Jump to content
Autopareri news
  • Benvenuto su Autopareri - il forum dell'automobile!

Search the Community

Showing results for tags 'riduzione consumi'.



More search options

  • Search By Tags

    Type tags separated by commas.
  • Search By Author

Content Type


Forums

  • Autopareri Answers
    • Autopareri On The Road - Emergency while driving
    • Consigli per l'Acquisto dell'Automobile
    • Riparazione e Manutenzione dell'Automobile
    • Assicurazioni RCA - Contratti e Finanziamenti - Garanzie
    • Codice della Strada e Sicurezza Stradale
    • Tecniche e Consigli di Guida
  • Scoop e News about cars
    • New Car Models
    • Rumors and Spies Cars
    • Funzionamento della sezione Novità ed Anteprime
  • Mondo Automobile
    • Prove e Recensioni di Automobili
    • Tecnica nell'Automobile
    • Mercato, Finanza e Società nel settore Automotive
    • Car Design e Automodifiche
    • Vintage Car​
  • Case Automobilistiche
    • Auto Italiane
    • Auto Tedesche
    • Auto Francesi
    • Auto Britanniche
    • Auto del resto d'Europa
    • Auto Orientali
    • Auto Americane
  • Mondo Motori
  • Mobility
  • Off Topic on Autopareri
  • Il sito Autopareri
  • Venditori Convenzionati

Calendars

  • Community Calendar

Categories

  • Files

Categories

  • News

Product Groups

There are no results to display.

Blogs

  • Autopareri News

Find results in...

Find results that contain...


Date Created

  • Start

    End


Last Updated

  • Start

    End


Filter by number of...

Joined

  • Start

    End


Group


Car's model


City


Interessi


Professione


Biografia


Quotes


Website URL


Facebook


Twitter


YouTube


Skype


AIM


ICQ

Found 40 results

  1. Presentata ieri la prima stazione beta dei nuovi Supercharger V3 da 250 kW, potenza raddoppiata rispetto ai V2. Tra un mese inizio costruzione rete V3 non-beta. - Cavi raffreddati a liquido più sottili, flessibili ed efficienti degli attuali non raffreddati. - Rendimento di conversione portato dal 92% della rete V2 a 96% delle rete V3 con nuovi inverter dedicati. - Rete a 250 kW sfruttabile da Model 3 che possiede le batterie con celle 2170 - Update via software OTA a tutte le Model 3 prodotte finora - Con update dovrebbe essere sfruttabile anche tutta la rete CSS da 350 kW (con tetto limitato a 250 kW) - Pre-Warmup batteria (se necessario) in tempo per l'arrivo al SC programmato nella navigazione. - Capacità di carica singola, carica non condivisibile. - 1609 km di range in 1 hr - 26,8 km in 1 min. - Ricarca completa su Model 3 da 0 a 100% in (range EPA min/max) M3 50kWh = 384 km in 14.3 min. M3 75kwh = 522 km in 19.5 min. Nota: nessuno carica mai da 0% a 100%, i vlori reali saranno ancora inferiori... - Update rete esistente V2 a 145 kW - Update di Model S/X via software OTA a velocità non specificata Battuta la velocità di recupero range delle tedesche: - Tesla Model 3 a 250 kW = 107 km in 4 min. - Porsche Taycan a 350 kW = 100 km in 4 min - Audi Etron a 150 kW = 53 km in 4 min. Questo perchè ovviamente quanti km di range recuperi nell'unità di tempo, dipende dall'efficienza, ovvero dal consumo al km, dell'auto. Ad esempio, la Kia Niro EV che carica al max a 75 kW, ottiene lo stesso range con 30 min. di carica della E-tron che carica a 150 kW. Il 90% delle ricariche elettriche tuttavia c'entra poco con questi dati, perchè si fanno a casa di notte in ricarica lenta, non bisogna fissarsi troppo con questi caricatori veloci che non sono affatto il punto centrale. Così come non bisogna fissarsi che ogni volta si debba fare il pieno (non lo si fa sempre nemmeno con le ICE) perchè anche qui nella maggior parte dei casi il Pieno a casa + rabbocco di pochi minuti, copre ormai distanze elevatissime. Ma bene, si va tutti avanti rapidamente e la concorrenza tra case non può che far bene a tutti. https://electrek.co/2019/03/06/tesla-supercharger-v3-kw-capacity-efficiency/ La comunicazione ufficiale di Tesla, con interessanti elementi commerciali aggiuntivi: https://www.tesla.com/it_IT/blog/introducing-v3-supercharging?redirect=no
  2. https://www.greenncap.com/assessments/fiat-panda-0-9-twinair-4x2-manual/ Neanche lo conoscevo questo ente. Solo fuffa? Comunque sfortunato forte questo frullino
  3. Nella primavera del 2018, Volvo Cars ha avviato un progetto pilota insieme a Taxi Gothenburg, che doveva gestire un centinaio di automobili, in primis la V90 con motori D3 e D4, alimentati con HVO100. Il tutto è andato così bene che Volvo ha annunciato in autunno che tutte le compagnie di taxi in Svezia potranno utilizzare il biodiesel rinnovabile nelle versioni D3, D4 e D5 del modello S90 e V90 dal 2018 in poi, così come il modello V60 dal 2019 in poi. Ora, sei mesi dopo, Volvo ha ricevuto un forte riconoscimento del fatto che l'HVO100 viene ben digerito dai suoi diesel. Pertanto, oggi annunciano che sarà disponibile anche per i conducenti di auto private la possibilità di rifornirsi con il Biodiesel rinnovabile l'HVO100. - Siamo soddisfatti dei buoni risultati del test con le flotte di taxi in Svezia. Pertanto, possiamo rilasciare liberamente il carburante HVO100 per i clienti privati e aziendali ", afferma Mats Andersson, Vicepresidente di Propulsion Power Systems di Volvo Cars. I modelli approvati per HVO100 L'alimentazione con HVO100, tuttavia, non sono disponibili per tutti i modelli Volvo con motore diesel, ma solo per i modelli di auto su piattaforma SPA e CMA attualmente in produzione, ovvero XC90 dal 2015, S90, V90, V90 Cross Country dal 2016 in poi, XC60 dal 2017, V60, V60 Cross Country dal 2018 in poi e XC40 dal 2018 in poi. Le auto più vecchie con la stessa designazione del modello non devono essere riempite con HVO100. - Riteniamo molto positivo che ora possiamo offrire ai clienti che hanno un'auto Volvo con motore diesel tra i modelli attuali di poter rifornire di carburante un'alternativa senza fossili. Queste macchine hanno un sistema di alimentazione adattato alle caratteristiche leggermente diverse del carburante HVO100, afferma Mats Andersson. Emissioni più basse L'HVO100 omologato per il rifornimento di carburante deve essere classificato secondo lo standard europeo di carburante per il diesel paraffinico EN15940. L'HVO100 riduce le emissioni di anidride carbonica dell'85-90 %. HVO, che sta per Hydatic Vegetable Oil, è anche incluso nel normale diesel ma in quantità notevolmente inferiore rispetto a HVO100 dove 100 rappresenta una quota del 100% di HVO. Via Teknikensvarld.se
  4. Salve, siamo un gruppo di studenti dell'Università di Pisa e stiamo effettuando una ricerca di Data Journalism al fine di analizzare la distribuzione delle auto elettriche in Italia. Il nostro obiettivo è quello di capire quanto le auto elettriche siano utilizzate e quanto la loro diffusione potrà ulteriormente crescere in futuro. Il questionario di cui lascio qui il link è molto veloce, dura all'incirca un paio di minuti. Ringraziamo tutti per la gentile collaborazione Link: Questionario
  5. Riporto questo interessantissimo intervento captato su una pagina facebook privata della quale faccio parte
  6. Devo ancora leggere quali siano i criteri per il giudizio, le tipologie di test, ecc. Ma penso ci fornirà parecchio materiale per discutere "amorevolmente"
  7. trovato per caso questo articolo di una 131 col motore della 127 e un motore elettrico. un prototipo del 1979 PS: mods, se pensate che sia meglio spostare altrove (auto d'epoca?) fate pure
  8. Buongiorno ragazzi, sto valutando di trasformare una Toyota Auris 1.6 Dual-VVTi 124CV del 2009 a GPL Mono-Fuel installando un serbatoio della benzina da max 15 litri. Il mio installatore di fiducia mi ha sconsigliato caldamente la procedura per motivi burocratici. Io cercando online ho trovato un'azienda siciliana che produce il serbatoio litri omologato per tutti i veicoli N1 e M1. Oltre a questo, la motorizzazione mi ha detto che serve anche il nulla-osta della casa madre. Tuttavia sembra che la pratica della trasformazione sia svolta solamente da quest'azienda siciliana e un'altra lombarda, quest'ultima acquista dalla prima il serbatoio. Qualcuno qui nel forum ne sa di più oltre a quello che già si può reperire sul web?
  9. Vorrei condividere con voi una riflessione che ho fatto mentre studiavo/leggevo.. Vorrei averne un'opinione o rendervi semplicemente partecipi! Perché utilizziamo benzina, gasolio e gli altri combustibili, ve lo siete mai chiesti? Per dare una risposta a questa domanda voglio partire da una definizione di una quantità piuttosto nota, l’ENERGIA CINETICA. “L'energia cinetica è l'energia che possiede un corpo per il movimento che ha o che acquista: equivale al lavoro necessario per portare un corpo da una velocità nulla a una velocità nota.Quando un corpo di massa m varia la sua velocità, con questa varia anche la sua energia cinetica. Il lavoro equivale a questa variazione di energia cinetica. L'energia cinetica quindi è associata alla massa e alla velocità di un corpo in movimento...” Dunque facciamo un esempio pratico per cercare di capire: Prendiamo un’automobile, di massa 1000 kg, quindi una comune utilitaria (o qualcosa di simile). Supponiamo di voler calcolare l’energia necessaria per poter viaggiare a 90 km/h. L’energia cinetica è pari a: E=1/2 m*v^2 Dunque: m=massa dell’auto=1000 [kg] v=90 [km/h] L’energia, facendo le opportune sostituzioni e i calcoli necessari sarà pari a: E=312500.5 [Joule] A questo punto utilizziamo un’altra definizione, quella del POTERE CALORIFICO (senza entrare in tecnicismi vari quali superiore, inferiore ecc) “È la quantità di calore espressa che si sviluppa dalla combustione completa di un chilogrammo di combustibile.” Per il gasolio, questo valore è pari a: PC=42697000 [J/kg] Quindi in sostanza questo numero esprime la capacità del combustibile di sviluppare una fiamma sviluppando calore, cosa utile se vogliamo riscaldare un ambiente (ho preso il gasolio non a caso) oppure muovere un veicolo. Dato che il potere calorifico è calcolato rispetto ai chilogrammi, quanti chilogrammi di gasolio servono per il nostro veicolo? Bene, risparmiandovi i calcoletti otteniamo: Massa necessaria=7,3 [g] di gasolio Dunque per muovere un’automobile a 90 km/h, l’energia necessaria è racchiusa in 7 GRAMMI di gasolio. Praticamente un cucchiaio. Dunque la risposta alla mia domanda è innanzitutto la seguente: utilizziamo i combustibili tradizionali (benzina, gasolio, G.P.L e Metano) perché contengono un’energia immensa. Energia facilmente stoccabile in un semplice serbatoio, rapidamente disponibile e facilmente trasferibile. Spero di non avervi annoiato!
  10. Circa 15 anni fa ricordo di aver visto circolare nei grossi centri urbani alcuni autobus di linea alimentati dal gasolio Bianco gecam...Qualcuno sa se la cosa poi ha avuto un seguito?
  11. Ho pensato di aprire un nuovo topic per raccogliere le informazioni sulle auto a idrogeno e anche per segnalare l'articolo seguente (si parla dell'uso quotidiano della Mirai) che mi sembra molto interessante (qui un breve estratto ma suggerisco di leggerlo tutto) We can drive 300 miles on a full tank of hydrogen, but it varies like every other car depending on your driving habits. The Mirai is pretty genius: It takes your last eight fill-ups—your last eight full tanks—figures out your driving habits, and predicts how many miles your next tank will go. I usually drive about 50 miles a day, and I’m filling up about once a week, when there’s about 70 miles left. We have a card from Toyota that pays for our fuel for three years (or $15,000 of fuel, whichever comes first). We use it at the pump like a regular credit card, except the bill goes to Toyota instead of to us. 2017 EPA-estimated 67 city/67 highway/67 combined MPGe for Mirai and 312-mile driving range. Actual mileage will vary. Range measurement pursuant to SAE J2601 standards (ambient temperature: 20°C; hydrogen tank pressure when fueled: 70 MPa). Fueling time varies with hydrogen fueling pressure and ambient temperature. Complimentary fuel for three years, or $15,000 maximum, whichever comes first. The three-year period starts on the earlier of (a) the date of activation and registration of the “temporary” card, or (b) 90 days from the Mirai sale or lease commencement date. Fuel card is nontransferable. The Mirai must be fueled at continental U.S. hydrogen stations conforming to specific standards and/or laws. Refer to the Mirai Hydrogen Stations Locator App in Entune™, or call Toyota customer service at 800-331-4331 for information on hydrogen fueling stations available to Mirai. http://blog.caranddriver.com/what-life-with-a-hydrogen-powered-car-is-really-like/?src=nlp&mag=cdb&list=toyota&date=02012017
  12. Vi presento un altro nuovo "economizzatore di carburante" e "riduttore di emissioni", oltre che "accrescitore di potenza". Questa volta però non ci sono campi magnetici, ma contatto diretto tra il carburante e dei materiali nobili, palladio in primis. Fonte - Sito produttore: http://eco-caritalia.business.site/ Ecco come ne parla un noto portale sull'autoriparazione: Articolo completo: http://www.notiziariomotoristico.com/news/9938/emmetechnology-eco-car-il-dispositivo-salva-ambiente Ci sono anche dei test di laboratorio, dei quali allegherò i PDF: 1) Attività di carattere sperimentale finalizzata alla programmazione ed esecuzione di test di caratterizzazione delle emissioni allo scarico di un motore diesel: cnr_relazione_pdf_firmata_e_relazionata(1).pdf 2) Relazione tecnica 1: relazione_tecnica_1(1).pdf 3) Relazione tecnica 2: relazione_tecnica_2(1).pdf Leggetevi bene le relazioni, e... Siate costruttivi
  13. Apro questo topic per parlare del metano. Spesso nei topic si invoca l'uscita di nuovi modelli FCA a metano, di aver lasciato il mercato ai tedeschi, di maggior convenienza economica rispetto a tutti gli altri carburanti. Siamo sicuri sia così o è soltanto effetto pompa/moda? Alla fine rispetto ad una equivalente GPL un'auto a metano: - costa di più - pesa di più - ha prestazioni minori - ha una minore autonomia - ha bisogno, per avere un impianto integrato, di importanti modifiche strutturali. - ha la revisione bombole ogni 4 anni Secondo me il metano avrebbe soltanto il vantaggio di essere un carburante con il prezzo più stabile Ho provato ad utilizzare questo sito http://costirealiauto.com/ facendo il confronto tra Punto GPL listino: 16140 euro, consumo medio 8 litri/100 km, costo gpl 0.67 euro/litro Punto NP listino: 17140 euro, consumo medio 4 kg/100 km, costo metano 0,99 euro/kg http://costirealiauto.com/confronta?am=30000&ft1=l&cn1=punto+gpl&cp1=16000&fc1=8&fp1=0.624&ft2=c&cn2=punto+np&cp2=17000&fc2=4&fp2=0.998 in pratica si inizia a risparmiare dopo 100mila km, un orizzonte troppo lontano a mio parere. Che ne pensate?
  14. buonasera , ho aquistato una opel crossland con motore 1600 disel appena uscito dal concessionario mi diceva autonomia adblue km 2400 ho fatto il pieno del additivo e mi dice sempre autonomia km 2400 qualcuno mi sa dire come resettare la autonomia della adblue visto che la officina della concessionaria non lo sa grazie e buona serata comunque volevo dire che come autovettura e ottima in tutti i confort ottima guida sono soddisfatto della vettura
  15. L'Unione Europea approva un aiuto economico di 4.7 miliardi di Euro per creare una rete di produzione e di distribuzione di bio carburanti, tra cui il biometano. Gli incentivi saranno erogati dal 2018 al 2022. La Commissione Europea ha concluso che la misura degli aiuti fornirà all'Italia la spinta per raggiungere l'obiettivo 2020 di utilizzare energie rinnovabili nei trasporti, a combattere il cambiamento climatico e sostituire i combustibili fossili nel settore dei trasporti, limitando al contempo le distorsioni della concorrenza, in linea con gli orientamenti 2014 della Commissione in materia di aiuti di Stato per la protezione dell'ambiente e l'energia. Nell'ambito della strategia UE 2020, la direttiva sulle energie rinnovabili impone a tutti gli Stati membri di garantire che almeno il 10% dell'energia consumata nei trasporti provenga da fonti rinnovabili entro il 2020. I biocarburanti sostenibili sono, insieme ai veicoli elettrici, una delle principali alternativi ai carburanti fossili utilizzati nei trasporti, in quanto sono facilmente utilizzabili sulle infrastrutture di trasporto esistenti. Articolo completo http://www.greencarcongress.com/2018/03/20180303-ec.html
  16. La Renault compie un nuovo passo verso la mobilità del futuro: domani inaugurerà il primo concept store europeo dedicato esclusivamente a veicoli elettrici. La struttura, denominata Renault Electric Vehicle Experience Center, si trova a Täby, nel cuore di uno dei più importanti centri commerciali svedesi, alla periferia di Stoccolma. “Siamo felici della scelta di creare questo spazio per incontrare il grande pubblico, fare opera di pedagogia e discutere insieme della mobilità elettrica”, spiega Gilles Normand, senior vice president electric vehicles Groupe Renault. “Guidare un veicolo elettrico implica molto più di un semplice cambio di modello: è un nuovo modo di considerare la mobilità”. Avvicinare il pubblico all’elettrico. All’interno dello store i visitatori potranno approfondire la propria conoscenza sullo sfaccettato tema della mobilità a zero emissioni. Il personale qualificato, presente sette giorni su sette, sarà pronto a fornire informazioni dettagliate sulle infrastrutture e le modalità di ricarica, le normative locali in merito alle elettriche, gli incentivi, le condizioni di acquisto e i servizi correlati. Ancora: con l’aiuto di un innovativo configuratore digitale sarà possibile personalizzare l’auto desiderata, per renderla vicina alle proprie esigenze in ogni dettaglio. In aggiunta, non mancherà il tradizionale spazio espositivo, per “toccare con mano” i modelli, e la possibilità di effettuare dei test su strada. Stazioni di ricarica in crescita. L’utilizzo delle vetture elettriche è strettamente correlato alla presenza di colonnine di ricarica sul territorio. A tal proposito il marchio francese sostiene il progetto E-Via Flex-E, lanciato dall'Enel in via sperimentale lo scorso dicembre, mirato alla realizzazione di specifiche postazioni sparse per tutta l’Europa. L’iniziativa si affianca alla rete EVA+, sostenuta dalla Renault e altri costruttori, che prevede nel giro di due anni l’installazione di 180 punti di ricarica veloce (Fast Recharge Plus) lungo i percorsi extraurbani italiani. Le prime 40 colonnine sono già state installate e permettono di percorrere, per esempio, la tratta Roma-Milano. Ottima mossa secondo me dovrebbero farlo in tutte le capitali europee e il più presto possibile .., mi fa piacere che sia comunque un marchio europeo...!
  17. La notizia è di un paio di mesi fa, ma l'ho scoperta solo oggi tramite un articolo su La Stampa http://www.lastampa.it/2017/12/26/motori/ambiente/auto-ibrida-e-a-gpl-la-trasformazione-doppio-risparmio-si-pu-fare-BQLlC6SbKbx45IBXvRWIXN/pagina.html La Toyota ha lanciato in Giappone un Taxi ibrido alimentato a GPL, che percorre quasi 20 Km/l, per capirci oltre 30 Km con un euro. https://newsroom.toyota.co.jp/en/detail/mail/19173376 La notizia mi sembra molto interessante, perché dimostra che anche un'azienda giapponese tecnologicamente evoluta come Toyota, non trascuri l'alimentazione a gas, per ridurre le emissioni ed i consumi. La Mirai è probabilmente l'automobile di serie più evoluta, con celle a combustibile alimentate ad idrogeno che producono l'energia per i motori elettrici. Tuttavia è ancora troppo futuristica per essere l'auto di tutti i giorni, come invece può essere un taxi ibrido a GPL. La tecnologia ibrida da il meglio nei percorsi urbani, mentre l'alimentazione a gas è il complemento ideale per i percorsi extraurbani. Entrambe suppliscono a vicenda alla ridotta utonomia che hanno rispetto ai più inquinanti carburanti liquidi. L'ibrido a gas non è una novità, esistono dei pionieri che hanno montato un impianto a metano sulla loro Prius, ottenendo percorrenze da record, con basso impatto ambientale. Anche FCA ha studiato l'ibrida a gas metano ma Toyota ha portato la soluzione alla produzione in serie, per veicoli che macinano molti km e devono essere ecologici ed affidabili. Esistono molti modi per realizzare un ibrido gas-elettrico, dalla conversione a gas delle mild hybrid come alcune Suzuki, passando per il Taxi Toyota, fino ad arrivare all'elettrica alimentata con supercondensatori ricaricati da una turbina a gas, un prototipo visto più di vent'anni fa al salone dell'auto di Torino ... La tecnologia per sostituire i combustibili liquidi esiste, basta solo avere il coraggio di produrla in serie, come ha fatto Toyota, senza farsi prendere dalla smania dell'elettrico a tutti i costi. E voi la comprereste un'ibrida a gas?
  18. Che ne pensate ? Se la svolta elettrica ci sarà (e sembra solo una questione di tempo...), le 2 problematiche saranno la CAPACITA' delle Stazioni di Ricarica (MEGA Watt...!!!) e il costo delle Batterie (così da coprire tutte le fasce del mercato, non solo quella dei Clienti TOP.....) Orbene questi Finlandesi si propongono come la "soluzione". http://www.broadbit.com/ PS Nel mentre i Canadesi di Waterloo sostengono di avere TRIPLICATO le prestazioni delle Batterie Li/Na Mah.....il tempo sarà GIUDICE ! http://www.inmoto.it/news/green/2018/01/09-1293990/moto_elettriche_e_autonomia_svolta_epocale_allorizzonte/?utm_medium=social&utm_source=facebook&utm_campaign=INMOTO [SMARTLY] [01-10] gennaio 2018&utm_content= - INMOTO [SMARTLY] [01-10] gennaio 2018 - Moto [Desk]&utm_id=5a54f1ce921e7e7f4f7f3226&cookieAccept
  19. Ciao ragazzi, sono nuovo nel forum Ho deciso di porvi questo quesito per me di fondamentale importanza data la stesura di una tesi sulle auto elettriche e data la ricerca sul web condotta in lungo e in largo, non mi ha portato a risultati, vi chiedo Che tipo di motore utilizza l'auto elettrica? Asincrono trifase, sincrono trifase senza spazzole? Vengono usati insieme? Perché è presente l'inverter? Spiegatemi in maniera chiara come è composto
  20. ho letto questo: Articolo completo: http://www.automoto.it/news/bosch-lavora-ad-una-benzina-a-zero-emissioni.html che ne dite?
  21. Raccolgo sempre più spesso lamentele di clienti scontenti delle prestazioni dei diesel aggiornati in conseguenza al caso "dieselgate". Il caso più evidente riguarda alcuni dei 1.6 TDI, dove in molti lamentano un sensibile calo della reattività ai bassi giri (vuoto in basso) e talvolta problemi al gruppo EGR, che VAG fornisce assieme allo scambiatore di calore della stessa. Quasi nessuna lamentela, almeno per ora, riguardo le prestazioni dei 2.0 TDI. Mi rivolgo quindi ai proprietari delle auto coinvolte e che hanno eseguito l'aggiornamento: avete notato differenze rispetto a prima? V'invito a rispondere al sondaggio e ad integrare il tutto con un messaggio, indicando: - quale motore avete; - anno immatricolazione; - potenza in kW; - se possibile anche il codice motore (es. del 1.6 TDI esistono: CAY, CAYB, CAYC; CLH, CLHA, CLHB; CRK, CRKA, CRKB; CXX, CXXA, CXXB; CWVA; DBK, DBKA... Giusto per rendere l'idea del casino ) Attendo partecipazione, voti pubblici e possibilità di risposta multipla (per ovvie ragioni)
  22. Dunque sembra che il 2017 sia pieno di novità per le ricariche ENEL. Novità di metà novembre:Ricarica e-GO con app android:SOLO le colonnine PREDISPOSTE, e per ora non ho capito come si distinguono se non dalla App dedicate che si scarica su Google play, hanno ora una tariffazione a tempo invece che a kWh. Nessuna tessera RFID o canone, si fa tutto con lo smartphone.https://goo.gl/XUVxPn Le colonnine consentono cariche da 3,7 a 22 kW e ovviamente più l'auto ha un caricatore veloce in AC, meno costa il kWkLe auto, come quasi tutte le ibride plug-in, che hanno caricatore da 16A monofase, cioè 3,7 kW , pagheranno il kWh lo stesso esorbitante 0,40 Eur/kWh della tessera ENEL FREE attuale. Le elettriche con caricatore Tipo 2 da 22 kW, come le ultime Renault, pagheranno 0,07 Eur/kWh , ottimissimo.A seconda dell'auto infatti, il caricatore a bordo dell'auto potrebbe accettare un massimo di 3,7 kW, 7,4 kW, 11 kW oppure 22 kW. Per vedere di che potenza è il caricatore della propria Ibrida Plug-in o EV di interesse, consultare:http://www.e-station.it/guida-veicoli-elettrici/auto-elettriche/ ---------------------------------------------------------------------------------------- Capitolo colonnine autostrade.Non si sa che fine abbia fatto l'annuncio primaverile di ENEL di 10,000 colonnine autostradali per la fine dell'anno:Articolo di luglio 2016_http://www.dday.it/redazione/20312/enel-...dipendenti Comunque pare che l'accordo di recente stipulato tra ENEL e AISCAT parli anche delle colonnine di ricarica veloce da 50 e 43 kW, le "FAST RECHARGE PLUS" a 3 posti, di cui se ne è vista solo una a Pomezia finora:http://www.aiscat.it/news_view.htm?ck=1&...od_nws=775
  23. Mercedes-Benz ha sviluppato un’app per smartphone che, in base all’analisi dei percorsi effettuati, è in grado di stabilire l’idoneità all’uso di un veicolo elettrico. http://www.repubblica.it/motori/sezioni/ambiente/2017/09/11/news/eq_ready_e_sai_se_l_auto_elettrica_e_la_scelta_giusta-175180512/?ref=RHPPBT-VM-I0-C4-P10-S1.4-T1 Immagino che verrà fuori che solo chi fa tanta autostrada non trova giovamento da una elettrica, come dimostrano i dati rilevati da QR su due plug-in ed una ibrida, che si aggirano sui 40 mila euro ...
  24. Guest

    questionario auto elettriche

    Ciao a tutti, sono Marco uno studente dell'Università Cattolica di Milano. Vorrei chiedervi di compilare questo breve questionario di cui poi analizzero' i dati utili per la mia tesi magistrale! Grazie mille! https://goo.gl/forms/IIBGciy86bO4RF3i1
×
×
  • Create New...

Important Information

Il sito utilizza i cookie per fornirti un'esperienza di navigazione più funzionale, per fini statistici e per la pubblicazione di banner pubblicitari in linea con le tue preferenze. Nascondendo questo avviso, scorrendo questa pagina, cliccando su un link, o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Terms of Use.