seguendo l’indicazione dell’econometro/potenziometro, Ripresa Abbastanza decisa dalle basse andature fino a 80/90 km/h , un po’ incerta nelle riprese autostradali ( per capirci il classico tira e molla tra 80 e 130 km/h ). Cambio UN CVT di cui quasi non si avverte l’esistenza. Solo nelle riprese più decise emerge con chiarezza l’effetto scooter. Un po’ fastidioso il notevole trascinamento al minimo sia in avanti sia in retromarcia Sterzo Nella norma , forse un po’ troppo leggero. Adeguato alla tipologia dell’auto. Freni Anche in questo caso, bisogna ricordarsi che si guida un’auto ibrida, in cui la prima parte di frenata è sempre fornita dall’operazione di ricarica batterie. In pratica se si preme poco il pedale il motore elettrico agisce come generatore e rallenta l’auto, e solo se si preme con più decisione intervengono i freni. Esattamente come nel caso del comportamento del motore questo fatto invita ad una guida più rilassata e proattiva, in cui appunto la frenata decisa ( comunque più che sufficiente ) diventa necessaria solo in caso si emergenza Tenuta di strada/Stabilità Se guidata morbidamente ed appunto proattivamente , l’auto non dà nessun tipo di problema ed è perfettamente adeguata al traffico. Se si spinge un po’ di più vengono fuori i problemi del maggior peso, dello sterzo non precisissimo e soprattutto della non immediata risposta ai comandi del powertrain. Poco male comunque; infatti dopo i primi km, entrati nel mood dell’ibrida, l’unico obiettivo sarà evitare che la lancetta dell’econometro vada in power mode. J Consumo Interessante e sorprendente. L’andata è stata percorsa con un consumo di 19,5 km/litro , il ritorno ( con EV mode impostata e Cruise control usato quando possibile ) con un consumo di 20,5 km/litro, per un consumo totale di 20 km/litro, dimostratosi poi reale alla pompa. E parliamo di un percorso in pratica solo autostradale, dove non ho adottato nessun trucco da hypermiler, se non la guida “rilassata” in sintonia con l’auto. Aiuti alla guida Sicuramente presenti frenata automatica, superamento di corsia e ripetizione dei limiti di velocità sul computer di bordo, quest’ultima funzionalità non molto precisa . Se ce ne erano altri, non me ne sono accorto J In conclusione Dopo anni di guida di Fiat 128 dotate di elettronica, tutte con comportamento più o meno allineato ( tanto che alla fine avevo diradato queste prove , un po’ per pigrizia, un po’ per scarso interesse a disquisire differenze di infotainment o di croccantezza di plastiche ), mi sono ritrovato nel giro di un anno nel guidare due auto che spiccano: una che rappresenta quanto di meglio abbia dato l’auto del passato ( Alfa Romeo Giulia ) , l’altra che invece mostra come sarà il futuro, cioè questa ibrida. E mentre guidare il passato mi ha esaltato , guidare il futuro mi ha spaventato . Non per l’auto in sé, ma per quello che rappresenta, cioè quello di essere la Fiat 128 della sua epoca. Yaris infatti è la prima ibrida reale a prezzo accettabile, senza (troppi) compromessi in abitabilità, bagagliaio, linea e prestazioni, un’ottima utilitaria ben equipaggiata che ti solleva da quasi tutto lo stress della guida dimostrandosi anche sorprendentemente adatta ai lunghi viaggi come comfort e consumo. Ma contemporaneamente è la prima auto che mi ha chiesto di adeguare il mio stile di guida alle sue caratteristiche , piuttosto che il contrario . E nonostante il fatto che entrare nel mood della guida del powertrain ibrido è semplice e per certi versi piacevole, dopo un po’ ti prende la sensazione che tu, tra sedile e volante, sei il sostituto provvisorio di un sistema di guida autonoma non funzionante al momento. Mettete su questa Yaris un pacco di batterie più grande e ricaricabile dall’esterno, modificate la logica di funzionamento in modo da aumentare ed estendere l’uso esclusivo del motore elettrico (relegando il termico alla pura crociera ed all’heavy duty), introducete maggiore sensoristica e la guida autonoma ed avrete l’auto del XXI secolo. Solo che non sarà più un’auto, ma un mezzo di trasporto . E l’auto, come l’abbiamo conosciuta ed amata, non esisterà più. Yaris ibrida, ci piaccia o meno, è il primo passo nel ( terribile per noi appassionati ) futuro che ci aspetta.
  8. Questa me l'ero persa ... in pratica una Mazda 2 sedan con muso diverso ... Fonte: www.carscoop.blogspot.com Galleria Completa, clicca qui.
  9. Fuori Produzione; per il Nuovo Modello cliccate sul seguente link: Toyota Yaris Facelift 2014 (Topic Ufficiale) km77 es.autoblog Ø/AAAAAAAEs4A/hP8otkT_LnQ/s1600/Toyota-Yaris-2012-55.JPG'>Ø/AAAAAAAEs4A/hP8otkT_LnQ/s200/Toyota-Yaris-2012-55.JPG' alt='Toyota-Yaris-2012-55.JPG'> carscoop Press Release : Toyota Davanti malissimo non è, anzi è ben più aggressivo, ma quel posteriore..
  10. Buongiorno, sono nuovo del forum: saluto tutti. Vi scrivo per avere un parere su la Yaris della mia ragazza. La scorsa settimana è andata a lavoro come al solito, ha parcheggiato e tutto ok. All'uscita l'auto non si accedeva, le sono andato in soccorso: il rumore era il classico "toc" sordo di quando la batteria è quasi completamente out... però i vetri elettrici funzionavano e il quadro si accendeva... ho provato ad accenderla con i cavetti... ma nulla. Ho escluso fosse quindi la batteria... e avrei puntato su motorino avviamento oppure pompa benzina... Oggi, visto che lì vicino c'è un meccanico conosciuto da una sua collega, la mia ragazza gli ha fatto vedere l'auto: lui inizialmente ha detto che era la batteria, l'ha cambiata ma nulla.... ha detto che deve portarla in officina e controllare meglio ma secondo lui "il motore è andato"!? Ritenete che ciò possa essere possibile? Io una cosa del genere non l'ho mai sentita... si sarebbe fuso "da spento"? Naturalmente deve ancora vedere la macchina per bene ma incomincio a nutrire dubbi sulle qualità di questo meccanico. Voi cosa ne pensate? Vi sarò grato per qualsiasi consiglio/suggerimento. Simone.
  11. Soprannominata "The Hamster" per via della somiglianza del muso col noto roditore. Noleggiata alla Hertz, modello base che più base non si può......50.880km al momento del noleggio, 52.680 alla riconsegna Posto Guida: Regolazioni del sedile e del volante limitate, quindi giocoforza la posizione è un compromesso (a farne le spese è la caviglia sinistra dopo tanti km). Sedile poco imbottito Plancia e comandi: il design non è malvagio, e i comandi sono al posto giusto Strumentazione: il minimo, niente termometro acqua sostituito da una spia che avvisa il motore freddo (sgrunt, io non ho nemmeno quella). Scomodo il parziale in alternativa al totale, soprattutto perchè per visualizzarlo devi premere il tasto di azzeramento. Al centro della plancia, quindi lontano. Climatizzazione: niente A/C, e le bocchette piccole fanno quello che possono, rendendo l'abitacolo caldo anche con tempo coperto. Disappannamento poco efficace Finiture e assemblaggi: Assemblaggi ok, ma le finiture carine solo all'apparenza. Plastica dura dura ovunque Visibilità: Dietro e di lato buona. Davanti non si vede il muso come su tutti i monovolume. Il montante destro (sinistro per le nostre n.d.a.) ostruisce molto la visuale. Abitabilità: Punto buono. Di spazio davanti ce ne è. Dietro dipende dalla configurazione del sedile scorrevole. Se tutto indietro abitabilità buona anche per i posti posteriori Baule: piccolo in configurazione con sedile posteriore arretrato. Ci sta a malapena una valigia piccola. Le cose migliorano utilizzando il sedile scorrevole e il doppiofondo (ma il coperchio devi lasciarlo a casa e ti rimane in mezzo alle scatole la "sagoma" della ruota di scorta. Brutta soluzione per la cappelliera, che si attacca al sedile con un misero pezzettino di velcro. Motore: è il famoso 3 cilindri Daihatsu. Si fa perdonare le notevoli vibrazioni con un buon brio e un ottimo allungo (7000.... :). Elastico. Accelerazione: Direi buona per la potenza. Ma sono io che sono abituato troppo bene Ripresa: nonostante le marce lunghe (90 in 2a e oltre 120 in 3a....) il motorino ce la fa. Ma vale quanto scritto per l'accelerazione Cambio: rapportatura buona, frizione morbida. Manovrabilità no. Frequenti impuntamenti....a volte non entrava la 1a o la retro....come sulla mia Alfetta... Sterzo: leggero in manovra, ma scarso feeling, molto vuoto al centro. Progressività buona. Freni: Potenza discreta....modulabilità....boh...si vede che non c'era nel manuale del progettista. in un mm di corsa passava da "non freno" a "modalità staccata alla prima variante di monza"...ancora un pò mi tamponano il primo giorno Handling: Rimbalza, rolla...all'inizio ho creduto mi avessero fregato dandomi una Fiat travestita...poi mi sono rassicurato. Cmq tranquillo...mooolto tranquillo. Non invoglia a tirare (e infatti non l'ho fatto), molto rollio, un pò lenta in inserimento sempre. Comfort: discreto. Le sospensioni non filtrano a dovere le (troppe) asperità irlandesi. Il motore si fa sentire. Consumi: diciamo il lato migliore della macchina. medie che sono andate da 15.9km/l (Traffico Dublino, che è tipo Milano + Autostrada) a oltre 21km/l (extraurbano). Conclusioni: Non ci ho visto tutta questa genialità. E onestamente, per 11.700€ (quanto costa in Italia) si può trovare di meglio. O si risparmia decisamente con una Fiesta sottocosto (stesse qualità, ma molti meno soldi) oppure si va su una B europea, molto più macchina sotto tutti i punti di vista. O se proprio siete innamorati del 3L per i suoi bassissimi consumi, prendete una Aygo o una Daihatsu, che costano meno.
  12. WCF Facelift di dimensioni veramente ridotte.. a quanto sembra però il musetto sembra guadagnarne. Penso che usciranno qualcosa anche per il posteriore.
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.