Jump to content

NicolaDeA

Members
  • Posts

    186
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Everything posted by NicolaDeA

  1. Esatto, me l’ha fatta vedere da pc, il concessionario è un gruppo che vende anche Hyundai, Mazda e Volvo. Ero andato per vedere la Tucson e tra una chiacchiera e l’altra sui vari C-SUV e un po la crisi di Fiat mi ha fatto vedere. Ritraeva un esemplare bianco con i passaruota verniciati, cornice dei finestrini cromata e i fanali ondulati (non la base dei leak). È una signora auto, ovviamente mi ha detto che l’immagine era roba di pre produzione ma la vettura quella è. Certo l’immagine era la classica da configuratore di 3/4 e mi ha detto che la crisi dei semiconduttori continuerà fino al 2023 quindi sicuro inizialmente punteranno sui modelli più costosi, e che in generale un po tutte le case stanno limando accessori rincarando i prezzi. Per la Tucson mi ha detto che ordinandola ora se ne parla ad aprile maggio. Penso fosse la top di gamma, non so come si chiamano TI? O Sprint? Il retro non l’ho visto. Ironia della sorte oggi l’ho vista camuffata mentre andavo a fare gas seguita da Panda camuffate (?) grosso modo dal vivo è come Compass, Q3, ma molto sinuosa, non un carro armato tipo RAV4 o X Trail. Se siete amici di qualche grande rivenditore secondo me ve la fanno vedere
  2. Se avete un grande concessionario Fiat amico hanno già le foto di Tonale! È veramente bella molto sinuosa
  3. Non ricorda Stelvio ma Levante scalata di una ventina di centimetri
  4. La plancia con l’infotainment piazzato li è una scelta precisa, in futuro ti permette di mettere uno schermo più grande e più tecnologico senza cambiare mezza plancia come su Giulia e Stelvio. Poi in FCA Stellantis hanno un bel casino di sistemi multimediali tra gli Uconnect, i Marelli e i futuri sistemi Foxconn ed è ovvio che devi cercare di mantenere una libertà. In questo modo cambi solo la base di plastica e metti un nuovo sistema. Altrimenti fai la fine di Tipo con questa poverata sui modelli RHD
  5. Vista l’aria che tira l’ordine per la Giulia Q lo farei il prossimo anno senza pensarci due volte
  6. Esce fuori bene, soprattutto i modelli di punta che saranno un ottimo bilanciamento tra sportività e lusso senza andare nel volgare come le tedesche (che nelle versioni di punta sono tamarre).
  7. Oggi ho avvistato la solita Y camuffata, forse metteranno qualche nuova cromatura per il MY 2022 😂 o magari una nuova serie speciale visto che quest’anno non ce ne son state
  8. Si ma io non sono un insider, precisiamo, questo già si sapeva da mesi e c’è gente su AP che ne sa più di me! modello più o modello meno quella è la scaletta, e poi hanno detto più volte che l’ufficialità di un modello la dichiarano 12 mesi prima Ecco, a questo punto visto che il materiale è in vostro possesso potete anche pubblicarlo,
  9. Ma perchè l’EuroNCAP non le ha mai testate?
  10. Ma non ha senso parlare del dopo 2026, hanno finanziato tre nuovi modelli dopo Tonale e basta. Nel 2026/27 potrebbe pure cambiare lo scenario e venderla Alfa chissà…
  11. -2022 Tonale Inizio del nuovo piano: -2023 Giulia e Stelvio aggiornamento + 2.9 MHEV -2024 Kid: Crossover di segmento B -2025 Stelvio nuovo derivato da Grecale ibrido ed elettrico -2026 Giulia cinque porte ibrida ed elettrica Fine piano cinque anni -2027 inizio piano BEV only, SUV segmento E sette posti, le Quadrifoglio saranno anche elettriche -2028 hatch segmento C cinque porte soprannominata Alfetta -2029 erede Tonale -2030 erede Kid crossover B 2030 tutte le termiche ibride escono di produzione
  12. Tesla ne vale 700 di miliardi e segue esattamente il modello Apple, anche Porsche si prepara a sbancare partendo da 60-70 miliardi, Maserati potrebbe diventare una bella gallina dalle uova d’oro se la spremono a fondo, e quando dicono che Alfa vogliono trasformarla in una start-up elettrica si riferiscono proprio a queste iso Rivian / Polestar che con pochi modelli valgono in borsa decine di miliardi
  13. Anche Maserati vogliono spingerla sull’elettrico, il piano Manley prevedeva IPO entro il 2025 dal valore di 7,5-10 miliardi mentre il nuovo a quanto pare vogliono spingerla ancor di più fino a 10-15 miliardi di valore con qualche modello elettrico in più e 4 miliardi di investimenti
  14. Si le scocche Ferrari, Lamborghini le sportive e le Pagani sono prodotte in Italia da carrozzieri italiani, e non solo anche molte scocche di Aston Martin son fatte in Italia soprattutto le versioni speciali! Bacioni 😘 e chiudo l’OT
  15. La scocca è fatta a Bratislava, come le scocche delle Bentley le produce Porsche in Germania, a Sant’Agata le montano solo
  16. La differenza è sostanzialmente questa: le maniglie a scomparsa sono inutili sotto ogni punto di vista, in primis perchè in Inverno se il sistema è fatto di schifezza come quello delle Land Rover, a causa delle basse temperature si blocca e quindi la maniglia non esce, o in casi di formazione di ghiaccio sulla carrozzeria la forza per “spingere” la maniglia non è tale da rompere la resistenza del ghiaccio. Siccome le Jeep, ma soprattutto la Grand Cherokee che è il modello “utilitaria” in America, che America vuol dire un Continente e non New York o Boston, con climi e territori di ogni tipo, la Grand Cherokee si pone come veicolo adatto a tutto, quindi soprattutto in vista di inverni rigidi, tale soluzione non è adatta. Al contrario delle Land che sono auto cittadine comprate da una clientela che non le usa come muli. Che abbiano fatto la versione con interni fighi ci sta, avendo un delta di posizionamento non indifferente e una clientela molto vasta, si passa da modelli base che costano quanto la low cost VW Atlas o le Toyota a modelli top degni concorrenti di X5, Range Rover Sport o XC90
  17. La MX-5, la Tipo, la 500 ? Ma di che parliamo Va bene essere fanboy o giocare al fantaceo ma bisogna avere pure un minimo di conoscenza di ciò che si è fan e guardare con gli occhi della realtà, e non citare a random la prima auto che mi viene in mente
  18. Mi permetto di far vedere la situazione da un punto di vista differente -I coupè e le spider Alfa son state vendute sempre in perdita, e se prima vi era un timido mercato oggi non vi è più, tanto che Mercedes non propone più la SLK e BMW (e sua sorella Toyota) sta floppando nei numeri -Giulia non vende, piace ma non vende, rientri in un mercato dove eri assente da anni e la clientela è fidelizzata, inoltre la concorrenza è forte e offre prodotti in costante aggiornamento, in più la rete di vendita è assente e non offre i servizi che offrono i concorrenti -Tesla ha un hype intorno che nessun costruttore ha mai avuto, il tutto con strategie innovative e marketing assente! Avete mai visto uno spot della Tesla? -Giulia nuova si farà e sarà semplicemente una profonda evoluzione dell’attuale con la comodità del portellone e ANCHE la variante elettrica per la gioia di tutti -La Challenger è una low cost, criticata persino dai clienti per essere fatta di schifezza, come la Mustang e la Camaro, se vuoi vendere i modelli a cosi basso prezzo devi fare dei risparmi. Inoltre vendono al 95% in USA Tutti questi lamenti non li concepisco sinceramente anzi finalmente ha l’opportunità di avere una gamma, che sarà globale, cosa che Alfa Romeo non ha da decenni, composta da berline e SUV in varie alimentazioni incluso le varianti super sportive
  19. Potevano farla a marchio Fiat, una Grande Panda, questa è veramente perfetta in Italia. Concordo anche io sul fatto che Fiat è meglio utilizzarlo globalmente per queste low cost originali, ma anche in Europa almeno è coerente con la Panda e la Tipo. In Citroën dovrebbero riprendersi la DS almeno li le “stramberie” sono accettate nonché coerenti con la storia del marchio
  20. Si esatto sarà razionalizzata la gamma di allestimenti/combinazioni. Questo è l’ultimo, l’anno prossimo arriverà qualche novità col nuovo multimediale
  21. Guardate che ulteriori tagli li faranno a Cassino e Melfi, mica solo ad Atessa
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.